Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Giovanna79

Castelli di Rabbia

immagine copertina
Alessandro Baricco
Castelli di Rabbia
Universale Econimica Feltrinelli

...quando la gente ti dirà che hai sbagliato... e avrai errori dappertutto dietro la schiena, fregatene.Ricordatene. Devi fregartene. Tutte le bocce di cristallo che hai rotto erano solo vita...non sono quelli gli errori... quella è vita... e la vita vera magari è proprio quella che si spacca,quella vita su cento che alla fine si spacca..... io questo l'ho capito, il mondo è pieno di gente che gira con in tasca le sue piccole biglie di vetro....le sue piccole tristi biglie infrangibili.....e allora tu non smetterla mai di soffiare nelle tue sfere di cristallo.....sono belle, a me è piaciuto guardarle, per tutto il tempo che ti sono stato vicino...ci si vede dentro tanta di quella roba..... é una cosa che ti mette l'allegria addosso..non smetterla mai..... e se un giorno scoppieranno anche quella sarà vita, a modo suo..... meravigliosa vita.

inviato il 29/09/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie

Benvenuta Giovanna :)

Ave Mary

immagine copertina
Michela Murgia
Ave Mary
Tradotto da /
Einaudi 2011
10 righe da pagina 124:

Nel Novembre del 2008 in occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle donne,le onlus Telefono donna,in quanto associazione che si occupa di supportare le vittime,commissionò una campagna pubblicitaria che fece molto discutere.Il manifesto raffigurava una donna quasi nuda distesa su un letto con le braccia allargate,i palmi stesi e i piedi incrociati nella tradizionale posizione del Crocifisso.il corpo della donna era esanime,magrissimo e statico,e non era sessualmete provocante:le forme del seno erano così scarne che se non avesse avuto i capelli lunghi la si sarebbe potuta scambiare per un ragazzo. Sui fianchi aveva lo stesso panno proprio candido dell'iconografia tradizionale che copre l'inguine di Gesu' in croce,e proprio sul panno era sovraimpressa la domanda:"Chi paga per i peccati dell'uomo?"

inviato il 17/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Davvero!!!

O.K. impressionante.

Le voci del bosco

immagine copertina
Mauro Corona
Le voci del bosco
Oscar Mondadori 2009
10 righe da pagina 51:

D'estate - a tutti, nobili e villani, buoni e cattivi, colti e ignoranti - il pioppo può offrire la fresca carezza di un'ombra gentile.
Ma è con la morte che avviene il riscatto e si realizza concretamente la parabola evangelica secondo la quale gli ultimi saranno i primi.
Stritolato dalle macine e pressato, il pioppo si trasforma in carta rifugio alle parole che danno vita ai grandi capolavori della letteratura. Sulle sue fibre è stato stampato il Cantico dei Cantici. Sui suoi fogli sono stati tracciati i disegni dei Maestri.
Le sue pagine conservano la testimonianza della crescita culturale nei millenni.

inviato il 12/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Da oggi in poi farò come i nuovi utenti, non mi metterò il segnalibro nella settimana che gioco con il libro che ho postato.

La coppia di tutti i colori

immagine copertina
Vanna Puviani
La coppia di tutti i colori
Armando Editore 2012
10 righe da pagina 34:

La nascita della coppia si apre con la fase dell'innamoramento, della fusione l'uno con l'altro, in cui i due patner si sentono inspiegabilmente attirati e rapiti, sia dal punto di vista fisico e sessuale che dal punto di vista emotivo e intellettuale. I due patner si sentono inseparabili, infallibili, perfetti. E' come la promessa di un viaggio nel quale ci portiamo i nostri bagagli pieni della nostra vita personale famigliare e abbiamo a disposizione tutto il viaggio per comprendere la scelta del patner: è infatti il nostro inconscio a scegliere! E' un viaggio pieno di incontri, con l'altro e con noi stessi. L'amore ha qualcosa di magico, come l'arte e la poesia.

inviato il 14/11/2012
Nei segnalibri di:

Tre volte all'alba

immagine copertina
Alessandro Baricco
Tre volte all'alba
Club degli editori su licenza Feltrinelli
10 righe da pagina 94:

Guardava quella casa, davanti a sè, e pensava alla misteriosa permanenza delle cose nella corrente mai ferma della vita. Stava pensando che ogni volta, vivendo con loro, si finisce per lasciare su di loro come una mano leggera di vernice, la tinta di certe emozioni destinate a scolorare, sotto il sole, in ricordi. Stava anche pensando che avrebbe dovuto fare benzina e che rifarsi tutta quella strada, da sola, sarebbe stata una palla colossale. Almeno non è buio, si disse. Poi vide aprirsi la porta della casa e l'uomo uscire. [...] C'è il vento giusto, disse. Magari si potrebbe uscire nella baia. Te ne parti sta sera, cosa sarà mai, disse l'uomo. Allora la donna si voltò verso di lui e vide lo stesso viso di tante altre volte, i denti storti, gli occhi chiari, le labbra da ragazzino, quei capelli sparati in testa. Ci mise un po' a dire qualcosa. Stava pensando alla misteriosa permanenza dell'amore, nella corrente mai ferma della vita.

inviato il 08/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

molto carino ;) peccato si legga in pochissimo tempo!

Che coincidenza, finito da poco anch'io :)

;)

Sì sì, ancora sveglia, ho appena finito di leggere questo libro e non potevo non condividere!! ;)

Ciao Federica, anche Tu ancora sveglia? meno male che c'è 10 righe :D

la febbre

immagine copertina
saskia noort
la febbre
newton compton editori

Per un istante non so più niente, se non che mi ritrovo in acqua, che devo risalire, che la testa mi sta per scoppiare. Spalanco la bocca e l'acqua salata la riempie. Tossisco. l'acqua mi pizzica il naso, mi brucia gli occhi e tra le gambe. Le gambe scalciano. Le braccia si dimenano. Tutto intorno a me è buio. Anche dentro di me. Non so nulla. Sono un corpo vuoto. Un involucro. Ondeggio nel vuoto. Forse annegherò. Forse non mi importa poi più molto. PER VIVERE SERVE FORZA. PER SOPRAVVIVERE ANCORA DI PIU'. Scivolare via fluttuando così dolcemente, andarmene in pace, è un'idea seducente. A fatica riapro gli occhi. Questo corpo ha una vita propria.

inviato il 05/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Un thriller trasgressivo nella diabolica isola del divertimento: Ibiza.

Oceano mare

immagine copertina
Alessandro Baricco
Oceano mare
Feltrinelli
10 righe da pagina 7:

Sabbia a perdita d'occhio, tra le ultime colline e il mare - il mare - nell'aria fredda di un pomeriggio quasi passato, e benedetto dal vento che sempre soffia da nord.
La spiaggia. E il mare.
Potrebbe essere la perfezione - immagine per occhi divini - mondo che accade e basta, il muto esistere di acqua e terra, opera finita ed esatta, verità - verità - ma ancora una volta è il salvifico granello dell'uomo che inceppa il meccanismo di quel paradiso, un'inezia che basta da sola a sospendere tutto il grande apparato di inesorabile verità, una cosa da nulla, ma piantata nella sabbia, impercettibile strappo nella superficie di quella santa icona, minuscola eccezione posatasi sulla perfezione della spiaggia sterminata. A vederlo da lontano non sarebbe che un punto nero: nel nulla, il niente di un uomo e di un cavalletto da pittore.

inviato il 07/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

gran bella bomboniera!! ;)

a pensare che l ho ricevuto come bomboniera a un matrimonio :)

a pensare che questo libro l ho avuto in dono come bomboniera di matrimonio..... :) e ogni volta che lo rileggo offre emozioni

bellissimo, pura poesia!

Partecipo al Giuoco domenicale #1: INCIPIT link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-1-incipit

Iliade

immagine copertina
Omero
Iliade
Tradotto da Giuseppe Tonna
Garzanti 1991
10 righe da pagina 1:

Cantami, o dea, l'ira ostinata del Pelide Achille, che fu tanto funesta e recò agli Achei dolori senza fine: spedì giù ad Ade in gran numero forti anime di prodi guerrieri, e i loro corpi lasciava là in balia di cani e uccellacci d'ogni sorta. Veniva così compiendosi la volontà di Zeus, fin da quando si scontrarono a parole e si divisero da nemici l'Atride signore di uomini e il divino Achille.

inviato il 07/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao :)

E' vero, lo stesso vale per me, tra le pagine dei classici riesco a sentire ancora l'odore dei banchi di scuola ... Grazie, alle prossime righe! ;)

Grazie anche a te Ursula.
Vorrei confidare che non amo molto i classici, alcuni li ho letti e mi sono piaciuti, altri no; prediligo la narrativa contemporanea.
Tuttavia l'Iliade e l'Odissea, mi sucitano un bel ricordo della scuola. :)

Che belle le tue scelte Elena! Per Claudio: hai ragionissima! :)

Bravo Claudio e grazie per il tuo inervento :)

Memorie di Adriano

immagine copertina
Marguerite Yourcenar
Memorie di Adriano
Einaudi Tascabili
10 righe da pagina 275:

Fino all'ultimo istante, Adriano sarà stato amato d'amore umano.
Piccola anima smarrita e soave, compagna e ospite del corpo, ora t'appresti a scendere in luoghi incolori, ardui e spogli, ove non avrai più gli svaghi consueti. Un istante ancora, guardiamo insieme le rive familiari, le cose che certamente non vedremo mai più... Cerchiamo d'entrare nella morte a occhi aperti...

inviato il 01/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Per dare altro fiato a parole che risuonano ancora.
http://soundcloud.com/bizeta/memorie-di-adriano

GIOCO - Riga 10

immagine copertina
Patti Puggioni - Cristina Fanni
GIOCO - Riga 10
Giochi 10 righe 2011
10 righe da pagina 10:

Prendi un libro, quello che vuoi, il tuo preferito, uno che devi ancora leggere, il primo su cui posi lo sguardo e... aprilo a pagina 10... CERCA la frase numero 10 e SCRIVILA sotto come commento. Aggiungi anche il titolo del libro e il nome dell'autore.
(24 luglio) Da questo momento in poi, le frasi troppo lunghe verranno cancellate.
Dovete scrivere solo la RIGA n. 10.
Per le frasi più lunghe (10 righe) c'è l'area apposita
http://scrivi.10righedailibri.it/
Se nel libro la pagina 10 è bianca scegliete un altro libro.
:)

inviato il 22/05/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

"Interessante", pensai, al mondo c'è gente che ama dispensare il buongiorno. (703 ragioni per dire di si, F.L. Koraline)

il ragazzo che condivideva con l'autore la capacità di ascoltare (nel barile delle mele, e non solo) (La vera storia del pirata Long John Silver, Bjorn Larsson)

Voglio dire,devo essere morta per forza e gli angeli devono avere avuto compassione di me perchè la testa scura e riccioluta che mi pare di intravedere è così ben proporzionata e così attraente da essere quella di un angelo.(un imprevisto chiamato amore-Anna Premoli)

L'euforia del pesce palla. (Ai confini del gusto - Luis Devin)

Forse dietro il colle Vecchio, o dietro ancora, ma di tanti e tanti metri e tantissimi passi di un uomo (Marta La Sarta di Valentina Di Cesare)

Lettere dal carcere

immagine copertina
Antonio Gramsci
Lettere dal carcere
Einaudi
10 righe da pagina 442:

2 luglio 1933
Carissima Tania,
ricevo in questo momento la tua cartolina di ieri.[...] Ti prego di ricordare ciò che ti dissi a gennaio quando venisti a colloquio e di rileggere, se ancora le hai a portata di mano, le lettere che ti scrissi dopo di allora. Cosí ti persuaderai che non si tratta di un colpo di testa, ma della fase terminale di un lungo processo, fase necessaria, che solo una incredibile cecità ti ha impedito di prevedere e di apprezzare convenientemente. Sono immensamente stanco. Mi sento distaccato da tutto e da tutti. [...] Non ho niente da dirti e da dire a nessuno. Sono svuotato. L'ultimo tentativo di vita, l'ultimo sussulto di vita l'ho avuto in gennaio. Non hai capito. O non mi sono fatto capire, nelle condizioni in cui devo muovermi e parlare. Non c'è ora piú nulla da fare. Credi pure, se qualche altra volta ti capiterà nella vita di avere esperienza come quella che hai avuto con me, che il tempo è la cosa piú importante: esso è un semplice pseudonimo della vita stessa. Ti abbraccio.
Antonio

inviato il 01/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Maria, il ricordo di quelle pagine "L'albero del Riccio" per il piccolo Delio... ammetto mi ha commosso.... come rileggere le lettere...

mi viene in mente il mio libro preferito della 5 elementare che mi fece innamorare di Gramsci :"L'albero del Riccio"

bello !! ce l'ho

Anno 1997

Castelli di Rabbia

Castelli di Rabbia 5 years 11 settimane fa

grazie

CINQUE LIBRI PREFERITI

CINQUE LIBRI PREFERITI 5 years 11 settimane fa

questo sito è davvero carino,fatto di persone estremamente sensibili..un bel posto dove passare qualche minuto in tranquillità..

IL PROFETA IL GIARDINO DEL PROFETA

IL PROFETA IL GIARDINO DEL PROFETA 5 years 11 settimane fa

che bella citazione

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy