Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Sorgesana

Tu,mio

immagine copertina
Erri De Luca
Tu,mio
Universale economica Feltrinelli
10 righe da pagina 73:

«Io so che ci sono momenti in cui qualcuno che ho perduto mi viene intorno e prende il corpo di una persona sconosciuta,solo per un momento,per salutarmi da dietro un corpo,con una mossa o una parola inconfondibile,solo un cenno e basta. Lo so da tanto tempo che non mi hanno lasciata sola. Puoi dire che sono fantasie,che è un mio bisogno di credere,puoi avere ragione. Ma io mi sento protetta da questa folla di minimi segnali.»

inviato il 27/10/2012
Nei segnalibri di:

Castelli di rabbia

Alessandro Baricco
Castelli di rabbia
BUR La Scala
10 righe da pagina 242:

«Allora ti rannicchi da qualche parte, chiudi gli occhi, e inizi ad inventarti delle storie. Quel che ti viene. Ma lo devi fare bene. Con tutti i particolari. E quello che la gente dice, e i colori, e i suoni. Tutto. E lo schifo a poco a poco se ne va. Poi torna, è ovvio, ma intanto, per un pò, l'hai fregato.»

inviato il 09/10/2012
Nei segnalibri di:

Sei personaggi in cerca di autore

Luigi Pirandello
Sei personaggi in cerca di autore
Oscar Mondadori
10 righe da pagina 48:

Abbiamo tutti dentro un mondo di cose; ciascuno un suo mondo di cose! E come possiamo intenderci se nelle parole ch'io dico metto il senso e il valore delle cose come sono dentro di me; mentre chi le ascolta, inevitabilmente le assume col senso e il valore che hanno per sè, del mondo com'egli l'ha dentro? Crediamo d'intenderci; non c'intendiamo mai!

inviato il 11/09/2012
Nei segnalibri di:

L'Entroterra

immagine copertina
Yves Bonnefoy
L'Entroterra
Donzelli Editore
10 righe da pagina 15:

Ho provato spesso, in prossimità di un bivio, un senso di inquietudine... là a due passi, sulla strada che non ho preso, e da cui mi allontano, sì proprio là si poteva aprire un paese di più alta essenza, in cui avrei potuto andare a vivere e che oramai ho perduto.

inviato il 03/09/2012
Nei segnalibri di:

Poesia

immagine copertina
Rabindranath Tagore
Poesia
Biblioteca economica Newton

Nel tuo sonno, al limite dei sogni, aspetto guardando in silenzio il tuo viso, come la stella del mattino che appare per prima alla tua finestra. Con i miei occhi berrò il primo sorriso che, come un germoglio, sboccerà sulle tue labbra semiaperte. Il mio desiderio è solo questo.

inviato il 17/08/2012
Nei segnalibri di:

I pesci non chiudono gli occhi

immagine copertina
Erri De Luca
I pesci non chiudono gli occhi
Universale Econimica Feltrinelli
10 righe da pagina 27:

"Non so niente dei grandi, non mi importano, ios crivo storie di animali. Studio il comportamento: con il corpo si scambiano discorsi lunghi che a noi durano un'ora e neanche ci capiamo. Cerco di fare come loro, di non sprecare tempo."

inviato il 16/08/2012
Nei segnalibri di:

La voce a te dovuta.Poema

immagine copertina
Pedro Salinas
La voce a te dovuta.Poema
Einaudi(collezione di poesia)

Il bacio che non ti ho dato
Ieri ti ho baciato sulle labbra.
Ti ho baciato sulle labbra.
Intense, rosse.
Un bacio così corto durato più di un lampo,
di un miracolo,
più ancora.
Il tempo
dopo averti baciato
non valeva più a nulla ormai,
a nulla era valso prima.
Nel bacio il suo inizio e la sua fine.
Oggi sto baciando un bacio;
sono solo con le mie labbra.
Le poso non sulla bocca,
no, non più - dov'è fuggita?
Le poso sul bacio che ieri ti ho dato,
sulle bocche unite dal bacio che hanno baciato.
E dura, questo bacio più del silenzio, della luce.
Perchè io non bacio ora
né una carne né una bocca,
che scappa, che mi sfugge.
No. Ti sto baciando più lontano.

inviato il 13/08/2012
Nei segnalibri di:

La voce a te dovuta.Poema

immagine copertina
Pedro Salinas
La voce a te dovuta.Poema
Einaudi(collezione di poesia)

E sto abbracciato a te
E sto abbracciato a te
senza chiederti nulla, per timore
che non sia vero
che tu vivi e mi ami.
E sto abbracciato a te
senza guardare e senza toccarti.
Non debba mai scoprire
con domande, con carezze,
quella solitudine immensa
d'amarti solo io.

inviato il 13/08/2012
Nei segnalibri di:

I pesci non chiudono gli occhi

immagine copertina
Erri De Luca
I pesci non chiudono gli occhi
Universale Econimica Feltrinelli
10 righe da pagina 9:

"Sul mare non è come a scuola, non ci stanno professori. Ci sta il mare e ci stai tu. E il mare non insegna, il mare fa, con la maniera sua."
Iniziava spesso con la "e". A scuola ci insegnano che non si comincia un periodo con una congiunzione. per lui la frase era la continuazione di un'altra detta un'ora, un giorno prima.Parlava poco, a spazi larghi di silenzio mentre sbrigava le faccende di una barca a pesca. Per lui si trattava di un solo discorso, che ogn tanto si staccava di bocca con la "e",lettera che a scriverla disegna un nodo.

inviato il 13/08/2012
Nei segnalibri di:

POESIA : Fà pure del tuo peggio per sfuggirmi

William Shakespeare
POESIA : Fà pure del tuo peggio per sfuggirmi
Giunti Demetra

Fà pure del tuo peggio per sfuggirmi tu in me vivrai per tutta la mia vita e vita non durerà più a lungo del tuo amore, perché sol da questo affetto essa dipende. Quindi temer non devo il peggior dei torti quando nel più piccolo la mia vita ha fine; mi par di meritare miglior sorte di quella che è balia dei tuoi capricci. Non puoi torturarmi con la tua incostanza perchè nel tuo disdegno muore la mia vita:o che beato titolo solo io posseggo, felice del tuo amore, felice di morire! Ma esiste felicità che nuvole non tema? Tu potresti ingannarmi ed io non saperlo.

inviato il 12/08/2012
Nei segnalibri di:

Un uso qualunque di te

immagine copertina
Sara Rattaro
Un uso qualunque di te
Giunti 2012
10 righe da pagina 54:

Comunicare è la prima cosa che impariamo a fare. E in qualche modo, con il passare del tempo, la facciamo sempre meglio. Ma per uno strano motivo, crescendo iniziano le difficoltà. A volte ti mancano solo le parole o hai un vuoto di memoria. Altre volte l'imbarazzo ti blocca perché la situazione è troppo difficile. Più ampliamo il nostro vocabolario più diventa complicato farne un uso adeguato.
Ci sono cose di cui non possiamo non parlare e altre che nemmeno vogliamo sentire nominare. Alcune le teniamo dentro come segreti, altre le sputiamo come sentenze. La cosa certa è che alcune cose parlano da sole.

inviato il 22/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Sonia grazie a te, spero che non te ne pentirai ;)

Elena sembra stupendo questo libro! Appena lo intravedo lo compro. Grazie per avermi dato modo di leggerne qualche passo ;)

Neve e sangue

immagine copertina
Maurizio Gregorini
Neve e sangue
Edizioni Del Cardo 2007
10 righe da pagina 88:

A volte, leggendoti, di te mi accendo, e l'esitazione fugge.
Sensazione di un qualcosa che preme e, come già detto più e più volte, presentimento strano da cui può scaturire nuova vita.
Che si tratti di rinascita? Chissà...
Ma provo apprensione, e mi prende una immensa agitazione nel credere...
Sto andando a letto.
Serena, inutile rifugio di una debolezza chiusa, devastante, già dorme profondamente.
Si abbraccerà al mio torace, senza sapere che solo con te io precipito nella mia pace.
Inutile ribadirlo, tu sai che ti voglio bene.
Ed è con quest'ansia che ti aspetto qui, dopodomani, come d'accordo.
Gabriele

inviato il 25/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Amici grazie tantissimo per i vostri segnalibri, non avrei mai immaginato che questo libro prendesse molti consensi.
E' un mio carissimo amico.

Grazie Naty, sono stata benissimo. Bellissima esperienza :)

Bella trasmissione,per te deve essere stato bellissimo visto i vari documentaari
e le ambientazioni,ciao buona serata, (si si ti ho riconosciuta)naty

Va bene ! ciao

E' alle 15, cmq se non riesci a vederlo oggi puoi vedere la replica su intenet.
Spero mi inquadrino.

Generalmente lo guardo questo programma,poichè mi piace!

Scusa a che ora ..cosi vedo se posso esere a casa!!

Grazie Nat, sono felicissima, ammiro moltissimo Licia Colò.
Buona domenica.

Complimenti Elena!!!ciao

Ragazzi, oggi sarò nella trasmissione di Licia Colò :)

La voce a te dovuta.Poema

immagine copertina
Pedro Salinas
La voce a te dovuta.Poema
Einaudi(collezione di poesia)

Il bacio che non ti ho dato
Ieri ti ho baciato sulle labbra.
Ti ho baciato sulle labbra.
Intense, rosse.
Un bacio così corto durato più di un lampo,
di un miracolo,
più ancora.
Il tempo
dopo averti baciato
non valeva più a nulla ormai,
a nulla era valso prima.
Nel bacio il suo inizio e la sua fine.
Oggi sto baciando un bacio;
sono solo con le mie labbra.
Le poso non sulla bocca,
no, non più - dov'è fuggita?
Le poso sul bacio che ieri ti ho dato,
sulle bocche unite dal bacio che hanno baciato.
E dura, questo bacio più del silenzio, della luce.
Perchè io non bacio ora
né una carne né una bocca,
che scappa, che mi sfugge.
No. Ti sto baciando più lontano.

inviato il 13/08/2012
Nei segnalibri di:

Mare di papaveri

immagine copertina
Amitav Gosh
Mare di papaveri
Tradotto da Anna Nadotti Norman Gobetti
Neri Pozza 2008
10 righe da pagina 195:

Sciogliendosi dal suo abbraccio,si riavvolse nel sari e andò verso il fiume.Dove vai?gridò lui.Vedrai,gridò lei di rimando.E quando tornò,con il sari drappeggiato intorno al corpo come un velo di garza ,fu con una bracciata di fiori raccolti sull'argine.Strappandosi i lunghi capelli,li usò per intrecciare i fiori in due ghirlande:una la diede a lui e l'altra la tenne lei,la sollevò in alto sopra la testa di Kalua e poi gliela fece scivolare intorno al collo.Adesso anche lui sapeva cosa fare, e quando lo scambio di ghirlande li ebbe uniti,rimasero per un attimo immobili,straniti dell'enormità di ciò che avevano fatto.Poi Deeti s'infilò di nuovo tra le sue braccia e fu sopraffatta dal calore del suo corpo, vasto e protettivo come la terra scura.

inviato il 13/08/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

segnalibro

Memorie di Adriano

immagine copertina
Marguerite Yourcenar
Memorie di Adriano
Tradotto da Lidia Storoni Mazzolani
Einaudi 1974
10 righe da pagina 214:

Non vi prodigai tanti tesori quanti ne profusi nella nuova biblioteca di Efeso,costruita tre o quattro anni prima,nè la colmai dell'eleganza accogliente di quella di Atene.

inviato il 16/08/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Ah, grazie per la spiegazione...
Buona serata :)

Paola ,questa è la Biblioteca di Celso a Efeso,in Turchia,l'ho vista durante una vacanza,lungo la via di marmo che raggiungeva il mare,e di fronte a questo monumento si trova il Tempio di Adriano,è una zona archeologica ricca ed interessante.Per quanto riguarda l'immagine l'ho scritto piu' volte che rappresentava la "Biblioteca di Celso" ma evidentemente per un motivo tecnologico mi si cancella,un saluto naty

L'immagine cosa rappresenta?

aggiungo segnalibro

Partecipo a libri in vacanza terza edizione
http://scrivi.10righedailibri.it

Gita al faro

immagine copertina
Virginia Wolf
Gita al faro
Tradotto da Luciana Bianciardi Viola Papetti
Biblioteca universale Rizzoli BUR 155
10 righe da pagina 155:

Volgete, qui i pini alati ,stanchi Marinai
Leggeva e voltava le pagine,dondolandosi andando da una parte all'altra,da un verso all'altro come da un ramo all'altro ,da un fiore rosso e bianco a un altro,finchè un rumore sordo la fece riscuotere:suo marito che si era dato una pacca sulla coscia.I loro occhi si incontarono per un secondo;ma senza parlarsi.Non avevano nulla da dire,ma ciò nonostante qualcosa sembrò passare da lui a lei.Era la vita ,era il suo potere,era il tremendo umorismo,lei sapeva , che l'avevano spinto a darsi quella pacca sulla coscia.Non mi interrompere,sembrava dirle ,non dire niente;stai qui e basta. E il signor Ramsay continuava a leggere.Le labbra gli tremavano.Lo riempiva. Lo fortificava.dimenticò completamente le piccole amarezze della serata...

inviato il 06/08/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

...tornerò abbronzata...mel,mi sono mangiata la "n",ciao a tutte/i,un sereno ferragosto per noi lettori e scrittori di 10 righe,naty

Grazie ... mel ,e dai!ritornerò abbrozata, hai visto il mio cappellino da mare,ciao naty

ciao naty!!!!quando hai cambiato foto? posso dirti una cosa non richiesta? ormai mi ero abituata a te che leggevi bella abbronzata, e mi piaceva tanto...comunque, buon ferragosto!!

:))

Che piacere,il tuo saluto!!!
Grazie per la condivisione,ciao

segnalibro, Natalina :) e grazie per V. Wolf, grandissima letteratura (e non perché lo dico io) .... saluti estivi :)

segnalibro

Il fu Mattia Pascal

immagine copertina
Luigi Pirandello
Il fu Mattia Pascal
La Biblioteca di Repubblica 1988
10 righe da pagina 46:

E fui quasi per impazzire. Un'intera notte vagai per il paese e per le campagne, non so con che idee per la mente, so che alla fine mi ritrovai nel podere della Stìa [...] un tal Filippo, vecchio mugnaio, lì di guardia, mi prese con sé, mi fece sedere più là, sotto gli alberi, e mi parlò a lungo, a lungo della mamma e anche di mio padre e de' bei tempi lontani, e mi disse che non dovevo piangere e disperarmi così [...] Tre giorni dopo Roberto come se avesse voluto pagarmi le lagrime, mi mandò cinquecento lire [...] quelle cinquecento lire rimasero un pezzo tra le pagine di un libraccio in biblioteca. Poi servirono per me, e furono, come dirò, la cagione della mia prima morte.

inviato il 26/05/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

Partecipo al gioco MINIGIOCO (26 MAGGIO) http://scrivi.10righedailibri.it/10-righe-sui-libri

Il piccolo principe

immagine copertina
Antoine de Saint-Exupéry
Il piccolo principe
Bompiani 2009

…”Si” dissi al piccolo principe, “che si tratti di una casa, delle stelle o del deserto, quello che fa la loro bellezza è invisibile”…Incominciava ad addormentarsi, io lo presi tra le braccia e mi rimisi in cammino. Ero commosso. Mi sembrava di portare un fragile tesoro. Mi sembrava pure che non ci fosse niente di più fragile sulla terra. Guardavo, alla luce della luna, quella fronte pallida, quegli occhi chiusi, quelle ciocche di capelli che tremavano al vento, e mi dicevo: “Questo che io vedo non è che la scorza. Il più importante è invisibile…” E siccome le sue labbra semiaperte abbozzavano un mezzo sorriso mi dissi ancora: “Ecco ciò che mi commuove di più di questo piccolo principe addormentato: è la sua fedeltà a un fiore, è l’immagine di una rosa che risplende in lui come la fiamma di una lampada, anche quando dorme…” E lo pensavo ancora più fragile. Bisogna ben proteggere le lampade: un colpo di vento le può spegnere… E così camminando , scoprii il pozzo al levar del sole....

inviato il 20/07/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

bello bello bello

Pollina. Passano i ricordi...

immagine copertina
Katja Giacomoni
Pollina. Passano i ricordi...
Edizioni del Faro 2012
10 righe da pagina 53:

Ci guardammo ridendo! I suoi occhi luccicanti fissavano i miei, e una forte energia magnetica non mi permetteva di distoglierli. Eravamo vicinissimi, potevo sentire il calore del suo viso sul mio, che si avvicinava sempre più! Chiusi gli occhi, e le sue morbide labbra sfiorarono le mie. Una parte di me voleva fuggire, ma l’altra cedette. Mi lasciai trasportare da quell’attimo, che sembrò durare un’eternità. Assaporai il suo sapore, fino a quando i battiti del mio cuore divennero talmente forti, che dal petto mi arrivarono alla gola. Solo allora, mi resi conto, che i nostri corpi si stavano avvicinando troppo l’uno all’altra. Mi bloccai. Avevo paura di non riuscire più a razionalizzare quello che poteva accadere, e finire in un vortice senza uscita.

inviato il 21/07/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Katia benvenuta : ) inserisci 10 righe tratte anche dai libri che leggi...

segnalibro

Rime

immagine copertina
Francesco Petrarca
Rime
Bur 2009
10 righe da pagina 93:

Più volte Amor m’avea già detto: - Scrivi,
scrivi quel che vedesti in lettre d’oro,
sì come i miei seguaci discoloro,
e ’n un momento gli fo morti e vivi.

Un tempo fu che ’n te stesso ’l sentivi,
volgare esemplo a l’amoroso coro;
poi di man mi ti tolse altro lavoro;
ma già ti raggiuns’io mentre fuggivi.

E se ’begli occhi, ond’io me ti mostrai
e là dov’era il mio dolce ridutto
quando ti ruppi al cor tanta durezza,

mi rendon l’arco ch’ogni cosa spezza,
forse non avrai sempre il viso asciutto:
ch’i’ mi pasco di lagrime, e tu ’l sai. -

inviato il 20/07/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Salve, in ritardo inserisco la dicitura: partecipo al gioco http://scrivi.10righedailibri.it/petrarchiamo

Antonio aggiungi il link così partecipi al gioco : ) http://scrivi.10righedailibri.it/petrarchiamo

Poesia - Se tu mi dimentichi

Poesia - Se tu mi dimentichi 6 years 44 settimane fa

il + delle volte non metto la pagina xkè nel corso degli anni ho salvato le mie citazioni preferite sul pc, e nn l'ho annotata. In ogni caso il titolo della poesia c'è scritto, sul web la trovi subito, perchè qui non potuto metterla x intero, manca l'incipit.

Fa bei sogni

Fa bei sogni 6 years 45 settimane fa

Natalina... Mi piace!!!

Fa bei sogni 6 years 45 settimane fa

Esatto Daniela... :-) !!!

L'ombra del vento

L'ombra del vento 6 years 45 settimane fa

sì :-)

Poesie d'amore e libertà

Poesie d'amore e libertà 6 years 47 settimane fa

grazie Natalina :-)... faccio un giro sulla tua pagina ;-) !

Persuasione

Persuasione 6 years 47 settimane fa

grazie :-) !

Il giorno prima della felicità

Il giorno prima della felicità 6 years 47 settimane fa

sara' *

Non ora, non qui

Non ora, non qui 6 years 47 settimane fa

c'è *

Tu,mio

Tu,mio 6 years 47 settimane fa

che è *

La solitudine dei numeri primi

La solitudine dei numeri primi 6 years 47 settimane fa

ma dai che lavoraccio, non potevate semplicemente farmele modificare?! che assurdità!!!

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy