Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Claudia

Conversazioni

immagine copertina
Iosif Brodkij - a cura di Cynthia L.Haven
Conversazioni
Tradotto da Matteo campagnola
Adelphi 2015
10 righe da pagina 261:

Curiosando tra gli appunti di un poeta troviamo molte crocette e segni, molti ripensamenti: che cosa è successo? Semplicemente il poeta ha corretto i propri impulsi iniziali. Nel processo compositivo egli arriva a fondere il razionale con l'intuitivo, affermazione e negazione, Il poeta, in altre parole, è l'animale più sano: combina analisi e intuizione- analisi e sintesi - per giungere al risultato, alla rivelazione. Per questo la poesia è il più efficace acceleratore mentale. Leggerla e scriverla offrono lo strumento di conoscenza più rapido, il più economico che io conosca.

inviato il 03/10/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Emma, questo libro lo consiglio vivamente!

brava , queste righe sono interessanti

Il mestiere di vivere

immagine copertina
Cesare Pavese
Il mestiere di vivere
Einaudi 1973
10 righe da pagina 24:

18 dicembre
Ma allora, se il punto delle mie poesie sta nella sentenza, variamente espressa o dissimulata, molte cose che teoricamente ricercavo, le avevo già ottenute. Il che, tra l'altro, dev'essere inequivocabilmente vero, se è vero che ho già composto qualche poesia che tocca il definitivo. Per esempio, ecco ottenuto il giudizio morale sulle cose di questo mondo, ecco la serietà di ragioni, ecco la rivincita sulla sensualità mera. Ecco l'universalità del mondo interiore espresso, che io temevo fosse un puro gioco letterario. Ecco tutto, insomma. Oggi è veramente la giornata bianca.

inviato il 27/09/2017
Nei segnalibri di:

Inventario Poesie 1948-2000

immagine copertina
Mario Benedetti
Inventario Poesie 1948-2000
Le Lettere
10 righe da pagina 33:

QUESTA E' LA MIA CASA
Non c'è dubbio. Questa è la mia casa
qui avvengo, qui
mi inganno immensamente.
Arriva l'autunno e mi difende,
la primavera e mi condanna.
Ho milioni di ospiti
che ridono e che mangiano,
s'accoppiano e dormono,
giocano e pensano,
milioni di ospiti che si annoiano,
che hanno incubi e attacchi di nervi.
Non c'è dubbio. Questa è la mia casa.
Tutti i cani e i campanili
ci passano davanti.
Ma la mica casa è sferzata dai fulmini
e un giorno si spaccherà in due.
E io non saprò dove ripararmi,
perché tutte le sue porte danno fuori dal mondo.

inviato il 09/06/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Claudia, riporta qui nei commenti l'anno di pubblicazione.

L'arte di ignorare il giudizio degli altri

immagine copertina
Arthutr Schopenhauer
L'arte di ignorare il giudizio degli altri
Tradotto da Bettino Betti
Biblioteca universale Rizzoli BUR 2014
10 righe da pagina 33:

Di fatto, il valore che attribuiamo all'opinione altrui e la costante preoccupazione riguardo a essa superano, generalmente, quasi tutte le motivazioni veramente ragionevoli, sicché quel pensiero si può considerare una specie di fissazione universalmente diffusa o, piuttosto, congenita. In tutto ciò che facciamo l'opinione altrui viene presa in considerazione prima, quasi,di ogni altra cosa; e, se ci riflettiamo attentamente, vedremo che quasi la metà di tutte le ansie e di tutti i timori che ci hanno turbati in tutto il nostro passato nascevano da quella preoccupazione: essa è alla base del nostro orgoglio, così spesso offeso perché così morbosamente suscettibile, della nostra vanità e delle nostre ambizioni, dell'ostentazione del lusso e dell'esibizionismo.

inviato il 15/01/2015
Nei segnalibri di:

Canti Orfici

immagine copertina
Dino Campana carmelo bene
Canti Orfici
Grandi tascabili economici Newton 2002
10 righe da pagina 61:

La petite promenade du poète

Me ne vado per le strade
Strette oscure e misteriose:
Vedo dietro le vetrate
Affacciarsi Gemme e Rose.
Dalle scale misteriose
C'è chi scende brancolando:
Dietro i vetri rilucenti
Stan le ciane comentando.

La stradina è solitaria:
Non cè un cane: qualche stella
Nella notte sopra i tetti:
E la notte mi par bella.
E cammino poveretto
Nella notte fantasiosa,
Pur mi sento nella bocca
La saliva disgustosa. Via dal tanfo
Via dal tanfo e per le strade
E cammina e via cammina,
Già le case son più rade.
Trovo l'erba: mi ci stendo
A conciarmi come un cane:
Da lontano un ubriaco
Canta amore alle persiane.

inviato il 07/12/2014
Nei segnalibri di:

Orientarsi con le stelle

immagine copertina
Raymond Carver
Orientarsi con le stelle
Tradotto da Riccardo Duranti e Francesco Dante
Minimum fax 2006
10 righe da pagina 391:

QUESTA PAROLA AMORE

Non accorrerò quando chiamerà
anche mi dirà ti amo,
specialmente se lo dirà,
anche se giura
e non promette altro
che amore amore.

La luce in questa stanza
copre ogni
cosa allo stesso modo;
neanche il mio braccio fa ombra,
anch'esso consumato dalla luce.

Ma questa parola amore…
questa parola s'oscura,
s'appesantisce e si scuote, comincia
a farsi strada coi denti, con brividi e convulsioni
su questo foglio
finché anche noi scompariamo quasi
nella sua gola trasparente e siamo ancora
separati, lucidi, fianchi contro coscia, i tuoi
capelli sciolti che non conoscono
esitazioni.

inviato il 07/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Claudia, giochi a Passi sardi? http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

Chiedo scusa

immagine copertina
Francesco Abate e Saverio Mastrofranco
Chiedo scusa
Einaudi 2010
10 righe da pagina 167:

Il dolore si è fatto ancora più intenso. - Ma non ho mai fatto nulla di male…- la mia voce sempre più infantile.
-Non basta , - ha detto mio padre affiancato da Pippo e don Ciccio. - Non basta…- ho ripetuto. - Alla fine l'unica cosa che conta è l'amore che hai dato e quello che hai ricevuto. Hai capito, Valter? Il resto è nulla. E tu sei ancora nulla. Mio padre si è avvicinato e insieme ai nonni, con forza, ha squarciato la parete gommosa che mi imprigionava. -Ora vai, - mi hanno detto.
E sono riemerso.

inviato il 05/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Che bello! Grazie mille, staff!

Ciao Claudia, le tue 10 righe sono state scelte dalla redazione per il gioco Passi Sardi, per Te due libri incentivo. Complimenti!!! Manda i tuoi dati a libroincentivo@10righedailibri.it

Partecipo a Passi sardi
http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

Lacci

immagine copertina
Domenico Starnone
Lacci
Einaudi 2014
10 righe da pagina 92:

Ma non è accaduto, ed è stato proprio il fantasma di Lidia a salvarmi da nuove devastazioni. Non mi sono perso dietro a nessun'altra donna perché sono rimasto legato a lei. Non l'ho dimenticata mai, pensare a Lidia continua a turbarmi. Perciò non c'è stato anno in cui io non abbia trovato il modo di incontrarla. Ho seguito assiduamente gli sviluppi della sua vita. Insegna ancora all'università, ma è vicina alla pensione. Scrive sui giornali, è un'economista molto apprezzata, specialmente in questi tempi di disoccupazione e miseria.

inviato il 04/12/2014
Nei segnalibri di:

1913 L'anno prima della tempesta

immagine copertina
Florian Illies
1913 L'anno prima della tempesta
Marsilio 2013
10 righe da pagina 23:

E' un anno tutto su di giri. Perciò è naturale che il pilota russo Petr Nikolaevic Nesterov, a bordo del suo aereo da combattimento, compisse il primo looping della storia nel 1913. E che su un lago ghiacciato, in quel gennaio freddo da morire, il pattinatore austriaco Alois Lutz eseguisse una giravolta nell'aria con un'abilità tale che quel salto porta il suo nome ancora oggi. Per farlo bisogna prendere la rincorsa all'indietro, poi saltare partendo dal filo esterno della gamba sinistra. La rotazione si ottiene staccando all'indietro le braccia dal busto. Cosa che nel doppio Lutz, ovviamente, bisogna ripetere due volte.

inviato il 11/02/2014
Nei segnalibri di:

La vita oscena

immagine copertina
Aldo Nove
La vita oscena
Einaudi 2010
10 righe da pagina 111:

Le storie vengono da un luogo lontano dove siamo già stati.
Forse non noi.
Forse non esattamente noi.
Raccontano di altrove.
Di madri.
Di padri.
Inizi e morte.
E poi di nuovo l'inizio.
Come si esce dal fuoco.
Come si attraversano le fiamme.
Come oltre il fuoco ci sia un'altra luce.
Come dietro ogni perdita ci sia una rinascita.
Come il mondo continui ad apparirci bello e completamente incomprensibile.
Mentre scrivo queste parole.
Mentre qualcuno le legge.

inviato il 05/02/2014
Nei segnalibri di:

Questa libertà

immagine copertina
PierLuigi Cappello
Questa libertà
Rizzoli 2013
10 righe da pagina 60:

Quando si legge, un mondo viene trapiantato in noi e noi veniamo trapiantati nel mondo: è l'incantesimo di una scrittura riuscita, senza il quale, a rigore, un libro non è un libro.
Eppure, dietro il fallimento, dietro questi non libri, rimane la potenza del gesto di chi li ha scritti, uomini e donne che come me, magari avranno impiebato anni per mettere insieme cinquanta poesie, che avranno mobilitato l'intero ventaglio delle proprie risorse - non importa quanto inadeguate- nel tentativo di consegnare al mondo l'incantesmo della scrittura riuscita. E anche se l'incantesimo non è riuscito e resta soltanto la caduta, è contemplata e include me.

inviato il 02/10/2017
Nei segnalibri di:

Ieri

immagine copertina
Ágota Kristóf
Ieri
Tradotto da Marco Lodoli
Einaudi 2002

Nella mia testa un sentiero di sassi porta all'uccello morto.
Seppelliscimi, mi chiede, e negli angoli delle sue membra spezzate i rimproveri si muovono come vermi.
Avrei bisogno di terra.
Terra nera e pesante.
Una pala.
Non ho che gli occhi.
Due occhi velati e tristi che si inzuppano come un'acqua glauca.
Li ho avuti al mercato delle pulci in cambio di qualche moneta straniera, senza valore. Non mi hanno offerto nient'altro.
Io li curo, li strofino, li asciugo con il fazzoletto, sulle ginocchia. Prudentemente, per non perderli.
A volte strappo una penna dal piumaggio dell'uccello e disegno venuzze color porpora su questi occhi che sono il mio solo bene. Mi accade anche di annerirli completamente. Allora il cielo si copre e comincia a cadere la pioggia.

inviato il 02/10/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Staff! Ho appena inviato la mail con i dati :)

Ciao Francesca, sei la finalista del mese di ottobre, 10 righe scelte dalla redazione, per te un libro incentivo. Manda i tuoi dati a :
libroincentivo@10righedailibri.it

Ciao Tuzza! Questo libro è notevole, con qualche passaggio davvero bello. Ma La trilogia è un capolavoro! Della quale, peraltro, si ode più di un'eco..

Ciao Tuzza! Questo libro è notevole, con qualche passaggio davvero bello, ma La Trilogia è un capolavoro! Della quale peraltro, qui si ode più di un'eco..

Ciao, non conoscevo questo libro di Kristof Agota, ho letto solo "trilogia della città di k"....sicuramente da leggere anche questo...

Io non ho paura

immagine copertina
Niccolò Ammaniti
Io non ho paura
Einaudi Stile Libero 2011
10 righe da pagina 97:

"Attento, Michele, non devi uscire di notte", mi diceva sempre mamma. "Con il buio esce l'uomo nero e prende i bambini e li vende agli zingari".
Papà era l'uomo nero.
Di giorno era buono, ma di notte era cattivo.
Tutti gli altri erano zingari. Zingari travestiti da persone. E quel vecchio era il re degli zingari e papà il suo servo. Mamma no, però.
Mi immaginavo che gli zingari erano una specie di nanetti velocissimi, con le orecchie di volpe e le zampe di gallina. E invece erano persone normali.

inviato il 23/09/2017
Nei segnalibri di:

La vera storia del pirata Long John Silver

immagine copertina
Bjorn Larsson
La vera storia del pirata Long John Silver
Tradotto da Roberto Mussapi
Iperborea 1999
10 righe da pagina 364:

Non volevo deluderlo, perciò diedi un'occhiata più intensa ai tre. e quando furono abbastanza vicini, non tardai a riconoscerli. Erano proprio tre uomini di Taylor, tre semplici marinai che non si erano mai fatti notare né avevano mai fatto niente di eccezionale. Come molti altri si erano uniti a noi quando avevano catturato la loro nave. Odiavano il loro capitano, mangiavano poco e male, dovevano lavorare come muli per la mancanza di equipaggio, non avevano nulla in cui sperare, né per il presente né per l'avvenire. Niente di straordinario, dunque, a quanto ne sapevo. Avevano solo cercato di addolcire un po' la loro misera esistenza. E per questo sarebbero stati impiccati.

inviato il 24/08/2017
Nei segnalibri di:

Prendiluna

immagine copertina
Stefano Benni
Prendiluna
Feltrinelli 2017
10 righe da pagina 10:

Da un albero, con un balzo, saltò giù Ariel, il gatto bianco figlio di Iside, capostipite dei Diecimici. Risplendeva ed era trasparente come una medusa.
– Otto giorni, – disse – hai otto giorni di tempo da domattina per salvare il mondo.
– Non capisco – disse la vecchia. – Ariel, tu sei morto da molti anni.
Gli occhi del gatto brillarono come fiammelle.
– Cosa sapete voi umani della morte? Ascoltami. Hai otto giorni, come negli antichi calendari. Devi consegnare i Diecimici, ognuno a una persona degna e buona. Poi porterai la lista al Diobono, ti dirò io dove. Se troverai queste dieci persone, il mondo sarà salvo. Se no sarà la fine di tutto, e il mondo verrà annientato, e stavolta non ci sarà nuovo carbonio o Dna che tenga, finito, consummatum est, finished, vorbei, hatanka, piùmiau...
– Ariel... non hai mai parlato così... e poi come posso io, una povera vecchia in pensione...
– Solo tu puoi salvare il mondo. Cerca dieci Folli, dieci Giusti.

inviato il 25/09/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Stefano Benni (Bologna, 12 agosto 1947)

La casa dei libri

immagine copertina
Richard Brautigan
La casa dei libri
Tradotto da Pier Francesco Paolini
Marcos Y Marcos 2003
10 righe da pagina 6:

Questa è una bellissima biblioteca, molto fornita, molto americana, e l’ora è perfetta. È mezzanotte. La biblioteca dorme profondamente. Come un bimbo che sogna, la porto dentro l’oscurità di queste pagine. Adesso la biblioteca è “chiusa”, ma io non devo tornare a casa, perché è questa la mia casa, da anni. Del resto, devo stare sempre qui. Rientra nelle mie mansioni. Non vorrei darmi il tono d’un piccolo burocrate, però mi spaventa solo l’idea che possa venire qualcuno e non trovarmi.
Da ore siedo a questa scrivania, a fissare gli scaffali in penombra, zeppi di libri. Amo la loro presenza, il modo in cui fanno onore al legno su cui posano.

inviato il 25/09/2017
Nei segnalibri di:

Un giorno questo dolore ti sarà utile

immagine copertina
Peter Cameron
Un giorno questo dolore ti sarà utile
Tradotto da Giuseppina Oneto
Adelphi 2007
10 righe da pagina 175:

Sono rimasto lì a guardare il vecchio e il cane che mi passavano davanti. Non volevo pensare a quello che era successo nella galleria, così cercavo di non pensare affatto. Forse per questo ero così stordito. Appena sentivo nascere un pensiero mi dicevo: Non pensare a quello. Non pensarci, non pensarci. Non pensarci. Era come schiacciare tante mosche con lo schiacciamosche. Non so per quanto tempo sono rimasto lì, ma abbastanza perché l'uomo e il cane arrivassero alla fine dell'isolato e sparissero dietro l'angolo.

inviato il 26/09/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Appena inviati... Grazie!!!

Ciao Francesca, sei la vincitrice settimanale del mese di ottobre, per te un libro incentivo. Manda i tuoi dati a :
libroincentivo@10righedailibri.it

Grazie! Le dieci righe che ho scelto sono tratte da "Ti ho vista che ridevi": http://scrivi.10righedailibri.it/ti-ho-vista-che-ridevi

Ciao Francesca, sei nella finale settimanale del mese di ottobre. Scegli 10 righe che più ti piacciono partendo da oggi lunedi 2 ottobre a domenica 8 ottobre, riportando qui nei commenti il link.

Lettera sulla felicità (A Meneceo)

immagine copertina
Epicuro
Lettera sulla felicità (A Meneceo)
Tradotto da Angelo Maria Pellegrino
Millelire Stampa Alternativa 1992
10 righe da pagina 7:

Poi abituati a pensare che la morte non costituisce nulla per noi, dal momento che il godere e il soffrire sono entrambi nel sentire, e la morte non è altro che la sua assenza.
L'esatta coscienza che la morte non significa nulla per noi rende godibile la mortalità della vita, senza l'inganno dei tempo infinito che è indotto dal desiderio dell'immortalità.

inviato il 14/06/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao BaChiara, sei nella finale di Giugno. 10righe scelte dalla redazione.

Il libro dell'inquietudine di Bernardo Soares

immagine copertina
Fernando Pessoa
Il libro dell'inquietudine di Bernardo Soares
Tradotto da Maria José de Lancastre e Antonio Tabucchi
Feltrinelli 2017
10 righe da pagina 276:

L'amore stanca o delude. Dal sonno ci si sveglia e, quando si è dormito, non si è vissuto. Le droghe si scontano con la rovina del fisico che hanno servito a stimolare. Ma nell'arte non c'è delusione perché la delusione è stata ammessa dall'inizio. Dall'arte non c'è risveglio perché in essa non abbiamo dormito, anche se abbiamo sognato. Nell’arte non c'è tributo o multa da pagare per averne goduto.
Siccome il piacere che essa ci offre in certo qual modo non è nostro, non dobbiamo pagarlo o pentircene. Per arte si intende tutto quello che ci delizia e che non è nostro: il paesaggio, il sorriso fatto a un altro, il tramonto, una poesia, l'universo obiettivo.
Possedere è perdere. Sentire senza possedere è conservare, poiché significa estrarre da una cosa la sua essenza.

inviato il 26/06/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie mille! Queste sono le 10 righe da me scelte: http://scrivi.10righedailibri.it/le-stagioni-della-vita-0

Ciao Alessandro sei nella classifica finale settimanale del mese di Luglio, scegli 10 righe che più ti piacciono partendo da oggi 3 luglio a domenica 9 luglio. Riportando qui nei commenti il link.

Fernando Pessoa (Lisbona 1888 – Lisbona 1935), scrittore e poeta portoghese.

Le notti bianche

immagine copertina
Fedor Dostoevskij
Le notti bianche
Tradotto da Luigi Vittorio Nadai
Garzanti 2014
10 righe da pagina 84:

Sia limpido il tuo cielo, sia luminoso e sereno il tuo caro sorriso, sii benedetta tu per l'attimo di beatitudine e di felicità che hai donato a un altro cuore solitario e riconoscente!
Mio Dio! Un intero attimo di felicità! E' forse poco possa, foss'anche esso solo in tutta la vita di un uomo?

inviato il 03/07/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Fëdor Dostoevskij (Mosca, 1821 – San Pietroburgo 1881), scrittore russo.

Conversazioni

Conversazioni 6 settimane 3 giorni fa

Grazie Emma, questo libro lo consiglio vivamente!

Una porta di libri

Una porta di libri 7 settimane 6 giorni fa

Tra loro di Richard Ford Feltrinelli editore

Una porta di libri 3 years 44 settimane fa

"Le cose che non ho " di Gregoire Delacourt (Salani)

Chiedo scusa

Chiedo scusa 2 years 49 settimane fa

Che bello! Grazie mille, staff!

Chiedo scusa 2 years 50 settimane fa

Gioco - Chi eravate nella vita passata?

Gioco - Chi eravate nella vita passata? 2 years 50 settimane fa

Mendicante…andiamo bene!

Passi sardi

Passi sardi 2 years 50 settimane fa

Partecipo con Francesco Abate e Saverio Mastrofranco, "Chiedo scusa" http://scrivi.10righedailibri.it/chiedo-scusa-0

Mandami a dire

Mandami a dire 3 years 42 settimane fa

Ciao Monica, spero di poterlo leggere presto!

Mandami a dire 3 years 42 settimane fa

Ciao staff, queste sono le 10 righe della settimana apnea trascorsa che ho scelto come vincitrici.
Cara Monica, ricorda di comunicare il tuo indirizzo allo staff con una mail.

L'arte di essere felici

L'arte di essere felici 3 years 43 settimane fa

Grazie, che bellezza! Non avevo mai vinto!

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy