Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Ursuletta

Seta

immagine copertina
A. Baricco
Seta
Universale Econimica Feltrinelli
10 righe da pagina 88:

Baldabiou stette ad ascoltare, in silenzio, fino all'ultimo, fino al treno di Eberfeld.
Non pensava nulla. Ascoltava.
Gli fece male sentire, alla fine, Hervé Joncour dire piano: "Non ho mai sentito nemmeno la sua voce."
E dopo un po': "E' uno strano dolore."
Piano.
"Morire di nostalgia per qualcosa che non vivrai mai." Risalirono il parco camminando uno accanto all'altro.

inviato il 06/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie a Maria che mi ha gentilmente prestato il libro!

L'amico immaginario

immagine copertina
Matthew Dicks
L'amico immaginario
Giunti
10 righe da pagina 259:

Ci sono due tipi di maestre al mondo: quelle che fanno finta di insegnare e quelle che insegnano davvero. (...) Le maestre che fingono di insegnare non riescono a tenere a bada i bambini. (...) Loro non capiscono i bambini come Max perchè preferirebbero insegnare a delle bambole piuttosto che a dei bambini veri. Usano le bacchette e i registri e le pagelle per tenere a bada gli alunni, ma nessuna di queste cose funziona davvero.

inviato il 02/11/2012
Nei segnalibri di:

L'amico immaginario

immagine copertina
Matthew Dicks
L'amico immaginario
Giunti
10 righe da pagina 15:

Strano: gli insegnanti vanno all'università tutti quegli anni per imparare a fare i maestri, eppure alcuni di loro non imparano mai le cose più semplici. Come per esempio a far ridere i bambini. E fargli capire che gli vuoi bene.

inviato il 30/10/2012
Nei segnalibri di:

Il viaggiatore

immagine copertina
Zoran Drvenkar
Il viaggiatore
Fazi
10 righe da pagina 45:

Ti chiedi se per caso nei sogni si vedano tutte le cose che non si vogliono vedere nella vita reale. Cose di fronte a cui si chiudono gli occhi. Cose a cui non si vuole pensare perché orribili. Come sarebbe se un giorno tutte queste cose uscissero dai sogni e si affacciassero nella vita reale – e non avrebbe importanza se vuoi vederle o meno, loro sono lì e tu devi vederle.
Che succederebbe allora? Smetteresti di vivere e ti limiteresti a sognare? Non lo so.

inviato il 24/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

;)

un bell'enigma ! mi fa pensare all'Amleto : Dormire, forse sognare

Anna Karenina

L. Tolstoj
Anna Karenina
Oscar Mondadori
10 righe da pagina 1017:

calncellate perché tratte dall'ultima pagina del libro...

inviato il 19/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Ma se non l'avessi scritto le avreste lasciate ...? Vabbè, se funziona così accetto, buone righe a tutti ... :)

Benvenuta Ursula, :) cancelliamo quest tue 10 righe perché se corrispondono alla conclusione del libro non le pubblichiamo. Dai posta altre 10 righe ma che non siano dell'ultima pagina

Scusami ma qst non è un pensiero di Anna ma di Levin proprio in conlusione del libro ;)

penso a quell' "eppure" vicino al pregherò , secondo me non era ancora convinta di voler pregare, era combattuta

buoni propositi ! hai pescato delle righe significative sulla personalità della Karenina

'Indispensabile' ed intenso, bellissimo... Buongiorno a tutti!

Sul buon uso della lentezza

immagine copertina
Perre Sansot
Sul buon uso della lentezza
Nuova Pratiche Editrice
10 righe da pagina 191:

Camminare in punta di piedi per non interrompere una conversazione, per non disturbare il sonno di un bambino. Gli umili se ne vanno da un giardino pubblico come dalla vita, in punta di piedi.
Tenere gli occhi bassi, non per prudenza o paura, ma perché non bisogna squadrare le persone in modo maleducato. C'è sempre una certa sfrontatezza nel guardare qualcuno dritto in viso.
Gli occhi semichiusi dopo una gran mangiata, in segno di soddisfazione, per non turbare la gioia della digestione, per fingere beatitudine perché siamo pieni da scoppiare delle vettovaglie offerte e ingerite.
Sonnecchiare, non prestare attenzione a un mondo che non la merita, ma non piombare comunque nelle tenebre dell'incoscienza. Restare nel dormiveglia. La testa penzolante, le mani sulla pancia, la bocca socchiusa, tutto il nostro corpo arreso alla libertà in una posizione che uno sguardo malevolo definirebbe ridicola.
L'uomo e la sua ombra: che cosa c'è di più banale, di più spiegabile con l'aiuto del sapere delle scienze umane?

inviato il 12/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Sonnecchiare, non correre, godere il riposo, ma.... vivere, non lasciarsi vivere, vivere pienamente!

Complimenti Tino! Approvo! ;)

Queste belle righe sono quelle con il maggior numero di segnalibri, complimenti Tino ti sei aggiudicato un libro incentivo... devi però fare due cose
1) inviarci un recapito a cui farti avere il tuo premio
libroincentivo@10righedailibri.it
2) scegliere le tue righe preferite fra quelle che verranno postate questa settimana

Ci mancherebbe! Concordo con quello che scrivi, anzi aggiungo che bisognerebbe essere sempre di più consapevoli e presenti in quello che ci accade e accade intorno a noi. Altrimenti la vita che viviamo assomiglia a una lunga e lenta premorte….
Ciao Ursula

Sonnecchiare, non prestare attenzione a un mondo che non la merita, ma non piombare comunque nelle tenebre dell'incoscienza. Restare nel dormiveglia ... Segnalibro! ;)

Di tutte le ricchezze

immagine copertina
Stefano Benni
Di tutte le ricchezze
Narratori Feltrinelli 2012
10 righe da pagina 132:

- Non sempre sapremo cosa scriveremo domani, professore.
- Prego?
- Crediamo di sapere cosa scriveremo sulle pagine dei giorni futuri, oppure crediamo addirittura di essere già alla fine del libro...ma c'è sempre una pagina che ci sorprende.
- Cosa sa lei di libri?
- Nulla. Sono appunto ignorante come una capra. Ma rifletta su questo: Poe nella sua poetica asserisce che tutto quello che scrive è prevedibilità matematica, eppure ogni suo racconto è un'invenzione e un delirio inatteso. Borges, il grande letterato che conosce tutte le metafore del mondo, sogna in realtà di poter duellare col coltello nei bassifondi di Buenos Aires. Lui, il sommo bibliotecario, cambierebbe tutti i suoi libri per un giorno da avventuriero, da compadrito. Oscar Wilde da elogio della menzogna e sembra deridere la gente comune, eppure ci darà la ballata del carcere di Reading. Mi sta seguendo?
- Non del tutto...

inviato il 05/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

A me è piaciuto! quel misto di poesia, l'ambientazione (la montagna), animali che parlano, la tecnologia, il protagonista - il prof. - è un personaggio "simpatico" .... lei un po' meno, a mio parere .... ma non voglio dire nulla. Sì a me è piaciuto!

Molti hanno parlato di delusione riguardo a questo libro... A te è piaciuto?

Il libro è ...

immagine copertina
Staff 10 righe dai libri
Il libro è ...
Giochi 10 righe 2012

Cos'è per voi un libro, quali emozioni e pensieri vi scatena?
Il libro è ... vuole entrare nel cuore di voi lettori.
:)

TEMPI e MODI
- Scrivete nei commenti una frase (massimo 3 righe).
- La frase deve iniziare (potete scegliere) con: Il libro ..., Un libro ..., I libri ..., Leggere ..., Sfogliare ... .
- Potete partecipare sempre e più volte perché i pensieri sui libri infiniti: qui raccoglieremo tutti i vostri.
- A sorpresa assegneremo periodicamente un Libro Incentivo
- Alcune frasi verranno pubblicate anche su scrivi.10righedailibri.it abbinate a un'immagine.
Se la vostra immagine ben rappresenta il pensiero inviatela a info@10righedailibri.it indicando la fonte.

Ora viaaa!
Il libro è ...

inviato il 01/03/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Un libro è un giubbotto antiproiettile, una scialuppa di salvataggio, un indispensabile paracadute di riserva (ovviamente bisogna ricordarsi di aprirlo...)

Leggere ci insegna ad ascoltarci

I libri sono come la luce, delle lucciole nella notte.

I libri sono necessari all'uomo così come sono necessari i sogni.

I libri ci fanno sognare e i sogni aiutano a vivere.

Leggere un libro significa esplorare la propria passione!

Il libro è una parte importante della sapienza ,una fonte d'educazione ,di ricchezza spirituale .Ogni libro m'insegna qualcosa .

I libri raccontano quello che io non riesco ad esprimere. Finché ci sarà qualcuno che scrive, i miei pensieri saranno liberi.

il libre è l'amico fedele che è sempre con te,condividendo momento belli e meno belli senza chiedere nulla in cambio...

Il libro ci fa sentire meno soli...

it

immagine copertina
Stephen King
it
Tradotto da Tullio Dobner
Sperling paperback 1990
10 righe da pagina 2:

Un bambino in impermeabile giallo e stivaletti rossi correva allegramente dietro alla barchetta di carta. La pioggia era tutt'altro che cessata, ma la sua violenza si andava finalmente allentando. Tamburellava sul cappuccio giallo del bimbo e suonava alle sue orecchie come pioggia su una tettoia: un rumore amico, quasi intimo. Il bambino con l'impermeabile giallo era George Denbrough. Aveva sei anni. Suo fratello William, conosciuto fra i ragazzini della scuola elementare di Derry (e anche fra gli insegnanti, che mai avrebbero usato quel soprannome in sua presenza) come Bill Tartaglia, era a casa a smaltire i postumi di una brutta influenza. Nell'autunno del 1957, otto mesi prima che l'orrore si manifestasse definitivamente e ventotto anni prima dello scontro finale, Bill Tertaglia aveva dieci anni.

inviato il 04/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al Giuoco domenicale #5: Libri & Cinema link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-5-libri-cinema

Viaggio al centro della Terra

immagine copertina
Jules Verne
Viaggio al centro della Terra
Tradotto da Lucio Chiavarelli
Newton 1994
10 righe da pagina 141:

In un primo momento non vidi nulla. I miei occhi che si erano ormai disabituati alla luce si chiusero in modo brusco; quando li riaprii restai più stupefatto che meravigliato.
"Il mare", esclamai.
"Si", rispose mio zio, "il mare Lindenbrock, e ritengo che nessun navigatore vorrà togliermi l'onore di averlo scoperto e il diritto di chiamarlo con il mio nome".
Una vasta distesa d'acqua, il principio di un lago o d'un oceano, andava oltre i limiti della vista. La riva formava un'ampia insenatura e offriva alle ultime propaggini delle onde una sabbia fine, dorata, cosparsa di quelle piccole conchiglie in cui vissero i primi esseri della creazione.

inviato il 04/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al Giuoco domenicale #5: Libri & Cinema link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-5-libri-cinema

V for Vendetta

immagine copertina
Alan Moore-David Lloyd
V for Vendetta
Magic Press
10 righe da pagina 161:

Immagino che morirò presto. Strano che la mia vita debba finire in un posto tanto terribile, ma per tre anni ho avuto rose e non ho chiesto scusa a nessuno. Morirò qui, morirà ogni centimetro di me... tranne uno. Uno. E' piccolo ed è fragile ed è l'unica cosa al mondo che valga la pena di avere. Non dobbiamo mai perderlo, o venderlo, o darlo via. Non dobbiamo mai permettere che ce lo tolgano. Non so chi sei, né se sei uomo o donna, forse non ti vedrò mai. Non ti abbraccerò, né piangerò con te, né mi ubriacherò mai con te. Ma ti amo. Spero che tu scappi da quì.Spero che il mondo cambi e che le cose migliorino, e che un giorno la gente abbia di nuovo le rose. Vorrei baciarti.

inviato il 04/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Lara, il libro da cui hai tratto le 10 righe è del 1994? Nome del traduttore? :)

Grazie,e complimenti a voi! ^_^

Benvenuta Lara :)

La prima edizione in volume pubblicata in Italia è del 1994. Il film è uscito in contemporanea mondiale il 17 marzo 2006

Partecipo al Giuoco domenicale #5: Libri & Cinema link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-5-libri-cinema

Iliade

immagine copertina
Omero
Iliade
Tradotto da Vincenzo Monti.
Biblioteca universale Rizzoli BUR 1990
10 righe da pagina 221:

Un tessuto di cuoi tondo brocchiero
di molte piastre rinforzato il prode
tiensi davanti, ed alle tempie intorno
tutto lampeggia l'agitato elmetto.
Sicuro all'ombra del suo gran pavese
passo passo ei s'avanza, e d'ogni parte
forar si studia le nemiche file,
e sgominarle. Ma de' petti achei
non si turba il coraggio, e mossi Aiace
i larghi passi a provocarlo il primo:
Accòstati, gli disse: e che pretendi
tu fier spavaldo? sgomentar gli Achivi?
Non siam nell'arte marzïal fanciulli,
e chi ne doma non se' tu, ma Giove
con funesto flagello.
Se le navi
strugger ti speri, a rintuzzarti pronte
e noi pur anco abbiam le mani, e tutta
struggeremo noi pria la tua superba
cittade.

inviato il 01/11/2012
Nei segnalibri di:

Odissea

immagine copertina
Omero
Odissea
Tradotto da Ippolito Pindemonte
Biblioteca universale Rizzoli BUR 1997
10 righe da pagina 138:

Il profeta verrà, duce di genti,
Che sul vïaggio tuo, sul tuo ritorno
Pel mar pescoso alle natìe contrade
Ti darà, quanto basta, indizio e lume".
Così la diva; e d'in su l'aureo trono
L'Aurora comparì. Tunica e manto
Circe stessa vestimmi; a sé ravvolse
Bella, candida, fina ed ampia gonna;
Si strinse al fianco un'aurea fascia, e un vago
Su i ben torti capei velo s'impose.
Ma io, passando d'una in altra stanza,
Confortava i compagni, e ad uno ad uno
Con molli detti gli abbordava: "Tempo
Non è più da sfiorare i dolci sonni.
Partiamo, e tosto. Il mi consiglia Circe".

inviato il 01/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Ursula :)

Inevitabilmente segnalibro ...

Scheletri

immagine copertina
Stephen King
Scheletri
Sperling paperback
10 righe da pagina 98:

Mi resi conto con rinnovato orrore che nuove porte di percezione si stavano aprendo dentro di me. Nuove? Non direi. Vecchie porte di percezione. La percezione di un bambino che non ha ancora imparato a difendersi sviluppando una visione a tunnel che tiene fuori il novanta per cento dell'universo. I bambini vedono tutto quello che cade sotto i loro occhi, sentono tutto quello che capita nel raggio del loro udito. Ma se la vita è il sorgere della coscienza (come proclama un ricamo che fece mia moglie alle superiori), allora è anche la riduzione dell'input. Il terrore è l'ampliamento della prospettiva e della percezione.

inviato il 02/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Questo mi manca... :)

ha uno stile inconfondibile :)

Ne ho letti tantissimi di King, sempre bellissimi ... ;)

La Sacra Bibbia

immagine copertina
Bibbia
La Sacra Bibbia
Centro Editoriale Devoniano 1998
10 righe da pagina 3:

Dio disse: "Ci siano luci nel firmamento del cielo, per distinguere il giorno dalla notte; servano da segni per le stagioni, per i giorni e per gli anni e servano da luci nel firmamento del cielo per illuminare la terra". E così avvenne: Dio fece le due luci grandi, la luce maggiore per regolare il giorno e la luce minore per regolare la notte, e le stelle. Dio le pose nel firmamento del cielo per illuminare la terra e per regolare giorno e notte e per separare la luce dalle tenebre. E Dio vide che era cosa buona. E fu sera e fu mattina: quarto giorno.[...]Signore Dio prese l'uomo e lo pose nel giardino di Eden, perché lo coltivasse e lo custodisse.Signore Dio diede questo comando all'uomo: "Tu potrai mangiare di tutti gli alberi del giardino,ma dell'albero della conoscenza del bene e del male non devi mangiare, perché, quando tu ne mangiassi,certamente moriresti"."Non è bene che l'uomo sia solo: gli voglio fare un aiuto che gli sia simile".

inviato il 31/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Allora il Signore Dio fece scendere un torpore
sull'uomo, che si addormentò; gli tolse una delle costole e rinchiuse la carne al suo posto.Signore Dio plasmò con la costola, che aveva tolta all'uomo, una donna e la condusse all'uomo.Allora l'uomo disse:"Questa volta essa è carne dalla mia carne e osso dalle mie ossa.La si chiamerà donna perché dall'uomo è stata tolta". Per questo l'uomo abbandonerà suo padre e sua madre e si unirà a sua moglie e i due saranno una sola carne. Ora tutti e due erano nudi, l'uomo e sua moglie, ma non ne provavano vergogna.

Una porta di libri

Una porta di libri 5 years 28 settimane fa

Lo strano caso del cane ucciso a mezzanotte - Mark Haddon - Einaudi

Una porta di libri 5 years 32 settimane fa

Seta - A. Baricco - Universale Economica Feltrinelli

Una porta di libri 5 years 32 settimane fa

L'amico immaginario - M. Dicks - Giunti

Sul buon uso della lentezza

Sul buon uso della lentezza 5 years 30 settimane fa

Complimenti Tino! Approvo! ;)

Sul buon uso della lentezza 5 years 31 settimane fa

Sonnecchiare, non prestare attenzione a un mondo che non la merita, ma non piombare comunque nelle tenebre dell'incoscienza. Restare nel dormiveglia ... Segnalibro! ;)

Seta

Seta 5 years 32 settimane fa

We Maria, che fai? Mi 'copi' le righe? ;)

Il libro è ...

Il libro è ... 5 years 32 settimane fa

Un libro è ... cibo succulento,
fragrante sfoglia profumata,
che esso sia dolce o salato vale sempre la pena di assaggiarlo ...

Seta

Seta 5 years 32 settimane fa

Grazie a Maria che mi ha gentilmente prestato il libro!

Presagio triste

Presagio triste 5 years 32 settimane fa

Ciao violet, scusa se ho 'usato' le tue righe per comunicare cn la mia amica, ;) ciao!

Presagio triste 5 years 32 settimane fa

Maria! Ciao tesorino! Vai su 'scrivi e leggi 10 righe' e metti li le tue 10 righe preferite così poi ti commento! ;) Ps. Ho quasi finito seta, domani sera sarà di nuovo tar le tue mani! Grazie, Kisss ...

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy