Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Cataruz

Ordine annullato

immagine copertina
Carlo Santi
Ordine annullato
CIESSE Edizioni
10 righe da pagina 11:

Venne aperto il portale e Crepaldi vi entrò. Appena superata la soglia prese il corridoio di destra e fece un centinaio di metri, fino a quando non giunse a una porta con i vetri satinati. Su quei vetri vi era l’emblema dello Stato Italiano e una sigla: D.I.S. - Dipartimento Informazioni per la sicurezza della Repubblica. Il Dipartimento informazioni per la sicurezza era l’organo, di cui si avvaleva il Presidente del Consiglio dei ministri, che aveva l’Autorità delegata ad assicurare l’unitarietà nella programmazione della ricerca informativa, nelle analisi e nelle attività operative dell’Agenzia informazioni e sicurezza esterna (AISE) e dell’Agenzia informazioni e sicurezza interna (AISI). In pratica, l’Agenzia era meglio conosciuta con il nome di SISDE: cioè il servizio segreto italiano.

inviato il 19/05/2012
Nei segnalibri di:

La Bibbia Oscura

immagine copertina
Carlo Santi
La Bibbia Oscura
CIESSE Edizioni
10 righe da pagina 66:

Gli venne un colpo al pensiero. «Quindi, secondo la profezia, il 28 settembre 2011, cioè fra poco più di tre mesi, l’Anticristo in terra, il figlio legittimo del Diavolo, compirà il suo trentatreesimo anno di vita e acquisirà i pieni poteri determinati dagli insegnamenti che ha assimilato dalla Bibbia Oscura, causando poi la distruzione della Santa Sede e provocando l'abominio della desolazione e la devastazione della terra tramite eventi catastrofici di entità enormi?»
Non serviva una risposta, bastavano le facce dei due interlocutori per confermare che Santini aveva praticamente compreso la situazione.
A Santini venne l’ultima domanda. «Qual è il mio incarico, Santità?»
«Dovrai trovare l’Anticristo e ucciderlo prima che compia trentatré anni!» Decretò il Papa concludendo, così, anche la discus-sione.

inviato il 19/05/2012
Nei segnalibri di:

Il quinto Vangelo

immagine copertina
Carlo Santi
Il quinto Vangelo
CIESSE Edizioni
10 righe da pagina 14:

Nel frattempo, in Piazza S. Pietro e all’interno della Basilica la folla era sempre più numerosa. Per questo la sicurezza fece transennare l’intera Basilica e, chiamati i responsabili, presero a verificare cosa fosse successo. La lapide si presentava fuori dalla sua disposizione naturale e non risultava sigillata come doveva essere; era chiaramente stata aperta di recente. Non senza timore reverenziale, un operaio del Vaticano fece leva con un attrezzo per aprire la bara e rimasero tutti sconvolti dalla macabra scoperta. Ai piedi dell’antico Papa, ivi sepolto, trovava posto il corpo esanime e senza vita di Monsignor Paolini: il Vice Prefetto della Biblioteca Apostolica Vaticana.

inviato il 19/05/2012
Nei segnalibri di:

Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare

immagine copertina
10 righe da pagina 27:

Il gatto nero grande e grosso prendeva il sole sul balcone, facendo le fusa e meditando su come si stava bene lì, a pancia all'aria sotto quei raggi tiepidi, con tutte e quattro le zampe ben ritratte e la coda distesa.
Nel preciso istante in cui si girava pigramente per farsi scaldare la schiena dal sole, sentì il sibilo provocato da un oggetto volante che non seppe identificare e che si avvicinava a grande velocità. Vigile, balzò in piedi sulle zampe e fece appena in tempo a scansarsi per schivare la gabbiana che cadde sul balcone.

inviato il 27/05/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

partecipo al MINIGIOCO del 27 maggio autori sudamericani http://scrivi.10righedailibri.it/10-righe-sui-libri
http://scrivi.10righedailibri.it/storia-di-una-gabbianella-e-del-gatto-che-le-insegnò-volare-1

MINON

immagine copertina
Alexia Bianchini Fiorella Rigoni
MINON
CIESSE Edizioni
10 righe da pagina 18:

La principessa affondò le lunghe dita negli occhi della preda, senza nessuno sforzo, senza preoccuparsi dell'urlo che fuoriuscì dalla gola di quell'essere. Ne succhiò l'anima malvagia fino all'ultima goccia, strappando lembi di carne, poi gettò il corpo esanime, grondante sangue, per terra, davanti ai suoi piedi.
Gli umori che gocciolarono da quei resti si mischiarono alla terra, Exafiria chiuse di nuovo gli occhi, persa in un momento di estasi: adesso anche i suoi arti inferiori godevano di quel piacere assorbendo gli ultimi residui che si stavano spargendo così generosamente nelle fessure del pavimento.

inviato il 19/05/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

grazie per l'accoglienza :-)

Fiorella, benvenuta :)

Ordine annullato

immagine copertina
Carlo Santi
Ordine annullato
CIESSE Edizioni
10 righe da pagina 11:

Venne aperto il portale e Crepaldi vi entrò. Appena superata la soglia prese il corridoio di destra e fece un centinaio di metri, fino a quando non giunse a una porta con i vetri satinati. Su quei vetri vi era l’emblema dello Stato Italiano e una sigla: D.I.S. - Dipartimento Informazioni per la sicurezza della Repubblica. Il Dipartimento informazioni per la sicurezza era l’organo, di cui si avvaleva il Presidente del Consiglio dei ministri, che aveva l’Autorità delegata ad assicurare l’unitarietà nella programmazione della ricerca informativa, nelle analisi e nelle attività operative dell’Agenzia informazioni e sicurezza esterna (AISE) e dell’Agenzia informazioni e sicurezza interna (AISI). In pratica, l’Agenzia era meglio conosciuta con il nome di SISDE: cioè il servizio segreto italiano.

inviato il 19/05/2012
Nei segnalibri di:

DELITTI AL CASTELLO

immagine copertina
Francesca Panzacchi&Carlo Santi
DELITTI AL CASTELLO
CIESSE EDIZIONI
10 righe da pagina 15:

La storia del castello delle Asturie era avvolta dal mistero.
Si diceva, infatti, che non fosse mai stato un borgo abitato da uomini, donne e bambini, come solitamente avveniva per altri siti in zone vicine. Forse per questo era rimasto un edificio isolato, con prevalente destinazione militare. Una struttura antica, ed estremamente importante per la sicurezza della popolazione dell’epoca che, in caso di attacco, trovava rifugio fra quelle mura possenti e impenetrabili.
Il castello visse momenti di grande sfarzo, ma anche di grandi polemiche e timori; girava voce, fra le genti comuni, che all’interno del borgo succedessero cose strane: scomparivano persone senza apparente motivo.

inviato il 19/05/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

promette bene

interessante :)

Il quinto Vangelo

immagine copertina
Carlo Santi
Il quinto Vangelo
CIESSE Edizioni
10 righe da pagina 14:

Nel frattempo, in Piazza S. Pietro e all’interno della Basilica la folla era sempre più numerosa. Per questo la sicurezza fece transennare l’intera Basilica e, chiamati i responsabili, presero a verificare cosa fosse successo. La lapide si presentava fuori dalla sua disposizione naturale e non risultava sigillata come doveva essere; era chiaramente stata aperta di recente. Non senza timore reverenziale, un operaio del Vaticano fece leva con un attrezzo per aprire la bara e rimasero tutti sconvolti dalla macabra scoperta. Ai piedi dell’antico Papa, ivi sepolto, trovava posto il corpo esanime e senza vita di Monsignor Paolini: il Vice Prefetto della Biblioteca Apostolica Vaticana.

inviato il 19/05/2012
Nei segnalibri di:

La Bibbia Oscura

immagine copertina
Carlo Santi
La Bibbia Oscura
CIESSE Edizioni
10 righe da pagina 66:

Gli venne un colpo al pensiero. «Quindi, secondo la profezia, il 28 settembre 2011, cioè fra poco più di tre mesi, l’Anticristo in terra, il figlio legittimo del Diavolo, compirà il suo trentatreesimo anno di vita e acquisirà i pieni poteri determinati dagli insegnamenti che ha assimilato dalla Bibbia Oscura, causando poi la distruzione della Santa Sede e provocando l'abominio della desolazione e la devastazione della terra tramite eventi catastrofici di entità enormi?»
Non serviva una risposta, bastavano le facce dei due interlocutori per confermare che Santini aveva praticamente compreso la situazione.
A Santini venne l’ultima domanda. «Qual è il mio incarico, Santità?»
«Dovrai trovare l’Anticristo e ucciderlo prima che compia trentatré anni!» Decretò il Papa concludendo, così, anche la discus-sione.

inviato il 19/05/2012
Nei segnalibri di:

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy