Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di effebizeta

Elogio della Follia

immagine copertina
Erasmo da Rotterdam
Elogio della Follia
Acquarelli

Osservate con quanta previdenza la Natura, madre del genere umano, ebbe cura di spargere ovunque un pizzico di follia.
Infuse nell'uomo più passione che ragione perché fosse tutto meno triste, difficile, brutto, insipido, fastidioso.
Se i mortali si guardassero da qualsiasi rapporto con la saggezza, la vecchiaia neppure ci sarebbe.
Se solo fossero più fatui, allegri e dissennati godrebbero felici di un'eterna giovinezza.
La vita umana non è altro che un gioco della Follia

inviato il 01/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Sara, scusa l'intusione nel post ma per errore ho scritto qui.

Il sistema li ha rilevati come spammm perché tutti uguali... per contribuire argomenta. Molto carina è invece la tua associazione tra "colte" e "spamm", complimenti! ;)

Federico, fai spamm nei commenti? li stiamo cancellando

abbiamo condiviso le tue righe sul social :)

Dance Dance Dance

immagine copertina
Haruki Murakami
Dance Dance Dance
Einaudi

Mi accade spesso di sognare l'Albergo del Delfino. Dal sogno si direbbe che ne faccio parte in modo stabile. La forma dell'albergo appare distorta. È molto lungo e stretto. Tanto lungo e stretto da sembrare, più che un albergo, un lungo ponte coperto da un tetto. Un ponte che si estende, in tutta la sua lunghezza, dall'antichità alla fine del mondo. Io ne faccio parte. Lì dentro c'è anche qualcuno che piange. E io so che piange per me. L'albergo mi comprende dentro di sé. Riesco a percepire le sue pulsazioni e il suo calore. Nel sogno, sono una parte dell'albergo.

inviato il 07/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al Giuoco domenicale #1: INCIPIT link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-1-incipit

Lolita

immagine copertina
Vladimir Nabokov
Lolita
Adelphi
10 righe da pagina 5:

Lolita, luce della mia vita, fuoco dei miei lombi. Mio peccato, anima mia. Lo-li-ta: la punta della lingua compie un percorso di tre passi sul palato per battere, al terzo, contro i denti. Lo. Li. Ta.
Era Lo, semplicemente Lo al mattino, ritta nel suo metro e quarantasette con un calzino solo. Era Lola in pantaloni. Era Dolly a scuola. Era Dolores sulla linea tratteggiata dei documenti. Ma tra le mie braccia era sempre Lolita.

inviato il 07/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al Giuoco domenicale #1: INCIPIT link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-1-incipit

Fahrenheit 451

immagine copertina
Ray Bradbury
Fahrenheit 451
Tradotto da Giorgio Monicelli
Mondadori 2000
10 righe da pagina 9:

Parte Prima

Il focolare e la salamandra

Era una gioia appiccare il fuoco.
Era una gioia speciale vedere le cose divorate, vederle annerite, diverse. Con la punta di rame del tubo fra le mani, con quel grosso pitone che sputava il suo cherosene venefico sul mondo, il sangue gli martellava contro le tempie, e le sue mani diventano le mani di non si sa quale direttore d'orchestra che suonasse tutte le sinfonie fiammeggianti, incendiarie, per far cadere tutti i cenci e le rovine carbonizzate della storia. Col suo elmetto simbolicamente numerato 451 sulla stolida testa, con gli occhi tutta una fiamma arancione al pensiero di quanto sarebbe accaduto la prossima volta, l'uomo premette il bottone dell'accensione, e la casa sussultò in una fiammata divorante che prese ad arroventare il cielo vespertino, poi a ingiallirlo e ad annerirlo.

inviato il 07/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

bellissimo. l'incipit e il romanzo.

Partecipo al Giuoco domenicale #1: INCIPIT link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-1-incipit

Memorie del sottosuolo

immagine copertina
Fedor Dostoevskij
Memorie del sottosuolo
Super ET Einaudi

Sono un uomo malato... Sono un uomo maligno. Non sono un uomo attraente. Credo che mi faccia male il fegato. Del resto, non mene intendo un'acca della mia malattia e non so con certezza cosa mi faccia male. Non mi curo e non mi sono curato mai, sebbene la medicina e i dottori li rispetti. Inoltre, sono anche superstizioso all'estremo; be' almeno abbastanza da rispettare la medicina.Sono un uomo malato... Sono un uomo maligno. Non sono un uomo attraente. Credo che mi faccia male il fegato. Del resto, non me ne intendo un'acca della mia malattia e non so con certezza cosa mi faccia male. Non mi curo e non mi sono curato mai, sebbene la medicina e i dottori li rispetti. Inoltre, sono anche superstizioso all'estremo; be' almeno abbastanza da rispettare la medicina.

inviato il 07/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

libro incentivo per te! :)

ciao cristina, carica un'immagine profilo se vuoi! :)

Grazie mille!

Oddio ho appena postato lo stesso passo! Beh è uno degli incipit più belli della letteratura :)

Davvero toccante, complimenti per la scelta!

Il barone rampante

immagine copertina
Italo Calvino
Il barone rampante
Mondadori 1993
10 righe da pagina 3:

Fu il 15 di giugno del 1767 che Cosimo Piovasco di Rondò, mio fratello, sedette per l'ultima volta in mezzo a noi. Ricordo come fosse oggi. Eravamo nella sala da pranzo della nostra villa d'Ombrosa, le finestre inquadravano i folti rami del grande elce del parco. Era mezzogiorno, e la nostra famiglia per vecchia tradizione sedeva a tavola a quell'ora, nonostante fosse già invalsa tra i nobili la moda, venuta dalla poco mattiniera Corte di Francia, d'andare a desinare a metà del pomeriggio. Tirava vento dal mare, ricordo, e si muovevano le foglie. Cosimo disse: - Ho detto che non voglio e non voglio! - e respinse il piatto di lumache. Mai s'era vista disubbidienza più grave.

inviato il 07/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Viva Ale, viva Calvino!

grazie ma dono il libro incentivo a Cristina Idini :) per "Memorie del sottosuolo :) e ringrazio tutt* coloro che hanno votato per Calvino e questo bellissimo romanzo :) w la libertà w la letteratura !!!

Ciao Alessandra, il tuo incipit è stato il più segnalibrato del giuoco domenicale, ti aggiudichi un libro incentivo :)
Nella mail del recapito specifica che hai ottenuto il libro per il gioco degli incipit.
Alla prossima!

Grazie a te per avere dato uno spunto di rilettura!

che meraviglia! grazie :)

Per dare altro fiato a parole che risuonano ancora.
http://soundcloud.com/bizeta/il-barone-rampante

Mondadori... staff potete correggere? mi è scappata una N in più :(

Partecipo al Giuoco domenicale #1: INCIPIT link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-1-incipit

le braci

immagine copertina
Sándor Márai
le braci
Tradotto da Marinella D'Alessandro
Adelphi 2008
10 righe da pagina 111:

"A nulla sono valsi argomentazioni e stratagemmi, la realtà è rimasta quella che era. Semplicemente questa: per ventiquattro anni tu mi avevi odiato così appassionatamente che quel sentimento aveva in te la forza e l’ardore delle relazioni amorose. Tu mi odiavi, e quando l’odio si impadronisce completamente dell’anima di un uomo, sotto questo rogo cova e si sviluppa anche il desiderio di vendetta… Perché la passione non si piega alle leggi della ragione, non si cura minimamente di quello che riceverà in cambio, vuole esprimersi fino in fondo, imporre la sua volontà, anche se in cambio non ottiene altro che sentimenti mansueti, amicizia e indulgenza. Ogni vera passione è senza speranza, altrimenti non sarebbe una passione ma un semplice patto, un accordo ragionevole, uno scambio di banali interessi. Tu mi odiavi, e questo odio era per noi un vincolo altrettanto forte che quello dell’amore".

inviato il 24/08/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Per dare altro fiato a parole che risuonano ancora.
http://soundcloud.com/bizeta/le-braci

aggggiungo segnalibro

Memorie di Adriano

immagine copertina
Marguerite Yourcenar
Memorie di Adriano
Einaudi Tascabili
10 righe da pagina 275:

Fino all'ultimo istante, Adriano sarà stato amato d'amore umano.
Piccola anima smarrita e soave, compagna e ospite del corpo, ora t'appresti a scendere in luoghi incolori, ardui e spogli, ove non avrai più gli svaghi consueti. Un istante ancora, guardiamo insieme le rive familiari, le cose che certamente non vedremo mai più... Cerchiamo d'entrare nella morte a occhi aperti...

inviato il 01/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Per dare altro fiato a parole che risuonano ancora.
http://soundcloud.com/bizeta/memorie-di-adriano

Il barone rampante

Il barone rampante 6 years 35 settimane fa

Grazie a te per avere dato uno spunto di rilettura!

Il barone rampante 6 years 35 settimane fa

Per dare altro fiato a parole che risuonano ancora.
http://soundcloud.com/bizeta/il-barone-rampante

le braci

le braci 6 years 35 settimane fa

Per dare altro fiato a parole che risuonano ancora.
http://soundcloud.com/bizeta/le-braci

Memorie di Adriano

Memorie di Adriano 6 years 35 settimane fa

Per dare altro fiato a parole che risuonano ancora.
http://soundcloud.com/bizeta/memorie-di-adriano

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy