Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Emma Aquilanti

La prima verità

immagine copertina
Simona Vinci
La prima verità
Einaudi 2016
10 righe da pagina 72:

La nostra vita incrocia per vie misteriose quella di altri esseri umani, e a volte si ha la sensazione di poter in qualche modo emendare e riscattare l'esistenza di qualcuno.
A distanza di giorni, oppure di anni un nodo si scioglie, una particella sospesa da troppo tempo si adagia, una pianta silente torna a fiorire.
E' così e non c'è spiegazione logica che tenga.

inviato il 14/09/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Simona Vinci, nata a Milano il 6 marzo 1970.

Ciao Emma , grazie :-)

Premio Campiello 2016

La reliquia di Costantinopoli

immagine copertina
Paolo Malaguti
La reliquia di Costantinopoli
Neri Pozza 2015
10 righe da pagina 194:

"Solo grazie alla lenta azione degli anni, come ghiacci delle montagne che scavano i fianchi delle valli, a noi giunge chiara e indubbia, la sostanza ultima delle cose che contano.
E' sicuramente nei testi, nella parola scritta, che devo cercare la risposta a ciò che cerco, più che nell'ambiguità dei luoghi e nella mendacia delle persone.
Se la menzogna detta può disorientare e può essere difficilmente distinguibile dal vero, la menzogna scritta fatica a sopravvivere, perchè essa passa sotto il duro vaglio della sapienza di tanti uomini, che, come un crogiolo in cui il metallo fuso si purifica dalle scorie, nei secoli hanno scelto quanto meritava di essere tramandato e quanto, invece, andava condannato all'oblio.
E' nella tradizione dunque, se saprò cercare, che troverò la verità."

inviato il 28/04/2016
Nei segnalibri di:

Il Praticante

immagine copertina
Chicco Melis
Il Praticante
Cuec Editrice 2013
10 righe da pagina 69:

Non sapevo cosa volesse dire essere innamorata, pensavo che solo io ero in grado di vivere le sensazioni che provavo.
Vedevo tutte le cose intorno a me illuminate da luci ed emozioni mai provate prima, gli oggetto che mi circondavano, i quadri, i miei stessi abiti erano cambiati, avevano assunto una leggerezza e un sorriso che non avevo mai colto.
La voce di Gerard, il suo sguardo filtravano tutto il mondo intorno a me, mi sentivo viva, utile, attiva.
"Se c'è un posto al mondo a cui uno sente di appartenere, questo è il mio ! "Pensavo guardando l'Abbazia.

inviato il 08/04/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Emma :) abbiamo inviato i tuoi ringraziamenti all'editore.

Ringrazio lo staff e la Casa Editrice Cuec di Cagliari per avermi inviato questo libro incentivo che sto leggendo con particolare interesse.

Lucrezia Borgia

immagine copertina
Maria Bellonci
Lucrezia Borgia
Mondadori 1996
10 righe da pagina 544:

Tutte le donne hanno nella loro vita un ricordo di fiori; inutile difendersene e far finta di non riconoscerlo,perchè proprio a colei che si crede la più difesa toccherà un brivido per quei grappoli di glicini pesanti non d'altro che di odore, e di una natura così vacua e svaporata che raramente un pittore riesce, dipingendoli, a dar loro una qualche consistenza rappresentativa.
E nello scenario del più abbandonato romanticismo, un pergolato d'aprile in una sera che ha dell'azzurro, sotto un quarto di luna, fra costellazioni di piccole rose bianche, si terrà vivo qualche cosa che adombrerà sotto i nomi di trasalimento di scoperta o di rivelazione il tranello di una vita.

inviato il 07/04/2016
Nei segnalibri di:

RUGGINE

immagine copertina
Anna Luisa Pignatelli
RUGGINE
Fazi editore 2016
10 righe da pagina 40:

A Gina piaceva sentire il calore scaldarle le ossa, e nelle lunghe giornate estive esponeva alla finestra il viso rugoso ai raggi del sole, immaginando con nostalgia i boschi e le distese erbose dove un tempo andava in cerca dell'insalata di campo.
Nei giorni corti dell'inverno si rintanava invece vicino alla fiamma del camino.
Il freddo, ogni anni meno intenso da sembrare quasi voler sparire per sempre insieme alle provvide gelate che liberavano l'aria dalle impurità e dai batteri, sembrava esser tornato.
Le piacevano le ore silenziose dell'inverno in cui gli uomini potevano darsi il tempo di riflettere.

inviato il 05/04/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

un libro intenso, ricco di di umanità, scorrevole . Lo consiglio vivamente, io lo riprendo in mano di tanto in tanto perchè lo ritengo anche ricco di spunti di saggezza.

Il prete bello

immagine copertina
Goffredo Parise
Il prete bello
Adelphi 2010
10 righe da pagina 91:

Don Gastone aveva indossato la veste dopo la laurea, e prima non si sapeva cosa mai avesse fatto,chi avesse frequentato, se era andato a ballare o avesse avuto una fidanzata. Ma dopo dieci anni di spola da una chiesa alla sacrestia di un'altra, un certo non so che, quel non so che d'eucaristico avrebbe ben potuto assorbirlo.
Invece niente ; sapeva di un buon profumo di sapone, di cuoio di capretto, di brillantina Arys, ma niente di prete.
E un prete di tretasei anni, bello, alto, che sapeva pilotare l'aeroplano, che andava alla palestra del ricreatorio e al cinema quasi ogni giorno e per di più non sapeva odor di prete, che prete era ?
Ma indossava la veste, questo salvava le apparenze...

inviato il 08/03/2016
Nei segnalibri di:

IL CASO

immagine copertina
Joseph Conrad
IL CASO
Tradotto da Richard Ambrosini
Adelphi 2013
10 righe da pagina 59:

Era una di quelle notti di ruguada, limpide e piene di stelle, che ci opprimono lo spirito e soggiogano la nostra superbia con la luminosa evidenza della tremenda solitudine, della irrimediabile, oscura insignificanza del nostro pianeta, perso nella splendida rivelazione di uno sfavillante universo senz'anima
Odio i cieli così. La luce del giorno è amica dell'uomo, che fatica sotto un sole che gli scalda il cuore; e le soffici notti nuvolose sono più clementi con la nostra piccolezza. A momenti correvo a rifugiarmi nel mio salotto illuminato ; era troppo ridicolo presentarsi al cospetto delle schiere dei corpi celesti a bracetto con Fyne, che col suo completo alla zuava, sulla terra avvolta dalle tenebre, si affannava per un effimero spttro di ragazza, quasi un'apparizione.
D'altronde in quell'assurdità c'era un che di affascinante.

inviato il 01/03/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie Barbara, il tuo è un pensiero molto gentile che gradisco ed apprezzo.
Ti ringrazio e non mancherò di parlare del libro che mi arriverà, ogni libro ha per me un suo significato, lo pesco fra le pagine, mi ci tuffo dentro e poi la cosa migliore è poter condividere le mie emozioni .

Ciao Emma, è da tanto che desideravo regalarti un libro. Essendo la finalista 10righe scelte da noi utenti di febbraio, ti dono il mio libro incentivo. Ricordati di inviare i tuoi dati a libroincentivo@10righedailibri.it specificando la donazione. Ciao :-)

Joseph Conrad è nato il 3 dicembre 1857 a Berdyciv Ucraina

RUGGINE

immagine copertina
Anna Luisa Pignatelli
RUGGINE
FAZI editore 2016
10 righe da pagina 86:

Gina ricordò quando, anni addietro, all'inizio dell'autunno metteva i vasi al chiuso in cantina, perchè le piante non si seccassero.
Ora il freddo in autunno aveva preso a non farsi sentire, le piante rassicurate continuavano a fiorire, poi all'improvviso si levava la tramontana che portava il gelo, la brina e la morte. Lì in quel cortile protetto dal vento resistevano più a lungo, scaldate dal raggio di sole che vi compariva a mezzogiorno.
"in questo paese non ci si rende conto che non sono solo le stagioni a essere cambiate, ma il mondo...

inviato il 26/02/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

le ultime due righe mi sembrano purtroppo di attualità !"

CHIRU'

immagine copertina
Michela Murgia
CHIRU'
Einaudi 2015
10 righe da pagina 188:

- Sai cosa non mii torna del tuo ragionamento sull'infelicità ? - Martin non intendeva desistere . - Che in realtà non è necessario avere un motivo per essere infelici.
Il fastidio ha sempre un nome, il dolore ha la sua causa, ma si può essere infelici anche senza sapere bene il perchè.
Come quando i ladri ti entrano in casa e ci metti mesi per capire con esattezza cosa hanno davvero portato via.

inviato il 24/02/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Michela Murgia è nata a Cabras sardegna il 3 giugno 1972

sabato 27 febbraio Michela Murgia presenterà questo suo libro a Vicenza - LIbreria Galla

Se una notte d'inverno un viaggiatore

immagine copertina
Italo Calvino
Se una notte d'inverno un viaggiatore
Mondadori 2010
10 righe da pagina 200:

A volte penso alla materia del libro da scrivere come qualcosa che già c'è: pensieri già pensati, dialoghi già pronunciati,storie già accadute, luoghi e ambienti visti; il libro non dovrebbe essere altro che l'equivalente del mondo non scritto tradotto in scrittura.
Altre volte invece mi pare di comprendere che tra il libro da scrivere e le cose che già esistono ci può essere solo una specie di complementarietà; il libro dovrebbe essere la controparte scritta del mondo non scritto; la sua materia dovrebbe essere ciò che non c'è ne potrà esserci se non quando sarà scritto, ma di cui ciò che c'è sente oscuramente il vuoto nella propria incompletezza.

inviato il 23/02/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Emma ,buongiorno!,ho finito di leggere : "I frutti del vento " da due giorni,
già mi manca,è stata una bella lettura , ha risvegliato in me l'amore per la natura e gli alberi....buona domenica,natalina

Italo Calvin è nato Santiago de Las Vegas Cuba il 15 ottobre 1923

La linea d'ombra

immagine copertina
Joseph Conrad
La linea d'ombra
Tradotto da Simone Barillari
Classici Moderni Oscar Mondadori 2011
10 righe da pagina 73:

Sì, era là. Divorai con gli occhi, felice, lo scafo, l'attrezzatura. Quel senso di vacuità della vita che mi aveva reso così irrequieto negli ultimi mesi perse la sua amara ragione d'essere, la sua malefica influenza, dissolvendosi in un fiotto di emozione gioiosa.

inviato il 10/07/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Joseph Conrad, nato Józef Teodor Nałęcz Konrad Korzeniowski (Berdyčiv, 3 dicembre 1857 – Bishopsbourne, 3 agosto 1924), è stato uno scrittore polacco naturalizzato britannico.

Graziella

immagine copertina
Alphonse De Lamartine
Graziella
Tradotto da Viviana Cardone
Montecovello 2015
10 righe da pagina 64:

I poeti cercano il genio lontano, mentre esso è nel cuore; […] Chi sa commuovere sa tutto. C’è più genio in una lacrima che non in tutti i musei e in tutte le librerie del mondo.

inviato il 10/07/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Alphonse de Lamartine (Mâcon 1790 – Parigi 1869), poeta e scrittore francese.

Il libro dell'inquietudine di Bernardo Soares

immagine copertina
Fernando Pessoa
Il libro dell'inquietudine di Bernardo Soares
Tradotto da Maria José de Lancastre e Antonio Tabucchi
Feltrinelli 2017
10 righe da pagina 276:

L'amore stanca o delude. Dal sonno ci si sveglia e, quando si è dormito, non si è vissuto. Le droghe si scontano con la rovina del fisico che hanno servito a stimolare. Ma nell'arte non c'è delusione perché la delusione è stata ammessa dall'inizio. Dall'arte non c'è risveglio perché in essa non abbiamo dormito, anche se abbiamo sognato. Nell’arte non c'è tributo o multa da pagare per averne goduto.
Siccome il piacere che essa ci offre in certo qual modo non è nostro, non dobbiamo pagarlo o pentircene. Per arte si intende tutto quello che ci delizia e che non è nostro: il paesaggio, il sorriso fatto a un altro, il tramonto, una poesia, l'universo obiettivo.
Possedere è perdere. Sentire senza possedere è conservare, poiché significa estrarre da una cosa la sua essenza.

inviato il 26/06/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie mille! Queste sono le 10 righe da me scelte: http://scrivi.10righedailibri.it/le-stagioni-della-vita-0

Ciao Alessandro sei nella classifica finale settimanale del mese di Luglio, scegli 10 righe che più ti piacciono partendo da oggi 3 luglio a domenica 9 luglio. Riportando qui nei commenti il link.

Fernando Pessoa (Lisbona 1888 – Lisbona 1935), scrittore e poeta portoghese.

Il serpente Dell'Essex

immagine copertina
Sarah Perry
Il serpente Dell'Essex
Tradotto da Chiara Brovelli
Neri Pozza 2016
10 righe da pagina 308:

Scrivere a Cora era stato come incidere un foruncolo:con il tempo forse si sarebbe sentito più a disagio,ma per ora quello che provava era solo sollievo.Aveva scritto la verità,almeno finché aveva tenuto la penna in mano;non si aspettava nulla in cambio,non aveva proposto nessun accordo,non credeva di doverle niente.Con ogni probabilità l'euforia sarebbe durata un'altro giorno soltanto,ma era inebriante finché durava,e lo rendeva benevolo.a volte immaginava una busta sigillata che arrivava alla sua porta dietro la bicicletta del postino e diventava ansioso.Sarebbe stata divertita?O commossa?Avrebbe ignorato la sua lettera del tutto e sarebbe andata avanti beatamente con la sua vita?Conoscendola,trovava che l'ultima ipotesi fosse la più probabile:era difficile penetrare il suo carattere allegro,e o spingerla a dimostrare quell'affetto genetico che provava per tutti coloro che conosceva.

inviato il 26/06/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

:-)

Grazie Staff!!!

Allo staff... non ho trovato dell'Autrice la data di nascita precisa...scusate il titolo del libro è :"IL SERPENTE DELL'ESSEX"potete corregere il refuso...?Grazie!

Sarah Perry è nata a Chelmsford UK-nel 1979

Le stagioni della vita

immagine copertina
Herman Hesse
Le stagioni della vita
Tradotto da Non citato
Oscar Saggi Mondadori 1988
10 righe da pagina 91:

Se oggi si osserva come si comportano tra loro due uomini qualunque, che per caso fanno conoscenza e non desiderano effettivamente niente di materiale l'uno dall'altro, si avverte in maniera quasi tangibile come ognuno di essi sia oppresso da un'atmosfera di coercizione, da una crosta protettiva, da una membrana difensiva; [...] E' come se all'anima non fosse nemmeno lecito avere la parola, come se fosse necessario proteggerla con alti steccati, gli steccati della paura e della vergogna. Solo l'amore disinteressato può spezzare questa rete. E ovunque si apre un varco, là c'è l'anima che ci guarda.

inviato il 28/06/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Francesca, per Te un libro incentivo come finalista 10 righe scelte da Voi utenti del mese di luglio. Manda i tuoi dati a: libroincentivo@10righedailibri.it

Ciao Francesca, sei nella finale dell mese di luglio, 10 righe scelte da Voi utenti.

Grazie :))

Ciao Francesca, sei nella classifica finale del mese di Luglio, 10righe scelte dalla redazione.

Cuore

immagine copertina
Edmondo De Amicis
Cuore
Giunti Marzocco 1993
10 righe da pagina 21:

Pensa agli innumerevoli ragazzi che presso a poco a quell'ora vanno a scuola in tutti i paesi; vedili con l'immaginazione, che vanno, vanno per i vicoli dei villaggi quieti, per le strade delle città rumorose, lungo le rive dei mari e dei laghi, dove sotto un sole ardente, dove tra le nebbie, in barca nei paesi intersecati da canali, a cavallo per le grandi pianure, in slitta sopra le nevi, per valli e per colline, a traverso a boschi e a torrenti, su per sentieri solitari delle montagne, soli, a coppie, a gruppi, a lunghe file, tutti coi libri sotto il braccio, vestiti in mille modi, parlanti in mille lingue, dalle ultime scuole della Russia quasi sperdute tra i ghiacci alle ultime scuole dell'Arabia ombreggiate dalle palme, milioni e milioni, tutti a imparare in cento forme diverse le medesime cose; [...]

inviato il 01/07/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Edmondo De Amicis (Oneglia 1846 – Bordighera 1908), scrittore italiano.

Lettera di una sconosciuta

immagine copertina
Stefan Zweig
Lettera di una sconosciuta
Tradotto da Ada Vigliani
Adelphi 2009
10 righe da pagina 51:

Quando aprivo gli occhi nell'oscurità e percepivo la tua presenza al mio fianco, mi meravigliavo che sopra di me non ci fossero le stelle, talmente vicino mi sembrava il cielo - no, non mi sono mai pentita, amore mio, non mi sono mai pentita di quell'ora.

inviato il 01/07/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Stefan Zweig (Vienna 1881 – Petrópolis 1942), scrittore austriaco.

Suite francese

immagine copertina
Irène Némirosvky
Suite francese
Tradotto da Laura Frausin Guarino
Adelphi 2005
10 righe da pagina 271:

“Ma quel che è certo è che fra cinque, dieci o vent’anni questo problema, che secondo lui è il problema del nostro tempo, non esisterà più, sarà sostituito da altri... Mentre questa musica, questo rumore della pioggia sui vetri, questo lugubre scricchiolio del cedro nel giardino di fronte, questo momento così dolce, così strano in mezzo alla guerra, questo non muterà... E' eterno...".

inviato il 01/07/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Irène Némirovsky (Kiev 1903 – Auschwitz 1942), scrittrice francese.

LA CASA IN COLLINA

immagine copertina
CESARE PAVESE
LA CASA IN COLLINA
Einaudi 2005
10 righe da pagina 4:

La guerra mi tolse soltanto l'estremo scrupolo di starmene solo, di mangiarmi da solo gli anni e il cuore, e un bel giorno mi accorsi che Belbo, il grosso cane, era l'ultimo confidente sincero che mi restava.
Con la guerra divenne legittimo chiudersi in sé, vivere alla giornata, non rimpiangere più le occasioni perdute. Ma si direbbe che la guerra io l'attendessi da tempo (...). Quella specie di sordo rancore in cui s'era conclusa la mia gioventù, trovò con la guerra una tana e un orizzonte.

inviato il 31/05/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Cesare Pavese nacque a Santo Stefano Belbo il 9 settembre 1908.

Storie da leccarsi i baffi. I gatti raccontati dal veterinario

immagine copertina
10 righe da pagina 22:

Al termine sorrisi e squadrandola esclamai sicuro: “I suoi gatti puzzano di vino. Sono completamente ubriachi”, risi. La signora, incredula, non riusciva a darsi una giustificazione e allargando le braccia come per discolparsi disse: “Ma… È sicuro? Come possono essere riusciti a bere del vino o degli alcolici? Oppure, chi li avrà resi così brilli?”. Io aggiunsi: “Probabilmente si sono inzuppati le zampe e il pelo con del vino e poi, per pulirsi, l’hanno ingerito controvoglia…”. Lei d’un tratto portò di scatto la sua mano alla bocca e interrompendomi confessò: “Mia madre oggi ha rotto un bottiglione di vino in cucina! Presumibilmente nei pochi istanti che sono trascorsi mentre lei prendeva spazzolone e stracci nel ripostiglio i mici, che sono sempre in mezzo ai piedi, si sono imbrattati. A questo punto li ha fatti uscire per lavare il pavimento e raccogliere i pezzi di vetro e loro si sono leccati”.

inviato il 18/05/2017
Nei segnalibri di:

Le nostre anime di notte

Le nostre anime di notte 24 settimane 5 giorni fa

ma grazie ! un pensiero per tutti voi che portate sempre righe così interessanti

Guida rapida agli addii

Guida rapida agli addii 26 settimane 3 giorni fa

Anne Tyler nasce a Minneapolis il 25 ottobre 1941

Il piccolo libraio di Archangelsk

Il piccolo libraio di Archangelsk 26 settimane 4 giorni fa

questo libro è uno dei miei preferitio di Simenon !

Gratitudine

Gratitudine 32 settimane 3 ore fa

ho apprezzato molto dello stesso autore il libro " L'uomo che scambiava sua moglie per un cappello", non un testo "facile" ma interessante, profondo e adesso voglio spingermi a leggere il suo "Gratitudine"

Rivoluzionario per caso

Rivoluzionario per caso 32 settimane 5 giorni fa

anch'io vorrei mettere due asterischi !

Fuga dal Natale

Fuga dal Natale 35 settimane 5 giorni fa

belle queste righe !

Il fu Mattia Pascal

Il fu Mattia Pascal 36 settimane 3 ore fa

ottime righe secondo me !

Venti poesie d'amore e una canzone disperata.

Venti poesie d'amore e una canzone disperata. 36 settimane 6 giorni fa

secondo me questa è una delle più delicate poesie di Neruda e ho questa stessa edizione che ogni tanto riapro per godere di tanta poesia

Il coraggio di essere liberi

Il coraggio di essere liberi 36 settimane 6 giorni fa

Vito Mancuso nasce a Carate Brianza il 9 dicembre 1962

Delitto e castigo

Delitto e castigo 37 settimane 52 min fa

anche se comparivano due volte queste righe sono così ben scelte che non avrebbero disturbato !

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy