Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di dafne

L'Aeroplano del Papa

immagine copertina
Filippo Tommaso Marinetti
L'Aeroplano del Papa
LIBERILIBRI 2007
10 righe da pagina 129:

Che mai vuole da noi quel branco di nubi galoppante
che s'avventa contro la luna?
Con un lungo sospiro, con un lungo riflesso melodico,
la luna le dissolve già....
Nulla resiste alla sua triste tenerezza,
sorella della tua! Nulla resiste,
tranne questo corvo di velluto nero che io fo dondolare
come un giocattolo....
La luna beve a lunghi sorsi
le più lontane ombre dell'orizzonte....
Non vedi? Quel tenebroso profilo di città merlata,
oscilla lontano
come uno scenario di teatro e dilegua
filando via, sospeso a fili di ferro invisibili,
miracolosamente....
Non tremare! Il silenzio è tanto grande
e quelle tre nubi d'argento sono tanto vive
e tanto attente,
che stanno per cantare
con la loro più bella voce di cristallo....
È la tua voce, che sento
tinnire dolcemente?

inviato il 15/03/2017
Nei segnalibri di:

NORWEGIAN WOOD TOKYO BLUES

immagine copertina
Haruki Murakami
NORWEGIAN WOOD TOKYO BLUES
Tradotto da Giorgio Amitrano
Einaudi Super ET 2006
10 righe da pagina 349:

Non c'è verità, sincerità, forza, dolcezza che ci possa guarire da una sofferenza del genere. L'unica cosa che possiamo fare è superare la sofferenza attraverso la sofferenza, possibilmente cercando di trarne qualche insegnamento, pur sapendo che questo insegnamento non ci sarà di nessun aiuto la prossima volta che la sofferenza ci colpirà all'improvviso.

inviato il 27/02/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

http://scrivi.10righedailibri.it/lultima-melodia
scelgo queste 10 righe.

Ciao Dafne, sei nella finale settimanale di marzo, ricordati di scegliere 10 righe che più ti piacciono partendo da oggi 6 marzo a domenica 12 marzo.

Il quadrato magico. Un mistero che dura da duemila anni

immagine copertina
Rino Cammilleri
Il quadrato magico. Un mistero che dura da duemila anni
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli 2004
10 righe da pagina 112:

L'attività vulcanica fu pressochè continua fino al 1644, tanto da ripristinare il cono vulcanico. Da allora, il Vesuvio non ha praticamente cessato la sua attività, con periodi di riposo di sette anni di media. Negli ultimi secoli Torre del Greco è stata investita dalla lava ben quattro volte. Ma è dal 1944 che tutto tace. Eppure, fu solo la terrificante eruzione del 79 d.C. a scolpirsi nell'immaginario collettivo come uno dei più tremendi disastri della civiltà.

inviato il 25/01/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Dafne, sei nella classifica finale di Gennaio.10 righe scelte dalla redazione.

Rino Cammilleri (Cianciana, 2 novembre 1950)

i 500

immagine copertina
MATTEW QUIRK
i 500
Tradotto da STEFANO BORTOLUSSI
Sperling & Kupfer 2012
10 righe da pagina 251:

Viviamo tempi abietti. Giocare duro non mi è mai particolarmente piaciuto. Ma ormai sono poche le cose che fanno inorridire la gente, e ciò ci costringe a forzare la mano, a usare altri sistemi irritare i nostri obiettivi.

inviato il 09/02/2015
Nei segnalibri di:

Canne al vento

immagine copertina
Grazia Deledda
Canne al vento
A. Mondadori
10 righe da pagina 211:

La nebbia si diradava, apparivano profili di boschi neri sull'azzurro pallido dell'orizzonte;
poi tutto fu sereno, come se mani invisibili tirassero di qua e di là i veli del mal tempo,
e un grande arcobaleno di sette vivi colori e un altro piú piccolo e piú scialbo s'incurvarono
sul paesaggio. La primavera nuorese sorrise allora al povero Efix seduto sulla porta della
Chiesetta.

inviato il 05/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

2001

Ciao Dafne... Anno di pubblicazione? Grazie :)

Partecipo a Passi Sardi http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

LA LUCE SUGLI OCEANI

immagine copertina
M. L. Stedman
LA LUCE SUGLI OCEANI
Tradotto da Alba Mantovani
Garzanti Libri (collana Narratori moderni) 2012
10 righe da pagina 64:

Vorrei che anche tu potessi vedere l'alba e il tramonto da qui. E le stelle: la notte il cielo è affollato di stelle, e osservare le costellazioni che lo attraversano è un po' come guardare le lancette dell'orologio. E' un conforto sapere che ci saranno, per quanto la giornata sia stata brutta, per quanto le cose possano andare male. Quando ero in Francia, questo pensiero mi aiutava, mi faceva vedere le situazioni in prospettiva. Le stelle esistevano già prima che ci fossero gli uomini e non hanno mai smesso di brillare, indifferenti a ciò che accade. Penso alla luce del faro negli stessi termini: come a un frammento di stella caduto sulla terra, che risplende senza preoccuparsi di ciò che lo circonda. D'estate e d'inverno, nella tempesta e con il tempo buono, si può sempre contare su di lei.

inviato il 14/11/2014
Nei segnalibri di:

NEL TEMPO DI MEZZO

immagine copertina
MARCELLO FOIS
NEL TEMPO DI MEZZO
Einaudi (collana Supercoralli) 2012
10 righe da pagina 252:

Oh non sono mai stato speciale, ho amato le cose che amano tutti: il silenzio mattutino, le lenzuola fresche di bucato... Ho amato di innamorarmi. Ho amato di essere amato. Ho amato di trattenere il pianto e anche di piangere. Mai stato speciale, no.Ho amato il pane fresco e la perfezione di certe forme. Ho amato d'amare.E odiare, qualche volta, certo: non sono speciale. Neanche adesso che è notte fonda.

inviato il 05/11/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Complimenti Dafne! Hai vinto il libro incentivo mensile premio per i Top segnalibri!
Dopo aver scelto le 10 righe da premiare, inviaci il tuo indirizzo a libroincentivo@10righedailibri.it

Ho scelto queste 10 righe grazie :) http://scrivi.10righedailibri.it/angel-0

Grazie :) si mi ricorderò grazie mille

Ciao Dafne D. sei nella finale settimanale di novembre, COMPLIMENTI!!!
Ricordati di scegliere le tue 10righe da oggi a domenica 16 novembre...

LA NAUSEA

immagine copertina
JEAN PAUL SARTRE
LA NAUSEA
Tradotto da B. Fonzi
Einaudi (collana Einaudi tascabili. Scrittori) 2005
10 righe da pagina 175:

Il mondo,questo grosso essere assurdo. Non ci si poteva nemmeno domandare da dove uscisse fuori, tutto questo, né come mai esisteva un mondo invece che niente. Non aveva senso, il mondo era presente dappertutto, davanti, dietro. Non c'era stato niente prima di esso. Niente. Non c'era stato un momento in cui esso avrebbe potuto non esistere. Era appunto questo che m'irritava: senza dubbio non c'era alcuna ragione perché esistesse, questa larva strisciante. Ma non era possibile che non esistesse. Era impensabile: per immaginare il nulla occorreva trovarcisi già, in pieno mondo, da vivo, con gli occhi spalancati, il nulla era solo un'idea nella mia testa, un'idea esistente, fluttuante in quella immensità: quel nulla non era venuto prima dell'esistenza, era un'esistenza come un'altra e apparsa dopo molte altre.

inviato il 28/10/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!

ops vado subito scusate

Ciao Dafne, puoi comunicarci le tue 10 righe postate dal 3 al 9novembre garzie :)

Grazieeeeeeeeeee di cuore a TUTTI :)

LA PASSEGGIATA

immagine copertina
ROBERT WALSER
LA PASSEGGIATA
Tradotto da E. Castellani
Editore Adelphi (collana Piccola biblioteca Adelphi) 1976
10 righe da pagina 71:

La bella, dolce strada maestra splendeva d'azzurro, di bianco, d'oro. Sopra le case dei poveri, dipinte di giallo e soffuse di color rosa, abbracciate con infantile tenerezza dal sole, commozione e incanto volavano simili a immagini d'angeli cadenti dal cielo; tenendosi per mano, amore e povertà si libravano nell'aria profumata. Mi sembrava quasi che qualcuno mi chiamasse per nome, che qualcuno mi baciasse o mi desse pace, che Dio Onnipotente in persona, nostro benigno Signore e padrone, procedesse sulla strada per renderla indicibilmente bella.

inviato il 28/10/2014
Nei segnalibri di:

l'arte di essere saggi

immagine copertina
Lucio Anneo Seneca
l'arte di essere saggi
Tradotto da a cura di Nario Scaffidi Abbate
Newton Compton Editore 2014
10 righe da pagina 53:

Il filosofo Stilpone, interrogato da Demetrio Poliorcete - che aveva conquistato Megara, la sua città - se mai avesse perso qualcosa: "Nulla", rispose, "tutti i miei beni sono con me". Eppure il nemico gli aveva depredato l'intero patrimonio, portato vie le figlie, la sua patria era caduta sotto il dominio straniero, ed ora il re vincitore, attorniato da tutto il suo esercito in armi, lo interroga dall'alto del suo seggio. Ma lui gli tolse la soddisfazione di averlo vinto, gridandogli chiaro in faccia che nonostante la presa della città egli non solo rimaneva invitto ma ne usciva immune da qualsiasi danno, giacchè aveva con sè i beni veri, autentici, su cui nessuno può metter mani. (...) Incerto, infatti, e sfuggevole è il possesso di tutto ciò che ci viene dal di fuori.

inviato il 30/09/2014
Nei segnalibri di:

Il senso della lotta

immagine copertina
Nicola Ravera Rafele
Il senso della lotta
Fandango Libri 2017
10 righe da pagina 244:

Mi ha scritto un sms troppo lungo. L'uso eccedente che fa del mezzo chi ha imparato a usarlo da grande. Diana scrive sempre sms troppo lunghi, e troppo sinceri.
Non ha capito che la proliferazione dei canali di comunicazione ha coinciso con un aumento della neutralità. Sms, WhatsApp, Facebook. Sono spazi disadorni, poco adatti al calore umano, o al dolore umano.
Mi ha scritto:
Mi hai costretta a ricordare, e io non volevo.
E' inutile che ti dica che ho mentito per il tuo bene, lo sai già.
Quando ti è rimasto poco futuro, il passato ti ammazza.

inviato il 06/03/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :))

Ciao Francesca, sei nella finale di marzo, 10 righe scelte dalla redazione.

Shanghai

immagine copertina
Yokomitsu Riichi
Shanghai
Tradotto da Costantino Pes
Atmosphere Libri 2017
10 righe da pagina 31:

Giunta sotto la pensione dove abitava Sanki, Osugi alzò lo sguardo verso le luci spente delle finestre al piano superiore. Era arrivata lì senza nessun obiettivo particolare,solo per guardare un’altra volta il volto dell’uomo. E poi… al pensiero del dopo, non sapeva che fare, a parte piangere. Poggiata al parapetto intonacato, si mise una mano sulla fronte. Accanto a lei pendeva un lampione a gas, tra ossa di maiale e residui di canna da zucchero masticata e sputata. Pareva che non si sarebbe mossa finché il lampione non si fosse spento e la finestra della stanza di Sanki non si fosse aperta.

inviato il 07/03/2017
Nei segnalibri di:

L'arte della cucina sovietica

immagine copertina
Anya von Bremzen
L'arte della cucina sovietica
Tradotto da Duccio Sacchi
Einaudi 2014
10 righe da pagina 7:

A casa, mentre mia madre stendeva beata la mortadella Oscar Mayer sull'alieno pancarré Wonder Bread, io mi struggevo al ricordo delle fragranti pagnotte di segale a lievitazione naturale di Mosca e rimpiangevo l'odoraccio stantio della scadente kolbasa di Cracovia. In quei primi mesi a Philadelphia - ne sono quasi certa - smarrii il senso del gusto. Perché, svuotato di pathos politico, di ospitalità, di quell'aura eroica di indigenza, il cibo sembrava non avere più niente di speciale. Come una lacera orfanella, misuravo a tristi passi l'appartamento ripetendomi le tipiche barzellette sovietiche sul deficit (penuria). «Può tagliarmi un etto di kolbasa?» chiede un uomo in un negozio. «Lei me la porti, che io gliela taglio», risponde la commessa. Oppure: «Perché vuoi lasciare il paese?» «Sono stufo di tutte queste feste, - spiega l'ebreo - Compro la carta igienica, e si fa festa; compro la kolbasa, e daccapo un'altra festa»

inviato il 08/03/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie staff! :)

Benvenuta/o Wearing Purple :)

Bacco in Toscana

immagine copertina
Francesco Redi
Bacco in Toscana
Editore Matini 1999
10 righe da pagina 13:

Arianna idolo mio,
loderò tua chioma bionda,
loderò tua bocca bella,
già s'avanza in me l'ardore,
già mi bolle dentro 'l seno
un veleno
ch'è velen d'almo liquore:
già Gradivo egidarmatocol fanciullo faretrato
infernifoca il mio cuore:
già nel bagno d'un bicchiere,
Arianna idolo amato,
mi vo' far tuo cavaliere,
cavalier sempre bagnato:
per cagion di sì bell'ordine
senza scandalo, o disordine
su nel cielo in gloria immensa
potrò seder col mio gran padre a mensa;
e tu gentil consorte
fatta meco immortal verrai là dove
i numi eccelsi fan corona a Giove.

inviato il 09/03/2017
Nei segnalibri di:

Un viaggio chiamato vita

immagine copertina
Banana Yoshimoto
Un viaggio chiamato vita
Tradotto da Gala Maria Follaco
Universale Economica Feltrinelli 2016
10 righe da pagina 113:

La vita è una sola, e ogni persona è unica. È la cosa più importante di tutte, eppure troppo spesso ce ne dimentichiamo.
Non siamo nati per mangiare, né per guadagnare denaro, né per starcene senza far nulla, né per lasciare eredi, né tantomeno per invecchiare. Non siamo invece venuti al mondo perché dentro di noi brucia la fiamma di una passione? Per fare fino in fondo le cose per cui siamo portati? Non siamo qui, adesso, per amare i nostri cari e creare tanti bei ricordi, e portarli con noi fino a quando moriremo, senza rimpianti?

inviato il 12/03/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Banana Yoshimoto, (Tokyo, 24 luglio 1964)

The danisch girl

immagine copertina
David Ebershoff
The danisch girl
Tradotto da Anna Mioni
Giunti 2016
10 righe da pagina 40:

Successe più di una volta. Greta parlava di Lili a un’amica, ad Anna magari, e il viso di Einar si raggrinziva, quasi avesse dimenticato chi era Lili. Lui e Greta non parlavano mai, dopo, dell’infantile ostinazione con cui fingeva di non capire. Lili chi? Ah, sì, Lili. Mia cugina? Sì, mia cugina, Lili. Il giorno dopo succedeva di nuovo la stessa cosa. Era come se il loro piccolo segreto in realtà fosse solo il piccolo segreto di Greta, come se lei stesse tramando dietro le spalle di Einar. Aveva pensato di discuterne apertamente con lui, ma poi decise di non farlo. Forse aveva paura di ferirlo o di offenderlo con la sua intrusione. O forse la sua più grande paura era che Lili sparisse per sempre, che se ne andasse, col colletto bianco staccabile che svolazzava mentre correva via, lasciandola sola nella Casa delle Vedove.

inviato il 12/03/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

David Ebershoff (Pasadena, 1968)

La figlia femmina

immagine copertina
Anna Giurickovic Dato
La figlia femmina
Fazi Editore 2017
10 righe da pagina 11:

Il corpo di un uomo che sussulta, si muove, crea quel calore che Maria non conosce, che non dovrebbe conoscere. Poi si ferma, si abbandona. Lei non sa perché, non sa cosa accade, ma non ha il coraggio di chiederlo, di domandare alla sua mamma il significato di quella notte. Il papà si aggiusta la tunica e le augura la buonanotte. Non le dà un bacio, questa volta, e se ne va in fretta. La porta si chiude. Per qualche minuto Maria resta immobile. Poi controlla se è tutto a posto, sistema il pigiamino e si rannicchia sul fianco, come un uovo. Accende la lucina e prova a prendere sonno, ora non ha più paura.

inviato il 13/03/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie...

Ho scelto queste 10righe http://scrivi.10righedailibri.it/ortiche

Grazie Staff :)

Cioa Giovanni, sei nella finale di marzo 10 righe scelte da Voi utenti.

Ciao Giovanni, sei nella finale di marzo, 10 righe settimanali. Ricordati di scegliere 10 righe che più ti piacciono partendo da oggi 21 marzo a domenica 26 marzo. Riportando qui nei commenti il link. Grazie.

Una famiglia decaduta

immagine copertina
Nikolaj Leskov
Una famiglia decaduta
Tradotto da Flavia Sigona
Fazi 2013
10 righe da pagina 78:

Un giorno che verso il tramonto s’era recata a far visita a Mar’ja Nikolaevna, Ol’ga Fedotovna si trattenne apposta più a lungo e poi espresse il timore di attraversare sola il poggio dove sostava la notte un gregge di pecore, tenuto a guardia da cani feroci. Lo studente innamorato non osava offrirsi di accompagnarla, ma fu lei stessa a chiederglielo. Il teologo naturalmente acconsentì; […] e si avviò dietro alla sua diletta.

inviato il 14/03/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Nikolaj Leskov (Gorochovo 1831 – San Pietroburgo 1895), scrittore russo.

Ragionevoli dubbi

immagine copertina
Gianrico Carofiglio
Ragionevoli dubbi
Sellerio Editore Palermo 2006
10 righe da pagina 116:

Ogni lavoro ha i suoi punti, i suoi indizi di rottura. Delle crepe sul muro della coscienza da cui capisci - dovresti capire - che bisognerebbe smettere, cambiare, fare altro. Se fosse possibile. Naturalmente quasi mai lo è. E comunque quasi mai si ha il coraggio anche solo di pensarci. Io avevo molti segnali di rottura. Uno di questi era la nausea.

inviato il 14/03/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Gianrico Carofiglio, nato a Bari il 30 maggio del 1961.

Northanger Abbey

immagine copertina
Jane Austen
Northanger Abbey
Collins Classics 2012
10 righe da pagina 64:

And such is your definition of matrimony and dancing. Taken in that light certainly, their resemblance is not striking; but I think I could place them in such a view. You will allow, that in both, man has the advantage of choice, woman only the power of refusal; that in both, it is an engagement between man and woman, formed for the advantage of each; and that when once entered into, they belong exclusively to each other till the moment of its dissolution; that it is their duty, each to endeavour to give the other no cause for wishing that he or she had bestowed themselves elsewhere, and their best interest to keep their own imaginations from wandering towards the perfections of their neighbours, or fancying that they should have been better off with anyone else.

inviato il 15/03/2017
Nei segnalibri di:

NORWEGIAN WOOD TOKYO BLUES

NORWEGIAN WOOD TOKYO BLUES 2 settimane 20 ore fa

L'ultima melodia

L'ultima melodia 2 settimane 21 ore fa

Ciao Staff, scelgo queste 10 righe.

Il quadrato magico. Un mistero che dura da duemila anni

Il quadrato magico. Un mistero che dura da duemila anni 9 settimane 21 ore fa

Rino Cammilleri (Cianciana, 2 novembre 1950)

Canne al vento

Canne al vento 2 years 16 settimane fa

2001

Canne al vento 2 years 16 settimane fa

Passi sardi

Passi sardi 2 years 16 settimane fa

NEL TEMPO DI MEZZO

NEL TEMPO DI MEZZO 2 years 19 settimane fa

Ho scelto queste 10 righe grazie :) http://scrivi.10righedailibri.it/angel-0

Angel

Angel 2 years 19 settimane fa

Scelgo queste righe :) ciao Gwen 1984

LA NAUSEA

LA NAUSEA 2 years 19 settimane fa

Io che amo solo te + La cena di Natale

Io che amo solo te + La cena di Natale 2 years 19 settimane fa

scelgo le righe di Giovanni Pisciottano Staff 10 righe grazie :)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy