Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di kuznana17

40 Novelle

immagine copertina
Hans Christian Andersen
40 Novelle
Tradotto da Maria Pezzé Pascolato
EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO 2006
10 righe da pagina 84:

Alla fine arrivarono nei paesi caldi. Là il sole splendeva più vivido che da noi; il cielo
sembrava il doppio più alto; sui poggi e nei campi, filari di viti che non finivano più, e sulle viti grappoloni enormi color di viola e d'oro; i limoni e gli aranci formavano boschi addirittura, tutti carichi di frutta: l'aria era profumata di mirto e di rose e nelle strade era tutta un'allegria di bimbi che giuocavano a rincorrere le farfalle screziate di mille colori. Ma la rondine non si fermò neppur lì; e vola, e vola, e vola, più volavano e più bello diveniva tutto all'intorno. Finalmente, sotto a certi begli alberi verdi, alti alti, presso ad un lago azzurro, eccoti un bel palazzo di marmo bianco e lucente. La vite si arrampicava per gli alti colonnati; sotto al tetto c'erano molti nidi di rondine, ed in uno di questi stava di casa la rondinella che aveva portato Pollicina."Ecco la mia casa!"— disse la rondine

inviato il 18/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao!
Scegli le 10righe vincitrici a cui assegnare il premio tra le citazioni postate tra il 24 e il 31 dicembre.
Se vuoi inoltre donare il tuo libro incentivo comunicalo sia qua sia nella pagina del ricevente :)

Chiedo scusa ai lettori e allo Staff ma ho avuto problemi con il pc poi Natale e le feste hanno fatto il resto.... Mi sono dimenticato di proclamare il vincitore o lavincitrice della setimana. Non so se faccio ancora in tempo io l`email per illibro incentivo non l`ho ancora inviata e credo anche che forse non ho diritto al libro incenivo vinto, aspetto vostre comunicazioni scusandomi ancora e nel caso in cui posso avere il libro incentivo vorrei donarlo. Grazie e scusatemi :(

Innanzitutto auguri di buon Natale, e grazie pper il libro incentivo a tutti coloro che mi hanno votato allo staff e le case editrici. In settimana sceglierò le righe :-)

Ciao Francesco ti comunico che hai ottenuto il maggior numero di segnalibri e ti sei aggiudicato il libro incentivo. Per formalizzare questa tua vincita devi fare due cose
1) scegliere le tue righe preferite fra quelle che verranno pubblicate questa settimane
2) fornirci un indirizzo a cui far arrivare il libro
libroincentivo@10righedailibri.it

NORWEGIAN WOOD TOKYO BLUES

immagine copertina
Haruki Murakami
NORWEGIAN WOOD TOKYO BLUES
Einaudi Tascabili

La ragione per cui di sera la bandiera dovesse essere abbassata non l'ho mai capita. Anche di notte la nazione continua a esistere, e ci sono tante persone che lavorano.
Operai delle ferrovie, autisti di taxi, entraîneuses, pompieri di turno, vigilanti; il fatto che tutte queste persone che lavorano di notte dovessero essere private della protezione della bandiera, mi sembrava un po' discriminatorio.
Non che si trattasse di una questione tanto importante.
Era quel tipo di cose che la gente non prende nemmeno in considerazione.

inviato il 10/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuta Martina :)
Nome del traduttore, anno di edizione e numero della pagina da cui hai tratto la citazione?

IL VAGABONDO

immagine copertina
KHALIL GIBRAN
IL VAGABONDO
Tradotto da Isabella Farinelli
Oscar Mondadori 2004
10 righe da pagina 5:

Un giorno Bellezza e Bruttezza si incontrarono sulla riva del mare. E dissero l'una all'altra, "Facciamo il bagno nel mare". Si svestirono e notarono nell'acqua. E dopo un poco Bruttezza tornò indietro sulla riva e si vestì di bellezza e camminò per la sua strada. Anche bellezza venne fuori dal mare, e non trovò le sue vesti, e lei era troppo timida per rimanere nuda, perciò indossò le vesti di bruttezza. E bellezza andò per la sua strada. E ancora oggi uomini e donne scambiano l'una per l'altra. Eppure c'è qualcuno che ha visto il viso di Bellezza, e la riconoscono nonostante i suoi abiti. E c'è qualcuno che riconosce il viso di Bruttezza, e l'abito non la nasconde dai loro occhi.

inviato il 05/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Grande saggezza di Khalil.....

Si Valentina 10 righe veramente Stupende di Gibran... :)

bellissime righe *_*

Aggiunta :)

Ops!!! mi sono dimenticata la Traduzione Isabella Farinelli.

Giulio Cesare

immagine copertina
William Shakespeare
Giulio Cesare
Tradotto da Goffredo Raponi
London & Glasgow Collins 1998
10 righe da pagina 56:

I cieli son dipinti
d’infinite scintille tutto fuoco,
e ciascuna rifulge come l’altre,
ma ve n’è una ch’è fissa ed immobile
sempre allo stesso punto.
Così nel mondo: è brulicante d’uomini,
fatti di carne e sangue tutti quanti,
e dotati di seme d’intelletto;
e tuttavia in questa moltitudine
io non ne so che uno
che stia saldo, ed immoto, e inespugnabile:
e quell’uno son io.

inviato il 14/12/2012
Nei segnalibri di:

Il mago dei numeri

immagine copertina
Hans M. Enzensberger
Il mago dei numeri
Tradotto da Enrico Ganni
Einaudi 1998
10 righe da pagina 11:

- È qui che ti voglio, mio caro, rispose il vecchio. Di magico i numeri hanno che sono semplici. In fondo non ti serve nemmeno la calcolatrice. Per cominciare ti basta una sola cosa: l’uno. Puoi farci quasi tutto. Se ad esempio i numeri grandi ti fanno paura, diciamo ad esempio cinquemilionisettecentoventitremilaottocentododici, allora comincia così:
1+1
1+1+1
1+1+1+1
1+1+1+1+1

e poi prosegui, fino a cinquemilionieccetera. Non mi dirai che è troppo complicato! Ci arriva anche un cretino. O no?
- Beh, sì, rispose Roberto.
- E non è tutto, proseguì il mago. In mano adesso reggeva un bastone da passeggio col pomello d’argento che agitava davanti al naso di Roberto.
- Quando arrivi a cinquemilionieccetera continui a contare. Vedrai che puoi andare avanti all'infinito. Perché i numeri sono infiniti.

inviato il 25/11/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al Gioco domenicale #7 http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-7-le-scienze

L'isola delle farfalle

immagine copertina
Corina Bomann
L'isola delle farfalle
Tradotto da Sara Congregati
Giunti 2012
10 righe da pagina 46:

Al piano di sopra, accanto alla sua camera e a una stanza degli ospiti arredata nello stesso modo, c’era anche una piccola biblioteca dove durante le vacanze, quando fuori imperversava il temporale, Diana si ritirava spesso con una candela, nonostante ci fosse la corrente elettrica. Gli avvertimenti della zia Emmely a non rovinarsi gli occhi leggendo praticamente al buio non erano mai stati ascoltati, poiché niente per Diana era più stimolante che sfogliare un vecchio libro, il più delle volte illustrato, immaginando di vivere in un’altra epoca.

inviato il 28/11/2012
Nei segnalibri di:

Per chi suona la campana

immagine copertina
Ernest Hemingway
Per chi suona la campana
Tradotto da Maria Napolitano Martone
A. MONDADORI 1998
10 righe da pagina 47:

“Io ne ho abbastanza di farmi dar la caccia. Qui stiamo bene. Ma se fate saltare qui un ponte, ci daranno la caccia. Se scoprono che stiamo qui, se mandano degli aeroplani, ci scoveranno. Se ci mettono alle calcagna i mori, quelli ci troveranno e dovremo sloggiare. Io sono stufo di tutto questo. Hai capito?” disse volgendosi a Robert Jordan. “Con che diritto tu, uno straniero, vieni a dirmi quello che debbo fare?”
“Io non ti ho detto affatto quello che devi fare” gli disse Robert Jordan.
“Ma me lo dirai fra poco” disse Pablo. “Sì, questo è il malanno!”[…]
“Io sono venuto qui solo perché mi ci hanno mandato” gli disse Robert Jordan. “Ho ricevuto i miei ordini da quelli che dirigono la guerra. Se ti chiedo di aiutarmi, tu puoi rifiutarti, e io troverò altri che mi aiutano. Non ti ho ancora nemmeno chiesto il tuo aiuto. Io debbo fare quello che mi è stato ordinato e posso assicurarti che si tratta di una cosa molto importante. Non è colpa mia se sono uno straniero;preferirei esser nato qui.”

inviato il 02/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo al Giuoco domenicale #8 Cronache dal fronte + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-8-cronache-dal-fronte

Espiazione

immagine copertina
Ian McEwan
Espiazione
Tradotto da Susanna Basso
Einaudi 2005
10 righe da pagina 233:

Stavano superando altri corpi sulla strada, nei fossi, sui marciapiedi, a dozzine, militari e civili. Il fetore era atroce e si insinuava tra le pieghe degli abiti. Il convoglio era entrato in un villaggio bombardato, o forse nella periferia di una cittadina: il posto era ormai un unico cumulo di macerie, perciò risultava impossibile stabilirlo. Chi ci faceva caso, comunque? Chi avrebbe mai potuto descrivere questo caos ricordando i nomi dei singoli paesi e le date da consegnare ai libri di storia? Per poi assumere un punto di vista razionale sulla vicenda, e incominciare a distribuire le colpe? Nessuno avrebbe mai saputo cosa significava essere stati qui.

inviato il 02/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

:)

Grazie Elena! Mi ricordavo già dall'altra citazione che hai adorato questo libro come me :-)

Bellissimo

Partecipo al Giuoco domenicale #8 Cronache dal fronte + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-8-cronache-dal-fronte

Diario semiserio di una redattrice a progetto

immagine copertina
Sara Lorenzini
Diario semiserio di una redattrice a progetto
A. MONDADORI 2010
10 righe da pagina 23:

Ma gli otto mesi di stage, senza vedere un euro, non ci volevano. Sono stati duri. E allora sono stati i miei genitori ad aiutarmi, senza farmelo pesare, senza che nemmeno glielo chiedessi. Altrimenti quei mesi non me li sarei potuti permettere. I fine settimana da babysitter da tre ragazzini viziati non sarebbero bastati a coprire tutte le spese. Insomma, il precariato ormai è una condizione da privilegiati. Non tutti se lo possono garantire. Io sono stata fortunata. Se non hai la famiglia alle spalle, col cavolo che puoi investire in quattro, sei, otto mesi di tirocinio gratuito per imparare un lavoro che nessuno ha il tempo di insegnarti. E finisce che rinunci, trovi altro, ti accontenti. E se ti dice bene, ti appassioni, vai avanti, diventa la tua vita. E allora è fatta, qualsiasi cosa sia. Perché sono convinta che una vita privata favolosa non basti. Secondo me è il lavoro, più di ogni altra cosa, ad affermare la tua identità sociale.

inviato il 13/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

E' vero, Marcello. L'ho postato perché ho pensato che riassumesse bene il sentire comune odierno. Il romanzo di Sara Lorenzini, pur essendo una lettura ironica e leggera nei toni, affronta temi importanti come la precarietà.

E' un brano molto interessante e dolorosamente attuale.

Tutti i romanzi

immagine copertina
Jane Austen
Tutti i romanzi
Tradotto da Italia Castellini, Fiorenzo Fantaccini, Elena Grillo, Maria Felicita Melchiorri, Pietro Meneghelli, Riccardo Reim, Natalia Rosi
Newton Compton 2011
10 righe da pagina 36:

“Non sono un lettore di romanzi… Raramente do un’occhiata a un romanzo… Non crediate che legga spesso romanzi… Non male per essere un romanzo.” Questa è la solita solfa. “Cosa state leggendo, signorina?” “Oh, è solo un romanzo!”, risponde la giovane donna posando il libro con indifferenza affettata o addirittura con vergogna. “È solo Cecilia, o Camilla, o Belinda” ovvero, in breve, sono solo opere in cui si dimostrano le più grandi capacità intellettuali, la più profonda conoscenza della natura umana nella più limpida descrizione della sua varietà, la più vivace effusione di spirito e di umorismo, il tutto in un linguaggio scelto e garbato.

inviato il 16/12/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Queste righe sono per festeggiare la grandissima Jane Austen, creatrice di romanzi indimenticabili. Il brano è stato scelto dalle prime pagine de "L'Abbazia di Northanger".

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy