Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di bjbonanno

Uno, nessuno e centomila

immagine copertina
Luigi Pirandello
Uno, nessuno e centomila
Tradotto da A cura di Ugo M. Olivieri
I CLASSICI UNIVERSALE ECONOMICA FELTRINELLI 1970

L’idea che gli altri vedevano in me uno che non ero io quale mi conoscevo; uno che essi soltanto potevano conoscere guardandomi da fuori con occhi che non erano i miei e che mi davano un aspetto destinato a rendermi sempre estraneo, pur essendo in me, pur essendo il mio per loro (un “mio” dunque che non era per me!); una vita nella quale pur essendo la mia per loro, io non potevo penetrare, quest’idea non mi diede più requie.
Come sopportare in me questo estraneo? Questo estraneo che ero io stesso per me? Come non vederlo? Come non conoscerlo?
Come restare per sempre condannato a portarmelo con me, in me, alla vista degli altri e fuori intanto dalla mia?

inviato il 10/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Barbara ti comunico che le tue righe sono state scelte come migliori della settimana!!! Complimenti a breve riceverai un libro incentivo, facci avere un tuo recapito a
libroincentivo@10righedailibri.it

Senza faccine, pubblicate anche voi per favore.

Non avevo dubbi!

Adoro questo libro, questa concezione e Pirandello!

Sulla strada

immagine copertina
Jack Kerouac
Sulla strada
Tradotto da Marisa Caramella
Oscar Mondadori 1995

A quel tempo danzavano per le strade come pazzi e io li seguivo a fatica come ho fatto tutta la vita con le persone che mi interessano, perché le uniche persone che esistono per me sono i pazzi, i pazzi di voglia di vivere, di parole, di salvezza, i pazzi del tutto e subito, quelli che non sbadigliano mai e non dicono mai banalità ma bruciano, bruciano, bruciano come favolosi fuochi d’artificio gialli che esplodono simili a ragni sopra le stelle e nel mezzo si vede scoppiare la luce azzurra e tutti fanno “Oooooh!”.

inviato il 03/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Anche se quella di Marisa Caramella suona un po' più moderna, io personalmente preferisco quella di Magda Maldini de Cristofaro, perché mi sembra più fedele al testo originale, del quale cerca di ricreare anche il ritmo riproponendo l'ordine dei sintagmi. Poi, per poter giudicare con maggiore convinzione, bisognerebbe probabilmente leggere tutto il libro nelle due traduzioni, tenendo sott'occhio l'originale..o, se non proprio tutto il libro, almeno qualche altro brano.. :)

cioè... ho visto che ci sono i loro nomi ma che ne pensate? io penso che Marisa Caramella abbia fatto un lavoro migliore per mondadori!

e di chi sono queste traduzioni?! allora citiamoli questi due signori!

Ciao Barbara! Ho visto che abbiamo pubblicato le stesse righe. Oltre al piacere di scoprire gusti in comune, penso possa essere interessante confrontare le due traduzioni a partire dalla versione originale.. che dici?! La posto in entrambe le nostre citazioni..

They danced down the streets like dingledodies, and I shambled after as I've been doing all my life after people who interest me, because the only people for me are the mad ones, the ones who are mad to live, mad to talk, mad to be saved, desirous of everything at the same time, the ones that never yawn or say a commonplace thing, but burn, burn, burn like fabulous yellow roman candles exploding like spiders across the stars and in the middle you see the blue centerlight pop and everybody goes “Awww!”

Il Profeta

immagine copertina
Gibran Khalil Gibran
Il Profeta
Tradotto da Francesco Medici
Edizioni San Paolo, Cinisello Balsamo 2005

Allora Almitra parlò di nuovo e disse: E che cosa del Matrimonio, maestro?
Ed egli rispose dicendo:
Amatevi l'un l'altro, ma non costituite un'obbligazione d'amore: fatelo essere piuttosto un mare in movimento tra le sponde delle vostre anime.
Riempite ognuno la coppa dell'altro ma non bevete da una sola coppa.
Datevi l'un l'altro del vostro pane ma non mangiate dalla stessa forma di pane.
Cantate e danzate insieme e siate gioiosi, ma fate che ognuno di voi sia solo, proprio così come le corde di un liuto sono sole anche se esse vibrano per la stessa musica.
Donate i vostri cuori, ma non per la custodia di uno entro l'altro. Poiché solo la mano della Vita può contenere i vostri cuori. E state ritti insieme tuttavia non troppo vicini insieme: Poiché le colonne del tempio stanno a distanza, e la quercia e il cipresso non crescono l'una nell'ombra dell'altro.

inviato il 27/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

...danzino per voi i venti dei cieli..

Saltatempo

immagine copertina
Stefano Benni
Saltatempo
I Classici Universale Economica Feltrinelli

La vita si spalancava davanti a me, ero libero, e la libertà è rischiosa, non puoi sapere se nel tuo fiume c'è un mulinello pronto a strangolarti, se dietro la curva la strada prosegue in salita o sprofonda in un burrone, se c'è ad attenderti una locanda o lo sceriffo di Nottingham. La libertà, diceva Baruch, è un fungo che devi assaggiare, non puoi sapere prima se ti fa male o no. E io non sapevo quale dei miei due orologi avrebbe battuto più forte. Non sapevo neanche più se ero giovane o vecchio. Un giovane che morirà a vent'anni, a diciotto è già vecchio.La vita si spalancava davanti a me, ero libero, e la libertà è rischiosa, non puoi sapere se nel tuo fiume c'è un mulinello pronto a strangolarti, se dietro la curva la strada prosegue in salita o sprofonda in un burrone, se c'è ad attenderti una locanda o lo sceriffo di Nottingham. La libertà, diceva Baruch, è un fungo che devi assaggiare, non puoi sapere prima se ti fa male o no. E io non sapevo quale dei miei due orologi avrebbe battuto più forte. Non sapevo neanche più se ero giovane o vecchio. Un giovane che morirà a ven

inviato il 19/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

semplicemente lo scrivi come commento del post! :)

Come devo fare per assegnarlo?!

Ciao! Ricordati che oggi devi assegnare un libro incentivo a una citazione a tua scelta! :)

:)

Grazieeeeeee che bello!

Ciao Barbara, le tue 10 righe sono le più segnalibrate della settimana, ti aggiudichi un libro incentivo! :)
Per riceverlo comunica un recapito a questo indirizzo: libroincentivo@10righedailibri.it
Lunedì prossimo dovrai inoltre scegliere 10 righe a cui assegnare un libro! Ciao! :)

Numero della pagina da cui hai tratto le 10 righe?

Anno di edizione: 2008; lingua originale: italiana.
Occorrono altri dati?

Complimenti ;)

L'insostenibile leggerezza dell'essere

immagine copertina
Milan Kundera
L'insostenibile leggerezza dell'essere
Gli Adelphi
10 righe da pagina 66:

Chi tende continuamente verso l'alto deve aspettarsi prima o poi d'essere colto dalla vertigine.
Che cos'è la vertigine? Paura di cadere?
Ma allora perchè ci prende la vertigine anche su un belvedere fornito di una sicura ringhiera?
La vertigine è qualcosa di diverso dalla paura di cadere. E' la voce del vuoto sotto di noi che ci attira, che ci alletta, è il desiderio di cadere, dal quale ci difendiamo con paura.

inviato il 19/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Barbara. Anno di edizione e traduttore di queste 10 righe? :)

Ho scritto sotto il post "Saltatempo" i dati, se ne occorrono altri sono qui. Grazie

Barbara, possiamo modificare solo noi. Scrivi i dati sotto il post e li inseriamo...
Anno di edizione e traduttore di queste 10 righe? :)

Come si fa ad inserire il numero di pagina, l'anno ecc ecc dopo che le 10 righe sono state pubblictae?? Mi serve saperlo per le 10 righe che ho pubblicato di "saltatempo" GRAZIE!

Grazie!

Anch'io voglio cadereeee!!!

Benvenuta Barbara :)

I Segreti della luna

immagine copertina
Serena Beoni
I Segreti della luna
I Libri di Pan
10 righe da pagina 283:

Terminata di leggere la lettera, Alice comprese: i sogni, le sensazioni, le apparizioni, il pianto... Bianca la stava chiamando, le stava chiedendo aiuto, adesso ne aveva la certezza.
"Alice se quel che c'è scritto è vero, tu discendi da Cosimo... questo spiegherebbe come mai il baule sia passato di generazione in generazione sino a te."
"Adesso tutto mi è più chiaro, Sergio... Bianca chiede giustizia... Nella lettera, Cosimo scrive 'adesso le mura vi hanno', ma cosa intende dire?"

inviato il 13/12/2012
Nei segnalibri di:

Amori impossibili e fragole con panna

immagine copertina
CYNTHIA ELLINGSEN
Amori impossibili e fragole con panna
Tradotto da Monica Ricci
Newton Compton 2012
10 righe da pagina 52:

Le pareti erano di un bianco candido e brillante e si abbinavano a tutti gli accessori della stanza. Il cesto di vimini accanto alla finestra a bovindo, la toletta nell'angolo, la spazzola d'avorio sulla cassettiera... Una volta Doug si era lamentato del fatto che la loro stanza era troppo bianca e che sembrava uscita dal video Imagine. Per Doris era ridicolo: non c'era nessun pianoforte, e certo Yoko Ono non sarebbe stata invitata. Sollevandosi lentamente, Doris si rimise gli occhiali alla sua immagine riflessa nello specchio sopra la cassettiera. Le sue guance avevano ripreso colore, e gli occhiali non erano appannati. Ora si sentiva bene

inviato il 14/12/2012
Nei segnalibri di:

Uno, nessuno e centomila

immagine copertina
Luigi Pirandello
Uno, nessuno e centomila
Tradotto da A cura di Ugo M. Olivieri
I CLASSICI UNIVERSALE ECONOMICA FELTRINELLI 1970

L’idea che gli altri vedevano in me uno che non ero io quale mi conoscevo; uno che essi soltanto potevano conoscere guardandomi da fuori con occhi che non erano i miei e che mi davano un aspetto destinato a rendermi sempre estraneo, pur essendo in me, pur essendo il mio per loro (un “mio” dunque che non era per me!); una vita nella quale pur essendo la mia per loro, io non potevo penetrare, quest’idea non mi diede più requie.
Come sopportare in me questo estraneo? Questo estraneo che ero io stesso per me? Come non vederlo? Come non conoscerlo?
Come restare per sempre condannato a portarmelo con me, in me, alla vista degli altri e fuori intanto dalla mia?

inviato il 10/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Barbara ti comunico che le tue righe sono state scelte come migliori della settimana!!! Complimenti a breve riceverai un libro incentivo, facci avere un tuo recapito a
libroincentivo@10righedailibri.it

Senza faccine, pubblicate anche voi per favore.

Non avevo dubbi!

Adoro questo libro, questa concezione e Pirandello!

Signor Malaussène

immagine copertina
Daniel Pennac
Signor Malaussène
Canguri Feltrinelli
10 righe da pagina 230:

"Da dove ti viene questa religione dell'amore, Benjamin? Dove te lo sei beccato questo vaiolo rosa? Cuoricini che puzzano di melassa! Quello che tu chiami amore.. nella migliore delle ipotesi sono semplici voglie! Nella peggiore, abitudini! In entrambi i casi, una messinscena! Dall'impostura della seduzione fino alle bugie della rottura passando per i rimpianti inespressi e i rimorsi inconfessabili, solo parti da caratterista! Nient'altro che fifa, intrallazzi, trucchi. eccolo qua il grande amore! Una sporca gabola per dimenticare chi siamo! E riapparecchiare il tavolo tutti i giorni! Quanto rompi, Malaussène. con l'amore! Cambiati gli occhi! Apri la finestra! Comprati un televisore! Leggi il giornale! Impara la statistica! Entra in politica! Lavora! E poi ne riparleremo, del grande amore!"
La ascolto. il cielo è azzurro. Sono lontano da Parigi. In viaggio. Prigioniero dell'esterno. Lei si è messa a borbottare in spagnolo: "no se puede vivir sin amar..."

inviato il 10/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

=)

Adoro la saga Malaussène!!

I mercanti dell'essere

immagine copertina
Martina Balducci
I mercanti dell'essere
Edizioni Sovera 2005
10 righe da pagina 19:

Preghiere come chiodi sui polsi.
Intolleranza, vergogna, alienazione
le fragilità di chi si stringe a una bottiglia
e invano sogna la salvezza.
Ore scandite dai farmaci.
Finestre di quello che resta di un sorriso.
Stanchi di soffocare i giorni
con il nulla di pensieri oscuri.
Suppliche senza risposta.
Prigionieri di grida che non chiedono mai scusa
in una guerra che ignora ricchezza e religione.

inviato il 10/12/2012
Nei segnalibri di:

Le Confessioni

immagine copertina
Sant'Agostino
Le Confessioni
Biblioteca Universale Rizzoli 1980
10 righe da pagina 302:

In fondo in fondo, dentro di noi, s'annida un'altra dannosa tentazione, pure dello stesso genere: e ne vaneggiano quelli che sempre contenti di se stessi, quelli che, anche quando non piacciono o, anzi spiacciono agli altri, ostentano di non curare la loro approvazione. ma, con codesto intimo compiacimento di sè, spiacciono assai a Te, in quanto si compiacciono non solo di beni non veri se fossero tali, ma anche percè si fanno propri i beni tuoi; e, se li riconoscono tuoi, se ne li attribuiscono il merito; o, ancora, se li riconoscono della tua bontà, non se ne goodono fraternamente, ma vorrebbero esclusi gli altri da quella bontà.

inviato il 10/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Naty :D

Ciao Barbara!!!

COMPLEANNI D'AUTORE

immagine copertina
Khalil Gibran
COMPLEANNI D'AUTORE
10righedailibri 1883

Buon compleanno Khalil Gibran! (Nato il 6 dicembre 1883)

Sono uno straniero in questo mondo...sono un poeta che compone in versi ciò che la vita offre in prosa e mette in prosa ciò che la vita compone in versi.
Per questo motivo sono uno straniero e rimarrò tale fino a che le ali bianche e amiche della Morte non mi riporteranno nel mio meraviglioso paese. Là, dove dimorano la luce, la pace e la comprensione, aspetterò gli altri stranieri che l'amichevole trappola del tempo salverà da questo mondo angusto e scuro.
(I segreti del cuore)

inviato il 06/12/2012
Nei segnalibri di:

Vivere, amare, capirsi

immagine copertina
Leo Buscaglia
Vivere, amare, capirsi
Oscar Mondadori
10 righe da pagina 80:

Noi non siamo certamente ciò che sappiamo. La nostra civiltà ci fa ritenere che sia essenziale la gioia continua. Non conosco altre culture altrettanto votate al piacere. Ci perdiamo nella ricerca continua del piacere e dimentichiamo che ci sono altre cose. Non appena ci sentiamo un pochino infelici, inghiottiamo una pillola o beviamo qualche euforizzante. Chi ha voglia di soffrire? La nostra è una cultura che aborrisce e teme la sofferenza. Non voglio certo dirvi "crogioliamoci nella sofferenza". Io preferisco di gran lunga insegnare e imparare nella gioia. La gioia è una grande maestra, ma lo è anche la confusione! La speranza è una grande maestra, ma lo è anche la disillusione! E la vita è una grande maestra, ma lo è anche la morte. Se negate a voi stessi uno qualunque di questi aspetti, non farete un'esperienza totale della vita.

inviato il 03/12/2012
Nei segnalibri di:

L'amore di Loredana

immagine copertina
A. L. Von Ingenheim
L'amore di Loredana
Fratelli Treves 2009
10 righe da pagina 85:

L'inverno fu singolarmente crudo e lungo quell'anno, a Venezia; nevicò più volte e nei giorni sereni una gelida bora soffiò con violenza. Molte famiglie abbandonarono la campagna innanzi tempo e iniziarono la stagione dei ricevimenti e delle feste prima dell'usato; a metà novembre, la vita elegante, in causa dei rigori invernali, fioriva già in tutto il suo rigoglio. Filippo ne fu ripreso a poco a poco, quasi senz'accorgersene; ritrovò gli amici, e rifece la solita ruota di visite e di consuetudini, tra quei soliti gruppi di persone, alla quale era abituato.Ma per Loredana ebbe le cure più sollecite. Il mormorìo del mondo e l'astiosità dei parenti gli avevan reso la fanciulla anche più cara, e spesso rinunziava a qualche trattenimento mondano per dedicarle il suo tempo. L'aveva circondata di lusso, provvedendole abbigliamenti a Milano, facendole regali di gioielli, coprendola di sete e di merletti e di pelliccie, perchè la sua bellezza avesse una degna cornice.

inviato il 03/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Loredana lasciava fare. Era mutata; un dolore sordo e profondo andava rodendola dal giorno in cui aveva scoperto che il suo Flopi mentiva; e mentiva perchè l'amicizia con Giselda Fioresi doveva avere un significato ch'egli non poteva confessarle.

Colori e anni

immagine copertina
Margit Kaffka
Colori e anni
Tradotto da Marinella D'Alessandro
La Tartaruga edizioni 2011
10 righe da pagina 220:

Anni, stagioni, interminabile schiera di giorni concatenanti! Una volta filtrati attraverso l'impalpabile setaccio della lontananza, quanto significato poco il ritmo accurato che scandisce il tempo, le alternative del calendari, le innumerevoli occasioni in cui il sole è salito ed è tornato a tramontare sulle nostre teste, i cambiameni delle stagioni, i ritorni della luna nuova, le inondazioni, le nevicate e le piogge, lo sbocciare dei fiori e il maturare dei fruttinell'avvicendarsi delle stagioni! Le nostre vite sono regolate da suddivisioni d'altro genere, e il destino segna i confini a suo piacimento - come una specie di mappa geografica. Basta pensare a quanto tempo è trascorso dall'epoca del mio secondo matrimonio: quasi metà della mia vita!

inviato il 03/12/2012
Nei segnalibri di:

10 Righe dai libri incontra il Mondo Fantasy, i bambini delle scuole - Lucca Games 2011

10 Righe dai libri incontra il Mondo Fantasy, i bambini delle scuole - Lucca Games 2011 6 years 26 settimane fa

Solo fantastici

Uno, nessuno e centomila

Uno, nessuno e centomila 6 years 26 settimane fa

Non avevo dubbi!

In viaggio contromano

In viaggio contromano 6 years 27 settimane fa

Regalo il libro incentivo ad Alessandra!

In viaggio contromano 6 years 27 settimane fa

Regalo il libro incentivo ad alessandra!!

In viaggio contromano 6 years 28 settimane fa

Ale..sono senza parole..bellissime righe..soprattutto la fine!

Saltatempo

Saltatempo 6 years 27 settimane fa

Come devo fare per assegnarlo?!

Saltatempo 6 years 28 settimane fa

Grazieeeeeee che bello!

Sulla strada

Sulla strada 6 years 28 settimane fa

mi devo comprare questo libro

Sulla strada 6 years 28 settimane fa

se vabbè..HAI VINTO TE

L'insostenibile leggerezza dell'essere

L'insostenibile leggerezza dell'essere 6 years 28 settimane fa

Ho scritto sotto il post "Saltatempo" i dati, se ne occorrono altri sono qui. Grazie

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy