Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di giuseppemarletta66

La nobildonna

immagine copertina
Giuseppe Marletta
La nobildonna
Ibiskos Editrice Risolo 2011
10 righe da pagina 29:

Il sole era ben alto nel cielo ed i suoi raggi abbacinavano le rotaie quando il treno si fermò alla stazione ferroviaria di Catania. Raccolsi le mie valigie e, stremato dal caldo, scesi dal vagone. Il vento di scirocco di quell’insolito mese d’aprile era caldissimo; la stazione brulicava di turisti in arrivo, che mi osservavano incuriositi, quasi con commiserazione.
Allora mi guardai e capii il perché: ero sudato e la divisa, perfettamente stirata e pulita al momento della partenza, era ridotta davvero male, dando un serio colpo al mio orgoglio di carabiniere appena promosso al termine di un breve quanto duro corso.
Ero entrato nell’Arma per svolgere il mio servizio di leva e avevo ricevuto un intenso addestramento in appena otto settimane. Si era nel pieno degli anni di piombo ed occorreva ingrossare al più presto le file dei reparti, soprattutto quelli impegnati in prima linea in Italia settentrionale.
Il momento in cui ci comunicarono le destinazioni fu quello più atteso e temuto.

inviato il 16/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Bravo Giuseppe!!!

Aggiunto segnalibro

segnalibro aggiunto! :)

segnalibro

Grazie a voi tutti!

Benvenuto Giuseppe :)

Non c'è dolcezza

immagine copertina
Anilda Ibrahimi
Non c'è dolcezza
Einaudi 2012
10 righe da pagina 98:

-Non mi lasciare, zia-dice Arlind con voce flebile.-Non vedi che sono ancora malato?
-Ma c'è la mamma con te, e il papà e i nonni-dice lei trattenendo a stento le lacrime.
-Non mi lasciare,- ribadisce il bambino tutto affannato.
Lila rimane.
Theodora osserva la scena seduta vicino al camino bisbiglia a Eleni:- Questo è il richiamo del sangue, ecco cos'è, sarò anche vecchia, le mie mani ormai tremano, eh, ma queste cose le riconosco. Fra non molto, chissà, mi lascerà la memoria, e me lo auguro. Cancellerò i lutti, i dispiaceri, ma non quello che ho visto in questa casa. Il sangue chiama sangue. Quello che Dio ha scritto, gli uomini non possono cancellarlo.

inviato il 29/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Sono lieta,per te Martina ciao

eccola la vincitrice delle 10righedellasettimana!!!!!
hai vinto un libro che ti spediremo all'indirizzo che vorrai segnalarci scrivendo a info@10righedailibri.it

http://www.facebook.com/photo.php?fbid=507503662602682&set=a.12800929055...

Grazie per l´indicazione, Martina.

:) cara Paola, no purtroppo non lo conosco.
Cristina e Natalina, avete ragione: è una scrittrice molto evocativa!

Ho letto un altro libro di questa scrittrice, "Rosso come una sposa", e devo dire che mi era piaciuto molto

Domanda: il tuo cognome mi suona familiare... Ha nulla a che vedere con il Professor Livio Dei Cas?

martina leggo le dieci righe..emi sembra di sentire la voce dell'autrice,ricordo
di avere ascoltato un intervista a radio tre,ciao

Il sommo bene e il sommo male

immagine copertina
Marco Tullio Cicerone
Il sommo bene e il sommo male
Tradotto da Fabio Demolli
Bompiani 1992
10 righe da pagina 43:

Epicuro, quell'Epicuro che voi chiamate servo dei piaceri, grida che non si può provare la gioia di vivere, se non si vive con sapienza, con dignità e con giustizia, e non si può vivere con sapienza, dignità e giustizia se manca la gioia. Infatti né uno stato in preda ai disordini può essere felice, né lo può essere una casa i cui padroni vivono in discordia; ancor meno uno spirito in tumulto e in discordia con se stesso può gustare qualche goccia di un piacere limpido e libero.

inviato il 28/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Sara!!!

Partecipo al Giuoco domenicale #4: S.P.Q.R. link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-4-spqr

L'oscura sposa

immagine copertina
Laura Estrepo
L'oscura sposa
Frassinelli, 2004
10 righe da pagina 204:

"E quelli di là che fanno, madrina?" premeva Juana, tirandole la gonna.
"Fanno un gioco che si chiama tennis."
"Ma non sono bambini...Forse anche gli adulti giocano?"
"Sì, anche loro", disse Susana, facendo la saputella, "vince chi prende la palla con la mano."
"No, vince chi riesce a lanciarla più lontano con la racchetta", corresse Todos Los Santos. "La racchetta è quel cesto schiacciato che hanno in mano."
"E là dentro, nel quartiere Staff", volle sapere Ana, "la gente muore lo stesso?"
"Sì, certo. La morte è l'unica che riesce ad entrare ogni volta che ne ha voglia."

inviato il 25/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Ringrazio la Casa Ed. Fanucci per il libro incentivo "Punto di rottura" di Simon Lelic, dalla trama sembra molto intrigante!

Grazie Martina, grazie di cuore :-)

assegno il libro incentivo come da regolamento a Violett Hill con http://scrivi.10righedailibri.it/la-cotogna-di-istanbul-ballata-tre-uomi...

ok, quindi come sempre, non come nel messaggio che mi avete scritto ieri sera? :)

Martina il libro devi sceglierlo tra le 10 righe postate da oggi a domenica 8 luglio. Lunedì poi annunci il vincitore scrivendo il messaggio sotto le 10 righe scelte. http://www.10righedailibri.it/giochi-segnalibri

perfetto!allora a domani sera! :)

aspetta la mezzanotte, ma va bene anche se lo comunichi domani :)

...ma devo aspettare la mezzanotte di oggi o posso scegliere subito?

Ps: per ricevere il libro incentivo devi scegliere un vincitore dai post di oggi e un altro domenica prossima :)

PS: grazie a tutti i segnalibrandi. Continuate a partecipare attivamente al sito per scoprire nuove letture ed emozioni!

... E l'ore... L'ore non passavan mai!

immagine copertina
Marino Moretti
... E l'ore... L'ore non passavan mai!
Zanichelli 2012
10 righe da pagina 2:

... E l'ore... L'ore non passavan mai!
Ero fanciullo, andavo a scuola: e un giorno
dissi a me stesso: -Non ci voglio andare-
E non ci andai. Mi misi a passeggiare
solo soletto, fino a mezzogiorno.
E così spesso a scuola non andai
che qualche volta da quel triste giorno.
Io passeggiavo fino a mezzogiorno
e l'ore... l'ore non passavan mai...
Pensavo alla mia classe, al posto vuoto,
al registro, all'appello (oh, il nome, il nome
mio nel silenzio!) e mi sentivo come
proteso nell'abisso dell'ignoto...
Infine io mi spingea fino ai giardini
od ai viali fuori di città;
e mi chiedevo: -Adesso chi sarà?
interrogato, Poggi o Poggiolini?
E fra me ripetevo qualche brano
di storia (Berengario... Carlo Magno...
Rosmunda...) ed era la mia voce un lagno
ritmico, un suono quasi non umano...
E quante, quante volte domandai
l'ora a un passante frettoloso; ed era
nella richiesta mia tanta preghiera!
Ma l'ore... l'ore non passavan mai!

inviato il 23/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Leggo solo ora questi simpaticissimi versi ... che meraviglia lo scolaretto che viene allo scoperto e senza dirlo si pente di non essere andato a scuola ... :-) segnalibro!

segnalibro

Il ricordo va all'infanzia, in effetti.

Che bell'immagine, sono tornato indietro ai tempi delle elementari :-) Bei tempi :-)

Partecipo al minigioco del 23 giugno http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe/

Imbattibili

immagine copertina
Roberto Savino
Imbattibili
Castelvecchi 2012
10 righe da pagina 32:

La stanchezza affiora in entrambe le contendenti ed a quattro minuti dal termine è uno spunto di Marchisio a cambiare il corso della storia. La lavagna è piantata nel mezzo del campo. Il pallone raccolto dal Principino sulla tre quarti è il gessetto nelle mani di un Maestro. La corsa della palla disegna per due volte consecutive dei cateti servendosi la prima volta della sponda di Vidal e, la seconda, dei piedi di Vucinic, mentre la corsa del numero 8 di Madama racconta precise ipotenuse. Non è certo, anzi lo si dubita fortemente, che in quell’attimo gli attoniti difensori rossoneri, così come tutti gli occhi puntati sull’azione, fossero così interessati a calcolare le rispettive aree di tali perfetti triangoli rettangoli, sta di fatto che a nulla serve il tentativo di Bonera di rovinare la dimostrazione pitagorica, con una sfera che rotola alle spalle di Abbiati per la gioia impazzita e senza freni dei bianconeri.

inviato il 24/05/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Bellissimo!!!!!!!!!!!!!

Grandi!

Grazie a tutti per i segnalibri assegnati e a 10 righe dai libri e i vari editori che aderiscono all'iniziativa per il libro che mi arriverà ;-)

Ale devi scegliere il vincitore tra le 10 righe postate da oggi a domenica :))

complimenti Alessandra!! con queste 10righe, più segnalibrate, ti aggiudichi il libro incentivo. Comunica i tuoi data a libroincentivo@10righedailibri.i
Ricordati di scegliere il vincitore della settimana....

Libro stupendo, adoro come scrive Roberto e poi.....queste sono le mie righe preferite...... ma non posso rivelare perchè ahahahh...Forza Juve!!!!

Grandeeeeeeeeeeeeeeee ,il libro va forte..forza Juve sempre e ovunque,saluti a tutti.

affabile,spensierato,preciso,deciso al punto giusto,pieno di colori e trasparenza...davvero bello

appena finito!!! magnifico

Siete meravigliosi...grazie a tutti. Grande ale

SONO SOLO UN GATTO

immagine copertina
LUDMILLA HELGA SIERSCH
SONO SOLO UN GATTO
Fazi Editore 2012
10 righe da pagina 68:

Ora infilo il naso sotto la sua ascella, desidero metterlo al caldo, voglio sentirmi protetto. lei rimane immobile per non disturbarmi; a un certo punto spegne la televisione e si addormenta. il suo respiro si fa pesante, ricorda le fusa di noi gatti. il braccio che ha poggiato sulla mia schiena inizia a soffocarmi, cerco di dimenarmi e lei è costretta a muoversi, allora inizia a farmi le carezze sotto al mento: le adoro! E poi baci, coccole, il tempo perde il suo ritmo e sembra assumere le forme dell'infinito. Ogni suo movimento mi culla e mi rilassa. E' proprio una notte d'amore...

inviato il 11/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Ahahah sembra molto simpatico questo libro... Me lo annoto subito!

Messo il segnalibro!

Non posso che simpatizzare!

libro da regalare a chi ama i gatti!

Sonia mi è talmente piaciuto che ne ho comprata una copia per regalarlo ad una mia cara amica, mancano ormai una decina di pagine alla fine :-(

Dev'essere proprio bello questo libro dalle citazioni che di tanto in tanto leggo. Lo comprerò magari A me di Fazi editore ne è errivato un altro. Speriamo sia altrettanto interessante ;)

segnalibro il mio più o meno è come quello della copertina solo che è tutto rosso :-)

Solo un gatto? Meno male, il mio fa da 10 :)

Sono solo un gatto è il libro incentivo grazie ancora a tutti e grazie a Fazi editore :-)

I quattordici mesi: la mia Resistenza

immagine copertina
Enzo Biagi
I quattordici mesi: la mia Resistenza
Rizzoli 2009
10 righe da pagina 20:

Si dice che nella storia di ognuno di noi c'è almeno una persona che non si può dimenticare. Io penso che nell'arco di una vita gli incontri decisivi siano molti di più. Tra quelli che mi hanno insegnato c'è quello con il capitano Pietro; per noi giovani uomini di Giustizia e Libertà è stato non solo uno straordinario Comandante, ma anche un esempio di rigore, di pulizia, di modestia. Voleva proteggerci, e non solo dai pericoli della guerra, ma anche dagli equivoci della politica, dalle furbizie dalle piccole strategie, dai compromessi disinvolti. Ha vissuto con rara coerenza;: quando tutti, o quasi, hanno avuto l'occasione di ottenere qualche beneficio, lui non ha chiesto nulla.

inviato il 17/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Alessandra del consiglio, Giuseppe condivido grazie

Ti consiglio "L'albero dai fiori bianchi" di Enzo Biagi, è meravoglioso!

segnalibro

E' stato uno straordinario giornalista, un attento cronista dei suoi tempi ed un implacabile censore dei mali della classe politica.

Bertoldo

immagine copertina
Giulio Cesare Croce
Bertoldo
///
10 righe da pagina 10:

Epitaffio-in caratteri d'oro .Per Bertoldo

In questa tomba tenebrosa e oscura
Giace un villan di si deforme aspetto.
Che piu' d'orso che d'uomo avea figura.
Ma di tant'altro e nobil'intelletto.
Che stupir fece il Mondo e le Nature.
Mentr'egli visse,fu Bertoldo detto.
Fu grato al Re,morì con aspri duoli.
Per non poter mangiar rape e fagiuoli.

inviato il 17/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

segnalibro ciao :)

Messo. Ciao!

Sonia sono le parentesi uncinate ,io uso le virgolette,ciao ,naty

E' un idea spontanea ...grazie Staff!!!,naty

I promessi sposi

immagine copertina
Alessandro Manzoni
I promessi sposi
bulgarini

Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno, tra due catene non interrotte dimonti, tutto a seni e a golfi, a seconda dello sporgere e del rientrare di quelli, vien, quasi aun tratto, a ristringersi, e a prender corso e figura di fiume, tra un promontorio a destra, eun'ampia costiera dall'altra parte; e il ponte, che ivi congiunge le due rive, par che rendaancor più sensibile all'occhio questa trasformazione, e segni il punto in cui il lago cessa, el'Adda rincomincia, per ripigliar poi nome di lago dove le rive, allontanandosi di nuovo,lascian l'acqua distendersi e rallentarsi in nuovi golfi e in nuovi seni.

inviato il 11/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

;)

grazie barbara!!! mi fa molto piacere ;)

Ciao Angelo, posso metterti la "tassa" sul tuo libro? :D
cosi' raddoppiano tutti i voti perchè I Promessi Sposi..... è uno dei più grandi capolavori della nostra letteratura complimenti mi piacciono sempre tantissimo, le 10 righe che posti :) grazie :))

Messo!

oh grazie davvero Lory!!! mi fa molto molto piacere! ;)

Ogni volta che entro su 10 righe rileggo come prime righe le tue, molto belle davvero :-)

grazie natalina! ;)

aggiungo segnalibro

intramontabile... e incredibilmente attuale. un classico come non lo è mai stato nessuno!

Tre giorni per morire

immagine copertina
Karin Slaughter
Tre giorni per morire
Tradotto da Tommaso Tocci
timeCRIME 2012
10 righe da pagina 177:

L'insegnante snocciolo' l'elenco.«Difficolta' con la matematica,con la lettura,con la sillabazione e la comprensione,immaturita',problemi parziali,balbuzie,difficolta'nello sviluppo motorio e nella comprensione di ritmica e metrica...E'un calderone,ogni soggetto e'differente.Si puo' avere di fronte un genio della matematica o una persona che non e'in grado di fare un 'addizione.Un campione dello sport o una persona molto maldestra.La fortuna di Emma e' che il disturbo e'stato diagnosticato presto.Chi soffre di dislessia e' bravissimo a mascherarne i sintomi.Purtroppo i computer sono uno strumento perfetto per ingannare il prossimo.La lettura e'una capacita'elementare,ed e' facile cedere alla vergogna quando si hanno difficolta' con le cose semplici.

inviato il 14/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao!

:)

:)

Ringrazio Fanucci Editore per il libro incentivo, e ringrazio ancora Emy C. e Barbara Antonacci grazie di cuore :-)

... E l'ore... L'ore non passavan mai!

... E l'ore... L'ore non passavan mai! 6 years 39 settimane fa

Il ricordo va all'infanzia, in effetti.

SONO SOLO UN GATTO

SONO SOLO UN GATTO 6 years 39 settimane fa

Messo il segnalibro!

I quattordici mesi: la mia Resistenza

I quattordici mesi: la mia Resistenza 6 years 39 settimane fa

E' stato uno straordinario giornalista, un attento cronista dei suoi tempi ed un implacabile censore dei mali della classe politica.

Bertoldo

Bertoldo 6 years 39 settimane fa

Messo. Ciao!

I promessi sposi

I promessi sposi 6 years 39 settimane fa

Messo!

Giovanni Falcone, un uomo normale

Giovanni Falcone, un uomo normale 6 years 39 settimane fa

Un eroe!

Tre giorni per morire

Tre giorni per morire 6 years 39 settimane fa

Ciao!

La Quarta Cantica

La Quarta Cantica 6 years 39 settimane fa

Messo segnalibro!

Memorie di una Geisha

Memorie di una Geisha 6 years 39 settimane fa

Messo il segnalibro.

Dove nessuno ti troverà

Dove nessuno ti troverà 6 years 39 settimane fa

Messo il segnalibro!

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy