Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di valentina m

Il genio criminale

immagine copertina
Carlo Lucarelli e Massimo Picozzi
Il genio criminale
Oscar Mondadori Best Sellers 2013
10 righe da pagina 148:

Quello degli hacker è un mondo che pochi conoscono davvero. Si pensa a loro come a criminali, pirati informatici che navigano nella rete, per rubare e poi distruggere. Certo può succedere anche questo, ma chi fa hacking di solito non vuole commettere delitti, piuttosto avverte il bisogno di affrontare sfide intellettuali sempre più difficili, di risolvere problemi e superare limiti.
Anarchico del virtuale, per l'hacker il nemico si identifica con tutti quelli che vogliono controllare la conoscenza, che siano i media, le multinazionali o i governi.
È così da sempre, da quando gli hacker erano studenti di Harvard o del Massachussetts Institute of Technology.

inviato il 15/02/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Carlo Lucarelli (Parma, 26 ottobre 1960) è uno scrittore, regista, sceneggiatore, conduttore televisivo e giornalista italiano.
Massimo Picozzi (Milano, 8 agosto 1956) è uno psichiatra, criminologo e scrittore italiano.

Kafka sulla spiaggia

immagine copertina
Haruki Murakami
Kafka sulla spiaggia
Tradotto da Giorgio Amitrano
Einaudi Super ET 2013
10 righe da pagina 120:

Le sonate di Schubert, e in particolare la Sonata in re maggiore, se vengono eseguite senza uno sforzo interpretativo, limitandosi a seguire la partitura, non arrivano a essere opere d'arte. Come ha fatto notare Schumann, questa sonata è troppo idilliaca, lunga, e troppo semplice dal punto di vista tecnico. Se viene eseguita senza estro, diventa qualcosa di insipido e sciatto, un pezzo da antiquariato. Quindi ogni pianista si ingegna per trovare una propria chiave interpretativa. Ad esempio, come qui - ascolta -, enfatizzando un passaggio. Introducendo un rubato. Lavorando sui tempi, sulla modulazione. Se non si fa questo, subentra la noia. Però, se non si presta una grande attenzione questi stratagemmi possono distruggere la qualità dell'opera, che non sembrerebbe più una composizione di Schubert. Tutti i pianisti che eseguono la Sonata in re maggiore lottano con questa contraddizione.

inviato il 10/02/2017
Nei segnalibri di:

Hanno tutti ragione

immagine copertina
Paolo Sorrentino
Hanno tutti ragione
Universale Economica Feltrinelli 2016
10 righe da pagina 55:

Beatrice, senza sforzo, aveva il potere di mettermi a nudo definitivamente, a me, corazzato dai bluff della vita che troppo bene conoscevo, sarcastico com'ero stato fino a quel momento, snob nei confronti dei sentimenti più lancinanti. Quando piangi davanti alla tua donna non puoi fare più marcia indietro. Ti tiene in pugno per sempre. Sei nei paraggi della compromissione. Basta giochini, non puoi più fingere di essere quello che non sei, cioè un emerito nulla. Finiti i fronzoli, l'amore diventa una croce seria e resistente.

inviato il 31/01/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Paolo Sorrentino (Napoli, 31 maggio 1970).

Sette brevi lezioni di fisica

immagine copertina
Carlo Rovelli
Sette brevi lezioni di fisica
Adelphi 2014
10 righe da pagina 80:

I nostri valori morali, le nostre emozioni, i nostri amori, non sono meno veri per il fatto di essere parte della natura, di essere condivisi con il mondo animale o per essere cresciuti ed essere stati determinati dai milioni di anni dell'evoluzione della nostra specie. Anzi, sono più veri per questo: sono reali. Sono la complessa realtà di cui siamo fatti. La nostra realtà è il pianto e il riso, la gratitudine e l'altruismo, la fedeltà e i tradimenti, il passato che ci perseguita e la serenità. La nostra realtà è costituita dalle nostre società, dall'emozione della musica, dalle ricche reti intrecciate del nostro comune sapere, che abbiamo costruito insieme. Tutto questo è parte di quella stessa natura che descriviamo. Della natura siamo parte integrante, siamo natura, in una delle sue innumerevoli e svariatissime espressioni. Questo ci insegna la nostra conoscenza crescente delle cose del mondo.

inviato il 23/01/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Carlo Rovelli (Verona, 3 maggio 1956)

Cinema, mito e filosofia

immagine copertina
Giuseppe Savagnone
Cinema, mito e filosofia
Giuliano Ladolfi editore 2014
10 righe da pagina 42:

Il tema fondamentale del film è il rapporto tra apparenza e realtà. «Hai mai fatto un sogno tanto realistico da sembrarti vero?» chiede Morpheus a Neo durante il loro primo, decisivo colloquio. «E se da un sogno così non ti potessi più svegliare, come potresti distinguere il mondo dei sogni da quello della realtà?».
E del resto, «Che vuol dire reale?» domanda ancora Morpheus. «Dammi una definizione di reale. Se ti riferisci a quello che percepiamo, a quello che possiamo odorare, toccare e vedere,quel reale sono solo semplici segnali elettrici interpretati dal cervello». A questo punto si potrebbe ipotizzare che siano realtà anche oggetti inesistenti in sé, ma che esistono sotto forma di stimoli artificialmente prodotti. Se l'illusione è come la realtà, è anzi l'unica realtà percepibile, senza alcuna possibilità di uscirne, perché considerarla ancora illusione?

inviato il 19/01/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Valentina, le tue 10 righe sono state scelte dalla redazione. sei nella finale del mese di gennaio.

Bello!

A sangue freddo

immagine copertina
Truman Capote
A sangue freddo
Tradotto da Mariapaola Ricci Dettore
Garzanti 2005
10 righe da pagina 282:

Dolore e profonda stanchezza sono alla base del silenzio di Dewey. La sua aspirazione era stata sapere «esattamente quel che era successo in quella casa, quella notte». Ora due volte l'aveva sentito raccontare, e le due versioni erano molto simili, l'unica seria discrepanza era che Hickock attribuiva tutte e quattro le uccisioni a Smith, mentre Smith sosteneva che Hickock aveva ucciso le due donne. Ma le confessioni, per quanto rispondessero agli interrogativi di come e perché, non soddisfacevano la sua esigenza di una ragione in quell'avvenimento. Quel delitto era un incidente psicologico, un atto virtualmente impersonale; le vittime avrebbero anche potuto essere uccise da un fulmine.

inviato il 10/01/2017
Nei segnalibri di:

Gratitudine

immagine copertina
Oliver Sacks
Gratitudine
Tradotto da Isabella C. Blum
Adelphi 2016
10 righe da pagina 39:

Il bismuto è l'elemento 83. Non credo che vedrò il mio ottantatreesimo compleanno, ma penso che, in un modo o nell'altro, tenere vicino a me l'«83» ispiri speranza e infonda coraggio. Senza contare che ho un debole per questo modesto metallo grigio spesso ignorato e scarsamente considerato perfino dagli amanti dei metalli. La mia sensibilità di medico verso i maltrattati e gli emarginati si estende anche al mondo inorganico, e trova un parallelo nella mia simpatia per il bismuto.

inviato il 07/01/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Natalina :)

Valentina ...eri nella lista degli "eletti" con queste 10 righe!
Vi ricordo :Risvegli" da cui è stato tratto anche il relativo film...

Emma ti consiglio anche la sua autobiografia, "In movimento", per conoscere meglio il grande uomo (oltre che il medico) che è stato Sacks

ho apprezzato molto dello stesso autore il libro " L'uomo che scambiava sua moglie per un cappello", non un testo "facile" ma interessante, profondo e adesso voglio spingermi a leggere il suo "Gratitudine"

A spasso con Bob

immagine copertina
James Bowen
A spasso con Bob
Tradotto da Maria Teresa Badalucco
Sperling & Kupfer 2012
10 righe da pagina 188:

Avevo già sciupato troppo tempo, ero rimasto a guardare i giorni che scivolavano via... dieci lunghi anni. Quando sei un drogato il tempo perde la sua dimensione, i minuti diventano ore e le ore si trasformano in giorni. Pensi soltanto alla prossima dose e anche al modo di trovare i soldi per procurartela. Da quel periodo terribile della mia esistenza avevo fatto progressi enormi; i medici e gli psicologi dell'unità per il trattamento delle tossicodipendenze mi avevano decisamente aiutato a rimettermi in carreggiata, ma adesso ero stanco di presentarmi regolarmente alle visite, di andare in farmacia, di dimostrare che non avevo assunto stupefacenti. Adesso avevo altro di cui occuparmi.

inviato il 06/01/2017
Nei segnalibri di:

Tutto quello che vorreste sapere sui gatti

immagine copertina
Detlef Bluhm
Tutto quello che vorreste sapere sui gatti
Tradotto da Alessandra Petrelli
Corbaccio 2014
10 righe da pagina 85:

Nel 1865 il segno del gatto comparve per l'ultima volta nel Meyers Lexikon. Poi sparì definitivamente dal panorama della scienza astronomica. Ecco che cosa scrive Jean Louis Hue a proposito del gatto di Lalande nel suo libro Gatti: "Una notte di primavera la gatta di Lalande si ricomporrà, stella dopo stella. Per civetteria si è messa brillanti alle orecchie e sulle zampe. La sua pelliccia è illuminata da una pioggia di paillettes. Il segno zodiacale del gatto scivola nel corso dell'anno lentamente versi occidente. I suoi movimenti nel cielo sono identici a quelli sulla terra".

inviato il 18/01/2015
Nei segnalibri di:

Tutto quello che vorreste sapere sui gatti

immagine copertina
Detlef Bluhm
Tutto quello che vorreste sapere sui gatti
Tradotto da Alessandra Petrelli
Corbaccio 2014
10 righe da pagina 18:

Patricia Highsmith (1921-1995) scrisse il racconto intitolato Ming's Biggest Prey (La preda più grande di Ming), un vero classico dei gialli felini. Oltre ad altre due storie di gatti, numerose poesie e un saggio sui gatti, realizzò anche diversi disegni con soggetti felini. "I gatti danno a uno scrittore qualcosa che le persone non sono in grado di dare: forniscono una compagnia discreta, non avanzano pretese e sono placidi come un mare calmo e immobile" scrisse nel 1981. "Tutti i gatti sono belli, e tutti gli animali interessanti, persino i ratti", si può leggere in un altro brano. "Non affermerei lo stesso degli esseri umani."

inviato il 13/01/2015
Nei segnalibri di:

I Buddenbrook

immagine copertina
Thomas Mann
I Buddenbrook
Tradotto da Maria Cristina Minicelli
Newton e Compton 1994
10 righe da pagina 411:

“Onde lunghe…” , disse Thomas Buddenbrook. “Arrivano e s’infrangono, arrivano e s’infrangono, una dopo l’altra, senza fine, senza scopo, solitarie e vagabonde. Eppure danno un tal senso di quiete e di conforto, come le cose semplici e necessarie. […] Non è il fatto che in montagna ci si debba arrampicare coraggiosamente, mentre al mare si riposa calmi sulla sabbia. Ma io conosco lo sguardo con il quale si accarezza l’una e l’altro. Occhi sicuri, audaci, felici, pieni di iniziativa, di coraggio e di risolutezza, vagano di vetta in vetta; ma sulla vastità del mare, che trasporta le sue onde con questo mistico e snervante fatalismo, scorre uno sguardo velato, sognatore, sapiente e disincantato […]”

inviato il 20/02/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Benissimo, vi ringrazio!

Ciao Alessandro, sei finalista del mese di Febbraio, 10 righe scelte da Voi Utenti.

Thomas Mann (Lubecca 1875 – Kilchberg 1955), scrittore tedesco, premio Nobel per la letteratura nel 1929.

L'uomo dal fiore in bocca

immagine copertina
Luigi Pirandello
L'uomo dal fiore in bocca
Mondadori 1923
10 righe da pagina 7:

Ah, non lasciarla mai posare un momento l'immaginazione: - aderire, aderire con essa, continuamente, alla vita degli altri... - ma non della gente che conosco. No, no. A quella non potrei! Ne provo un fastidio, se sapesse, una nausea. Alla vita degli estranei, intorno ai quali la mia immaginazione può lavorare liberamente, ma non a capriccio, anzi tenendo conto delle minime apparenze scoperte in questo e i quello. E sapesse quanto e come lavora! Fino a quanto riesco ad addentrarmi! Vedo la casa di questo e di quello; ci vivo; mi ci sento proprio, fino ad avvertire... sa quel particolare alito che cova in ogni casa? Nella sua , nella mia - Ma nella nostra, noi, non l'avvertiamo più, perchè è l'alito della nostra vita,mi spiego?

inviato il 20/02/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Barbara, le tue 10 righe sono le finaliste settimanali del mese di Febbraio, per Te un libro incentivo. Manda i tuoi dati all'indirizzo: libroincentivo@10righedailibri.it

Ciao Barbara, sei finalista settimanale del mese di Febbraio, ricordati di scegliere 10righe che più ti piacciono partendo da oggi 27 febbraio a domenica 05 marzo, riportando qui nei commenti il link.

Luigi Pirandello nacque a Girgenti il 28 giugno 1867.
Insignito del Premio Nobel per la letteratura nel 1934.

Romanzo fantasma

immagine copertina
Arthur Conan Doyle
Romanzo fantasma
Tradotto da Masolino d’Amico
il Saggiatore 2016
10 righe da pagina 39:

Ci dovrebbe essere una Società per la Prevenzione della Crudeltà verso i Libri. Detesto vedere quelle povere cose pazienti sbattute e sfigurate. Un libro è un’anima mummificata imbalsamata in marocchino e inchiostro di stampa invece che in tela cerata e unguenti. È l’essenza concentrata di un uomo. A quest’ora il povero Orazio Flacco è diventato una polvere impalpabile, ma c’è il suo stesso spirito incastonato come una mosca nell’ambra, in quel volume dalla costola marrone nell’angolo. Una fila di libri dovrebbe rendere un uomo sottomesso e reverente. Se non riesce a imparare a trattarli con adeguata decenza, bisognerebbe costringerlo.

inviato il 21/02/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Sir Arthur Ignatius Conan Doyle (Edimburgo, 22 maggio 1859)

La casa dei Krull

immagine copertina
Georges Simenon
La casa dei Krull
Tradotto da Simona Mambrini
Adelphi 2017
10 righe da pagina 81:

La pioggia era visibile solo intorno ai globi bianchi che rischiaravano l'esterno del locale ,più che altro un pulviscolo luminoso subito inghiottito dall'oscurità e che poi si ritrovava per terra ,sul selciato nero e lucido,tranne nella zona riparata dal tendone,che formava un rettangolo chiaro.I musicisti suonavano un valzer viennese con il grossolano sentimentalismo delle orchestrine da caffè,e una coppia vicino a loro,lui con la bombetta e lei a mani giunte su una borsetta dalla chiusura d'argento,passò buona parte della serata immobile ,ad ascoltare. Liesebeth non osava dire nulla.Sentiva che la serata era delicata ,almeno quanto il momento che avevano passato la notte prima alla finestra senza parlare.L'uomo al suo fianco non era mai stato così misterioso e attraente,così temibile.

inviato il 21/02/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Natalina :-)

Georges Simenon (Liegi ,1903-Losanna,1989)

Il giocatore

Fedor Dostoevskij
Il giocatore
Tradotto da Bruno Del Re
Einaudi tascabili 1982
10 righe da pagina 139:

Mi ricordo che lei mi guardava con una fissità tremenda, ma senza muoversi, senza neppur mutare il suo atteggiamento.
-Ho vinto duecentomila franchi! - gridai, getando fuori l'ultimo rotolo.
L'enorme mucchio di biglietti di banca e di rotoli d'oro occupava tutto il tavolo; non potevo ormai staccarne gli occhi, a tratti mi dimenticavo interamente di Polina.
Ora mi mettevo a ordinare quei mucchi di banconote, disponendoli tutti insieme, ora ponevo in un solo mucchio le monete dorate; ora lasciavo da parte tutto e mi mettevo a camminare a rapidi passi per la stanza, rimanevo sopra pensiero, poi improvvisamente mi avvicinavo di nuovo al tavolo e cominciavo di nuovo a contare il denaro. A un tratto, come ritornando in me stesso, corsi alla porta e la chiusi in fretta, con due giri di chiave. Poi mi fermai incerto davanti alla mia piccola valigia.

inviato il 17/02/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Il Giocatore scritto nel 1867, scrive nella nota introduttiva Leone Ginzburg, è una vicenda d'un progressivo inaridimento morale.
F.Dostoevskij 1821/1881

La collezionista di storie

immagine copertina
Randa Jarrar
La collezionista di storie
Tradotto da Annalisa Crea
Piemme Bestseller 2010
10 righe da pagina 25:

"Ma è vero?"
"Habibti, la verità è che la gente crede cose diverse."
Non capivo come potessi credere qualcosa quando altre persone credevano qualcos'altro. Allora com'era possibile conoscere la verità? Ma mama mi spiegò che la verità era proprio questo: qualcosa di troppo grande perché tutti potessero trovarcisi d'accordo.
"Per esempio, alcune persone..." e indicò le colline al di là del mare "credono che Dio sia fuoco. Altre che abbia un figlio. Altre ancora che, dopo la morte, ci reincarneremo in creature diverse."
"Tu pensi che le persone si reincarnino?"
"Forse" disse lei, accarezzandosi la pancia. "Prendi le onde del mare. Non sono tutte uguali, ma non sono nemmeno completamente diverse. Forse le persone sono come le onde: sono fatte dello stesso oceano di anime."

inviato il 13/02/2017
Nei segnalibri di:

Animali Fantastici e Dove Trovarli – Screeplay Originale

immagine copertina
J.K. Rowling
Animali Fantastici e Dove Trovarli – Screeplay Originale
Tradotto da Silvia Piraggini
Salani 2017
10 righe da pagina 2:

Una bella giornata limpida a New York. Nel cielo, i gabbiani scendono in picchiata.
Una nave passeggeri doppia la Statua della Libertà. I viaggiatori si sporgono dalla balaustra a guardare emozionati la terra che si avvicina.
CARRELLATA FRONTALE IN AVANTI su una figura di spalle seduta su una panchina: NEWT SCAMANDER, dalla faccia vissuta, segaligno, in un vecchio cappotto blu. Accanto a lui c'è una valigia di logoro cuoio marrone. Sul coperchio, una delle due levette a scatto si apre da sé. Lui si affretta a richiuderla.
Dopo essersi messo la valigia sulle ginocchia, NEWT ci si china sopra e sussurra.
NEWT
Dougal... Non ti agitare, per favore. Non manca molto.

inviato il 13/02/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Ho scelto queste 10righe http://scrivi.10righedailibri.it/i-buddenbrook-1

Ok, grazie

Ciao Giovanni, sei finalista settimanale del mese di febbrai o, scegli da oggi 20 febbraio a domenica 26 febbraio 10 righe che più ti piacciono riportando qui il link.

Joanne Rowling (Yate, 31 luglio 1965)

La chimera

immagine copertina
SEBASTIANO VASSALLI
La chimera
EINAUDI 1990
10 righe da pagina 260:

C'è sempre, arriva sempre nella vita di un uomo che abbia avuto in gioventù un forte stimolo ideale, il momento in cui prende atto definitivamente, senza più speranze né illusioni né sogni, dell'inerzia delle cose e del mondo. Il momento in cui capisce che la fede non smuove le montagne; che le tenebre prevarranno sempre sulla luce, l'inerzia soffocherà il moto e così via.

inviato il 06/02/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Barbara, sei finalista settimanale del mese di Febbraio.

Sebastiano Vassalli nacque a Genova il 25 ottobre del 1941.

Il nome della rosa

immagine copertina
Umberto Eco
Il nome della rosa
Tradotto da //
La Biblioteca di Repubblica 202
10 righe da pagina 107:

Venanzio parlò di altri libri e Jorge si arrabbiò molto.
Quali libri?
Bencio esitò: "Non ricordo .Cosa importa di quali libri si sia parlato?"
"Importa molto , coi libri ,dei libri, e dunque anche le loro parole sui libri sono importanti."
"E' vero ,"disse Bencio ,sorridendo per la prima volta e quasi illuminandosi in volto.
"Noi viviamo per i libri.Dolce missione in questo mondo dominato dal disordine e dalla decadenza .Venanzio ,che sa...che sapeva molto bene il greco ,disse che Aristotele aveva dedicato specialmente al riso il secondo libro della Poetica e che
se un filosofo di quella grandezza aveva consacrato un intero libro al riso,il riso doveva essere una cosa importante. Jorge disse che molti padri avevano dedicato libri interi al peccato,che è una cosa importante ma cattiva,e Venanzio disse che per quello che lui sapeva Aristotele aveva parlato del riso come cosa buona e strumento di verità,e allora Jorge gli chiese con scherno se per caso lui aveva letto questo libro di Aristotele, e Venanzio disse che nessuno poteva averlo letto,perchè
....

inviato il 06/02/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Bellissimo! Vi ringrazio ,ho provveduto ad inviarvi i miei dati,Natalina

Ciao Natalina, le tue 10 righe sono le finaliste del mese di Febbraio, 10 righe scelte da Voi utenti. Per Te un libro incentivo. Manda i tuoi dati all'indirizzo: libroincentivo@10righedailibri.it

Ciao Natalina, le tue 10 righe sono nella finale di febbraio. 10 righe scelte da voi utenti.

Allo Staff ,segnalo la scelta di Alessandro Montagna -di queste 10 righe ,come richiesto da voi (10 righe dal 6 febbraio al 12 febbraio ) -scusate e grazie!

Ogni tanto ...lo rispolvero...veramente bello,nel pomeriggio Radio Tre,trasmette la lettura ,con la voce di Moni Ovadia, ed è un ascolto interessante.

Il Signore degli Anelli

immagine copertina
J.R.R. Tolkien
Il Signore degli Anelli
Tradotto da Vicky Alliata di Villafraca
Romanzo Bompiani 2000

Credevo che i meravigliosi protagonisti delle leggende partissero in cerca di esse, perché le desideravano, essendo cose entusiasmanti che interrompevano la monotonia della vita, uno svago, un divertimento. Ma non accadeva così nei racconti veramente importanti, in quelli che rimangono nella mente. Improvvisamente la gente si trovava coinvolta, e quello, come dite voi, era il loro sentiero. Penso che anche essi come noi ebbero molte occasioni di tornare indietro, ma non lo fecero. E se lo avessero fatto noi non lo sapremmo, perché sarebbero stati obliati. Noi sappiamo di coloro che proseguirono, e non tutti verso una felice fine, badate bene; o comunque non verso quella che i protagonisti di una storia chiamano una felice fine.

inviato il 06/02/2017
Nei segnalibri di:

Il genio criminale

Il genio criminale 35 settimane 5 giorni fa

Carlo Lucarelli (Parma, 26 ottobre 1960) è uno scrittore, regista, sceneggiatore, conduttore televisivo e giornalista italiano.
Massimo Picozzi (Milano, 8 agosto 1956) è uno psichiatra, criminologo e scrittore italiano.

Hanno tutti ragione

Hanno tutti ragione 37 settimane 6 giorni fa

Paolo Sorrentino (Napoli, 31 maggio 1970).

Gratitudine

Gratitudine 41 settimane 1 giorno fa

Grazie Natalina :)

Gratitudine 41 settimane 1 giorno fa

Emma ti consiglio anche la sua autobiografia, "In movimento", per conoscere meglio il grande uomo (oltre che il medico) che è stato Sacks

GIUOCO DOMENICALE #18: 10 RIGHE MUSICALI

GIUOCO DOMENICALE #18: 10 RIGHE MUSICALI 4 years 33 settimane fa
GIUOCO DOMENICALE #18: 10 RIGHE MUSICALI 4 years 33 settimane fa
GIUOCO DOMENICALE #18: 10 RIGHE MUSICALI 4 years 33 settimane fa

Il porto degli spiriti

Il porto degli spiriti 4 years 33 settimane fa

Partecipo al Giuoco domenicale #18: 10 righe musicali + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-18-10-righe-musicali

Castelli di Rabbia

Castelli di Rabbia 4 years 33 settimane fa

Partecipo al Giuoco domenicale #18: 10 righe musicali + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-18-10-righe-musicali

L'ombra del vento

L'ombra del vento 4 years 33 settimane fa

Partecipo al Giuoco domenicale #18: 10 righe musicali + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-18-10-righe-musicali

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy