Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di 10 righe dai libri

Donatori di voce

immagine copertina
NotizieLibri 10 Righe
Donatori di voce
10 Righe dai libri 2016

Vi segnaliamo una bellissima inizitiva "Donatori di voce" organizzata dall'associazione Libro Parlato.
Stanno cercando voci per leggere i libri il cui mp3 sarà destinato ai non vedenti e a chi ha problemi di lettura.
Potete trovare tutte le informazioni sul "Come diventare donatore di voce" nel sito Libroparlato.org http://www.libroparlato.org/it/index2.php?p=diventare-donatori

inviato il 05/07/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Brava Francesca :)

Ho già "donato" la mia voce per alcuni audioracconti (e non solo), quindi ho l'attrezzatura, spero di riuscire ad avere il tempo per inviare un provino.

Umberto Eco e Harper Lee: saluto

immagine copertina
10 Righe
Umberto Eco e Harper Lee: saluto
10 Righe 2016

Ieri 19 febbraio 2016 Umberto Eco e Harper Lee, due grandi rappresentanti della letteratura mondiale, ci hanno lasciato fisicamente... le loro parole resteranno sempre nei nostri cuori!
.
.
"Il bene di un libro sta nell'essere letto. Un libro è fatto di segni che parlano di altri segni, i quali a loro volta parlano delle cose. Senza un occhio che lo legga, un libro reca segni che non producono concetti, e quindi è muto"
(Umberto Eco)
.
.

"Aver coraggio significa sapere di essere sconfitti prima ancora di cominciare, e cominciare egualmente e arrivare fino in fondo, qualsiasi cosa succeda."
(Harper Lee)

inviato il 20/02/2016
Nei segnalibri di:

10 righe dai libri su RadioLibri intervista

immagine copertina

Cari lettori ecco il link per ascoltare l'intervista a Patrizia Puggioni, ideatrice di 10 Righe dai libri.
: )
Grazie a tutti voi che rendete possibile tutto ciò!
- http://www.radiolibri.it/blog-e-circoli-letterali-10-righe-dai-libri/

inviato il 17/02/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazieee! :)

Brava

:-)

Sei Unica :-)

Applausi ...brava Patty!!!

Auguri anno nuovo

immagine copertina
10 righe dai libri
Auguri anno nuovo
10 Righe

Con l'agenda letteraria Libridinosa 2016 vi auguriamo un anno nuovo con tantissima voglia di leggere! :)
Continuate a scrivere le vostre 10 righe.

- http://www.10righedailibri.it/agenda-letteraria-2016-libridinosa

inviato il 01/01/2016
Nei segnalibri di:

Foto agenda 2016 Libridinosa: Cecilia

immagine copertina
10 Righe dai libri
Foto agenda 2016 Libridinosa: Cecilia
10 Righe 2015

Cecilia ci ha inviato la foto della sua agenda letteraria 2016 Libridinosa arrivata a Roma. :) Grazieee!

"L'agenda Libridinosa 2016 è bellissima! Una per me e le altre le regalo!"
(Cecilia)

inviato il 23/12/2015
Nei segnalibri di:

Agenda letteraria 2016 Libridinosa è arrivata oggi in magazzino

immagine copertina

Evvivaaaa,
Habemus Agenda lettararia Libridinosa!
http://www.10righedailibri.it/agenda-letteraria-2016-libridinosa, ne sono rimaste solo 78
: ))
Questa è la prima foto scattata da Alessia, per ora le ha viste solo lei.
Le spedizioni partiranno lunedì.
Grazie a tutti per le vostre 10 righe!Evvivaaaa,
Habemus Agenda lettararia Libridinosa! http://www.10righedailibri.it/agenda-letteraria-2016-libridinosa, ne sono rimaste solo 78
: ))
Questa è la prima foto scattata da Alessia, per ora le ha viste solo lei.
Le spedizioni partiranno lunedì.
Grazie a tutti per le vostre 10 righe!

inviato il 18/12/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Arriva arriva! :)

Sempre più impaziente :)

Accento in perché

immagine copertina
Christian Soddu
Accento in perché
10 Righe dai Libri 2015

Gravi o acuti, elisioni o troncamenti (apocope, che brutta parola, da esorcizzare col dizionario!), eccoli alcuni errori comuni:

- Perché, non perchè: accento acuto, non grave. In italiano esistono sette vocali: a (aperta), è (aperta), é (chiusa), i (chiusa), ò (aperta), ó (chiusa), u (chiusa).
- Idem per finché, giacché e simili: l’accento è sempre acuto.
- Quello su ché (nel senso di perché o affinché) è un accento distintivo, obbligatorio se vogliamo far capire la differenza col che relativo.
.
.

- A cura di Christian Soddu e West Egg Editing
- Fonte: Agenda letteraria libridinosa 2015 http://www.10righedailibri.it/agenda-letteraria-2015-libridinosa

inviato il 07/10/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

la grammatica... quale sconosciuta

Dieci accenti da domare

immagine copertina
Christian Soddu e West Egg Editing
Dieci accenti da domare
10 Righe dai libri 2015

Molti di voi hanno già letto quest'articolo su Libridinosa 2015 http://www.10righedailibri.it/agenda-letteraria-2015-libridinosa.
Ora, in attesa dell'agenda letteraria 2016, ve lo riproponiamo perché è indispensabile!
"Sfuggono da tutte le parti questi accenti, e questi apostrofi pestiferi. Le regole ci sono: dettate dalla grammatica, ribadite dalle norme redazionali delle case editrici. Eppure, quando l’editor legge un manoscritto, sono queste le buche su cui sobbalza più spesso: l’accento mancato o sbagliato, l’apostrofo a sproposito.
Gravi o acuti, elisioni o troncamenti (apocope, che brutta parola, da esorcizzare col dizionario!), eccoli qua gli errori più comuni.
1. Perché, non perchè: accento acuto, non grave. In italiano esistono sette vocali: a (aperta), è (aperta), é (chiusa), i (chiusa), ò (aperta), ó (chiusa), u (chiusa)..."

- continuate a leggerlo su evidenzialibri, questo è il link
http://www.evidenzialibri.it/dieci-accenti-da-domare/

inviato il 21/09/2015
Nei segnalibri di:

Scrittori nati oggi 15 settembre: Agatha Christie

immagine copertina
Agatha Christie
Scrittori nati oggi 15 settembre: Agatha Christie
Libridinosa, agenda letteraria 2015

Auguri Agatha Christie! Nata il 15 settembre 1890 a Torquay
[…] l'assassino ha aperto la finestra e ha gettato la siringa, poi ha preso dal tavolo la statuina e ha gettato fuori anche quella"". Non trovarono impronte digitali sulla siringa. Erano state cancellate accuratamente. Vera disse con voce ferma "Ora cerchiamo la rivoltella". Il giudice Wargrave annuì. "Certo, a ogni costo. Ma, nel farlo, stiamo ben attenti a restare uniti. Ricordiamoci che, se ci separiamo, offriamo all'assassino l'occasione di agire". Frugarono dovunque con cura meticolosa, dal solaio alla cantina, ma senza risultato. La rivoltella non fu trovata.
(Dieci Piccoli Indiani, trad. B. della Frattina, Mondadori 1982)
- 10 righe suggerite da Alessandra L.

inviato il 15/09/2015
Nei segnalibri di:

Help materiale PDA: sindrome da evitamento estremo delle richieste

Cari lettori, avete suggerimenti sulla PDA? La nostra cara amica Francesca, staff 10 Righe dai libri a Liverpool ha bisogno di libri e materiale in italiano per lei e la sua famiglia. Riportiamo qui il suo appello.
Grazie!

-----------
Ecco, mio figlio ha questo. Si chiama PDA, pathological demand avoidance, in italiano sindrome da evitamento estremo delle richieste. Fa parte dello spettro autistico.
È una condizione identificata da poco, su cui c'è pochissima letteratura; difficile con cui confrontarsi sopratutto come genitore, perché tutte le regole e le idee di 'tecniche genitoriali' normali e cementate nella mia mente e sotto la mia pelle non solo non funzionano con questi bambini, ma rendono la situazione molto, molto peggiore.
È difficile da affrontare per la famiglia allargata, perché i nonni, gli zii, i cugini, gli amici, tutti, devono totalmente rieducarsi per trattare con questi bambini. Più il trattamento 'diverso' può creare problemi e confronti con altri bambini della famiglia o della comunità.

Sto cercando materiale in italiano per me, la mia famiglia, i miei amici. E l'unica cosa veramente utile che ho trovato finora è questo poster.

Sto cercando altre mamme italiane con cui poter parlare e confrontarmi. Libri, pubblicazioni, gruppi. In italiano. Perché confrontarmi con questa cosa è già abbastanza difficile di per sé, in inglese è più difficile. E io certi giorni non ho la forza.

Per favore, fatemi uno share. Magari qualcuno che conoscete ha delle informazioni che possono essere utili, e voi non lo sapete. E se potete aiutare, contattatemi in privato.

Grazie amici.
Francesca G.E. Manca Black

---------------
 

leggi tutto
inviato il 19/07/2015
Nei segnalibri di:

Cinematografo cerebrale

immagine copertina
Edmondo De Amicis
Cinematografo cerebrale
Ledizioni 2016
10 righe da pagina 10:

E fra i ricordi che subito gli si ridestarono dei primi anni del Ginnasio – visi, banchi, libri, la cameretta dov'egli studiava – vide una sua cuginetta bionda, e riebbe la sensazione della prima volta ch'egli aveva tenuta stretta la mano di lei, dietro il cuscino d’un sofà, su cui fingevano di giocare in presenza dei parenti: una sensazione sconosciuta, vivissima, dolcissima, un rimescolamento profondo di tutto l’essere, come il principio d’una nuova vita. E si ricordò d’aver ricordato un’altra volta così tutt’a un tratto e riprovato quella sensazione molti anni addietro in una via erbosa e solitaria della città di Ferrara, dov'era stato di passaggio.

inviato il 21/08/2017
Nei segnalibri di:

Racconti di Natale

immagine copertina
AA. VV.
Racconti di Natale
Tradotto da Serena Vischi
Elliot 2015
10 righe da pagina 64:

L’uomo ne fu molto contento e la sera, quando tutto era pronto, adagiarono i regali sul tavolo al posto del cuoio e poi si nascosero per vedere come avrebbero reagito i piccoli elfi.
A mezzanotte quelli arrivarono fra saltelli e balletti, zampettando per la stanza prima di mettersi seduti a lavorare come al solito ma quando videro i vestiti lasciati lì per loro risero per la grande gioia. Li indossarono in un batter d'occhio, poi fecero capriole ballarono e saltarono come pazzi, e sempre con la stessa allegria uscirono dalla porta e se ne andarono per i prati.
Il ciabattino e sua moglie non li rivedrò mai più, ma da quel momento in poi per loro hanno sempre tutto bene. [tratto da Fratelli Grimm, "Gli elfi e il ciabattino"]

inviato il 21/08/2017
Nei segnalibri di:

L'orizzonte

immagine copertina
Patrick Modiano
L'orizzonte
Tradotto da Emmanuelle Caillat
Einaudi 2012
10 righe da pagina 31:

Bosmans aveva sempre pensato di potere ritrovare in fondo a certi quartieri le persone che aveva incontrato in gioventù, con l’età e l’aspetto di allora. Vivevano lì una vita parallela, al riparo dal tempo… Nelle pieghe segrete di quei quartieri, Margaret e gli altri vivevano ancora uguali a come erano all'epoca. Per raggiungerli bisognava conoscere passaggi nascosti che attraversavano gli edifici, vie che a prima vista sembravano strade senza uscita e che non erano indicate sulla mappa. In sogno lui sapeva come accedervi partendo da una strada precisa nel metrò. Ma al risveglio non sentiva il bisogno di controllare nella Parigi reale.

inviato il 21/08/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Patrick Modiano (Boulogne-Billancourt 1945), scrittore francese e vincitore del premio Nobel per la letteratura nel 2014.

La coscienza di Zeno

immagine copertina
Italo Svevo
La coscienza di Zeno
Mondadori 1985
10 righe da pagina 73:

Contavo gli scalini che mi conducevano a quel primo piano dicendomi che se erano dispari ciò avrebbe provato ch'essa m’amava ed erano sempre dispari essendovene quarantatré. Arrivavo a lei accompagnato da tanta sicurezza e finivo col parlare di tutt'altra cosa. Ada non aveva ancora trovata l’occasione di significarmi il suo disdegno ed io tacevo!

inviato il 21/08/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Italo Svevo, pseudonimo di Aron Hector Schmitz (Trieste 1861 – Motta di Livenza 1928), letterato italiano.

Notte fantastica

immagine copertina
Stefan Zweig
Notte fantastica
Tradotto da Ada Vigliani
Adelphi 2013
10 righe da pagina 28:

Oh, non temo che mi esca di mente, neppure per un istante, quell'afoso pomeriggio, quella notte fantastica. Non mi occorrono indicazioni né pietre miliari per ripercorrere nel ricordo, passo dopo passo, il cammino di quelle ore […] ritrovo in qualsiasi momento, nel bel mezzo della notte o in pieno giorno, l’atmosfera di allora, e rivedo ogni dettaglio con quella lucidità che solo il cuore conosce, e non la cedevole memoria.

inviato il 21/08/2017
Nei segnalibri di:

Clarissa

immagine copertina
Stefan Zweig
Clarissa
Tradotto da Marco Zapparoli
Elliot 2015
10 righe da pagina 10:

La domenica era l’unico giorno in cui quella porta si dischiudeva a quel mondo, in cui faceva ingresso un raggio effimero proveniente dall'esterno; quel giorno si apriva la sala per le visite, arrivavano i genitori, i parenti, venivano a trovare i loro figli o i loro protetti, e tutti portavano con sé qualcosa, piccoli doni o quanto meno delle chiacchiere, delle notizie, un po’ di movimento e soprattutto quello di cui più avevano bisogno quelle creature ancora immature, cioè attenzione e tenerezza. Così, ciascuna di loro si sentiva risollevata, per due, tre ore, dalla massa grigiastra e un po’ informe di tutti i giorni, come colmata, nutrita di nuove impressioni. E la domenica sera, quando la casa veniva richiusa, il chiacchiericcio si faceva ancora più fitto, c’era della nuova materia, il piccolo io racchiuso nel grembiule scolastico si rianimava.

inviato il 21/08/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Stefan Zweig (Vienna 1881 – Petrópolis 1942), scrittore austriaco.

The Invasion of the Tearling

immagine copertina
Erika Johansen
The Invasion of the Tearling
Tradotto da Marco Piva
Multiplayer Edizioni 2016
10 righe da pagina 32:

Blaser se ne andò, e Hall tornò a osservare la superficie del lago Karczmar, rosso fuoco alla luce del sole nascente. Quella visione, che da bambino gli riempiva il cuore, quel giorno gli sembrò un terribile presagio. Certo, i Mort erano dispersi, ma non lo sarebbero stati a lungo e, se gli uomini di Hall avessero perduto il controllo delle colline, nulla avrebbe impedito al nemico di sbaragliare le linee difensive, organizzate con tanta cura da Bermond. Alle spalle dei colli si estendeva la piana di Almont: centinaia di miglia quadrate di pianura con scarse possibilità di manovra, costellate di fattorie e di villaggi isolati e indifesi. L’esercito dei Mort era il quadruplo di quello Tear, e armato molto meglio. Se avessero raggiunto la piana, il massacro sarebbe stato inevitabile.

inviato il 21/08/2017
Nei segnalibri di:

the human stain

immagine copertina
Philip Roth
the human stain
Vintage Books London 2005
10 righe da pagina 44:

The secret to living in the rush of the world with a minimum of pain is to get as many people as possible to string along with your delusions; the trick to living alone up here, away from all agitating entanglements, allurements, and expectations, apart especially from one's own intensity, is to organize the silence, to think of its mountaintop plenitude as capital, silence as wealth exponentially increasing. The encircling silence as your chosen source of advantage and your only intimate. The trick is to find sustenance in (Hawthorne again) "the communications of a solitary mind with itself." The secret is to find sustenance in people like Hawthorne, in the wisdom of the brilliant deceased.

inviato il 17/08/2017
Nei segnalibri di:

Il farmacista del ghetto di Cracovia

immagine copertina
Tadeusz Pankiewicz
Il farmacista del ghetto di Cracovia
Tradotto da Irene Picchianti
UTET 2016
10 righe da pagina 128:

"Henryk", gli risposi, "dove vivevi a quel tempo per non credermi? In che mondo? Io ero laggiù, no? Ho vissuto con quella gente durante tutto il periodo in cui è esistito il ghetto. Le impiegate della mia farmacia e io stesso siamo stati testimoni oculari di tutto ciò che è accaduto in piazza Zgody, e non solo lì, durante le deportazioni. E tu, parli di esagerazione?"
Ho spiegato e rispiegato, ma non è servito. Dopo un poco, con un lieve sorriso e dandomi un colpetto sul braccio mi disse: "Lasciamo stare questa triste storia, beviamo al nostro passato, al presente e all'avvenire."
Ricordo ancora oggi quella conversazione e mi domando quanta gente c'è al mondo che la pensa in questo modo.

inviato il 18/08/2017
Nei segnalibri di:

Se questo è un uomo

immagine copertina
Primo Levi
Se questo è un uomo
Einaudi 1994
10 righe da pagina 23:

Nulla più è nostro: ci hanno tolto gli abiti, le scarpe, anche i capelli; se parleremo, non ci ascolteranno, e se ci ascoltassero, non capirebbero. Ci toglieranno anche il nome: e se vorremo conservarlo, dovremo trovare in noi la forza di farlo, di fare sì che dietro al nome, qualcosa ancora di noi, di noi quali eravamo, rimanga.

inviato il 14/08/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Primo Levi (Torino 1919 – Torino 1987) scrittore italiano.

L'arcobaleno negli occhi

L'arcobaleno negli occhi 1 week 2 giorni fa

Benvenuta Angela :)

Un battito d'ali

Un battito d'ali 4 settimane 5 giorni fa

Corretto cara Naty :)

Il dolore perfetto

Il dolore perfetto 4 settimane 5 giorni fa

Benvenuta Mariar :)

L'Alchimista

L'Alchimista 5 settimane 10 ore fa

benvenuta La divoratrice di libri :)

La Pattuglia Dell'alba

La Pattuglia Dell'alba 7 settimane 1 giorno fa

Danilo Benvenuto :) nome del traduttore?

Un marito per Jolanda Il commissario Martini e il caso delle nozze osteggiate

Un marito per Jolanda Il commissario Martini e il caso delle nozze osteggiate 8 settimane 4 giorni fa

Benvenuto Massimo :)

I Colori del silenzio

I Colori del silenzio 8 settimane 6 giorni fa

Benvenuta Luciana :)

Poesie d'amore

Poesie d'amore 9 settimane 4 giorni fa

ciao natyy :)

DUE GOCCE DI SANGUE BLU. La quarta indagine del commissario Martini

DUE GOCCE DI SANGUE BLU. La quarta indagine del commissario Martini 10 settimane 2 giorni fa

Benvenuti Bartolone Messi :)

Trame d'assenza

Trame d'assenza 10 settimane 3 giorni fa

Benvenuta/o mangiapoesia :)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy