Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di faurta

to the end of the land

david grossman
to the end of the land
vintage books london
10 righe da pagina 71:

Her breath pauses for a moment, and she quickly turns on the radio like someone opening a window. She finds the Voice of Music and listens for a couple of minutes to something from the Middlr Ages. But no, she needs talk, a human voice.On the local station a young reporter is talking on the phone to an holder women with a deep
Mizrahi Jerusalem accent. Ora stops abusing the vegetables, leans against the cracked marble counter, wipes the sweat off her brow with the back of her hand, and listens to the woman talk about her older son who fought in the Gaza battle this week. " Sevensoldiers were killed", she says. "Allof them were his friendsfrom the battalion".

inviato il 30/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Faurta, anno di edizione del libro? : )

Uno, nessuno e centomila

immagine copertina
Luigi Pirandello
Uno, nessuno e centomila
Tradotto da A cura di Ugo M. Olivieri
I CLASSICI UNIVERSALE ECONOMICA FELTRINELLI 1970

L’idea che gli altri vedevano in me uno che non ero io quale mi conoscevo; uno che essi soltanto potevano conoscere guardandomi da fuori con occhi che non erano i miei e che mi davano un aspetto destinato a rendermi sempre estraneo, pur essendo in me, pur essendo il mio per loro (un “mio” dunque che non era per me!); una vita nella quale pur essendo la mia per loro, io non potevo penetrare, quest’idea non mi diede più requie.
Come sopportare in me questo estraneo? Questo estraneo che ero io stesso per me? Come non vederlo? Come non conoscerlo?
Come restare per sempre condannato a portarmelo con me, in me, alla vista degli altri e fuori intanto dalla mia?

inviato il 10/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Barbara ti comunico che le tue righe sono state scelte come migliori della settimana!!! Complimenti a breve riceverai un libro incentivo, facci avere un tuo recapito a
libroincentivo@10righedailibri.it

Senza faccine, pubblicate anche voi per favore.

Non avevo dubbi!

Adoro questo libro, questa concezione e Pirandello!

Sulla strada

immagine copertina
Jack Kerouac
Sulla strada
Tradotto da Marisa Caramella
Oscar Mondadori 1995

A quel tempo danzavano per le strade come pazzi e io li seguivo a fatica come ho fatto tutta la vita con le persone che mi interessano, perché le uniche persone che esistono per me sono i pazzi, i pazzi di voglia di vivere, di parole, di salvezza, i pazzi del tutto e subito, quelli che non sbadigliano mai e non dicono mai banalità ma bruciano, bruciano, bruciano come favolosi fuochi d’artificio gialli che esplodono simili a ragni sopra le stelle e nel mezzo si vede scoppiare la luce azzurra e tutti fanno “Oooooh!”.

inviato il 03/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Anche se quella di Marisa Caramella suona un po' più moderna, io personalmente preferisco quella di Magda Maldini de Cristofaro, perché mi sembra più fedele al testo originale, del quale cerca di ricreare anche il ritmo riproponendo l'ordine dei sintagmi. Poi, per poter giudicare con maggiore convinzione, bisognerebbe probabilmente leggere tutto il libro nelle due traduzioni, tenendo sott'occhio l'originale..o, se non proprio tutto il libro, almeno qualche altro brano.. :)

cioè... ho visto che ci sono i loro nomi ma che ne pensate? io penso che Marisa Caramella abbia fatto un lavoro migliore per mondadori!

e di chi sono queste traduzioni?! allora citiamoli questi due signori!

Ciao Barbara! Ho visto che abbiamo pubblicato le stesse righe. Oltre al piacere di scoprire gusti in comune, penso possa essere interessante confrontare le due traduzioni a partire dalla versione originale.. che dici?! La posto in entrambe le nostre citazioni..

They danced down the streets like dingledodies, and I shambled after as I've been doing all my life after people who interest me, because the only people for me are the mad ones, the ones who are mad to live, mad to talk, mad to be saved, desirous of everything at the same time, the ones that never yawn or say a commonplace thing, but burn, burn, burn like fabulous yellow roman candles exploding like spiders across the stars and in the middle you see the blue centerlight pop and everybody goes “Awww!”

Il Profeta

immagine copertina
Gibran Khalil Gibran
Il Profeta
Tradotto da Francesco Medici
Edizioni San Paolo, Cinisello Balsamo 2005

Allora Almitra parlò di nuovo e disse: E che cosa del Matrimonio, maestro?
Ed egli rispose dicendo:
Amatevi l'un l'altro, ma non costituite un'obbligazione d'amore: fatelo essere piuttosto un mare in movimento tra le sponde delle vostre anime.
Riempite ognuno la coppa dell'altro ma non bevete da una sola coppa.
Datevi l'un l'altro del vostro pane ma non mangiate dalla stessa forma di pane.
Cantate e danzate insieme e siate gioiosi, ma fate che ognuno di voi sia solo, proprio così come le corde di un liuto sono sole anche se esse vibrano per la stessa musica.
Donate i vostri cuori, ma non per la custodia di uno entro l'altro. Poiché solo la mano della Vita può contenere i vostri cuori. E state ritti insieme tuttavia non troppo vicini insieme: Poiché le colonne del tempio stanno a distanza, e la quercia e il cipresso non crescono l'una nell'ombra dell'altro.

inviato il 27/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

...danzino per voi i venti dei cieli..

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy