Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Alessandra Petretto

Lettere Luterane

immagine copertina
Pier Paolo Pasolini
Lettere Luterane
Garzanti 2009
10 righe da pagina 50:

Niente come fare un film costringe a guardare le cose. Lo sguardo di un letterato su un paesaggio, campestre o urbano, può escludere un'infinità di cose, ritagliando dal loro insieme solo quelle che emozionano o servono. Lo sguardo di un regista - su quello stesso paesaggio - non può invece non prendere coscienza - quasi elencandole - di tutte le cose che vi si trovano. Infatti mentre in un letterato le cose sono destinate a divenire parole, cioé simboli, nell'espressione di un regista le cose restano cose: i "segni" del sistema verbale sono dunque simbolici e convenzionali, mentre i "segni" del sistema cinematografico sono appunto le cose stesse, nella loro materialità e nella loro realtà.

inviato il 07/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Alessandra, giochi a Passi sardi? http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

Lezioni americane

immagine copertina
Italo Calvino
Lezioni americane
Mondadori
10 righe da pagina 116:

Avrei potuto scegliere altri autori per esemplificare questa vocazione del romanzo del nostro secolo. Ho scelto Gadda non solo perché si tratta d'uno scrittore della mia lingua, relativamente poco consciuto tra voi (anche per la sua particolare complessità stilistica, difficile anche in italiano), ma soprattutto perché la sua filosofia si presta molto bene al mio discorso, in quanto egli vede il mondo come un "sistema di sistemi", in cui ogni sistema singolo condiziona gli altri e ne è condizionato. Carlo EmilioGadda cercò per tutta la sua vita di rappresentare il mondo come un garbuglio, o un groviglio, o un gomitolo, di rappresentarlo senza attenuarne affatto l'inestricabile complessità, o per meglio dire la presenza simultanea degli elementi più eterogenei che concorrono a determinare ogni evento.

inviato il 21/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Gadda e Calvino... due autori che adoro! Segnalibrone!!!!!!

concordo!

Che libro meraviglioso!!!

Il mio nome è rosso

immagine copertina
Orhan Pamuk
Il mio nome è rosso
Tradotto da M. Bertolini e S. Gezgin
Einaudi 2005
10 righe da pagina 9:

Alcuni quartieri, alcune strade dove andavo a spasso durante la mia giovinezza in quei dodici anni erano andati in fumo e, adesso, al loro posto rimanevano solo cenere e polvere, erano luoghi spaventosi dove non incontravi che cani o bambini malati, da qualche parte erano state costruite delle case per ricchi, un fatto che mi stupiva. Ad alcune finestre di queste case erano stati messi vetri colorati di Venezia, quelli più costosi. Capii dai bovindi che sporgevano dalle alte mura che, durante la mia assenza, a Istanbul erano state costruite molte case per ricchi.

inviato il 14/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

partecipo al minigiuoco del 14 giugno MANIFESTANTI TURCHI http://scrivi.10righedailibri.it/libri-piazza

Politica

immagine copertina
Aristotele
Politica
Tradotto da R. Laurenti
Economica Laterza 1995
10 righe da pagina 71:

Vediamo pure che tutta l'attività dell'uomo politico e del legislatore versa intorno allo stato e la costituzione è una determinata organizzazione di persone abitanti lo stato. Ma poiché lo stato è un composto, come un'altra qualsiasi di quelle cose che sono un tutto e risultano di molte parti, evidentemente bisognerà dapprima fare una ricerca sul cittadino: lo stato, infatti, è una pluralità di cittadini. Di conseguenza s'ha da esaminare chi bisogna chiamare cittadino e chi è il cittadino. Perché anche sul cittadino si discute di frequente e non tutti ammettono concordemente che cittadino sia la stessa persona: in effetti, c'è chi, pur essendo cittadino in una democrazia, spesso non è cittadino in una oligarchia.

inviato il 13/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

partecipo al giuoco improvviso http://scrivi.10righedailibri.it/libri-piazza

Come un romanzo

immagine copertina
Daniel Pennac
Come un romanzo
Tradotto da Y. Melaouah
Feltrinelli 2001
10 righe da pagina 56:

Ci sono quelli che non hanno mai letto e se ne vergognano, quelli che non hanno più tempo per leggere e se ne rammaricano, quelli che non leggono romanzi, ma libri "utili", saggi, testi tecnici, biografie, libri di storia, quelli che leggono di tutto, quelli che "divorano libri" e gli brillano gli occhi, quelli che leggono solo i classici, signore, "perché non c'è miglior critico del vaglio del tempo", quelli che passano l'età matura a "rileggere", quelli che hanno letto l'ultimo Tale e l'ultimo Talaltro, perché bisogna pure, signore, tenersi al corrente ...
Ma tutti, tutti, in nome della necessità di leggere.

inviato il 13/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

partecipo al giuoco http://scrivi.10righedailibri.it/libri-piazza

Medea - Ippolito

immagine copertina
Euripide
Medea - Ippolito
Tradotto da Raffaele Cantarella
Mondadori 1990
10 righe da pagina 59:

Medea - Figli, figli miei, venite qui, uscite fuori di casa! Abbracciate e salutate con me vostro padre e dimenticate, insieme con vostra madre, il rancore di un tempo verso le persone care. Ci siamo riconciliati e l'ira è caduta. Stringetegli la destra! Ahi, ma perché penso a sventure ignote? Figli, vivrete ancora per molto tempo, tendendo così le care braccia? Ahi, me misera, come sono facile al pianto e piena di paura! Componendo finalmente questa contesa con vostro padre, il mio viso è tutto molle di lacrime.

inviato il 12/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Cia Ale,ho letto il tuo saluto,ricambio con tutta la gioia di ritrovare,l'amicizia virtuale e soprattutto letturale,ciao ,naty

ciao Elena un abbraccio a te :)

Un abbraccio con tanto affetto Ale e a tutti gli amici di 10 righe perché mi ricordate sempre i veri valori e dirvi che quest'anno sono molto migliorata caratterialmente, cercando di non arrabbiarmi più.
Grazie per avermi fatto tornare :)

perché le righe su de amicis mi hanno riportato a un tempo andato che non sto a dirti ed è un modo per ringraziarti :)

Ma Ale! Hai vinto tu perché devi privartene?

La lunga estate calda del commissaio Charitos

immagine copertina
Petros Markaris
La lunga estate calda del commissaio Charitos
Tradotto da Andrea di Gregorio
Bompiani 2012
10 righe da pagina 235:

"violenza", s.f. 1) Od. XXII, "su di voi eserciteremo la violenza, togliendovi la vita con il bronzo". 2) Personificazione: Eschilo, "Prometeto Incatenato, 12, "La Forza e la Violenza". 3) Violenza esercitata sulla mente, forza spirituale: Il, III, 45: "Né violenza, né le grida sulla nostra determinazione avranno alcun potere". 4) In greco antico "bia", anche per la forza argomentativa della logica, forza cogente della dimostrazione, accertamento. Filodemo, "Non ha vigore nel dimostrare".
L'idea mi è frullata a in testa a metà di una notte insonne, mentre sfogliavo il Dimitriàkos sperando che mi conciliasse il sonno, ma è troppo tempo che non lo leggo, per cui ha come perso la sua influenza su di me.

inviato il 05/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

:)

ciau Barbara :)

Ciao Ale :)

Elogio del Poeta

immagine copertina
Bernardo De Muro
Elogio del Poeta
Lucini libri 2012
10 righe da pagina 35:

Non sa cosa sia l'odio, ma
ne rimane arso e colpito.
Si sorprende che la nuvola
non sappia della nuvola
il cerbiatto del cerbiatto
la cicala della cicala,dell'uomo ...
che poco o nulla sa
del suo esistere

inviato il 05/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Bellissime....

La collina dei conigli

immagine copertina
Richard Adams
La collina dei conigli
Tradotto da Pier Francesco Paolini
BUR 1994
10 righe da pagina 12:

Il secondo coniglietto appariva assai meno a suo agio. Era piccolo, aveva grandi occhi spalancati, e il modo come alzava e girava di scatto la testa dava l'idea non tanto di cautela, quanto di un'incessante tensione nervosa. Le sue narici fremevano di continuo e, quando un calabrone gli sfrecciò ronzando accanto, per andarsi a posare su un fiore di cardo alle sue spalle, lui diede un balzo e fece una tale giravolta su se stesso che due conigli, intenti a rosicare nei pressi, corsero a rifugiarsi nelle tane.

inviato il 18/03/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie mille a tutt*!!! e all'editore Fazi in particolare! saluti Ale

Ciao! Le tue 10 righe sono state scelte da Fazi all'interno del gioco "Allora un libro": ti viene quindi assegnato un libro incentivo! http://scrivi.10righedailibri.it/allora-un-libro-gioco-libri-incentivo.
Manda una mail a libroincentivo@10righedailibri.it indicando un recapito e specificando che hai vinto un libro in "Allora un libro" :)

ciao Naty grazie!!! salutissimi da qui ;)

Segnalibrone...anche per il coniglietto,ciao Ale...che bello!!!

Tutti i racconti 1923-1926

immagine copertina
H.P.Lovecraft
Tutti i racconti 1923-1926
Tradotto da G. Lippi
OSCAR MONDADORI 1990
10 righe da pagina 69:

Rimasto solo nelle ore piccole, mi sentii pian piano gelare dalla paura; ho detto solo, perché questa è la situazione di chi si trova in compagnia di un dormiente: anzi, si è più abbandonati di quanto ci si renda conto. Mio zio respirava pesantemente e le sue profonde aspirazioni e inspirazioni erano accompagnate dal rumore di pioggia all'esterno e all'interno da uno snervante gocciolio d'acqua; la casa era insopportabilmente umida anche quando non pioveva, e durante un temporale come questllo sembrava trasformarsi in un pantano. Osservai le pietre sconnesse delle antiche mura alla luce dei funghi e ai deboli raggi dei lampioni che piovevano sulla strada; e improvvisamente ...

inviato il 18/03/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

^_^

Ph'nglui mglw'nafh Cthulhu R'lyeh wgah'nagl fhtagn!

Poesie

immagine copertina
Antonello Bazzu
Poesie
Ichnussa la biblioteca digitale della poesia sarda 2004
10 righe da pagina 16:

Chei su sole

Chei su sole mi chería,
caldu, in sas dies d’‘eranu,
a istrobeíre sonnios
de s’astrau de s’ierru presoneris,
e luna ‘e prata, in nottes de lentore
armoniosas, mi chería
a mi catzare sa oza ‘e cuntièrras
noas in dun’inferru ‘e balentes,
chi mai forsis an connottu
su color’‘e s’amore.
E cadd’areste a currer chena briglias,
ne mere in groppa, ne istalla
su notte a recuíre.
E fizu ‘onu in bratzos tuos, mama,
a disora,
galu, a mi che drommire,
e istellas a illuminare s’ándala
de rosas chi mi torrat a tie.
Fog’alluttu a brujare disisperu,
Chei su sole
Chei su sole mi chería,
caldu, in sas dies d’‘eranu,
a istrobeíre sonnios
de s’astrau de s’ierru presoneris,
e luna ‘e prata, in nottes de lentore
armoniosas, mi chería
a mi catzare sa oza ‘e cuntièrras
noas in dun’inferru ‘e balentes,
chi mai forsis an connottu
su color’‘e s’amore.
E cadd’areste a currer chena briglias,
ne mere in groppa, ne istalla
su notte a recuíre.
E fizu ‘onu in bratzos tuos, mama,
a disora,
galu, a mi che drommir

inviato il 06/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Antonello Bazzu è nato a Sassari nel luglio del 1947.

Partecipo a Passi Sardi Poesie Autori Sardi http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

Come il sole
Come il sole vorrei essere,
fervido, nei giorni di primavera,
a liberare i sogni
dell’invernale gelo prigionieri,
e luna fulgida, in notti di rugiada
armoniose, mi vorrei
a scacciare la voglia di nuove contese
in un inferno di protervi,
che mai forse han conosciuto
il colore dell’amore.
E cavallo selvaggio a correr senza briglie,
né padrone in groppa, né stalla
la notte cui tornare.
E figliol prodigo fra le tue braccia, madre,
in ora tarda,
ancora addormentarmi,
e stella ad illuminare il sentiero
di rose che mi riporta a te.
E fuoco acceso a distrugger disperazione,
e vento ad ingrandirlo,
poi acqua a spegnerlo
per ridarmi pace.
Mi chiamano poeta,
ma sono pastore notturno di parole,
che mi ribollono in mente
gorgogliando lente
nel fornello del cuore.
Ah! Dov’è la mia perduta
agnella nera?
Dov’è il sentiero
che mi riporta a casa?

La macchina della felicità

immagine copertina
Flavio Insinna
La macchina della felicità
Mondadori, 2014
10 righe da pagina 9:

Mi piace vivere? O non mi piace? Me lo chiedo ogni mattina. Appena sveglio. Lo faccio sempre. Anzi, prima ancora di svegliarmi, in sogno o nello smarrimento semicosciente del dormiveglia, già me lo sono chiesto un miliardo di volte, che moltiplicato per tutte le notti insonni della mia vita fa... vabbè, lascia stare. Non dormo mai, e comunque il mio ultimo pensiero a occhi chiusi è per i miei genitori, che non ci sono più.
E il mio risveglio è sempre uguale: mi piace vivere oppure no?

inviato il 06/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Stella, giochi a Passi sardi? : ) http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

Chiaroscuro

immagine copertina
Grazia Deledda
Chiaroscuro
Ilisso 2004
10 righe da pagina 67:

Il gallo cantò la seconda volta, giù nel cortile circondato da una muraglia di fichi d’India, e la donna trasalì, a quel richiamo, come San Pietro nell’atrio di Pilato; ma al terzo canto del gallo era già vestita, e le punte del corsetto reggevano il seno colmo, la linea del giubboncello rosso guarnito di rose azzurre seguiva sulla schiena la linea della gonna pieghettata, gli sbuffi della camicia nella spaccatura delle maniche erano eguali, e la cintura d’argento stringeva la vita grassa, come se tutto l’abbigliamento fosse stato curato e studiato a lungo.

inviato il 06/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo a Passi Sardi http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

Orientarsi con le stelle

immagine copertina
Raymond Carver
Orientarsi con le stelle
Tradotto da Riccardo Duranti e Francesco Dante
Minimum fax 2006
10 righe da pagina 391:

QUESTA PAROLA AMORE

Non accorrerò quando chiamerà
anche mi dirà ti amo,
specialmente se lo dirà,
anche se giura
e non promette altro
che amore amore.

La luce in questa stanza
copre ogni
cosa allo stesso modo;
neanche il mio braccio fa ombra,
anch'esso consumato dalla luce.

Ma questa parola amore…
questa parola s'oscura,
s'appesantisce e si scuote, comincia
a farsi strada coi denti, con brividi e convulsioni
su questo foglio
finché anche noi scompariamo quasi
nella sua gola trasparente e siamo ancora
separati, lucidi, fianchi contro coscia, i tuoi
capelli sciolti che non conoscono
esitazioni.

inviato il 07/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Claudia, giochi a Passi sardi? http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

Canti Orfici

immagine copertina
Dino Campana carmelo bene
Canti Orfici
Grandi tascabili economici Newton 2002
10 righe da pagina 61:

La petite promenade du poète

Me ne vado per le strade
Strette oscure e misteriose:
Vedo dietro le vetrate
Affacciarsi Gemme e Rose.
Dalle scale misteriose
C'è chi scende brancolando:
Dietro i vetri rilucenti
Stan le ciane comentando.

La stradina è solitaria:
Non cè un cane: qualche stella
Nella notte sopra i tetti:
E la notte mi par bella.
E cammino poveretto
Nella notte fantasiosa,
Pur mi sento nella bocca
La saliva disgustosa. Via dal tanfo
Via dal tanfo e per le strade
E cammina e via cammina,
Già le case son più rade.
Trovo l'erba: mi ci stendo
A conciarmi come un cane:
Da lontano un ubriaco
Canta amore alle persiane.

inviato il 07/12/2014
Nei segnalibri di:

Lettere Luterane

immagine copertina
Pier Paolo Pasolini
Lettere Luterane
Garzanti 2009
10 righe da pagina 50:

Niente come fare un film costringe a guardare le cose. Lo sguardo di un letterato su un paesaggio, campestre o urbano, può escludere un'infinità di cose, ritagliando dal loro insieme solo quelle che emozionano o servono. Lo sguardo di un regista - su quello stesso paesaggio - non può invece non prendere coscienza - quasi elencandole - di tutte le cose che vi si trovano. Infatti mentre in un letterato le cose sono destinate a divenire parole, cioé simboli, nell'espressione di un regista le cose restano cose: i "segni" del sistema verbale sono dunque simbolici e convenzionali, mentre i "segni" del sistema cinematografico sono appunto le cose stesse, nella loro materialità e nella loro realtà.

inviato il 07/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Alessandra, giochi a Passi sardi? http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi-0

GIUOCO DOMENICALE #30: RIGHE SUDAMERICANE

immagine copertina
Davide
GIUOCO DOMENICALE #30: RIGHE SUDAMERICANE
10righedailibri 2013

Giuoco domenicale #30
Per partecipare a questo giuoco dovete postare 10 righe tratte da libri di autori SUDAMERICANI
Fino alla mezzanotte di domenica 30 giugno 2013.
1) Scrivi in bacheca le tue 10 righe e aggiungi un’immagine secondo te rappresentativa o la foto della copertina, titolo, autore, anno e numero della pagina da cui hai tratto le tue 10 righe. Sono ammesse anche poesie, saggi, ecc.
2) Scrivi nei commenti commento sotto le tue 10 righe: Partecipo al Giuoco domenicale #30: Righe sudamericane + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-30-righe-sudamericane
3) Scrivi sotto questo post un commento “partecipo con link delle tue 10 righe (copialo cliccando il titolo).
È possibile partecipare più volte con 10 righe tratte dagli stessi libri e da libri diversi.
INCENTIVI
-1 libro incentivo per le 10 righe più segnalibrate.

inviato il 30/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Vince il giuco domenicale Francesca Cammisa con
http://scrivi.10righedailibri.it/diario-di-un-killer-sentimentale

Partecipo con http://scrivi.10righedailibri.it/storia-di-una-gabbianella-e-del-gatto-che-le-insegnò-volare-4

Dieci Donne

immagine copertina
Marcela Serrano
Dieci Donne
Tradotto da Michela Finassi Parolo e Tiziana Giubiliisco
Feltrinelli 2012
10 righe da pagina 34:

Amare ed essere amata, come mi hanno confermato il tempo e gli occhi, è un bene raro.
Molte persone lo danno per scontato, credono che sia ordinaria amministrazione, e che tutti in un modo o in un altro lo abbiamo sperimentato.
Oserei dire che non è così: io lo vedo come un dono immenso.
Una ricchezza.
Sono tante le persone che non lo conoscono, l'amore non si trova a ogni angolo. E' come vincere alla lotteria. Diventi milionaria. E anche se poi i soldi finiscono, chi potrà portarti via ciò che hai vissuto? Chi potrebbe accusarti di aver avuto una vita sciatta ?
Non c'è niente di sciatto se sei milionaria.
Con l'amore succede così.

inviato il 30/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Questo è uno di quei libri pronti nella mia libreria per essere letti ....

Partecipo al Giuoco domenicale #30: Righe sudamericane + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-30-righe-sudamerican

Diario di un killer sentimentale

immagine copertina
Luis Sepúlveda
Diario di un killer sentimentale
Tradotto da Ilide Carmignani
Ugo Guanda Editore 1996
10 righe da pagina 59:

Rimasi a lungo seduto, pensando che stavo per affrontare il mio ultimo lavoro. Che diavolo, era arrivata anche per me l'ora di ritirarmi, ma non sarei mai diventato uno di quei pensionati che ammazzano la noia nei parchi nutrendo sogni sconfitti e quei detestabili topi con le ali che altri chiamano piccioni. Avevo un conto corrente piuttosto sostanzioso in una banca di Grand Cayman, e avevo sempre pensato di ritirarmi dal lavoro a cinquant'anni. Tutti hanno qualche progetto per quel giorno. Il mio era molto semplice: una casa davanti al mare in Bretagna, accanto alla mia gran figa francese che mi avrebbe letto poesie incomprensibili mentre io le spiegavo testi di boleri. Merda. La pensione mi coglieva solo come un naufrago. Merda. Dovevo fare qualcosa per evitarlo.

inviato il 30/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

:)

sono contenta, questo piccolo libro mi è sempre piaciuto particolarmente

Grazie!

Ciao Francesca! Hai vinto il giuco domenicale, ti aggiudichi un libro incentivo! :)

bello !

Il Profeta

immagine copertina
Khalil Gibran
Il Profeta
Tradotto da Tommaso Pisanti
Newton Compton Editori 2013
10 righe da pagina 27:

L'amore non dona che se stesso e nulla prende se non da se stesso.
L'amore non possiede né vorrebbe essere posseduto;
Poiché l'amore basta all'amore.
Quando amate non dovreste dire: "Dio è nel mio cuore", ma piuttosto: "Io sono nel cuore di Dio".
E non pensate di poter voi condurre l'amore, poiché è l'amore che, se vi trova degni, condurrà voi.
L'amore non ha altro desiderio che di appagare se stesso.
Ma se amate e, necessariamente, ardete, siano questi i vostri desideri.
Dissolversi ed essere come un ruscello che scorre e canta la sua melodia alla notte.
Conoscere la pena che dà l'eccesso di tenerezza.
Essere feriti dalla stessa comprensione d'amore;
E sanguinare volentieri e con gioia.
Destarsi all'alba con un cuore alato e rendere grazie per un nuovo giorno d'amore;
Riposare nell'ora del meriggio e meditare sull'estasi che dà l'amore;
Rientrare a casa, la sera, pieni di gratitudine;
E addormentarsi con una preghiera per l'amato nel cuore e un canto di lode sulle labbra.

inviato il 24/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Naty e grazie Emma. Infatti è molto difficile trovare la nostra metà, anche perché siamo diventati troppo poco generosi nel "dare", al giorno di oggi si pensa solo a se stessi e c'è molta diffidenza...

condivido, ma penso a quanti non hanno questa opportunità ( anche se basta guardarsi attorno per trovare un'anima che ha bisogno d'essere amata nel migliore dei modi)

SEGNALIBRONE!

Con queste righe avrei partecipato al gioco "Libri in Piazza", perché credo che l'amore sia l'arma più efficace a sconfiggere odio e violenza... anche se al giorno d'oggi, può sembrare utopia.

COMPLEANNI D'AUTORE 2013

COMPLEANNI D'AUTORE 2013 4 years 17 settimane fa

^_^ grande

Lezioni americane

Lezioni americane 4 years 17 settimane fa

concordo!

Lezioni americane 4 years 17 settimane fa

Maturarighe 2013

Maturarighe 2013 4 years 17 settimane fa
Maturarighe 2013 4 years 17 settimane fa
Maturarighe 2013 4 years 17 settimane fa

bellissimo giuoco, complimenti allo staff! :D

Danubio

Danubio 4 years 17 settimane fa

grande Magris, ottima la scela per l'esame di stato di questo.a.s. :)

Poesia

Poesia 4 years 17 settimane fa

adoro Montale, e questa lirica. Il più grande insieme a Giacomo e a Dante. Ciao

Degradazione e innocenza del popolo

Degradazione e innocenza del popolo 4 years 17 settimane fa

un vero profeta. Saluti Naty!!! ciao

Il mio nome è rosso

Il mio nome è rosso 4 years 18 settimane fa

partecipo al minigiuoco del 14 giugno MANIFESTANTI TURCHI http://scrivi.10righedailibri.it/libri-piazza

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy