Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di zerofantasiabijoux

Il ritratto di Dorian Gray

immagine copertina
Oscar Wilde
Il ritratto di Dorian Gray
Tradotto da Luciana Pirè
Acquarelli 2004
10 righe da pagina 48:

Tra un mese la clematide sarà coperta di stelle purpuree e, anno dopo anno, il verde cupo delle sue foglie racchiuderà altre stelle purpuree. Ma la giovinezza non ritorna. I palpiti gioiosi che battono dentro di noi a vent'anni si fanno sempre più lenti; le membra si indeboliscono, i sensi si sfibrano. Ci tocca degenerare in ripugnanti fantocci, ossessionati dalla memoria di passioni di cui abbiamo avuto troppa paura e di tentazioni sublimi alle quali non abbiamo avuto il coraggio di cedere. Giovinezza! Non c'è nulla al mondo che valga la giovinezza!

inviato il 27/06/2014
Nei segnalibri di:

Cuore di cane

immagine copertina
Michail Bulgakov
Cuore di cane
Tradotto da Viveka Melander
Newton Compton Editori 1975
10 righe da pagina 50:

Ma, mi domando, perché, da quando è cominciata questa storia, tutti vanno con le galosce sporche e gli stivali di feltro su per la scala di marmo? perché, ancora adesso, è necessario tenere sotto chiave le galosce? E per di più metterci un soldato a guardia per impedire che qualcuno se le porti via? perché hanno levato il tappeto dalla scala principale? Forse Karl Marx ha scritto da qualche parte che è necessario sprangare l'ingresso numero 2 di Casa Kalabùchov sulla Precìst'enka, costringendo la gente a fare il giro dall'ingresso di servizio? Chi se ne avvantaggia? perché un proletario non può lasciare di sotto le proprie galosce senza imbrattare il marmo?

inviato il 18/11/2013
Nei segnalibri di:

Cuore di cane

immagine copertina
Michail Bulgakov
Cuore di cane
Tradotto da Viveka Melander
Newton Compton Editori 1975
10 righe da pagina 48:

"Il cibo, Ivàn Arnòl'dovic, è una cosa seria. Bisogna saper mangiare. La maggior parte delle persone, invece, non lo sa fare. Bisogna sapere non solo cosa mangiare, ma anche come e quando". Filìpp Filìppovic agitò il cucchiaio con aria d'importanza: "E bisogna anche sapere di che cosa parlare durante il pasto. Ma certo. Se lei ci tiene a digerire bene, le do un consiglio: a tavola non parli nè di bolscevismo, nè di medicina. E prima del pasto - per l'amor di Dio - non legga giornali sovietici".
"Hmm...Ma non ce ne sono altri".

inviato il 16/11/2013
Nei segnalibri di:

In fondo il buio

immagine copertina
George R. R. Martin
In fondo il buio
Tradotto da Tarallo & Tintori
Gargoyle s.r.l Roma 2012
10 righe da pagina 18:

Il porto sotto di loro era completamente illuminato nel punto in cui si ergeva, tra le altre navi più piccole, il Tremito dei Nemici Dimenticati, ma per il resto era buio. Tutt'attorno c'erano tenebre, fino all'invisibile orizzonte, dove la terra nera si mescolava con il cielo ancor più nero. La notte era illuminata soltanto da una sottilissima polvere stellare. Questo era il Margine, da una parte lo spazio intergalattico e dall'altra la polverosa cortina del Velo Tentatore.
Quel mondo pareva immerso in una solitudine peggiore di quanto Dirk avesse immaginato.Il porto sotto di loro era completamente illuminato nel punto in cui si ergeva, tra le altre navi più piccole, il Tremito dei Nemici Dimenticati, ma per il resto era buio. Tutt'attorno c'erano tenebre, fino all'invisibile orizzonte, dove la terra nera si mescolava con il cielo ancor più nero. La notte era illuminata soltanto da una sottilissima polvere stellare. Questo era il Margine, da una parte lo spazio intergalattico e dall'altra la polverosa cortina del Velo Tentatore.
Quel mondo pareva immerso in una solitudine pe

inviato il 10/11/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie!! scusate,ho visto solo ora,invio subito :)

Ciao Luisa, hai vinto il giuoco domenicale, ottieni un libro incentivo!
Per riceverlo manda un tuo recapito a libroincentivo@10righedailibri.it

Il titolo lo sistemiamo noi! :)

Staff, c'è un errore nel titolo,come faccio a modificarlo?

Partecipo al Giuoco domenicale #40: Righe dallo spazio http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-40-righe-dallo-spazio

Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare

immagine copertina
Luis Sepúlveda
Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare
Tradotto da Rita Sala
Guanda 2002
10 righe da pagina 69:

Zorba saltò. Mentre era in aria sfoderò tutti e dieci gli artigli delle zampe anteriori e, quando atterrò in mezzo ai due furfanti, sbattè loro le teste per terra.
Cercarono di rialzarsi, ma non ci riuscirono perchè entrambi avevano un orecchio trapassato da un artiglio.
"Mamma! Mi volevano mangiare!" stridette il piccolo.
"Mangiarci suo figlio? Nossignora. Niente affatto" miagolò uno con la testa schiacciata per terra.
"Siamo vegetariani, signora. Vegetariani stretti" assicurò l'altro.

inviato il 04/01/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie! è un vero piacere :)

Benvenuta Luisa : )

Come un romanzo

immagine copertina
Daniel Pennac
Come un romanzo
Tradotto da Y. Mélaouah
Feltrinelli (collana Universale economica) 2013
10 righe da pagina 39:

Noi che abbiamo letto e affermiamo di voler diffondere l'amore per il libro, preferiamo troppo spesso il ruolo di commentatori, interpreti, analisti, critici, biografi, esegeti di opere rese mute dalla devota testimonianza che diamo della grandezza. Imprigionata nella fortezza delle nostre competenze, la parola dei libri lascia il posto alla nostra parola. Invece di permettere all'intelligenza del testo di parlare per bocca nostra, ci affidiamo alla nostra personale intelligenza, e parliamo del testo. Non siamo gli emissari del libro, ma i custodi giurati di un tempo di cui vantiamo le meraviglie con parole che non chiudono le porte: "Bisogna leggere! Bisogna leggere".

inviato il 08/07/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

;)

Ho adorato questo piccolo libro ma così intenso!

Il Trono di Spade - Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco

immagine copertina
George R.R. Martin
Il Trono di Spade - Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco
Tradotto da Sergio Altieri
Oscar Mondadori 2013
10 righe da pagina 22:

Nelle vene degli Stark scorre il sangue dei Primi Uomini. E noi Stark crediamo ancora che chi pronuncia la sentenza debba essere anche colui che cala la spada. L'uomo che toglie la vita a un altro uomo ha il dovere di guardarlo negli occhi e di ascoltare le sue ultime parole. Se il giustiziere non riesce ad affrontare questo, allora forse il condannato non merita la morte. Un giorno, Bran, tu sarai l'alfiere di Robb. Avrai un tuo castello che comanderai nel nome di tuo fratello e del tuo re e avrai su di te anche il fardello della giustizia, dal quale non dovrai trarre alcun godimento, ma al quale non dovrai neppure sottrarti. Un sovrano che si nasconde dietro un boia fa in fretta a dimenticare che cos'è la morte.

inviato il 08/07/2014
Nei segnalibri di:

Il ritratto di Dorian Gray

immagine copertina
Oscar Wilde
Il ritratto di Dorian Gray
Tradotto da Luciana Pirè
Acquarelli 2004
10 righe da pagina 48:

Tra un mese la clematide sarà coperta di stelle purpuree e, anno dopo anno, il verde cupo delle sue foglie racchiuderà altre stelle purpuree. Ma la giovinezza non ritorna. I palpiti gioiosi che battono dentro di noi a vent'anni si fanno sempre più lenti; le membra si indeboliscono, i sensi si sfibrano. Ci tocca degenerare in ripugnanti fantocci, ossessionati dalla memoria di passioni di cui abbiamo avuto troppa paura e di tentazioni sublimi alle quali non abbiamo avuto il coraggio di cedere. Giovinezza! Non c'è nulla al mondo che valga la giovinezza!

inviato il 27/06/2014
Nei segnalibri di:

Saltatempo

immagine copertina
Stefano Benni
Saltatempo
Feltrinelli 2010
10 righe da pagina 42:

Sfondo un muro di rovi e la vedo.
E' tutta coperta di muschio, un filo d'acqua cristallina scende da una grondaia di legno, canta e si mescola nell'acqua verde, tutto è umido, oscuro e fresco, è un posto sacro, gocce cadono dalle foglie che sporgono sul bordo e disegnano cerchi, stille misteriose piovono dall'alto. I calici delle epatiche e le punte delle felci vibrano mosse da vite nascoste, passi di maggiolini, strisciare di lumache, agguati di ragni. Posso sentire i diversi strumenti dell'acqua, schioccanti, fruscianti, gorgoglianti. Tante note, compreso il mormorio del rigagnolo ai miei piedi. Bevo, l'acqua sa di corteccia. Lentamente l'oscurità e il rumore delle gocce mi ipnotizzano.

inviato il 25/06/2014
Nei segnalibri di:

Alice nel Paese delle Meraviglie

immagine copertina
Lewis Carroll
Alice nel Paese delle Meraviglie
Tradotto da Elda Bossi
Giunti Demetra 2007
10 righe da pagina 66:

-Micino Paraguay- cominciò, piuttosto timidamente perché non era affatto certa che quel nome gli piacesse (comunque il Gatto si limitò a ghignare un po' di più e Alice interpretò il fatto come un'espressione di compiacimento) -mi potrebbe dire, per favore, che strada devo prendere per uscire di qui?
-Dipende in buona parte da dove lei vuole andare- rispose il Gatto.
-Qua o là, non ha grande importanza per me...
-E allora, non ha importanza per lei prendere una strada o l'altra.
-...purchè arrivi in qualche posto- soggiunse Alice a modo di spiegazione.
-Oh, in quanto a questo, può essere sicura di riuscire: non ha che da cominciare.

inviato il 26/06/2014
Nei segnalibri di:

La metamorfosi

immagine copertina
Franz Kafka
La metamorfosi
Tradotto da Luigi Coppé
Newton Compton Editori 2013
10 righe da pagina 5:

Quando Gregor Samsa si risvegliò una mattina da sogni tormentosi si ritrovò nel suo letto trasformato in un insetto gigantesco. Giaceva sulla schiena dura come una corazza e sollevando un poco il capo poteva vedere la sua pancia convessa, color marrone, suddivisa in grosse scaglie ricurve; sulla cima la coperta, pronta a scivolar via, si reggeva appena. Le sue numerose zampe, pietosamente esili se paragonate alle sue dimensioni, gli tremolavano disperate davanti agli occhi. "Che cosa mi è successo?", pensò. Non era un sogno.

inviato il 05/05/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Ok, grazie.

Sì corretto :)

Dato che è la prima volta che sono il più segnalibrato, una volta scelte le 10righe della settimana che preferisco, sotto scrivo che le ho scelte e che l'autore deve mandarvi un email per ricevere il libro incentivo e dopo vi mando un email indicando le 10righe scelte. Tutto corretto?

Ciao Giovanni, Lunedì prossimo ricorda di scegliere le 10righe che preferisci tra quelle postate da oggi a domenica 18 Maggio. Grazie :D

Grazie :)

Dance Dance Dance

immagine copertina
Haruki Murakami
Dance Dance Dance
Tradotto da Giorgio Amitrano
Einaudi Super ET 2013
10 righe da pagina 110:

- Danzare, -r ispose. - Continuare a danzare, finchè ci sarà musica. Capisci quello che ti sto dicendo? Devi danzare. Danzare senza mai fermarti. Non devi chiederti perchè. Non devi pensare a cosa significa. Il significato non importa, non c'entra. Se ti metti a pensare a queste cose, i tuoi piedi si bloccheranno. E una volta che si saranno bloccati, io non potrò più fare niente per te. Tutti i tuoi collegamenti si interromperanno. Finiranno per sempre. E tu potrai vivere solo in questo mondo. Ne sarai progressivamente risucchiato. Perciò i tuoi piedi non dovranno mai fermarsi. Anche se quello che fai può sembrarti stupido, non pensarci. Un passo dopo l'altro, continua a danzare.

inviato il 14/05/2014
Nei segnalibri di:

Rumore di mamma

immagine copertina
Laura Tangorra
Rumore di mamma
Mondadori 2005
10 righe da pagina 100:

Esiste, per fortuna, un gruppo più numeroso al quale noi tutte ci auguriamo di appartenere, quello delle mamme normali, che si barcamenano tra il lavoro, la casa e la famiglia senza fermarsi mai. che quando si concedono una serata in compagnia di un bel libro, lo fanno fingendo di non sentire la voce del bucato che chiama per essere stirato e fingendo di non vedere la polvere sdraiata sulle mensole che le guarda ghignando. C'è qualcosa che ci accomuna tutte... è la certezza che noi vivremo per sempre, perchè una mamma non muore mai.
Resta in ogni cielo azzurro, tra i profumi della primavera, nelle nuvole che portano neve, nei colori dell'autunno. Resta nel profumo del caffè. Vive nel ricordo dei suoi figli e in ciò che credono di aver dimenticato. Vive nel loro cuore ....e in quello stesso cuore, il cuore della mamma, batte ancora, tranquillo, forte sicuro. E' un coro di rintocchi, è il canto dell'amore che non finisce. E' il rumore della vita. Rumore di mamma.

inviato il 24/04/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie Natalina, tutti provano queste profonde sensazioni e soprattutto chi può solo ricordare la propria madre. A presto.

Un segnalibrone !

ToccTocc ciao Monica ,Albert Camus scrisse di sua madre "Albero Eterno ",
definizione indimenticabile...ciao

I fiumi scendevano a oriente

immagine copertina
Leonard Clark
I fiumi scendevano a oriente
Tradotto da Carlo Rossi Fantonetti
Garzanti 1996
10 righe da pagina 9:

Ogni esploratore ha due facce: quella segreta, e quella che mostra al pubblico. Le mie nascondevano entrambe il fatto che nel taschino della camicia, fermati con una
spilla di sicurezza, avevo solo mille dollari, tutto quel che possedevo al mondo, in biglietti da cento. Non era molto, ma io ero a caccia di un tesoro, e ogni cacciatore di tesori è un ottimista. Se non lo fosse, farebbe un altro mestiere. D'accordo, in quei giorni non avevo idea dove fosse nascosto l'oro, ma avevo un indizio…
Questo indizio me l'avevano dato negli Stati Uniti, il primo maggio 1946, e il 10
giugno io attraversavo l'equatore su un apparecchio della Panagra, per poi atterrare all'aeroporto di Lima, nel Perù. Ero coperto di polvere, spettinato e senza cappello.

inviato il 24/04/2014
Nei segnalibri di:

Il mercante di lana

immagine copertina
Valeria Montaldi
Il mercante di lana
PIEMME POCKET 2004
10 righe da pagina 165:

" [...] Tutte queste ricchezze a cosa servono? Il rispetto degli altri non si guadagna con lo sfarzo, ma con l'integrità del comportamento. L'ho capito troppo tardi. Ti aiuterò, Leonhardt, cercherò di parlare a Hermann, anche se dubito che capirà. In ogni caso, tu non andrai a Praborno: resterai qui con Sibilla e mi sarai vicino, se Dio vorrà, quando lui mi chiamerà al suo cospetto". Non sapevo più cosa dire, ero sbalordito, non avevo mai sentito mia madre parlare così. Lei mi ha congedato con una carezza e un bacio. Mi sono sentito strano, come se fossi tornato quel bambino che ero stato, desideroso di tenerezze materne mai ricevute.

inviato il 23/04/2014
Nei segnalibri di:

In fondo il buio

In fondo il buio 3 years 22 settimane fa

grazie!! scusate,ho visto solo ora,invio subito :)

In fondo il buio 3 years 23 settimane fa

Staff, c'è un errore nel titolo,come faccio a modificarlo?

In fondo il buio 3 years 23 settimane fa

Partecipo al Giuoco domenicale #40: Righe dallo spazio http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-40-righe-dallo-spazio

GIUOCO DOMENICALE #40: Righe dallo spazio

GIUOCO DOMENICALE #40: Righe dallo spazio 3 years 23 settimane fa

PANE E TEMPESTA

PANE E TEMPESTA 4 years 12 settimane fa

Grazie mille!

PANE E TEMPESTA 4 years 12 settimane fa

Ciao, non mi fa caricare i commenti precedenti e non vedo di quale sito state parlando,me lo ridite per favore? :)

Campagna Letturale - giochi Libridinosi

Campagna Letturale - giochi Libridinosi 4 years 13 settimane fa

La traccia dell'angelo

La traccia dell'angelo 4 years 13 settimane fa

Li ho letti quasi tutti,ma questo mi era sfuggito! :)

Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare

Storia di una gabbianella e del gatto che le insegnò a volare 4 years 15 settimane fa

Grazie! è un vero piacere :)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy