Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di tiffany.77

VENTIDUE ANNI DI INCONTRI CON GIOVANNI PAOLO II

immagine copertina
ALESSANDRO RIGI LUPERTI
VENTIDUE ANNI DI INCONTRI CON GIOVANNI PAOLO II
FONDAZIONE ALESSANDRO RIGI LUPERTI 2016
10 righe da pagina 19:

Dopo il concerto il Papa ringrazia dall'alto del tronetto gli orchestrali sistemati nel presbiterio sulla sinistra, coperti quindi dalla mensa, dall'ambone, dalla croce da terra e dal portacero, poi va all'altare, si inginocchia e prega. Prima di scendere fra la folla, fermando il corteo, traversa il presbiterio, viene da me, mi abbraccia e mi bacia in fronte: " Ti sei dimagrito, come mai? Lo so, la vita è dura. Bisogna prenderla in allegria. San Francesco era allegro: i Santi tristi sono tristi Santi!"

inviato il 31/05/2017
Nei segnalibri di:

Miei pensieri di varia umanità

immagine copertina
Giovanni Pascoli
Miei pensieri di varia umanità
NICOLA ZANICHELLI BOLOGNA (A. Cacciari) 2013
10 righe da pagina 199:

La pietà vuole entrare, dove le era precluso l'adito: oltrepassale gabbie di ferro, tenta le massiccie porte del carcere, sulla cui soglia sta la giustizia in armi. «Sono vittime anch'essi, i tuoi rei, ogiustizia, come le loro vittime. Portano la pena di questo movimento intimo. che ha scossi i nervi dell'antico bruto, che ha insegnato
a lui spasimi e dolcezze nuove, che gli ha appreso a ridere e a piangere! È un disordine nell'anima di tutti: le fibre del cervello non hanno più in alcuno quella loro primitiva regolarità. Il sentimento, cosa nuova, porta come il suo bene, così il suo male. Non essere così ragionevole, o giustizia. Perdona più che puoi». - Più
che posso? - Ella dice di non potere affatto. Se gli uomini, ella soggiunge, fossero a tal grado di moralità da sentire veramente quell'orrore al delitto, che tu dici, si potrebbe lasciare che il delitto fosse pena a sè stesso, senza bisogno di mannaie e catene, di morte o mortificazione. Ma...
Ma non vede dunque la giustizia
che quest'orrore al delitto gli uomini lo mostrano appunto già assai,
quando abominano, in palese o nel

inviato il 15/03/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Giovanni Pascoli nacque a San Mauro di Romagna, 31 dicembre 1855.

la strda di casa

immagine copertina
sejal badani
la strda di casa
Tradotto da Ombretta Giumelli
Baldini & Castoldi 2016
10 righe da pagina 58:

E' stato un errore tornare. Nono c'è posto per me qui. Speravo che le cose fossero cambiate. Che con lui in coma, potessi finalmente trovare casa. Ma non c'è nessuna casa per me. Solo i ricordi di una ferita che non potrà mai guarire. La conversazione avuta con mamma mi brucia ancora. Non è cambiata e non cambierà mai.

inviato il 03/01/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Tiffany, abbiamo inviato i tuoi ringraziamenti all'editore :)

Ringrazio lo Staff 10 righe e la casa editrice Baldini & Casoldi per il libro incentivo. Molto gradito, GRAZIE :-)

Girl Runner

immagine copertina
Carrie Snyder
Girl Runner
Tradotto da Gioia Guerzoni
Sonzogno 2016
10 righe da pagina 101:

Ha fatto così piano che non l'ho sentita, o forse sono scivolata così a fondo dentro la mia testa che ho perso il senso di quello che mi circonda. Mi succede, a volte. A volte mi spavento quando qualcuno mi chiama - un insegnante, una sorella, o mia madre - come se fossi scivolata in un sogno, lontano, anche se non riesco mai a capire dove.

inviato il 21/11/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie, abbiamo inoltratato i tuoi ringraziamenti all'editore Sonzogno :)

Scusate 2016

Anno di pubblicazione?

Grazie alla casa Editrice Sonzogno per il libro incentivo :-)

Traduzione di: Gioia Guerzoni.

Povera gente

immagine copertina
Fedor Dostoevskij
Povera gente
Tradotto da E. Perego
Biblioteca universale Rizzoli BUR 2007
10 righe da pagina 144:

Ma il bel mattino di oggi, fresco, limpido, radioso, come di rado ce ne dà il nostro autunno, mi ha rianimata. Ecco l’autunno, ho esclamato con gioia. Come amavo l’autunno in campagna! Ero una bambina, ma già sentivo molto. La sera autunnale mi piaceva più della mattina. A due passi da casa, alle falde della collina, c’era un laghetto. Mi pare ancora di rivederlo: largo, levigato, lucido come un cristallo. Se la serata era calma, era calmo anche il lago. Sugli alberi delle rive non si muoveva una foglia, l’acqua era immobile come uno specchio. Che bell'aria fresca, frizzante! La brina cadeva sull'erba, qua e là per le capanne brillava un fuoco, le greggi tornavano. Allora io cheta cheta sgusciavo fuori di casa, correvo al mio lago e me nestavo incantata a contemplarlo.

inviato il 16/11/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Anche nel mio libro descrivo l'autunno... sono belle queste tue righe.

Ciao Tiffany sei vincitrice 10righe scelte dalla redazione del mese di novembre per te un libro incentivo. Manda i tuoi dati all'indirizzo: libroincentivo@10righedailibri.it

Grazie

Ciao Tiffany, sei nella classifica finale del mese di novembre.10righe scelte dalla redazione.

Fëdor Michajlovič Dostoevskij Mosca, 11 novembre 1821.

Pagine sparse

immagine copertina
Edmondo De Amicis
Pagine sparse
Nabu Press 2010
10 righe da pagina 37:

Dopo le prime lotte e le prime gioie, vengono i primi sconforti. Come nella mente del dotto una nozione chiama l'altra, e per poco che rimugini ne mette sottosopra una folla, ch'egli si fa sfilare dinanzi colla compiacenza d'un generale che passa in rassegna un esercito, o d'un avaro che conta le sue ricchezze; così nella mente di chi comincia a studiare una lacuna mette in un'altra lacuna, e il povero esaminatore di sè stesso, dopo aver molto errato nel vuoto, prova un sentimento di solitudine, che gli precide il coraggio e le forze. Da un dubbio di lingua a un dubbio di storia, da un dubbio di storia a uno di geografia, da uno di geografia a uno di fisica, e son tutte cose elementari, essenziali, necessarie, tali che, sebbene dalla maggior parte si ignorino, pare nondimeno così vergognoso l'ignorarle che s'è convenuto fra tutti di fingere reciprocamente di saperle. E allora, in quell'affollamento di stupori e di vergogne, lo assale una smania dolorosa di colmare quei vuoti; e tira giù libri.

inviato il 19/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Edmondo De Amicis nato a Oneglia, 21 ottobre 1846.

I dolori del giovane Werther

immagine copertina
Johann Wolfgang Goethe
I dolori del giovane Werther
Tradotto da A. Busi
Garzanti 2008
10 righe da pagina 85:

Io non posso concepire come l'umanità abbia tanto poco senno da prostituirsi in questo
modo! Invece io osservo ogni giorno che si ha torto di giudicare gli altri da se stessi. E poiché ho tanto da fare nel
pensare a me stesso e questo mio cuore è così turbinoso, lascio volentieri che gli altri seguano la loro strada purché
mi lascino seguire la mia.

inviato il 07/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Salve Staff, scelgo queste righe.
http://scrivi.10righedailibri.it/la-natura-esposta

Grazie :-)

Ciao Tiffany, sei nella finale settimanale del mese di settembre. Ricordati di scegliere le 10 righe che più ti piacciono, partendo da oggi 12 settembre a domenica 18. Riportando qui nei commenti l link. Grazie.

La fattoria degli animali

immagine copertina
George Orwell
La fattoria degli animali
Tradotto da Guido Bulla
Classici Moderni Oscar Mondadori 2015
10 righe da pagina 27:

I corsi di lettura e scrittura riscossero invece un grande successo. In autunno, quasi tutti gli animali della fattoria erano, chi più chi meno, alfabetizzati. In quanto ai maiali, sapevano già leggere e scrivere alla perfezione. I cani impararono a leggere piuttosto bene, ma l'unica lettura a cui erano interessati era quella dei sette comandamenti. Muriel, la capirà, era un po' più brava dei cani e talvolta, di sera, leggeva agli altri qualche brano dai pezzetti di giornale trovati nel mucchio della spazzatura.

inviato il 13/06/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!

GRAZIE... Provvedo immediatamente.
http://scrivi.10righedailibri.it/i-templari

Ciao Tiffany, per te un libro incentivo per la classifica settimanale del mese di giugno. Invia i tuoi dati a libroincentivo@10righedailibri.it. Ricordati anche di comunicare il libro date scelto. Grazie.

Ciao Tiffany, sei nella classifica finale di giugno, ricordati di scegliere le 10 righe che più ti piacciono partendo da oggi 20 giugno a domenica26 giugno, riportando qui nei comenti il link. Grazie. :-)

Dati i tempi grigi in cui viviamo, la scelta di Orwell è azzeccatissima. Complimenti!

il diario di una tata

immagine copertina
∞ mclaughlin & nicola kraus
il diario di una tata
Tradotto da roberta zuppet
rizzoli 2002
10 righe da pagina 172:

Tutti i membri della famiglia e i domestici sentivano che la loro convivenza non aveva più senso e che persone riunite dal caso in una locanda qualsiasi erano più legate fra loro che non essi, familiari e domestici degli Oblònskij. La moglie non usciva dalle sue stanze; il marito non era in casa da più di due giorni. I bambini correvano abbandonati nella casa.

inviato il 18/02/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Testo tratto da Anna Karenina.

Ti aspettavo

immagine copertina
J.Lynn
Ti aspettavo
Tradotto da Ilaria Katerinov
Casa editrice nord 2013
10 righe da pagina 167:

Mi sfiorò le labbra con un pollice, e d'un tratto con un sussulto mi resi conto di quanto fossimo vicini. Strano, pensai. Avrei voluto dire qualcosa per cancellare quella serata, ma non avevo necessariamente bisogno di parole. Un tocco, un solo sguardo bastava. Non pensavo a nient'altro che a lui, in quel momento. Non mi ero ami sentita così libera.

inviato il 09/09/2014
Nei segnalibri di:

LA CASA IN COLLINA

immagine copertina
CESARE PAVESE
LA CASA IN COLLINA
Einaudi 2005
10 righe da pagina 4:

La guerra mi tolse soltanto l'estremo scrupolo di starmene solo, di mangiarmi da solo gli anni e il cuore, e un bel giorno mi accorsi che Belbo, il grosso cane, era l'ultimo confidente sincero che mi restava.
Con la guerra divenne legittimo chiudersi in sé, vivere alla giornata, non rimpiangere più le occasioni perdute. Ma si direbbe che la guerra io l'attendessi da tempo (...). Quella specie di sordo rancore in cui s'era conclusa la mia gioventù, trovò con la guerra una tana e un orizzonte.

inviato il 31/05/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Cesare Pavese nacque a Santo Stefano Belbo il 9 settembre 1908.

Tutto ciò che è solido svanisce nell'aria

immagine copertina
Marshall Berman
Tutto ciò che è solido svanisce nell'aria
Tradotto da Valeria Lalli
Il Mulino 2012
10 righe da pagina 60:

Nelle sue prime incarnazioni, Faust vendeva la propria anima in cambio di determinati beni terreni, chiaramente individuati e universalmente ambiti: denaro, sesso, potere sugli altri, fama e gloria. Il Faust di Goethe confessa invece a Mefistofele che desidera, sì, queste cose, ma non è ad esse in quanto tali che egli realmente aspira. Ciò che questo Faust desidera per sé è piuttosto un processo dinamico capace di inglobare tutti gli aspetti dell'esperienza umana, la gioia non meno della disperazione e di assimilarli, nessuno escluso, nell'espansione illimitata del suo io. Dunque, anche la distruzione dell'io costituirà parte integrante della sua evoluzione.

inviato il 01/06/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!

Ciao Flavia, le tue 10 righe sono state scelte da Voi utenti. Sei nella classifica finale del mese di giugno.

Generazione perduta

immagine copertina
Vera Brittain
Generazione perduta
Tradotto da Roberto De Meo
Giunti 2015
10 righe da pagina 129:

Ritrovarmi di nuovo al college e sentire la preside che, con un’insolita gentilezza, si congratulava con me per la mia “brillante prestazione”, e dunque per aver preparato gli esami di greco in pochissimo tempo, mi risvegliò bruscamente da un sogno facendomi capire che gli esami esistevano ancora e che per qualcuno erano importanti. Così entrai nel corso di preparazione per gli esami e studiai la Ciropedia di Senofonte e la Storia di Roma di Tito Livio con un sentimento di forte indignazione: c’erano già abbastanza guerre al mondo, senza doverle leggere anche in latino. Vivevo la vita reale solo attraverso le lettere di Roland, che cominciai a scrivere appena finito di disfare le valigie.

inviato il 02/06/2017
Nei segnalibri di:

La figlia dello stregone

immagine copertina
Terry Brooks
La figlia dello stregone
Tradotto da Lia Desotgiu
A. MONDADORI 2017
10 righe da pagina 61:

Scopre la verità su se stesso a sei anni. Un momento sta giocando nel cortile davanti a casa come fa quasi ogni giorno, calandosi nella parte di questo o quel personaggio, inventandosi storie e interpretandole, e il successivo si dimena e si contorce come una bestia confinata in una pelle troppo stretta che cerca disperatamente di liberarsi, ma invano. Sente che potrebbe uscire dal proprio corpo come un pulcino da un uovo, spaccandolo per emergere, appena nato, nel mondo. Invece scopre che è il suo corpo a cambiare, a riassemblarsi, a riformarsi, finché non è più un bambino bensì una creatura vagamente lupesca. È diventato ciò che aveva immaginato di essere appena un attimo prima.

inviato il 05/06/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :)

Ciao Giovanni, sei nella finale settimanale di giugno.

Terry Brooks (Sterling, 8 gennaio 1944)

Trame d'assenza

immagine copertina
Davide Uria
Trame d'assenza
Augh! Edizioni 2017
10 righe da pagina 64:

Abbiamo raccolto frammenti di cielo,
regalato al vento
i nostri baci.
Abbiamo abbracciato
stelle e pianeti,
cercato nelle lacrime
i nostri ricordi.
I pensieri, le luci, le parole
ogni cosa è piena di te
ogni cosa ha senso con te.

inviato il 08/06/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!

Benvenuta/o mangiapoesia :)

L' arte di correre

immagine copertina
Haruki Murakami
L' arte di correre
Tradotto da Antonietta Pastore
Einaudi Super ET 2007
10 righe da pagina 18:

Quando corro, semplicemente corro. In teoria nel vuoto. O viceversa, è anche possibile che io corra per raggiungere il vuoto.In quella sospensione spazio-temporale, pensieri goni volta diversi si insinuano naturalmente nel mio cervello. E' naturale, perché nell'animo umano non può esistere il vuoto assoluto

inviato il 08/06/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Davide, sei nella finale settimanale di giugno.

Ricordi di Parigi

immagine copertina
EDMONDO DE AMICIS
Ricordi di Parigi
FRATELLI TREVES EDITORI 1879
10 righe da pagina 15:

Arriviamo finalmente sulla Senna. Che largo e sano respiro! E come è sempre bella questa grande strada azzurra che fugge, riflettendo i colori allegri delle sue mille case galleggianti, fra le due alte rive coronate di colossi di pietra! Davanti e dietro di noi i ponti lunghissimi confondono i loro archi d'ogni forma, e le strisce nere della folla che brulica dietro ai loro parapetti; sotto, i battelli stipati di teste s'inseguono; frotte di gente scendono continuamente dalle gradinate delle rive e fanno ressa agli scali; e la voce confusa della moltitudine si mesce ai canti delle mille donne affollate nei lavatoi, al suono dei corni e delle campanelle, allo strepito delle carrozze dei quais, al lamento del fiume e al mormorio degli alberi delle due rive, agitati da un'arietta vivace che fa sentire la freschezza della campagna e del mare. Anche la Senna lavora per «la gran festa della pace» e par che spieghi più benevolmente dell'usato, in mezzo alle due Parigi che la guardano, la sua maestà regale e materna.

inviato il 09/06/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :-)

Ciao Barbara, sei nella finale di giugno, 10 righe scelte da Voi utenti.

Ciao Barbara, sei nella finale settimanale di Giugno. scegli 10 righe che più ti piacciono partendo da oggi 12 giugno a domenica 18 giugno, riportando qui nei commenti il link.

Edmondo De Amicis nacque a Oneglia, 21 ottobre 1846.

TUTTE LE POESIE

immagine copertina
Salvatore Quasimodo
TUTTE LE POESIE
Mondadori 2010
10 righe da pagina 121:

SPIAGGIA A SANT'ANTIOCO

Nel fiele delle crete,
nel sibilo dei rettili,
il forte buio che sale dalla terra
abitava il tuo cuore.

Tu già dolente al cielo delle rive
ti crescevi crudele il sangue
d'una razza senza legge.

Qui dove dorme verde l'aria
di questi mari in cancrena,
affiora bianco scheletro marino.
E tu senti una povera vertebra umana
consorte a quella che il flutto
logora e il sale.

Fino a che memoria ti sollevi
a sospirati echi
dimenticata è morte:
e la candida immagine sull'alghe
segno è dei celesti

inviato il 19/06/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo a Maturarighe 2014 + http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe-2014

Cenere

immagine copertina
Grazia Deledda
Cenere
Il Maestrale 2007
10 righe da pagina 193:

Era nell'ora che volge il desio ai navaganti e a quelli che stanno per salpare verso ignoti lidi.
Anania è fra questi. Il treno lo trasporta verso il mare; cade una limpida sera d'autunno, grave di melanconia; i dentellati monti della Gallura sfumano nelle lontananze violacee, l'aria odora di brughiere; un ultimo paesetto appare, grigio e nero su uno sfondo di cielo rossastro.
Anania guarda gli strani profili dei monti, il cielo colorato,le macchie, le roccie, e solo il timore di apparire ridicolo agli altri due viaggiatori, un prete e uno studente già suo compagno di scuoa, gli impedisce di piangere.
Eppoi, ormai, egli è un uomo.

inviato il 19/06/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Bene, bene... io ne sono contenta ;-) Grazie Emma per altre belle righe sarde...

la Sardegna ha invaso il campo ! bene

Partecipo a Maturarighe 2014 + http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe-2014

Gandhi. Il risveglio degli umiliati

immagine copertina
Jacques Attali
Gandhi. Il risveglio degli umiliati
Tradotto da Francesca Minutiello
Fazi 2013
10 righe da pagina 11:

Mai la violenza è stata più minacciosa e multiforme di oggi. Mai l’azione e le idee di Mohandas Gandhi (Mohandas Karamcand Gandhi), che l’ha combattuta col sorriso sulle labbra, fino a morirne, sono state più attuali. Ben pochi hanno lasciato una traccia tanto forte nella storia umana, attraversando con dolcezza un secolo di barbarie, tentando di far ragionare i mostri peggiori, facendo del proprio sacrificio un mezzo per condurre gli altri all’introspezione, rivelando che l’umiliazione è il vero motore della Storia, praticando la sola utopia che permette di sperare nella sopravvivenza della specie umana: quella della tolleranza e della nonviolenza. La sua lezione ha cambiato il XX secolo e l’India. Bisognerà recepirla, se vogliamo che l’umanità sopravviva al XXI.

inviato il 19/06/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie mille, che felicità :)

Ciao Giovanni, hai vinto 1 libro incentivo + 1 libro Maturarighe (10 righe scelte dalla redazione) invia i tuoi dati a libroincentivo@10righedailibri.it :)

Partecipo a Maturarighe 2014 + http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe-2014

Il gabbiano Jonathan Livingston

Il gabbiano Jonathan Livingston 3 settimane 6 giorni fa

Bellissimo questo libro, davvero una lettura piacevole...

Miei pensieri di varia umanità

Miei pensieri di varia umanità 14 settimane 5 giorni fa

Giovanni Pascoli nacque a San Mauro di Romagna, 31 dicembre 1855.

la strda di casa

la strda di casa 24 settimane 6 giorni fa

Ringrazio lo Staff 10 righe e la casa editrice Baldini & Casoldi per il libro incentivo. Molto gradito, GRAZIE :-)

Girl Runner

Girl Runner 31 settimane 1 giorno fa

Scusate 2016

Girl Runner 31 settimane 1 giorno fa

Grazie alla casa Editrice Sonzogno per il libro incentivo :-)

Girl Runner 31 settimane 1 giorno fa

Traduzione di: Gioia Guerzoni.

Povera gente

Povera gente 31 settimane 1 giorno fa

Grazie

Siddharta

Siddharta 31 settimane 5 giorni fa

Il libro più bello che abbia mai letto.

I dolori del giovane Werther

I dolori del giovane Werther 40 settimane 1 giorno fa

Salve Staff, scelgo queste righe.
http://scrivi.10righedailibri.it/la-natura-esposta

La Natura Esposta

La Natura Esposta 40 settimane 1 giorno fa

Scelgo queste righe.

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy