Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di stubele

Il sentiero dei nidi di ragno

immagine copertina
Italo Calvino
Il sentiero dei nidi di ragno
Club degli Editori 1964
10 righe da pagina 106:

I sogni dei partigiani sono rari e corti, sogni nati dalle notti di fame, legati alla storia del cibo sempre poco e da dividere in tanti: sogni di pezzi di pane morsicati e poi chiusi in un cassetto. I cani randagi devono fare sogni simili, d'ossa rosicchiate e nascoste sottoterra. Solo quando lo stomaco è pieno, il fuoco è acceso, e non s'è camminato troppo durante il giorno, ci si può permettere di sognare una donna nuda e ci sveglia al mattino sgombri e spumanti, con una letizia come d'ancore salpate.

inviato il 17/06/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Cristina :-)

Grazie vedo solo ora che ho vinto :)
ringrazio veramente tutti quelli che hanno segnalibrato le mie righe
Io ho scelto di premiare questo post
http://scrivi.10righedailibri.it/se-una-notte-dinverno-un-vaggiatore-11 di Vera Viselli

Ciao Cristina, le tue 10 righe sono prime in classifica nel gioco Maturarighe 2015, per te un libro incentivo. Ricordati di comunicare le 10righe che piú ti piacciono, riportando qui nei commenti il link. Grazie :-)

Partecipo a Maturarighe 2015

Due splendidi destini

immagine copertina
Nadia Hashimi
Due splendidi destini
Tradotto da Laura Prandino
Edizione Piemme 2015
10 righe da pagina 41:

"Siddiq-jan, cosa stai raccontando alle tue cugine?"
"Stavo solo raccontando dell'Amrika, Boba-jan. Che lanciano razzi ai talebani!"
"Padar-jan" chiese timidamente Shahla. "I talebani hanno distrutto molte case in Amrika?"
"No, bachem. Qualcuno ha distrutto un grosso edificio in Amrika. Adesso loro si sono arrabbiati e sono venuti a cercare il colpevole e la sua gente."
"Un edificio solo?"
"Sì."
Restammo in silenzio. Sembravano buone notizie. Un grande e potente paese era venuto in nostro soccorso! La nostra gente aveva un alleato nella guerra contro i talebani!
Ma Boba-jan aveva letto negli occhi di Shahla che qualcosa la tormentava, e sapeva cosa. Perchè l'Amrika se l'era presa tanto per la distruzione di un solo edificio? Metà del nostro paese era stato ridotto in briciole dai talebani. Stavamo pensando tutte la stessa cosa.
Se solo l'Amrika se la fosse presa anche per quello.

inviato il 02/06/2015
Nei segnalibri di:

Il quaderno del destino

immagine copertina
Martina Dei Cas
Il quaderno del destino
PROSPETTIVA EDITRICE 2015
10 righe da pagina 60:

"Senti" disse Joaquin all'improvviso "oggi ci siamo aiutati a vicenda a sfuggire alla polizia, che vuole separarci dai nostri amici e spedirci in orfanotrofio. Questo vuol dire che siamo l'uno la famiglia dell'altro."
Thalia non capiva.
"Insomma" chiese ancora il bambino "vuoi essere la mia fidanzata?"
"No!"
"Perché?"
"Perché i fidanzati si lasciano."
Joaquin pensò al padre che non aveva mai conosciuto e al patrigno che l'aveva amato come un figlio finché sua madre non era morta. "Hai ragione" ammise.
"Però se vuoi posso essere tua sorella!"
"Perché?"
"Perché i fratelli sono per sempre."

inviato il 29/05/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Ecco le dieci righe da me scelte per la finale: http://scrivi.10righedailibri.it/il-profumo-della-rosa-di-mezzanotte-0
Buone letture!

Ciao Martina le tue dieci righe sono nella finale di maggio. Da oggi a domenica 10 lascia qui nei commenti il link delle tue 10righe preferite... grazie.

A quattordici smetto

immagine copertina
Livia Pomodoro
A quattordici smetto
Melampo 2005
10 righe da pagina 27:

Dinesh continuava a confermarsi un ragazzo "problematico" come dicevano le relazioni sul suo conto,
determinato in ogni caso a non lasciarsi omologare.
Non che avesse un cattivo rapporto con i nuovi "fratelli". Anzi, qualche volta, i genitori li sentivano
scambiarsi tra loro qualche parola in una lingua sconosciuta, la lingua del loro paese d'origine ed era come
una sorta di ammiccamento o di complicità etnica. Erano forse quelli i momenti più sinceri
della relazione tra i quattro ragazzi.

inviato il 26/02/2014
Nei segnalibri di:

Mi manchi

immagine copertina
Ada Fama
Mi manchi
Arcolibri, 2013
10 righe da pagina 12:

20 marzo 2003: la guerra scoppiò ufficialmente, ma qualcosa non andò secondo i piani del Presidente americano.
Le macchine da guerra dei soldati comandati dal generale Moore, infatti, iniziarono a lanciare viveri di ogni genere, anzichè bombe. Gli striscioni che sventolavano dai carri armati e dagli aerei presentavano tutti la stessa scritta colorata su sfondo bianco: PACE.
Il Pentagono, considerato l'imprevisto, ordinò la sospensione della guerra e il ritorno di tutti i militari in patria. Costretto dall'opinione pubblica mondiale, che non concordava più con l'assurdità di quella guerra, il Presidente statunitense annullò la lotta armata. Migliaia di vite furono salvate in questo modo, sia tra gli americani che tra gli iracheni.

inviato il 21/01/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

...e se invece fosse andata così come sarebbero ora i nostri telegiornali?!Scopritelo attraverso la coraggiosa storia di Danielle e di suo padre!

Non c'è dolcezza

immagine copertina
Anilda Ibrahimi
Non c'è dolcezza
Einaudi 2012
10 righe da pagina 98:

-Non mi lasciare, zia-dice Arlind con voce flebile.-Non vedi che sono ancora malato?
-Ma c'è la mamma con te, e il papà e i nonni-dice lei trattenendo a stento le lacrime.
-Non mi lasciare,- ribadisce il bambino tutto affannato.
Lila rimane.
Theodora osserva la scena seduta vicino al camino bisbiglia a Eleni:- Questo è il richiamo del sangue, ecco cos'è, sarò anche vecchia, le mie mani ormai tremano, eh, ma queste cose le riconosco. Fra non molto, chissà, mi lascerà la memoria, e me lo auguro. Cancellerò i lutti, i dispiaceri, ma non quello che ho visto in questa casa. Il sangue chiama sangue. Quello che Dio ha scritto, gli uomini non possono cancellarlo.

inviato il 29/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Sono lieta,per te Martina ciao

eccola la vincitrice delle 10righedellasettimana!!!!!
hai vinto un libro che ti spediremo all'indirizzo che vorrai segnalarci scrivendo a info@10righedailibri.it

http://www.facebook.com/photo.php?fbid=507503662602682&set=a.12800929055...

Grazie per l´indicazione, Martina.

:) cara Paola, no purtroppo non lo conosco.
Cristina e Natalina, avete ragione: è una scrittrice molto evocativa!

Ho letto un altro libro di questa scrittrice, "Rosso come una sposa", e devo dire che mi era piaciuto molto

Domanda: il tuo cognome mi suona familiare... Ha nulla a che vedere con il Professor Livio Dei Cas?

martina leggo le dieci righe..emi sembra di sentire la voce dell'autrice,ricordo
di avere ascoltato un intervista a radio tre,ciao

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy