Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Netti.maria

Il torto del soldato

Erri De Luca
Il torto del soldato
Feltrinelli
10 righe da pagina 73:

Gli uomini penetravano a spinte, mi affondavano sotto di loro e io nuotavo a dorso con la zavorra del loro corpo addosso. Agli uomini piace far sentire il peso. Non sanno vedere una donna. Sono fermi alla prima impressione, all'errore di Adam davanti a Eva che dice di lei: 'E' osso delle mie ossa e carne della mia carne'. E' naturalmente l'opposto, gli uomini sono carne e ossa delle donne, ma con piu' peso e ingombro.

inviato il 04/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Perdonatemi per aver omesso la foto del libro in questione.

Oceano Mare

immagine copertina
Alessandro Baricco
Oceano Mare
Biblioteca universale Rizzoli BUR
10 righe da pagina 137:

Venivano dai due piu' lontani estremi della terra, da pensare che mai si sarebbero sfiorati, se non attraversando da capo a piedi l'universo e invece nemmeno si erano dovuti cercare, questo e' incredibile, e tutto il difficile era stato solo riconoscersi, una cosa di un attimo, il primo sguardo e gia' lo sapevano. Perche' nessuno possa dimenticare che non si e' mai lontani abbastanza per trovarsi. MAI!

inviato il 01/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Si può amare anche 20 volte nella vita, e ogni amore si vive con intensità diversa!!Non trovate?

Condivido il tuo pensiero. Grazie Emma

io ci credo Maria a quello che ha scritto Coelho, l'importante rimane " riuscire a riconoscersi, trovarsi, ma lo stesso rimane uno stupendo mistero.

Gli incontri importanti sono gia' combinati dalle anime prima ancora che i corpi si vedano...
Paolo Coelho

Ho letto questo libro due volte: la prima volta 10 anni fa circa; la seconda volta qualche mese fa. E devo dire che ogni volta mi sembra la prima volta, riesce a farmi provare emozioni sempre nuove. Grazie a voi per i commenti. Un passaggio simile non poteva essere lasciato nell'indifferenza.

il passaggio che hai postato è uno dei miei preferiti del libro che ogni tanto vado a rileggere perchè quel che leggo mi pare che sia stato scritto per me

Ultimamente ho letto il libro della giovane italo-palestinese Widad Tamimi 'Il caffe' delle donne'. In un passaggio scrive: 'l'amore non si divide si moltiplica'. Oggigiorno credo che siano rimasti in pochi a credere all'anima gemella...Questo per rispondere alla tua domanda se si puo' amare piu' volte nella vita. Nella mia esperienza personale, condivido il concetto poetico di Baricco: io italiana, mio marito arabo...eppure ci siamo incontrati...ed e' bastato uno sguardo per riconoscerci...

…proprio ieri ho letto che la famosa leggenda giapponese…pare abbia origini cinesi…ma preferisco di gran lunga questa del filo rosso legato al mignolo…ha un sapore più dolce…e mi chiedevo "…se l'anima gemella è una e una sola…come si può pensare di essere capaci di Amare più volte nella vita?..."
…tuttavia adoro Oceano Mare…Baricco ha la capacità di leggerle le cose mentre scrive…e ti entra dentro…trasportandoti in quei luoghi meravigliosi e immaginabili solo a coloro che hanno la fortuna di incontrarsi con l'altro capo del filo…

Lo scrittore in questo passo sintetizza il concetto di anime gemelle. In Giappone si racconta che le anime gemelle nascono collegate da un filo rosso che le unira' per tutta la vita. Niente potra' mai impedire loro di incontrarsi e quando questo succedera' bastera' uno sguardo per riconoscersi.

Il caffe' delle donne

immagine copertina
Widad Tamimi
Il caffe' delle donne
A. MONDADORI
10 righe da pagina 292:

A volte ci smarriamo in un labirinto intricato per il solo gusto di perderci la testa. Abbandoniamo l'ordine mentale e la leggerezza affascinati dall'ignoto. Si tratta di scegliere, tra il desiderio di vivere e quello di scavare.
Puntiamo lontano, nella disperata ricerca di una perfezione impossibile e scivoliamo a terra incapaci di accettare la purezza della felicita'. Quello che ci e' piu' familiare e vicino ci appare banale e scontato. Lo ignoriamo disprezzandone la bellezza, lo rendiamo sterile e mediocre, ne sottovalutiamo l'autenticita'. Aspettiamo di perderlo per riconoscerne il valore.

inviato il 30/11/2012
Nei segnalibri di:

Il caffe' delle donne

immagine copertina
Widad Tamimi
Il caffe' delle donne
A. MONDADORI
10 righe da pagina 230:

Ho sofferto all'idea di non avere figli, ma non avevo messo in conto di perdere cosi' tanto. Non sapevo che il calore di un bambino nel letto potesse scaldare piu' di quello di un uomo grande e grosso che ti abbraccia e ti protegge. Non sapevo che la ricerca di protezione di un bimbo addormentato potesse far sentire piu' protetti che mai...
Voglio proprio godermelo questo sonno speciale. Ora capisco perche' le mamme si portano i figli nel lettone.

inviato il 28/11/2012
Nei segnalibri di:

Il caffe' delle donne

immagine copertina
Widad Tamimi
Il caffe' delle donne
A. MONDADORI
10 righe da pagina 39:

Espresso non e' il mio genere, ha ragione mia madre. E' troppo penetrante, quasi invadente. Ti sciocca e se ne va. Come al bancone del bar. Invece io ho bisogno di sedermi, lasciar scorrere i pensieri e fissare il mio equilibrio. La sorte ti tocca comunque, tanto vale affrontarla a colazione.

inviato il 21/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuta Maria :)

Il torto del soldato

Erri De Luca
Il torto del soldato
Feltrinelli
10 righe da pagina 73:

Gli uomini penetravano a spinte, mi affondavano sotto di loro e io nuotavo a dorso con la zavorra del loro corpo addosso. Agli uomini piace far sentire il peso. Non sanno vedere una donna. Sono fermi alla prima impressione, all'errore di Adam davanti a Eva che dice di lei: 'E' osso delle mie ossa e carne della mia carne'. E' naturalmente l'opposto, gli uomini sono carne e ossa delle donne, ma con piu' peso e ingombro.

inviato il 04/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Perdonatemi per aver omesso la foto del libro in questione.

Il caffe' delle donne

immagine copertina
Widad Tamimi
Il caffe' delle donne
A. MONDADORI
10 righe da pagina 292:

A volte ci smarriamo in un labirinto intricato per il solo gusto di perderci la testa. Abbandoniamo l'ordine mentale e la leggerezza affascinati dall'ignoto. Si tratta di scegliere, tra il desiderio di vivere e quello di scavare.
Puntiamo lontano, nella disperata ricerca di una perfezione impossibile e scivoliamo a terra incapaci di accettare la purezza della felicita'. Quello che ci e' piu' familiare e vicino ci appare banale e scontato. Lo ignoriamo disprezzandone la bellezza, lo rendiamo sterile e mediocre, ne sottovalutiamo l'autenticita'. Aspettiamo di perderlo per riconoscerne il valore.

inviato il 30/11/2012
Nei segnalibri di:

Storie di cinema a Venezia

immagine copertina
Irene Bignardi
Storie di cinema a Venezia
Marsilio Editori
10 righe da pagina 111:

Ma da quando ha compiuto cinquant'anni, e cioè da un quarto di secolo, Woody Allen si è innamorato in maniera permanente di Venezia. «Sono venuto a Venezia per la prima volta a cinquant'anni e prima di arrivare, mentre stavo sull' aereo, ero preso dalle angosce», racconterà in una molto citata intervista a proposito di questa sua prima volta. «Non mi piaceva molto l'idea di dover andare in giro con una gondola oppure su una barca. Quando però mi sono trovato la prima volta a solcare la Laguna, il tempo melanconico, le emozioni del paesaggio, la gioia che irrazionale mi derivava dall' esserci, me l'hanno fatta amare. So che è pazzesco, ma per qualche motivo che non so spiegare New York, Parigi e Venezia hanno per me un denominatore comune che me le fa sentire molto vicine. Io ho girato tutto il mondo ... Queste
tre città, nel mio cuore, non hanno uguali».

inviato il 01/12/2012
Nei segnalibri di:

Opere

immagine copertina
Epicuro
Opere
Tradotto da Graziano Arrighetti
Einaudi 1967
10 righe da pagina 61:

Né il giovane indugi a filosofare né il vecchio di filosofare sia stanco. Non si è né troppo giovani né troppo vecchi per la salute dell'anima. Chi dice che non è ancora giunta l'età di filosofare, o che l'età è già passata, è simile a chi dice che per la felicità non è ancora giunta o è già passata l'età. Cosicché filosofare deve e il giovane e il vecchio: questi perché invecchiando sia giovane di beni per il grato ricordo del passato, quegli perché sia a un tempo giovane e maturo per l'impavidità nei confronti dell'avvenire.

inviato il 29/11/2012
Nei segnalibri di:

il bacio della morte

immagine copertina
Marta Palazzesi
il bacio della morte
giunti

Forse dovrei dirvi cosa sono io, adesso. Sono un mezzo demone, nato dall’unione tra un’umana (la mia adorabile e instabile madre) e un demone (mio padre, ma
non spenderò molte parole in merito). Essere un mezzo
demone ha i suoi vantaggi, come grande forza e coordinazione. E, nel mio caso, un potere speciale ereditato direttamente dal mio “amato” padre: controllare i sogni.
Sapete cos’è un Incubo, vero?
Se non lo sapete… be’, è troppo complicato da spiegare
adesso, quindi arriviamo al punto: perché ho cercato di
raggiungere il Mondo Sotterraneo?
Forse dovrei cominciare dall’inizio.

inviato il 29/11/2012
Nei segnalibri di:

Nietzsche alla portata di tutti: un primo passo per comprendere Nietzsche

immagine copertina
Shelley O'Hara Piergiorgio Sensi
Nietzsche alla portata di tutti: un primo passo per comprendere Nietzsche
Armando Editore Filosofi in palmo di mano 2007
10 righe da pagina 36:

Vogliamo davvero far si che l'esistenza si avvilisca in un esercizio da contabili e da matematici chiusi nel loro studio? (...) un mondo essenzialmente meccanico sarebbe un mondo essenzialmente privo di senso! Ammesso che si potesse misurare il valore di una musica da quanto di essa può essere computato, calcolato, tradotto in formule - come sarebbe assurda una tale "scientifica" misurazione della musica! Che cosa di essa avremmo mai colto, compreso, conosciuto? Niente, proprio un bel niente, di ciò che propriamente in essa è "musica"!

inviato il 30/11/2012
Nei segnalibri di:

NIETZSCHE ALLA PORTATA DI TUTTI: UN PRIMO PASSO PER COMPRENDERE NIETZSCHE

immagine copertina
SHELLEY O'HARA PIERGIORGIO SENSI
NIETZSCHE ALLA PORTATA DI TUTTI: UN PRIMO PASSO PER COMPRENDERE NIETZSCHE
ARMANDO EDITORE FILOSOFI IN PALMO DI MANO 2007 2007
10 righe da pagina 18:

Per vivere soli, bisogna essere o un animale o un Dio - dice Aristotele. Manca il terzo caso: bisogna essere l'uno e l'altro - un filosofo...

inviato il 30/11/2012
Nei segnalibri di:

NIETZSCHE ALLA PORTATA DI TUTTI: UN PRIMO PASSO PER COMPRENDERE NIETZSCHE

immagine copertina
SHELLEY O'HARA PIERGIORGIO SENSI
NIETZSCHE ALLA PORTATA DI TUTTI: UN PRIMO PASSO PER COMPRENDERE NIETZSCHE
ARMANDO EDITORE FILOSOFI IN PALMO DI MANO 2007
10 righe da pagina 27:

Voi ve ne state qui, impettiti e rispettabili, e con la schiena dritta, o saggi illustri! - non vi spinge un forte vento e volere. Avete mai visto la vela andare sul mare, rotonda e gonfia e tremante per l'impeto del vento? Come la vela, tremante per l'impeto dello spirito, va la mia saggezza sul mare, - la mia saggezza selvaggia!

inviato il 30/11/2012
Nei segnalibri di:

POESIE D'AMORE DI DONNA

immagine copertina
VALENTINA CORTI, GIACOMO TORRI
POESIE D'AMORE DI DONNA
GIUNTI DEMETRA 2007
10 righe da pagina 28:

O notte, a me più chiara e più beata
che i più beati giorni ed i più chiari,
notte degna da' primi e da' più rari
ingegner esser, non pur da me, lodata;
tu de le gioie miei sola sei stata
fida ministra; tu tutti gli amari
della mia vita hai fatto dolci e cari,
resomi in braccio lui che m'ha legata.
Sol mi mancò che non divenni allora
la fortunata Alcmena, a cui stè tanto
Più dell'usato a ritrovar l'aurora.
Pur cossì bene io non potrò mai tanto
dir di te, notte candida, ch'ancora
da la materia non sia vinto il canto.

inviato il 30/11/2012
Nei segnalibri di:

Deve accadere

immagine copertina
Giovanni Venturi
Deve accadere
Giovanni Venturi
10 righe da pagina 100:

La realtà quotidiana ogni giorno ci offre spunti, aneddoti, personaggi o solo semplici volti, che ispirano la nascita di micro racconti, di storie singolari che si celano dietro ognuno di noi. Ritengo che Giovanni Venturi abbia saputo sfruttare pienamente la visione del quotidiano per creare personaggi, scrivere biografie di gente comune e miscelarle, in alcuni casi, ad esperienze dirette, realmente vissute.
Questa raccolta può considerarsi una vera e propria galleria di ritratti umani, di personaggi che si potrebbero sfiorare nella vita reale e la stessa descrizione di scene a noi familiari ci offre la possibilità di immedesimarci in alcuni dei suoi personaggi. La complessità psicologica viene sapientemente descritta, sia attraverso la narrazione degli stati d’animo che l’introspezione a cui si sottopongono i protagonisti di queste storie. Non è un semplice “raccontare”, ma è una vera e propria indagine nella psiche umana, uno scandagliare i sentimenti, fino in fondo, fino a dove si arresta la capacità di poter descrivere qualcosa di così insondabile.

inviato il 30/11/2012
Nei segnalibri di:

Il torto del soldato

Il torto del soldato 6 years 41 settimane fa

Perdonatemi per aver omesso la foto del libro in questione.

Oceano Mare

Oceano Mare 6 years 41 settimane fa

Condivido il tuo pensiero. Grazie Emma

Oceano Mare 6 years 41 settimane fa

Gli incontri importanti sono gia' combinati dalle anime prima ancora che i corpi si vedano...
Paolo Coelho

Oceano Mare 6 years 41 settimane fa

Ho letto questo libro due volte: la prima volta 10 anni fa circa; la seconda volta qualche mese fa. E devo dire che ogni volta mi sembra la prima volta, riesce a farmi provare emozioni sempre nuove. Grazie a voi per i commenti. Un passaggio simile non poteva essere lasciato nell'indifferenza.

Oceano Mare 6 years 41 settimane fa

Ultimamente ho letto il libro della giovane italo-palestinese Widad Tamimi 'Il caffe' delle donne'. In un passaggio scrive: 'l'amore non si divide si moltiplica'. Oggigiorno credo che siano rimasti in pochi a credere all'anima gemella...Questo per rispondere alla tua domanda se si puo' amare piu' volte nella vita. Nella mia esperienza personale, condivido il concetto poetico di Baricco: io italiana, mio marito arabo...eppure ci siamo incontrati...ed e' bastato uno sguardo per riconoscerci...

Oceano Mare 6 years 41 settimane fa

Lo scrittore in questo passo sintetizza il concetto di anime gemelle. In Giappone si racconta che le anime gemelle nascono collegate da un filo rosso che le unira' per tutta la vita. Niente potra' mai impedire loro di incontrarsi e quando questo succedera' bastera' uno sguardo per riconoscersi.

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy