Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Ian

Latinoamericana

immagine copertina
Ernesto Che Guevara
Latinoamericana
Tradotto da Pino Cacucci, Gloria Corica
Feltrinelli 2004
10 righe da pagina 54:

Lì abbiamo stretto amicizia con una coppia di operai che erano comunisti. Alla luce di una candela con cui ci illuminavamo per preparare il mate e mangiare un pezzo di pane e formaggio, i lineamenti contratti dell'operaio conferivano una nota misteriosa e tragica, mentre nel suo linguaggio semplice ed espressivo raccontava dei tre mesi di carcere, della moglie che lo aveva seguito con esemplare fedeltà, dei suoi figli, lasciati a casa di un vicino caritatevole, del suo inutile peregrinare in cerca di lavoro, dei compagni misteriosamente scomparsi e si diceva fossero stati gettati in mare.
Quella coppia infreddolita, nella notte del deserto, accoccolati l'uno contro l'altro, era una viva rappresentazione del proletariato di ogni parte del mondo. Non avevano neppure una misera coperta con cui scaldarsi, così abbiamo dato loro una delle nostre e noi due ci siamo arrangiati alla meglio con l'altra. Fu quella una delle volte in cui ho sofferto di più il freddo, ma anche quella in cui mi sono sentito un po' più affratellato con questa, per me strana, specie umana...

inviato il 07/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Mariano, le tue dieci righe sono state scelte dalla redazione, quindi sei in finale ;) Complimenti!!!

Saltatempo

immagine copertina
Stefano Benni
Saltatempo
Feltrinelli 2010
10 righe da pagina 42:

Sfondo un muro di rovi e la vedo.
E' tutta coperta di muschio, un filo d'acqua cristallina scende da una grondaia di legno, canta e si mescola nell'acqua verde, tutto è umido, oscuro e fresco, è un posto sacro, gocce cadono dalle foglie che sporgono sul bordo e disegnano cerchi, stille misteriose piovono dall'alto. I calici delle epatiche e le punte delle felci vibrano mosse da vite nascoste, passi di maggiolini, strisciare di lumache, agguati di ragni. Posso sentire i diversi strumenti dell'acqua, schioccanti, fruscianti, gorgoglianti. Tante note, compreso il mormorio del rigagnolo ai miei piedi. Bevo, l'acqua sa di corteccia. Lentamente l'oscurità e il rumore delle gocce mi ipnotizzano.

inviato il 25/06/2014
Nei segnalibri di:

Lontano dal pianeta silenzioso

immagine copertina
C. S. Lewis
Lontano dal pianeta silenzioso
Tradotto da Germana Cantoni de Rossi
Adelphi 2011
10 righe da pagina 9:

Finito il temporale, mentre ancora cadevano gli ultimi goccioloni, il Viandante, che si era riparato dalla pioggia sotto un grande castagno, si ficcò in tasca la mappa e, sistematosi meglio lo zaino sulle spalle stanche, ritornò in mezzo alla strada. A occidente, da uno squarcio tra le nuvole, irrompeva un tramonto di un giallo violento; sopra le colline di fronte, invece, il cielo era color dell'ardesia. Ogni albero e ogni filo d'erba stillavano pioggia e la strada luccicava come un fiume. L'uomo non perse tempo ad ammirare il panorama, ma si rimise subito in cammino, col passo deciso del buon marciatore che si è da poco reso conto di dover fare molta più strada del previsto.

inviato il 16/10/2013
Nei segnalibri di:

Lo scherzo

immagine copertina
Milan Kundera
Lo scherzo
Tradotto da Giuseppe Dierna [Antonio Barbato]
Adelphi 1991
10 righe da pagina 330:

Oggi la storia non è ormai che un filo sottile di memoria sopra l'oceano del dimenticato, ma il tempo procede e verrà il momento delle date alte che la memoria non estensibile degli individui non sarà più in grado di comprendere; interi secoli e interi millenni cominceranno allora a cadere dalla loro memoria, secoli di quadri e di musica, secoli di scoperte, di battaglie, di libri, e sarà un male perché l'uomo perderà la coscienza di sé mentre la sua storia, incomprensibile e incontenibile, si rattrappirà in abbreviazioni schematiche prive di senso. Cavalcate dei re usciranno incontro a quella gente lontana coi loro messaggi nostalgici e incomprensibili, e nessuno avrà tempo di prestarvi ascolto.

inviato il 13/05/2013
Nei segnalibri di:

Lo scherzo

immagine copertina
Milan Kundera
Lo scherzo
Tradotto da Giuseppe Dierna [Antonio Barbato]
Adelphi 1991
10 righe da pagina 325:

Quegli errori erano così quotidiani e comuni che non rappresentavano affatto un'eccezione o uno "sbaglio" nell'ordine delle cose ma, al contrario, costituivano essi stessi quell'ordine. Ma allora, chi aveva sbagliato? La storia setssa? Quella divina? Quella razionale? Ma perché, in fondo, considerarli suoi errori? Appare così solo alla mia ragione umana, ma se la storia ha realmente una ragione, perché mai dovrebbe essere una ragione che si preoccupa della comprensione umana, una ragione con la serietà del professore? E se la storia scherzasse? E in quel momento mi resi conto di quanto fosse impotente il mio desiderio di revocare il mio scherzo, quando io stesso e tutta la mia vita eravamo compresi in uno scherzo molto più vasto (per me senza fine) assolutamente irrevocabile.

inviato il 13/05/2013
Nei segnalibri di:

Il fu Mattia Pascal

immagine copertina
Luigi Pirandello
Il fu Mattia Pascal
Biblioteca Economica Newton 2004
10 righe da pagina 143:

E questo sentimento della vita per il signor Anselmo era appunto come un lanternino che ciascuno di noi porta in sé acceso; un lanternino che ci fa vedere sperduti sulla terra, e ci fa vedere il male e il bene; un laternino che projetta tutt'intorno a noi un cerchio pù o meno ampio di luce; di là dal quale è l'ombra nera, l'ombra paurosa che non esisterebbe, se il lanternino non fosse acceso in noi, ma che noi dobbiamo pur troppo credere vera, fin tanto ch'esso si mantiene vivo in noi. Spento alla fine da un soffio, ci accoglierà la notte perpetua dopo il giorno fumoso della nostra illusione, o non rimarremo piuttosto alla mercé dell'Essere, che avrà soltanto rotto le vane forme della nostra ragione?

inviato il 13/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

L'ho letto recentissimamente (in e-book) e, devo dire la verità, mi aspettavo qualcosa di più intrigante. Sicuramente risente dell'epoca in cui è stato scritto: secondo me è carente per quanto attiene l'aspetto psicologico del personaggio. In questo senso un punto di riferimento più avanzato lo troverei in un autore come Italo Svevo. Pirandello è di sicuro più un autore di teatro.

Partecipo a Passi Sardi. CONTROBUIO è la mia prima raccolta di poesie, pubblicata nel novembre del 2011.

Adoro questo libro... adoro Pirandello!

Lezioni americane

immagine copertina
Italo Calvino
Lezioni americane
Mondadori
10 righe da pagina 9:

Il rapporto tra Perseo e la Gorgone è complesso [...]. Perseo riesce a padroneggiare quel volto tremendo tenendolo nascosto, come prima l'aveva vinto guardandolo nello specchio. E' sempre in un rifiuto della visione diretta che sta la forza di Perseo, ma non in un rifiuto della realtà del mondo di mostri in cui gli è toccato di vivere, una realtà che egli porta con sé, che assume come proprio fardello [...]
Nei momenti in cui il regno dell'umano mi sembra condannato alla pesantezza, penso che dovrei volare come Perseo in un altro spazio. Non sto parlando di fughe nel sogno o nell'irrazionale. Voglio dire che devo cambiare il mio approccio, devo guardare il mondo con un'altra ottica, un'altra logica, altri metodi di conoscenza e di verifica. Le immagini di leggerezza che io cerco non devono lasciarsi dissolvere come sogni dalla realtà del presente e del futuro...

inviato il 06/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Mariano a mezzanotte condivideremo le tue 10 righe sui social :)

Ringrazio lo staff!

Complimenti Mariano, le tue 10righe sono state scelte dalla redazione, dunque ti aggiudichi il libro incentivo.
Invia i tuoi dati a: libroincentivo@10righedailibri.it

21° edizione, dalle pagine 9 e 12.

Guida galattica per gli autostoppisti - il ciclo completo

immagine copertina
Douglas Adams
Guida galattica per gli autostoppisti - il ciclo completo
Tradotto da Laura Serra
Mondadori 2013
10 righe da pagina 282:

Fatti importanti della storia galattica, numero due:

dal Bignamino siderale
della storia galattica

"Da quando la Galassia ha avuto inizio, grandi civiltà sono salite sull'altare e precipitate nella polvere, salite sull'altare e precipitate nella polvere, salite sull'altare e precipitate nella polvere. L'hanno fatto tanto spesso che alcuni studiosi sono arrivati a pensare che la vita nella Galassia sia:
a) qualcosa di affine al mal di mare, al mal di spazio, al mal di tempo, al mal di storia & simili, e,
b) stupida."

inviato il 22/04/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

ahahahahahah meritatissimo,soprattutto dopo questa risposta ;)

Che sorpresa! Lara, "grazie per tutto il pesce"! ;)

Ciao Mariano, ho scelto le tue righe come migliori di questa settimana. Dovresti scrivere una mail con motivazione e il tuo indirizzo a libroincentivo@10righedailibri.it :)

Fiabe per robot

immagine copertina
Stanislaw Lem
Fiabe per robot
Marcos y Marcos

Ti hanno insegnato, mio re, che l'Universo è una costruzione immane e magnifica, imponente nella maestosità delle sue immensità tempestate di stelle. Ma non ti viene il dubbio che codesta costruzione veneranda, onnipresente ed eterna, sia piuttosto frutto di una stupidità estrema, e quindi l'esatto contrario del giudizio e dell'ordine? Ti chiederai come mai nessuno se ne sia accorto finora. Semplice: perchè questa gran boiata cosmica è sparsa ovunque! Ed è proprio per la sua universalità che si meriterebbe quantomeno una risata di dissenso, che sarebbe anche il segnale di un'imminente ribellione e riscatto

inviato il 02/04/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie alla redazione!

Ciao Mariano, la redazione ha scelto le tue righe come le migliori della settimana... Complimenti.
Ci devi fare avere un recapito a cui inviarti il libro incentivo, manda una mail a
libroincentivo@10righedailibri.it

Grazie :)

La pagina è la numero 178, la traduzione è di Marzena Borejczuk. Già che ci sono dico anche che è la prima edizione (e non credo ce ne siano state altre) dell'ottobre 2005.

Ciao Mariano a che pagina corrispondono le tue 10 righe? La traduzione dal polacco è di? ;)

Alice nel Paese delle Meraviglie

immagine copertina
Lewis Carroll
Alice nel Paese delle Meraviglie
Tradotto da Elda Bossi
Giunti Demetra 2007
10 righe da pagina 66:

-Micino Paraguay- cominciò, piuttosto timidamente perché non era affatto certa che quel nome gli piacesse (comunque il Gatto si limitò a ghignare un po' di più e Alice interpretò il fatto come un'espressione di compiacimento) -mi potrebbe dire, per favore, che strada devo prendere per uscire di qui?
-Dipende in buona parte da dove lei vuole andare- rispose il Gatto.
-Qua o là, non ha grande importanza per me...
-E allora, non ha importanza per lei prendere una strada o l'altra.
-...purchè arrivi in qualche posto- soggiunse Alice a modo di spiegazione.
-Oh, in quanto a questo, può essere sicura di riuscire: non ha che da cominciare.

inviato il 26/06/2014
Nei segnalibri di:

Se una notte d'inverno un viaggiatore

immagine copertina
Italo Calvino
Se una notte d'inverno un viaggiatore
Oscar Mondadori 2011
10 righe da pagina 4:

Non che t’aspetti qualcosa di particolare da questo libro in particolare. Sei uno che per principio non s’aspetta più niente da niente. Ci sono tanti, più giovani di te o meno giovani, che vivono in attesa d’esperienze straordinarie; dai libri, dalle persone, dai viaggi, dagli avvenimenti, da quello che il domani tiene in serbo. Tu no. Tu sai che il meglio che ci si può aspettare è di evitare il peggio. Questa è la conclusione a cui sei arrivato, nella vita personale come nelle questioni generali e addirittura mondiali. E coi libri? Ecco, proprio perché lo hai escluso in ogni altro campo, credi che sia giusto concederti ancora questo piacere giovanile dell’aspettativa in un settore ben circoscritto come quello dei libri, dove può andarti male o andarti bene, ma il rischio della delusione non è grave.

inviato il 05/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Calvino è geniale, concordo, ma il libro è STRAORDINARIAMENTE geniale :D

Grazie ragazze! Penso sia Calvino ad essere geniale, Maria Teresa ;)

condivido ! il rischio coi libri si può correre perchè, ripensandoci bene ,puoi sempre poi accorgerti che comunque qualcosa di buono l'hai trovato. Basta anche solo uno spunto, un'idea, una parola....da riportare poi magari in 10 righe !

Un libro straordinariamente geniale, a mio modesto parere. Bello!

Se una notte d'inverno un vaggiatore

immagine copertina
Italo Calvino
Se una notte d'inverno un vaggiatore
Oscar Mondadori 2011
10 righe da pagina 255:

- Anche io sento il bisogno di rileggere i libri che ho già letto, - dice un terzo lettore, - ma a ogni rilettura mi sembra di leggere per la prima volta un libro nuovo. Sarò io che continuo a cambiare e vedo cose nuove di cui prima non m’ero accorto? Oppure la lettura è una costruzione che prende forma mettendo insieme un gran numero di variabili e non può ripetersi due volte secondo lo stesso disegno? Ogni volta che cerco di rivivere l’emozione d’una lettura precedente, ricavo impressioni diverse e inattese, e non ritrovo quelle di prima. In certi momenti mi sembra che tra una lettura e l’altra ci sia un progresso: nel senso per esempio di penetrare di più nello spirito del testo, o di aumentare il distacco critico. In altri momenti invece mi sembra di conservare il ricordo delle letture d’uno stesso libro l’una accanto all’altra, entusiaste o fredde o ostili, sparse nel tempo senza una prospettiva, senza un filo che le leghi.

inviato il 05/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!

Vera, abbiamo condiviso le tue 10 righe sui social :)

L'immagine scelta é il doodle che Google ha dedicato a Calvino, rappresentante le Cosmocomiche

Il Signore degli Anelli

immagine copertina
J. R. R. Tolkien
Il Signore degli Anelli
Tradotto da Vicky Alliata Di Villafranca
Bompiani 2004
10 righe da pagina 307:

“Disperazione, o follia?”, disse Gandalf. “Non è disperazione, perché la disperazione è solo per coloro che vedono la fine senza dubbio possibile. Non è il nostro caso. È saggezza riconoscere la necessità quando tutte le altre vie sono state soppesate, benché possa sembrare follia a chi si appiglia a false speranze. Ebbene, che la follia sia il nostro manto, un velo dinanzi agli occhi del Nemico! Egli è molto saggio, e soppesa ogni cosa con estrema accuratezza sulla bilancia della sua malvagità. Ma l’unica misura che conosce è il desiderio, desiderio di potere, ed egli giudica tutti i cuori alla stessa stregua. La sua mente non accetterebbe mai il pensiero che qualcuno possa rifiutare il tanto bramato potere, o che, possedendo l’Anello, voglia distruggerlo.

inviato il 05/01/2013
Nei segnalibri di:

Il Signore degli anelli - La compagnia dell'anello

immagine copertina
J.R.R. Tolkien
Il Signore degli anelli - La compagnia dell'anello
Tradotto da Vicky Alliata di Villafranca
Edizione Mondolibri su licenza RCS 2000
10 righe da pagina 83:

"Tre Anelli ai Re degli Elfi sotto il cielo che risplende,
Sette ai Principi dei Nani nelle lor rocche di pietra,
Nove agli Uomini Mortali che la triste morte attende,
Uno per l'Oscuro Sire chiuso nella reggia tetra
Nella Terra di Mordor, dove l'Ombra nera scende.
Un Anello per domarli, Un Anello per trovarli,
Un Anello per ghermirli e nel buio incatenarli,
Nella Terra di Mordor, dove l'Ombra cupa scende".

S'interruppe qualche secondo e poi disse con voce lenta e grave: "Questo è l'Anello Sovrano, quello che serve a dominarli tutti. E' quell'Unico Anello che egli perse molto tempo fa, affievolendo di parecchio la propria potenza. Lo desidera più di qualsiasi altra cosa al mondo, ma non deve mai più riaverlo".

inviato il 09/04/2013
Nei segnalibri di:

Di tutte le ricchezze

immagine copertina
Stefano Benni
Di tutte le ricchezze
Feltrinelli 2012
10 righe da pagina 80:

La tempesta aveva schiantato i rami più deboli, creando geometrie bizzarre e arabeschi arborei. Serpenti, draghi, amadriadi, ragni, idoli decapitati, gomene di navi, profili di mostri crepitanti sotto ogni loro passo.
Lasciarono il sentiero per un varco muschiato, gli alberi si infittirono, la luce cambiava a ogni istante, e da ogni ombra sembrava potesse spuntare uno gnomo cordiale, o la grinfia di una strega.
Michelle procedeva avanti, evitando i grovigli e scavalcando le radici. Il professore ne ammirava il passo elastico, nonchè la grazia e l'agilità dei muscoli sotto la cresta iliaca, specialmente il trocantere e il piriforme.
Insomma, le guardava il culo.

inviato il 17/04/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

fatto ^_^ grazie!!

Devi comunicarlo a librincentivo@10righedailibri.it e scrivere un commento sotto le 10 righe scelte ricordando al vincitore di inviare una mail a librincentivo@10righedailibri.it

Ciao Staff! Ho deciso la mia citazione preferita,cosa devo fare?

Ciao :) grazieeee!!! Quindi aspetto direttamente lunedì prossimo per scrivervi la mail indicando le righe scelte da me?

Ciao Lara! Le tue 10 righe sono le più segnalibrate della settimana, ti aggiudichi un libro incentivo! :)
Lunedì prossimo dovrai inoltre selezionare la tua citazione preferita fra quelle postate questa settimana :)

Marcovaldo

immagine copertina
Italo Calvino
Marcovaldo
Einaudi 1966
10 righe da pagina 117:

...in ogni metro quadrato di terreno dove s'apriva un giardino o un'area sgombra o i ruderi di una vecchia demolizioni ora torreggiano condomini,caseggiati popolari,grattacieli nuovi fiammanti; ogni ambito è stipato dall'auto in parcheggio;i cortili a uno a uno vengono ricoperti d'una soletta e trasformati in garages,o in cinema,o in depositi merci o in officine.E dove si estendeva un altopiano ondeggiante di tetti bassi,cimase,altane,serbatoi d'acqua,balconi, lucernari,tettoie di lamiere,ora si innalza il sopra elevamento generale d'ogni vano sopra elevabile :spariscono i dislivelli intermedi tra l'infimo suolo stradale e l'eccelso cielo dei super attici;il gatto delle nuove nidiate cerca invano l'itinerario dei padri ,l'appiglio per il soffice salto dalla balaustra al cornicione, alla grondaia,per la scattante arrampicata sulle tegole.

inviato il 04/04/2013
Nei segnalibri di:

Saltatempo

immagine copertina
Stefano Benni
Saltatempo
I Classici Universale Economica Feltrinelli

La vita si spalancava davanti a me, ero libero, e la libertà è rischiosa, non puoi sapere se nel tuo fiume c'è un mulinello pronto a strangolarti, se dietro la curva la strada prosegue in salita o sprofonda in un burrone, se c'è ad attenderti una locanda o lo sceriffo di Nottingham. La libertà, diceva Baruch, è un fungo che devi assaggiare, non puoi sapere prima se ti fa male o no. E io non sapevo quale dei miei due orologi avrebbe battuto più forte. Non sapevo neanche più se ero giovane o vecchio. Un giovane che morirà a vent'anni, a diciotto è già vecchio.La vita si spalancava davanti a me, ero libero, e la libertà è rischiosa, non puoi sapere se nel tuo fiume c'è un mulinello pronto a strangolarti, se dietro la curva la strada prosegue in salita o sprofonda in un burrone, se c'è ad attenderti una locanda o lo sceriffo di Nottingham. La libertà, diceva Baruch, è un fungo che devi assaggiare, non puoi sapere prima se ti fa male o no. E io non sapevo quale dei miei due orologi avrebbe battuto più forte. Non sapevo neanche più se ero giovane o vecchio. Un giovane che morirà a ven

inviato il 19/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

semplicemente lo scrivi come commento del post! :)

Come devo fare per assegnarlo?!

Ciao! Ricordati che oggi devi assegnare un libro incentivo a una citazione a tua scelta! :)

:)

Grazieeeeeee che bello!

L'insostenibile leggerezza dell'essere

immagine copertina
Milan Kundera
L'insostenibile leggerezza dell'essere
Gli Adelphi
10 righe da pagina 66:

Chi tende continuamente verso l'alto deve aspettarsi prima o poi d'essere colto dalla vertigine.
Che cos'è la vertigine? Paura di cadere?
Ma allora perchè ci prende la vertigine anche su un belvedere fornito di una sicura ringhiera?
La vertigine è qualcosa di diverso dalla paura di cadere. E' la voce del vuoto sotto di noi che ci attira, che ci alletta, è il desiderio di cadere, dal quale ci difendiamo con paura.

inviato il 19/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Barbara. Anno di edizione e traduttore di queste 10 righe? :)

Ho scritto sotto il post "Saltatempo" i dati, se ne occorrono altri sono qui. Grazie

Barbara, possiamo modificare solo noi. Scrivi i dati sotto il post e li inseriamo...
Anno di edizione e traduttore di queste 10 righe? :)

Come si fa ad inserire il numero di pagina, l'anno ecc ecc dopo che le 10 righe sono state pubblictae?? Mi serve saperlo per le 10 righe che ho pubblicato di "saltatempo" GRAZIE!

Grazie!

Palomar

immagine copertina
Italo Calvino
Palomar
A. MONDADORI 1994
10 righe da pagina 35:

La luna di pomeriggio nessuno la guarda, ed è quello il momento in cui avrebbe più bisogno del nostro interessamento, dato che la sua esistenza è ancora in forse. È un'ombra biancastra che affiora dall'azzurro intenso del cielo, carico di luce solare; chi ci assicura che ce la farà anche stavolta a prendere forma e lucentezza? È così fragile e pallida e sottile; solo da una parte comincia ad acquistare un contorno netto come un arco di falce, e il resto è ancora tutto imbevuto di celeste.

inviato il 05/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :)

Lucia, benvenuta :)

Lezioni americane

Lezioni americane 4 years 6 settimane fa

Ringrazio lo staff!

Lezioni americane 4 years 7 settimane fa

21° edizione, dalle pagine 9 e 12.

Fiabe per robot

Fiabe per robot 4 years 8 settimane fa

Grazie alla redazione!

Fiabe per robot 4 years 12 settimane fa

La pagina è la numero 178, la traduzione è di Marzena Borejczuk. Già che ci sono dico anche che è la prima edizione (e non credo ce ne siano state altre) dell'ottobre 2005.

Guida galattica per gli autostoppisti - il ciclo completo

Guida galattica per gli autostoppisti - il ciclo completo 4 years 8 settimane fa

Che sorpresa! Lara, "grazie per tutto il pesce"! ;)

Giuoco domenicale #7: LE SCIENZE

Giuoco domenicale #7: LE SCIENZE 4 years 30 settimane fa
Giuoco domenicale #7: LE SCIENZE 4 years 30 settimane fa

Sperando di non essere "fuori tema" partecipo con: http://scrivi.10righedailibri.it/cyberiade

LEOPARDIAMO

LEOPARDIAMO 4 years 51 settimane fa
LEOPARDIAMO 4 years 52 settimane fa

Maturarighe

Maturarighe 5 years 1 week fa

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy