Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di rosalba.pr

OCEANO MARE

immagine copertina
Alessandro Baricco
OCEANO MARE
Feltrinelli 2008
10 righe da pagina 2012:

Preghiera di uno che si è perso, e dunque, a dirla tutta, preghiera per me.
Signore Buon Dio, abbiate pazienza, sono di nuovo io.
Dunque, qui le cose vanno bene, chi più chi meno, ci si arrangia, in pratica, si trova poi sempre il modo di cavarsela, voi mi capite, insomma, il problema non è questo.
Il problema sarebbe un altro, se avete la pazienza di ascoltarmi. Il problema è questa strada, bella strada questa che corre e scorre e soccorre, ma non corre diritta, come potrebbe e nemmeno storta come saprebbe, no. Curiosamente si disfa.
Credetemi (per una volta voi credete a me) si disfa. Dovendo riassumere, se ne va un po' di qua, un po' di là, presa da improvvisa libertà. Chissà.

inviato il 18/01/2014
Nei segnalibri di:

IL LIBRO DELL' INQUIETUDINE

immagine copertina
Fernando Pessoa
IL LIBRO DELL' INQUIETUDINE
Feltrinelli u.e.
10 righe da pagina 101:

L'idea di viaggiare, mi seduce per traslazione, come se fosse l'idea per sedurre qualcun altro.Tutta la vasta visibilità del mondo, in un momento di tedio colorato, percorre la mia immaginazione desta, abbozzo un desiderio come chi non vuole più fare gesti e la stanchezza anticipata dei paesaggi possibili mi tormenta, come un vento turpe, il cuore che vegeta. E, come i viaggi, le letture, e , come le letture tutto......

inviato il 28/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie! libro pubblicato nel 1986; questa edizione UE è del 2000.

Rosalba benvenuta! Anno di pubblicazione del libro? :)

OCEANO MARE

immagine copertina
Alessandro Baricco
OCEANO MARE
Feltrinelli 2008
10 righe da pagina 2012:

Preghiera di uno che si è perso, e dunque, a dirla tutta, preghiera per me.
Signore Buon Dio, abbiate pazienza, sono di nuovo io.
Dunque, qui le cose vanno bene, chi più chi meno, ci si arrangia, in pratica, si trova poi sempre il modo di cavarsela, voi mi capite, insomma, il problema non è questo.
Il problema sarebbe un altro, se avete la pazienza di ascoltarmi. Il problema è questa strada, bella strada questa che corre e scorre e soccorre, ma non corre diritta, come potrebbe e nemmeno storta come saprebbe, no. Curiosamente si disfa.
Credetemi (per una volta voi credete a me) si disfa. Dovendo riassumere, se ne va un po' di qua, un po' di là, presa da improvvisa libertà. Chissà.

inviato il 18/01/2014
Nei segnalibri di:

Appunti sulla melodia delle cose

immagine copertina
Rainer Maria Rilke
Appunti sulla melodia delle cose
Tradotto da Sabrina Mori Carmignani
Passigli editori 2006
10 righe da pagina 46:

Amo quell'ora che, diversa dalle altre, viene e va.
No, non l'ora, ma l'istante, amo questo istante di profondo silenzio.
Questo istante nel suo nascere, questa iniziale del silenzio, questa prima stella che compare, questo inizio.
Qualcosa che sorge in me come giovani fanciulle che si destano nella loro bianca mansarda.
Nella bianca mansarda dove abitano da quando sono cresciute . Ma ora la bianca mansarda è la vita stessa e quando al mattino ci si affaccia alla finestra sempre aperta, si vede il mondo.Si vedono alberi che continuano a crescere e uccelli e rami pesanti che oscillano tra i loro voli ed è come se il vento fosse nell'animale e dentro i tronchi il silenzio.
Amo questo vento,questo vasto vento di metamorfosi che precede primavera, amo il rumore di questo vento, il suo movimento lontano che passa in mezzo alle cose come se non esistessero.
E AMO QUESTA NOTTE.

inviato il 10/06/2013
Nei segnalibri di:

La luna e i falò

immagine copertina
Cesare Pavese
La luna e i falò
Einaudi 1999
10 righe da pagina 70:

E poi a me Nuto piaceva perché andavamo d’accordo e mi trattava come un amico. Aveva già allora quegli occhi forati, da gatto, e quando aveva detto una cosa finiva: "Se sbaglio, correggimi". Fu così che cominciai a capire che non si parla solamente per parlare, per dire "ho fatto questo" "ho fatto quello" "ho mangiato e bevuto", ma si parla per farsi un'idea, per capire come va questo mondo. Non ci avevo mai pensato prima. E Nuto la sapeva lunga, era come un grande.

inviato il 04/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

:-)

Monica abbiamo condiviso le tue 10 righe sui social :)

Che bello! E' la prima volta che vinco un libro e sono felice come una bambina! Il merito però non è mio, ma tutto di Cesare Pavese...
Grazie!

Grazie Monica per aver condiviso queste belle righe con noi, e ricordati di scrivere il tuo indirizzo alla redazione libroincentivo@10righedailibri.it perché hai vinto un libro incentivo :)

E' vero, un piccolo librone.

Segnalibrone!!! Grande libro, grande autore

La luna e i falò

immagine copertina
Cesare Pavese
La luna e i falò
Einaudi 1999
10 righe da pagina 104:

- Ti ricordi i discorsi che facevamo con tuo padre nella bottega? Lui diceva già allora che gli ignoranti saranno sempre ignoranti, perché la forza è nelle mani di chi ha interesse che la gente non capisca, nelle mani del governo, dei neri, dei capitalisti... Qui alla Mora era niente, ma quand'ho fatto il soldato e girato i carrugi e i cantieri a Genova ho capito cosa sono i padroni, i capitalisti, i militari... Allora c'erano i fascisti e queste cose non si potevano dire... Ma c'erano anche gli altri...

inviato il 10/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie mille! Si tratta di un capolavoro....

Ciao Monica. Le tue sono righe sono state scelte dalla redazione e vinci un libro incentivo: complimenti!
Marta, staff di 10 righe dai libri.

grazie per avermi permesso di ricordare questo libro, la cui lettura risale ai miei 17 anni e che stasera cercherò tra gli scaffali della mia libreria...

Grazie Monica :)

Pag. 104

IL LIBRO DELL' INQUIETUDINE

immagine copertina
Fernando Pessoa
IL LIBRO DELL' INQUIETUDINE
Feltrinelli u.e.
10 righe da pagina 101:

L'idea di viaggiare, mi seduce per traslazione, come se fosse l'idea per sedurre qualcun altro.Tutta la vasta visibilità del mondo, in un momento di tedio colorato, percorre la mia immaginazione desta, abbozzo un desiderio come chi non vuole più fare gesti e la stanchezza anticipata dei paesaggi possibili mi tormenta, come un vento turpe, il cuore che vegeta. E, come i viaggi, le letture, e , come le letture tutto......

inviato il 28/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie! libro pubblicato nel 1986; questa edizione UE è del 2000.

Rosalba benvenuta! Anno di pubblicazione del libro? :)

Sulla strada

immagine copertina
Jack Kerouac
Sulla strada
Tradotto da Marisa Caramella
Oscar Mondadori 1995

A quel tempo danzavano per le strade come pazzi e io li seguivo a fatica come ho fatto tutta la vita con le persone che mi interessano, perché le uniche persone che esistono per me sono i pazzi, i pazzi di voglia di vivere, di parole, di salvezza, i pazzi del tutto e subito, quelli che non sbadigliano mai e non dicono mai banalità ma bruciano, bruciano, bruciano come favolosi fuochi d’artificio gialli che esplodono simili a ragni sopra le stelle e nel mezzo si vede scoppiare la luce azzurra e tutti fanno “Oooooh!”.

inviato il 03/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Anche se quella di Marisa Caramella suona un po' più moderna, io personalmente preferisco quella di Magda Maldini de Cristofaro, perché mi sembra più fedele al testo originale, del quale cerca di ricreare anche il ritmo riproponendo l'ordine dei sintagmi. Poi, per poter giudicare con maggiore convinzione, bisognerebbe probabilmente leggere tutto il libro nelle due traduzioni, tenendo sott'occhio l'originale..o, se non proprio tutto il libro, almeno qualche altro brano.. :)

cioè... ho visto che ci sono i loro nomi ma che ne pensate? io penso che Marisa Caramella abbia fatto un lavoro migliore per mondadori!

e di chi sono queste traduzioni?! allora citiamoli questi due signori!

Ciao Barbara! Ho visto che abbiamo pubblicato le stesse righe. Oltre al piacere di scoprire gusti in comune, penso possa essere interessante confrontare le due traduzioni a partire dalla versione originale.. che dici?! La posto in entrambe le nostre citazioni..

They danced down the streets like dingledodies, and I shambled after as I've been doing all my life after people who interest me, because the only people for me are the mad ones, the ones who are mad to live, mad to talk, mad to be saved, desirous of everything at the same time, the ones that never yawn or say a commonplace thing, but burn, burn, burn like fabulous yellow roman candles exploding like spiders across the stars and in the middle you see the blue centerlight pop and everybody goes “Awww!”

La foresta in fiore

immagine copertina
Yukio Mishima
La foresta in fiore
Tradotto da Emanuele Ciccarella
Universale Economica Feltrinelli 1995
10 righe da pagina 47:

In una grande quercia si apriva una porta, attraverso la quale fluiva lenta una triste melodia. Lì dentro dormivano, sotto il peso della polvere, un nutrito coro di angeli, un antico racconto d’Egitto, un mirifico sogno infinito adorato dai santi, dottrine di lontane eresie. Otò oltrepassò la porta e fu avvolto da una tranquilla e profumata oscurità, gli sembrava di trovarsi all’interno di uno scrigno di sandalo. In fondo a tutto si ergeva un altare. Tutte le cose dormivano assumendo le forme immobili e silenziose di statue immerse nell’ombra profonda. Da una grande finestra di cristallo, decorata con una pirografia, filtravano i raggi del sole, che si riflettevano al centro del pavimento formando un cono di luce simile a una nebbia leggera.

inviato il 03/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Lory "Stella Meravigliosa" non l'ho letto... non mancherà occasione per prenderlo ;)

Bellissimo libro, se non ti dispiace posto anch'io 10 righe tratte dallo stesso :-)

Stella meravigliosa è un libro bellissimo di Yukio Mishima

Il caffe' delle donne

immagine copertina
Widad Tamimi
Il caffe' delle donne
A. MONDADORI
10 righe da pagina 292:

A volte ci smarriamo in un labirinto intricato per il solo gusto di perderci la testa. Abbandoniamo l'ordine mentale e la leggerezza affascinati dall'ignoto. Si tratta di scegliere, tra il desiderio di vivere e quello di scavare.
Puntiamo lontano, nella disperata ricerca di una perfezione impossibile e scivoliamo a terra incapaci di accettare la purezza della felicita'. Quello che ci e' piu' familiare e vicino ci appare banale e scontato. Lo ignoriamo disprezzandone la bellezza, lo rendiamo sterile e mediocre, ne sottovalutiamo l'autenticita'. Aspettiamo di perderlo per riconoscerne il valore.

inviato il 30/11/2012
Nei segnalibri di:

Il libro è ...

Il libro è ... 6 years 10 settimane fa

un libro è una musica..
un blues che ti penetra l'anima..

Il libro è ... 6 years 12 settimane fa

Leggere un libro è come fare un doppio viaggio: verso un luogo sconosciuto, ma anche verso un posto che già conosciamo e che amiamo, quindi scoperte e.. conferme.

La luna e i falò

La luna e i falò 6 years 10 settimane fa

grazie per avermi permesso di ricordare questo libro, la cui lettura risale ai miei 17 anni e che stasera cercherò tra gli scaffali della mia libreria...

IL LIBRO DELL' INQUIETUDINE

IL LIBRO DELL' INQUIETUDINE 6 years 12 settimane fa

grazie! libro pubblicato nel 1986; questa edizione UE è del 2000.

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy