Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di massimo.piai

1984

immagine copertina
George Orwell
1984
Classici Moderni Oscar Mondadori
10 righe da pagina 207:

per un momento winston smise di leggere. da qualche parte, in lontananza, si udi' il fragore di una bomba-razzo. la beata sensazione di essere tutto solo con il libro proibito in una stanza priva di teleschermo non si era ancora dissolta. la solitudine e la sicurezza erano sensazioni fisiche e si fondevano in qualche modo con la stanchezza del corpo, la morbidezza della poltrona e la tiepida brezza che, provenendo dalla finestra, gli carezzava la guancia. il libro lo affascinava o, per dir meglio, lo rassicurava. in un certo senso non gli raccontava nulla di nuovo, ma proprio questo costituiva parte della sua attrattiva. diceva quelle cose che avrebbe scritto lui se fosse stato capace di riordinare i frammenti dei suoi pensieri. era il prodotto di una mente simile alla sua, ma immensamente piu' poderosa, piu' sistematica, meno condizionata dalla paura. i libri migliori, penso', sono quelli che vi dicono cio' che sapete gia'.

inviato il 05/04/2014
Nei segnalibri di:

matematica dilettevole e curiosa

immagine copertina
italo ghersi
matematica dilettevole e curiosa
Hoepli
10 righe da pagina 198:

l'epitaffio di diofanto --- questa tomba racchiude diofanto. oh, meraviglia! essa dice matematicamente quanto egli ha vissuto. dio gli accordò il sesto della sua vita per l'infanzia; aggiunse un dodicesimo perché le sue guance si coprissero della peluria dell'adolescenza; inoltre per un settimo fece brillare per lui la fiamma d'imene e dopo 5 anni di matrimonio gli diede un figlio, ahimé! unico ed infelice bambino al quale la parca non permise di vedere che la metà della vita di suo padre. durante quattro anni ancora consolando il suo dolore con lo studio delle cifre, diofanto raggiunse alfine il termine della sua vita.

inviato il 27/01/2013
Nei segnalibri di:

matematica dilettevole e curiosa

immagine copertina
italo ghersi
matematica dilettevole e curiosa
Hoepli
10 righe da pagina 3:

un gatto e mezzo mangiano un topo e mezzo in un minuto e mezzo. quanti gatti occorrono per mangiare 60 topi in 30 minuti?
il ragionamento che molti faranno sarà questo: se 1 gatto e 1/2 mangiano 1 topo e 1/2 in 1 minuto e 1/2, un gatto mangia un topo in 1 minuto, con relative conseguenze. l'errore consiste nel far variare oltre che il numero dei felini e quello dei rosicanti rosicati anche il tempo impiegato a rosicarli il quale evidentemente non deve variare.
la risposta è dunque: 3 gatti, che a quei molti di cui sopra sarebbero sembrati troppo pochi per mangiare i 60 topi, perché la condizione dei 30 minuti concessi si fa passare facilmente in seconda linea.
e poi, trattandosi d'un problema di matematica, non è il caso di scendere alle volgari considerazioni di capacità stomacale, ecc., dalle quali la scienza pura astrae.

inviato il 27/01/2013
Nei segnalibri di:

La regina degli scacchi

immagine copertina
Walter Tevis
La regina degli scacchi
Tradotto da Angelica Cecchi
minimum fax
10 righe da pagina 28:

A metà delle partite, mentre fissava un cespuglio coi fiori rosa fuori dalla finestra, Beth sentì la voce del signor Ganz che diceva: «Beth, ho mosso il mio Alfiere in c4», e lei rispose trasognata: «Cavallo in e5». Il cespuglio sembrava emanare luce sotto i raggi primaverili.
«Alfiere in b5», disse il signor Ganz.
«Donna in d4», replicò Beth, ancora una volta senza guardare.
«Cavallo in c6», disse bruscamente il signor Shaibel.
«Alfiere in g4, fece Beth, gli occhi fissi sui petali rosa.
«Pedone in b6». Il signor Ganz aveva la voce stranamente pacata.
«Donna in a4, scacco», disse Beth.
Sentì il signor Ganz fare un respiro profondo. Dopo un attimo lui disse: «Re in f8».
«Con questo è matto in tre», fece Beth, senza voltarsi. «Il primo scacco è col Cavallo. Il Re ha le due case nere e l’Alfiere lo mette sotto scacco. Poi il Cavallo dà scacco matto».
Il signor Ganz rilasciò il fiato lentamente. «Cristo santo!», disse.

inviato il 26/01/2013
Nei segnalibri di:

meridiano di sangue

immagine copertina
Cormac McCarthy
meridiano di sangue
Tradotto da raul montanari
einaudi
10 righe da pagina 43:

... si volta verso di loro. ha gli occhi umidi, parla lentamente. l'ira di dio è ancora assopita. è nascosta da un milione di anni prima che nascessero gli uomini e solo gli uomini hanno il potere di risvegliarla. l'inferno non è pieno neanche per metà. datemi retta. voi portate in una terra straniera la guerra concepita da un pazzo. non sveglierete solo i cani.
ma i tre se la presero con il vecchio e inveirono contro di lui finché non si allontanò lungo il banco, e come sarebbe potuta andare divesamente?
come finiscono queste cose. nella confusione e nelle imprecazioni e nel sangue. continuarono a bere e il vento soffiava nelle strade e le stelle prima alte brillavano basse a occidente e i tre giovani si scontrarono con altri e furono pronunciate parole a cui non c'era rimedio, e all'alba il ragazzo e il caporale in seconda si inginocchiarono e si piegarono sul ragazzo del missouri che aveva avuto nome earl e ripeterono questo nome ma lui non rispose.

inviato il 21/01/2013
Nei segnalibri di:

meridiano di sangue

immagine copertina
Cormac McCarthy
meridiano di sangue
einaudi
10 righe da pagina 5:

eccolo, il ragazzino. è pallido e magro, indossa una camicia di lino lisa e sbrindellata. attizza il fuoco nel retrocucina. fuori si stendono i campi arati, scuri e cosparsi di chiazze di neve, e poi i boschi più scuri che celano ancora i pochi lupi rimasti. i suoi sono noti come taglialegna e venditori d'acqua, ma in realtà suo padre era maestro di scuola. sdraiato, ubriaco, cita i versi di poeti i cui nomi sono ormai andati perduti. il ragazzino si rannicchia accanto al fuoco e lo guarda.
la notte in cui sei nato. trentatré. leonidi, le chiamavano. dio, come cadevano le stelle. con lo sguardo cercavo il buio, buchi nel cielo. l'orsa correva.
la madre morta da 14 anni aveva incubato nel ventre proprio la creatura che l'avrebbe uccisa. il padre non pronuncia mai il nome della donna, il ragazzo non lo conosce. ha una sorella al mondo che non rivedrà mai più. pallido e sporco, guarda il padre. non sa leggere né scrivere, e già gli cova dentro un gusto per la violenza insensata.

inviato il 21/01/2013
Nei segnalibri di:

meridiano di sangue

immagine copertina
Cormac McCarthy
meridiano di sangue
einaudi
10 righe da pagina 329:

l'ho capito appena vi ho visto, che tipo siete.
farai meglio ad andartene.
seduto lì a parlare di sparare a chissà chi. nessuno l'ha ancora fatto.
gli altri quattro erano fermi sul limitare del cerchio di luce del falò. il più piccolo lanciava occhiate al buio rifugio offerto dalla notte nella prateria.
vattene, disse l'uomo. stanno aspettando te.
l'altro sputò nel fuoco dell'uomo si asciugò la bocca. a nord, nella prateria, stava passando una colonna di carri appaiati, e i buoi erano pallidi e silenziosi sotto la luce stellare, e il cigolio dei carri si udiva appena in lontananza, e una lanterna con il vetro rosso li seguiva come un occhio alieno. quel paese era pieno di ragazzi violenti resi orfani dalla guerra. i suoi compagni stavano tornando a prenderlo e forse questo lo rese più audace, e forse disse altre cose all'uomo perché quando gli altri arrivarono al fuoco l'uomo si era alzato. tenetemelo fuori dai piedi, disse. se lo rivedo qui lo ammazzo.

inviato il 17/01/2013
Nei segnalibri di:

meridiano di sangue

immagine copertina
Cormac McCarthy
meridiano di sangue
einaudi
10 righe da pagina 256:

la selezione di un uomo a danno di un altro è una preferenza assoluta e irrevocabile, ed è davvero ottuso l'uomo che considera una decisione così profonda priva di un agente o di un significato. in giochi del genere, in cui la posta è l'annichilimento dello sconfitto, le decisioni sono del tutto trasparenti. l'uomo che tiene in mano una particolare combinazione di carte è in forza di ciò rimosso dall'esistenza. tale è la natura della guerra, in cui la posta in gioco è a un tempo il gioco stesso e l'autorità e la giustificazione. vista in questi termini, la guerra è la forma più attendibile di divinazione. è la verifica della propria volontà e della volontà di un altro, all'interno di quella più ampia volontà che è costretta a compiere una selezione proprio perché li lega insieme. la guerra è il gioco per eccellenza perché la guerra è in ultima analisi un'effrazione dell'unità dell'esistenza. la guerra è dio.
brown osservò il giudice. voi siete pazzo, holden.

inviato il 17/01/2013
Nei segnalibri di:

il buio fuori

immagine copertina
Cormac McCarthy
il buio fuori
einaudi
10 righe da pagina 109:

tre uomini salirono i gradini e uno bussò alla porta. chi è? un sacerdote. la pallida luce della lampada pioveva dalla porta, ed ecco la faccia sorridente, la barba nera, l'abito nero rigido e impolverato. con un lungo, vivido bagliore, la luce percorse la lama del coltello che si infilava nella pancia del vecchio con un lieve soffio di gas. il vecchio sentì all'improvviso un gran freddo. i cani erano spariti e la notte era perfettamente silenziosa. sacerdote? ripetè. sacerdote? l'assassino gli sorrise in uno scintillio di denti, mentre le facce degli altri due sbirciavano da dietro ciascuna delle sue spalle unendosi a lui in una consustanziale mostruosità, una terribile trinità che lo guardava silenziosa e affabile. l'assassino abbassò gli occhi sulla mano dell'uomo stretta a pugno contro lo stomaco. il pugno si sollevò in un'eruzione di visceri tagliati finché la lama si fermò contro lo sterno, e il vecchio si ritrovò sbudellato, in piedi com'era.

inviato il 16/01/2013
Nei segnalibri di:

Il Maestro e Margherita

immagine copertina
Michail Afanas'evic Bulgakov
Il Maestro e Margherita
Garzanti
10 righe da pagina 10:

- ma ecco il problema che mi turba: se dio non esiste, allora, mi domando, cosa dirige la vita umana e in generale tutto l'ordine sulla terra?
- l'uomo stesso li dirige, - si affretto a rispondere irritato bezdomnyj a quella domanda effettivamente non molto chiara.
- chiedo scusa, - replicò dolcemente lo sconosciuto, - ma per dirigere bisogna per quanto avere un piano preciso per un periodo di tempo almeno rispettabile. e mi permetta di chiederle: come può dirigere l'uomo, se non soltanto gli manca la possibilità di fare un piano qualsiasi anche per un periodo risibilmente breve, diciamo mille anni, ma non può disporre neppure del proprio domani? e, in effetti, - qui lo sconosciuto si voltò verso berlioz, - immagini che lei, ad esempio, cominci a dirigere, a disporre degli altri e di sé, insomma a prenderci gusto, quando improvvisamente le capita... eh eh... un sarcoma al polmone..., - qui lo straniero ridacchiò dolcemente, come se l'idea del sarcoma al polmone gli facesse piacere...

inviato il 16/01/2013
Nei segnalibri di:

Solaris

immagine copertina
Stanislaw Lem
Solaris
Tradotto da Eva Bolzoni
Urania Mondadori 1961
10 righe da pagina 118:

Con un lungo cigolio cominciavano a chiudersi le saracinesche delle finestre. In un secondo, all'interno della stazione, che in quel momento era simile a una tartaruga che si ritira nel suo guscio, dominò la notte. A tentoni le tolsi gli occhiali e assieme ai miei li misi sotto il letto.
- Cosa faremo? - domandò.
- Ciò che si fa di notte. Dormiremo.
- Chris.
- Cosa?
- Ti faccio un nuovo impacco?
- No, non occorre... non ce n'è bisogno, cara.
Nel dirle questa parola, non mi era chiaro se fosse simulazione; ma di colpo, nel buio, abbracciai ciecamente le sue piccole spalle e, sentendole tremare, credetti in lei. Insomma, non so, tutt'a un tratto mi sembrò che lei non m'ingannasse, e che invece fossi io a ingannarla, poiché lei in fondo era solo se stessa.

inviato il 13/03/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

eccezionale. lo lessi a 12 anni. avevo gia' visto tarkowski, purtroppo doppiato e tagliato...

22/11/'63

immagine copertina
Stephen King
22/11/'63
Tradotto da Wu Ming 1
Sperling & Kupfer 2012
10 righe da pagina 220:

Non ingannare te stesso pensando di poter tentare una seconda volta. Troppe cose possono succedere. Fallo bene la prima volta. Forse sei incazzato con me, perché ti ho trascinato in questa storia. Al tuo posto, io sarei incazzato Ma non rinunciare. Per favore, non farlo.
[…] Bastardo, pensai. Sapevi che potevo avere un ripensamento, e questo è il tuo modo di venirmi incontro, giusto?
Certo che avevo avuto un ripensamento. Ma pensare non è già scegliere. Se si era fatto l‘idea che avrei rinunciato, be’, aveva torto. Fermare Oswald? Certo.

inviato il 25/02/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

bel libro, l'ho letto 2 volte, e una terza volta in inglese... ciao!

Il giorno della civetta

immagine copertina
Leonardo Sciascia
Il giorno della civetta
Corriere della Sera su licenza Adelphi Edizioni 2002
10 righe da pagina 39:

Il confidente di S. rischiava la vita: una cosca o l’altra, con un colpo doppio a lupara o con una falciata di mitra (anche nell’uso delle armi le due cosche facevano differenza), un giorno lo avrebbe liquidato. Ma tra mafia e carabinieri, le due parti tra cui muoveva il suo azzardo, la morte poteva venirgli da una sola parte. Da questa parte non c’era la morte, c’era quest’uomo biondo e ben rasato, elegante nella divisa; quest’uomo che parlava mangiandosi la esse, che non alzava la voce e non gli faceva pesare disprezzo: e pure era la legge, quanto la morte paurosa; non, per il confidente, la legge che nasce dalla ragione ed è ragione, ma la legge di un uomo, che nasce dai pensieri e dagli umori di quest’uomo, dal graffio che si può fare sbarbandosi o dal buon caffè che ha bevuto, l’assoluta irrazionalità della legge, ad ogni momento creata da colui che comanda, dalla guardia municipale o dal maresciallo, dal questore o dal giudice; da chi ha la forza, insomma.

inviato il 06/04/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

;) no problem!

Hai ragione, ho confuso il post :)

L'avevo pubblicato sotto al post del gioco alle 14.58. Comunque l'ho ripubblicato.

Grazie Massimo ;)
Staff, a me compare tutto perfettamente, l'avevo scritto appena pubblicato. Sono appena dopo natalina maio che ha postato il gattopardo.

Vera devi scrivere il link delle tue 10 righe nel giuoco http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-56-righe-siciliane

bellissimo... il finale e' molto amaro, e molto diverso dal film! ciao!

Partecipo al Giuoco domenicale #56: Righe siciliane http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-56-righe-siciliane

Misery

immagine copertina
Stephen King
Misery
Tradotto da Tullio Dobner
Sperling & Kupfer 2013
10 righe da pagina 31:

Tutti volevano Misery, Misery, Misery. Tutte le volte che si prendeva un paio d'anni per scrivere uno dei suoi altri romanzi, quelli che considerava "seri" (dapprincipio con un senso di grande sicurezza che si trasformava in speranza per essere infine sostituito da una specie di cupa disperazione), era stato subissato da lettere di protesta da parte di quelle donne, molte delle quali si firmavano "la sua ammiratrice numero uno". Il tono variava dallo sconcerto (quello che chissà perché sempre lo addolorava di più), al rimprovero, a collera esplicita, ma il messaggio non cambiava mai: "non era quel che mi ero aspettata, non era quel che volevo. La prego di tornare a Misery. Voglio sapere che cosa sta facendo Misery". Avrebbe potuto scrivere un'opera d'arte della levatura di "Sotto il vulcano" o di "Tess dei D'Ubervilles" o "L'urlo e il furore" e non sarebbe servito a niente. Loro avrebbero continuato a pretendere Misery, Misery, Misery.

inviato il 02/03/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

segnato! ce l'ho in inglese, ma ci provero' comunque entro l'estate! ciao!

Partecipo al Giuoco domenicale #52: Stephen King + link http://scrivi.10righedailibri.it/giuoco-domenicale-52-stephen-king

22/11/'63

immagine copertina
Stephen King
22/11/'63
Mondadori su licenza Sperling & Kupfer
10 righe da pagina 559:

Per un momento, tutto mi fu chiaro, e nei momenti in cui accade, vedi quant'è sottile il mondo. Non lo sappiamo tutti quanti, in cuor nostro? E' un meccanismo perfetto e bilanciato di voci ed echi che fanno da rotelle e leve, onirico orologio che rintocca oltre il vetro degli arcani che chiamiamo vita. Oltre? Sotto? Intorno? Caos, tempeste. Uomini con martelli, uomini con coltelli, uomini con pistole. Donne che pervertono ciò che non possono dominare e denigrano ciò che non possono capire. Un universo di orrore e smarrimento circonda un palcoscenico illuminato, sul quale noi mortali danziamo per sfidare le tenebre.

inviato il 21/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

"stand by me" è stata la mia prima lettura di King, ragion per cui ha un posto speciale. "ossessione" non l'ho letto, ma ho letto gli altri tre racconti che facevano parte di quella raccolta pubblicata come Richard Bachman. secondo me il suo lavoro migliore è la saga della torre nera, prima di "IT" e "l'ombra dello scorpione" autentici capolavori...

altro bel romanzo di SK e' il suo primo "ossessione", scritto con pseudonimo, e in certa misura ripudiato negli anni successivi... perso anche questo nei vari traslochi e attualmente irreperibile in lingua italiana (ma ce l'ho in inglese, titolo "rage")

ok... ti consiglio, se non l'hai gia' letto, "stagioni diverse", raccolta di 4 novelle, 3 delle quali sono divenute film, cosa non insolita per SK. putrtoppo non posso pubblicare nulla al riguardo sul mio profilo, in quanto ho perso il libro e non riesco a trovarne copie in giro per le librerie, probabilmente e' fuori stampa.

non so se questa edizione ha qualcosa di diverso, perchè non ho letto le precedenti, so che come quasi tutto quello che scrive King (quando non scrive per far "cassetta") è un capolavoro...

bel libro, l'ho letto 2 volte, e una terza volta in inglese... l'edizione 2012 ha qualcosa di diverso? ciao!

edizione 2012

Partecipo al minigioco di venerdì 21 giugno http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe-2013

GIOCO - Riga 10

immagine copertina
Patti Puggioni - Cristina Fanni
GIOCO - Riga 10
Giochi 10 righe 2011
10 righe da pagina 10:

Prendi un libro, quello che vuoi, il tuo preferito, uno che devi ancora leggere, il primo su cui posi lo sguardo e... aprilo a pagina 10... CERCA la frase numero 10 e SCRIVILA sotto come commento. Aggiungi anche il titolo del libro e il nome dell'autore.
(24 luglio) Da questo momento in poi, le frasi troppo lunghe verranno cancellate.
Dovete scrivere solo la RIGA n. 10.
Per le frasi più lunghe (10 righe) c'è l'area apposita
http://scrivi.10righedailibri.it/
Se nel libro la pagina 10 è bianca scegliete un altro libro.
:)

inviato il 22/05/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Ricordo esattamente quel giorno. A quell'epoca.
(Volevo Tacere di Sándor Márai)

Romanzo - un grosso quaderno a righe, riempito.
(Il Gattopardo di Giuseppe Tomasi di Lampedusa)

...scompare tra le vecchie ceppaie sfatte, tra l'erba alta... - NEVE, CANE, PIEDE Claudio Morandini

"Interessante", pensai, al mondo c'è gente che ama dispensare il buongiorno. (703 ragioni per dire di si, F.L. Koraline)

il ragazzo che condivideva con l'autore la capacità di ascoltare (nel barile delle mele, e non solo) (La vera storia del pirata Long John Silver, Bjorn Larsson)

Voglio dire,devo essere morta per forza e gli angeli devono avere avuto compassione di me perchè la testa scura e riccioluta che mi pare di intravedere è così ben proporzionata e così attraente da essere quella di un angelo.(un imprevisto chiamato amore-Anna Premoli)

L'euforia del pesce palla. (Ai confini del gusto - Luis Devin)

Forse dietro il colle Vecchio, o dietro ancora, ma di tanti e tanti metri e tantissimi passi di un uomo (Marta La Sarta di Valentina Di Cesare)

teoria irregolare di casette grigie e fabbricati color polvere
Nonchiedere perchè - Franco Di Mare

tanto vale portare a termine
mamma di Valentina Diana, Einaudi

22/11/'63

22/11/'63 4 years 10 settimane fa

altro bel romanzo di SK e' il suo primo "ossessione", scritto con pseudonimo, e in certa misura ripudiato negli anni successivi... perso anche questo nei vari traslochi e attualmente irreperibile in lingua italiana (ma ce l'ho in inglese, titolo "rage")

22/11/'63 4 years 10 settimane fa

ok... ti consiglio, se non l'hai gia' letto, "stagioni diverse", raccolta di 4 novelle, 3 delle quali sono divenute film, cosa non insolita per SK. putrtoppo non posso pubblicare nulla al riguardo sul mio profilo, in quanto ho perso il libro e non riesco a trovarne copie in giro per le librerie, probabilmente e' fuori stampa.

22/11/'63 4 years 10 settimane fa

bel libro, l'ho letto 2 volte, e una terza volta in inglese... l'edizione 2012 ha qualcosa di diverso? ciao!

La Strada

La Strada 4 years 10 settimane fa

ho postato anche io dei brani di cormac... se vuoi commentali. ciao!

Revolutionary Road

Revolutionary Road 4 years 10 settimane fa

uno degli autori preferiti di mia moglie.

Figlio di Dio

Figlio di Dio 4 years 10 settimane fa

gran libro, grandissimo autore.

Solaris

Solaris 4 years 10 settimane fa

eccezionale. lo lessi a 12 anni. avevo gia' visto tarkowski, purtroppo doppiato e tagliato...

22/11/'63

22/11/'63 4 years 10 settimane fa

bel libro, l'ho letto 2 volte, e una terza volta in inglese... ciao!

Il giorno della civetta

Il giorno della civetta 4 years 10 settimane fa

bellissimo... il finale e' molto amaro, e molto diverso dal film! ciao!

Misery

Misery 4 years 10 settimane fa

segnato! ce l'ho in inglese, ma ci provero' comunque entro l'estate! ciao!

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy