Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Vera Viselli

La lampada di Psiche

immagine copertina
Marcel Schwob
La lampada di Psiche
Tradotto da Catherine Mc Gilvray
Fazi 2013
10 righe da pagina 90:

Ho desiderato un regno rosso. C’erano dei re insanguinati che affilavano le spade. Donne dagli occhi anneriti piangevano nelle giunche cariche d’oppio. Molti pirati sotterravano nella sabbia delle isole i forzieri pieni di lingotti. Tutte le prostitute erano libere. I ladri tagliavano le strade sotto il pallore dell’alba. Un gran numero di fanciulle si saziava di piaceri e di lussuria. Una compagnia di imbalsamatori dorava i cadaveri nella notte blu. I bambini desideravano amori lontani e omicidi sconosciuti. Le lastre del pavimento nelle saune erano cosparse di corpi nudi. Ogni cosa era soffregata di spezie ardenti e illuminata da ceri rossi. Ma quel regno è sprofondato sottoterra, e mi sono svegliato in mezzo alle tenebre.

inviato il 16/04/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Marcel Schwob, nato a Chaville il 23 agosto 1867 e morto a Parigi il 26 febbraio 1905

Sei chiodi storti

immagine copertina
Dario Cresto-Dina
Sei chiodi storti
66thand2nd 2016
10 righe da pagina 10:

Eppure sono stati uomini fortunati e la fortuna, si sa, non è democratica. Sceglie i suoi eletti. Sono stati uomini fortunati e non bisognerà aspettare l'ultimo giorno per dirlo. Sarà che nell'animo sono rimasti bambini e non hanno ancora smesso di giocare. Ognuno a modo suo, ognuno come ne è capace, perché il tempo - succede alla maggior parte di noi quando il tempo ci scova - non li ha cambiati. Semmai li ha complicati. Vanno in campo come allora, ripetendo gli identici gesti di allora, forse solo un po' più lenti, compassati. Li riempiono con ciò che possedevano e hanno conservato, qualità e difetti che si completano le une con negli altri, mischiati a un talento tecnico che mai prima e mai dopo si è trovato tutto assieme così denso e composito in un gruppo e in una stagione: superbia, distacco, poesia, sacrificio, rabbia.

inviato il 23/03/2018
Nei segnalibri di:

Una trilogia palestinese

immagine copertina
Mahmud Darwish
Una trilogia palestinese
Tradotto da Ramona Ciucani, Elisabetta Bartuli
Giangiacomo Feltrinelli Editore 2014
10 righe da pagina 26:

“E voi che cosa avete fatto della vostra terra?”
“Chiedimi, piuttosto, che cosa ci ha fatto la terra. Ha ucciso mio nonno con il dispiacere e l’attesa. Ha fatto venire i capelli bianchi a mio padre per il troppo lavoro e la miseria. Mi ha reso consapevole, prima del tempo, dell’oppressione. Mio nonno era un facoltoso proprietario terriero, quando è accaduto quel che è accaduto ed è diventato un ‘presente assente’, passava i giorni davanti all’amministrazione militare in attesa del permesso di viaggio per Acri, solo per poter vedere il suo campo, di sfuggita, dal finestrino dell’autobus. Passava la giornata a leggere giornali e la nottata a riflettere e rievocare ricordi. Aspettava".

inviato il 20/03/2018
Nei segnalibri di:

Il sospetto

immagine copertina
Robert Crais
Il sospetto
Tradotto da Annamaria Raffo
Mondadori 2016
10 righe da pagina 72:

“Questi cani non sono macchine, maledizione! Sono esseri viventi! Sono creature di Dio, fatte di sangue e sentimenti, e vi ameranno con tutto il loro cuore! Vi ameranno quando le vostre mogli e i vostri mariti vi tradiranno. Vi ameranno quando i vostri figli ingrati e bastardi pisceranno sulla vostra tomba! Saranno testimoni dei vostri momenti più disonorevoli e non vi giudicheranno. Questi cani saranno i partner migliori e più fedeli che possiate mai sperare di avere, e daranno la vita per voi. E tutto quello che vi chiederanno, tutto quello di cui avranno bisogno, tutto quello che vorranno da voi è una parola affettuosa. Maledizione, tra i dieci migliori uomini che conosco non ce n’è uno che valga quanto il peggior cane che abbiamo qui, ed è così anche per voi, garantito, perché ve lo dico io, Dominick Leland, e non sbaglio mai!”

inviato il 19/03/2018
Nei segnalibri di:

Pirate

immagine copertina
Celia Rees
Pirate
Tradotto da Valentina Daniele
Salani 2005
10 righe da pagina 2:

Scrivo per molte ragioni. Non da ultimo, per lenire la mia pena. Ho scoperto che rivivere le avventure condivise con Minerva può alleviare il dolore della nostra separazione. Inoltre, un lungo viaggio di mare può essere tedioso. Devo trovare delle distrazioni adatte alla mia posizione, ora che ho messo via pistole e sciabola e ho scambiato le brache con un vestito. Quella che segue è la mia storia. La mia e quella di Minerva. Quando avrò finito di scrivere tutto ciò che è accaduto e perché, ho intenzione di consegnare le carte al signor Daniel Defoe di Londra, che da ciò che ho sentito dire ha interesse per coloro che hanno scelto la vita piratesca. Anche se la nostra storia pare un tantino stravagante, da avere quasi l'aria di un romanzo, posso assicurarvi che non si tratta di fantasia.

inviato il 19/03/2018
Nei segnalibri di:

Ritratto di signora

immagine copertina
Henry James
Ritratto di signora
Tradotto da Beatrice Boffito Serra
Rizzoli-Bur 2011
10 righe da pagina 253:

Tu credi di poter condurre una vita romantica, di poter vivere piacendo a te stessa e piacendo agli altri. Ti accorgerai di sbagliarti. Qualunque vita tu conduca, devi metterci tutta l’anima tua per riuscire; e dal momento in cui fai questo, cessa d’essere romantica, te lo assicuro io; diventa la cruda realtà! E non puoi sempre piacere a te stessa, qualche volta devi piacere agli altri! Questo, lo ammetto, sei sempre pronta a farlo; ma c’è un’altra cosa che è anche più importante: devi spesso dispiacere agli altri. Devi essere sempre pronta per questo, non rifuggirne mai.

inviato il 11/03/2018
Nei segnalibri di:

Giorni selvaggi

immagine copertina
William Finnegan
Giorni selvaggi
Tradotto da Fiorenza Conte, Mirko Esposito, Stella Sacchini
66th and 2nd 2016
10 righe da pagina 225:

I surfisti sono ossessionati dalla perfezione. L'onda perfetta e via discorrendo. Tutta roba che non esiste. Le onde non sono oggetti naturali immobili come le rose o i diamanti. Sono eventi rapidi e brutali al termine di una lunga catena di azioni tempestose e reazioni oceaniche. Anche i break più simmetrici hanno certe irregolarità e caratteristiche locali, del tutto specifiche, e si modificano con i cambiamenti della marea, del vento e dello swell.I surfisti sono ossessionati dalla perfezione. L'onda perfetta e via discorrendo. Tutta roba che non esiste. Le onde non sono oggetti naturali immobili come le rose o i diamanti. Sono eventi rapidi e brutali al termine di una lunga catena di azioni tempestose e reazioni oceaniche.

inviato il 13/02/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

uhhhhhh!!! ma grazieeeeeeeee!!!! :*

Ciao Vera, sei nella classifica settimanale del mese di febbraio.

La compagnia dei viaggiatori del tempo

immagine copertina
Massimo Acciai Baggiani
La compagnia dei viaggiatori del tempo
ABEditore 2017
10 righe da pagina 8:

Naturalmente non eravamo Viaggiatori del Tempo in senso letterale: lo eravamo semmai in senso letterario. Viaggiavamo tra mondi e tempi diversi dal nostro e la nostra Macchina del Tempo era la fantasia, l’immaginazione, quel qualcosa di eternamente sfuggente che ci spinge a fuggire dalla nostra “bassa terra” per poi magari farvi ritorno dalla porta di servizio. Eravamo insomma scrittori (e scrittrici), per quel che significa o non significa questo termine.

inviato il 16/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Massimo Acciai Baggiani, Firenze, 9 aprile 1975

La pietra di luna

immagine copertina
Wilkie Collins
La pietra di luna
Tradotto da Adriana Altavilla
Newton Compton - Minimammut 2016
10 righe da pagina 22:

Non sono superstizioso; ho letto una gran quantità di libri ai miei tempi; a modo mio sono uno studioso. Benché abbia compiuto settant’anni, sono dotato di una memoria attiva, e di gambe altrettanto buone. Vi prego di non considerare espressione di ignoranza la mia opinione secondo cui non è mai stato scritto, né più lo sarà, un libro quale Robinson Crusoe. Mi sono rivolto a questo romanzo per anni, generalmente in compagnia di una pipa, e in lui ho trovato un amico in tutte le necessità di questa vita mortale.Non sono superstizioso; ho letto una gran quantità di libri ai miei tempi; a modo mio sono uno studioso. Benché abbia compiuto settant’anni, sono dotato di una memoria attiva, e di gambe altrettanto buone. Vi prego di non considerare espressione di ignoranza la mia opinione secondo cui non è mai stato scritto, né più lo sarà, un libro quale Robinson Crusoe. Mi sono rivolto a questo romanzo per anni, generalmente in compagnia di una pipa, e in lui ho trovato un amico in tutte le necessità di questa vita mortale. Quando il mio umore è nero: Robinson Crusoe.

inviato il 10/01/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Vera, per Te un libro incentivo come finalista del mese di gennaio, 10righe scelte da Voi utenti. Manda i tuoi dati all'indirizzo:
libroincentivo@10righedailibri.it

uhhhhhh! Gracias!!!!!! :))

Ciao sei nella classifica finale di gennaio, 10 righe scelte da Voi utenti.

Wilkie William Collins, Marylebone, 8 gennaio 1824 – Londra, 23 settembre 1889

Il drago verde

immagine copertina
Scarlett Thomas
Il drago verde
Tradotto da Beatrice Messineo
Newton Compton 2017
10 righe da pagina 16:

La biblioteca di Griffin Truelove non era che una stanza quadrata dal soffitto altissimo, piena di mensole di legno scuro. C’era un tavolino con una lampada di vetro verde, al cui interno brillava una candela, non una lampadina. (Molte persone leggevano a lume di candela ora che le lampadine erano poche e costosissime). La stanza profumava vagamente di pelle, incenso e cera. I libri erano giganteschi, tutti con spesse copertine rilegate in pelle, velluto o in un tessuto morbido di varie sfumature di rosso, viola o blu. Le pagine erano color crema e quando le aprivi le lettere erano nere, di foggia antica. Parlavano di gradi avventure in terre sconosciute.
[…] «Ragazzina, tutti i libri sono magici. Pensa», le disse, «a cosa fanno fare alle persone. C’è chi va in guerra sulla base di quel che legge. La gente crede ai “fatti” solo perché sono messi per iscritto. Decidono di adottare sistemi politici, di viaggiare verso un luogo a dispetto di un altro, di lasciare il lavoro e partire all’avventura, di amare o odiare. Tutti i libri hanno un potere tremendo. E il potere è magia».

inviato il 09/11/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Scarlett Thomas, Hammersmith, 1º luglio 1972

La legge del deserto

immagine copertina
Wilbur Smith
La legge del deserto
Tradotto da Giampiero Hirzer
Longanesi 2011
10 righe da pagina 13:

Il khamsint soffiava ormai da cinque giorni. Le nuvole di polvere correvano loro incontro attraverso la cupa vastità del deserto. Hector Cross portava una kefiah al collo e gli occhiali da deserto. La corta barba scura gli proteggeva gran parte del volto, ma le zone esposte della pelle sembravano scorticate dai granelli pungenti della sabbia. Al di sopra del frastuono del vento riusciva a sentire il vibrare cadenzato dell'elicottero che si avvicinava. Anche senza guardarli, era sicuro che nessuno degli uomini attorno a lui se ne fosse ancora accorto. Sarebbe stata una mortificazione, se non fosse stato lui il primo. Aveva dieci anni più di quasi tutti gli altri, ma era il loro capo e come tale doveva essere il più acuto e il più svelto.

inviato il 16/04/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Wilbur Addison Smith (Broken Hill, 9 gennaio 1933)

Acciaio

immagine copertina
Silvia Avallone
Acciaio
Rizzoli 2010
10 righe da pagina 13:

Correvano, la bionda e la mora, nel mare. Si sentivano frugare dagli occhi maschili. Era quello che volevano, essere guardate. Non c'era un perché preciso. Giocavano, si vedeva, ma facevano anche sul serio.
La mora e la bionda. Loro due, sempre e solo loro due. Quando uscivano dall'acqua si tenevano per mano come i fidanzati. E al bagno del bar entravano insieme. Sfilavano su e giù per la spiaggia, voltandosi prima una poi l'altra quando ricevevano un apprezzamento. Te la facevano pesare, la loro bellezza. La usavano con violenza. E se Anna, ogni tanto, ti salutava anche se eri sfigata, Francesca non salutava mai, non sorrideva mai. Tranne ad Anna.L'estate del 2001, nessuno la può dimenticare. Anche il crollo delle Torri fu, in fondo, per Anna e Francesca, parte dell'orgasmo che provarono nello scoprire che il loro corpo stava cambiando.

inviato il 09/04/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao, ho scelto queste 10Righe http://scrivi.10righedailibri.it/lisola-di-arturo-10

Grazie

Ciao Giovanni, sei nella finale settimanale del mese di aprile, scegli da lunedì 16 aprile a domenica 22 aprile, 10righe che più ti piacciono, riportando qui il link scelto.

Silvia Avallone (Biella, 11 aprile 1984)

Carte in tavola

immagine copertina
Agatha Christie
Carte in tavola
Tradotto da Maria Grazia Griffini
Mondadori 1986
10 righe da pagina 13:

- Ah, ah! Vi ho fatto stupire, vero? - disse il signor Shaitana. - Caro, carissimo amico, voi e io consideriamo tutto ciò da due punti di vista completamente opposti! Per voi il delitto costituisce una materia di lavoro abituale: un assassinio, un'indagine, un indizio, e, in conclusione (perché siete indubbiamente capace nella vostra professione), un arresto. Queste banalità non potrebbero mai interessarmi! Non perdo il mio tempo con gli esemplari più modesti in ogni campo! E un assassino che viene scoperto non può che essere necessariamente considerato un fallito nel suo genere. E' una persona di secondo ordine. No, io considero la faccenda da un punto di vista artistico. Faccio collezione soltanto di quel che c'è di meglio!
- Quel che c'è di meglio? - domandò Poirot.
- Caro amico, certo... quelli che l'hanno fatta franca!

inviato il 03/04/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie, Giovanni!

Grazie.

Grazie

Ciao Giovanni, sei nella finale settimanale del mese di aprile, scegli da lunedì 9 aprile a domenica 15 aprile, 10righe che più ti piacciono, riportando qui il link scelto.

Dame Agatha Mary Clarissa Miller, Lady Mallowan, nota come Agatha Christie (Torquay, 15 settembre 1890)

L'ombra del vento

immagine copertina
Carlos Ruis Zafon
L'ombra del vento
OSCARMONDADORI
10 righe da pagina 405:

Quando terminai di leggere il manoscritto di Nuria Manfort si
Stava già facendo giorno. Quella era la mia storia. La nostra
Storia. Nei passi perduti di Carax riconobbi le orme dei miei,
ormai irrecuperabili. Mi misi a camminare avanti e indietro
per la stanza come un animale in gabbia. Ero spossato, ma no-
nostante i miei rimorsi e le mie incertezze non intendevo più
sottrarmi alle conseguenze delle mie azioni. Mi infilai il cap-
potto, misi il manoscritto in una tasca interna e uscii. Faceva
freddo e nevicava. Il cielo si disfaceva in lacrime pigre di luceQuando terminai di leggere il manoscritto di Nuria Manfort si stava già facendo giorno. Quella era la mia storia. La nostra storia. Nei passi perduti di Carax riconobbi le orme dei miei, ormai irrecuperabili. Mi misi a camminare avanti e indietro per la stanza come un animale in g

inviato il 06/04/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie

Grazie

Ciao Argiovan58, sei nella classifica del mese di aprile, 10righe scelte dalla redazione.

Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban

immagine copertina
J.K. Rowling
Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban
Tradotto da Beatrice Masini
Salani 2017
10 righe da pagina 35:

“Quindi” riprese Fudge imburrandosi un'altra tartina, “resta da decidere dove passerai le ultime tre settimane di vacanza. Il mio suggerimento è che tu prenda una stanza qui al Paiolo Magico e...”
“Avanti” sbottò Harry, “qual è la punizione che mi aspetta?”
Fudge strizzò gli occhi.
“Punizione?”
“Ho infranto la legge!” disse Harry. “Il Decreto per la Restrizione delle Arti Magiche fra i Minorenni!”
“Oh, caro ragazzo, non vogliamo certo punirti per una cosetta del genere!” esclamò Fudge, agitando impaziente la tartina. “È stato un incidente! Nessuno finisce ad Azkaban solo per aver gonfiato una zia!”

inviato il 26/03/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Anche io ho la prima edizione, poi ho la signature edition con cofanetto in inglese ed ora sto comprando questa versione illustrata :)

Non sai quanto sono tentata... ma io ho le prime edizioni, non posso ricomprarmi tutto... o sì?! :D

Sono bellissime, solo altri 4 anni ed avrò la serie completa :)

oddio queste edizioni illustrateeeeeeee!!!!!!!

Joanne Rowling (Yate, 31 luglio 1965)

Vivere per scrivere: 40 romanzieri si raccontano

immagine copertina
Enrico Franceschini
Vivere per scrivere: 40 romanzieri si raccontano
Laterza 2018
10 righe da pagina 28:

Italo Calvino scrisse un bellissimo libro intitolato Perché leggere i classici. Perché leggerli, ammesso che secondo lei sia obbligatorio?
«Non penso affatto che sia obbligatorio. Da troppe parti ci sentiamo dire quel che ‘dobbiamo’ leggere e ciò distrugge il piacere della lettura. Io preferisco dire alla gente che leggere è divertente, è una godibile e coinvolgente alternativa alla televisione o al cinema. Mentre di solito i critici dei giornali raccomandano di leggere ciò che dovrebbe farci bene, come se la letteratura fosse cibo dietetico e il resto della cultura cioccolata. Se le cose stanno così, non c’è da sorprendersi che sia difficile persuadere la gente a comprare libri. Se uno ‘vuole’ leggere i classici, li legga. Ma se leggerli gli sembra un’agonia, ci rinunci».

inviato il 19/03/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Giovanni, grazie per aver scelto le mie 10 righe :)

Doppiamente grazie :)

Ciao Giovanni, per Te un libro incentivo come finalista 10 righe scelte da Voi utenti nel mese di marzo.
Manda i tuoi dati a: libroincentivo@10righedailibri.it

Ciao Giovanni, per Te un libro incentivo come finalista 10 righe della settimana.
Manda i tuoi dati a: libroincentivo@10righedailibri.it

Ho scelto queste 10Righe http://scrivi.10righedailibri.it/attesa-sul-mare

ok, grazie :)

Ciao Giovanni, sei nella classifica finale del mese di marzo, 10 righe scelte da Voi utenti.

Ciao Giovanni, sei nella classifica settimanale del mese di marzo. Scegli da oggi lunedì 26 marzo a domenica 1 Aprile, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei comemnti il link scelto.

Enrico Franceschini (Bologna, 17 agosto 1956)

Viaggio al termine della notte

immagine copertina
Louis-Ferdinand Céline
Viaggio al termine della notte
Tradotto da Ernesto Ferrero
Gruppo Editoriale L'Espresso (La Biblioteca di Repubblica) 2002
10 righe da pagina 201:

Quando si è giovani, l'indifferenza più arida, le porcate più ciniche, si arriva a trovargli la scusa del capriccio passionale e chissà quale segno di un romanticismo inesperto. Ma più tardi, quando la vita vi ha mostrato per bene tutto quello che può esigere in cautela, crudeltà, malizia soltanto per essere mantenuta bene o male a 37°, ti rendi conto, sei informato, hai le carte in regola per capire tutte le stronzate che contiene un passato. Basta in tutto e per tutto contemplare scrupolosamente se stessi e quel che si è diventati in fatto di schifezza. Niente più mistero, niente più ingenuità, ti sei mangiato tutta la poesia visto che hai vissuto fino a quel momento. È un cazzo fritto, la vita.

inviato il 14/03/2018
Nei segnalibri di:

Amabili resti

immagine copertina
Alice Sebold
Amabili resti
Tradotto da Chiara Belliti
E/O 2002
10 righe da pagina 7:

Mi chiamavo Salmon, come il pesce. Nome di battesimo: Susie. Avevo quattordici anni quando fui uccisa, il 6 dicembre del 1973. Negli anni Settanta, le fotografie delle ragazzine scomparse pubblicate sui giornali mi somigliavano quasi tutte: razza bianca, capelli castano topo. Questo era prima che le foto di bambini e adolescenti di ogni razza, maschi e femmine, apparissero stampate sui cartoni del latte o infilate nelle cassette della posta. Era quando ancora la gente non pensava che cose simili potessero accadere.
Nel diario delle medie avevo ricopiato un verso di un poeta spagnolo, Juan Ramón Jiménez; era stata mia sorella a farmelo conoscere. "Se vi danno un foglio squadrato, scriveteci sopra dall'altro lato".

inviato il 05/03/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

grande romanzo e ottimo film

grande romanzo e ottimo film
https://it.wikipedia.org/wiki/Amabili_resti_(film)

bel romanzo e ottimo film
https://it.wikipedia.org/wiki/Amabili_resti_(film)

grazie.

Ho scelto queste 10Righe http://scrivi.10righedailibri.it/canti-9

Ok, grazie

Ciao Giovanni, sei nella classifica settimanale del mese di marzo. Scegli da oggi lunedì 12 marzo a domenica 18 marzo, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei comemnti il link scelto.

Alice Sebold (Madison, 6 settembre 1963)

Il Dottor Zivago

immagine copertina
Boris Leonidovic Pasternak
Il Dottor Zivago
Tradotto da Pietro Zveteremich
Feltrinelli Editore 1959
10 righe da pagina 368:

Mi è sempre sembrato che ogni concepimento sia immacolato, che in questo dogma riguardante la Madonna si esprima l'idea universale della maternità.
"In ogni donna che genera si trova lo stesso senso di solitudine, di abbandono, di disposizione solo verso se stessa. L'uomo ormai, in questo particolare momento, rimane estraneo, come se in nessun modo fosse stato partecipe e tutto fosse caduto dal cielo.
"La donna mette al mondo da sola la propria creatura, si ritira solo con essa su un altro piano dell'esistenza, dove c'è silenzio e si può tenere senza paura una culla.
E sola, in silenziosa umiltà, la nutre e la cresce."

inviato il 07/03/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Emma, sei nella classifica settimanale del mese di marzo.

Conservavalo bene cara Emma :)

congratulazioni a chi ha riconosciuto questa edizione dalla copertina !

si confermo edizione del 1959 , me la tengo cara lasciatami da mio nonno!

Emma, è la copertina originale dell'edizione del 1959? :)

La montagna rossa

immagine copertina
Olivier Truc
La montagna rossa
Tradotto da Raffaela Fontana
Marsilio Editori 2018
10 righe da pagina 21:

Persson, per esempio, era bravissimo a fare il doppio gioco, sfruttando il ruolo di allevatore in contesti diversi ed esigendo il rispetto dei suoi diritti di membro di una minoranza. Questo non piaceva a tutti. Altri allevatori part time davano meno problemi, ma a volte bastava anche solo Persson perché gli svedesi si coalizzassero e vedessero i sami come noiosi questuanti in cerca di sovvenzioni.
Anche gli altri si osservavano a vicenda.
«La polizia delle renne tornerà domani mattina, e noi ne prendiamo atto. Non possiamo permetterci il minimo passo falso con il processo in corso.»
Questa volta ci fu solo un grugnito da parte di Persson.
Gli altri restarono in silenzio.
«Inoltre vi ricordo che è stato trovato un cadavere» continuò Petrus. «Scaveranno nelle nostre storie. E tu, Persson, farai bene a non dimenticartelo.»

inviato il 20/02/2018
Nei segnalibri di:

La lampada di Psiche

La lampada di Psiche 6 giorni 21 ore fa

Marcel Schwob, nato a Chaville il 23 agosto 1867 e morto a Parigi il 26 febbraio 1905

Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban

Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban 3 settimane 1 giorno fa

Non sai quanto sono tentata... ma io ho le prime edizioni, non posso ricomprarmi tutto... o sì?! :D

Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban 4 settimane 3 ore fa

oddio queste edizioni illustrateeeeeeee!!!!!!!

Giorni selvaggi

Giorni selvaggi 8 settimane 6 giorni fa

uhhhhhh!!! ma grazieeeeeeeee!!!! :*

11 GENNAIO

11 GENNAIO 13 settimane 6 giorni fa

Lo adoro!!!

La compagnia dei viaggiatori del tempo

La compagnia dei viaggiatori del tempo 13 settimane 6 giorni fa

Massimo Acciai Baggiani, Firenze, 9 aprile 1975

La pietra di luna

La pietra di luna 14 settimane 7 min fa

uhhhhhh! Gracias!!!!!! :))

La pietra di luna 14 settimane 5 giorni fa

Wilkie William Collins, Marylebone, 8 gennaio 1824 – Londra, 23 settembre 1889

Il drago verde

Il drago verde 14 settimane 5 giorni fa

Scarlett Thomas, Hammersmith, 1º luglio 1972

Il corpo che vuoi

Il corpo che vuoi 1 year 3 settimane fa

Alexandra Kleeman, 26 febbraio 1986 Berkeley (California)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy