Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Giovanni Pisciottano

La quinta onda

immagine copertina
Rick Yancey
La quinta onda
Tradotto da Elisabetta Spediacci
A. MONDADORI 2016
10 righe da pagina 15:

Forse, penso a volte, sono l’ultimo essere umano sulla Terra.
Allora sono anche l’ultimo essere umano dell’universo.
Lo so, è un’idea stupida. Non possono aver ucciso tutti… non ancora. Ma per come la vedo io, alla fine ci riusciranno. Del resto, è così che gli Altri vogliono che io la veda. Ricordate i dinosauri? Ecco.
Quindi magari non sono l’ultimo essere umano sulla Terra, ma uno degli ultimi sì. Completamente sola, e con ogni probabilità destinata a restarlo, finché la Quarta Onda non mi piomberà addosso trascinandomi sotto.
È uno dei pensieri che mi assillano di notte. Quelli della serie “Oddio, sono fregata” che mi prendono alle tre di mattina. Quando, troppo terrorizzata per chiudere gli occhi, mi raggomitolo su me stessa in preda a una paura così tremenda che devo fare uno sforzo cosciente per respirare e impedire al mio cuore di smettere di battere. Quando il cervello mi abbandona e comincia a saltare come un CD rigato. “Sola, sola, sola, Cassie, sei sola.”

inviato il 10/04/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Rick Yancey (Miami, 4 novembre 1962)

L'angelo

immagine copertina
Sandrone Dazieri
L'angelo
Mondadori 2016
10 righe da pagina 24:

Colomba avviso via radio Centro che procedeva con l’ispezione, poi come chi l’aveva preceduta cerco il battito sul collo del capotreno e, come chi l’aveva preceduta, non lo trovo: la pelle del morto era viscida e fredda. Mentre chiedeva a Centro se stessero arrivando il medico legale e il magistrato di turno, si accorse di uno strano sottofondo sonoro. Trattenendo il respiro, capi che era composto da almeno una mezza dozzina di cellulari che suonavano tutti assieme, in una cacofonia di trilli e vibrazioni. Proveniva da oltre la porta dello scompartimento di lusso, quello con poltrone in vera pelle e pasti precotti firmati da uno chef televisivo.
Attraverso il vetro lattiginoso, Colomba scorse le luci verdastre degli schermi dei cellulari che pulsavano proiettando lunghe ombre. Non era possibile che fossero tutti apparecchi dimenticati, e l’unica spiegazione che le venne in mente sembrava troppo mostruosa per essere vera.
Ma lo era, Colomba lo capi quando forzo la porta scorrevole e venne assalita dalla puzza del sangue e degli escrementi.
I passeggeri della Top erano tutti morti.

inviato il 03/04/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Prego :)

Giovanni, grazie! Anche questo era segnato come giorno critico. :))

Sandrone Dazieri, all'anagrafe Sandro Dazieri (Cremona, 4 novembre 1964)

The Walking dead: La Discesa

immagine copertina
Jay Bonansinga, Robert Kirkman
The Walking dead: La Discesa
Tradotto da Vania Vitali
Panini Comics 2015
10 righe da pagina 11:

Chiuso nel fetore rancido del canale di scolo, il contadino morto sbava alla prospettiva di tessuti viventi che si avvicinano. Si muove verso la parete, serrando le mascelle e digrignando i denti; e allunga le mani alla cieca verso la luce del giorno che filtra dalla grata. Dalle feritoie, distingue l’ombra di sette umani vivi.
Accidentalmente il suo piede destro finisce per infilarsi in un buco del muro che sta cadendo a pezzi.
Gli erranti non sanno arrampicarsi; non obbediscono a nessun altro istinto che a quello di divorare; non conoscono richiami senzienti se non la fame; ma in quel momento, l’appiglio invisibile gli basta per issarsi, quasi senza accorgersene, fino alla grata rotta dalla quale è caduto. E quando i suoi occhi bianchi raggiungono la bocca del tombino, la creatura posa il suo sguardo ferino sulla figura più vicina del gruppo. È una ragazzina di circa otto o nove anni, vestita di stracci e con un’espressione compita sul viso tutto sporco; cammina a fianco di Lilly.

inviato il 27/03/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Robert Kirkman (Richmond, 30 novembre 1978) ,

A cantare fu il cane

immagine copertina
Andrea Vitali
A cantare fu il cane
Garzanti 2017
10 righe da pagina 133:

“Vi consiglierei di fare come fanno tutti. Tutti quelli che devono andare a Somacchia, ovvio”, disse.
Scendere a Samolaco e poi applicare l’undicesimo comandamento.
Cioè arrangiarsi.
Il Misfatti acquisì l’informazione senza batter ciglio. Ma guardò per un lungo istante il bigliettaio, come volesse fargli una fotografia, per imprimersi bene nella memoria la sua faccia di merda.
Gli augurò tra sé di capitargli sottomano in un prossimo futuro, dopodiché gliel’avrebbe raccontata lui la favoletta dell’undicesimo comandamento. Poi si avviò verso il piazzale esterno della stazione cominciando ad avvertire il fastidio dei rivoli di sudore che gli correvano lungo la schiena impregnando vieppiù la camicia.

inviato il 20/03/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Andrea Vitali (Bellano, 5 febbraio 1956)

La figlia femmina

immagine copertina
Anna Giurickovic Dato
La figlia femmina
Fazi Editore 2017
10 righe da pagina 11:

Il corpo di un uomo che sussulta, si muove, crea quel calore che Maria non conosce, che non dovrebbe conoscere. Poi si ferma, si abbandona. Lei non sa perché, non sa cosa accade, ma non ha il coraggio di chiederlo, di domandare alla sua mamma il significato di quella notte. Il papà si aggiusta la tunica e le augura la buonanotte. Non le dà un bacio, questa volta, e se ne va in fretta. La porta si chiude. Per qualche minuto Maria resta immobile. Poi controlla se è tutto a posto, sistema il pigiamino e si rannicchia sul fianco, come un uovo. Accende la lucina e prova a prendere sonno, ora non ha più paura.

inviato il 13/03/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Staff :)

Giovanni sei finalista del mese di Marzo, 10 righe scelte da Voi utenti. Per te un libro incentivo. Manda i tuoi dati a: libroincentivo@10righedailibri.it

Grazie...

Ho scelto queste 10righe http://scrivi.10righedailibri.it/ortiche

Grazie Staff :)

Il bambino magico

immagine copertina
Maria Paola Colombo
Il bambino magico
A. MONDADORI 2016
10 righe da pagina 119:

Certe volte fanno questo gioco: si mordono l’un l’altro, per provare la resistenza. Chi morde stringe la carne, finché chi è morso non urla. Più profondo è il segno che resta, più sei bravo a sopportare il dolore, e forte.
Così Miriam morde Moussa, ma non più che può. Basta poco per lasciare lividi sulle sue braccia. Per questo Moussa vuole sempre giocare a questo gioco, perché ne esce meglio di tutti.
“Di più” dice, guardando le labbra di Miriam serrate intorno al suo avambraccio.
“Mi fa male la bocca, hai vinto.” Si stacca, lasciando saliva e un arco impresso.
Vanno avanti a mordersi per un po’. Strillare, ridere. La sera, a ciascuno di loro, piace guardare le cicatrici che si sono lasciati, come marchi di coraggio e appartenenza.
“Ho pensato una cosa” dice Miriam. “Andremo nella terra dei bianchi, in Italia. Ma non ora, prima dobbiamo allenarci ancora.”

inviato il 06/03/2017
Nei segnalibri di:

Nessuno come noi

immagine copertina
Luca Bianchini
Nessuno come noi
A. MONDADORI 2017
10 righe da pagina 15:

Alla fermata del 40, le facce che Vince incontrò gli sembrarono già amiche. E anche se si moriva di freddo, aprì il giubbotto per lasciar intravedere la scritta “Best Company”. Un’ondata di gelo lo fece rabbrividire e lo costrinse a entrare nel bar lì accanto già popolato di gente. L’aria profumava di brioche e gli sarebbe piaciuto mangiarne una, ma aveva i soldi giusti per il panino all’intervallo, per cui fece finta di nulla. Una voce alla radio diceva che la colonnina di mercurio era scesa nella notte a meno 8,2 gradi e Torino si era risvegliata sotto una sottile patina gelata che rendeva difficile la circolazione.
Non appena vide comparire l’autobus si chiuse la cerniera del giubbotto e uscì dal bar. In quell’alba di gennaio del 1987, una mattina piena di freddo, nebbia e speranza, Vincenzo Piscitelli avrebbe mostrato a tutti la sua felpa nuova.

inviato il 27/02/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Luca Bianchini (Torino, 11 febbraio 1970)

Romanzo fantasma

immagine copertina
Arthur Conan Doyle
Romanzo fantasma
Tradotto da Masolino d’Amico
il Saggiatore 2016
10 righe da pagina 39:

Ci dovrebbe essere una Società per la Prevenzione della Crudeltà verso i Libri. Detesto vedere quelle povere cose pazienti sbattute e sfigurate. Un libro è un’anima mummificata imbalsamata in marocchino e inchiostro di stampa invece che in tela cerata e unguenti. È l’essenza concentrata di un uomo. A quest’ora il povero Orazio Flacco è diventato una polvere impalpabile, ma c’è il suo stesso spirito incastonato come una mosca nell’ambra, in quel volume dalla costola marrone nell’angolo. Una fila di libri dovrebbe rendere un uomo sottomesso e reverente. Se non riesce a imparare a trattarli con adeguata decenza, bisognerebbe costringerlo.

inviato il 21/02/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Sir Arthur Ignatius Conan Doyle (Edimburgo, 22 maggio 1859)

Animali Fantastici e Dove Trovarli – Screeplay Originale

immagine copertina
J.K. Rowling
Animali Fantastici e Dove Trovarli – Screeplay Originale
Tradotto da Silvia Piraggini
Salani 2017
10 righe da pagina 2:

Una bella giornata limpida a New York. Nel cielo, i gabbiani scendono in picchiata.
Una nave passeggeri doppia la Statua della Libertà. I viaggiatori si sporgono dalla balaustra a guardare emozionati la terra che si avvicina.
CARRELLATA FRONTALE IN AVANTI su una figura di spalle seduta su una panchina: NEWT SCAMANDER, dalla faccia vissuta, segaligno, in un vecchio cappotto blu. Accanto a lui c'è una valigia di logoro cuoio marrone. Sul coperchio, una delle due levette a scatto si apre da sé. Lui si affretta a richiuderla.
Dopo essersi messo la valigia sulle ginocchia, NEWT ci si china sopra e sussurra.
NEWT
Dougal... Non ti agitare, per favore. Non manca molto.

inviato il 13/02/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Ho scelto queste 10righe http://scrivi.10righedailibri.it/i-buddenbrook-1

Ok, grazie

Ciao Giovanni, sei finalista settimanale del mese di febbrai o, scegli da oggi 20 febbraio a domenica 26 febbraio 10 righe che più ti piacciono riportando qui il link.

Joanne Rowling (Yate, 31 luglio 1965)

La cappella di famiglia e altre storie di Vigàta

immagine copertina
Andrea Camilleri
La cappella di famiglia e altre storie di Vigàta
Sellerio 2016
10 righe da pagina 60:

E capitaro ’na poco di cose stramme.
Pri sempio, don Savaturi Sciortino, che fabbricava tabbuti, appena che l’acqua gli arrivò nel magazzino, satò dintra a ’na cascia da morto e accussì, galleggianno, vinni portato ’n mari aperto da indove l’arrecuperaro tri jorni appresso.
Pri sempio, Michilina Sabella, diciottina di rara biddrizza, era nuda pirchì si stava lavanno quanno l’ondata la pigliò, la sbattì supra al tavolato del letto che, squasi fusse ’na zattera, la fici arrivari sparata dintra alla casa di Simone Percoco, beddro picciotto vintino, il quali la salvò e otto misi appresso se la maritò.
Pri sempio, Vituzzo Lauricella, nasciuto quinnici jorni avanti, fu affirrato dall’onda e ’nfilato dintra a ’na granni burnìa di vitro spisso il cui coperchio vinni ermeticamenti chiuiuto. Accussì, come si fusse dintra a un sommergibili trasparenti, la criatura annò a finiri posata supra allo scaffali cintrali della farmacia Butera, da indove lo libbiraro sano e salvo.

inviato il 06/02/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Andrea Calogero Camilleri (Porto Empedocle, 6 settembre 1925)

Hamburger e miracoli sulle rive di Shell Beach

immagine copertina
Fannie Flagg
Hamburger e miracoli sulle rive di Shell Beach
Tradotto da Olivia Crosio
Sonzogno 2000
10 righe da pagina 265:

21 giugno 1959
Sono stata assunta alla televisione!Sono la nuova meteorloga del mattino.Devo solo presentarmi alle sei e mezzo,appendere la mappa del tempo e stare lì in piedi per tre minuti dicendo alla gente che tempo farà .Io non capisco nulla di meteorologia,ma la ragazza che mi ha preceduto mi ha detto che devo ricordare solo una cosa:le nuvole vanno sempre verso est.
Sono davvero stupita di aver ottenuto il posto.C'erano un sacco di ragazze al provino,ma Cecil era sicuro che l'avrei spuntata perché,come di Doris Day,"qualcuno aveva paura che il suo amore segreto non fosse più segreto ".
Guadagno cinquanta dollari la settimana.Se riesco a trovare qualche altro lavoretto durante il resto del giorno,presto avrò messo via tutto il denaro che mi serve per il concorso di Miss Mississipi.La settimana prossima vado dall'oculista. La madre di Rey mi ha mandato una lunga commovente lettera. Spera che io mi renda conto del bene che mi vuole ancora adesso e mi prega di andarla a trovare in qualunque momento.

inviato il 19/06/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Fannie Flagg nata a Birmingham il 21.setttembre 1944-attrice e scrittrice statunitense

Eldest

immagine copertina
Christopher Paolini
Eldest
Tradotto da Maria Concetta Scotto di Santillo
Biblioteca Rizzoli Romanzo 2012
10 righe da pagina 525:

Il mondo si sta assottigliando, Eragon. Presto si spezzerà e la follia scoppierà. Quello che senti tu e ciò che sentono i draghi e gli Elfi: l'inesorabile avanzata di un destino oscuro, mentre la fine della nostra epoca si avvicina. Piangi per coloro che moriranno nel caos che consumerà Alagaesia. Spera che ci sia data la possibilità di conquistare un futuro più radioso con la forza della tua spada e del tuo scudo, e quella delle mie zanne e dei miei artigli.

inviato il 19/06/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Christopher Paolini (Southern California, 17 novembre 1983) è uno scrittore statunitense con cittadinanza italiana.

Mare del Portogallo

immagine copertina
Fernando Pessoa
Mare del Portogallo
Tradotto da Simonetta Masin
Via del Vento 2007
10 righe da pagina 3:

Vieni a sederti con me, Lidia, in riva al fiume.
Quietamente fissiamo il suo corso e apprendiamo
che la vita passa, e noi non ci siamo presi per mano.
(Prendiamoci per mano).
Poi pensiamo, bambini adulti, che la vita
passa e non resta, nulla lascia e mai ritorna,
se ne va a un mare molto lontano, vicino al Fato,
più lontano degli dei.
Lasciamoci la mano, perché non vale la pena stancarsi.
Sia che godiamo o non godiamo, passiamo come un fiume.

inviato il 20/06/2017
Nei segnalibri di:

Cristo si è fermato a Eboli

immagine copertina
Carlo Levi
Cristo si è fermato a Eboli
Einaudi 1945
10 righe da pagina 253:

Era una giornata serena e, da quella altezza, le acque si stendevano amplissime. Una brezza fresca veniva dalla Dalmazia e increspava di onde minute il calmo dorso del mare. Pensavo a cose vaghe: la vita di quel mare era come le sorti infinite degli uomini, eternamente ferme di onde uguali, mosse in un tempo senza mutamento. E pensai con affettuosa angoscia a quel tempo immobile.
Ma già il treno mi portava lontano, attraverso le campagne matematiche di Romagna, verso i vigneti del Piemonte, e quel futuro misterioso di esili, di guerre e di morti, che allora mi appariva appena, come una nuvola incerta nel cielo sterminato.

inviato il 20/06/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Carlo Levi (Torino 1902 – Roma 1975) scrittore e pittore italiano.

L'Accademia del Bene e del Male

immagine copertina
Soman Chainani
L'Accademia del Bene e del Male
Tradotto da Alessandra Guidoni
A. MONDADORI 2015
10 righe da pagina 24:

Dopo quattro anni, la temuta undicesima notte dell’undicesimo mese era giunta.
Nel sole del tardo pomeriggio, la piazza si era trasformata in un alveare che ronzava dei concitati preparativi per l’arrivo del Gran Maestro. Gli uomini affilavano spade, piazzavano trappole e stabilivano turni di guardia, mentre le donne schieravano i bambini e si mettevano al lavoro. Ai più graziosi venivano tagliati i capelli, anneriti i denti e stracciati i vestiti; quelli bruttini, invece, venivano strigliati per bene e abbigliati con veli e vesti dai colori vivaci. Le mamme pregavano i più buoni e beneducati di dire parolacce o prendere a calci la sorellina, mentre ai monellacci venivano offerte ricompense perché andassero in chiesa a pregare e tutti gli altri intonavano in coro l’inno del villaggio: Beato chi è banale e normale.

inviato il 19/06/2017
Nei segnalibri di:

I Colori del silenzio

immagine copertina
Luciana Navone Nosari
I Colori del silenzio
EBS PRINT
10 righe da pagina 179:

Quando le ombre della sera scesero ad ammansire animi e luci, Maddalena si appartò nel suo "angolo del silenzio". All'improvviso il ronzio delle api si annunciò per divenire via via più incessante, ma solo quando gli si unì il canto dei grilli sovrastò il silenzio, che sorprendentemente assunse, fra un'esplosione di bagliori, i colori dell'arancio.
Gerardo la trovò lì, raggomitolata nel suo luogo segreto, e si sedette vicino a lei.
«Tutto bene?» le domandò.
«Splendidamente, papà, proprio splendidamente.»
«È successo qualcosa di speciale?»
«Ho colorato un silenzio. Non guardarmi così, non sono impazzita, anzi… direi che sono rinsavita!»

inviato il 15/06/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Ottimo consiglio!

Grazie allo Staff per avermi avvisata... ne sono onorata!

Effettivamente, Bartolone e Messi... vediamo se qualcuno indovina quale colore in particolare? Però dovrebbe leggere il libro...

Ciao Luciana, sei nella finale settimanale di Giugno.

Però uno in particolare...

Bartleby e compagnia

immagine copertina
Enrique Vila-Matas
Bartleby e compagnia
Tradotto da Danilo Manera
Feltrinelli 2009
10 righe da pagina 13:

Solo dalla pulsione negativa, solo dal labirinto del No può sorgere la scrittura dell’avvenire. Ma come sarà tale letteratura? Poco fa, con un bel po’ di malizia, me lo ha chiesto un collega dell’ufficio.
“Non lo so,” gli ho risposto. “Se lo sapessi, la farei io stesso.”
Vedremo se sono capace di farla. Sono convinto che solo setacciando il labirinto del No si possono intravedere le strade ancora percorribili per la scrittura che verrà. Vedremo se sono capace di indicarle. Scriverò note a piè di pagina che commenteranno un testo invisibile, ma non per questo inesistente, giacché tale testo fantasma potrebbe benissimo finire per rimanere come in sospensione sulla letteratura del prossimo millennio.

inviato il 15/06/2017
Nei segnalibri di:

Lettera sulla felicità (A Meneceo)

immagine copertina
Epicuro
Lettera sulla felicità (A Meneceo)
Tradotto da Angelo Maria Pellegrino
Millelire Stampa Alternativa 1992
10 righe da pagina 7:

Poi abituati a pensare che la morte non costituisce nulla per noi, dal momento che il godere e il soffrire sono entrambi nel sentire, e la morte non è altro che la sua assenza.
L'esatta coscienza che la morte non significa nulla per noi rende godibile la mortalità della vita, senza l'inganno dei tempo infinito che è indotto dal desiderio dell'immortalità.

inviato il 14/06/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao BaChiara, sei nella finale di Giugno. 10righe scelte dalla redazione.

POESIA (1924-1964)

immagine copertina
PABLO NERUDA
POESIA (1924-1964)
Tradotto da R. Paoli
BUR BIBLIOTECA UNIV. RIZZOLI 1988
10 righe da pagina 33:

E fu a quell'età... Venne la poesia
a cercarmi: Non so, non so, da dove
uscì, da quale inverno o fiume.
Non sò come né quando,
no, non erano voci, non erano
parole, né silenzio,
ma da una strada mi chiamava, dai rami della notte,
all'improvviso tra gli altri,
tra fuochi violenti
o mentre rincasavo solo
era lì senza volto
e mi toccava.

inviato il 14/06/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Pablo Neruda nacque a Parral il12 luglio 1904.

IL FALCO (CRONACA DEL 1796)

immagine copertina
ALESSANDRO VARALDO
IL FALCO (CRONACA DEL 1796)
A. MONDADORI 1922
10 righe da pagina 213:

Il nostro generale è sopratutto un soldato. Intende che non esista barriera fra il suo grado e l'ultimo dei fantaccini. Quando passa tra le file prende per il mento e per l'orecchio il soldato che lo fissa più risoluto. Non c'è generale della Repubblica, meno forse Hoche, che unisca tanto bene la disciplina con la cordialità, anzi con la famigliarità. Ognuno, anche il più umile, ha il diritto di fermarlo, di interrogarlo e di chiedergli a tu a tu quello che desidera. Accorda o nega: e allora guai a insistere. Ma teme le vie tortuose, odia gl'intrighi e la diplomazia. Dicono che fosse amico di Robespierre il giovane, ma io credo che ammirasse il dispotismo di Massimiliano perchè ama le posizioni nette: comandare o obbedire. Ed anche perchè crede che ogni Stato si debba reggere come ogni esercito, sotto il dispotismo di uno solo. Dice sempre che è più utile un mediocre, ma unico, al Governo, che dieci saggi, con dieci pareri diversi, quindi. Crede alla forza ed alla velocità, anche se la forza possa degenerare in prepotenza e la velocità in turbine.

inviato il 14/06/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Alessandro Varaldo nacque a Ventimiglia il 25 gennaio 1873.

Il principe

Il principe 1 week 1 giorno fa

Prego :)

Il principe 1 week 3 giorni fa
Il principe 2 settimane 3 giorni fa

Grazie, non mancherò :)

Il principe 3 settimane 3 giorni fa

Niccolò di Bernardo dei Machiavelli (Firenze, 3 maggio 1469)

La figlia dello stregone

La figlia dello stregone 1 week 2 giorni fa

Grazie :)

La figlia dello stregone 2 settimane 3 giorni fa

Terry Brooks (Sterling, 8 gennaio 1944)

Il trionfo dei nani

Il trionfo dei nani 1 week 3 giorni fa

Markus Heitz (Homburg, 10 ottobre 1971)

Appuntamento nel tempo

Appuntamento nel tempo 4 settimane 2 giorni fa

Grazie :)

Appuntamento nel tempo 5 settimane 3 giorni fa

Richard Burton Matheson (Allendale, 20 febbraio 1926)

Le vichinghe volanti e altre storie d'amore a Vigàta

Le vichinghe volanti e altre storie d'amore a Vigàta 4 settimane 3 giorni fa

Andrea Calogero Camilleri (Porto Empedocle, 6 settembre 1925)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy