Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di atlantisorriso

Dai campi alle filande

immagine copertina
Elena De Marchi
Dai campi alle filande
FrancoAngeli Storia
10 righe da pagina 235:

Il valore economico delle donne nella società contadina ottocentesca divenne centrale: da un lato esse erano spesso le uniche in grado di guadagnare del denaro; dall'altro, il loro salario ritornava sempre alla famiglia e veniva amministrato dal pater familias. Nel caso delle filatrici erano spesso i padri o i mariti che riscuotevano lo stipendio delle donne, nel caso delle nutrici invece ritroviamo la figura maschile del "balio", cioè del marito della balia, a prendere accordi con l'Ospedale Maggiore per l'affido di un neonato e ad assumersi la responsabilità legale della tutela anche in caso di morte del bambino.

inviato il 03/05/2012
Nei segnalibri di:

NON TORNERò COL DUBBIO E CON IL VUOTO Lettere senza frontiere

immagine copertina
Medici Senza Frontiere
NON TORNERò COL DUBBIO E CON IL VUOTO Lettere senza frontiere
Il Pensiero Scientifico Editore 2007
10 righe da pagina 91:

Massalani, Kenya
1 gennaio 2007

Vi scrivo dalla fine del mondo, o quasi. Sono le 3 del mattino e il caldo e l'umidità non mi lasciano dormire. Mi alzo, appoggio il computer sulle ginocchia, mi infilo dentro la zanzariera facendo aumentare ancora un pò questa sensazione onnipresente di soffocamento. Acqua, acqua e ancora acqua! Piove a catinelle, gli imam non sanno più se hanno diritto di pregare Dio affinchè smetta di piovere, rischiando così di trovarsi di fronte ad una nuova ennesima carestia! Stop, un momento di concentrazione. Dove mi trovo? Ah si, a Massalani! Massalani è un bel nome per un villaggio. Suggerisce i tropici, l'evasione e la scoperta. Se in più vi dico che si trova vicino a Lamu, resort conosciuto a livelli internazionale e che siamo vicino ad una delle riserve naturali più belle del Kenya, credo proprio che crederete e scommetto che domani non avrò alcun problema a trovare il personale necessario per la nostra missione qui.

inviato il 02/05/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Ma non voglio mentire. Massalani è un villaggio sperduto nel bel mezzo del nulla, di paludi onnipresenti, una strada fangosa rende le strade inaccessibili, una strada che hai imparato a detestare dal giorno in cui le tue ginocchia sono arrivate a infangarsi completamente, cercando di spingere la 4x4 bloccata per l'ennesima volta nel corso della giornata.

Metello

immagine copertina
Vasco Pratolini
Metello
Arnoldo Mondadori
10 righe da pagina 157:

«… E’ vita dormire sei giorni la settimana in cantiere, mangiare asciutto il più spesso anche la sera, e poi fare quindici o venti chilometri, a piedi, il sabato col buio e il lunedì mattina, per portare a casa che? Se le nostre donne non facessero bucati o non andassero a opra anche loro, non si crescerebbero i figlioli. Sempre chi una casa ce l’ha , io non ce l’ho» ripeté. «Mi appello a voi che venite di campagna. E’ giusto che si sia sfruttati a questo modo?»
Gli risposero più voci insieme, come tirate l’una dall’altra, in coro.
«L’altr’anno ci presero in tranello.»
«Ci promisero un soprassoldo. Perciò dopo due settimane si tornò al lavoro. Ormai è risaputo. »
«E anche perché non si sapeva come tirare avanti. Non si voleva fare i crumiri. »
«Ma all’atto pratico fu così.»
«Parliamo uno per volta» gridò Del Buono. «E non rivanghiamo il passato. Non è questione di rinfacciarsi delle colpe. L’importante è che ci sia servito da lezione. Pigliamo esempio dai padroni. Vedete loro come sanno stare uniti?»

inviato il 02/05/2012
Nei segnalibri di:

Favole

immagine copertina
Fedro
Favole
Tradotto da Angela Cerinotti
Acquarelli 1997
10 righe da pagina 22:

LA VOLPE E IL CORVO
Chi si compiace dell'adulazione
la paga prima o poi, ma sempre tardi,
perché s'è esposto a far brutte figure.
Era il corvo sul punto di mangiare,
ben al sicuro in cima ad una pianta,
del formaggio,preso da una finestra.
La volpe ,che lo vide, ne ebbe voglia.
E così dunque incominciò a parlare:
<< Che splendore, corvo, le tue penne!
Che portamento! che volto espressivo!
Se avessi anche la voce,nessuno,
fra gli uccelli,ti starebbe davanti>>.
Ce l'ha, perbacco,e vuol far sentire:
così il formaggio gli cade di bocca,
per la subdola volpe che s'affretta
a farlo sparire tra i denti avidi.
Allora il corvo, dopo lo stupore,
gemette finalmente per la beffa.

Ciò dimostra quanto può far l'ingenio;
massima,tra le virtù,è la saggezza.

inviato il 02/05/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Migliori 10righe della settimana, comunica i tuoi dati, per ricevere il libro incentivo, a: libroincentivo@10righedailibri.it

La regina della casa

immagine copertina
Sophie Kinsella
La regina della casa
A. MONDADORI
10 righe da pagina 167:

Tutto ciò a cui una volta davo valore è andato distrutto. E io ho ancora le ossa rotte. Ma allo stesso tempo sento di avere un sacco di possibilità, sono più viva di quanto sia mai stata. Inspiro a pieni polmoni l'aria della campagna, e vengo travolta da un'ondata improvvisa di ottimismo che assomiglia tanto all'euforia. D'impulso mi fermo sotto un albero enorme e guardo in su, fra i rami fitti di foglie. "C'è una bellissima poesia di Walt Whitman che parla di una quercia"

inviato il 02/05/2012
Nei segnalibri di:

Il Bacio Della Sirena

immagine copertina
Tera Lynn Childs
Il Bacio Della Sirena
Tre60
10 righe da pagina 126:

Piangere nel mondo sottomarino è diverso che sulla terraferma. Le lacrime si dissolvono nell'acqua, mescolando il proprio sale con quello del mare. Si capisce che qualcuno sta piangendo soltanto dagli occhi. Qualsiasi sia il colore delle iridi, quando una sirena piange gli occhi diventano dello stesso colore delle scaglie. Per esperienza so che i miei diventano dorati, e quelli di Dosinia rosa acceso. Come gli anemoni in giardino. [...]
Del resto come si fa a litigare con una che ha gli occhi più splendenti della luna?

inviato il 03/05/2012
Nei segnalibri di:

Dieci giorni che sconvolsero il mondo

immagine copertina
John Reed
Dieci giorni che sconvolsero il mondo
Tradotto da R.C.
Einaudi blibioteca giovani 1975
10 righe da pagina 238:

Tutto, infatti,dipendeva,in conclusione dai contadini.Per quanto fossero politicamente arretrati,i contadini avevano,ciononostante,le proprie idee,e costituivano piu' dell'80 per cento della popolazione.I bolscevichi avevano relativamente pochi sostenitori nelle campagne ed una dittatura permanente dei soli operai dell'industria era impossibile....Il partito contadino tradizionale era il Partito socialista rivoluzionario;tra tutti i partiti che sostenevano il governo sovietico,era passata alla sinistra socialista rivoluzionaria l'eredita' del compito di guida dei contadini ed era essa che,in balia del proletariato organizzato delle citta',aveva a sua volta il massimo bisogno di conservare l'appoggio delle campagne.

inviato il 03/05/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

GRAZIE DAVIDE STAVO PER FARLO MA SONO RIMASTO BLOCCATO TELEFONICAMENTE, ORA è TUTTO IN REGOLA :-D

aggiungi il link della citazione nei commenti del post Libri Operai :)

PARTECIPO A http://scrivi.10righedailibri.it/libri-operai

Il vecchio e il mare

immagine copertina
Ernest Hemingway
Il vecchio e il mare
Oscar mondadori classici moderni 1989
10 righe da pagina 47:

Il vecchio avrebbe voluto tenere più a lungo la mano nell'acqua salata, ma aveva paura di un altro strattone improvviso del pesce e si rizzò mettendosi in equilibrio e alzò la mano contro il sole. Era stata la lenza a fargli un taglio nella carne. Ma era in un punto della mano che doveva lavorare. Sapeva che avrebbe avuto bisogno delle mani prima che tutto fosse finito, e non gli piaceva essersi tagliato prima di cominciare.

inviato il 03/05/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

partecipo a Libri Operai + link http://scrivi.10righedailibri.it/libri-operai

LE NOTTI DI PARIGI

immagine copertina
Restif de la Bretonne
LE NOTTI DI PARIGI
Tradotto da Anna Maria Scaiola
Editori riuniti 1996
10 righe da pagina 102:

Quando si è infelici si ha l'animo disponibile e sensibile: ci si lascia andare alle situazioni e si vorrebbe poterle fermare. Da che deriva questo? Forse si ama soffrire? No, certo...Quando non potevo vedere la Marchesae avere la compagnia di Du Hameauneuf, ero proprio infelice! Invece di cercare di distrarmi, mi concentravo sul dolore, temevo di veder svanire l'attimo fuggitivo e allora lo incidevo sulla pietra! Invece di seguire i miei soliti affari, ero prostrato, senza energia, le mie uscite erano limitate all'isola Saint-Louis di cui facevano tristemente il giro.

inviato il 03/05/2012
Nei segnalibri di:

Cassa integrazione guadagni… la mia è straordinaria

immagine copertina
Antonio Capolongo
Cassa integrazione guadagni… la mia è straordinaria
Arduino Sacco Editore 2012
10 righe da pagina 61:

1 maggio per tutti

Tutto ciò che esiste al mondo ha una madre, la natura, ed un padre, il lavoro.
Karl Marx e Friedrich Engels

Mentre scrivo, i giorni trascorrono inesorabili ed io ne conto incessantemente le ore, i minuti, soprattutto oggi – 1 maggio – giorno dedicato ai lavoratori.
Penso al mio lavoro, al mio lavoro sottrattomi con la forza, non quella dei giusti ma quella dei vari Notturni, Ossiero, Foglia e Deserti. La forza subdola che si nasconde dietro un eloquio forbito, un doppio petto gessato o un sorriso accattivante. È uno stillicidio, la classica goccia cinese aiutata a scavare nella mia anima anche oggi, soprattutto oggi.
Quelle vampate improvvise che irrompono nel mio cervello, stamane mi afferrano, mi danno scossoni impetuosi, vigorosi e netti tali da farmi svegliare di soprassalto, sino al punto di temere infausti epiloghi.
È in tal modo che oggi, 1 maggio, incomincio la giornata.

inviato il 01/05/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Salve, un giveaway per Cassa integrazione guadagni... la mia è straordinaria. Indico il link: http://giveawaylepassionidiste.blogspot.it/2012/05/giveaway-cassa-integr...

Buone cose a tutti
Antonio

III vincitore nel gioco "Libri operai". Con leggero ritardo, comunico la scelta del III destinatario del libro incentivo:
Anna Lisa Guarini, con Volevo solo lavorare di Luigi Furini.
Buone cose a tutti
Antonio

complimenti, sei arrivato primo nella classifica del gioco Libri Operai!
Devi ora scegliere tre persone a cui assegnare i libri incentivo :)

Grazie

Bellissimo

Grazie dei complimenti.
Antonio

complimenti per le righe, davvero...

Partecipo a Libri Operai + link http://scrivi.10righedailibri.it/libri-operai

La chiave a stella

immagine copertina
Primo Levi
La chiave a stella
Einaudi Scuola 1992
10 righe da pagina 54:

Così parlando, siamo scesi per i turniché della collina e siamo arrivati al cantiere. Lì c'era tutta la compagnia che ci aspettava: i progettisti, l'ingegnere direttore dei lavori, una mezza dozzina di ingegnerini appena schiusi, tutti spichìnglis e tutti con la barba, e la squadra dei montatori alascani, che di alascano non ce n'era neanche uno. Uno era un pistolero grande e grosso, e mi hanno spiegato che era un russo ortodosso, perché ce n'è ancora, fin da tempo che i russi hanno fatto quel bell'affare di vendere l'Alasca agli americani. Il secondo si chiamava Di Staso, e vede che tanto alascano non poteva essere. Il quarto non me lo ricordo bene: era un tipo regolare, come ce n'è dappertutto, con la faccia un po' da cottolengo.

inviato il 03/05/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Alessandra abbiamo pubblicato le tue 10 righe sui social : )

Il grande Tino... Grande Opera di Levi... :)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy