Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di ivanfe70

GIUDA

immagine copertina
Guido Mazzolini
GIUDA
La Torre Libri
10 righe da pagina 110:

Solo i bambini parlano con Dio, i bambini e i vecchi. All'inizio del viaggio acquisisci un'ingenuità sottile che ritroverai solo alla fine. Questa sensibilità permette di percepire la voce suadente dell'infinito. Nel mezzo della vita, invece, c'è solo un deserto di silenzi, un pianoro arido di domande urlate al vento che resteranno prive di risposte.

inviato il 04/07/2013
Nei segnalibri di:

Suoni

immagine copertina
Guido Mazzolini
Suoni
Progetto Cultura
10 righe da pagina 90:

Scrivo poesie per non scriverne più, ogni volta come fosse l’ultima occasione, perché ogni strada porta a direzioni affascinanti ed insondabili ma quanto è difficile dimenticare la prudenza meschina o l’umana convenienza del sopravvivere quieto tracciando un passo in più nel futuro ed uno in meno nel tempo concesso.
Scrivo poesie per te che stai leggendo ora, lettore senza nome e sconosciuto amico. Le scrivo perché sono vivo, respiro, penso e credo; perché la Vita è la perfetta poesia, la più splendente e disperata, è quella ancora da cantare, quella che mai scriverò.

inviato il 14/04/2013
Nei segnalibri di:

L'Attimo e l'Essenza

immagine copertina
Guido Mazzolini
L'Attimo e l'Essenza
Arduino Sacco 2011
10 righe da pagina 73:

Ondeggi su me come un ricordo antico, un pensiero da nutrire per l’eternità. Arrivi all’improvviso, mi culli come un feto e mi riscaldi. Tutto sembra possibile, anche sciogliere il ghiaccio che da secoli ha incrostato la mia anima ibernata in una sicurezza gelida, come chi resta immobile ma respira tranquillo e sicuro, dormiente in uno sterile letargo.
Arrivi all’improvviso e all’improvviso te ne vai senza un apparente motivo, nemmeno una scusa, mi squarci il petto nudo, mi baci e mi strappi il cuore.

inviato il 12/09/2012
Nei segnalibri di:

il passo del gambero

immagine copertina
Guido Mazzolini
il passo del gambero
MJM editore
10 righe da pagina 38:

A volte ci pensi. Apri gli occhi e c’è lei a pochi centimetri da te, già sveglia o ancora addormentata, una ciocca bionda di traverso sulla fronte. Perché non ti sei fermato in tempo, perché non hai fatto un passo indietro, perché ci sei entrato con tutte le scarpe? Sarebbe bastato salutare e andarsene, girare lo sguardo da un’altra parte e invece no, invece l’hai fatto davvero e hai infilato gli occhi nei suoi, in quell’azzurro profondo di un cielo pulito d’aprile.

inviato il 11/09/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Ivan, anche se in ritardo... benvenuto!
:)

L'Attimo e l'Essenza

immagine copertina
Guido Mazzolini
L'Attimo e l'Essenza
Arduino Sacco Editore 2011
10 righe da pagina 70:

La tua bocca dischiusa come abisso caldo
dove precipitare mille e mille istanti
attraverso il più invisibile attimo di te
la tua bocca che canta
che prega, che implora,
che strepita e geme oscenità deliziose
la tua bocca di sangue, di fragola,
da perdere il senno,
di rosso fuoco che forgiò terra e spade
che riscalda l'inverno della terra
che soffia uragani e arcobaleni di sereno
la tua bocca benedetta dagli dei
come frutta matura
la tua bocca da mordere come il peccato.

inviato il 23/03/2012
Nei segnalibri di:

il passo del gambero

immagine copertina
Guido Mazzolini
il passo del gambero
Mjm Editore 2011
10 righe da pagina 76:

«Può darsi. Dai, ora tocca a te. Tre parole, solo tre parole.»
Non perde tempo a riflettere, sorride e nemmeno ci pensa.
«Tre parole, le più semplici e vere. Io con te.»
Io con te.
Essenziali, eterne, allo stesso tempo irreali e sfuggenti come la vita, come un mare immobile e un gabbiano spiumato che vola nel cielo, ignaro di tutto. La felicità è una cosa minuta, un piccolo miracolo che un giorno ti trovi addosso come un vestito nuovo. È non avere bisogno di niente per aver desiderio di tutto.

inviato il 23/03/2012
Nei segnalibri di:

Erotiche 10 righe

immagine copertina
Umberto Saba
Erotiche 10 righe
10 righe dai libri

Nuda in piedi, le mani dietro il dorso,
come se in lacci strette
tu gliele avessi. Erette
le mammelle, che ben possono al morso
.
come ai baci allettar. Salda fanciulla
cui fascia l'amorosa
zona selvetta ombrosa,
vago pudor di natura. Nulla,
.

altro ha nulla. Due ancora tondeggianti
poma con grazia unite
pare chiamino il mite
castigo della fanciullezza. Oh, quanti

.
vorrebbero per sé ai miei occhi il lampo
del piacere promesso,
che paradiso è spesso,
e più spesso è l'inferno senza scampo!
.

(UMBERTO SABA – Fanciulla Nuda)

inviato il 12/09/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

segnalibro !

Molto forte, incredibilmente vicino

immagine copertina
Jonathan Safran Foer
Molto forte, incredibilmente vicino
Tradotto da Massimo Bocchiola
Le Fenici Tascabili 2005
10 righe da pagina 265:

Dall'osservatorio dell'Empire State Building si possono vedere le cose più strepitose. Ho letto da qualche parte che le persone in strada sembrano formiche,ma non é vero. Sembrano persone piccole. E le macchine sembrano macchine piccole. E anche i palazzi sembrano piccoli. E' come guardare una copia di New York in miniatura,che é carino perché vedi com'é veramente, anziché come ti sembra quando ci sei in mezzo. C'é un sacco di solitudine lassù, e ci si sente distanti da tutto. E fa paura,perché esistono talmente tanti modi per morire. Ma dà anche sicurezza,perché vedi che sei circondato da tante persone.

inviato il 09/04/2012
Nei segnalibri di:

Jane Eyre

immagine copertina
Charlotte Bronte
Jane Eyre
Tradotto da Giuliana Pozzo Galeazzi
Bur Rizzoli 1993
10 righe da pagina 86:

Non credi che saresti più felice se dimenticassi la sua severità e le violente emozioni che ha suscitato in te? La vita mi sembra troppo breve per spenderla ad odiare e a tener conto dei torti altrui. Tutti siamo carichi di colpe, in questo mondo; ma giungerà presto il giorno,spero, in cui le deporremo tutte, insieme alla nostra spoglia corruttibile.; allora l'avvilimento ed il peccato ci lasceranno insieme con questo incomodo involucro di carne e ci rimarrà soltanto la scintilla dello spirito, il principio impalpabile della luce del pensiero,puro come quando uscì dalle mani del Creatore per animare la creatura; questo principio ritornerà là da dove é venuto,forse per essere comunicato a qualche superiore all'uomo,forse per passare attraverso vari stadi di gloria,dal pallido animo umano allo splendore dei serafini.

inviato il 09/04/2012
Nei segnalibri di:

De profundis

immagine copertina
Oscar Wilde
De profundis
Tradotto da Patrizia Collesi
Economi Newton 1994
10 righe da pagina 94:

Non aver paussato del passato. Se qualcuno ti dirà che è irrevocabile, non credergli. Il passato, il presente e il futuro non sono che un unico momento agli occhi di Dio, alla cui luce dovremmo cercare di vivere. Tempo e spazio, successione ed estensione, sono semplici condizioni accidentali del Pensiero. L'immaginazione le può trascendere e muoversi in una libera sfera di esistenze ideali. Anche le cose sono, nella loro essenza, ciò che noi scegliamo che siano. Una cosa è, a seconda del modo in cui noi la guardiamo. "Dove gli altri", dice Blake, "non vedono che l'Alba che sorge dalla collina, io vedo i figli di Dio che gridano di gioia". [...] Ciò che è davanti a me è il mio passato. Devo costringermi a guardarlo con occhi diversi, a farlo guardare dal mondo con occhi diversi, a farlo guardare a Dio con occhidiversi.

inviato il 09/04/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

mi scuso se lo scrivo di nuovo, mi aggiornate il profilo con 5 libri vinti? Grazie

lo sto leggendo

grazie

Uno di quei libri che ti catturano facendoti vivere fisicamente l'amara e profonda tristezza dei personaggi che "narrano la loro storia"..."l'Amore tradito"... Un capolavoro molto sentito o per lo meno per me è stato così... Ti aggiungo il segnalibro :)

Gli Sfiorati

immagine copertina
Sandro Veronesi
Gli Sfiorati
Fandango Libri

Oh, Bruno, recitava il suo cuore, io non ho visto: accadono cose immense, nel mondo, terribili, meravigliose, talmente vicine che segnano per sempre la nostra vita, eppure, quando sono passate, ci accorgiamo che ci hanno soltanto sfiorato, e dobbiamo accontentarci d'immaginarle come se non fossero accadute affatto ....

inviato il 09/04/2012
Nei segnalibri di:

Le avventure di Tom Sawyer

immagine copertina
Mark Twain
Le avventure di Tom Sawyer
Tradotto da Bruno Oddera
Arnoldo Mondadori 2000
10 righe da pagina 34:

A questo punto Tom tornò a scribacchiare qualcosa sulla lavagnetta, nascondendo le parole alla bambina. Ma lei non esitò, stavolta. Lo implorò di lasciarla leggere. Tom disse:
«Oh, non è niente di importante.»
«Sì che lo è.»
«No, non lo è. E del resto non ci tieni.»
«Sì che ci tengo, sul serio. Per favore, fammi leggere.»
«Ma poi andrai a raccontarlo.»
«No, non parlerò... guarda, incrocio le dita e giuro.»
«Non lo dirai proprio a nessuno? Finché vivrai?»
«No, non lo dirò a nessuno. Adesso fammi leggere.»
«Oh, in realtà non ci tieni.»
«Allora, visto che continui a dirlo, voglio proprio vedere che cosa hai scritto, Tom» e mise la piccola mano sulla sua, e ne seguì una breve lotta. Tom finse di resistere sul serio, ma lasciò che la mano gli scivolasse a poco a poco, finché apparvero queste parole:Ti amo.

inviato il 10/04/2012
Nei segnalibri di:

Tre volte all'alba

immagine copertina
Alessandro Baricco
Tre volte all'alba
Feltrinelli
10 righe da pagina 57:

E in effetti, in quella mattina d'estate, l'alba dilagava nel cielo terso con tale sicurezza che perfino quei sobborghi senza ambizioni sembravano colti di sorpresa, finendo per cedere a una quasi bellezza per cui non erano stati costruiti. C'erano bagliori ottimisti alle finestre, e l'erba poca brillava, dov'era, di un verde inaspettato. Passavano macchine, rare, e anche loro sembravano aver sospeso qualsiasi fretta particolare, come se stessero attraversando una tregua. L'uomo e la ragazza camminavano uno di fianco all'altra, ed era uno spettacolo strano perchè la ragazza era bella e l'uomo molto qualunque, oltre che vecchio. Si sarebbe penato a capirne la storia, nel vederli, lei sui suoi tacchi alti, il passo sicuro, lui un po' curvo, con un set di asciugamani bianchi sotto braccio. Forse un padre e una figlia, ma neanche.

inviato il 10/04/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Adoro Baricco

aggiungo segnalibro

Afrodita

immagine copertina
Isabel Allende
Afrodita
Feltrinelli
10 righe da pagina 207:

Sesso e appetito sono i grandi motori della storia, conservano e diffondono la specie,provocano guerre ed ispirano canzoni, informano le religioni, la legge,l'arte. L'intero creato è un processo ininterrotto di digestione e fertilità; tutto si riduce ad organismi che si divorano l'un l'altro, si riproducono, muoiono,fertilizzano la terra e rinascono trasformati. Sangue,seme, sudore, cenere, lacrime e l'incurabile immaginazione poetica dell'umanità alla ricerca di un senso...

inviato il 19/03/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

<3 questo libro è stupendo...... :)

Grazie a te, Natalina ... :-)

Ciao e grazie,sei proprio bravo!!!

aggiungo segnalibro

Andrea, continua ad aiutarci a suggerire "partecipo: ...." :) non lo stanno scrivendo.

Le cose che non ho detto

immagine copertina
Azar Nafisi
Le cose che non ho detto
Tradotto da Ombretta Giumelli
Adelphi 2008
10 righe da pagina 17:

Sono tante le forme di silenzio. C'è il silenzio che uno Stato tirannico impone ai suoi cittadini, rubandogli i ricordi, riscrivendo la loro storia, imponendogli una nuova identità. C'è il silenzio dei testimoni che scelgono di ignorare o di tacere la verità; c'è il silenzio delle vittime che a volte diventano complici dei loro carnefici. E poi ci sono i silenzi che ci concediamo su noi stessi, la nostra personale mitologia, le storie che sovrapponiamo alle nostre vite reali.

inviato il 21/03/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

abbiamo condiviso le tue 10 righe sui social :)

aggiungo segnalibro

...e c'è anche il silenzio di chi reputa ormi superfluo continuare a parlare...

L'Attimo e l'Essenza

immagine copertina
Guido Mazzolini
L'Attimo e l'Essenza
Arduino Sacco Editore 2011
10 righe da pagina 70:

La tua bocca dischiusa come abisso caldo
dove precipitare mille e mille istanti
attraverso il più invisibile attimo di te
la tua bocca che canta
che prega, che implora,
che strepita e geme oscenità deliziose
la tua bocca di sangue, di fragola,
da perdere il senno,
di rosso fuoco che forgiò terra e spade
che riscalda l'inverno della terra
che soffia uragani e arcobaleni di sereno
la tua bocca benedetta dagli dei
come frutta matura
la tua bocca da mordere come il peccato.

inviato il 23/03/2012
Nei segnalibri di:

Il libro è ...

Il libro è ... 7 years 20 settimane fa

Il libro è la faccia più nascosta del silenzio.

Un'ombra fuggitiva di piacere

Un'ombra fuggitiva di piacere 7 years 20 settimane fa

Fantastico. L'immagine della candela torna nella poesia di Kavafis rendendola unica. Forse la poesia è davvero piccola ma indispensabile, come la luce di una candela nel buio.

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy