Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Diario magica avventura

Come sasso nella corrente

immagine copertina
Mauro Corona
Come sasso nella corrente
Mondadori
10 righe da pagina 11:

"Meglio feroci che invidiosi. L'invidia, forma subdola e vile di cattiveria, non tollera chi si vuol bene. Le ferite dei non amati, cicatrizzando, danno origine all'invidia con la quale bisogna convivere. Sono tanti nel mondo gli invidiosi. Tanti quanti i non amati, poveri diavoli che vanno aiutati, tollerati, perdonati"

inviato il 30/12/2012
Nei segnalibri di:

come sasso nella corrente

immagine copertina
Mauro Corona
come sasso nella corrente
Mondadori

Un libro non serve a nulla se non salva la memoria, se non la toglie dalle soffitte e le scrolla via la polvere del tempo. "La musica è tra le note" diceva Mozart. Vale per i libri, i comportamenti, tutto. La verità è tra le righe, il messaggio occhieggia tra esse senza rumore, come il passo lento delle meridiane.

inviato il 30/12/2012
Nei segnalibri di:

Come sasso nella corrente

immagine copertina
Mauro Corona
Come sasso nella corrente
A. MONDADORI
10 righe da pagina 26:

Le assenze lasciano segni, solchi che nessuna aggiunta può colmare. E' una questione di riempimenti, si ama per essere amati, si dona per ricevere. Ma quando si perde, si perde. Sottrazioni, e assenze non lasciano scampo, segnano la vita, tracciano il sentiero, decidono il destino, indicano il futuro. Tra questi orti vuoti e desolati dovrebbe cadere a ogni stagione la neve dell'oblio e seppellire la memoria per sempre.

inviato il 30/12/2012
Nei segnalibri di:

Come sasso nella corrente

immagine copertina
Mauro Corona
Come sasso nella corrente
A. MONDADORI
10 righe da pagina 6:

Attendere ancora momenti buoni, tempo per stare assieme, ore, giorni, mesi. Perchè no? Anche per sempre. Ma per sempre non esiste. Esiste il tempo che vivono le anime. Perdere tempo in attese mentre le anime vivendo muoiono, è il vero dolore della vita. Assieme ad altri dolori certamente. Così fu per loro. Attese colme di distanze. Distanze piene di attese. Distanze piene di attese, incontri. Abbracci che dicevano "non ti mollo più". Invece non c'è abbraccio al mondo da cui alla fine non ci si debba sciogliere. Tutto trama per sciogliere gli abbracci, ma se è forte vince solo il tempo che passa.

inviato il 30/12/2012
Nei segnalibri di:

Come sasso nella corrente

immagine copertina
Mauro Corona
Come sasso nella corrente
A. MONDADORI
10 righe da pagina 68:

Il tempo, implacabile entità che fa di leggerezza piombo, cammina col suo passo silenzioso, ingannevolmente lento. Il tempo non va adagio come si crede. Il tempo fila veloce trascinando con se' giorni, mesi, anni. Dietro a questi, come una trota all'amo, sta appesa la vita. Il povero pesce ha paura, tira, si dimena, salta, si oppone, ma il filo inesorabile lo trascina verso riva, verso la morte. E' questo il tempo!Il grande pescatore cinico e spietato armato di lenza che aggancia le esistenze e le tira a se'.

inviato il 30/12/2012
Nei segnalibri di:

come sasso nella corrente

immagine copertina
Mauro Corona
come sasso nella corrente
A. MONDADORI
10 righe da pagina 54:

L'unica cosa calda e palpitante era il fuoco nel camino. Il resto gelo e silenzio. Notti infinite, braci coperte di cenere, stelle come mirtilli, piccole, fredde, lontane. Favolosi e tristi gli inverni del tempo lontano. I boschi sparivano sotto la neve, scavavano buchi, s'intanavano come lepri spaventate. I boschi dolenti dell'infanzia.

inviato il 30/12/2012
Nei segnalibri di:

come sasso nella corrente

immagine copertina
Mauro Corona
come sasso nella corrente
A. MONDADORI
10 righe da pagina 48:

Con un po' di sentimento, un po' meno egoismo, meno ignoranza, meno cattiveria, ognuno potrebbe migliorare l'esistenza degli altri. Ed essere migliorato a sua volta dagli altri. Invece non è così, ciascuno se la deve vedere da solo. Sempre. E chi paga il prezzo più alto sono i bambini. Nel tempo in cui si dovrebbe essere felici sistematicamente si viene abbattuti. Si tenta di sognare e bruscamente si viene svegliati. Ai disgraziati, a quelli che hanno genitori improvvidi e senza cuore, va ancora peggio. Quelli vengono ammazzati. Viene uccisa la loro infanzia, la loro anima, la loro speranza, la loro timida gioia, i loro piccoli sogni. In famiglie così, dove non esiste amore nè un pezzo di pane da mangiare nè una briciola di umanità, si diventa grandi in fretta. Adulti subito o sparire, non vi è altra scelta.

inviato il 30/12/2012
Nei segnalibri di:

come sasso nella corrente

immagine copertina
Mauro Corona
come sasso nella corrente
Mondadori
10 righe da pagina 50:

I senza infanzia sono fiori privi d'acqua, stanchi, appassiti, teste reclinate e impaurite, occhi malinconici e bocche chiuse. I bambini la cui infanzia è stata massacrata non parlano. O parlano poco. Rivelano con gli occhi, chiedono "perchè", finchè saranno in vita. Risposte non ne avranno mai....Quano i passi sono incerti i bambini allungano una mano per aggrapparsi. Se incontrano un bastone che picchia la mano tesa, è facile che perdano la strada. E che non la trovino più. Ma strade ce ne sono tante e forse una vale l'altra. Sarebbe meglio imboccarne una senza troppi spigoli, curve, strettoie. Toccherebbe ai genitori portare il sentiero ai figli.

inviato il 30/12/2012
Nei segnalibri di:

LA LUCE CHE C'è DENTRO LE PERSONE

immagine copertina
Banana Yoshimoto
LA LUCE CHE C'è DENTRO LE PERSONE
Feltrinelli
10 righe da pagina 25:

Io accarezzavo dolcemente i suoi capelli sottili, ripetendogli di stare tranquillo, ma mi rendevo conto che l'atmosfera si andava facendo sempre più pesante. Sembrava che qualcosa di infausto ci spiasse da dietro la finestra. Avevo la sensazione che la luce del mondo, la trasparenza delle ali delle libellule, la bellezza dei dolci giapponesi nel variare delle stagioni, il rosa pallido dei ciliegi lungo il fiume, la gioia di quando si sta per mangiare qualcosa di buono, il batticuore prima di partire per un viaggio.... tutte queste cose ci venissero strappate via, e che quella notte non sarebbe mai più finita!

inviato il 30/12/2012
Nei segnalibri di:

LA LUCE CHE C'è DENTRO LE PERSONE

immagine copertina
Banana Yoshimoto
LA LUCE CHE C'è DENTRO LE PERSONE
Feltrinelli
10 righe da pagina 15:

"Dentro di te, Mitsuyo, si vede una cosa che è tonda, bella, triste. Mi fa pensare a una lucciola" mi disse una volta Makoto. "E' una cosa che c'è sempre?" chiesi. "No, solo quando stiamo in silenzio. Vederla mi piace tantissimo". Rimasi un pochino delusa che non mi avesse detto che ho un viso carino, ma quelle parole mi resero felice lo stesso, come fossero state una dichiarazione d'amore. Perchè capii che quando Mikoto mi guardava, come spesso faceva, con quelle sue sopracciglia folte unite in un'unica linea dritta, con quei suoi occhioni trasparenti e l'aria estasiata, stava ammirando quella specie di luce della mia anima.

inviato il 30/12/2012
Nei segnalibri di:

Medea - Ippolito

immagine copertina
Euripide
Medea - Ippolito
Tradotto da Raffaele Cantarella
Mondadori 1990
10 righe da pagina 59:

Medea - Figli, figli miei, venite qui, uscite fuori di casa! Abbracciate e salutate con me vostro padre e dimenticate, insieme con vostra madre, il rancore di un tempo verso le persone care. Ci siamo riconciliati e l'ira è caduta. Stringetegli la destra! Ahi, ma perché penso a sventure ignote? Figli, vivrete ancora per molto tempo, tendendo così le care braccia? Ahi, me misera, come sono facile al pianto e piena di paura! Componendo finalmente questa contesa con vostro padre, il mio viso è tutto molle di lacrime.

inviato il 12/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Cia Ale,ho letto il tuo saluto,ricambio con tutta la gioia di ritrovare,l'amicizia virtuale e soprattutto letturale,ciao ,naty

ciao Elena un abbraccio a te :)

Un abbraccio con tanto affetto Ale e a tutti gli amici di 10 righe perché mi ricordate sempre i veri valori e dirvi che quest'anno sono molto migliorata caratterialmente, cercando di non arrabbiarmi più.
Grazie per avermi fatto tornare :)

perché le righe su de amicis mi hanno riportato a un tempo andato che non sto a dirti ed è un modo per ringraziarti :)

Ma Ale! Hai vinto tu perché devi privartene?

grazie a tutti ed allo staff :) regalo il libro ad Elena Turtle per la bella citazione da De Amicis :) ciao

Brava Ale

e hai pure vinto il giuoco domenicale, a te un libro incentivo :)
http://scrivi.10righedailibri.it/medea-ippolito

grazie ^_^

Alessandra abbiamo condiviso le tue 10 righe sui social : )

IL LIBRO CHE NON HO ANCORA SCRITTO

immagine copertina
Lisa Bencivenni
IL LIBRO CHE NON HO ANCORA SCRITTO
Olivia Spaghetti
10 righe da pagina 93:

prendimi sul tavolo ancora apparecchiato fra i rimasugli del pranzo, prendimi per terra mentre sono intenta a passare lo straccio sul pavimento, prendimi su una poltrona mentre fuori si fa sera e la pioggia bussa sui vetri della finestra, o fra le lenzuola gonfie di luce del primo mattino, prendimi dove e quanto ti pare ma, te ne prego, non prendermi mai sul serio.

inviato il 31/05/2013
Nei segnalibri di:

Apnea

immagine copertina
Lorenzo Amurri
Apnea
Fandago Libri 2013
10 righe da pagina 210:

Si pensa sempre di avere a disposizione tutto il il tempo che si vuole, che si possano posticipare tante cose: prima o poi si faranno. Ed è giusto che sia così, altrimenti non ci sarebbe vita, non esisterebbe libertà. Ma ora è cambiato tutto, pagherei qualunque cifra per avere l'opportunità di rivivere in modo diverso molti spezzoni di vita, per ritrovarmi in situazioni passate e scegliere una strada differente. Non per evitare l'incidente, non si può evitare l'inevitabile, ma per dare più qualità a momenti che non sembravano importanti.Si pensa sempre di avere a disposizione tutto il tempo che si vuole, che si possano posticipare tante cose: prima o poi si faranno. Ed è giusto che sia così, altrimenti non ci sarebbe vita, non esisterebbe libertà. Ma ora è cambiato tutto, pagherei qualunque cifra per avere l'opportunità di rivivere in modo diverso molti spezzoni di vita, per ritrovarmi in situazioni passate e scegliere una strada differente. Non per evitare l'incidente, non si può evitare l'inevitabile, ma per dare più qualità a momenti che non sembravano importanti.

inviato il 13/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Sì ho visto grazie :))

Francesca abbiamo condiviso nella pagina facebook :)

Grazie :))

Ciao Francesca
hai vinto il premio settimanale delle 10 righe più segnalibrate.
Lunedì prossimo dovrai inviare il tuo indirizzo a libroincentivo@10righedailibri.it.
Quando mandi la mail, ricorda di scrivere la motivazione dell'assegnazione del premio alle righe preferite che dovrai scegliere tra le 10 righe postate in questa settimana, da oggi a domenica 26 Maggio.
Complimenti!!! :)

L'ultimo giorno

immagine copertina
Glenn Cooper
L'ultimo giorno
Tradotto da Elena Cantoni
Casa editrice nord 2012
10 righe da pagina 290:

"Prima della bliss, avrei detto la stessa cosa. Ma quell'esperienza ti trasforma... non lo pensi anche tu? Io non riesco nemmeno a ricordare come mi sentissi, prima. Ascolto la parola 'morte' e mi suona come 'liberazione'. Tu dici 'Medioevo' e io penso 'Illuminismo'. Un'era governata dalla bliss sarà senz'altro più primitiva dal punto di vista tecnologico, ma non torneranno i secoli bui. Vivremo esistenze frugali, morali, supereremo le incomprensioni sciocche, gli scontri gratuiti, per prepararci al nostro inevitabile destino: la vita eterna nella grazia di Dio."

inviato il 10/04/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!!!

Debora benvenuta :))

Il mondo è ingiusto

immagine copertina
Oscar Niemeyer
Il mondo è ingiusto
A. MONDADORI
10 righe da pagina 35:

104 anni
Quando mi guardo alle spalle penso che il mondo è perverso e la vita non è uno scherzo.
La vita è breve, dura il tempo di un attimo.
Quanto più si vive, più grande è la sofferenza cui si va incontro. Non appena si comincia a prendere una direzione, a maturare, già arriva il momento di dire addio alla famiglia, agli amici.
Penso che la vita è, in definitiva, un'esperienza che si vive contro il male, contrastando il male.
Come si fa? Fissando una serie di principi.
Nel mio caso, la battaglia per ciò che ho sempre ritenuto giusto: l'uguaglianza. Proprio perchè la sofferenza degli altri è anche la nostra e noi siamo parte del mondo. In tutti i casi, il risultato è sempre lo stesso: alla fine si sparisce. La vita è un soffio. Per questo bisogna imparare ad attraversarla in modo decente

inviato il 09/04/2013
Nei segnalibri di:

A piedi nudi nell'erba

immagine copertina
Susan Mallery
A piedi nudi nell'erba
Tradotto da Elisabetta Lavarello
Harlequin Mondadori 2012
10 righe da pagina 186:

Carly indicò un fascio di fogli. “Ho esaminato l’inventario e ho segnato quello che si vende bene e quello che è una causa persa.”
“C’è una colonna per gli orrori? Perché c’è un sacco di roba orripilante, qui.”
“Fammi indovinare. Detesti tutto quello che ha sopra delle margherite.”
“Tanto per cominciare. Almeno le more sostengono l’economia dell’isola.”
“Le margherite sono graziose.”
“Le more si mangiano.”
“Le cose hanno un valore solo se sono commestibili? Questo mette in brutta luce la locale squadra di baseball.”
Michelle rise. “Un paio di giocatori sono abbastanza carini da essere mangiati di baci. Conta, questo?”
“Dovrebbe.” Carly tornò a concentrarsi sui fogli.

inviato il 25/03/2013
Nei segnalibri di:

La luna è il nostro sole

immagine copertina
Nuran David Calis
La luna è il nostro sole
Tradotto da Antonio Marinelli
L'Asino D'oro 2012
10 righe da pagina 13:

Tornerò indietro e troverò il modo di inserirmi. Mi anniderò come un parassita. In una società che non mi sono scelto. Sarò un eroe, se in me la gente vorrà vedere un eroe. Un modello se è quello che vorranno. Un essere repellente, se così deve essere. Sarò il diavolo se in me vorranno vedere il diavolo. Creerò rotture, aggregherò. Supererò confini e traccerò confini. Farò il bravo ragazzo, farò il cattivo ragazzo. Cambierò nome e data di nascita, per corrispondere all'immagine che vorranno avere di me. Non starò sottoterra senza lapide e ridotto in un mucchietto di cenere. In una terra nella quale non voglio stare. Non voglio vivere sperando che qualcuno mi dica qual è il posto migliore al quale appartengo.

inviato il 24/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie!!! che bello!!! Grazie a tutti!!! <3

Ciao Ale
hai vinto il premio settimanale delle 10 righe più segnalibrate.
Lunedì prossimo dovrai inviare il tuo indirizzo a libroincentivo@10righedailibri.it.
Quando mandi la mail, ricorda di scrivere la motivazione dell'assegnazione del premio alle righe preferite che dovrai scegliere tra le 10 righe postate in questa settimana, da lunedì 27 maggio a domenica 2 giugno.
Complimenti!!! :)

grazie!

Anche a me è arrivato lo stesso libro e oggi mi è arrivato l'ultimo di All'ora un libro dell'edizione Ambiente. Appena lo avrò letto pubblicherò le mie righe :)

Ale abbiamo inoltrato i tuoi ringraziamenti all'editore via Twitter :)

Ringrazio L'Asido d'oro per avermi regalato questo splendido libro!

Cosima

immagine copertina
Grazia Deledda
Cosima
Fratelli Treves Editori 2002
10 righe da pagina 25:

Il mare: il grande mistero, la landa di cespugli azzurri, con a riva una siepe di biancospini fioriti; il deserto che la rondine sognava di trasvolare verso le meravigliose regioni del Continente. Se non altro ella avrebbe voluto restare lì sullo spalto dei macigni, come la castellana nel solitario maniero, a guardare l'orizzonte in attesa che una vela vi apparisse con i segni della speranza, o sulla riva balzasse, vestito dei colori del mare, il Principe dell'amore. Le grida dei giovani nella radura la richiamavano alla realtà: si udivano anche i fischi dei pastori che radunavano il gregge, e ogni voce, ogni suono vibrava nel grande silenzio con un'eco limpida come in una casa di cristallo. Il sole calava dalla parte opposta, sopra le montagne di là della pianura, e già le capre, ancora arrampicate sulle vette, avevano gli occhi rossi come quelli dei falchi.

inviato il 17/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo a Passi sardi su http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi

Il paese delle nevi

immagine copertina
Yasunari Kawabata
Il paese delle nevi
Tradotto da Luca Lamberti
Einaudi 2002
10 righe da pagina 57:

Come una calda luce Komako penetrò nella vuota disperazione che aveva assalito Shimamura.
C'era una riunione all'albergo per discutere i progetti della stagione sciistica. Ella era stata chiamata per la festa che sarebbe seguita. Infilò le mani nel kotaksu, quindi si sollevò rapidamente e strofinò la guancia di Shimamura.
- Siete pallido questa sera. E' molto strano- . Afferrò la morbida carne della guancia come se avesse voluto strapparla.- Però di noi due non siete voi il più sciocco.

inviato il 22/03/2013
Nei segnalibri di:

Premio Campiello Opera Prima - Cate, io

immagine copertina
Patti Puggioni
Premio Campiello Opera Prima - Cate, io
Notizie Evidenzialibri 2013

Il libro Cate, io di Matteo Cellini, Fazi Editore, ha vinto il Premio Campiello Opera prima!

Cate, io
Ecco la motivazione della giuria per la scelta dell’Opera Prima. “Opera di forte maturità e di elegante felicità stilistica, Cate, Io di Matteo Cellini (Fazi editore) racconta con leggerezza la condizione sofferente propria di chi, diciottenne e smisuratamente obesa, si trova a fare i conti non solo con se stessa e il proprio fisico, ma anche con una famiglia di autentici “eroi della dismisura”. Il racconto si sviluppa nel segno d’una tenera, amabile, sorridente autoironia proprio grazie allo spirito combattivo di Cate, tanto da farne quasi uno “stile di sopravvivenza”.

Potete leggere
- le prime 23 pagine sul sito 10 Righe dai libri http://www.10righedailibri.it/prime-pagine/cate-io
- l'articolo completo con l'elenco libri in cinquina Campiello 2013
http://www.evidenzialibri.it/premio-campiello-2013-cate-io-di-matteo-cel...

inviato il 31/05/2013
Nei segnalibri di:

Caro libro, grazie!

Caro libro, grazie! 6 years 21 settimane fa

Caro libro grazie per tutte le volte che a notte fonda mi fai sghignazzare, sognare, volare con la fantasia. E anche per quando mi consoli se le persone deludono, tu no, sei lì come una certezza, eppure ogni volta diverso e ricco di nuove prospettive. E grazie anche per quando unisci le persone grazie alla condivisione delle tue frasi, pagine, parole.

Una porta di libri

Una porta di libri 6 years 21 settimane fa

Lettera a un bambino che è nato
Raffaella Clementi
Imprimatur Editore

Caduto fuori dal tempo

Caduto fuori dal tempo 6 years 21 settimane fa

grazie mille, non avevo mai vinto prima!:-)

Righe notturne

Righe notturne 6 years 21 settimane fa

Venivamo tutte per mare

Venivamo tutte per mare 6 years 21 settimane fa

Partecipo a Righe notturne

Allora un libro - gioco libri incentivo

Allora un libro - gioco libri incentivo 6 years 21 settimane fa

Partecipo con l'autrice Sara Rattaro, Un uso qualunque di te: http://scrivi.10righedailibri.it/un-uso-qualunque-di-te-7

Allora un libro - gioco libri incentivo 6 years 21 settimane fa

Partecipo con "Lettera a un bambino che è nato", la parola è AMORE:
http://scrivi.10righedailibri.it/lettera-un-bambino-che-%C3%A8-nato

Allora un libro - gioco libri incentivo 6 years 21 settimane fa

Partecipo con "Venivamo tutte per mare", la parola è ANIMA:
http://scrivi.10righedailibri.it/venivamo-tutte-mare

Un uso qualunque di te

Un uso qualunque di te 6 years 21 settimane fa

Lettera a un bambino che è nato

Lettera a un bambino che è nato 6 years 21 settimane fa

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy