Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di paolo.tolu

l'interpretazione dei sogni

immagine copertina
Sigmund Freud
l'interpretazione dei sogni
Grandi tascabili economici Newton
10 righe da pagina 38:

E' proverbiale che i sogni svaniscano al mattino. Possono naturalmente essere ricordati; infatti noi conosciamo i sogni per il ricordo che ne abbiamo quando siamo svegli. Ma spesso abbiamo l'impressione di aver ricordato il sogno solo in parte e che era più lungo di notte; si può notare anche che il ricordo di un sogno, ancora vivo al mattino, si dileguerà durante il giorno, tranne pochi frammenti; spesso sappiamo di avere sognato, senza sapere che cosa abbiamo sognato; ci è così noto il fatto che i sogni possono essere dimenticati che non vediamo alcuna assurdità nella possibilità di aver sognato durante la notte e al mattino non essere consapevoli del contenuto del sogno o perfino di aver sognato.

inviato il 02/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Paolo, oggi su Glam Life (applicazione per Smatphone ecc.) hanno scelto la tua immagine come copertina del giorno nella categoria "10 righe" :)

La luna di via Ramai

immagine copertina
Ignazio Delogu
La luna di via Ramai
Biblioteca della Nuova Sardegna 2003
10 righe da pagina 53:

I candelieri avanzavano fra l'ondeggiare delle frasche e il dipanarsi dei festoni azzurri rosa verdi e gialli inchiodati ai candelieri dipinti e traballanti portati a spalla da squadre di giovani frenetici che marciavano al ritmo del tamburo e del piffero, incrociando il passo, ruotando ora a destra ora a sinistra, più avanti più indietro, in alto, in basso, in ginocchio fino al ballo finale davanti al balcone del quale il sindaco irraggiungibile e irreale agitava la mano in un saluto che si perdeva tra i fumi e i vapori di tutta quella agitazione...

inviato il 17/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuto Paolo :)

Partecipo a Passi sardi su http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi

Una serie di sfortunati eventi - Un infausto inizio

immagine copertina
Lemony Snicket
Una serie di sfortunati eventi - Un infausto inizio
Tradotto da Valentina Daniele
Salani 2005
10 righe da pagina 7:

Se vi interessano le storie a lieto fine, è meglio che scegliate un altro libro. In questo non solo non c'è lieto fine, ma nemmeno un lieto inizio, e ben poco di lieto anche in mezzo. Questo perché non sono accadute molte cose liete nella vita dei tre ragazzi Baudelaire. Violet, Klaus e Sunny erano bambini intelligenti, graziosi e pieni di risorse, avevano lineamenti piacevoli, ma erano estremamente sfortunati, e la maggior parte delle cose che capitavano loro erano segnate dalla malasorte, dalla tristezza e dalla disperazione. Non è che mi faccia piacere dirlo, ma la storia è proprio così.

inviato il 07/02/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Bellissimo!! Purtroppo non sono mai riuscita a leggerli tutti :/ mi sa li aggiungo alla mia wishlist :)

Marigold Hotel

Deborah Moggach
Marigold Hotel
Tradotto da Paolo Gessini
Elliot 2013
10 righe da pagina 71:

Dorothy ci mise mezz'ora per aprire quella maledetta busta. Adam l'aveva sigillata con quel nastro adesivo che usano nei film per imbavagliare i prigionieri. Lo grattò con le unghie. Alla radio adesso passavano un servizio sui boschi. Sembrava che fossero troppo fitti e bui. Il governo aveva stabilito che la campagna doveva diventare una specie di parco per il tempo libero e che le foreste erano troppo angoscianti per i cittadini-meglio,per i clienti-,soprattutto per le minoranze etniche poco abituate ai boschi. Così ,dopo aver sentito in merito le comunità locali,il governo stava mettendo a punto un piano per rendere le foreste più appetibili per gli utenti. Avrebbero scolpito gli alberi ricavare dei prati,in cui sarebbero stati collocati dei sedili,accesi per i disabili e attrezzature per gli sport e i giochi.

inviato il 08/02/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie : )

traduttore : Paolo Gessini ,edizione giugno 2013

Ciao Maria, lascia qui nei commenti, nome del traduttore e anno di pubblicazione... Grazie :-)

Pastorale americana

immagine copertina
Philip Roth
Pastorale americana
Tradotto da Vincenzo Mantovani
Einaudi Super ET 2013
10 righe da pagina 41:

Devono, tutti, andarsene e chiudere la porta e vivere isolati come fanno gli scrittori solitari, in una cella insonorizzata, creando i loro personaggi con le parole e poi suggerendo che questi personaggi di parole siano più vicini alla realtà delle persone vere che ogni giorno noi mutiliamo con la nostra ignoranza?
Rimane il fatto che, in ogni modo, capire bene la gente non è vivere. Vivere è capirla male, capirla male e male e poi male, e dopo un attento riesame, ancora male. Ecco come sappiamo di essere vivi: sbagliando. Forse la cosa migliore sarebbe dimenticare di aver ragione o torto sulla gente e godersi semplicemente la gita. Ma se ci riuscite... Beh, siete fortunati.

inviato il 08/02/2015
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao! Le tue 10 righe vincono nella classifica della redazione di Febbraio, ti aggiudichi un libro incentivo! Manda un tuo recapito a libroincentivo@10righedailibri.it

Ciao Flavia le tue dieci righe sono state scelte dalla redazione... :)

ops... chiedo scusa! anno di pubblicazione 2013, traduttore Vincenzo Mantovani.

Ciao Flavia, anno di pubblicazione e traduttore:) grazie!

Il Regno dei Lupi - Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco

immagine copertina
George R. R. Martin
Il Regno dei Lupi - Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco
Tradotto da Sergio Altieri
Arnoldo Mondadore Editore 2001
10 righe da pagina 428:

I Dothraki saccheggiavano città e depredavano regni, ma in realtà non dominavano nulla. Daenerys non aveva alcuna intenzione di tramutare Approdo del Re in un ammasso di macerie annerite, ennesimo ricettacolo di fantasmi inquieti. Troppo a lungo le lacrime avevano riempito il suo universo. "Voglio che il mio regno sia bello, voglio che sia abitato da uomini floridi e da delicate fanciulle e da bambini felici. Voglio che le mie genti sorridano quando mi vedono cavalcare tra loro, nello stesso modo in cui Viserys diceva che sorridevano per mio padre."
Ma prima di potere fare tutto questo doveva conquistare.

inviato il 06/02/2015
Nei segnalibri di:

Il Trono di Spade - Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco

immagine copertina
George R.R. Martin
Il Trono di Spade - Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco
Tradotto da Sergio Altieri
Oscar Mondadori 2013
10 righe da pagina 22:

Nelle vene degli Stark scorre il sangue dei Primi Uomini. E noi Stark crediamo ancora che chi pronuncia la sentenza debba essere anche colui che cala la spada. L'uomo che toglie la vita a un altro uomo ha il dovere di guardarlo negli occhi e di ascoltare le sue ultime parole. Se il giustiziere non riesce ad affrontare questo, allora forse il condannato non merita la morte. Un giorno, Bran, tu sarai l'alfiere di Robb. Avrai un tuo castello che comanderai nel nome di tuo fratello e del tuo re e avrai su di te anche il fardello della giustizia, dal quale non dovrai trarre alcun godimento, ma al quale non dovrai neppure sottrarti. Un sovrano che si nasconde dietro un boia fa in fretta a dimenticare che cos'è la morte.

inviato il 08/07/2014
Nei segnalibri di:

Dance Dance Dance

immagine copertina
Haruki Murakami
Dance Dance Dance
Tradotto da Giorgio Amitrano
Einaudi Super ET 2013
10 righe da pagina 110:

- Danzare, -r ispose. - Continuare a danzare, finchè ci sarà musica. Capisci quello che ti sto dicendo? Devi danzare. Danzare senza mai fermarti. Non devi chiederti perchè. Non devi pensare a cosa significa. Il significato non importa, non c'entra. Se ti metti a pensare a queste cose, i tuoi piedi si bloccheranno. E una volta che si saranno bloccati, io non potrò più fare niente per te. Tutti i tuoi collegamenti si interromperanno. Finiranno per sempre. E tu potrai vivere solo in questo mondo. Ne sarai progressivamente risucchiato. Perciò i tuoi piedi non dovranno mai fermarsi. Anche se quello che fai può sembrarti stupido, non pensarci. Un passo dopo l'altro, continua a danzare.

inviato il 14/05/2014
Nei segnalibri di:

Il mercante di lana

immagine copertina
Valeria Montaldi
Il mercante di lana
PIEMME POCKET 2004
10 righe da pagina 165:

" [...] Tutte queste ricchezze a cosa servono? Il rispetto degli altri non si guadagna con lo sfarzo, ma con l'integrità del comportamento. L'ho capito troppo tardi. Ti aiuterò, Leonhardt, cercherò di parlare a Hermann, anche se dubito che capirà. In ogni caso, tu non andrai a Praborno: resterai qui con Sibilla e mi sarai vicino, se Dio vorrà, quando lui mi chiamerà al suo cospetto". Non sapevo più cosa dire, ero sbalordito, non avevo mai sentito mia madre parlare così. Lei mi ha congedato con una carezza e un bacio. Mi sono sentito strano, come se fossi tornato quel bambino che ero stato, desideroso di tenerezze materne mai ricevute.

inviato il 23/04/2014
Nei segnalibri di:

La Metamorfosi

immagine copertina
Franz Kafka
La Metamorfosi
Tradotto da Luigi Coppé
Newton Compton 2013
10 righe da pagina 42:

La grave ferita di Gregor che lo fece soffrire per oltre un mese - la mela rimase conficcata nella carne, quale visibile ricordo, perchè nessuno se la sentiva di estrarla - rammentò persino al padre che Gregor era un membro della famiglia, nonostante il suo attuale aspetto squallido e disgustoso, e quindi non era giusto trattarlo come un nemico, il dovere familiare imponeva di soffocare la ripugnanza e sopportare, null'altro che sopportare.

inviato il 22/03/2014
Nei segnalibri di:

Le cronache del ghiaccio e del fuoco-Il trono di spade

immagine copertina
George R.R. Martin
Le cronache del ghiaccio e del fuoco-Il trono di spade
Tradotto da Sergio Altieri
Oscar Mondadori 1996
10 righe da pagina 58:

C'erano volte, non molte ma c'erano, in cui Jon Snow era felice di essere un bastardo. Prese al volo una caraffa e si riempì di nuovo la coppa fino all'orlo: questa era proprio una di quelle volte. Tornò a sedersi sulla panca assieme agli altri giovani signorotti di campagna e bevve. Il gusto del vino dell'estate, dolce, carico dell'aroma della frutta, gli si diffuse in bocca, portandogli il sorriso sulle labbra.
Nella sala grande del castello di Grande Inverno l'atmosfera era caliginosa per il fumo, saturadell'odore della carne arrostita e del pane appena sfornato. Le alte pareti di pietra grigia erano adornate di stendardi, un caleidoscopio di bianco, azzurro e oro: il meta-lupo degli Stark, il leone dei Lannister, il cervo incoronato dei Baratheon.

inviato il 06/03/2014
Nei segnalibri di:

Cime Tempestose

immagine copertina
Emily Brontë
Cime Tempestose
Tradotto da Gemma De Sanctis
Biblioteca Ideale Giunti 2005
10 righe da pagina 70:

Un ventaccio infuriava attorno alla casa e s'infilava ruggendo nella cappa del camino; era selvaggio e tempestoso, ma non freddo, e noi eravamo tutti insieme: io sferruzzavo un po' discosta dal fuoco; Joseph leggeva la Bibbia vicino al tavolo (perchè in genere all'epoca i domestici, una volta terminato il lavoro, si univano alla famiglia); la signorina Cathy, che era stata poco bene ed era perciò più tranquilla del solito, era appoggiata alle ginocchia del padre; Heathcliff stava disteso sul pavimento con la testa sulle ginocchia di lei.

inviato il 01/03/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

grazie!! :) mi fa sempre venire in mente la canzone di Kate Bush

Qualcosa di romantico fa sempre bene. Bella scelta Lara!

Passi sardi

Passi sardi 6 years 14 settimane fa

La luna di via Ramai

La luna di via Ramai 6 years 14 settimane fa

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy