Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Emy

Sherlock Holmes e il morbo di Dracula

immagine copertina
Stephen Seitz
Sherlock Holmes e il morbo di Dracula
Tradotto da Francesco Riezzo
Gargoyle 2013
10 righe da pagina 146:

Holmes ha mantenuto il suo gioioso contegno sino a quando siamo partiti alle dieci circa. Nel primo pomeriggio, ci siamo incamminati verso le cascate di Reichenbach, attualmente denominate cascate superiori di Reichenbach. L'erosione ha creato, nel corso degli anni, un canale di nere rocce frastagliate nella parte inferiore sul quale rombano le potenti cascate d'acqua, rigonfie di neve sciolta dal tepore primaverile, precipitando da oltre trecento piedi di altezza in uno spaventoso abisso nero al di sotto, in un oscuro lago dalle profondità sconosciute, i cui immensi spruzzi senza fine creano arcobaleni indissolubili alla luce del sole: una vista magnifica che lascerà per sempre un amaro ricordo dentro di me.

inviato il 15/06/2013
Nei segnalibri di:

Novembre

immagine copertina
Gustave Flaubert
Novembre
Tradotto da Paola Angioletti
La Biblioteca Ideale Tascabile 1995
10 righe da pagina 20:

Le passioni che desideravo le studiavo nei libri. La vita umana per me s’imperniava su due o tre idee, su due o tre parole, intorno alle quali tutto il resto girava come satelliti intorno all’astro. Avevo così popolato il mio infinito di una quantità di soli d’oro; ponevo i racconti d’amore accanto alle rivoluzioni entusiasmanti, le belle passioni di fronte ai grandi delitti; sognavo nello stesso tempo le notti stellate dei paesi caldi e le fiamme delle città incendiate, le liane delle foreste vergini e il fasto delle monarchie perdute, le tombe e le culle; mormorio di flutti tra i giunchi, tubare di tortore sui colombai, legno di mirto e aromi di aloe, cozzare di spade contro le corazze, cavalli scalpitanti, oro lucente, scintillio della vita, agonie dei disperati, tutto contemplavo con lo stesso sguardo stupefatto, come un formicaio che si agitasse ai miei piedi. Ma, al di sopra di questa vita così brulicante in superficie, così risuonante di grida diverse, si diffondeva un’immensa amrezza che ne era la sintesi e l’ironia.

inviato il 09/06/2013
Nei segnalibri di:

Papà Goriot

immagine copertina
Honoré de Balzac
Papà Goriot
Tradotto da Renato Mucci
Istituto Geografico De Agostini 1982
10 righe da pagina 211:

Ah!, se fossi ricco, se avessi conservato il mio patrimonio, se non gliel’avessi donato, esse sarebbero qui, mi leccherebbero le guance coi loro baci! Abiterei in un palazzo, avrei belle stanze, domestici e fuoco per riscaldarmi; esse sarebbero tutte in lacrime, coi loro mariti e i loro figli. Avrei tutto questo. E invece, nulla! Il denaro procura tutto, anche le figlie. Oh!, Il mio denaro, dov’è? Se avessi tesori da lasciare, esse mi assisterebbero, mi curerebbero; le sentirei, le vedrei.
Ah!, mio caro figliuolo, mio solo figliuolo, preferisco l’abbandono in cui sono lasciato, e la miseria! Almeno, quando un poveretto è amato, è ben sicuro d’essere amato Ma no!, vorrei essere ricco, perchè allora le vedrei. In fede mia, chi sa?

inviato il 09/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al Giuoco domenicale #29: Righe d'oltralpe
http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-29-righe-doltralpe

Il discepolo

immagine copertina
Elizabeth Kostova
Il discepolo
Tradotto da Maria Barbara Piccioli
BUR 2005
10 righe da pagina 207:

L’uomo scosse la testa. “C’è chi sostiene che gli zingari hanno il dono delle visioni. Io non ci ho mai creduto, ma…” si interruppe. “E’ strano che abbia parlato di vampiri.”
“Davvero?” ribattè Helen. “Probabilmente era pazza. Gli zingari sono tutti un po’ matti.”
“Forse, però e strano, perché quella è la mia seconda specialità.”
“Gli zingari?” chiesi io.
“No… i vampiri. “ Helen e io lo fissammo. “Shakespeare è il mio lavoro, ma le leggende sui vampiri sono la mia passione. Qui abbiamo un’antica tradizione di vampiri.”
“Una tradizione turca?” chiesi stupefatto.
“Oh, la leggenda risale fino all’Egitto. Ma qui a Istanbul si racconta che gli imperatori di Bisanzio più assetati di sangue fossero vampiri, e che alcuni di loro interpretassero la comunione cristiana come un invito a bere il sangue dei mortali. Io però non ci credo; sono convinto che il fenomeno sia più tardo.”

inviato il 26/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al Giuoco domenicale #27: Righe vampiriche
http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-27-righe-vampiriche

Anno Dracula

immagine copertina
Kim Newman
Anno Dracula
Tradotto da Bernardo Cicchetti
Fanucci Editore 1995
10 righe da pagina 117:

“Charles, c’è un’altra prospettiva che dobbiamo considerare. Dopo il matrimonio, dobbiamo trasformarci”.
“Trasformarci?”
“Art lo farà, se glielo chiediamo. La stirpe è importante, e la sua è la migliore. Lui è prole di Ruthven, non del Principe Consorte. Ciò potrebbe essere a nostro vantaggio. Art dice che la stirpe del Principe Consorte è spaventosamente contaminata, mentre quella del principe Ruthven è genuina.”
Sul volto di lei, Beauregard intravide la vampira che Penelope sarebbe potuta diventare. I suoi lineamenti parvero risaltare mentre lei si protendeva verso di lui. Lo baciò sulle labbra, con calore.
“Non sei più tanto giovane, e io presto avrò vent’anni. Abbiamo la possibilità di fermare l’orologio.”
“Penelope, questa non è una decisione da prendere alla leggera.”
“Solo i vampiri possono arrivare dove vogliono, Charles. E fra i vampiri, i nuovi-nati sono i meno favoriti. Se non ci trasformiamo adesso, ci sarà una vera folla davanti a noi: i non-morti che ci guardano dall’alto in basso come i carpaziani guardano loro, come i nuovi-nati guardano i caldi.”

inviato il 26/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al Giuoco domenicale #27: Righe vampiriche
http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-27-righe-vampiriche

Le streghe di East End

immagine copertina
Melissa De La Cruz
Le streghe di East End
Tradotto da Andrea Bruno
Leggereditore 2011
10 righe da pagina 68:

Gli mancava più che mai e pensava a lui ogni giorno. Era quello il problema della maternità, non solo ti faceva ingrassare e venire delle rughe di preoccupazione sulla fronte, ma l’amore che sentivi - l’amore per i propri figli, veemente, che consuma - era come una lama affilatissima e bellissima. Le entrava dritta nel cuore. Suo figlio era vivo da qualche parte, ma avrebbe anche potuto essere morto dato che non lo avrebbe mai più riavuto indietro. Gliel’avevano strappato via. Era la peggiore condanna che una madre dovesse subire, e proprio per quello le era stata inflitta.
Il suo meraviglioso bambino, il più felice dei figli, il cui sorriso era il sole, la cui luce illuminava tutto il mondo. Era vero quello che dicevano a proposito delle madri e dei figli maschi: era un legame speciale, un patto di mutua ammirazione.

inviato il 12/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al Giuoco domenicale #26: 10 righe per la mamma
http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-26-10-righe-la-mamma

Angeli Tentatori. Angel Fire

immagine copertina
L.A. Weatherly
Angeli Tentatori. Angel Fire
Tradotto da Sara Reggiani
Giunti 2012

[…] feci un profondo respiro e, tremante, liberai la mente quel tanto che bastava a concentrarmi.
Mamma.
Visualizzai il biondo delicato dei suoi capelli, così simile al mio colore naturale, i suoi occhi verdi che brillavano ogni volta che mi vedeva. Per un istante sentii di nuovo il suo profumo, un misto di shampoo, di bagnoschiuma e del suo tipico odore di mamma - un odore che da piccola mi faceva venir voglia di rannicchiarmi fra le sue braccia e restare lì per sempre. Anche in seguito, quando ormai aveva smesso del tutto di parlare e si era persa nel suo mondo, avevo continuato a sedermi accanto a lei e a respirare quell’odore desiderando con tutta me stessa che le cose fossero andate in maniera diversa.
Non ci volle molto per sentirla comparire nella mia mente; d’altro canto non era mai del tutto assente dai miei pensieri.

inviato il 12/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

pag. 45 (mi ero scordata :P)

Partecipo al Giuoco domenicale #26: 10 righe per la mamma
http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-26-10-righe-la-mamma

Easy

immagine copertina
Tammara Webber
Easy
Tradotto da Marianna Cozzi
Leggereditore 2013
10 righe da pagina 64:

Era una tortura stare attenta alla lezione e combattere l'impulso di dare una sbirciatina alle mie spalle. Percepivo con certezza gli occhi annoiati di Lucas dietro la mia testa. Come un desiderio irrefrenabile, quella sensazione mi irretì per ben cinquanta minuti, e ci volle la forza di Ercole per trattenermi dal girare la testa. Inconsapevolmente, Benji dava il suo contributo facendo osservazioni sul professor Heller che mi deconcentravano, come contare il numero delle volte in cui diceva 'Ehm' durante la lezione con dei segni in cima al taccuino, e mettendo in evidenza il fatto che il nostro professore sfoggiasse un calzino blu scuro e uno marrone.

inviato il 16/04/2013
Nei segnalibri di:

Spells

immagine copertina
Aprilynne Pike
Spells
Tradotto da Mathilde Bonetti
Sperling & Kupfer 2011
10 righe da pagina 42:

Proseguirono la passeggiata, e più camminavano, più le dimore scintillanti si diradavano. Ai piedi della collina, l'ampia strada attraversava un campo di trifoglio punteggiato di fiori. Laurel aveva visto prati così solo nei film. E anche se ormai si era abituata all'aria di Avalon - sempre profumata di fiori e di terra fresca - lì la fragranza sembrava ancora più intensa, portata dal vento che le accarezzava il viso. Inspirò profondamente, assaporando quella brezza energizzante.

inviato il 14/04/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al Giuoco domenicale #23: Righe primaverili
http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-23-righe-primaverili

Il circo della notte

immagine copertina
Erin Morgenstern
Il circo della notte
Tradotto da Marinella Magrì
Mondadori 2012

Poco prima che la luce scompaia del tutto, i lunghi raggi arrossati del sole mutano ogni cosa incendiandola. Il passaggio dal fuoco al crepuscolo è più rapido di quanto Bailey si aspettasse. Di colpo le luci del circo si accendono su ogni tendone, accolte dagli "ohh" e dagli "ahh" di alcuni, mentre altri sussultano sorpresi quando l'enorme insegna sul cancello prende a crepitare e a sparare scintille. Lui non sa trattenere il sorriso all'apparire della scritta completa, risplendente come un faro: LE CIRQUE REVÈS.

inviato il 12/04/2013
Nei segnalibri di:

L'eleganza del riccio

immagine copertina
Muriel Barbery
L'eleganza del riccio
Edizioni e/o
10 righe da pagina 14:

Il problema è che i bambini credono ai discorsi dei grandi e, una volta grandi, si vendicano ingannando a loro volta i figli. “La vita ha un senso e sono gli adulti a custodirlo” è la bugia universale cui tutti sono costretti a credere. Da adulti, quando capiamo che non è vero, ormai è troppo tardi. Il mistero rimane, e tutta l'energia disponibile è andata da tempo sprecata in stupide attività. Non resta che cercare di anestetizzarsi, nascondendo il fatto che non riusciamo a dare un senso alla nostra vita e ingannando i nostri figli per cercare di convincere meglio noi stessi.
La gente crede di inseguire le stelle e finisce come un pesce rosso in una boccia.
Mi chiedo se non sarebbe più semplice insegnare fin da subito ai bambini che la vita è assurda. Questo toglierebbe all'infanzia alcuni momenti felici, ma farebbe guadagnare un bel po' di tempo all'adulto – senza contare che si eviterebbe almeno un trauma, quello della boccia.

inviato il 23/09/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

grassie cara è uno dei miei libri preferiti! una specie di breviario per i giorni belli e per quelli un po' più brutti!

ottima scelta... racchiude l'esistenza! Brava!

Il visconte dimezzato

immagine copertina
Italo Calvino
Il visconte dimezzato
Einaudi
10 righe da pagina 61:

O Pamela, questo è il bene dell'esser dimezzato: il capire d'ogni persona e cosa al mondo la pena che ognuno e ognuna ha per la propria incompletezza. Io ero intero e non capivo, e mi muovevo sordo e incomunicabile tra i dolori e le ferite seminati dovunque, là dove meno da intero uno osa credere. Non io solo, Pamela, sono un essere spaccato e divelto, ma tu pure e tutti. Ecco io ora ho una fraternità che prima, da intero, non conoscevo: quella con tutte le mutilazioni e le mancanze del mondo. Se verrai con me, Pamela, imparerai a soffrire dei mali di ciascuno e a curare i tuoi curando i loro.

inviato il 24/09/2013
Nei segnalibri di:

De profundis

Oscar Wilde
De profundis
Feltrinelli Edizioni (Universale Economica Oriente)

...Non aver paura del passato. Se qualcuno ti dirà che esso è irrevocabile, non credergli. Passato, presente e futuro non sono che un attimo della visione di Dio,al cui cospetto dovremmo cercare di vivere. Tempo e spazio, successione ed estensione, sono soltanto condizioni accidentali del Pensiero: l'immaginazione può trascenderle e portarle in una libera sfera di esistenze ideali. Anche le cose sono, nella loro essenza, ciò che vogliamo che esse siano.

inviato il 24/09/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuta Ines :)

Il Profeta

immagine copertina
Kahlil Gibran
Il Profeta
Newton Compton
10 righe da pagina 43:

Allora una donna disse: Parlaci della Gioia e del Dolore.
E lui rispose:
La vostra gioia è il vostro dolore senza la maschera.
E il pozzo da cui scaturisce il vostro riso fu spesso pieno delle vostre lacrime.
E come potrebbe essere diversamente?
Quanto più penetra e scava il dolore dentro di voi, tanta più gioia potrete contenere.
La coppa che contiene il vostro vino non è la stessa coppa che fu bruciata nel forno del vasaio?
E non è il liuto che accarezza il vostro animo il legno stesso scavato dai vostri coltelli?
Quando siete gioiosi, guardate a fondo nel vostro cuore e vedrete che solo quello che vi ha dato dolore vi dà ora gioia:
Quando siete dolentii, guardate ancora nel vostro cuore e vedrete che state in realtà piangendo per quello che vi ha dato diletto.
Alcuni di voi dicono: "La gioia è più grande del dolore", e altri dicono: "No, è più grande il dolore".
Ma io vi dico che essi sono inseparabili.
Essi giungono insieme, e quando l'uno siede con voi alla vostra mensa, ricordate che l'altro dorme nel vostro letto.

inviato il 26/09/2013
Nei segnalibri di:

Una stanza tutta per sé

immagine copertina
Virginia Woolf
Una stanza tutta per sé
Newton Compton
10 righe da pagina 77:

È inutile dire che gli esseri umani dovrebbero appagarsi della tranquillità; hanno bisogno di azione; e se non la trovano, la creano. Milioni di persone sono condannate a un destino ancora più immobile del mio, e milioni si ribellano silenziosamente contro la loro sorte. Nessuno sa quante ribellioni fermentano nelle masse che popolano ls terra. Di solito si crede che le donne siano calme: ma le donne sentono proprio come degli uomini; hanno bisogno quanto i loro fratelli di esercitare le loro facoltà e di avere un campo per i loro sforzi; soffrono di una costrizione troppo rigida, di una stagnazione troppo assoluta, esattamente come soffrirebbero gli uomini; ed è meschino da parte dei loro simili più privilegiati dire che esse dovrebbero limitarsi a far budini e sferruzzare, a suonare il piano e ricamare borsette. È sconsiderato condannarle o deriderle, quando cercano di fare o imparare più di quanto il costume ha decretato necessario per il loro sesso.

inviato il 26/09/2013
Nei segnalibri di:

20 Poesie d'Amore

immagine copertina
Pablo Neruda
20 Poesie d'Amore
Nuova Accademia Editrice 1963
10 righe da pagina 55:

ABBIAMO PERSO ANCORA
Abbiamo perso ancora u questo crepuscolo.
Nessuno ci vede questa sera con le mani unite
mentre la notte azzurra cadeva sopra il mondo.
Dalla mia finestra ho visto
la festa del tramonto sopra i colli lontani.
A volte come una moneta
s'accendeva un pezzo di sole tra le mie mani.
Io ti ricordavo con l'anima stretta
da quella tristezza che tu mi conosci.
Allora dove eri?
Tra quali genti?
Dicendo quali parole?
Perché mi verrà di colpo tutto l'amore
quando mi sento triste ,e ti sento lontana.
Il libro che sempre si prende nel crepuscolo è caduto,
e il mio mantello è rotolato ai miei piedi come un cane ferito.
Sempre,sempre ti allontani nelle sere
là dove corre il crepuscolo cancellando statue.

inviato il 28/09/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

A Pablo Neruda, nel 40 ° della sua scomparsa.. dedico questo mio disegno,"Sono pietre" trovate al mare...piccoli personaggi ,che guardavo al mattino,li oserrvavo ad ognuno associavo il personaggio di un libro ,questo a secondo della luce del sole che lo illuminava...è stato un gioco.

DEMIAN

immagine copertina
Hermann Hesse
DEMIAN
Tradotto da Ervino Pocar
Mondadori 2007
10 righe da pagina 3:

Per raccontare la mia storia devo incominciare dal lontano inizio.
Se mi fosse possibile, dovrei risalire molto più addietro, fino ai primissimi anni della mia infanzia, e più oltre ancora nelle lontananze della mia origine.
Quando scrivono romanzi, gli scrittori fanno come se fossero Dio e possono abbracciare con lo sguardo e comprendere la storia di un uomo e riprodursi quasi Dio la narrasse a se stesso, sempre essenziale e senza veli.
Io non ne sono capace, come non ne sono capaci gli scrittori.
La mia storia però ha per me più importanza di quanta non ne abbia per altri scrittori la loro ; è infatti la mia, è la storia di un uomo non inventato e possibile, non ideale o in qualche modo non esistente, ma di un uomo vero, unico, vivente.

inviato il 28/09/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Il mondo interiore è tanto reale quanto quello esterno.
Bisogna esserne consapevoli....

Natura Uomo Donna

immagine copertina
Alan W. Watts
Natura Uomo Donna
Tradotto da A. Di Gregorio
Universale economica Feltrinelli 2004
10 righe da pagina 97:

Quel che bisognerebbe curare e piuttosto l'ultima resistenza a quei sentimenti che ci spinge a dissolverli precipitosamente. Resistere al sentimento significa non essere in grado di contenerlo abbastanza a lungo da fare in modo che si dissolva da solo. (...)
Perchè una bufera non dura un mattino intero e uno scroscio non dura un giorno intero. Chi li produce? Il cielo e la terra. Se persino il cielo e la terra non possono persistere a lungo ( nella loro esuberanza), a maggior ragione l'uomo! Dare libero corso al sentimento significa quindi osservare senza interferire, riconoscendo che, proprio perchè il sentimento è movimento, non deve essere ricondotto a termini che implicano non solo situazioni statiche ma addirittura giudizi di valore.

inviato il 29/09/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Di nulla,felice di averti ritrovata...

Ciao Natalina :D grazie

Ben trovata Barbara!!!

Partecipo al Giuoco domenicale #33: Righe britanniche http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-34-righe-britanniche

Pesie d'amore

immagine copertina
Percy Bysshe Shelley
Pesie d'amore
Tradotto da Lucia Mensi
Mariotti 1998
10 righe da pagina 43:

Un'unica cosa medesima

Diventeremo un'unica cosa e medesima cosa,un solo spirito in due corpi,
oh! Due !Perché?
Una sola passione due cuori gemelli,che crebbe e cresce
fino a che ,come meteore di fuoco si espande,
queste sfere intrise d'ardore divengono una,
si toccano ,si fondono,sono traformate ;sempre
bruciando ,e sempre inconsumabili:
l'una nella sostanza dell'altra trovando nutrimento,
come fiamme troppo pure,lucenti e terse
per alimentare le loro ardenti vite con piu' umile preda,
che mirano al Cielo e non possono morire:
una sola speranza in due volontà,una sola volontà oltre il velo d'ombra di due menti,una sola vita una sola morte,
un solo Cielo,un solo inferno ,una sola immortalità
e un solo annullamento...

inviato il 29/09/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al giuoco domenicale# 33http://scrivi.10righedailibri.it poesie d'amore

Poesie d'amore

immagine copertina
Jhon Donne
Poesie d'amore
Tradotto da Lucia Mensi
Mariotti 1008
10 righe da pagina 88:

Già piu' volte ti ho amato

Già piu' volte ti ho amato,
prima di conoscere di te nome o volto;
così,una voce,in un bagliore senza forma,
spesso gli angeli ci colgono ,e vengono adorati;
finchè non arrivai dove tu eri,
mai vidi gloria d'amore.
Pure,poichè la mia anima,che ha per figlio Amore,
porta membra di carne,chè altrimenti nulla potrebbe,
piu' sottile della madre
non dev'essere Amore,ma avere anch'esso un corpo;
e allora che mai tu fossi,e chi.
dissi ad Amore di cercare ,e ora
che esso assuma le tue sembianze accetto,
e che se stesso fissi nelle tue labbra,nei tuoi occhi,nella tua fronte.

inviato il 29/09/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al gioco domenicale #33 righe inglesihttp://scrivi.10righedailibri.it/poesie-damore-46

GIUOCO DOMENICALE #29: RIGHE D'OLTRALPE

GIUOCO DOMENICALE #29: RIGHE D'OLTRALPE 4 years 2 settimane fa
GIUOCO DOMENICALE #29: RIGHE D'OLTRALPE 4 years 2 settimane fa

Papà Goriot

Papà Goriot 4 years 2 settimane fa

Partecipo al Giuoco domenicale #29: Righe d'oltralpe
http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-29-righe-doltralpe

GIUOCO DOMENICALE #27: RIGHE VAMPIRICHE

GIUOCO DOMENICALE #27: RIGHE VAMPIRICHE 4 years 4 settimane fa
GIUOCO DOMENICALE #27: RIGHE VAMPIRICHE 4 years 4 settimane fa

Il discepolo

Il discepolo 4 years 4 settimane fa

Partecipo al Giuoco domenicale #27: Righe vampiriche
http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-27-righe-vampiriche

Anno Dracula

Anno Dracula 4 years 4 settimane fa

Partecipo al Giuoco domenicale #27: Righe vampiriche
http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-27-righe-vampiriche

Angeli Tentatori. Angel Fire

Angeli Tentatori. Angel Fire 4 years 6 settimane fa

pag. 45 (mi ero scordata :P)

GIUOCO DOMENICALE #26: 10 RIGHE PER LA MAMMA

GIUOCO DOMENICALE #26: 10 RIGHE PER LA MAMMA 4 years 6 settimane fa

Le streghe di East End

Le streghe di East End 4 years 6 settimane fa

Partecipo al Giuoco domenicale #26: 10 righe per la mamma
http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-26-10-righe-la-mamma

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy