Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di giusy blu

Le cinque persone che incontri in cielo

immagine copertina
Mitch Albom
Le cinque persone che incontri in cielo
Tradotto da Adria Tissoni
Rizzoli 2003
10 righe da pagina 33:

Nei racconti sulla vita dopo la morte l'anima fluttua spesso sulla scena dell'addio, indugia
sopra le auto della polizia dopo un incidente o si aggrappa come un ragno ai soffitti delle stanze
d'ospedale. Questo capita a chi riceve una seconda possibilità, a chi, per qualche ragione torna a occupare
il suo posto nel mondo.
Eddie, a quanto pareva, non aveva ricevuto tale possibilità.

inviato il 23/02/2014
Nei segnalibri di:

Harry Potter e il calice di fuoco

immagine copertina
J. K. Rowling
Harry Potter e il calice di fuoco
Salani, 2000
10 righe da pagina 613:

"Il Ministero della Magia" riprese Silente, "non vorrebbe che ve lo dicessi. E' possibile che alcuni dei vostri genitori si scandalizzeranno per ciò che ho fatto: perchè non vogliono credere al ritorno di Voldemort, o perchè sono convinti che non dovrei dirvelo, giovani come siete. E' mia convinzione, tuttavia, che la verità sia generalmente preferibile alle menzogne, e che ogni tentativo di fingere che Cedric sia morto in seguito ad un incidente, o ad un errore da lui commesso, sia un insulto alla sua memoria".
Tutti quanti in sala erano rivolti a Silente, stupefatti e sconvolti...

inviato il 02/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Pardon Giusy, per la 'fretta' non ho notato che ti eri da poco affacciata a questo sito. Benvenuta anche da parte mia.

Benvenuta Giusy :)

Ciao Giusy, dove ti leggo? Dove sono gli altri libri che proponi?

Ho sognato la cioccolata per anni

Trudi Birger
Ho sognato la cioccolata per anni
Tradotto da Maria Luisa Cesa Bianchi
Piemme 2000
10 righe da pagina 13:

Era una mattina soleggiata del luglio 1944. Eravamo rimasti chiusi nei carri ferroviari per tre giorni, senza quasi niente da mangiare. Ma nonostante la fame, la fatica e la paura, nonostante l'umiliazione di essere stata spogliata, di avere un numero tatuato sul braccio, nonostante il terrore causato dalle kapò in divisa, con gli scudisci che sibilavano minacciosamente al loro fianco, il sole e l'aria fresca mi infusero un po' di energia. Ero una ragazzina di sedici anni, magra e fisicamente immatura, ma possedevo ancora, chissà come, una riserva di prorompente vitalità.

inviato il 27/01/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

...le dieci righe della settimana che più mi piacciono sono quelle di Cristina Fanni tratte da "La profezia della curandera"!

Grazie mille!Sono proprio contenta...buone letture a tutti!

Ciao Martina, hai vinto il libro incentivo nella classifica 10 righe più segnalibrate del mese di Gennaio... Complimenti!!!! Inviaci il tuo indirizzo a
libroincentivo@10righedailibri.it
RICORDATI DI COMUNICARCI LE DIECI RIGHE CHE PIù TI PIACCIONO, PARTENDO DA OGGI 2 FEBBRAIO A DOMENICA 08 FEBBRAIO

Purtroppo non c'è un modo semplice e indolore di spiegare l'Olocausto ai bambini, ma se ci fosse...sarebbe questo libro! Assolutamente consigliato...

righe "speciali" , veramente da non dimenticare e quel titolo del libro mitiga in un certo senso la tristezza del testo.

Per non dimenticare, per ricordare...affinchè non accada più!

Diario 1941-1943

immagine copertina
Etty Hillesum
Diario 1941-1943
Tradotto da Chiara Passanti
Adelphi 1985
10 righe da pagina 127:

Una pace futura potrà essere veramente tale solo se prima sarà stata ritrovata da ognuno in se stesso - se ogni uomo si sarà liberato dall'odio contro il prossimo,di qualunque razza o popolo, se avrà superato quest'odio e l'avrà trasformato in qualcosa di diverso, forse alla lunga in amore se non è chiedere troppo.
E' l'unica soluzione possibile.
E così potrei continuare per pagine e pagine.
Quel pezzetto d'eternità che ci portiamo dentro può essere espresso in una parola come in dieci volumoni.
Sono una persona felice e lodo questa vita,la lodo proprio nel nome del Signore 1942, l'ennesimo anno di guerra.

inviato il 27/01/2015
Nei segnalibri di:

il rosso e il nero

immagine copertina
Stendhal
il rosso e il nero
10righedailibri
10 righe da pagina 9:

Frase : da Il rosso e il nero
"Con delizia, ascoltava il vento gemere,
tra i folti rami degli alberi e il rumore di qualche
rara goccia che cominciava a cadere sulle foglie piu' basse".

Nasceva a Grenoble il 23 gennaio 1783

inviato il 23/01/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

L'aforisma l'ho trovato per caso tra i meie che raccolgo...scusate,ciao Satff

Ciao Natalina... traduttore e anno di pubblicazione :)

Una lontana follia

immagine copertina
Kate Morton
Una lontana follia
Tradotto da Alessandra Emma Giagheddu
Sperling & Kupfer 2014
10 righe da pagina 28:

Tutte quelle domande continuarono ad assillarmi finché mi ritrovai davanti alla porta aperta di una libreria. Credo che nei momenti di grande incertezza sia naturale desiderare qualcosa di familiare, e gli alti scaffali stipati di libri mi sembrarono enormemente rassicuranti. L'odore dell'inchiostro e delle rilegature, i granelli di polvere che fluttuavano nei raggi di luce, l'abbraccio di quell'aria calda e silenziosa: lì dentro sentii di potermi rilassare. Adesso il cuore mi batteva a ritmo regolare e i pensieri avevano smesso di vorticare. La libreria era immersa nella penombra e io iniziai a cercare i miei autori preferiti come un insegnante che faceva l'appello. Brontë: presente; Dickens: giustificato; Shelley: una serie di pregevoli edizioni. Non era necessario sfilarli dal loro posto: sapere che c'erano bastava, e mi accontentai di sfiorarli appena con le dita.

inviato il 19/01/2015
Nei segnalibri di:

Frasi libri

immagine copertina
Walter Pater
Frasi libri
10 Righe 2015

I libri sono dei rifugi, una sorta di chiostro
protetto dalle volgarità del mondo.
(Walter Pater)

inviato il 21/01/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

fonte: Bishop Allen Home Tour on Design*Sponge

Il Bunker

immagine copertina
Viviana De Cecco
Il Bunker
ePubblica 2014

Il nemico è dietro di lui. Sente la sua presenza, oscura e ancora invisibile.
Lui si muove rapidamente. Raggiunge la costruzione, infilandosi al suo interno con la stessa fiducia con cui metterebbe piede nella sua camera.
All’interno, lo accoglie la quiete composta dei luoghi abban-donati, l’umido abbraccio del rifugio in cui altri uomini, molto prima di lui, avevano atteso l’arrivo del nemico, appoggiati stancamente alle sue solide mura tondeggianti, chiedendosi se ciò che avrebbero scorto al di fuori avrebbe portato loro la morte, la prigionia o la salvezza.
E quando lui si rannicchia per terra, sotto una delle feritoie della fortificazione, prova la stessa sensazione. Il dubbio e l’incertezza di ciò che si annida nell’oscurità, nel silenzio del mondo esterno che sembra tacere in previsione della battaglia più dura.
Gli sembra quasi di percepire l’eco di assordanti colpi di mitragliatrice, grida d’aiuto mescolate ad una voce indistinta, risorta dal ricordo di quella sera d’estate, quando avevano solo tredici anni, e si erano messi a giocare alla guerra.

inviato il 09/01/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!! Sono molto felice!! Ora invio l'email...

Ciao Viviana, con le tue 10 righe vinci la classifica di gennaio 10 righe scelte dalla redazione. Grazie e Complimenti!!! Inviaci il tuo indirizzo a libroincentivo@10righedailibri.it

Oh grazie!! Sia allo Staff che agli altri lettori che hanno scelto le mie righe! Sono piccole grandi soddisfazioni che mi riempiono di gioia la giornata!! :-)

Ciao Viviana le tue 10 righe sono state scelte dalla redazione sei nella finale di gennaio. Complimenti!!!

Grazie Natalina!! Sono felice che ti piaccia... In effetti, ero sparita da un po' dal sito perché dopo centinaia di libri letti, ho provato a scriverne uno io stessa. Confesso che scrivo e pubblico dal 2008 con piccole case editrici e concorsi letterari nazionali. Ovviamente, questa mia prima prova con il thriller non sarà all'altezza dei grandi maestri del brivido, ma ci ho provato!!
Nel frattempo, spero di ricominciare presto a mettere altre righe (degli altri!!!)
Un caro saluto... :-)

Viviana ...complimenti!!!

La morte è un'opzione accettabile

immagine copertina
Gabriella Grieco
La morte è un'opzione accettabile
Casa Editrice I Sognatori - Lecce 2013
10 righe da pagina 99:

Quarto interludio - Nuova vita per una vecchia casa
Aveva quasi ultimato i preparativi. Le rimaneva solo da decidere della sua casa. Comunque fosse andata a finire l'avventura in cui stava per imbarcarsi, non vi avrebbe mai più fatto ritorno. Eppure non si decideva a venderla.Era stata testimone della sua vita e di quella di suo figlio, almeno fino alla speranza di una nuova famiglia: in una cameretta posta al secondo piano, una culla attendeva ancora l'arrivo di un nipotino che non sarebbe mai nato.Era sempre stata il porto sicuro della sua vita, il luogo dell'abbandono e del riposo.
Quella casa conteneva la sua anima.Poi seppe cosa fare. L'avrebbe venduta alla giovane coppia col bambino che era venuta a vederla quel giorno. Valeva più di quanto le avessero offerto, ma avrebbe accettato. Quella casa meritava altre vite. Vite vere, non i fantasmi di due sposi. E ci sarebbe stato un bimbo in grado di correre per la casa, sporcarla, colorarla. Non una culla vuota.Sì, lasciarla sarebbe stato più facile in quel modo.

inviato il 23/02/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Un giallo che è molto più di un giallo, nel significato che di solito si dà a un libro di questo genere, perché dentro ci trovi la tenacia, il dolore, l'amore oltre il tempo e la vita, la tensione morale, il confine fragile tra giustizia e vendetta, il potere corrotto e la ribellione...un romanzo che ti sorprende a ogni svolta, tanto che la soluzione dell'enigma è solo una delle cose che si ha voglia di capire.

Se ne potrebbe fare un film. Molto bello.

bellissimo e avvincente libro!

Grande Gabriella!

Semplicemente meraviglioso.

@10 Righe dai libri: con piacere! Grazie.

Gabriella benvenuta :) scrivi 10 righe tratte anche dai libri che leggi

ritmo incalzante e misterioso

Il Club Dumas

immagine copertina
Arturo Pérez-Reverte
Il Club Dumas
Tradotto da Ilide Carmignani
Rizzoli 2013
10 righe da pagina 159:

"Ecco perchè rimango in questa casa" proseguì "tra i suoi muri vagano le ombre dei miei libri perduti." Si era fermato davanti al caminetto e guardava il miserabile mucchietto di legna nel focolare. "A volte sento che vengono a esigere riparazione alla mia coscienza...Allora, per placarli, prendo quel violino che vede qui e mi metto a suonare per ore, girando al buio per la casa come un prigioniero..." S'era voltato a guardare Corso, la cui figura spiccava in controluce sopra il vetro sporco della finestra.
"Il bibliofilo errante."

inviato il 17/02/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao!Ho scelto per l'altro libro incentivo le 10 righe di Emma Aquilanti tratte da Pian della Tortilla. Ecco il link: http://scrivi.10righedailibri.it/pian-della-tortilla-1

Ciao Martina,
le tue sono le 10righe più segnalibrate della settimana!
Hai vinto un libro incentivo!

Ricorda di inviarci una mail per confermare il tuo indirizzo e per comunicarci quali saranno le 10righe da te scelte – nella settimana che andrà da oggi a domenica 2 marzo – e che premieremo con un libro incentivo!

Il Profeta

immagine copertina
Kahlil Gibran
Il Profeta
Tradotto da Gian Piero Bona
TEA 1988
10 righe da pagina 87:

Allora domandò una sacerdotessa :Parlaci della Preghiera.
Ed egli rispose, dicendo:
Voi pregate nella disperazione e nel bisogno; pregate piuttosto
nella gioia piena e nei giorni d'abbondanza.
Poiché non è forse la preghiera l'espansione di voi stessi
nell'etere vivente?
Se versate la vostra oscurità nello spazio vi conforta,
una gioia piu' grande è versare la vostra luce.
E se piangete soltanto quando l'anima vi chiama alla preghiera
essa dovrebbe mutare le vostre lagrime fino al sorriso.
Quando pregate v'innalzate e incontrate nell'aria quelli che pregano nel medesimo
istante; voi non potete incontrarli che in preghiera.
Perciò questa visita all'invisibile tempio non sia che un estasi e una dolce comunione...

inviato il 23/02/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

http://scrivi.10righedailibri.it/il-profeta-19 -Righe religiose gioco domenicale 51

Il Mestro e Margherita

immagine copertina
Michail Bulgakov
Il Mestro e Margherita
Tradotto da Milly De Monticelli
Biblioteca universale Rizzoli BUR 2012
10 righe da pagina 49:

-E come mai, tu, vagabondo, al mercato ingannavi il popolo raccontando di una verità di cui non hai nessuna idea? Che cos’è questa verità?
E il procuratore pensò: “O numi! Gli chiedo cose che non servono a niente per il giudizio... La mia mente non mi soccorre più…” Di nuovo gli guizzò davanti una tazza di nero liquido: “Veleno, veleno…”.
E udì di nuovo la voce:-La verità è, prima di tutto, che ti duole la testa, e ti duole così forte che tu pensi vilmente alla morte. Tu non sei in grado non solo di parlare con me, ma fai fatica perfino a guardarmi. […] Non riesci a pensare a niente e sogni solo di avere vicino il tuo cane, l’unico essere a cui sei legato. Ma le tue sofferenze ora finiranno, il male di testa passerà.
[…]
Pilato sollevò gli occhi di martire e li poso sul prigioniero, e vide che il sole era già abbastanza alto sull’ippodromo, e vide un raggio che s’era insinuato fra le colonne strisciare verso i sandali logori di Gesù, che si scostava dal sole.

inviato il 23/02/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al Giuoco domenicale #51: Righe religiose + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-51-righe-religiose

Il ponte sulla Drina, 1960

Il ponte sulla Drina, 1960 6 years 15 settimane fa

segnalibro aggiunto

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy