Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di sggallese

Il bambino di Noè

immagine copertina
Eric-Emmanuel Schmitt
Il bambino di Noè
Tradotto da Alberto Bracci Testasecca
Biblioteca universale Rizzoli BUR 2010
10 righe da pagina 122:

"Insomma, Rudy, essere dalla parte di Israele non vuol dire approvare tutto ciò che decide Istraele. Con i palestinesi bisogna fare la pace. Hanno gli stessi diritti che hai tu di vivere qui. E' anche la loro terra. Ci vivevano da prima che fosse deciso di farvi sorgere Israele. La storia stessa ddella nostra persecuzione dovrebbe portarci a usare per loro le stesse parole che noi per primi abbiamo atteso per secoli."
"Sì, ma la nostra sicurezza..."
"La pace, Rudy, quello che padre Pons ci ha insegnato a desiderare è la pace."
"Non essere ingenuo, Joseph. Spesso, il miglior modo di arrivare alla pace è la guerra."
"Non sono d'accordo. Più accumuli odio tra i due campi avversi, meno sarà possibile la pace."

inviato il 05/04/2013
Nei segnalibri di:

Il nome della rosa

immagine copertina
Umberto Eco
Il nome della rosa
Bompiani - I grandi tascabili
10 righe da pagina 158:

[...]Non di rado gruppi ghibellini, per battere il loro avversario, sostennero tra il popolo tendenze catare. A mio parere fecero male. Ma quello che ora so è che gli stessi gruppi, sovente, per sbarazzarsi di questi inquieti e pericolosi avversari troppo 'semplici', attribuirono agli uni le eresie degli altri, e spinsero tutti sul rogo. Ho visto, vi giuro Abbone, ho visto coi miei occhi, uomini di vita virtuosa, sinceramente seguaci della povertà e della castità, ma nemici dei vescovi, che i vescovi spinsero nelle mani del braccio secolare, fosse esso al servizio dell'impero o delle città libere, accusandoli di promiscuità sessuale, sodomia, pratiche nefande - di cui forse altri mo non loro si erano resi colpevoli. I semplici sono carne da macello, da usare quando servono a mettere in crisi il potere avverso, e da sacrificare quando non servono più.

inviato il 28/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Si, e' vero. E' per questo che mi hanno molto colpito

10 righe bellissime! anche abbastanza attuali se mi permettete...

Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve

immagine copertina
Jonas Jonasson
Il centenario che saltò dalla finestra e scomparve
Romanzo Bompiani
10 righe da pagina 66:

Allan si chiese cosa producessero in quel posto . Julius sapeva che si trattava di un'antica fabbrica, che già nel 1600 fondeva cannoni per coloro che durante la Guerra dei trent'anni aspiravano a uccidere in maniera efficiente.
Ad Allan sembrava assurdo che fin dal 1600 gli uomini si odiassero al punto di ammazzarsi. Se soltanto si fossero calmati un po' sarebbero morti lo stesso ma senza scannarsi a vicenda. Julius rispose che la cosa riguardava tutte le epoche, poi proseguì dicendo che la sosta era finita ed era venuto il momento di squagliarsela. Secondo i suoi piani i due amici si sarebbero diretti a piedi verso il centro di Aker e lì avrebbero escogitato qualcosa.

inviato il 20/11/2012
Nei segnalibri di:

Le regole della casa del sidro

immagine copertina
John Irving
Le regole della casa del sidro
Tradotto da Pier Francesco Paolini
Tascabili Bompiani
10 righe da pagina 579:

Fu allora che Angel Wells divenne un romanziere, lo sapesse o no. Fu allora che imparò a far sì che la finzione contasse più della vita reale per lui; fu allora che imparò a dipingere un quadro che non era reale e mai sarebbe stato reale, ma al fine di essere creduto - magari soltanto per un giorno d'estate indiana - doveva essere meglio fatto e sembrare più reale della realtà; doveva sembrare perlomeno possibile. Angel parlò tutto il giorno; seguitò a discorrere; sarebbe diventato un romanziere prima di notte.

inviato il 31/10/2012
Nei segnalibri di:

Le regole della casa del sidro

immagine copertina
John Irving
Le regole della casa del sidro
Tradotto da P. F. Paolini
Tascabili Bompiani 2000
10 righe da pagina 272:

Accostò la guancia alla guancia di Homer e lo baciò vicino all'orecchio. Fu una improvvisa sorpresa per lei, quanto le desse gusto quel bacio in amicizia; sorprese anche Homer Wells. Nonostante i piccoli sciutti baci che Debra Pettigrew gli aveva dati in abbondanza, avvertì una notevole differenza montare in lui, salire su su su, nell'istante in cui Candy lo baciò. Era una sensazione che, dal nulla, lo invase - seppe, guardando la bella faccia affettuosa di Wally, ch'era un sentimento che no poteva dirigersi da nessuna parte. Era questo che era l'amore, ed era così che ti arriva - senza lasciarti veruna possibilità di farne uso? Come il nomade di pelle nera in groppa al cammello: che ci stava a fare, costui, in un film di pirati?

inviato il 26/10/2012
Nei segnalibri di:

Le regole della casa del sidro

immagine copertina
John Irving
Le regole della casa del sidro
Tascabili Bompiani
10 righe da pagina 28:

Chi li avesse visti, li avrebbe presi per madre e figlio. Nel modo in cui si guardavano c'era tanta familiarità - e così chiaro era, fra di loro, il riconoscimento - che l'uno capì perfettamente bene quel che l'altra aveva intenzione di fare. Homer era preoccupato per quello che Larch gli avrebbe detto, ma si rese conto che la donna era ancor più preoccupata di lui: quella donna non conosceva il dottor Larch; non aveva idea di che razza di posto fosse St. Cloud's.
Altre luci si accesero all'interno e Homer riconobbe la sagoma divina di Nurse Angela che veniva ad aprire. Chissà perchè, prese per mano la donna gravida. Forse fu per via della lacrima sul viso di lei che la nuova luce gli aveva permesso di vedere, ma aveva bisogno di una mano per sorreggersi lui stesso. Era calmo, Homer Wells, quando Nurse Angela sbirciò nella notte nevosa, incredula, mentre si affannava ad aprire la porta gelata. Alla donna incinta, e al suo bambino indesiderato, Homer Wells disse: "Non aver paura. Tutti sono gentili, qui."

inviato il 22/10/2012
Nei segnalibri di:

Il romanzo di Ramses - La regina di Abu Simbel

immagine copertina
10 righe da pagina 391:

Apparve la falesia di arenaria, dominio della dea Hathor, che segnava a ovest una curva del Nilo. Un tempo, una colata di sabbia fulva separava i due promontori che erano un richiamo per l'architetto e lo scultore; ora le loro mani avevano operato, trasformando la roccia docile in due templi scavati nel suo cuore e annunciati da facciate la cui potenza e grazia sbalordirono la regina. Davanti al santuario del sud, quattro colossi assisi, alti venti metri, raffiguravano Ramses; davanti a quello del Nord, dei colossi del Faraone in piedi e intento a marciare inquadravano na Nefertari alta dieci metri.
Abu Simbel non sarebbe più stato un punto di riferimento per i naviganti, ma un luogo trasfigurato dove la fiamma dello spirito avrebbe brillato, immobile e immutabile, nell'oro del deserto nubiano.

inviato il 16/10/2012
Nei segnalibri di:

Il romanzo di Ramses - La regina di Abu Simbel

10 righe da pagina 235:

La grande sposa reale ringrazio' le divinita' che le offrivano tanta felicita', una felicita' che aveva il dovere di far risplendere sul suo popolo. Lei, la modesta e riservata suonatrice di liuto, destinata a un'oscura ma tranquilla carriera, viveva accanto a Ramses un'esistenza prodigiosa.
Ogni mattina, lei lo riscopriva e il suo amore cresceva con la serena potenza di un magico nesso che niente avrebbe mai spezzato. Ramses avrebbe potuto essere benissimo un agricoltore o un trapanatore di vasi di pietra dura e Nefertari l'avrebbe amato con la stessa passione; ma il ruolo che il destino aveva assegnato alla coppia reale vietava a Ramses di godere egoisticamente della propria felicita'. Doveva incessantemente pensare a quella civilta' che i suoi predecessori gli avevano affidato e che a lui spettava trasmettere, piu' bel
la ancora, ai suoi successori.
Non era appunto questo l'Egitto dei Faraoni, una successione di esseri d'amore, fede e dovere che avevano rifiutato la mediocrita', la bassezza e la vanita' allo scopo di formare una catena di umane luci al servizio della luce divina?

inviato il 15/10/2012
Nei segnalibri di:

Estasi culinarie

immagine copertina
Muriel Barbery
Estasi culinarie
Edizioni E/O

Tutti pensano che i bambini non sanno niente. Viene da chiedersi se i grandi sono mai stati bambini.

inviato il 10/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuta Sara, scrivi più righe... 3 sono poche :)

Soléa

immagine copertina
Jean-Claude Izzo
Soléa
Libro distribuito gratuitamente 1998
10 righe da pagina 40:

«Chissà cosa mi aveva raccontato per ridurmi in un tale stato? Come poteva una donna introdursi con tanta facilità nel cuore di un uomo, soltanto con sguardi e sorrisi? Era possibile accarezzare il cuore senza aver mai neppure sfiorato la pelle? Questo significava sedurre. Intrufolarsi nel cuore dell’altro, farlo vibrare, legarlo a sé.»

inviato il 19/12/2012
Nei segnalibri di:

La linea della bellezza

immagine copertina
Alan Hollinghurst
La linea della bellezza
Tradotto da Giovanna Granato
Mondadori 2006
10 righe da pagina 229:

Il nuovo centro operativo di Wani era un edificio del 1830 in Abingdon Road che lui aveva fatto ristrutturare da Parkes Perrett Bozoglu. Al pianterreno c'era lo scintillante ufficio della Ogee privo di pareti divisorie e, ai due piani superiori, si distribuiva un appartamento pieno di tratti eclettici, frontoni in legno di tiglio, vetro colorato, sorprendenti aperture: la camera da letto gotica aveva un bagno egiziano. [...] «The World of Interiors» aveva fatto un servizio sulla casa e in quell'occasione il direttore artistico della rivista aveva spostato i mobili, appeso un grosso quadro astratto in sala da pranzo e aggiunto varie lampade di ceramica simili a colossali zucche. Wani aveva detto che poco gli importava. Lui, del resto, sembrava elegantemente e ugualmente a suo agio tra i vetri a specchio e l'acciaio dell'ufficio come tra le fortuite allusioni culturali dell'appartamento. Era quasi totalmente digiuno di arte e design, e il piacere di quella casa gli derivava soprattutto dall'idea che qualcuno avesse fatto qualcosa di dispendioso per lui.

inviato il 19/12/2012
Nei segnalibri di:

Orgoglio e pregiudizio

immagine copertina
Jane Austen
Orgoglio e pregiudizio
Tradotto da Maria Luisa Agosti Castellani
BUR 1999
10 righe da pagina 54:

- Mi pare, signor Darcy, che lei non ammetta riserve sull'influenza che l'amicizia e l'affetto possono esercitare. Si dà spesso il caso che, per un riguardo verso il richiedente, taluno si arrenda prontamente a una richiesta, senza aspettare di esservi indotto dalla ragione. Non parlo in particolare di un'ipotesi come quella da lei affacciata per il signor Bingley. Forse si farebbe meglio ad attendere che la circostanza si presenti, prima di discutere la logica del suo comportamento. Ma in casi generali, di ordinaria amministrazione, fra amico e amico, nei casi in cui l'uno desideri che l'altro cambi una decisione di non grande importanza, lei penserebbe male di colui che accedesse a tale desiderio, senza aspettare di esservi indotto dal ragionamento?

inviato il 19/12/2012
Nei segnalibri di:

CIME MISTERIOSE La grande avventura della conquista delle Alpi

immagine copertina
Fergus Fleming
CIME MISTERIOSE La grande avventura della conquista delle Alpi
Tradotto da Daniele Francesconi
Carocci 2001
10 righe da pagina 50:

Piantavo i piedi su pezzi di roccia e li sentivo smuoversi come denti cadenti - scrisse - ; il sudore mi colava a goccioloni (...). "Non ci fare caso, vai avanti!", mi dicevo. Ero come una lucertola sul muro. Vedevo la terra sprofondare in basso.

inviato il 19/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Mi fa pensare all'aforisma di Nietzsche.

Simposio

immagine copertina
Platone
Simposio
Tradotto da Franco Ferrari
FABBRI EDITORI 2000
10 righe da pagina 137:

Così vario e grande, anzi universale potere ha in generale ogni Amore; ma quell' Amore che, così fra di noi come fra gli dei, è soddisfatto nel bene accompagnato da temperanza e giustizia, quello ha il potere più grande e ci procura ogni felicità e ci rende capaci di convivere gli uni con gli altri e di diventare amici perfino agli dei, che sono tanto più potenti di noi.
Forse elogiando Amore trascuro molti aspetti, non però di proposito.
Ma se ho tralasciato qualcosa, spetta a te, Aristofane, colmare le lacune ; se invece hai in mente di elogiare il dio in altro modo, fà pure, visto che ti è passato il singhiozzo.

inviato il 18/12/2012
Nei segnalibri di:

Lady Butterfly

immagine copertina
Margaret Fountaine
Lady Butterfly
Tradotto da Isa Mogherini
Ellint 2012
10 righe da pagina 233:

Ogni giorno dicevo al vecchio servitore di portarmi in qualche posto come Capo Lousia,Punta Porcospino,la collina dell'Albero o Punta panorama.La raccolta di farfallevera buona e l'uomo era pronto a fare tutto quanto fosse umanamente possibile
per compiacere Memshaib. La mattina con il sole che brillava tra gli alberi della giungla,m'incamminavo con la mia rete, felice nonostante la solitudine; ma la sera ,quando sentivo il richiamo dei gufi , la fuori nell'oscurità, mi coglieva una profonda depressione,perchè non arrivavano lettere da Khalil e io cominciavo a pensare che forse lo avevano ucciso a Beirut. Desiderava che arrivasse la notte,sperando che qualche sogno premonitore potesse rivelarmi che cosa stava accadendo : se lui era vivo o morto.Poi la notte veniva ma non vedevo mai Khalil nei miei sogni. una notte,per esempio ,sognai che ballavo il valzer con un ufficiale bulgaro ; portava fortuna o sfortuna? A volte

inviato il 18/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Un Grazie alla Redazione di 10/ righe,e alla casa Editrice "La Tartaruga"Baldini-Castoldi ,proprio poco fa ho ricevuto il libro incentivo...ne sono lieta ,è questo anche un "bel regalo di Natale",presto lo leggerò ,il suo titolo è "COLORI E ANNI",l'autrice Margit Kaffka,un saluto ,naty

Naty ciaooooo :)

Shadowhunters. Città di Ossa

immagine copertina
Cassandra Clare
Shadowhunters. Città di Ossa
Tradotto da Fabio Paracchini
A. MONDADORI 2007
10 righe da pagina 344:

Jace allungò una mano per sorreggerla proprio mentre lei si voltava per scusarsi e in qualche modo Clary si ritrovò nel cerchio delle sue braccia e lui la baciò.
All'inizio fu quasi come se non avesse voluto farlo: la sua bocca era rigida contro quella di lei. Poi le mise tutte e due le braccia attorno e la tirò contro di sé. Le sue labbra si ammorbidirono. Clary sentì il battito rapido del suo cuore, assaggiò la dolcezza delle mele ancora nella sua bocca. Infilò le mani nei capelli di Jace come aveva desiderato fare dalla prima volta che lo aveva visto. Li arricciò attorno alle dita, serici e sottili. Il suo cuore martellava e si sentiva un rombo nelle orecchie, come un battito d'ali...

inviato il 18/12/2012
Nei segnalibri di:

40 Novelle

immagine copertina
Hans Christian Andersen
40 Novelle
Tradotto da Maria Pezzé Pascolato
EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO 2006
10 righe da pagina 84:

Alla fine arrivarono nei paesi caldi. Là il sole splendeva più vivido che da noi; il cielo
sembrava il doppio più alto; sui poggi e nei campi, filari di viti che non finivano più, e sulle viti grappoloni enormi color di viola e d'oro; i limoni e gli aranci formavano boschi addirittura, tutti carichi di frutta: l'aria era profumata di mirto e di rose e nelle strade era tutta un'allegria di bimbi che giuocavano a rincorrere le farfalle screziate di mille colori. Ma la rondine non si fermò neppur lì; e vola, e vola, e vola, più volavano e più bello diveniva tutto all'intorno. Finalmente, sotto a certi begli alberi verdi, alti alti, presso ad un lago azzurro, eccoti un bel palazzo di marmo bianco e lucente. La vite si arrampicava per gli alti colonnati; sotto al tetto c'erano molti nidi di rondine, ed in uno di questi stava di casa la rondinella che aveva portato Pollicina."Ecco la mia casa!"— disse la rondine

inviato il 18/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao!
Scegli le 10righe vincitrici a cui assegnare il premio tra le citazioni postate tra il 24 e il 31 dicembre.
Se vuoi inoltre donare il tuo libro incentivo comunicalo sia qua sia nella pagina del ricevente :)

Chiedo scusa ai lettori e allo Staff ma ho avuto problemi con il pc poi Natale e le feste hanno fatto il resto.... Mi sono dimenticato di proclamare il vincitore o lavincitrice della setimana. Non so se faccio ancora in tempo io l`email per illibro incentivo non l`ho ancora inviata e credo anche che forse non ho diritto al libro incenivo vinto, aspetto vostre comunicazioni scusandomi ancora e nel caso in cui posso avere il libro incentivo vorrei donarlo. Grazie e scusatemi :(

Innanzitutto auguri di buon Natale, e grazie pper il libro incentivo a tutti coloro che mi hanno votato allo staff e le case editrici. In settimana sceglierò le righe :-)

Ciao Francesco ti comunico che hai ottenuto il maggior numero di segnalibri e ti sei aggiudicato il libro incentivo. Per formalizzare questa tua vincita devi fare due cose
1) scegliere le tue righe preferite fra quelle che verranno pubblicate questa settimane
2) fornirci un indirizzo a cui far arrivare il libro
libroincentivo@10righedailibri.it

Cuore d'inchiostro

immagine copertina
Cornelia Funke
Cuore d'inchiostro
Tradotto da Roberta Magnaghi
Oscar Mondadori 2008
10 righe da pagina 391:

Il mondo era davvero spaventoso, crudele, spietato, tenebroso come un brutto sogno. Non era posto da viverci. I libri erano l’unica realtà dove esistessero la compassione, il conforto, la felicità... e l’amore. I libri amavano tutti coloro che li aprivano, offrivano protezione e amicizia senza pretendere nulla in cambio. Non ti abbandonavano mai, nemmeno quando li maltrattavi. Amore, verità, bellezza, saggezza e consolazione di fronte alla morte. Chi l’aveva detto? Qualcun altro con la passione sfrenata per i libri. Il nome non lo rammentava più, ma quelle parole le erano rimaste impresse. Le parole sono immortali… a meno che non arrivi qualcuno che le bruci. E persino in quel caso…

inviato il 18/12/2012
Nei segnalibri di:

Il ritratto di Dorian Gray

immagine copertina
Oscar Wilde
Il ritratto di Dorian Gray
Idealibri
10 righe da pagina 4:

Mentre il pittore riguardava la forma graziosa e attraente ch'egli aveva tanto abilmente riflessa nell'arte sua, passava e sembrava indugiare sul suo viso un sorriso di piacere. improvvisamente però si alzò in piedi e, chiudendo gli occhi si pose le dita sulle palpebre, quasi volesse imprigionare nel proprio cervello qualche sogno strano dal quale temesse di esser destato. "E' la tua opera migliore Basil, quello che hai fatto di meglio" disse languidamente Lord Henri

inviato il 18/12/2012
Nei segnalibri di:

Il nome della rosa

Il nome della rosa 6 years 2 settimane fa

Si, e' vero. E' per questo che mi hanno molto colpito

Una porta di libri

Una porta di libri 6 years 4 settimane fa

Il romando di Ramses - L'ultimo nemico di Christian Jacq (Mondadori)

COMPLEANNI D'AUTORE

COMPLEANNI D'AUTORE 6 years 5 settimane fa

Ho appena visto il film "Il primo uomo" tratto dal suo romanzo. Mi ha molto incuriosita e quanto prima voglio leggere qualche suo libro per farmi un'idea di questo autore.

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy