Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Tino

Lucio Dalla, giullare di Dio

immagine copertina
Paolo Jachia
Lucio Dalla, giullare di Dio
Ancora
10 righe da pagina 86:

«Questa ultima estate, mentre ero alle Tremiti per scrivere e incidere le canzoni del nuovo disco, Luna Matana, mi venivano in mente, nella splendida tranquillità dell'isola e nella magica assenza del tempo, molte storie da raccontare con la musica e altre, invece, da raccontare solo con le parole, a bassa voce per non disturbare il suono e la brezza profumata del vento quando passa tra i pini della pineta e per non spaventare, coi i suoni "imballati" delle chitarre, quello strano bianco gabbiano che è il vostro cuore»'".
«Il mio obiettivo per Bella Lavita - spiega in altra sede Dalla - era raccontare delle storie come faccio da sempre nei dischi, ma senza sottostare ai vincoli classici imposti dalle canzoni che devono dire tutto in tre minuti e mezzo. Del resto i miei pezzi nascono originariamente come racconti che poi diventano canzoni. Ora con questo libro, tornano a essere racconti»!", Dunque gli II racconti di Bella Lavita (2002) nascono in forte connessione con le 11 canzoni del disco Luna Matana'" (2001), ma queste connessioni le approfondiremo più avanti.

inviato il 06/06/2013
Nei segnalibri di:

La caccia al tesoro

immagine copertina
Andrea Camilleri
La caccia al tesoro
Sellerio editore Palermo
10 righe da pagina 123:

O ma tre santa! Con Livia erano ristati d'accordo che sarebbi vinuta a pigliarlo all'aeroporto!
Meglio avvertirla subito, mentri lei s'attrovava in ufficio, accussì oltretutto sarebbi stata costretta a non fari catunio, a non attaccare lite, data la vicinanza dei colleghi. Fici il nummaro diretto e infatti fu la sò voci ad arrispunniri. Parlò tutto di fila, un sciato sulo, senza dari a Livia il tempo d'interrompirlo.
«Senti, Livia, proprio or ora è capitato quel contrattempo che sp ... che temevo. Non credo proprio di potercela fare a partire. Credimi, sono mortificato e soprattutto avevo tanta voglia di ... Pronto? Pronto ?».
Ma Livia aviva già riattaccato. E pacienza, nella tilefonata serali avrebbi dovuto sopportari tutto quello che lei diciva, non potiva darle torto.
Da Enzo stavolta non s'abbuffò. Mangiò regolarmenti, ma la passiata al molo se la fici lo stisso.

inviato il 08/05/2013
Nei segnalibri di:

Non perdiamo la testa

immagine copertina
Monica Bacci
Non perdiamo la testa
Mattioli 1885
10 righe da pagina 91:

Vi è mai capitato di scambiare una cosa per un'altra, ad esempio di gettare via la scatola dei cerini, per mettervi in tasca il cerino usato? O di cominciare a fare una cosa, per poi ritrovarvi a farne un'altra senza rendervene conto? Oppure di andare in una stanza e non sapere cosa vi siete andati a fare?
Vi capita di fare due volte la stessa cosa, come lavarvi due volte i denti, oppure di omettere una fase di una data procedura, come ad esempio dimenticare di mettere l'acqua nella macchinetta del caffè? Lasciate in giro oggetti di uso comune? Sbagliate a comporre i numeri telefonici sulla tastiera o sbagliate nel compilare moduli?
Se vi capita spesso, siete distratti, cioè pensieri o stimoli esterni portano altrove la vostra attenzione.

inviato il 28/04/2013
Nei segnalibri di:

Soltanto un giornalista

immagine copertina
Indro Montanelli
Soltanto un giornalista
Rizzoli
10 righe da pagina 5:

Da quando ho cominciato a pensare, ho pensato che sarei stato un giornalista. Non è stata una scelta. Non ho deciso nulla. Il giornalismo ha deciso per me.
E questa è stata una delle mie tante fortune, posto che tutto quel che ho fatto lo debbo soprattutto a un alleato ch'è sempre rimasto al mio fianco: il caso. A Emilio Cecchi debbo invece il consiglio che si è rivelato il più prezioso della mia carriera: «Ricordati che i giornalisti sono come le donne di strada: finché vi rimangono vanno benissimo e possono anche diventare qualcuno. Il guaio è quando si mettono in testa di entrare in salotto ... »,
Purtroppo non sempre ho seguito questo avviso, ma mi ha aiutato a non pigliarla mai troppo dall'alto, l'unico pregio che mi riconosco come giornalista.
Ho attraversato quasi per intero il mio secolo facendo un mestiere che mi ha permesso, anzi mi ha imposto di stare in mezzo ai fatti, a contatto con quasi tutte le grandi figure che lo hanno dominato, e in grado di conoscere molti risvolti che la Storia non ha registrato.

inviato il 30/03/2013
Nei segnalibri di:

Indignazione

immagine copertina
Philip Roth
Indignazione
Einaudi
10 righe da pagina 33:

La sera in cui portai fuori Olivia Hutton, il mio compa-gno di stanza Elwyn mi prestò la sua LaSalle nera. Era un giorno feriale, quando io non lavoravo, perciò dovemmo uscire presto perché potessi riportarla allo studentato entro le nove.
Andammo all'Escargot, il ristorante più caro della Sandusky County, a una quindicina di chilometri dal college lungo il Wine Creek. Lei ordinò le lumache, la specialità della casa, io invece no, non solo perché non le avevo mai prese e non riuscivo a immaginare di mangiarle, ma anche perché stavo cercando di contenere i costi. L'avevo portata all'Escargot perché sembrava di gran lunga troppo sofisticata per un primo appuntamento all'Owl, dove per meno di quindici centesimi potevi avere un harnburger, patate fritte e una Coca.
Inoltre, per quanto all'Escargot mi sentissi fuori posto, mi sentivo ancora più fuori posto all'Owl, i cui clienti di solito si ammassavano nei séparé insieme ai propri confratelli e, a quanto ne capivo, parlavano perlo piu degli eventi sociali del fine settimana precedente o di quello a venire.

inviato il 24/03/2013
Nei segnalibri di:

The Secret - Il Segreto

immagine copertina
Rhonda Byrne
The Secret - Il Segreto
Macro Edizioni
10 righe da pagina 12:

L'unico motivo per cui le persone non ottengono quello che vogliono è che pensano di più a quello che non vogliono. Ascolta i tuoi pensieri e le parole che pronunci. La legge è assoluta e infallibile.
Da secoli l'umanità è tormentata da una terribile epidemia, l'epidemia del "non voglio". Questa epidemia è alimentata dall'atteggiamento delle persone che pensano, parlano, agiscono e si concentrano soprattutto su ciò che "non vogliono".
Ma questa è la generazione che cambierà la storia, perché stiamo ricevendo la conoscenza che può liberarci da questa calamità! È con te che ha inizio, e tu puoi diventare un pioniere di questo nuovo movimento di pensiero, semplicemente pensando e parlando di quello che vuoi.

inviato il 16/03/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Tino hai vinto un libro ma devi integrare tutti i dati scrivendo il nome del traduttore altrimenti…nessuno libro in regalo! E poi ricordati di scrivere il tuo indirizzo alla redazione libroincentivo@10righedailibri.it

Scegliere il principe

immagine copertina
Maurizio Viroli
Scegliere il principe
EDITORI LATERZA
10 righe da pagina 5:

Rispetto ai tempi di Machiavelli, nella sostanza, la politica non è cambiata di molto.
I politici dei nostri giorni hanno le medesime passioni di quelli che vivevano nella sua epoca: alcuni sono dominati dall'ambizione altri dal desiderio di guadagno, o dalla paura, o dall'invidia o da varie combinazioni di queste passioni.
Ma ci sono anche uomini e donne che hanno sentimenti generosi, quali 1'amore della libertà e della giustizia, 1'amore della patria, il desiderio di vera gloria.
Machiavelli ci appare dunque un consigliere competente, certamente del tutto disinteressato e che ha a cuore il bene dell'Italia. Trovarne un altro con le stesse qualità è assai difficile.
Del resto a lui è sempre piaciuto dare consigli, e per noi italiani ha un occhio di riguardo.
Va da sé che per avere suoi suggerimenti dobbiamo rivolgergli le domande giuste e riflettere bene sulle sue parole.
Dobbiamo insomma avere un po' di pazienza, ma ne vale la pena. La saggezza che ci può regalare il buon Niccolò aiuta ad essere migliori cittadini, e a vivere meglio.

inviato il 09/03/2013
Nei segnalibri di:

Raccontarsi

immagine copertina
Duccio Demetrio
Raccontarsi
Raffaello Cortina Editore

C'è un momento, nel corso della vita, in cui si sente il bisogno di raccontarsi in modo diverso dal solito.
Capita a tutti, prima o poi. Alle donne e agli uomini, e accade ormai, puntualmente, da centinaia di anni soprattutto nelle culture occidentali. Da quando, forse, la scrittura si è assunta il compito di raccontare in prima persona quanto si è vissuto e di resistere all' oblio della memoria. .
È una sensazione, più ancora che un progetto non da tutti realizzato e portato a termine; quasi un messaggio che ci raggiunge all'improvviso, sottile e poetico, ma nondimeno capace di assumere forme ben presto più narrative. Quasi un'urgenza o un'emergenza, un dovere o un diritto: a seconda dei casi e delle circostanze.
Tale bisogno, i cui contorni sfumano, e che tale può restare per il resto dell' esistenza come una presenza incompiuta, ricorsiva, insistente, è ciò che prende il nome di pensiero autobiografico.

inviato il 02/03/2013
Nei segnalibri di:

Si può fare

immagine copertina
Barack Obama
Si può fare
Valter Casini Edizioni

Ricordo la lettura di Working [di Studs Terkel] appena uscì il libro, lo trovai da subito formidabile. Mi colpì per il fatto che mostrava la sacralità delle vite delle persone comuni. Faceva vedere come ognuno avesse la propria storia.
Credo sia impressionante come Studs sappia tratteggiare la qualità brillante delle persone che lottano ogni giorno.
("Chicago Tribune", 26 ottobre 2006)
Intorno al mio primo anno di college ho letto Il canto di Salomone, di Toni Morrison, che mi scosse tremendamente. La forza della lingua e il modo in cui richiama la verità, porta le cose alla superficie.
("Chicago Tribune", 26 ottobre 2006)

inviato il 23/02/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo a 10 righe al Parlamento http://scrivi.10righedailibri.it/10-righe-al-parlamento

La fine è il mio inizio

immagine copertina
Tiziano Terzani
La fine è il mio inizio
Longanesi
10 righe da pagina 10:

Folco, Folco, corri, vieni qua! C'è un cuculo nel castagno. Non lo vedo, ma è lì che canta la sua canzone:
“Cucù, cucù, l'inverno non c'è più
È ritornato il maggio col canto del cucù”
Bellissimo, senti!
Che gioia, figlio mio. Ho sessantasei anni e questo grande viaggio della mia vita è arrivato alla fine. Sono al capolinea. Ma ci sono senza alcuna tristezza, anzi, quasi con un po' di divertimento. L’altro giorno la Mamma mi ha chiesto « Se qualcuno
telefonasse e ci dicesse d'aver scoperto una pillola che ti farebbe campare altri dieci anni, la prenderesti?» E io istintivamente ho risposto « N o!» Perché non la vorrei, perché non vorrei vivere altri dieci anni. Per rifare tutto quello che ho già fatto?
Sono stato nell'Himalaya, mi sono preparato a salpare per il grande oceano di pace e non vedo perché ora dovrei rimettermi su una barchetta a pescare, a far la vela. Non mi interessa.
Guarda la natura da questo prato, guardala bene e ascoltala.

inviato il 16/02/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Ok Enrico: ho appena inviato una mail. Ciao

Ciao, non ci è ancora pervenuto il recapito a cui mandarti i libri... puoi comunicarcelo a libroincentivo@10righedailibri.it? Enrico, Staff

Ciao Marcello e Grazie!

Caro Tino, come vincitore della settimana 4-10 febbraio, ho scelto cle tue 10 righe come le più meritevoli di un libro incentivo. Per riceverlo, devi comunicare il tuo indirizzo e la motivazione a: libroincentivo@10righedailibri.it
Complimenti e un cordiale saluto da Marcello.

ANIME ONESTE

immagine copertina
GRAZIA DELEDDA
ANIME ONESTE
ILISSO COLLANA BIBLIOTECA SARDA 2009
10 righe da pagina 88:

La chiesa era stata comprata da Paolo in uno stato quasi di rovina, senza tetto, invasa dai roveti e dall'edera. Ma l'interno, preservato dalla grossa volta, si conservava ancora bene (…)La chiesa di San Giacomo era stata diversa da tutte le chiese sarde di campagna; non teneva addossate le solite stanze dette cumbissias, ove i fedeli dimorano durante il tempo della novena, ma aveva due piccole sagrestie e un loggiato ad archi dalla parte del nord. Non aveva campanile,e sulla facciata che si alzava a punta al di sopra del tetto si osservavano striscie di mosaico di rozza fattura.

inviato il 17/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Ho sbagliato la pagina è 180 O_o

Partecipo a Passi sardi su http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi

DOVE NASCONO LE STELLE

immagine copertina
MARGHERITA HACK
DOVE NASCONO LE STELLE
SPERLING PAPERBACK 2011
10 righe da pagina 84:

Il sole è una comunissima stella; la potremmo definire il cittadino medio della Via lattea. Non è nè troppo giovane, nè troppo vecchia. Con i suoi 5 miliardi di anni si pone a metà strada fra le giovanissime, formatesi meno di mezzo milione di anni fa, e le più vecchie, circa 12 miliardi di anni. Si usa prendere il raggio e la masse del Sole come unità di misura per le altre stelle. Le stelle più piccole, non evolute, le cosi dette nane rosse, hanno raggi e masse circa un decimo del Solee uno splendore intrinseco circa 1000 volte più piccolo, mentre l'altro estremo, le brillanti stelle azzurre, hanno raggi circa 18 volte e masse 40 volte il Sole.

inviato il 02/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al Giuoco domenicale 10 Righe autori precisi + link
http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-10-righe-autori-precisi

IL MALE E LA LIBERTA'

immagine copertina
TOMMASO D'AQUINO
IL MALE E LA LIBERTA'
Tradotto da UMBERTO GALEAZZI e RAFFAELLA SAVINO
Biblioteca universale Rizzoli BUR 2007
10 righe da pagina 443:

Il bene e il male possono essere considerati in due modi: in un modo secondo la nozione generale di bene e di male, e così qualsiasi male si oppone a qualsiasi bene, in questo senso Agostino dice che la regola dei dialettici sbaglia, in quanto il male è il bene. In un altro modo il bene e il male si possono considerare secondo la nozione specifica di questo o di quel bene, ma questo male determinato a questo bene determinato, come la cecità alla vista e l'intemperanza alla temperanza, e in questo senso il male non è mai nel bene opposto a sè, nè in ciò sbaglia la regola dei dialettici.

inviato il 02/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

;D

Ahahah, ecco chi era il santo :)

Partecipo al Giuoco domenicale 10 Righe autori precisi + link
http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-10-righe-autori-precisi

Satire

immagine copertina
Ludovico Ariosto
Satire
Biblioteca Universale Rizzoli 1990
10 righe da pagina 9:

La vita che mi avanza me la salvo
meglio ch'io so: ma tu che diciotto anni
dopo me t'indugiasti a uscir de l'alvo,
gli Ongari a veder torna e gli Alemanni,
per freddo e caldo segui il signor nostro,
servi per amendua, rifà i miei danni.
Il qual se vuol di calamo et inchiostro
di me servirsi, e non mi tòr da bomba,
digli: «Signore, il mio fratello è vostro».
Io, stando qui, farò con chiara tromba
il suo nome sonar forse tanto alto
che tanto mai non si levò colomba.

inviato il 02/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al Giuoco domenicale 10 Righe autori precisi + link
http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-10-righe-autori-precisi

L'ECLISSI DELLA BORGHESIA

immagine copertina
GIUSEPPE DE RITA ANTONIO GALDO
L'ECLISSI DELLA BORGHESIA
Editori Laterza 2011
10 righe da pagina 73:

Accanto ai giovani disoccupati, che in età tra o 15 e i 29 anni sono circa 8 su 100, c'è un esercito di ragazzi che non lavorano, non studiano, non si addestrano, assai ben fotografati dall'acronimo inglese Neet (Not in education, employnent or training). gli italiani Neet sono circa il 20 per cento dei giovani, un numero pari a quasi il triplo dei disoccupati: una cifra record in Europa, visto che i ragazzi inattivi nel Regno

inviato il 02/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al Giuoco domenicale 10 Righe autori precisi + link
http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-10-righe-autori-precisi

GIULIO EINAUDI. DIARIO DEL NOVECENTO

immagine copertina
LUCIANO SIMONELLI
GIULIO EINAUDI. DIARIO DEL NOVECENTO
SIMONELLI EDITORE, 2012
10 righe da pagina 10:

La prima volta che vidi Giulio Einaudi fu alla Buchmesse di Francoforte, adagiato su una poltrona del suo stand, con la nuvola di capelli bianchi un pò scompigliati, lo sguardo d'una curiosità distaccata, la bocca piegata in un trattenuto sorriso. Pareva un sovrano sul trono. me lo presentò, con devozione, Maria Livia Serini, cresciuta nella sua casa editrice prima di passare al giornalismo. E compresi quanto fosse vero, come aveva affermato Natalina Ginzburg in lessico familiare, che "la sua timidezza intimidiva gli estranei, i quali si sentivano avvolti d'uno sguardo azzurro, luminoso e glaciale che li indagava, li soppesava".

inviato il 02/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al Giuoco domenicale 10 Righe autori precisi + link
http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-10-righe-autori-precisi

Il cavaliere eterno

immagine copertina
Larissa Ione
Il cavaliere eterno
Fanucci Editore
10 righe da pagina 197:

Quando Ares entrò nella sala principale, con il viso bollente e le gocce d'acqua che ancora gli colavano addosso, pronto a schizzare fuori dalla sua pelle per la carica sessuale ancora in circolo, si imbatté in Limos, appoggiata alla parete, la valigia accanto ai piedi. Aveva cambiato abito, ora indossava uno sgargiante vestito lungo in stile Hawaiano, e quel suo sorriso ammiccante faceva chiaramente capire da quanto tempo fosse lì.<> cinguettò <>

inviato il 18/03/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo con Larissa Ione
http://scrivi.10righedailibri.it/il-cavaliere-eterno

Partecipo con Larissa Ione , il cavaliere eternohttp://scrivi.10righedailibri.it/allora-un-libro-gioco-libri-incentivo%C2%A0

Il fiore e la fiamma

immagine copertina
Kathleen E. Woodiwiss
Il fiore e la fiamma
Tradotto da A. Dell'Orto
Sonzogno Editore 2010
10 righe da pagina 76:

L'involontaria smentita le sfuggì di bocca prima di rendersi conto di aver parlato. Con uno specie di grugnito zia Fanny si volse a schiaffeggiare con cattiveria Heather, colpendo la con tanta forza, che il morbido labbro inferiore prese a sanguinare e sulla guancia le si stampò l'impronta della mano.
Nell'ombra alle spalle di Heather un boccale di birra fu sbattuto con rabbia sul tavolo. Dinanzi a sé, Heather vide attraverso un velo di lacrime che Lord Hampton era balzato in piedi. L'uomo si protese in avanti e piantò le mani saldamente sul tavolo, parlando con tono minaccioso alla zia.

inviato il 18/03/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Ops... Giada : ) di che anno è il libro da cui hai tratto le 10 righe?

Partecipo con il fiore e la fiamma di Kathleen E. Woodiwiss
http://scrivi.10righedailibri.it/il-fiore-e-la-fiamma

La carezza del buio

immagine copertina
Nalini Singh
La carezza del buio
casa editrice nord
10 righe da pagina 113:

"Baciamo, arcangelo", lo supplicò, stremata.
"Come desideri", rispose infilandole le dita tra i capelli e premendo le labbra sulle sue, sollevandola per un attimo del peso dei ricordi. Non era ancora abbastanza forte da affrontare le selvagge profondità del desiderio dell'arcangelo ma, se non altro, lui poteva donarle l'oblio che cercava, anche se controllarsi era un'agonia così dolorosa da rischiare di condurlo alla follia. Ciononostante non avrebbe preso qualcosa che la donna non era ancora pronta a dare

inviato il 19/03/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Giada benvenuta :)

Un sospiro nel vento

immagine copertina
Laurell K. Hamilton
Un sospiro nel vento
Tradotto da G. Zuddas
casa editrice nord 2012
10 righe da pagina 198:

Sholto era accanto a noi è mi stava osservando. La sua era una tipica espressione di un uomo che guardi la donna con cui divide il letto e qualcosa di più. Era in parte possessivo, in parte eccitato e in parte stupito, come se pur guardando me avesse sempre in mente quello che era successo nell'altra stanza. Allungò una mano verso di me, e io lasciai quella di Galen per stringerla.Galen non ebbe nulla in contrario; stavamo insieme molto spesso,e comunque la dea aveva decretato che Sholto fosse uno dei padri dei figli di cui ero in cinta.Tutti i padri avevano dei privilegi.

inviato il 19/03/2013
Nei segnalibri di:

Lord Flock

Lord Flock 4 years 3 settimane fa

Anche da parte mia: benvenuta!

101 storie Zen

101 storie Zen 4 years 10 settimane fa

Bel libro Natalina. Ciao.

Dance Dance Dance

Dance Dance Dance 4 years 11 settimane fa

Un benvenuto anche da parte mia.

Si può fare

Si può fare 4 years 12 settimane fa

La fine è il mio inizio

La fine è il mio inizio 4 years 13 settimane fa

Ok Enrico: ho appena inviato una mail. Ciao

La fine è il mio inizio 4 years 13 settimane fa

Ciao Marcello e Grazie!

Harry Potter e il calice di fuoco

Harry Potter e il calice di fuoco 4 years 13 settimane fa

Pardon Giusy, per la 'fretta' non ho notato che ti eri da poco affacciata a questo sito. Benvenuta anche da parte mia.

Harry Potter e il calice di fuoco 4 years 13 settimane fa

Ciao Giusy, dove ti leggo? Dove sono gli altri libri che proponi?

Un gitano sedentario

Un gitano sedentario 4 years 14 settimane fa

Certo natalina, un eccitante viaggio nella Cuba di quel tempo, non più proponibile. Ciao

Sotto una cupola stellata

Sotto una cupola stellata 4 years 17 settimane fa

Grazie Barbara: concordo!
Ediz.: 2012 (ottobre). Bye.

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy