Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di amendola.lucia40

Un vago devastante malessere

immagine copertina
Renato Della Calce
Un vago devastante malessere
Plectica editrice. Salerno
10 righe da pagina 33:

Mi sono presto abituato alla cella, alla penetrante umidità, al freddo aspro o al caldo soffocante…; mi sono presto abituato a quel tratteggio grigio delle pareti, quasi che rappresentassero la luce del giorno.
Ho imparato perfino a distinguere le varie fasi dell’oscurità che caratterizzano la mattina, la sera, la notte, le ore nebbiose del crepuscolo.
Ho imparato a percepire la voce delle tenebre e la melodia delle cose che non fanno rumore e che, pur essendo mute, risuonano quando svanisce la luce del giorno.
Le poche voci della città che si spingono fino al carcere le conosco tutte e di ciascuna conosco il tipo, la provenienza, l’origine …
Solo con astuzie riesco a strappare , e per non più d’un istante brevissimo, la vista del mondo da alcune luride vetrate poste nei piani rialzati di questo cadente edificio.
Queste piccole evasioni... sono testimonianza che dopotutto neppure la cella in cui vivo rinchiuso è fuori dal mondo e che io stesso faccio ancora parte della vita.

inviato il 07/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

in queste dieci righe si leggono tutta la tristezza della vita in carcere e la speranza

la luna a strisce

immagine copertina
Lucia Amendola Ranesi
la luna a strisce
Guida Editori 2011
10 righe da pagina 27:

Quel pomeriggio me ne andai al cantiere navale di mio padre, che sorgeva sulla spiaggia al "Quartuccio", a lavorare alla mia barca a vela. Il profumo del legno, l'odore delle vernici, la sega, l'ascia, il martello, il vociare degli operai... si sostituirono ai numeri, ma i tuoi occhi continuavano a scaldarmi il cuore. Tutto era come prima, eppure tutto era diverso. Mi resi conto che neanche il cantiere, 'o maciello' come lo chiamavano gli stabiesi, di cui andavo tanto fiero e nel quale avevo trascorso i più bei momenti di spensieratezza della mia infanzia, poteva proteggermi da quella tempesta che mi aveva così inaspettatamente invaso l'anima. Ricordi il nostro incontro fortuito sul lungomare? Mentre passeggiavamo muti, forse per lo stupore, pensavo: com’è bello il golfo! E il Vesuvio in quel momento mi appariva per la prima volta come una creatura vivente, quasi un essere umano. Il pennacchio mi sembrava d’improvviso l’anima della Terra …: il Vulcano ardeva con me.

inviato il 14/05/2013
Nei segnalibri di:

VITA E DESTINO

immagine copertina
Vasilij Grossman
VITA E DESTINO
Tradotto da Claudia Zanghetti
Adelphi 2009
10 righe da pagina 192:

Quel giorno la morte nel bosco finto, dove un lupo finto si avvicinava furtivo a un capretto finto, lasciò per sempre le pagine del libro.David capì che anche lui sarebbe morto e non come nella favola, non come nel libro illustrato, ma per davvero , sul serio.
Capì che un giorno sarebbe morta anche sua madre. E per lui come per lei, la morte sarebbe arrivata non da un bosco fatato con gli abeti persi nelle tenebre, ma dall'aria, dalla vita, dalle pareti domestiche e non ci sarebbe stato modo di sfuggirle.
Capì con la chiarezza e la profondità di cui sono capaci i bambini piccoli e i grandi filosofi, che sanno pensare con la semplicità e la forza dei sentimenti di un bambino.
Dalle sedie sfondate e risistemate con qualche asse di compensato e dall'armadio panciuto veniva un buon odore, un odore di tranquillità, lo stesso dei capelli e degli abiti della nonna. Attorno c'era il buio della notte, la sua quiete illusoria.

inviato il 10/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Libri come Vita e Destino, ha scritto George Steiner, eclissano quasi tutti i romanzi che oggi in occidente vengono presi sul serio.
Con qualche riserva condivido.

E' uno dei romanzi più belli del "secolo breve"

La luna a strisce

immagine copertina
Lucia Amendola Ranesi
La luna a strisce
Guida
10 righe da pagina 297:

Il mare notturno dormiva un sonno irrequieto, borbottando e proiettando improvvisamente magnifici spruzzi, che s'innalzavano come candidi ventagli al di là delle rocce. Come un bassorilievo l'intera scena del golfo di Napoli veniva fuori dalle tenebre, quando la luna piena, liberatasi dalle nuvole che la soffocavano, accese d'argento i profili delle isole, della punta di Sorrento, e delle onde infinite che si rincorrevano all'orizzonte.
Eugenio fu colto da un senso d'inesprimibile armonia, lo stesso che Dante suggeriva nell' ultima terzina della sua Commedia. "L'amor che muove il sole e l'altre stelle." I movimenti divini sono quelli lenti, ma inarrestabili, eterni come l'Universo. E chi fa parte dell'armonia che governa il mondo, condivide quella stessa lentezza e inarrestabilità.

inviato il 15/09/2012
Nei segnalibri di:

La luna a strisce

immagine copertina
Lucia Amendola Ranesi
La luna a strisce
Guida 2011
10 righe da pagina 232:

La dolce freschezza del risveglio!
Maria e Rodolfo avevano circa un'ora di cammino, da Sant'Angelo di Ogliara, prima di prendere il filobus per raggiungere Salerno e le rispettive scuole.
Neanche il pensiero della guerra riusciva a turbare la serenità della passeggiata mattutina, momento più bello della giornata.
Lo spegnersi di qualche stella che stentava ad arrendersi alla luce dell'alba, le piante di capperi sui muri delle vecchie case, l'odore della mentuccia e dell'origano, i cespugli di lavanda ai bordi della strada senza marciapiedi, la rugiada sull'erba, il cinguettio degli uccelli, l' aria fresca, le mani uniite, l'ascolto del respiro dell'altro nel silenzio della mattina.
Ma la strada è lunga c'è tempo anche per le parole.

inviato il 10/07/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Lucia nella classifica vengono riportati i primi 10 libri più segnalibrati ecco perchè non c'è più... il tuo libro ne ha 16 ma la classifica parte da 21 segnalibri...

mi riferivo alla classifica sulla sinistra dove non sono menzionata, pur avendo ottenuto a ieri 16 segnalibri

Ciao Lucia ti riferisci alla classifica settimanale o mensile che è sulla dx e sulla sx? In classifica vanno solo i libri che hanno raggiunto il maggior numero di segnalibri... :)

Perchè non sono segnalata nella classifica dei segnalibro? C'è qualcosa che mi sfugge?

I colloqui

immagine copertina
Guido Gozzano
I colloqui
FLLI.TREVES EDITORI 1919
10 righe da pagina 57:

Signorina Felicita, a quest'ora
scende la sera nel giardino antico
della tua casa. Nel mio cuore amico
scende il ricordo. E ti rivedo ancora,
e Ivrea rivedo e la cerulea Dora
e quel dolce paese che non dico.
Signorina Felicita, è il tuo giorno!

A quest'ora che fai? Tosti il caffè:
e il buon aroma si diffonde intorno?
O cuci i lini e canti e pensi a me,
all'avvocato che non fa ritorno?
E l'avvocato è qui: che pensa a te.

inviato il 04/07/2012
Nei segnalibri di:

La luna a strisce

immagine copertina
Lucia Amendola Ranesi
La luna a strisce
Guida
10 righe da pagina 320:

La scenografia di Amalfi via via che ci allontaniamo dalla riva si imprime nella mia mente e sento il cuore battermi forte. I remi entrano con una cadenza sempre uguale e,al contatto, il mare, calmo come una tavola, spruzza lamine e fili dorati, tra gli ultimi raggi del sole calante. Sono nitide, ma non abbagliano le case di Amalfi al tramonto; nitide le cupole maiolicate delle chiese; nitide le rocce a picco sull'acqua e le caverne e le bianche costruzioni sui cocuzzoli delle rupi senza vegetazione, subito sopra Atrani. E Atrani si snoda lentamente ai miei occhi, con i suoi archi che sorreggono la strada che l'autobus ha percorso quando da Salerno ci ha portato ad Amalfi. Chi abiterà nelle bianche case, costruite sulla spiaggia sotto gli archi della carrozzabile? Un senso di mistero che non so definire mi sorprende mi affascina quasi mi spaventa.

inviato il 04/07/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Complimenti per questo libro così vicino alla nostra terra! L'ho letto tutto d'un fiato! Complimenti ancora!

Lucia benvenuta :)
abbiamo lanciato un nuovo giochino http://scrivi.10righedailibri.it/un-crimine-al-giorno/ partecipi?

Compleanni oggi 3 maggio

immagine copertina
Niccolò Machiavelli
Compleanni oggi 3 maggio
Libridinosa, agenda letteraria 2015

Buon compleanno Niccolò Machiavelli, nato il 3 maggio 1469 a Firenze
"Pertanto, un principe prudente debbe tenere uno terzo modo, eleggendo nel suo stato uomini savi, e solo a quelli debbe dare libero arbitrio a parlargli la verità, e di quelle cose sole che lui domanda e non d'altro. Ma debbe domandargli d'ogni cosa, e le opinioni loro udire; e di poi deliberare da sè a suo modo; e con questi consigli e con ciascuno di loro portarsi in modo che ognuno conosca che quanto più liberamente si parlerà, tanto li fia accetto: fuora di quelli, non volere udire alcuno, andare drieto alla cosa deliberata, ed essere ostinato nelle deliberazioni sua. Chi fa altrimenti, o è precipita per gli adulatori, o si muta spesso per la variazione dè pareri: di che ne nasce la poca estimazione sua."
(Niccolò Machiavelli, Il principe, Fabbri 1995)

inviato il 03/05/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Niccolò di Bernardo dei Machiavelli (Firenze, 3 maggio 1469 – Firenze, 21 giugno 1527)

10 righe suggerite da Dafne
http://scrivi.10righedailibri.it/il-principe

Gente di Dublino

immagine copertina
James Joyce
Gente di Dublino
Tradotto da Attilio Brilli
Oscar mondadori 1987
10 righe da pagina 152:

Mrs Kernan s'affacciò alla porta della camera annunciando:
"C'è una visita per te ."
"E chi è?"
"Mrs.Fogarty."
"Oh fallo entrare ,fallo entrare!"
Un volto pallido, ovale, si fece avanti alla luce.
L'arco dei baffetti chiari e spioventi echegggiava quello delle sopracciglia bionde e stondate sugli occhi piacevolmente sorpresi.
Fogarty era un piccolo droghiere.
Gli era andata male quando aveva aperto in centro un osteria, perché le ristrettezze finanziarie l'avevano costretto a legarsi con birrai e distillatori di second'ordine.
Allora aveva aperto una botteguccia in Glasnevin Road, dove riteneva ,con una certa civetteria, di potersi ingraziare le massaie della zona. Si comportava infatti a modino, faceva i complimenti ai bambini e parlava con proprietà. Inoltre non era digiuno di cultura.

inviato il 30/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

D'accordo,grazie a tutti /e ,naty

Natalina sei finalista nella classifica segnalibri per il mese di marzo.
Lunedì prossimo dovrai scegliere un finalista tra i lettori che postano questa settimana da lunedì a domenica. : )

La pazza di casa

immagine copertina
Rosa Mantero
La pazza di casa
Frassinelli 2003
10 righe da pagina 8:

Uno scrittore scrive sempre.
E questo è il bello di un romanziere: quel torrente di parole che costantemente gli ribolle nel cervello.
Ho redatto molti paragrafi, innumerevoli pagine, un numero incalcolabile di articoli mentre porto a spasso i miei cani , per esempio : dentro la mia testa continuo a spostare virgole, sostituire un verbo con un altro,affinare un aggettivo.
Talvolta redigo mentalmente la frase perfetta e purtroppo, se non l'annoto subito,poi mi sfugge dalla memoria.

inviato il 08/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Ci sono anche quando non scrivo,grazie!

l'importante è che tu sia con noi Natalina !

Emma,ciao sono in ritardo...

Intelligenza emotiva

immagine copertina
Daniel Goleman
Intelligenza emotiva
Tradotto da I. Blum e B. Lotti
BUR Biblioteca Univ. Rizzoli (collana Grandi saggi) 2011
10 righe da pagina 14:

Siccome l'educazione delle emozioni ci porta a quell'"empatia" che la capacità di leggere emozioni degli altri, e siccome senza percezione delle esigenze e della disperazione altrui non può esserci preoccupazione per gli altri, la radice dell'altruismo sta nell'empatia che si raggiunge con quell'educazione emotiva che consente a ciascuno di conseguire quegli atteggiamenti morali dei quali i nostri tempi hanno grande bisogno: l'autocontrollo e la compassione.

inviato il 02/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Ho scelto dieci righe postate da Irene Carratello http://scrivi.10righedailibri.it/anna-karenina-43

Ciao Barbara, le tue 10righe sono nella classifica del mese di marzo... :) ricorda (riportando qui nei commenti il link della pagina) le 10righe che più ti piacciono a partire da lunedì 9 marzo a domenica 15 marzo. Grazie!

Daniel Goleman è nato il 7 marzo 1946 a Stockton, California.

Un vago devastante malessere

immagine copertina
Renato Della Calce
Un vago devastante malessere
Plectica editrice. Salerno
10 righe da pagina 33:

Mi sono presto abituato alla cella, alla penetrante umidità, al freddo aspro o al caldo soffocante…; mi sono presto abituato a quel tratteggio grigio delle pareti, quasi che rappresentassero la luce del giorno.
Ho imparato perfino a distinguere le varie fasi dell’oscurità che caratterizzano la mattina, la sera, la notte, le ore nebbiose del crepuscolo.
Ho imparato a percepire la voce delle tenebre e la melodia delle cose che non fanno rumore e che, pur essendo mute, risuonano quando svanisce la luce del giorno.
Le poche voci della città che si spingono fino al carcere le conosco tutte e di ciascuna conosco il tipo, la provenienza, l’origine …
Solo con astuzie riesco a strappare , e per non più d’un istante brevissimo, la vista del mondo da alcune luride vetrate poste nei piani rialzati di questo cadente edificio.
Queste piccole evasioni... sono testimonianza che dopotutto neppure la cella in cui vivo rinchiuso è fuori dal mondo e che io stesso faccio ancora parte della vita.

inviato il 07/03/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

in queste dieci righe si leggono tutta la tristezza della vita in carcere e la speranza

Lo scherzo

immagine copertina
Milan Kundera
Lo scherzo
Tradotto da Giuseppe Dierna [Antonio Barbato]
Adelphi 1991
10 righe da pagina 330:

Oggi la storia non è ormai che un filo sottile di memoria sopra l'oceano del dimenticato, ma il tempo procede e verrà il momento delle date alte che la memoria non estensibile degli individui non sarà più in grado di comprendere; interi secoli e interi millenni cominceranno allora a cadere dalla loro memoria, secoli di quadri e di musica, secoli di scoperte, di battaglie, di libri, e sarà un male perché l'uomo perderà la coscienza di sé mentre la sua storia, incomprensibile e incontenibile, si rattrappirà in abbreviazioni schematiche prive di senso. Cavalcate dei re usciranno incontro a quella gente lontana coi loro messaggi nostalgici e incomprensibili, e nessuno avrà tempo di prestarvi ascolto.

inviato il 13/05/2013
Nei segnalibri di:

Mondo senza fine

immagine copertina
Ken Follet
Mondo senza fine
Oscar Mondadori
10 righe da pagina 83:

La giovane indossava un mantello rosso scarlatto ereditato dalla madre. Era la sola chiazza di colore in tutto quel grigiore. Merthin, felice di vedrla, le rivolse un gran sorriso. Era difficile dire che cosa la rendesse tanto attraente. Avea il viso piccolo e tondo con lineamenti delicati e regolari, capelli castani e occhi verdi con riflessi dorati. Non era diversa dalle altre ragazze di Kingsbridge, ma aveva un suo modo sbarazzino di portare il cappello, uno sguardo intelligente e ironico e un sorriso malizioso che prometteva vaghe ma allettanti delizie. Il giovane la conosceva da dieci anni, ma solo negli ultimi mesi si era reso conto di amarla. Caris lo trascinò dietro un pilastro e lo baciò sulla bocca, sfiorandogli le labbra con la punta della lingua. Si baciavano ogni volta che se ne presentava l'occasione: in chiesa, nella piazza del mercato, quando si incontravano per strada e - il momento migliore- quando lui andava a trovarla e rimanevano soli in casa. Merthin viveva per quei momenti. Pensava ai suoi baci prima di addormentardi e non appena si svegliava.

inviato il 08/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Io sto aspettando che lo facciano su rete 4 oppure se lo trovo su internet, vorrei leggere il libro prima :)

Ho visto il film a puntate,bella l'ambientazione ,i personaggi,i costumi,un film che ho apprezzato,pur essendo il libro ,piu' intenso e interessante dal punto di vista storico.

Sisi. Però dopo molti anni quindi non ci sono più gli stessi personaggi. E' stupendo!

è il seguito de I pilastri della terra? Spero di leggerlo prestissimo.

Il libro è

immagine copertina
Sonia Nizzardelli
Il libro è
10 righe dai libri 2012

Ogni volta che leggiamo un libro
lo riscriviamo a modo nostro dentro di noi.
(Sonia Nizzardelli)
.
.
.

- Fonte: Il libro è http://scrivi.10righedailibri.it/il-libro-%C3%A8
Illustrazione di Erin McGuire

inviato il 08/12/2012
Nei segnalibri di:

Le ho mai raccontato del vento del Nord

immagine copertina
Daniel Glattauer
Le ho mai raccontato del vento del Nord
Feltribelli Canguri
10 righe da pagina 18:

Cara Emmi, si è resa conto che non sappiamo niente l'uno dell'altra ? Che ci stiamo inventando un personaggio virtuale dall'identik immaginario ? Facciamo domande affascinanti proprio perchè non diamo le risposte.
Si, ci divertiamo a stuzzicare e a eccitare la curiosità dell'altro, ma siamo categorici nel rifiutarci di soddisfarla. Cerchiamo di leggere tra le righe, tra le parole, a momenti perfino tra le singole lettere. Tentiamo disperatamente di capire con chi abbiamo a che fare-
E al tempo stesso, stiamo ben attenti a non rivelare "niente di sostanziale" su di noi.

inviato il 11/09/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Emma, di nulla.

Grazie, vi sono riconoscente per l'opportunità che mi danno le "10 righe dai libri" : trasmettere ad altri lettori le emozioni che provo leggendo un libro.

Emma, ho scelto le tue 10 righe per regalarti un libro incentivo.

si, ne consiglio la lettura proprio perchè ha a che fare con noi che siamo collegati virtualmente con la scrittura.
Mi ricorda il libro di David Grossman "Che tu sia per me il coltello"

Dolcissimo libro

Frammenti di un discorso amoroso

immagine copertina
Roland Barthes
Frammenti di un discorso amoroso
Tradotto da Renzo Guidieri
Einaudi 2001
10 righe da pagina 152:

Si dice che ogni innamorato sia pazzo. Ma si può immaginare un pazzo innamorato? No, certo. Io ho solamente diritto a una follia povera, incompleta, "metaforica": l'amore mi rende "come" pazzo, ma io non comunico con il soprannaturale, non sono pervaso dalla sacralità; la mia follia, semplice stoltezza, è piatta, per non dire invisibile; per di più, la cultura l'ha totalmente addomesticata: essa non fa paura. (E tuttavia è proprio nello stato amoroso che certi soggetti pieni di buonsenso intuiscono che la follia è lì davanti, possibile, vicinissima: una follia che travolgerebbe l'amore stesso).

inviato il 10/09/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie a voi e buonissima ripresa :) w la lettura :))))

Grazie Ale :)

"Dialoghi con Leucò" è il mio libro prediletto nella produzione di Cesare Pavese ... attribuisco il libro incentivo per la scorsa settimana a Davide Taras che ne ha postato 10 splendide righe. grazie Davide

mi dispiace molto Alessandra, per qualcuno l'educazione pare non essere di casa

grazie Ale ...
prego, è stato un piacere

. . .

alle lettrici e ai lettori* scusate ._.

grazie a tutti! vorrei donare il mio libro incentivo ad Emma Aquilanti :) saluti e buona settimana ai lettricie e lettori di 10 righe :)

Alessandra, ti ricordiamo che potrai segliere a chi assegnare il libro incentivo tra le 10righe che verranno pubblicate questa settimana.
Ancora complimenti!

Alessandra, complimenti!
Le tue sono le 10 righe più segnalibrate dai lettori in questa settimana.
Ti aggiudichi quindi il libro incentivo!

Un vago devastante malessere

Un vago devastante malessere 4 years 23 settimane fa

in queste dieci righe si leggono tutta la tristezza della vita in carcere e la speranza

VITA E DESTINO

VITA E DESTINO 6 years 36 settimane fa

Libri come Vita e Destino, ha scritto George Steiner, eclissano quasi tutti i romanzi che oggi in occidente vengono presi sul serio.
Con qualche riserva condivido.

VITA E DESTINO 6 years 36 settimane fa

E' uno dei romanzi più belli del "secolo breve"

La luna a strisce

La luna a strisce 7 years 5 settimane fa

mi riferivo alla classifica sulla sinistra dove non sono menzionata, pur avendo ottenuto a ieri 16 segnalibri

La luna a strisce 7 years 5 settimane fa

Perchè non sono segnalata nella classifica dei segnalibro? C'è qualcosa che mi sfugge?

Grandi speranze

Grandi speranze 7 years 6 settimane fa

Sono molto contenta che ti sia piaciuto il mio romanzo. E' per te che ho conosciuto questo bel sito. Grazie per il commento!

Il libro è ...

Il libro è ... 7 years 6 settimane fa

Un libro è un modo per conoscere te stesso attraverso le parole degli altri.

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy