Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Maria Teresa

novecento

immagine copertina
Alessandro Baricco
novecento
Canguri Feltrinelli

Quando cade un quadro. Quando ti svegli un mattino, e non la ami più. Quando apri il giornale e leggi che è scoppiata la guerra. Quando vedi un treno e pensi io devo andarmene da qui. Quando ti guardi allo specchio e ti accorgi che sei vecchio.

inviato il 31/01/2014
Nei segnalibri di:

il giunco mormorante

Nina Berberova
il giunco mormorante
Adelphi
10 righe da pagina 36:

Fin dai primi anni della mia giovinezza pensavo che ognuno di noi ha la propia no man's land, in cui è totale padrone di se stesso. C'è una vita a tutti visibile, e ce n'è un'altra che appartiene solo a noi, di cui nessuno sa nulla.

inviato il 19/01/2014
Nei segnalibri di:

Rosso porpora

immagine copertina
Gianluca Frangella
Rosso porpora
Self publishing

Forse "pensavo" anche noi adulti abbiamo bisogno di una favola in cui credere, per addormentarci senza pensieri negativi per la mente.

inviato il 14/01/2014
Nei segnalibri di:

Rosso Porpora

Gianluca Frangella
Rosso Porpora
self publishinh

“Come si fa a stare insieme quando si discute in continuazione?”. Me lo domandavo anch’io e mi
domandavo anche quanto fosse giusto stare con una persona mentre si ha per la testa il pensiero di
un’altra. Mi sentivo in colpa nei confronti di Roberta.

inviato il 14/01/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Uno dei tanti dilemmi che affligge l'essere umano...ma la scelta viene naturale...il cuore non sbaglia!!! Sempre bello leggere dei brani di Rosso Porpora!! Ti restano dentro....

Rosso Porpora

Gianluca Frangella
Rosso Porpora
Self publishing
10 righe da pagina 4:

Sulla tavola misi un tovagliolo, una forchetta e il succo di arancia: mentre attendevo si cuocesse
la mia colazione, guardavo fuori dalla finestra. Mi dava piacere. Era come aprire il sipario del palco
scenico di un teatrino. Tiravo la cordicella e la tendina, fatta di finissime cannucce di legno, si
avvolgeva lentamente su se stessa e all’improvviso … lo spettacolo iniziava.

inviato il 09/01/2014
Nei segnalibri di:

Rosso porpora

immagine copertina
Gianluca Frangella
Rosso porpora
Narcissus Self-publishing 2011
10 righe da pagina 44:

– Mi guardavi da una finestra, a Londra, quando ero solo una bambina ingenua e … eri triste, quando lo ero io, e sorridevi, quando sorridevo io … poi mi hai aiutata a Milano, quando ero una ragazza sola, con una figlia da crescere … tu eri lì … mentre uomini mi volevano portare a letto e si approfittavano … tu volevi fare l’amore con me e non ti curavi del mio passato, non mi giudicavi anche se sapevi cosa stavo diventando … ora sei qui, in una stanza, nel quartiere a luci rosse di Amsterdam e fai l’amore con me, con una prostituta.
Piangeva. Con la voce soffocata tra il piacere e il dolore, lei piangeva. Trovò, poi, la forza per chiedermi di nuovo:
– Perché tutto questo per me?
– Mi sono innamorato di te, Liza.

inviato il 17/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Poiché più di una persona mi ha chiesto riguardo "Rosso porpora" e come trovarlo, vi segnalo la pagina Blog dove ho conosciuto questo piacevolissimo racconto breve. Troverete i link alle recensioni, il primo capitolo del libro e i canali di vendita eBook on-line.
Personalmente ho scelto la libreria Ultima Books in quanto ho trovato ulteriori recensioni che mi hanno convinta a scaricarlo.
Spero esservi stata di aiuto.
Buona serata a tutti,
Maria
http://gianlucafrangella.blogspot.it/p/rosso-porpora_17.html

Rosso porpora

immagine copertina
Gianluca Frangella
Rosso porpora
Narcissus Self-publishing

Ogni essere vivente, pensavo, agisce per istinto e l’unico modo per tenerlo sempre vivo nel nostro spirito, è quello di metterci in condizione di cavarcela da soli. Un po’ come un animale cresciuto in cattività: se fosse riportato nel suo habitat naturale, rischierebbe di morire affamato, poiché non ha più l’istinto di cacciare.
[...] il suo istinto si stava azzerando e chiedeva di essere stimolato. Non le importava se rischiava di perdermi, né si curava di sbagliare per poi soffrire rimpianti e rimorsi. Desiderava solo fare giusto o sbagliato da sola. Essere direttamente responsabile delle sue scelte.

inviato il 07/05/2013
Nei segnalibri di:

Rosso porpora

immagine copertina
Gianluca Frangella
Rosso porpora
Narcissus Self Publishing

Ciao a tutti. Prima di postare le mie 10 righe, voglio confidarvi che non sono mai stata una divoratrici di libri. Per questo ci tengo a lasciarvi alcune righe estratte da un racconto di un autore esordiente, grazie il quale ho imparato ad apprezzare moltissimo la lettura.

Estratto da ROSSO PORPORA di Gianluca Frangella
Edito formato eBook Narcissus Self Publishing

Capitolo 1 - Il teatrino dal mio studio flat.

Mi domandai se ci fosse stato qualcuno che come me aveva scoperto quel dolce spettacolo. Mi domandai se altri, come me, si fossero mai fermati a guardare quel buffo teatrino.
In alto si accese una luce. Dietro la tenda intravidi la sagoma di una persona, dai lineamenti sensuali, nascosti nel gioco di ombre che la luce creava sulla tendina rosso porpora. Conoscevo bene quell’ombra. In quella casa abitava Liza, la ragazza che aveva stregato la mia fantasia e che in segreto amai per molto tempo, tempo che lentamente andava via.

inviato il 03/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

A te, ciao :)

Grazie Elena. Saluti e buon week end :)

Grazie a te, buone letture.

Ciao Elena. Mi trovi totalmente in accordo e infatti mi riscopro una lettrice accanita anche io e con tantissimi libri ancora da scoprire. Il mio intento era solo quello di dare voce a questo autore esordiente che in pochissimi ancora conoscono. Se l'ho fatto è solo perché grazie ai suoi libri sono riuscita a scivolare nel magico mondo della lettura e credo lui meriti un posto nelle nostre librerie. Diciamo che è il mio piccolo contributo. Grazie per il commento. :)

Ciao Maria Teresa, non è mai tardi per iniziare. :)

La notte ha cambiato rumore

immagine copertina
Marìa Duenas
La notte ha cambiato rumore
A. MONDADORI

La normalità era solo quello che la mia volontà, il mio impegno e la mia parola avrebbero accettato che fosse, e per quel motivo sarebbe stata sempre con me. Cercarla altrove o volerla ritrovare nel passato non aveva il minimo senso.

inviato il 19/01/2014
Nei segnalibri di:

Ines dell'anima mia

Isabel Allende
Ines dell'anima mia
Feltrinelli
10 righe da pagina 98:

"Perchè mi tormenti,bella Ines?" mi domandò per l'ennesima volta, prendendomi per la vita. "Non mi offenda signore. Non l'ho autorizzata a trattarmi con familiarità" replicai, liberandomi dalle sue grinfie."Bene,allora, distinta signora Ines, quando ci sposiamo?" "Mai.Qui ci sono ke sue camicie e le sue calzamaglia rammendate e lavate.Si cerchi un'altra lavandaia, perchè a casa mia non la voglio più.Addio..."e lo spinsi verso la porta. "Addio dici Ines? Si vede che non mi conosci, mia cara! Nessuno può permettersi di insultarmi e men che meno una sgualdrina" mi gridò dalla strada. Era l'ora dolce dell'imbrunire nella quale si riunivano gli avventori per attendere l'ultima infornata delle empanadas,ma non ebbi la forza di servirli,tremavo d'ira e d'imbarazzo. -

inviato il 19/01/2014
Nei segnalibri di:

L'uomo duplicato

immagine copertina
José Saramago
L'uomo duplicato
Tradotto da Rita Desti
Einaudi 2005
10 righe da pagina 92:

Tertuliano Máximo Afonso mise da parte lo strofinaccio e, mentre la tazza, che gli era sfuggita, si frantumava a terra abbracciò Maria da Paz, la strinse furiosamente a sé, lo spettatore più obiettivo e imparziale non avrebbe dubbi nell’ammettere che il cosiddetto entusiasmo dell’inizio non sarebbe mai potuto essere maggiore di questo. La questione, la dolorosa e sempiterna questione è sapere quanto durerà, se sarà confuso con l’amore, o addirittura con la passione, oppure se ci troviamo solo, una volta ancora, davanti all’arcinoto fenomeno della candela che, nell’estinguersi, produce una luce più alta e insopportabilmente brillante, insopportabile perché è l’ultima non perché l’avrebbero respinta i nostri occhi, che invece vorrebbero continuare a fissarla assorti.

inviato il 08/01/2014
Nei segnalibri di:

Hook – Capitan Uncino

immagine copertina
Terry Brooks
Hook – Capitan Uncino
Tradotto da Roberta Rambelli
A. MONDADORI 1992
10 righe da pagina 100:

I capelli neri pendevano sulle spalle come il sartiame da un albero. Il tricorno aveva una tesa ampia ed era lavorato in modo da apparire identico al parapetto di poppa del vascello, a parte l'assenza dei serpenti agli angoli. Ma a questa mancanza suppliva la faccia di Uncino: crudele, dura, sprezzante, con i baffi attorcigliati come vipere e gli occhi capaci di paralizzare un uccello in volo. Era una figura temibile che troneggiava di fronte alla sua banda di indisciplinati pirati. Al posto della mano sinistra spiccava il terribile uncino che l'aveva reso famoso, con la punta appena affilata che scintillava al sole.

inviato il 13/01/2014
Nei segnalibri di:

Rosso porpora

immagine copertina
Gianluca Frangella
Rosso porpora
selfpublishing
10 righe da pagina 8:

La mia storia inizia qui. Un piccolo studio flat nella grigia e fredda Londra, dalla cui finestra mi affacciavo in un altro mondo, come fosse qualcosa d'inventato, ma sicuramente fantastico. Poco dopo le sette, puntuale come ogni giorno, si svegliava la ragazza che abitava nell'appartamento di fronte al mio. Me ne accorgevo quando dietro la tenda rosso porpora vedevo accendersi la luce. Poco dopo si vedeva la sua ombra avvicinarsi. Scansava la tenda. Guardava pochi istanti fuori, ora al cielo ora nelle corti, e dopo essersi stirata per bene, iniziava a correre su e giù per la casa preparandosi alla svelta, anche lei per uscire. Spesso,la bruna sconosciuta aveva il sorriso sulle labbra.Era bellissima con i suoi capelli mossi che le ondeggiavano sul collo.

inviato il 10/01/2014
Nei segnalibri di:

Rosso porpora

immagine copertina
Gianluca Frangella
Rosso porpora
Self publishing
10 righe da pagina 82:

Passai molto tempo da solo, dividendomi tra il lavoro e la casa, con la musica che suonava nell'aria.Mi mancava Roberta, lo dovevo ammettere, ma lei aveva scelto la sua strada senza portarmi con se. Mi mancava Sabrina, ma anche lei aveva scelto la sua strada tenendomi fuori dalla sua vita. Da una parte avevo l'immagine di una ragazza viziata, egoista, che si curava solo di soddisfare i suoi sentimenti e dall'altra l'immagine di una ragazza madre che, per amore della figlia, in un paese dove vivere era difficile a causa di questo "dio-denaro" che non era mai a sufficienza, era scesa a compromessi con la vita, pagando con la dignità l'elevato costo di crescere una figlia da sola, senza l'aiuto di nessuno.

inviato il 12/01/2014
Nei segnalibri di:

ROSSO PORPORA

immagine copertina
Gianluca Frangella
ROSSO PORPORA
Self publishing
10 righe da pagina 27:

La prego. Sono sola e ho una figlia da mantenere. Lavoro tantissimo e nonostante tutto lo stipendio è una miseria: non riesco ad andare avanti, ma le prometto che venerdì le darò tutto ciò che le devo. – Tutto? – ripeté l’uomo. Lei tacque. Sentii dirle con tono di voce più fioco: – Tu … tutto …

inviato il 09/01/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuta Fabiola :)

Rosso porpora

immagine copertina
Gianluca Frangella
Rosso porpora
Self publishing

Indossava una gonnellina leggera che si appoggiava sui fianchi fino a scendere all'altezza delle ginocchia. Era senza calze e camminava scalza. La pelle olivastra sembrava delicatissima. Per la rima volta,da quando la conobbi,mi venne un forte desiderio di averla. Fino a quel momento mi sentii frenato dalla presenza di Roberta, che ora non era più qui con me: mi aveva lasciato. L'alcol poi mi fece pensare che Sabrina, se avesse accettato di andare con uomini sconosciuti, non avrebbe avuto problemi di fare l'amore con me, anzi, fui certo che le avrebbe fatto piacere lasciarsi andare a una persona che si era affezionata a lei, più di qualunque altro nel suo passato.

inviato il 09/01/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuta Margherita :)

Grazie :)

Le colpe altrui

immagine copertina
Grazia Deledda
Le colpe altrui
Treves 2010
10 righe da pagina 275:

Vittoria entrò nella camera della suocera e s'avvicinò alla finestra: il sole era tramontato lasciando sopra il muro del cortile una striscia di cielo verde dorata come acqua; le cornacchie e il falco sonnecchiavano già aggrappati ai rami della legnaia: e a lei parve di sentire, nel gran silenzio che precedeva il crepuscolo, voci e grida lontane; laggiù, nel mondo, la gente si divertiva, anche i più miseri gridavano di gioia; lei sola, in quell'esilio, viveva tra immagini di morte abbandonata come una colpevole.

inviato il 17/05/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo a Passi sardi su http://scrivi.10righedailibri.it/passi-sardi

Oriana: incontri e passioni di una grande italiana

immagine copertina
maria giovanna maglie
Oriana: incontri e passioni di una grande italiana
A. MONDADORI 2002
10 righe da pagina 129:

Il mistero della morte lei sola poteva corteggiarlo perchè era andata sempre a cercare la vita dove la morte comanda. Doveva esserci nel suo prossimo libro, anche se non sapeva ancora come, nè quando.
Era il1982. Oriana partì per intervistare Ariel Sharon, lui l'accolse con un sorriso triste, sapeva di essere un personaggio detestato in Italia, e conosceva la sua fama di intervistatrice spietata.
"Viene ad aggiungere uno scalpo alla sua collana?" Le disse, salutandola. A capo dell'esercito israeliano, aveva appena invaso il Libano per far fuori le truppe dei Palestinesi.

inviato il 30/04/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Angelo bentornato :)

Compleanno

Compleanno 6 years 8 settimane fa

Auguri! ;-)

Rosso porpora

Rosso porpora 6 years 8 settimane fa

Poiché più di una persona mi ha chiesto riguardo "Rosso porpora" e come trovarlo, vi segnalo la pagina Blog dove ho conosciuto questo piacevolissimo racconto breve. Troverete i link alle recensioni, il primo capitolo del libro e i canali di vendita eBook on-line.
Personalmente ho scelto la libreria Ultima Books in quanto ho trovato ulteriori recensioni che mi hanno convinta a scaricarlo.
Spero esservi stata di aiuto.
Buona serata a tutti,
Maria
http://gianlucafrangella.blogspot.it/p/rosso-porpora_17.html

Appuntamento al RITZ

Appuntamento al RITZ 6 years 10 settimane fa

se è cosi' spassoso, lo leggero'.

GIOCO - Riga 10

GIOCO - Riga 10 6 years 10 settimane fa

Di tali figure e iscrizioni, noi tutti abbiamo una collezione piu' o meno estesa nella nostra testa; e abbiamo l'illusione di " pensare " Il Monte Analogo - René Daumal -

Se una notte d'inverno un viaggiatore

Se una notte d'inverno un viaggiatore 6 years 10 settimane fa

Calvino è geniale, concordo, ma il libro è STRAORDINARIAMENTE geniale :D

Se una notte d'inverno un viaggiatore 6 years 10 settimane fa

Un libro straordinariamente geniale, a mio modesto parere. Bello!

ROSSOVERMIGLIO

ROSSOVERMIGLIO 6 years 10 settimane fa

Mi hai incuriosita Emma e credo proprio lo leggerò.
Rosso porpora, invece, parla della storia di Elizabeth delusa dall'amore, costretta a vendere la propria dignità e il proprio corpo, per riuscire a prendersi cura di sua figlia.
E' un racconto breve e molto scorrevole. Ho potuto leggere alcune recensioni in cui il luogo comune è iniziarlo e finirlo tutto d'un fiato. Ve lo consiglio vivamente.
Buon sabato.

Rosso porpora

Rosso porpora 6 years 10 settimane fa

Grazie Elena. Saluti e buon week end :)

Rosso porpora 6 years 11 settimane fa

Ciao Elena. Mi trovi totalmente in accordo e infatti mi riscopro una lettrice accanita anche io e con tantissimi libri ancora da scoprire. Il mio intento era solo quello di dare voce a questo autore esordiente che in pochissimi ancora conoscono. Se l'ho fatto è solo perché grazie ai suoi libri sono riuscita a scivolare nel magico mondo della lettura e credo lui meriti un posto nelle nostre librerie. Diciamo che è il mio piccolo contributo. Grazie per il commento. :)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy