Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di freescotsblog

Se la vita è un piatto, di ciliege, perché a me solo i noccioli?

immagine copertina
10 righe da pagina 73:

«Per me i figli sono come aquiloni. Si passa la vita a cercare di farli decollare. Si corre con loro fino a quando si resta entrambi senza fiato, cadono a terra, si mette un filo più lungo, sbattono contro il tetto, li si raccoglie amorevolmente, li si medica e li si rassicura, li si corregge e li si educa. Li si guarda alzarsi con il vento e gli si dice che un giorno voleranno...Alla fine si alzano definitivamente, ma ci vuole un filo più lungo, e, a ogni giro di spago, alla gioia si mescola un po’ di tristezza, perché l’aquilone va sempre più lontano e, chissà come, si sa che non ci vorrà molto prima che quella bella creatura spezzi il filo e spicchi il volo, come si è sempre saputo... libera e sola».
«Stupendo», ha detto mio marito. «Hai finito?»
«Credo di sì. Perché?»
«Perché uno dei tuoi aquiloni è appena andato a sbattere con la macchina contro la porta del garage, un altro sta atterrando in questa casa con tre tavole da surf occupate da altrettanti amici e il terzo è su all’università e se non gli mandiamo un po’ di soldi dovrà restarci per tutte le vacanze.»

inviato il 01/04/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

anche a me sono piaciute tantissimo. il libro in sè, purtroppo, lo devo bocciare perchè, personalmente non mi è piaciuto, ma queste poche righe mi hanno quasi commossa...beh, finale a parte XD

Emma,quanto sono bravi ,e costano poco!!!

bellissime righe ! sto ridendo nel leggerle ma neanche tanto perchè sto aspettando che i miei aquiloni ritornino sani e salvi a casa !

Il caratteraccio

immagine copertina
Vittorio Zucconi
Il caratteraccio
A. MONDADORI 2009
10 righe da pagina 79:

È sempre dal vertice del potere, che si tratti di potere politico, militare, industriale o finanziario, che il tradimento si consuma nella storia d'Italia, molto più che dal basso verso l'alto, nelle infinite forme della imprevidenza, della truffa, dell'illusionismo, dell'inettitudine, del nepotismo. Fino ad arrivare a quella moderna forma di tradimento che è l'evasione fiscale, attraverso la quale i ricchi negano ai meno abbienti la quota di ricchezza nazionale che a loro spetterebbe.
E il tradimento della fiducia che, sia pure avaramente, noi decidiamo di concedere a chi vuole guidarci e che invece ci ripaga scaricandoci quando la situazione si mette al brutto. L'appello tradizionale del «prima le donne e i bambini» gridato dal ponte delle navi che s'inabissano diventa «prima i potenti, poi se c'è posto, eventualmente, magari più tardi, con comodo, anche gli altri», e il tradimento si esprime nelle piccole cose, prima che nelle grandi vigliaccate.

inviato il 19/02/2013
Nei segnalibri di:

Cinquanta sbavature di gigio

immagine copertina
Rossella Calabrò
Cinquanta sbavature di gigio
Sperling & Kupfer
10 righe da pagina 9:

SBAVATURA N. 3. LA BELLEZZA MASCHILE.

Mr Grey è bellissimo. Occhi: grigi come il cielo prima di una tempesta ormonale.
Mani: grandi come l’amico single che sta sotto la cintura.
Capelli: da farci un nido.

E il Gigio?

Occhi: due.
Mani: anche.
Capelli: eroici. Si possono ammirare presso il monumento dei Caduti eretto in loro onore.

inviato il 07/02/2013
Nei segnalibri di:

Madama Sbatterflay

immagine copertina
Luciana Littizzetto
Madama Sbatterflay
A. MONDADORI
10 righe da pagina 102:

Perché noi, quando siamo innamorate, non distinguiamo più. Ci rimbambiamo. Scambiamo tutto per amore, mentre l’amore con la violenza e le botte non c’entra un tubo. L’amore, con gli schiaffi e i pugni, c’entra come la libertà con la prigione. Noi di Torino, che risentiamo della nobiltà reale, siamo soliti dire che è come passare dal risotto alla merda. [..]
Non è questo l’amore. Un uomo che ci picchia è uno stronzo. Sempre. E dobbiamo capirlo subito. Al primo schiaffo. Perché tanto arriverà anche il secondo, e poi un terzo e un quarto. [..]
E se una figlia ha un fidanzato così, prendiamola, impacchettiamola e riportiamola a casa. Magari si incazzerà come una belva, magari ci dirà di farci i fatti nostri, ma lo farà da viva, e c’è una bella differenza.

inviato il 02/02/2013
Nei segnalibri di:

La Straniera

immagine copertina
Diana Gabaldon
La Straniera
Tradotto da Valeria Galassi
Corbaccio 2003
10 righe da pagina 639:

Il sole tramontò oltre la linea di pini neri, e spuntarono nel cielo le prime stelle della sera. Si era a metà novembre e l’aria era fredda, benché le giornate fossero ancora belle. In piedi davanti a me, dall’altra parte dello steccato, Jamie chinò la testa, appoggiando la sua fronte contro la mia.
«Tu per prima.»
«No, tu.»
«Perché?»
«Ho paura.»
«Di che cosa, mia Sassenach?» L’oscurità stava lentamente calando sui campi, poi più su, sempre più in alto fino a incontrare la notte. La luce della mezzaluna appena sorta gli delineava i contorni della fronte e del naso, illuminandogli appena il viso.
«Ho paura che se comincio non smetterò più.»
Gettò un’occhiata verso l’orizzonte, dove la falce di luna era ancora bassa. «È quasi inverno, e le notti sono lunghe, mo duinne.» Si chinò sullo steccato, tendendomi le braccia, e io lo strinsi a me, a contatto con il calore del suo corpo e con il battito del suo cuore.
«Ti amo.»

inviato il 20/01/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al Giuoco domenicale: Libri preferiti + link
http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-libri-preferiti-2012

Anna Karenina

immagine copertina
Lev Nikolaevic Tolstoj
Anna Karenina
Tradotto da Enrichetta Carafa D'Adria
Grandi tascabili economici Newton 1996
10 righe da pagina 21:

Tutte le famiglie felici sono simili fra loro, ogni famiglia infelice è infelice a modo suo.
Tutto era in scompiglio in casa Oblònskij. La moglie aveva saputo che il marito intratteneva una relazione con la governante francese che era stata in casa loro, e aveva dichiarato al marito di non poter più vivere nella stessa casa con lui. Questa situazione durava già da più di due giorni ed era avvertita in modo doloroso dai coniugi e da tutti i membri della famiglia, nonché dai domestici. Tutti i membri della famiglia e i domestici sentivano che la loro convivenza non aveva più senso e che persone riunite dal caso in una locanda qualsiasi erano più legate fra loro che non essi, familiari e domestici degli Oblònskij. La moglie non usciva dalle sue stanze; il marito non era in casa da più di due giorni. I bambini correvano abbandonati per la casa; la governante inglese aveva litigato con l'economa e scritto un biglietto a un'amica, pregandola di cercarle un nuovo posto; il cuoco se n'era andato già il giorno prima durante il pranzo; la sguattera e il cocchiere si erano licenziati.

inviato il 23/04/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

La testa degli Italiani

immagine copertina
Beppe Severgnini
La testa degli Italiani
BUR 2005
10 righe da pagina 112:

I nemici del paesaggio italiano non sono più l'ignoranza e la fame che veniva dalla povertà. Il nemico è l'ingordigia, alleata del cattivo gusto: entrambi si sono fatti furbi e sostengono d'essere democratici e popolari. I governi, come dicevo, hanno concesso periodici, disastrosi condoni. Troppe amministrazioni locali - dove il costruttore è amico del sindaco, quando non è il sidaco - giustificano gli scempi dicendo che creano posti di lavoro. E uno non sa se sono miopi o fanno i furbi.
Sapete chi era Bertoldo? Un personaggio letterario del Cinquecento: il contadino che si atteggiava a difensore dell'esperienza contro l'istruzione, dell'improvvisazione contro la preparazione. E' l'archetipo dell'italiano che si arrangia; rappresenta l'orgoglio della furbizia impunita ed è ancora tra noi. Qualche volta si fa chiamare assessore o diventa direttore di qualcosa; quasi sempre porta la giacca e guida una bella automobile.

inviato il 23/04/2012
Nei segnalibri di:

Il cerchio di Pietre

immagine copertina
Diana Gabaldon
Il cerchio di Pietre
Tradotto da Valeria Galassi
Corbaccio 2005
10 righe da pagina 438:

«Lo sai come sia vivere con qualcuno così? Compiere ogni sforzo possibile, senza mai riuscire a capire il suo segreto?»
«Sì», risposi pensando a Frank. «Sì, lo so».
«Me lo immaginavo, che forse lo sapevi». Rimase in silenzio per qualche istante, poi la sua mano mi accarezzò piano i capelli, una macchia sfumata alla luce del fuoco. «E poi...» bisbigliò, «poi ritrovarla di nuovo, la capacità di capire. Essere libero in tutto ciò che fai e che dici, e sapere che va bene».
«Dire ‘ti amo’ e sentirlo dal profondo del cuore», gli sussurrai di rimando nell’oscurità.
«Aye», rispose, a voce talmente bassa che quasi non riuscii a udirlo. «Dire così. Per tanti anni», riprese, «per tanto tempo sono stato molti uomini diversi. Ero Zio per i figli di Jenny, e Fratello per lei e Ian. ‘Milord’ per Fergus e ‘Signore’ per i miei fittavoli. ‘MacDubh’ per gli uomini di Ardsmuir e ‘MacKenzie’ per gli altri servi di Helwater. Dopodiché sono stato ‘Malcolm il tipografo’ e ‘Jamie Roy’ giù al porto. Ma qui», disse pianissimo, «qui al buio, con te... io non ho nome».

inviato il 04/04/2012
Nei segnalibri di:

Trattato sulla tolleranza

immagine copertina
Voltaire
Trattato sulla tolleranza
Feltrinelli
10 righe da pagina 29:

Gli uomini che credono vera la religione che professano devono desiderare la tolleranza: in primo luogo per avere il diritto di essere essi stessi tollerati nei paesi in cui non domina la loro religione; e poi perchè la loro religione possa soggiogare tutti gli animi. Tutte le volte che gli uomini hanno la libertà di discutere, la verità finisce per trionfare da sola.
[..] Mentre la natura, la ragione, la politica, la vera pietà, predicano la tolleranzaalcuni uomini vorrebbero invece fare delle persecuzioni; e se i governi, più illuminati, più umani, non immolano loro più vittime, si lasciano a loro i libri; si vieta, sotto al minaccia di gravi pene, di scrivere liberamente.

inviato il 28/03/2012
Nei segnalibri di:

Shall I Compare Thee

immagine copertina
William Shakespeare
Shall I Compare Thee
Biblioteca economica Newton
10 righe da pagina 46:

Shall I compare thee to a summer’s day?
Thou art more lovely and more temperate:
Rough winds do shake the darling buds of May,
And summer’s lease hath all too short a date:
Sometime too hot the eye of heaven shines,
And often is his gold complexion dimm’d;
And every fair from fair sometime declines,
By chance, or nature’s changing course untrimm’d;
But thy eternal summer shall not fade,
Nor lose possession of that fair thou ow’st,
Nor shall death brag thou wander’st in his shade,
When in eternal lines to time thou grow’st;
So long as men can breathe, or eyes can see,
So long lives this, and this gives life to thee.

inviato il 27/03/2012
Nei segnalibri di:

Se la vita è un piatto, di ciliege, perché a me solo i noccioli?

immagine copertina
10 righe da pagina 73:

«Per me i figli sono come aquiloni. Si passa la vita a cercare di farli decollare. Si corre con loro fino a quando si resta entrambi senza fiato, cadono a terra, si mette un filo più lungo, sbattono contro il tetto, li si raccoglie amorevolmente, li si medica e li si rassicura, li si corregge e li si educa. Li si guarda alzarsi con il vento e gli si dice che un giorno voleranno...Alla fine si alzano definitivamente, ma ci vuole un filo più lungo, e, a ogni giro di spago, alla gioia si mescola un po’ di tristezza, perché l’aquilone va sempre più lontano e, chissà come, si sa che non ci vorrà molto prima che quella bella creatura spezzi il filo e spicchi il volo, come si è sempre saputo... libera e sola».
«Stupendo», ha detto mio marito. «Hai finito?»
«Credo di sì. Perché?»
«Perché uno dei tuoi aquiloni è appena andato a sbattere con la macchina contro la porta del garage, un altro sta atterrando in questa casa con tre tavole da surf occupate da altrettanti amici e il terzo è su all’università e se non gli mandiamo un po’ di soldi dovrà restarci per tutte le vacanze.»

inviato il 01/04/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

anche a me sono piaciute tantissimo. il libro in sè, purtroppo, lo devo bocciare perchè, personalmente non mi è piaciuto, ma queste poche righe mi hanno quasi commossa...beh, finale a parte XD

Emma,quanto sono bravi ,e costano poco!!!

bellissime righe ! sto ridendo nel leggerle ma neanche tanto perchè sto aspettando che i miei aquiloni ritornino sani e salvi a casa !

Guida galattica per gli autostoppisti

immagine copertina
Douglas Adams
Guida galattica per gli autostoppisti
Oscar Mondadori
10 righe da pagina 39:

Una delle cose che Ford Prefect aveva sempre trovato difficile comprendere a proposito degli umani era che avevano il vizio di affermare e ripetere cose assolutamente ovvie, come risultava evidente da frasi quali "che bella giornata!" o "come sei alto!" oppure "Oddio, mi sembra che tu sia caduto in un pozzo profondo nove metri: ti sei fatto male?". In un primo tempo Ford si era fatto una sua teoria per spiegare questo strano comportamento. Aveva pensato che le bocche degli esseri umani dovessero continuamente esercitarsi a parlare per evitare di rimanere inceppate. Dopo avere osservato e riflettuto alcuni mesi, Ford aveva abbandonato questa teoria per un'altra. Aveva pensato che se gli esseri umani non si esercitavano in continuazione ad aprire e chiudere la bocca, correvano il rischio di cominciare a far lavorare il cervello.

inviato il 18/02/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie =)

Ciao Flavia, con queste 10righe, risultate più segnalibrate vinci un libro.
Invia il tuo indirizzo a libroincentivo@10righedailibri.it dopo aver scelto il vincitore tra le 10 righe postate da oggi fino alle 24 di domenica notte.

esatto Emma!
Marina, siamo sulla stessa lunghezza d'onda!

queste righe sono perfette per il momento che stiamo vivendo !

Se avessi dovuto scegliere 10 righe da questo libro, avrei scelto le stesse :-)

Il caratteraccio

immagine copertina
Vittorio Zucconi
Il caratteraccio
A. MONDADORI 2009
10 righe da pagina 79:

È sempre dal vertice del potere, che si tratti di potere politico, militare, industriale o finanziario, che il tradimento si consuma nella storia d'Italia, molto più che dal basso verso l'alto, nelle infinite forme della imprevidenza, della truffa, dell'illusionismo, dell'inettitudine, del nepotismo. Fino ad arrivare a quella moderna forma di tradimento che è l'evasione fiscale, attraverso la quale i ricchi negano ai meno abbienti la quota di ricchezza nazionale che a loro spetterebbe.
E il tradimento della fiducia che, sia pure avaramente, noi decidiamo di concedere a chi vuole guidarci e che invece ci ripaga scaricandoci quando la situazione si mette al brutto. L'appello tradizionale del «prima le donne e i bambini» gridato dal ponte delle navi che s'inabissano diventa «prima i potenti, poi se c'è posto, eventualmente, magari più tardi, con comodo, anche gli altri», e il tradimento si esprime nelle piccole cose, prima che nelle grandi vigliaccate.

inviato il 19/02/2013
Nei segnalibri di:

Le città invisibili

immagine copertina
Italo Calvino
Le città invisibili
A. MONDADORI

Marco Polo descrive un ponte, pietra per pietra.
- Ma qual è la pietra che sostiene il ponte? - chiede Kublai Kan.
- Il ponte non è sostenuto da questa o quella pietra, - risponde Marco, - ma dalla linea dell'arco che esse formano.
Kublai Kan rimane silenzioso, riflettendo. Poi soggiunge: - perché mi parli delle pietre? È solo dell'arco che m'importa.
Polo risponde: - Senza pietre non c'è arco.

inviato il 19/02/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :-)

Benvenuta Marina :)

Volevo essere una farfalla

immagine copertina
Michela Marzano
Volevo essere una farfalla
A. MONDADORI

Nel bene come nel male, non riesco a non essere eccessiva...
Se c'è un termine che mi definisce veramente è «troppo». Mi innamoro troppo. Mi appassiono troppo. Mi stanco troppo. Mi arrabbio troppo.

inviato il 19/02/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

A chi lo dici!

mi ci riconosco in queste righe !

Cinquanta sbavature di gigio

immagine copertina
Rossella Calabrò
Cinquanta sbavature di gigio
Sperling & Kupfer
10 righe da pagina 9:

SBAVATURA N. 3. LA BELLEZZA MASCHILE.

Mr Grey è bellissimo. Occhi: grigi come il cielo prima di una tempesta ormonale.
Mani: grandi come l’amico single che sta sotto la cintura.
Capelli: da farci un nido.

E il Gigio?

Occhi: due.
Mani: anche.
Capelli: eroici. Si possono ammirare presso il monumento dei Caduti eretto in loro onore.

inviato il 07/02/2013
Nei segnalibri di:

COMPLEANNI D'AUTORE 2013

immagine copertina
James Joyce
COMPLEANNI D'AUTORE 2013
10righedailibri 1882

Buon compleanno James Joyce! (nato il 2 febbraio 1882)

Lacrime generose riempirono gli occhi di Gabriel. Non aveva provato mai nulla di simile verso una donna, ma sapeva che un sentimento di quel genere doveva essere amore. Le lacrime gli salirono più fitte agli occhi e nella semioscurità s’immaginò di scorgere la sagoma di un giovane in piedi sotto un albero gocciolante di pioggia. Altre sagome gli erano accanto. La sua anima s’era avvicinata a quella regione dove abita l’immensa folla dei morti. Era cosciente di quella loro ostinata, tremula esistenza, ma non riusciva ad afferrarla. La sua stessa identità svaniva in un mondo grigio e impalpabile e quello stesso mondo compatto in cui un tempo quei morti avevano vissuto e procreato s’andava rimpicciolendo e si dissolveva.
(Gente di Dublino)

inviato il 02/02/2013
Nei segnalibri di:

Madama Sbatterflay

immagine copertina
Luciana Littizzetto
Madama Sbatterflay
A. MONDADORI
10 righe da pagina 102:

Perché noi, quando siamo innamorate, non distinguiamo più. Ci rimbambiamo. Scambiamo tutto per amore, mentre l’amore con la violenza e le botte non c’entra un tubo. L’amore, con gli schiaffi e i pugni, c’entra come la libertà con la prigione. Noi di Torino, che risentiamo della nobiltà reale, siamo soliti dire che è come passare dal risotto alla merda. [..]
Non è questo l’amore. Un uomo che ci picchia è uno stronzo. Sempre. E dobbiamo capirlo subito. Al primo schiaffo. Perché tanto arriverà anche il secondo, e poi un terzo e un quarto. [..]
E se una figlia ha un fidanzato così, prendiamola, impacchettiamola e riportiamola a casa. Magari si incazzerà come una belva, magari ci dirà di farci i fatti nostri, ma lo farà da viva, e c’è una bella differenza.

inviato il 02/02/2013
Nei segnalibri di:

Stoner

Jhon Williams
Stoner
Fazi

Quand’era giovanissimo, Stoner pensava che l’amore fosse uno stato assoluto dell’essere a cui un uomo, se fortunato, poteva avere il privilegio di accedere. Durante la maturità, l’aveva invece liquidato come il paradiso di una falsa religione, da contemplare con scettica ironia, soave e navigato disprezzo, e vergognosa nostalgia. Arrivato alla mezza età, cominciava a capire che non era né un’illusione né uno stato di grazia: lo vedeva come una parte del divenire umano, una condizione inventata e modificata momento per momento, e giorno dopo giorno, dalla volontà, dall’intelligenza e dal cuore. (incipit capitolo 13)

inviato il 20/01/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuta Antonella :)
Nome del traduttore, anno di edizione e numero della pagina?

Giuoco domenicale: Libri preferiti 2012

immagine copertina
Patti Puggioni
Giuoco domenicale: Libri preferiti 2012
10 RIGHE DAI LIBRI 2013

Per partecipare a questo giuoco dovete postare 10 righe tratte dai libri che avete letto o riletto nel 2012.
Fino alla mezzanotte di domenica 20 gennaio 2013.
1) Scrivi in bacheca le tue 10 righe e aggiungi un’immagine secondo te rappresentativa o la foto della copertina, titolo, autore, anno e numero della pagina da cui hai tratto le tue 10 righe. Sono ammesse anche le poesie.
2) Scrivi nei commenti commento sotto le tue 10 righe: Partecipo al Giuoco domenicale: Libri preferiti + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-libri-preferiti-2012
3) Scrivi sotto questo post un commento “partecipo con link delle tue 10 righe (copialo cliccando il titolo).
È possibile partecipare più volte con 10 righe tratte dagli stessi libri e da libri diversi.
INCENTIVI
-1 libro incentivo per le 10 righe più segnalibrate.

inviato il 20/01/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

GRAZIE MILLE!!!!! Che felicità :D!!!!!!

Grazie, vi ho mandato l'email :)

Per il giuoco domenicale c'è un pari merito tra Giovanni con http://scrivi.10righedailibri.it/dracula-1 e Sara con http://scrivi.10righedailibri.it/la-prosivendola. Visto che siamo in piena CAMPAGNA LETTURALE http://www.10righedailibri.it/fundreading entrambi vincono un libro incentivo. :))

Se la vita è un piatto, di ciliege, perché a me solo i noccioli?

Se la vita è un piatto, di ciliege, perché a me solo i noccioli? 4 years 37 settimane fa

anche a me sono piaciute tantissimo. il libro in sè, purtroppo, lo devo bocciare perchè, personalmente non mi è piaciuto, ma queste poche righe mi hanno quasi commossa...beh, finale a parte XD

GIOCO - Riga 10

GIOCO - Riga 10 4 years 47 settimane fa

"e per questo lasciavo sempre a qualcun altro il ruolo del sacrificatore" da 'Il Potere dei Druidi' di Morgan LLywelyn

Giuoco domenicale: Libri preferiti 2012

Giuoco domenicale: Libri preferiti 2012 4 years 47 settimane fa

La Straniera

La Straniera 4 years 47 settimane fa

Partecipo al Giuoco domenicale: Libri preferiti + link
http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-libri-preferiti-2012

I TUOI CLASSICI libri

I TUOI CLASSICI libri 5 years 34 settimane fa

Partecipo con "Anna Karenina" di Tolstoj
http://scrivi.10righedailibri.it/anna-karenina-8

Anna Karenina

Anna Karenina 5 years 34 settimane fa

Odissea

Odissea 5 years 38 settimane fa

.__. sono più di 10 righe, ma non si poteva "tagliare" di più una delle parti più commoventi dell'odissea ;____;

Il ritorno

Il ritorno 5 years 39 settimane fa

XD abbiamo postato le stesse 10 righe XD
sono 10 righe fantastiche O___O

VINCITORI ALLORA 1 LIBRO

VINCITORI ALLORA 1 LIBRO 5 years 39 settimane fa

ma grasssssieeeeeeeeeeeeeee *.*

GIOCO - ALLORA 1 LIBRO

GIOCO - ALLORA 1 LIBRO 5 years 39 settimane fa

O___O curiosità alle stelle

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy