Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di fox.smile

Uno, nessuno e centomila

immagine copertina
Luigi Pirandello
Uno, nessuno e centomila
Corriere della Sera

Una realtà non ci fu data e non c'è, ma dobbiamo farcela noi, se vogliamo vivere; e non sarà mai una per tutti, una per sempre, ma di continuo ed infinitamente mutabile.
La facoltà d'illuderci che la realtà di oggi sia la sola vera, se da un canto ci sostiene, dall'altro ci precipita in un vuoto senza fine, perchè la realtà di oggi è destinata a scoprircisi illusione domani. E la vita non conclude. Non può concludere.
Se domani conclude, è finita.

inviato il 02/09/2012
Nei segnalibri di:

Uno, nessuno e centomila

immagine copertina
Luigi Pirandello
Uno, nessuno e centomila
Corriere della Sera

Abbiamo usato, io e voi, la stessa lingua, le stesse parole. Ma che colpa abbiamo, io e voi, se le parole, per sé, sono vuote? Vuote, caro mio.
E voi le riempite del senso vostro, nel dirmele; e io nell'accoglierle, inevitabilmente, le riempio del senso mio.
Abbiamo creduto d'intenderci, ma non ci siamo intesi affatto.

inviato il 28/08/2012
Nei segnalibri di:

Bianca come il latte, rossa come il sangue

immagine copertina
Alessandro D'Avenia
Bianca come il latte, rossa come il sangue
MONDADORI

Prima di uscire do una carezza a Beatrice. Non la sveglio, però desidero che al suo risveglio trovi la mia carezza, lì sulla sua guancia.
Guarisci Beatrice, ho un sogno. E ti ci devo portare con me.

inviato il 24/08/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

segnalibro!

:))

Il dottor Faust

immagine copertina
Christopher Marlowe
Il dottor Faust
Fabbri Editore

Spezzato è il ramo che poteva crescere dritto,
e il lauro d'Apollo è bruciato,
che un giorno crebbe in quest'uomo dotto.
Fausto fu: ricordate la sua fine;
che il savio impari dal suo fato diabolico
ad astenersi dalle cose illecite,
i cui segreti inducono gli ingegni audaci
a fare più di quanto il cielo approva.

inviato il 24/08/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

segnalibro

Il dottor Faust

immagine copertina
Christopher Marlowe
Il dottor Faust
Fabbri Editore

Terzo universitario: eppure Fausto, dovresti appellarti a Dio.
Faust: Dio, che Fausto ha abiurato! Dio, che Fausto ha esecrato! oh mio Dio, vorrei piangere, ma il diavolo mi rispinge le lacrime dentro gli occhi!Sgorghi allora il sangue! Vorrei poter alzare le mani, ma vedete, me le trattengono!
Secondo universitario: chi, Fausto?
Faust: LUcifero e Mefistofele. Ah signori, ho ceduto loro l'anima, in cambio della mia scienza!
Tutti: Dio non voglia!
Fausto: Dio non voleva infatti, ma Fausto l'ha fatto per il vano godimento di ventiquattro anni. Fausto ha perso la gioia e la felicità eterne. Ha steso un contratto col proprio sangue! Il termine è scaduto. Arriverà l'ora, e loro verranno a prendermi!

inviato il 24/08/2012
Nei segnalibri di:

Il dottor Faust

immagine copertina
Christopher Marlowe
Il dottor Faust
Fabbri Editore

Faust: è questo il viso che mosse mille navi
e che diede fuoco alle alte torri d'Ilio?
Fammi immortale con un bacio, Elena.

[la bacia]

Mi succhia l'anima quel bacio, e vola via!
guardala! Vieni Elena, ridammi l'anima.
Qui vivrò, perchè il cielo è in queste labbra,
e ciò che non è Elena, è scoria.
Io sarò Paride, e per il tuo amore,
saccheggeranno non Troia, bensì Wittenberg;
sfiderò quel debole Menelao
coi tuoi colori in cima al mio pennacchio;
io, ferirò Achille nel calcagno
e poi tornerò a Elena per un bacio.
Oh, sei più bella che l'aria della sera,
cinta dalla bellezza di mille stelle.
[...]
Nessun'altra sarà la mia amante!

inviato il 24/08/2012
Nei segnalibri di:

Il dottor Faust

immagine copertina
Christopher Marlowe
Il dottor Faust
Fabbri Editore

Universitario: dottor Fausto, dopo quel nostro discorso sulle belle donne, e su quale era stata la più bella del mondo, siamo giunti alla conclusione che Elena di Grecia fu la più ammirevole donna mai vissuta. Quindi, signor dottore, se foste così gentile da farci il favore di vedere quella gentildonna, ammirata da tutto il mondo, vi saremmo molto riconoscenti.
Faust: signori, poichè so che la vostra amicizia è sincera, e Fausto non rinnega le suppliche di coloro che gli vogliono del bene, vedrete quella greca incomparabile, con la maestosità e la pompa che sfoggiava quando Paride attraversava i mari con lei, e che riportò le spoglie del suo amato a Troia.
Dunque silenzio! ch'è un pericolo parlare.

inviato il 24/08/2012
Nei segnalibri di:

Il dottor Faust

immagine copertina
Christopher Marlowe
Il dottor Faust
Fabbri Editore

Belzebù: e ora, Fausto, puoi domandare ad ognuna di loro nome e disposizione naturale.
Fausto: chi sei tu, la prima?
Superbia: sono la Superbia, troppo orgogliosa per avere genitori. Sono come la pulce di Ovidio; posso introdurmi negli angoli più occulti di una donna; alle volte, come un parrucchino, mi poso sulla sua fronte, o come un ventaglio di piume, bacio le sue labbra; infatti posso.. ma che posso? Puah! Che puzza qui dentro! Non dirò un'altra parola se prima non profumano il pavimento e lo ricoprono di arazzi!

inviato il 24/08/2012
Nei segnalibri di:

Il dottor Faust

immagine copertina
Christopher Marlowe
Il dottor Faust
Fabbri Editore

Faust: Dunque, coraggio, Fausto, sii risoluto:
prova i poteri estremi della magia.
"Mi siano propizi gli dèi dell'Acheronte!
Addio al triplice nume di Geova!
Salve spiriti del fuoco, dell'aria, dell'acqua e della terra!
Principe dell'Oriente Belzebù, monarca dell'inferno ardente, e Demogorgone,
ve chiediamo di fare apparire e sorgere Mefistofele!
Perchè indugi? Per Geova, l'inferno e l'acqua santa che ora spargo,
e il segno della croce che ora faccio, e per le nostre preghiere,
appaia adesso Mefistofele a noi ubbidiente!"

inviato il 23/08/2012
Nei segnalibri di:

L'ombra del vento

immagine copertina
Carlos Ruiz Zafón
L'ombra del vento
Mondadori - Oscar classici

"Davvero non hai letto nessuno di questi libri?" Gli domandò
"i libri sono noiosi."
"I libri sono specchi: riflettono ciò che abbiamo dentro" rispose Juliàn.

inviato il 22/08/2012
Nei segnalibri di:

Tre volte all'alba

immagine copertina
Alessandro Baricco
Tre volte all'alba
Feltrinelli

Guardava quella casa, davanti a sé, e pensava alla misteriosa permanenza delle cose nella corrente mai ferma della vita. Stava pensando che ogni volta, vivendo con loro, si finisce per lasciare su di loro come una mano leggera di vernice, la tinta di certe emozioni destinate a scolorare, sotto il sole, in ricordi.

inviato il 03/09/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Devo leggerlo al più presto!

Tre volte all'alba

immagine copertina
Alessandro Baricco
Tre volte all'alba
Feltrinelli

Allora la donna si voltò verso di lui e vide lo stesso viso di tante altre volte, i denti storti, gli occhi chiari, le labbra da ragazzino, quei capelli sparati in testa. Ci mise un po’ a dire qualcosa. Stava pensando alla misteriosa permanenza dell’amore, nella corrente mai ferma della vita.

inviato il 03/09/2012
Nei segnalibri di:

Madame Bovary

immagine copertina
GUSTAVE FLAUBERT
Madame Bovary
Crescere Edizioni
10 righe da pagina 40:

Tornata a casa, Emma si divertì dapprima a comandare la servitù, ma ben presto la campagna le venne a noia e rimpianse il convento. Quando Charles venne per la prima volta dai Bertaux, si sentiva delusa, senza più nulla da imparare e incapace di nuove emozioni.
Ma il desiderio di qualcosa di diverso, o forse il fatto di sentirsi stuzzicata dalla presenza di quest'uomo, fu sufficiente a indurla a ritenere di trovarsi di fronte a quella meravigliosa passione che, fino ad allora, si era comportata come un grande uccello dalle piume rosa planate nello splendore dei cieli poetici; e adesso non riusciva a credere che la tranquillità nella quale viveva fosse davvero la felicità sognata.

inviato il 01/09/2012
Nei segnalibri di:

Questa è poesia

immagine copertina
Arthur Rimbaud
Questa è poesia
10 righe dai libri

Nelle sere azzurre d'estate, andrò pei sentieri,
punzecchiato dal grano, a pestar l'erba fine:
trasognato, ne sentirò sotto i piedi la freschezza.
Lascerò il vento a bagnarmi il capo nudo.

Non parlerò, non penserò a nulla:
ma l'amore infinito mi salirà nell'anima
e andrò lontano, molto lontano, come uno zingaro,
nella Natura, felice come assieme a una donna.

inviato il 02/09/2012
Nei segnalibri di:

Nicholas Nickleby

immagine copertina
Charles Dickens
Nicholas Nickleby
Oxford
10 righe da pagina 51:

Ralph Nickleby was looking down at his hands all this time. He said nothing. The room was now dark. No one speak, and then suddenly Nickleby got up ad walked quickly out of the room and out of the house. Outside it was a windy night. He went back hime. Inside the large, dark, cold house he tried to imagine the son that he once had, as a little boy, playing on the floor. He tried to imagine the wife that he once had, making dinner for the three of them. But his eyes came back to his house, empty of love, as it really was. Just then, the church bells outside rang midnithg. Nickleby went to the window, and looking up at the bells, he shouted, " Ring, bells! Ring for the coming in of every year that brings this terrible world nearer to its end!"
The next morning they found him with a rope round his neck, hanging dead in his kitchen.

inviato il 29/08/2012
Nei segnalibri di:

Tre volte all'alba

immagine copertina
Alessandro Baricco
Tre volte all'alba
Feltrinelli

-Venga, le ho detto.
-Perché?
-Guardi fuori, è già l'alba.
-E allora?
- È ora che lei torni a casa a dormire.
-Cosa c'entra che ora è, sono mica una bambina.
- Non è questione di ore, è una questione di luce.
- Che cavolo dice?
- È la luce giusta per tornare a casa, è fatta apposta per quello.
- La luce? Non c'è luce migliore per sentirsi puliti. Andiamo.

Si incontreranno per tre volte, ma ogni volta sarà l'unica, e la prima, e l'ultima.

inviato il 29/08/2012
Nei segnalibri di:

Tre volte all'alba

immagine copertina
Alessandro Baricco
Tre volte all'alba
Feltrinelli

Gran parte della gente sogna di ricominciare da capo, e aggiunse che in questo c’era qualcosa di commovente, non di pazzo. Disse che in realtà quasi nessuno, poi, ricomincia da capo davvero, ma non si ha idea di quanto la gente passi a fantasticare di farlo, e spesso proprio mentre è nel bel mezzo dei suoi guai, e della vita che vorrebbe lasciar perdere.

inviato il 29/08/2012
Nei segnalibri di:

Tre volte all'alba

immagine copertina
Alessandro Baricco
Tre volte all'alba
Feltrinelli

Ho capito che non si cambia veramente mai, non c’è modo di cambiare, come si è da piccoli si è tutta la vita, non è per cambiare che si ricomincia da capo.
Si ricomincia da capo per cambiare tavolo, disse.
Si ha sempre questa idea di essere capitati nella partita sbagliata, e che con le nostre carte chissà cosa saremmo riusciti a fare se solo ci sedevamo a un altro tavolo da gioco…

inviato il 29/08/2012
Nei segnalibri di:

Tre volte all'alba

immagine copertina
Alessandro Baricco
Tre volte all'alba
Feltrinelli

Quel che aveva capito, con certezza assoluta, era che vivere senza di lui sarebbe stato, per sempre, la sua occupazione fondamentale, e che da quel momento le cose avrebbero avuto ogni volta un’ombra, per lei, un’ombra in più, perfino nel buio, e forse soprattutto nel buio.

inviato il 29/08/2012
Nei segnalibri di:

Tre volte all'alba

immagine copertina
Alessandro Baricco
Tre volte all'alba
Feltrinelli

Disse che bisognava stare attenti quando si è giovani perché la luce in cui si abita da giovani sarà la luce in cui si vivrà per sempre.Così bisognava stare attenti alla cattiveria perché da giovani sembra un lusso che ti puoi permettere, ma la verità è un’altra, e cioè che la cattiveria è una luce fredda in cui ogni cosa perde colore, e lo perde per sempre.

inviato il 29/08/2012
Nei segnalibri di:

Anna Karenina

Anna Karenina 6 years 51 settimane fa

stupendo

Le ultime lettere di Jacopo Ortis

Le ultime lettere di Jacopo Ortis 7 years 1 week fa

[..] Il mio cadavere almeno non cadrà tra le braccia straniere; il mio nome sarà sommessamente compianto da pochi uomini buoni, compagni delle nostre miserie; e le mie ossa poseranno sulla terra de' miei padri.

Invisible Monsters

Invisible Monsters 7 years 11 settimane fa

Lo stile di Chuck è inconfondibile.

Macbeth

Macbeth 7 years 12 settimane fa

Look like the innocent flower, but be the serpent under't.

Undici Minuti

Undici Minuti 7 years 12 settimane fa

Troppo vero :)

Memorie di una Geisha

Memorie di una Geisha 7 years 16 settimane fa

Uno dei miei preferiti :)

Vita di Galileo

Vita di Galileo 7 years 16 settimane fa

Mito.

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy