Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di iogdrfan

Acciaio

immagine copertina
Silvia Avallone
Acciaio
Rizzoli
10 righe da pagina 9:

La controllava, così almeno diceva, da quando aveva cominciato ad andare al mare con certi ragazzi più grandi, certi elementi che gli ispiravano nessuna fiducia. Che fumavano, che di sicuro si facevano anche le canne. E quando lo diceva alla moglie, di quegli sbandati che frequentava sua figlia, gridava come un ossesso. Si fanno le canne, si fanno di coca, spacciano le pasticche, quelli là si vogliono scopare mia figlia! Quest'ultima cosa non la diceva esplicitamente. Tirava un pugno sul tavolo o nel muro.
Ma forse aveva preso l'abitudine di spiare Francesca da prima: da quando il corpo della sua bambina si era come desquamato e aveva assunto gradualmente una pelle e un odore preciso, nuovo, forse, primitivo. Aveva, la piccola Francesca, cacciato fuori un culo e un paio di tette irriverenti. Le ossa del bacino si erano arcuate, formando uno scivolo tra il busto e l'addome. E lui era il padre.

inviato il 17/11/2010
Nei segnalibri di:

Lolite. Storie e visioni di piccole seduttrici

immagine copertina
Katia Ceccarelli
Lolite. Storie e visioni di piccole seduttrici
Stampa Alternativa
10 righe da pagina 6:

Perché l'autore di Lolita è russo? Non è una semplice casualità, e neanche una fortunata combinazione di talento e capacità di osservazione. Esistono delle condizioni di carattere sociale che hanno contribuito a creare la sensibilità alla Lolita nell'arte di uno dei più grandi autori del Novecento.Molto si è scritto, detto e interpretato sulla simbologia di Lolita, sul suo significato allegorico di incontro-scontro tra due realtà, l'attempata Europa sdrucita dalle guerre e la giovane, sguaiata, plastificata e kitsch America del secondo dopoguerra.

inviato il 17/11/2010
Nei segnalibri di:

Dracula di Bram Stoker

immagine copertina
James V. Hart, Fred Saberhagen
Dracula di Bram Stoker
Sperling & Kupfer 1993
10 righe da pagina 79:

[....] Harker si rese conto che Dracula doveva essere morto o addormentato: decidere fra le due ipotesi era difficile, poiché gli occhi aperti del conte non avevano né la luce della vita né l'opacità della morte. Le guance sembravano conservare un calore di vita sotto il loro pallore; le labbra erano rosse e macchiate da qualcosa, all'apparenza del sangue fresco, che gli scorreva agli angoli della bocca. Perfino quegli occhi profondi, brucianti, parevano incassati dentro carne rigonfia di sangue...

inviato il 15/11/2010
Nei segnalibri di:

Commenti

beato! :D

Ho la versione illustrata, ma devo ancora leggerla.

La Mennulara

immagine copertina
Simonetta Agnello Hornby
La Mennulara
Feltrinelli 2002
10 righe da pagina 31:

"Zia Carmeli', nessuno se la sarebbe presa comunque, tanto strafalaria era," disse don Vito. "Non c'era uomo che avrebbe voluto avvicinarsi a lei."
"Non era cosa di maritarsi, la Mennulara," commentò donna Mimma.
"A lei i maschi non piacevano," aggiunse donna Enza con un sorriso saccente, conscia di saperne di più degli altri grazie alle indiscrete conversazioni della baronessa Ceffalia e delle sue figliole, che lei carpiva quando saliva al piano nobile per aiutare le padrone e per riferire le notizie che arrivavano in portineria.

inviato il 08/11/2010
Nei segnalibri di:

Io ti attacco nel sangue

immagine copertina
Nubile Clara
Io ti attacco nel sangue
Fazi 2005
10 righe da pagina 108:

La mia amica coi capelli dorati, lisci come paglia.
Lei è così solare, non so come fa a conservare i raggi di sole anche d'inverno. Le viene spontaneo e poi non pinage mai, ha sempre il sorriso pronto e le soluzioni a portata di mano. Tante volte mi chiedo, ma Carmela è felice? Carmela, col sole nei denti, è piena di gioia o...
Come fa a non piangere mai? Boh, a volte mi vengono dei pensieri così cupi.

inviato il 05/11/2010
Nei segnalibri di:

Il cappotto del turco

immagine copertina
Cristina Comencini
Il cappotto del turco
Feltrinelli
10 righe da pagina 94:

Mi ricordai del bosco di bambù della mia infanzia e delle fantasie di mia sorella.
Eravamo fatti per correre strade conosciute, già segnate da chi ci aveva preceduto oppure, come sentiva mia sorella da bambina, per realizzare le nostre fantasie? Dubitai per un secondo dell'esistenza di Mehmet. Forse anche lui era una fantasia di un'adolescente che aveva sognato incontri, avventure, viaggi.

inviato il 03/11/2010
Nei segnalibri di:

Il Barone Sanguinario

immagine copertina
Kim Newman
Il Barone Sanguinario
Tradotto da Bernardo Cicchetti
Fanucci 1998
10 righe da pagina 67:

Charles era la chiave di volta della Gran Bretagna: Kate, spesso, era grandemente tentata di afferrarlo per dargli un bello strattone.
Che vampiro sarebbe stato.
Lei stava attenta a non porre eccessive domande a Charles. Era un tipo troppo astuto per farsi abbindolare dal sorriso di una ragazzina e da una domanda posta con noncuranza. Inoltre, la conosceva da parecchio. L'atteggiamento da sbadata stupidotta, strumento primario nella sua pratica dell'inganno, con lui non avrebbe funzionato.

inviato il 31/10/2010
Nei segnalibri di:

Commenti

Ornella, prova a caricare un'immagine per il tuo profilo
;)

Acciaio

immagine copertina
Silvia Avallone
Acciaio
Rizzoli
10 righe da pagina 9:

La controllava, così almeno diceva, da quando aveva cominciato ad andare al mare con certi ragazzi più grandi, certi elementi che gli ispiravano nessuna fiducia. Che fumavano, che di sicuro si facevano anche le canne. E quando lo diceva alla moglie, di quegli sbandati che frequentava sua figlia, gridava come un ossesso. Si fanno le canne, si fanno di coca, spacciano le pasticche, quelli là si vogliono scopare mia figlia! Quest'ultima cosa non la diceva esplicitamente. Tirava un pugno sul tavolo o nel muro.
Ma forse aveva preso l'abitudine di spiare Francesca da prima: da quando il corpo della sua bambina si era come desquamato e aveva assunto gradualmente una pelle e un odore preciso, nuovo, forse, primitivo. Aveva, la piccola Francesca, cacciato fuori un culo e un paio di tette irriverenti. Le ossa del bacino si erano arcuate, formando uno scivolo tra il busto e l'addome. E lui era il padre.

inviato il 17/11/2010
Nei segnalibri di:

L’arte di amare

immagine copertina
Publio Ovidio Nasone
L’arte di amare
Tradotto da Cesare Vivaldi
De Agostini 2005
10 righe da pagina 37:

Buone occasioni le offrono pure i conviti, le tavole imbandite; c’è qualcosa oltre il vino che puoi cercare lì. Dove spesso l’Amore purpureo attira a sé con le braccia delicate e dome le corna di Bacco disteso a banchettare. E quando il vino ha bagnato le ali di Cupido egli si appesantisce e resta lì dove è sceso, scuote velocemente le penne per asciugarle ma ci fa male al cuore colpito da quelle gocce. Il vino prepara l’anima, la fa pronta a scaldarsi; sciolti dal molto vino gli affanni si dileguano. Allora sì che si ride, il povero insuperbisce, il dolore sparisce con le rughe della fronte. [...]

inviato il 17/11/2010
Nei segnalibri di:

La donna delle rose

immagine copertina
Charlotte Link
La donna delle rose
Tradotto da Lidia Perria
Mondolibri su licenza Corbaccio 2003
10 righe da pagina 77:

"Non so se ci sia qualcosa di archiviato", osservò poi. "Non credo. Ci sono cose che non si concludono mai. Vengono rimosse, ma non è la stessa cosa che concluderle."
"Si dice sempre che è sbagliato rimuovere qualcosa, ma secondo me sono tutte sciocchezze", disse Kevin, "psicologia da strapazzo. Per quale motivo non si dovrebbe rimuovere qualcosa di sgradevole, se in questo modo si vive meglio? E io credo che in ogni caso tu viva più tranquilla, senza rievocare l'orrore di allora. A che scopo? Ti sei costruita un'esistenza piacevole, relativamente priva di preoccupazioni. Dimentica tutto quello che ti pesava sul cuore a quell'epoca."
"Non posso dimenticare ci sono ricordi che ti restano attaccati come una seconda pelle. Non puoi liberartene in un modo o nell'altro.

inviato il 15/11/2010
Nei segnalibri di:

Dune

immagine copertina
Frank Herbert
Dune
Tradotto da Giampaolo Cossato e Sandro Sandrelli
Sperling & Kupfer 1999
10 righe da pagina 8:

Non devo avere paura. La paura uccide la mente. La paura è la piccola morte che porta con sé l'annullamento totale. Guarderò in faccia la mia paura. Permetterò che mi calpesti e che mi attraversi. E quando sarà passata, aprirò il mio occhio interiore e ne scruterò il percorso. Là dove andrà la paura non ci sarà più nulla. Soltanto io ci sarò.
Sentì la calma invaderlo nuovamente, ed esclamò: "Sbrigatevi, vecchia".
"Vecchia!" ribatté lei. "Hai del coraggio, non si può negare. Bene, vedremo: signor mio." Si chinò su di lui, sfiorandolo, e abbassò la voce fino a un bisbiglio: "Sentirai dolore alla mano, nella scatola. Un dolore atroce, ma... Ritira la mano e ti toccherò il collo con il gom jabbar! La sua morte è rapida come la scure che mozza il capo al condannato. Ritira la mano, e il gom jabbar ti ucciderà. Hai capito?"
"Che cosa c'è nella scatola?"
"Dolore."

inviato il 16/11/2010
Nei segnalibri di:

Commenti

Francesco, ora vado a leggere le 10 righe di Francesco Falconi
:)

@melania: don't worry :P

@patti: volevo farlo ieri sera, ma alla fine la giocata a D&D è durata tanto. Il mio nano si chiama Rugni XD

...non pensavo certo di scatenare una querelle;D...soprattutto perché il mio era davvero un consiglio spassionato, ma a quanto vedo anche ingenuo!!! visto che però avverto una certa "sana" competizione, che ne direste di segnalibrarmi un pochino???:):)

Francesco, stuzzicavo un pochino
:P
non vedo l'ora di leggere le tue 10 righe di Nemesis e L'aurora delle Streghe...

@patti: avevo già letto le faq del sito prima di postare :P E ancora devo aggiungere tanti libri (quelli del Falco alias Falconi in primis). Non lo faccio per la classifica, è che mi piace aggiungerli XD (Che poi quest'anno ho già vinto 2 libri, quindi sarei già contento così XD)

- Melania ora che hai svelato il segreto a Francesco... Enrico, che era in cima alla classifica, si dovrà impegnare con la campagna Letturale. eheheh
Brava! Un po' di competizione ci vuole.
- Francesco, sei ben messo eh!
:)

@melania: si lo so. Avevo letto la faq del sito prima di iniziare a postare, lo farò nei prossimi giorni quando avrò un attimo di tempo per navigare per bene nel sito.

Francesco, sai che alle tue 10 righe puoi aggiungere il tuo segnalibro?

Guida galattica per gli autostoppisti

immagine copertina
Douglas Adams
Guida galattica per gli autostoppisti
Tradotto da Laura Serra
Mondadori 1999
10 righe da pagina 26:

Ecco come si esprime l'Enciclopedia galattica sull'alcol. Dice che l'alcol è un liquido volatile incolore originato dalla fermentazione di zuccheri, e fa notare anche che ha effetti intossicanti su certe forme di vita a base carbonio.
Anche la Guida galattica per gli autostoppisti nomina l'alcol. Dice che la miglior bevanda alcolica che esiste è il Gotto Esplosivo Pangalattico.
Dice che quando si beve un Gotto Esplosivo Pangalattico si ha l'impressione che il cervello venga spappolato da una fetta di limone legata intorno a un grosso mattone d'oro. [...]

inviato il 16/11/2010
Nei segnalibri di:

Pan

immagine copertina
Francesco Dimitri
Pan
Marsilio 2008
10 righe da pagina 184:

Se anche troverà Peter, Uncino non intende lasciar vivere la fanciulla. Semmai le concederà l'onore di un'esecuzione piratesca, dandola in pasto agli squali dal ponte della nave. In seguito penserà ai Cavaterra. Il giovane Michele gli ha titillato l'istinto, e dovrà presto controllare una cosa, su di lui. Ucciderlo sarebbe stato uno spreco terribile. Non l'ha preso perché non voleva rallentamenti, e anche per preferisce che i Cavaterra si arruolino spontaneamente: ecco l'umiliazione definitiva, ecco la definitiva punizione di Stefano. Ma bisogna fare le cose con compostezza. Prima di tutto, c'è Peter Pan. "Aprire" ordina Capitan Uncino. Un pirata infila la chiave di Giada nella toppa, fa un mezzo, spinge. Dall'altra parte, pronta a sua volta ad aprire, c'è la Meravigliosa Wendy. Accanto a lei, Peter. "Ops" dice la ragazza. "Quali sgradevoli circostanze" commenta Uncino.

inviato il 16/11/2010
Nei segnalibri di:

Wunderkind - Una Lucida Moneta D'Argento

immagine copertina
GL D'Andrea
Wunderkind - Una Lucida Moneta D'Argento
Mondadori 2009
10 righe da pagina 44:

Dent de Nuit non era un modo di dire, come aveva ipotizzato Caius. Dent de Nuit era il nome di uno di questi spigoli ignorati. Una zona oscura sulle mappe catastali. Una zona grigia nei ricordi di chi vi transitava senza motivo. Dent de Nuit era il nome di un intero quartiere. E il cuore del Dent De Nuit, poco sopra Montmartre, a ridosso del cimitero monumentale, era una stravagante statua di pietra chiamata "Fontana del Rana". Era singolare che fosse stata battezzata così visto che, a memoria d'uomo (perché il Dent de Nuit non faceva eccezione: vi abitavano uomini e donne come in un qualsiasi altro quartiere) nessuno l'aveva mai vista zampillare e nessuno si era mai sognato di considerarla una vera fontana.

inviato il 17/11/2010
Nei segnalibri di:

Commenti

@iri: mi sembrava che avessi già visto quell'avatar! XD Il mio fido disegnatore pazzo!

Chi non muore si iri-vede xD

Il paradiso può attendere (a volte)

immagine copertina
Gaetano Amato
Il paradiso può attendere (a volte)
Testepiene 2010
10 righe da pagina 137:

Il vero dolore non è quello fisico ma quello che ti spezza il cuore, che ti prende dentro, che ti rivolta, che ti lacera l'anima. E' quello a cui non puoi contrapporre i farmaci ma ti tocca subirlo e preghi che se ne vada, che ti abbandoni, che ti ridia la pace e la serenità perduta. Ti sconvolge, ti assoggetta, fa di te una larva. E faresti tutto pur di non subirlo.
Il vero dolore ti tocca negli affetti e ti li macera.
Il vero dolore ti uccide.

inviato il 17/11/2010
Nei segnalibri di:

Commenti

Potete leggere le prime 37 pagine qui http://www.10righedailibri.it/prime-pagine/paradiso-pu%C3%B2-attendere-v...

Maria, prova a caricare l'immagine per il tuo account
:)

L'amante della regina vergine

immagine copertina
Philippa Gregory
L'amante della regina vergine
Tradotto da Linda De Angelis
Mondolibri su licenza Sperling & Kupfer 2006
10 righe da pagina 54:

Lui sorrideva, volgendo la testa da una parte e dall'altra, scrutandosi attorno, continuamente all'erta. Era un uomo che aveva cavalcato davanti a una folla adorante e che in seguito aveva marciato verso la Torre fra le grida d'odio e di scherno, sapendo di essere il secondo uomo più odiato d'Inghilterra, figlio di quello più odiato. Sapeva che la folla poteva essere dolce come una fanciullina consenziente e il giorno dopo astiosa come una donna trascurata.
Quel giorno lo adoravano; era il favorito di Elisabetta, era l'uomo più bello d'Inghilterra. Era un sopravvissuto, come lei, era un sopravvissuto, come loro.

inviato il 17/11/2010
Nei segnalibri di:

Monteverde

immagine copertina
Gianfranco Franchi
Monteverde
Castelvecchi 2009
10 righe da pagina 65:

Ero un giovane neolaureato, affascinato dal mondo del lavoro e dalle prospettive che inevitabilmente si sarebbero spalancate a un ragazzo così giovane, brillante e cum laude. Pensavo che sarebbe stato sufficiente candidarmi per ricevere proposte, mi sembrava impossibile il contrario. Mi sembrava che rispondere agli annunci fosse da disoccupato, e così mi rivolsi a una struttura statale interessata ai giovani come me, lo Sportello Tirocini del Comune di Roma. Andai, presentai un curriculum completo, proposi la mia candidatura per stage o tirocini, naturalmente gratis et amore. Secondo le nuove direttive delle formidabili riforme uliviste e forziste, i cittadini italiani alle prime esperienze professionali non andavano più stipendiati. Il privilegio del lavoro era già bastevole: l'azienda andava reputata generosa, perché ti permetteva di lavorare gratis per tre, sei, dodici mesi. Potevi fare esperienza e – chissà? – essere ingaggiato, magari a progetto, per altri dodici mesi. E poi chissà.

inviato il 17/11/2010
Nei segnalibri di:

Il libro è ...

Il libro è ... 7 years 22 settimane fa

Il libro è la poesia per la mia anima.

Mirror mirror

Mirror mirror 8 years 40 settimane fa

si, si...lo so bene.. :) è per me, infatti!

Mirror mirror 8 years 40 settimane fa

Grazie, ma no..non sono io! ^^
Ancora grazie per il consiglio...non ho mai letto questo autore ma mi ispira moltissimo..

Mirror mirror 8 years 40 settimane fa

molto bello!

Mirror mirror 8 years 40 settimane fa

grazie :D aspettavo di leggere un estratto!

Dracula di Bram Stoker

Dracula di Bram Stoker 8 years 40 settimane fa

beato! :D

Strega

Strega 8 years 40 settimane fa

grazie anche per questo!

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy