Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Serena Beoni

L'Amore Rubato

immagine copertina
Serena Beoni
L'Amore Rubato
I Libri di Pan
10 righe da pagina 155:

Dopo qualche minuto di attesa, in fondo alla strada, comparve la più bella carrozza mai vista trainata da due maestosi cavalli bianchi, completamente addobbata da nastri di raso, anch’essi bianchi, intervallati da splendidi mazzi di rose bianche e gialle, il cocchiere fermò i cavalli e dalla carrozza scese per primo Leonardo, gli andarono incontro Ugo, che insieme a lui aiutò Giuliano a scendere, e Samuele che invece aiutò la madre. I due accompagnarono Margherita e il marito in chiesa, poi Samuele tornò indietro, sulla porta, e fece cenno al fratello che tutto era in ordine e che poteva far scendere la sposa.

inviato il 18/12/2012
Nei segnalibri di:

Il ritratto di Dorian Gray

immagine copertina
Oscar Wilde
Il ritratto di Dorian Gray
Idealibri
10 righe da pagina 4:

Mentre il pittore riguardava la forma graziosa e attraente ch'egli aveva tanto abilmente riflessa nell'arte sua, passava e sembrava indugiare sul suo viso un sorriso di piacere. improvvisamente però si alzò in piedi e, chiudendo gli occhi si pose le dita sulle palpebre, quasi volesse imprigionare nel proprio cervello qualche sogno strano dal quale temesse di esser destato. "E' la tua opera migliore Basil, quello che hai fatto di meglio" disse languidamente Lord Henri

inviato il 18/12/2012
Nei segnalibri di:

I Segreti della luna

immagine copertina
Serena Beoni
I Segreti della luna
I Libri di Pan
10 righe da pagina 283:

Terminata di leggere la lettera, Alice comprese: i sogni, le sensazioni, le apparizioni, il pianto... Bianca la stava chiamando, le stava chiedendo aiuto, adesso ne aveva la certezza.
"Alice se quel che c'è scritto è vero, tu discendi da Cosimo... questo spiegherebbe come mai il baule sia passato di generazione in generazione sino a te."
"Adesso tutto mi è più chiaro, Sergio... Bianca chiede giustizia... Nella lettera, Cosimo scrive 'adesso le mura vi hanno', ma cosa intende dire?"

inviato il 18/12/2012
Nei segnalibri di:

I Segreti della luna

immagine copertina
Serena Beoni
I Segreti della luna
I Libri di Pan
10 righe da pagina 283:

Terminata di leggere la lettera, Alice comprese: i sogni, le sensazioni, le apparizioni, il pianto... Bianca la stava chiamando, le stava chiedendo aiuto, adesso ne aveva la certezza.
"Alice se quel che c'è scritto è vero, tu discendi da Cosimo... questo spiegherebbe come mai il baule sia passato di generazione in generazione sino a te."
"Adesso tutto mi è più chiaro, Sergio... Bianca chiede giustizia... Nella lettera, Cosimo scrive 'adesso le mura vi hanno', ma cosa intende dire?"

inviato il 13/12/2012
Nei segnalibri di:

Venti di Guerra

immagine copertina
Serena Beoni
Venti di Guerra
I Libri di Pan 2007
10 righe da pagina 13:

La campagnola ripartì e Sandro prese a camminare in direzione della chiesa; giunto all’imponente costruzione in pietra serena, si soffermò davanti al campanile con la testa china, guardandosi la punta delle scarpe, quasi come se fosse in imbarazzo. Pian piano sollevò lo sguardo, posandolo su di una grande lapide di marmo bianco; iniziò a scorrere le parole che vi erano incise ed il freddo del marmo sembrò entrargli nelle vene paralizzandolo. Quelle parole precedevano un lungo elenco di nomi: nomi che per molti non avrebbero potuto significare null’altro che una tragedia avvenuta tra l’inizio e la fine di una guerra. Ma per Sandro no; lui, quelle persone, le aveva conosciute, vissute, per certi versi le aveva anche amate con i loro pregi ed i loro difetti; lesse quei nomi uno ad uno ed il freddo lasciò spazio alla calura sprigionata dal fuoco della rabbia che ardeva ancora dentro di lui. Rabbia dettata dall’impotenza di quegli anni in cui avrebbe voluto essere lì, al loro fianco, per difenderli.

inviato il 13/12/2012
Nei segnalibri di:

L'Amore Rubato

immagine copertina
Serena Beoni
L'Amore Rubato
I Libri di Pan 2006
10 righe da pagina 155:

Dopo qualche minuto di attesa, in fondo alla strada, comparve la più bella carrozza mai vista trainata da due maestosi cavalli bianchi, completamente addobbata da nastri di raso, anch’essi bianchi, intervallati da splendidi mazzi di rose bianche e gialle, il cocchiere fermò i cavalli e dalla carrozza scese per primo Leonardo, gli andarono incontro Ugo, che insieme a lui aiutò Giuliano a scendere, e Samuele che invece aiutò la madre. I due accompagnarono Margherita e il marito in chiesa, poi Samuele tornò indietro, sulla porta, e fece cenno al fratello che tutto era in ordine e che poteva far scendere la sposa.

inviato il 13/12/2012
Nei segnalibri di:

I Segreti della luna

immagine copertina
Serena Beoni
I Segreti della luna
I Libri di Pan 2010
10 righe da pagina 91:

Stasera, invece, non ci sono solo le stelle, c'è anche la luna. E la luna è grande, piena e io la guardo e l'ammiro. Fantastico che quel cerchio luminoso abbia un cuore, un'anima e la sento così vicina, quasi come una amica cara e preziosa alla quale si può rivelare tutto; poi sorrido al pensiero, immaginando che altri milioni di persone, esattamente come me, le avranno affidato le loro confidenze. Pensa Alice,centinaia di migliaia di persone che le parlano a cuore aperto e lei lì, da evi, ad accogliere generosamente tutte quelle intimità che le vengono concesse e che custodirà gelosamente per l'eternità. Segreti Alice, i segreti della luna.

inviato il 13/12/2012
Nei segnalibri di:

L'ombra del vento

immagine copertina
Carlos Ruiz Zafón
L'ombra del vento
MONDADORI
10 righe da pagina 326:

Le labbra gli tremavano. Era invecchiato di cento anni dall'ultima volta che lo avevo visto.
"E' la storia che cercava, Daniel. La storia di una donna che non ho mai conosciuto, anche se portava il mio stesso nome e nelle sue vene scorreva il mio stesso sangue. Adesso è sua."

inviato il 13/12/2012
Nei segnalibri di:

Donne in cammino - racconti

immagine copertina
Serena Beoni
Donne in cammino - racconti
Youcanprint 2012
10 righe da pagina 39:

Sento i rumori dei preparativi al di la della barricata, come gli accordi di un’orchestra che si organizza per la sua esibizione; e anch’io mi preparo, mentre lo spazio d’attesa inizia a ridursi.
Ci sono momenti in cui sono certa di essere la persona più fortunata di questo mondo, e non lo asserisco solo per essere giudicata brava; lo dico perché sono la testimonianza vivente che tutto è possibile, basta solo volerlo.
Quello stesso cuore che presto tornerà a battiti regolari, adesso sussulta: è arrivato lui e mi prende per mano. Il sipario si apre e noi facciamo il nostro ingresso trionfale, finalmente la tensione si scioglie perdendosi nelle vorticose piroette di un valzer, la mia sedia a rotelle non è più un ostacolo e io danzo con ali di farfalla.

inviato il 13/12/2012
Nei segnalibri di:

Donne in cammino - racconti

immagine copertina
Serena Beoni
Donne in cammino - racconti
youcanprint 2012
10 righe da pagina 39:

Ci sono giorni in cui odio la vita. Non è bello quello che mi passa per la testa, in quei momenti.
Eppure nessuno più di me ama la vita, anche così, come la vivo io.
Ci sono momenti in cui il cuore batte senza controllo; quando qualcuno mi guarda con occhio giudice o mi commisera, ma il cuore, il mio cuore, non ha bisogno di compassione né di lodi ipocrite, lui ha bisogno di emozione, quella vera. Come quella che sto provando in questo stesso istante, mentre lo spazio d’attesa sembra incolmabile.
Ci sono momenti in cui odio le persone. Neanche questa affermazione mi rende orgogliosa ma, a volte, mi nutro di quel sentimento come fosse l’unico modo per difendermi da chi infierisce usando la lingua come la peggiore delle lame, in certi casi per ingenuità, in altri solo per la voglia di ferire. E il mio cuore continua a battere…

inviato il 13/12/2012
Nei segnalibri di:

La coscienza di Zeno

immagine copertina
Italo Svevo
La coscienza di Zeno
Newton Compton Editori 2011
10 righe da pagina 91:

Adesso che son qui, ad analizzarmi, sono colto da un dubbio: che io forse abbia amato tanto la sigaretta per poter riversare su di essa la colpa della mia incapacità? Chissà se cessando di fumare io sarei divenuto l'uomo ideale e forte che m'aspettavo? Forse fu tale dubbio che mi legò al mio vizio perché è un modo comodo di vivere quello di credersi grande di una grandezza latente. Io avanzo tale ipotesi per spiegare la mia debolezza giovanile, ma senza una decisa convinzione. Adesso che sono vecchio e che nessuno esige qualche cosa da me, passo tuttavia da sigaretta a proposito, e da proposito a sigaretta. Che cosa significano oggi quei propositi? Come quell'igienista vecchio, descritto dal Goldoni, vorrei morire sano dopo di esser vissuto malato tutta la vita?

inviato il 31/01/2013
Nei segnalibri di:

Orgoglio e pregiudizio

immagine copertina
Jane Austen
Orgoglio e pregiudizio
Tradotto da Donatella Cena
I giganti Gulliver 1995
10 righe da pagina 224:

"Si direbbe che abbiate un intenso interesse per gli affari di quel signore"disse darcy con voce meno calma e acendendosi in volto.
"E chi mai sapendo delle sue disgrazie,non proverebbe interesse per lui?"
"Le sue disgrazie!"ripetè Darcy sprezzante"giàle sue disgrazie sono state grandi davvero.""Si direbbe che abbiate un intenso interesse per gli affari di quel signore"disse Darcy con voce meno calma e acendendosi in volto.
"E chi mai sapendo delle sue disgrazie,non proverebbe interesse per lui?"
"Le sue disgrazie!"ripetè Darcy sprezzante"già le sue disgrazie sono state grandi davvero."
"E causate da voi "esclamò con forza Elizabeth."Siete stato voi a ridurlo nel suo presente stato di povertà.Voi gli avete rifiutato quei vantaggi che ben sapevate gli erano stati destinati.Voi lo avete privato negli anni migliori della sua vita di quell'indipendenza che gli era dovuta non meno che meritata.Voi avete fatto tutto questo! e non di meno vi permettete di parlare delle sue sfortune con scherno e con disprezzo....

inviato il 08/01/2013
Nei segnalibri di:

Enrico IV

immagine copertina
Luigi Pirandello
Enrico IV
A. MONDADORI 2011
10 righe da pagina 13:

Di che ti meravigli, scusa? Se ti mettono davanti uno specchio, non ti ci vedi forse vivo, d'oggi, vestito così di spoglie antiche? Ebbene, lì, è come se ci fossero due specchi, che ridanno immagini vive, qua in mezzo a un mondo che - non te ne curare-vedrai, vedrai, vivendo con noi, come si ravviverà tutto anch'esso.
Bertoldo: Oh! Badate che io non voglio impazzire qua!
Arialdo: Ma che impazzire! Ti divertirai!
Bertoldo: Oh, ma dico, e com'è che voi siete diventati tutti così sapienti?
Landolfo: Caro mio, non si ritorna indietro d'ottocent'anni
nella storia senza portarsi appresso un po' di esperienza.

inviato il 15/10/2012
Nei segnalibri di:

Ricordati di essere felice

immagine copertina
Christine Orban
Ricordati di essere felice
Tradotto da Luisa Collodi
EDIZIONI PIEMME 2009
10 righe da pagina 120:

Papà mi aveva insegnato, quando le cose andavano male, a entrare nel mio guscio e così, quando ero ben raggomitolata intorno a me stessa, gli attacchi scivolavano sulla mia conchiglia senza farmi del male. Anche Fifi si ricordava di quel suggerimento: "Tuo padre ti dava questi consigli perché sapeva che tu volevi la luna e che avresti combattuto per ottenerla, ma temeva che, una volta conquistata la luna, avresti desiderato Marte o Saturno. Temeva che tu portassi con te, anche da adulta, quell'eterna insoddisfazione, applicandola alla vita e a tutto quello che ha di meno essenziale"

inviato il 25/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Daniela! Sono contenta di aver suscitato un emozione con la scelta di queste 10 righe! Ho letto le tue e sono molto interessata, contatto subito la redazione e ti ringrazio per questo regalo! I libri consigliati sono i migliori =)

Buona sera Flavia, con queste mie righe http://scrivi.10righedailibri.it/le-buone-vecchie-maniere lo staff mi ha assegnato un libro incentivo. Poiché di recente ne ho avuti assegnati 2 e le tue righe mi hanno emozionato ho pensato di donare a te questo libro incentivo. Se è di tuo gradimento mettiti in contatto con lo Staff. Buona serata e buone letture a tutti. Daniela

segnalibro

L'Amore Rubato

immagine copertina
Serena Beoni
L'Amore Rubato
I Libri di Pan
10 righe da pagina 155:

Dopo qualche minuto di attesa, in fondo alla strada, comparve la più bella carrozza mai vista trainata da due maestosi cavalli bianchi, completamente addobbata da nastri di raso, anch’essi bianchi, intervallati da splendidi mazzi di rose bianche e gialle, il cocchiere fermò i cavalli e dalla carrozza scese per primo Leonardo, gli andarono incontro Ugo, che insieme a lui aiutò Giuliano a scendere, e Samuele che invece aiutò la madre. I due accompagnarono Margherita e il marito in chiesa, poi Samuele tornò indietro, sulla porta, e fece cenno al fratello che tutto era in ordine e che poteva far scendere la sposa.

inviato il 18/12/2012
Nei segnalibri di:

Il ritratto di Dorian Gray

immagine copertina
Oscar Wilde
Il ritratto di Dorian Gray
Idealibri
10 righe da pagina 4:

Mentre il pittore riguardava la forma graziosa e attraente ch'egli aveva tanto abilmente riflessa nell'arte sua, passava e sembrava indugiare sul suo viso un sorriso di piacere. improvvisamente però si alzò in piedi e, chiudendo gli occhi si pose le dita sulle palpebre, quasi volesse imprigionare nel proprio cervello qualche sogno strano dal quale temesse di esser destato. "E' la tua opera migliore Basil, quello che hai fatto di meglio" disse languidamente Lord Henri

inviato il 18/12/2012
Nei segnalibri di:

I Segreti della luna

immagine copertina
Serena Beoni
I Segreti della luna
I Libri di Pan
10 righe da pagina 283:

Terminata di leggere la lettera, Alice comprese: i sogni, le sensazioni, le apparizioni, il pianto... Bianca la stava chiamando, le stava chiedendo aiuto, adesso ne aveva la certezza.
"Alice se quel che c'è scritto è vero, tu discendi da Cosimo... questo spiegherebbe come mai il baule sia passato di generazione in generazione sino a te."
"Adesso tutto mi è più chiaro, Sergio... Bianca chiede giustizia... Nella lettera, Cosimo scrive 'adesso le mura vi hanno', ma cosa intende dire?"

inviato il 18/12/2012
Nei segnalibri di:

Uno, nessuno e centomila

immagine copertina
Luigi Pirandello
Uno, nessuno e centomila
Tradotto da A cura di Ugo M. Olivieri
I CLASSICI UNIVERSALE ECONOMICA FELTRINELLI 1970

L’idea che gli altri vedevano in me uno che non ero io quale mi conoscevo; uno che essi soltanto potevano conoscere guardandomi da fuori con occhi che non erano i miei e che mi davano un aspetto destinato a rendermi sempre estraneo, pur essendo in me, pur essendo il mio per loro (un “mio” dunque che non era per me!); una vita nella quale pur essendo la mia per loro, io non potevo penetrare, quest’idea non mi diede più requie.
Come sopportare in me questo estraneo? Questo estraneo che ero io stesso per me? Come non vederlo? Come non conoscerlo?
Come restare per sempre condannato a portarmelo con me, in me, alla vista degli altri e fuori intanto dalla mia?

inviato il 10/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Barbara ti comunico che le tue righe sono state scelte come migliori della settimana!!! Complimenti a breve riceverai un libro incentivo, facci avere un tuo recapito a
libroincentivo@10righedailibri.it

Senza faccine, pubblicate anche voi per favore.

Non avevo dubbi!

Adoro questo libro, questa concezione e Pirandello!

Diario

immagine copertina
Anna Frank
Diario
Tradotto da Arrigo Vita
Einaudi 1977
10 righe da pagina 298:

E' un gran miracolo che io non abbia rinunciato a tutte le mie speranze perché esse sembrano assurde e inattuabili. Le conservo ancora, nonostante tutto, perché continuo a credere nell'intima bontà dell'uomo. Mi è impossibile costruire tutto sulla base della morte, della miseria, della confusione. Vedo il mondo mutarsi lentamente in un deserto, odo sempre più forte avvicinarsi il rombo che ucciderà noi pure, partecipo al dolore di milioni di uomini, eppure, quando guardo il cielo, penso che tutto si volgerà nuovamente al bene, che anche questa spietata durezza cesserà, che ritorneranno l'ordine, la pace e la serenità.

inviato il 15/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie! E' un grande onore per me... oltre al fatto che a quelle righe sono molto legato: più volte le ho usate come traccia di un tema scolastico. Sono così profonde e coinvolgenti che non sembrano neppure scritte da una ragazzetta così giovane. Ciao, dolcissima Anna!!!

Marcello abbiamo pubblicato le tue 10 righe nell'album http://www.10righedailibri.it/gallery/giorno-della-memoria-27-gennaio/di...

anche se l'ordinem la pace e la serenità non regnano ancora nel nostro mondo, cerchiamo di continuare a vedere il sole con gli occhi innocenti di Anna

Grande piccola Anna!

RACCONTI

immagine copertina
EDGAR ALLAN POE
RACCONTI
Tradotto da Mariarosa Mancuso
UNIVERSALE ECONOMICA FELTRINELLI (I CLASSICI) 1998
10 righe da pagina 102:

Era disse un male ereditario, costituzionale, un male per il quale disperava di trovare una cura. Solo un disturbo nervoso, aggiunse subito, che sarebbe senza dubbio scomparso in poco tempo. Si manifestava con una serie di sensazioni innaturali, alcune delle quali, mentre me le descriveva, mi incuriosirono e turbarono. Ma forse ero più che altro colpito dal modo in cui ne parlava e dai termini usati. Soffriva di una patologica acutezza dei sensi. Riusciva a tollerare solo cibi insipidi, a indossare abiti confezionati con stoffe particolari. Il profumo di qualunque fiore gli riusciva insopportabile. I suoi occhi erano abbaglianti anche dalla luce più foca. E soltanto certi suoni particolari, provenienti da strumenti a corda, non gli ispiravano orrore. Mi accorsi che era schiavo di un terrore del tutto singolare. “Morirò” disse. Certamente morirò di questa maledetta follia.

inviato il 03/12/2012
Nei segnalibri di:

I Segreti della luna

I Segreti della luna 4 years 48 settimane fa

Grazie! E' un piacere condividere con tutti voi i miei scritti e le mie letture!

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy