Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di rospettomio

Io e mia moglie

immagine copertina
Michele Saponaro
Io e mia moglie
A. MONDADORI 1929
10 righe da pagina 120:

Ero felice. Se tento fissare il mio volto nello specchio della memoria io non mi rivedo, poiché di quel tempo non ho che rare e fuggitive immagini del mio volto, dei miei gesti, del mio portamento. Com'ero fatto a quel tempo? Emanava da me l'espressione accesa della gioia l'espressione dolce della gratitudine? Ero fatto per piacere a una donna semplice com'era mia moglie, ancora quasi una fanciulla, per inspirarle devozione e sincerità, per non farle ombra?

inviato il 15/02/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Alessandra, per te un libro incentivo come finalista settimanale del mese di febbraio. Ricordati di inviare i tuoi dati a libroincentivo@10righedailibri.it

http://scrivi.10righedailibri.it/linsostenibile-leggerezza-dellessere-16 ho scelto queste 10righe di Francesca

Grazie mille a tutti quelli che mi hanno segnalibrato e allo staff di 10righedailibri.
Provvederò a scegliere e linkare le 10righe.

Ciao Alessandra, le tue 10righe con 16 segnalibri è in finale per il mese di febbraio. Ricordati di scegliere 10righe che più ti piacciono partendo da oggi 22febbraio a domenica 28febbraio. Riportando qui nei commenti il link. :-)

Segnalibrata

I frutti del vento

immagine copertina
Tracy Chevalier
I frutti del vento
Tradotto da Massimo Ortelio
Neri Pozza 2016
10 righe da pagina 159:

Ogni giorno James andava a controllare le sue Golden,saggiandone la consistenza: una mela matura,diceva,deve cedere leggermente al tatto.Spesso era accompagnato da Robert e qualche volta da Martha. Ora che aveva imparato ad arrampicarsi sugli alberi, la bambina andava a sedersi fra i rami e rimaneva a guardarli lassù , dondolandosi le gambe.
Sadie invece era sempre ubriaca. Non aveva bevuto l'acquavite da maggio , ma ora la buttava giù come se fosse acqua.
Quella che le aveva portato John Chapman era piuttosto forte e ne bastavano due bicchieri per mandarla al tappeto.
Se non altro le sarebbe durata poco.
John Chapman era partito per Port Clinton con canoe piene delle loro mele di scarto e nel giro di qualche giorno sarebbe tornato con i barilotti di sidro,ma James gli aveva chiesto di non procurarle acquavite.Certo Sadie poteva farsela da sé,ma il marito avrebbe provveduto ad annacquarla di nascosto,come sempre.

inviato il 22/02/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Emma è una trama avvincente...buona lettura,natalina

Tracy Chevalier è nata a Washington 1l 19 ottobre 1962 lo sto leggendo anch'iol

Ti ho guardato dormire

immagine copertina
Mary Higgins Clark e Carol Hyggins Clark
Ti ho guardato dormire
Tradotto da Maria Barbara Piccioli
Sperling & Kupfer 2002
10 righe da pagina 103:

"Sparisci, Charlie", ordinò Junior. "Mi dai la nausea. E' tutta colpa tua." Guardò il fratello e annuì.
Charlie scivolò fuori dell'ufficio. Entro stasera, Billy Campbell e sua madre riceveranno un avvertimento che forse li convincerà a tacere. Speriamo che lo prendano sul serio, pensò angosciato.
Per l'ennesima volta, maledisse il giorno in cui, quindici anni prima, i Badgett si erano presentati nel suo piccolo studio del Queens per chiedergli di rappresentarli nell'acquisto di una catena di lavanderie. Avevo bisogno di lavorare, pensò, e non feci abbastanza domande. La verità era che non volevo conoscere le risposte. Be', ora le conosco anche troppo bene.

inviato il 25/02/2016
Nei segnalibri di:

Vita e morte di Ludovico Lauter

immagine copertina
Alessandro De Roma
Vita e morte di Ludovico Lauter
Il Maestrale 2007
10 righe da pagina 59:

Giulia non lavorò mai, in tutta la sua vita. Lesse, suonò, dormì, sorrise e, soprattutto, dipinse. Neppure nei suoi anno romani, animati da strane e intense occupazioni, si può dire che abbia davvero lavorato. Dai tempi dell'aranceto della zia Teresa e delle bombe, questo fu il suo speciale linguaggio: l'inerzia, che non era immobilità, ma solo perseveranza e attesa di una rivelazione.
Tutta la sua vita fu un rito per celebrare un avvento inesprimibile. Non visse mai realmente, piuttosto officiò riti interminabili, delicati, eleganti. Riti che celebravano la vita e erano per lei la vita stessa.

inviato il 25/02/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Luisicaa, le tue 10righe sono nella classifica finale di febbraio, 10righe scelte dalla redazione.

Strepitosa Juve

immagine copertina
Roberto Savino
Strepitosa Juve
Ultra (collana Ultra sport) 2014

"Tre minuti per batterlo e poi, sempre lui, Andreino Pirlo, il pittore rinascimentale del 1400, quasi 1500, spolvera l'incrocio con un destro dorato, con palla incastonata sul palo più lontano di una porta illuminata come una cornice, per un dipinto che sfratta l'Incredulità di San Tommaso dagli Uffizi..." STREPITOSA JUVE, Fiorentina- Juventus 0-1

inviato il 16/06/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Te lo manderò a parte quello con la maglietta ahahhahahah :D

Grazie mille " EROINA" l' importante è che il libro non sia intitolato Forza Milan, ahahahaha

Ciao Alessandra, ti regalo il mio libro incentivo... Ps: una milanista che regala un libro a una Juventina con 10 righe intitolato"Strepitosa Juve" devi ammetterlo... Fa di me "un Eroina" ahahhaha :D Ciao Ale :)

Grazie mille a tutti per i segnalibri che ci hanno permesso di andare in finale con questo bellissimo libro. Grazie a Roberto Savino per averlo scritto e allo staff di 10 righe dai libri per averci mandato in finale...adesso da buoni juventini speriamo anche di vincere ;-)

Ciao Alessandra sei in finale con le 10 righe scelte dalla redazione... Buone letture :D

Alex Del Piero. Minuto per minuto (ED.Aggiornata Brossura)

immagine copertina
Savino Roberto
Alex Del Piero. Minuto per minuto (ED.Aggiornata Brossura)
Ultra (collana Ultra sport) 2012
10 righe da pagina 244:

Con la sua classe in campo e fuori, Del Piero partecipa attivamente alla cavalcata di una compagine di imbattibili in campionato, guidata da un tecnico che si farebbe scuoiare pur di non perdere un match. Lo struggente saluto nell'ultimo incontro casalingo contro l'Atalanta resterà negli annali dello sport, con un intero popolo che restituisce al suo Campione lacrime di zucchero intrise di amore, riconoscenza e passione, capaci da sole di riportarlo sull'Everest dell'immortalità.

inviato il 04/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Alessandra, precisazione (ma magari lo sai già!):
le 10 righe dovrai sceglierle tra quelle che verranno pubblicate nel prossimo concorso!

Ciao Alessandra!
Le tue 10righe sono state le più segnalibrate della settimana.
Ti aggiudichi quindi un libro incentivo.

Scegli le tue dieci righe preferite alle quali assegnare un libro incentivo!

Grazie, lo staff di 10 righe!

Oltre a segnalibrate, mettete anche voi le vostre righe.

senalibrata a manetta forza alex

Giuliana, potresti anche pubblicare anche tu qualche riga...

Di tutte le ricchezze

immagine copertina
Stefano Benni
Di tutte le ricchezze
I NARRATORI FELTRINELLI
10 righe da pagina 74:

Finchè nel quadro trovai la mia bellezza.
In un angolo, nella parte destra in basso, la testa bionda di un soldato morto. Senza più elmo o armi, a occhi chiusi e con un braccio disteso a terra, la mano aperta, in pace dentro a tutto quel t...umulo. Ne ammira la verità, la precisione, immaginai il colpo che l'aveva abbattuo. Dimenticai i cavalli impennati, le spade rivolte contro il cielo, la ferocia dei volti. Tutto il quadro mi sembrò dipinto solo per quel particolare, perchè io lo scoprissi. pag. 74-75

inviato il 15/10/2012
Nei segnalibri di:

L'etica dell'eccellenza

Paolo Ruggeri
L'etica dell'eccellenza
Engage Editore
10 righe da pagina 14:

La prima domanda che devi farti se vuoi eccellere è: "perchè non sto avendo successo?". Nel fartela devi porre attenzione a come rispondi perchè devi cercare di non dare una risposta superficiale. L'unica risposta accettabile a questa domanda è la seguente: ho delle idee sbagliate che mi guidano. Quali sono le supposizioni errate che ci guidano? Qual è il processo che ci porta a stabilire supposizioni errate? La risposta è nella tecnologia dell' etica, una tecnologia che ti porterà a cambiare i risultati che ottieni nella vita.

inviato il 16/10/2012
Nei segnalibri di:

Sorry

immagine copertina
Zoran Drvenkar
Sorry
Tradotto da Vincenzo Gallico, Fabio Lucaferri, Violeta Marotta
Fazi Editori 2012
10 righe da pagina 37:

Se potessi dare un' occhiata in camera sua, ti accorgeresti che ci alloggia qualcuno di passaggio. Due valigie aperte che rigurgitavano vestiti, due file di libri alle pareti, niente foto, niente poster, mancano addirittura i soprammobili sul davanzale. Tamara aspetta di sentirsi finalmente ARRivata. Non è di possedere un appartamento con pavimenti di parquet e di un uomo a cui regalare tre figli che sogna. I suoi sogni sono scarni e fiacchi, perchè lei stessa non sa cosa vuole dalla vita. Non ha vocazioni nè missioni da compiere. Avverte solo un desiderio di adattamento, non necessariamente di appartenenza.

inviato il 17/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

GRAZIE 10 Righe e GRAZIE Fazi Editore per il libro incentivo bellissimo :-)

All'ovest niente di nuovo

immagine copertina
Erich Maria Remarque
All'ovest niente di nuovo
Mondadori 1980
10 righe da pagina 131:

Non siamo mai stati molto teneri in famiglia; non usa tra la povera gente,che deve lavorare molto e ha tanti fastidi, e non capisce che ci si debba di notinuo confermare ciò che già si sa.
Quando la mamma mi dice "caro figliolo mio" è come se un'altra dicesse chissà che cosa.
Io so bene che iil vasetto di mirtilli è da mesi il solo che esista in casa,e che l'ha conservato apposta per me, come i biscotti un pò stantii che mi offre. Li avrà ricevuti in regalo, chissà in quale occasione, e subito riposti per me..
Seduto accanto al suo letto,vedo fuori dalla finestra,nel giardino dell'osteria in faccia,scintillare in bruno e oro i castani.Respiro lentamente,profondamente e ripeto dentro di me : "Sei a casa,sei a casa". Ma un certo impaccio non mi abbandona,non mi ritrovo ancora completamente. Ecco mia madre,ecco mia sorella,ecco le mie farfalle, ecco il mio pianoforte di mogano ; ma io, io non sono ancora del tutto qui. Fra me e queste cose c'è un distacco, c'è un velo.

inviato il 18/10/2012
Nei segnalibri di:

Strepitosa Juve

Strepitosa Juve 2 years 43 settimane fa

Segnalibrato Roberto, con immenso piacere.

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy