Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Alessandra G.

Dance Dance Dance

immagine copertina
Murakami Haruki
Dance Dance Dance
Einaudi
10 righe da pagina 206:

Finora tu hai perso molte cose. Molte cose preziose. Il problema non è sapere di chi è la colpa. Il problema è che tu attaccavi sempre qualcosa di te a tutte le cose che perdevi. Non avresti dovuto. Avresti dovuto tenere qualcosa da parte per te, invece di lasciarla andare via con il resto. Così ti sei consumato poco a poco. Perché? Perché l’hai fatto?

inviato il 05/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Un benvenuto anche da parte mia.

Benvenuta Alessandra :)

Niemeyer. Parole di un architetto

immagine copertina
J. Petit
Niemeyer. Parole di un architetto
Casagrande-Fidia-Sapiens 1996
10 righe da pagina 86:

Gli angoli retti non mi attraggono. E neppure le linee dure e inflessibili create dall’uomo. Quello che mi piace sono le curve libere e sensuali. Le curve che troviamo nelle montagne, nelle onde del mare, nel corpo della donna che amiamo.

inviato il 10/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie ,in città da Feltrinelli,ma poco fa ho visto che c'è su Ibis...

...dove hai cercato?:)

Ho cercato questo libro...non si trova,strano, non è poi tanto vecchio .

segnalibrone!!! per questo grande Architetto che ci ha lasciato

Selected Poems and Letters

immagine copertina
Emily Dickinson
Selected Poems and Letters
Ugo Mursia Editore 1961
10 righe da pagina 147:

APHORISMS FROM THE LETTERS

A Letter always feels to me like immortality because it is the mind alone without corporeal friend.

How do most people live without any thoughts.
There are many people in the world (you must have noticed them in the street).
How do they live.
How do they get strenght to put on their clothes in the morning.

I hope you have birds too.
It is economical.
It saves going to Heaven.

inviato il 10/12/2012
Nei segnalibri di:

Di tutte le ricchezze

immagine copertina
Stefano Benni
Di tutte le ricchezze
Feltrinelli (collana I narratori) 2012

Lascia che in diversa musica racconti
Di me vivo tra le vive cose
lascia che io sia il tuo migliore sguardo
Il tuo cuore e le parole che scegli
Oggi il vento autunnale spoglia gli alberi
Dei ricordi ardenti dell'estate
A terra li confonde, ma noi sappiamo
Che ciò che è narrato a noi rimane.
Vedi come tutto cambia e si prepara
La spoglia della biscia, il lampo della volpe
L'istrice che gonfia, attraverso la strada
Il suo nero esercito di dardi
Il ruvido cinghiale, il trotto dei cavalli
E un cerbiatto che inatteso ti sorprende.
La solitudine sta ai vecchi
Come un vecchio vestito
E nelle tasche tintinnano
I sogni che più non spendono
Maidit l'amour / che da queste stanze è escluso
Scrisse un poeta sul muro della cella
Ove tutta la vita fu richiuso
E il suo tormento divenne il mio argomento.

inviato il 16/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Anch'io vorrei leggerlo ... Ne parlano bene in tanti ...

Lo sto leggendo ora .... è da leggere!!!

Voglio leggerlo... Com'è?

Nessuno si salva da solo

immagine copertina
Margaret Mazzantini
Nessuno si salva da solo
MONDADORI 2011
10 righe da pagina 26:

Avevano anche fatto l'amore da lontano, più di una volta. Senza dirselo, si erano ritrovati a sudare, a piegarsi in mezzo a un parco, su un autobus. Il pensiero era così forte, erano braccia che aprivano le costole. Come se l'altro stesse cercando il tuo cuore dal lato opposto della città, attraverso muri di macchine e di cemento.
- Oggi ho pensato di fare l'amore con te.
- Anch'io.

inviato il 23/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Grande Margaret Mazzantini!

Se solo fosse vero

immagine copertina
Marc Levy
Se solo fosse vero
Tradotto da Benedetta Pagni Frette
Tea
10 righe da pagina 136:

« Non dire niente e ascoltami, sento di avere poco tempo. Tu mi hai dato
quello che nemmeno immaginavo; prima di vivere per te non sospettavo
nemmeno che l’amore potesse portare tante cose così semplici. Nulla di quello
che ho vissuto prima di te valeva uno solo dei secondi che abbiamo trascorso
insieme. Voglio che tu sappia per sempre quanto ti avrei amato; non so verso
quali rive sto andando, ma se esiste un altrove, continuerò ad amarti con tutta la
forza e con tutta la gioia di cui hai riempito la mia vita. »
« Nei miei occhi, ho il colore del tuo sorriso », continuò lei. « Grazie per tutte
le risate, la tenerezza. Voglio che tu viva, che tu riprenda il corso della tua vita,
quando non ci sarò più. »

inviato il 29/10/2012
Nei segnalibri di:

La rosa de los vientos

immagine copertina
Juana de Ibarbourou
La rosa de los vientos
Palacio del libro 1930
10 righe da pagina 37:

FUSIONE
La mia anima intorno alla tua si è fatta
nodo stretto e ombroso
Ogni giro del laccio sovrumano
si fa radice, per fissarsi a fondo,
ed è un abbraccio interminabile e lungo
che neanche la morte spezzerà. Non senti
come mi nutro della tua stessa ombra?
La mia radice si è intrecciata alle tue
e quando tu vorrai disfare il nodo
sentirai che ti duole in carne viva
e che nella mia ferita sgorga il tuo sangue!
E con le tue mani curerai la piaga
e stringerai più forte il nodo!*********************************
FUSIÓN
Mi alma en torno a tu alma se ha hecho
un nudo apretado y sombrío.
Cada vuelta del lazo sobre humano
se hace raíz, para afianzarse hondo,
y es un abrazo inacabable y largo
que ni la muerte romperá. ¿No sientes
cómo me nutro de tu misma sombra?
Mi raíz se ha trenzado a tus raíces
y cuando quieras desatar el nudo,
sentirás que te duele en carne viva
y que en mi herida brota sangre tuya.!
Y con tus manos curarás la llaga
¡y ceñirás más apretado el nudo!

inviato il 29/10/2012
Nei segnalibri di:

L'anima innamorata

immagine copertina
Alda Merini
L'anima innamorata
Frassinelli 2000

TU NON SAI
Tu non sai : ci sono betulle che di notte
levano le loro radici,
e tu non crederesti mai
che di notte gli alberi camminano
o diventano sogni.
Pensa che in un albero c'è un violino d'amore.
Pensa che un albero canta e ride.
Pensa che un albero sta in un crepaccio
e poi diventa vita.
Te l'ho già detto : i poeti non si redimono,
vanno lasciati volare tra gli alberi
come usignoli pronti a morire.

inviato il 02/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

TU NON SAI
Tu non sai : ci sono betulle che di notte
levano le loro radici,
e tu non crederesti mai
che di notte gli alberi camminano
o diventano sogni.
Pensa che in un albero c'è un violino d'amore.
Pensa che un albero canta e ride.
Pensa che un albero sta in un crepaccio
e poi diventa vita.
Te l'ho già detto : i poeti non si redimono,
vanno lasciati volare tra gli alberi
come usignoli pronti a morire.

meravigliosa!

Segnalibrone!!!

Di tutte le ricchezze

immagine copertina
Stefano Benni
Di tutte le ricchezze
Feltrinelli 2012
10 righe da pagina 28:

Possiamo fingere di non avere rimpianti? Possiamo dire, tutto è stato fatto e i desideri che ci abbandonarono fu perché lo volemmo. Possiamo dimenticare invidia e ambizione e il disprezzo non solo del vile ma anche del grande e del nobile che la nostra pochezza svela. Più non avrai, dice la voce nel buio. Una donna che amammo ci respinse. Un libro iniziò e fu subito cenere. Tradimmo un amico e un nemico ci vinse. C’è un quadro in una stanza nascosta. Un animale nel bosco non visto. La più bella farfalla ci volò alle spalle. Una porta ci attese invano. E nei nostri migliori ricordi come nelle fotografie da piccolo
un’ombra vela il sorriso. Un’ombra incrina la certezza del saggio. La ferocia del guerriero, il languore del satiro. Ciò che non avemmo, ciò che ancora manca in qualche nascosto ripostiglio del cuore. Un giocattolo in soffitta, un viso nella folla. E la goccia che stilla dalla grondaia. Il vasto mare ricorda. Poi piove e disseta per un attimo ogni arido sogno.

inviato il 06/11/2012
Nei segnalibri di:

Di tutte le ricchezze

immagine copertina
Stefano Benni
Di tutte le ricchezze
Feltrinelli 2012
10 righe da pagina 29:

Nella notte destato all’improvviso sull’erba umida ora ascolto la domanda dei grilli e della civetta. Perché il mondo è vostro? Perché temete il buio, che è metà vita?Io nato a lume di lampada quella luce non ho scordato. Non capisco il terrore che attanaglia il cittadino, quando si spegne il macchinario incandescente che illumina i suoi vizi.

inviato il 06/11/2012
Nei segnalibri di:

Di tutte le ricchezze

immagine copertina
Stefano Benni
Di tutte le ricchezze
Feltrinelli 2012
10 righe da pagina 29:

Maudit l’amour/che giovinezza invecchia. Il cui ricordo tormenta il giusto e l’ingiusto. Maledetta la vecchiaia e la sua poca saggezza. Imbianca il muso la volpe e non se ne cura. Vive un giorno la falena e si uccide nella vampa. Vivono a lungo tartarughe e pappagalli, senza calendari. Vivono a lungo i libri migliori. Altri giustamente sono dimenticati. Altri cadono e poi risorgono. Per duecento volte rilessi l’incipit. Aprile è il mese più crudele ma anche ottobre non scherza, disse l’amico che non ho più vicino. Spio la vita degli altri. La mia non guardo più. Imbianca il muso del professore come la biacca del pagliaccio. Ogni sua smorfia è triste, ogni suo lazzo cade a terra come un fazzoletto usato. Su, spera. Verrà un giorno danzando una speranza alla tua porta. Sulla slitta nella neve ancora sussurrerai parole d’amore segrete alla tua amata. Come nell’amato racconto.

inviato il 06/11/2012
Nei segnalibri di:

Oceano Mare

Oceano Mare 6 years 33 settimane fa

Si può amare anche 20 volte nella vita, e ogni amore si vive con intensità diversa!!Non trovate?

Barnum 2. Altre cronache dal grande show

Barnum 2. Altre cronache dal grande show 6 years 33 settimane fa

Anche io!!

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy