Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di francescozic

Il coraggio del pettirosso

immagine copertina
Maurizio Maggiani
Il coraggio del pettirosso
Feltrinelli
10 righe da pagina 19:

Mio padre era scappato dal suo paese subito dopo la guerra.
Preciso: subito dopo la sua guerra, che finì un poco dopo quella di quasi tutti gli altri.
Era fornaio già al suo paese, un giovane e aitante fornaio, e come tutti i fornai anche lui era un libertario, un anarchico.
Perchè tutti i fornai erano anarchici? Perhè di notte c'è modo di avere più coraggio e più libertà, perchè il pane è la misura della giustizia, perchè l'acqua e il fuoco non fanno rumore e non confondono il cervello, e via discorrendo.
E poi perchè al suo paese lo erano in tanti. Non ne sapeva dire il motivo, ma era così.

inviato il 20/06/2012
Nei segnalibri di:

Giacomo Leopardi - Canti

immagine copertina
a cura di U. Dotti
Giacomo Leopardi - Canti
Feltrinelli
10 righe da pagina 302:

Dolce e chiara è la notte e senza vento,
E queta sovra i tetti e in mezzo agli orti
Posa la luna, e di lontan rivela
Serena ogni montagna. O donna mia,
Già tace ogni sentiero, e pei balconi
Rara traluce la notturna lampa:
Tu dormi, che t'accolse agevol sonno
Nelle tue chete stanze; e non ti morde
Cura nessuna; e già non sai nè pensi
Quanta piaga m'apristi in mezzo al petto.
Tu dormi: io questo ciel, che sì benigno
Appare in vista, a salutar m'affaccio,
E l'antica natura onnipossente,
Che mi fece all'affanno. A te la speme
Nego, mi disse, anche la speme; e d'altro
Non brillin gli occhi tuoi se non di pianto.

inviato il 29/06/2012
Nei segnalibri di:

La filosofia del vino

immagine copertina
Massimo Donà
La filosofia del vino
Tascabili Bompiani 2010
10 righe da pagina 23:

Bere e filosofare dovevano procedere di pari passo; quasi che l'argomentare filosofico potesse trarre, delle sostanze contenute nel nettare di Dionisio, una maggior familiarità con il sacro. Non diversamente ad altri filosofi, gli Eleati vedevano un' eccellente forma di sacrificio agli dei nell'offerta del vino, la bevanda più cara agli dei stessi perchè la più vicina alla dimensione in cui esistevano. Sopratutto in virtù degli effetti di liberazione, di apertura, dei quali, prima che di ogni altra cosa, il filosofo doveva essere testimone.

inviato il 30/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

:))

no no :) con questo caldo già sono "stordita" di mio... :D

a chi lo dici! :D

non ti ubriacare però :)

Il libro è ...

immagine copertina
Staff 10 righe dai libri
Il libro è ...
Giochi 10 righe 2012

Cos'è per voi un libro, quali emozioni e pensieri vi scatena?
Il libro è ... vuole entrare nel cuore di voi lettori.
:)

TEMPI e MODI
- Scrivete nei commenti una frase (massimo 3 righe).
- La frase deve iniziare (potete scegliere) con: Il libro ..., Un libro ..., I libri ..., Leggere ..., Sfogliare ... .
- Potete partecipare sempre e più volte perché i pensieri sui libri infiniti: qui raccoglieremo tutti i vostri.
- A sorpresa assegneremo periodicamente un Libro Incentivo
- Alcune frasi verranno pubblicate anche su scrivi.10righedailibri.it abbinate a un'immagine.
Se la vostra immagine ben rappresenta il pensiero inviatela a info@10righedailibri.it indicando la fonte.

Ora viaaa!
Il libro è ...

inviato il 01/03/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Un libro è un giubbotto antiproiettile, una scialuppa di salvataggio, un indispensabile paracadute di riserva (ovviamente bisogna ricordarsi di aprirlo...)

Leggere ci insegna ad ascoltarci

I libri sono come la luce, delle lucciole nella notte.

I libri sono necessari all'uomo così come sono necessari i sogni.

I libri ci fanno sognare e i sogni aiutano a vivere.

Leggere un libro significa esplorare la propria passione!

Il libro è una parte importante della sapienza ,una fonte d'educazione ,di ricchezza spirituale .Ogni libro m'insegna qualcosa .

I libri raccontano quello che io non riesco ad esprimere. Finché ci sarà qualcuno che scrive, i miei pensieri saranno liberi.

il libre è l'amico fedele che è sempre con te,condividendo momento belli e meno belli senza chiedere nulla in cambio...

Il libro ci fa sentire meno soli...

Il sentiero dei nidi di ragno

immagine copertina
Italo Calvino
Il sentiero dei nidi di ragno
Garzanti-gli elefanti 1987
10 righe da pagina 51:

...Non é come Pin avrebbe voluto, perché importa loro tanto poco, adesso? vorrebbe non aver ancora preso la pistola, vorrebbe tornar dal tedesco e rimetterla al suo posto. - Per una pistola, - dice Miscèl, - non val la pena rischiare. Poi é un modello antiquato. pesante, s'inceppa. ... Pin non sente più niente. ormai é sicuro che non darà loro la pistola, ha i lucciconi agli occhi e una rabbia gli stringe le gengiv. I grandi sono una razza ambigua e traditrice, non hanno quella serietà terribile nei giochi propria dei ragazzi, pure hanno anch'essi i loro giochi, sempre più seri, un gioco dentro l'altro che non si riesce mai a capire quale é il gioco vero. Prima sembrava che giocassero con l'uomo sconosciuto contro il tedesco, adesso da soli contro l'uomo sconosciuto, non ci si può mai fidare di quel che dicono...

inviato il 21/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

complimenti, con queste 10righe hai vinto il gioco maturarighe!
Ti vengono assegnati 3 libri incentivo e dovrai scegliere a chi assegnare il terzo premio! :)

aggiungo segnalibro

Non conoscevo questo libro di calvino!!!

Partecipo a Maturarighe +http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe/

Il fu Mattia Pascal

immagine copertina
Luigi Pirandello
Il fu Mattia Pascal
Newton Compton

Avevo già effettuato da capo a piedi la mia trasformazione esteriore: tutto sbarbato, con un pajo di occhiali azzurri chiari e coi capelli lunghi, scomposti artisticamente: parevo proprio un altro! Mi fermavo qualche volta a conversar con me stesso innanzi a uno specchio e mi mettevo a ridere.
" Adriano Meis! Uomo felice! Peccato che debba esser conciato così... Ma, via, che te n'importa? Va benone! Se non fosse per quest'occhio di LUI, di quell'imbecille, non saresti poi, alla fin fine, tanto brutto, nella stranezza un pò spavalda della tua figura. Fai un pò ridere le donne, ecco. Ma la colpa, in fondo, non è tua. Se quell'altro non avesse portato i capelli così corti, tu non saresti ora obbligato a portarli così lunghi: e non certo per tuo gusto, lo so,vai ora sbarbato come un prete. Pazienza! Quando le donne ridono... ridi anche tu: è il meglio che possa fare."

inviato il 20/06/2012
Nei segnalibri di:

Il coraggio del pettirosso

immagine copertina
Maurizio Maggiani
Il coraggio del pettirosso
Feltrinelli
10 righe da pagina 19:

Mio padre era scappato dal suo paese subito dopo la guerra.
Preciso: subito dopo la sua guerra, che finì un poco dopo quella di quasi tutti gli altri.
Era fornaio già al suo paese, un giovane e aitante fornaio, e come tutti i fornai anche lui era un libertario, un anarchico.
Perchè tutti i fornai erano anarchici? Perhè di notte c'è modo di avere più coraggio e più libertà, perchè il pane è la misura della giustizia, perchè l'acqua e il fuoco non fanno rumore e non confondono il cervello, e via discorrendo.
E poi perchè al suo paese lo erano in tanti. Non ne sapeva dire il motivo, ma era così.

inviato il 20/06/2012
Nei segnalibri di:

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy