Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di tizianafois

Il diario intimo di Sally Mara

immagine copertina
Raymond Queneau
Il diario intimo di Sally Mara
Tradotto da Leonella Prato Caruso
Universale Economica Feltrinelli 2012
10 righe da pagina 11:

Per raggiungere il capolinea, si doveva attraversare una passerella al di sopra di una chiusa; [...] Con il cuore colmo del ricordo di Monsieur Presle, ho cominciato ad attraversare la passerella, ma a metà percorso mi sono dovuta fermare. Credevo che il vento mi trascinasse via e mi sbatesse laggiù nel bacino, nel bel mezzo di una chiazza di benzina che esibiva le sue iridescenze nella luce lunare. Mi sono aggrappata alla ringhiera e con l'altra mano ho cercato meccanicamente un punto di appoggio. Ho avvertito allora all'improvviso la presenza di un uomo alle mie spalle. Avevo intutito che si trattava di un gentleman e non di una donna o di un marinaio e ho udito una voce dolce e compita mormorarmi all'orecchio queste parole soccorritrici:
"Tenga duro, signorina".
Nello stesso tempo mi sono sentita mettere nella mano rimasta libera un oggetto che aveva la rigidità di una sbarra d'acciaio e la morbidezza del velluto. L'ho afferrato convulsamente e pur stupita che quella ringhiera rimanesse tiepida malgrado la tramontana che soffiava come se fosse ancora inverno, [...]

inviato il 18/11/2016
Nei segnalibri di:

Non ora, non qui

immagine copertina
Erri De Luca
Non ora, non qui
Universale Economica Feltrinelli
10 righe da pagina 61:

Una volta mi accusasti a torto ed io non riuscii a replicare. Non fu solo la sorpresa, non solo l'inciampo della balbuzie che raddoppiava consonanti sotto il palato.
Passato l'istante di sgomento continuai a tacere, a non discolparmi. Mi feci schermo del difetto fisico per conservare quella strana emozione d'amor proprio che consisteva nell'innocenza segreta.
Non mi incitò il tuo errore ma la circostanza sconosciuta di essere in un rimprovero ingiusto. Non mi augurai che venisse fuori la verità, come accadde poi, ma che durasse la estraneità interiore che si rafforzava col tacere.
Si cresce tacendo, chiudendo gli occhi ogni tanto, si cresce sentendo d'improvviso molta distanza da tutte le persone.

inviato il 18/11/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

4. edizione 2016

Ciao Tiziana ANNO DI EDIZIONE?

Finzioni

immagine copertina
Jorge Louis Borges
Finzioni
A. MONDADORI
10 righe da pagina 695:

Mi sentii, per un tempo indeterminato, percettore astratto del mondo. La campagna vaga e vivente, i resti del tramonto operarono in me; così anche il declivio, che eliminava ogni possibilità di fatica. La sera era intima, infinita. Il sentiero scendeva e si biforcava, tra i campi già confusi. Una musica acuta e come sillabica s'avvicinava e s'allontanava nel va e vieni del vento, appannata di foglie e di distanza. Pensai che un uomo può esser nemico di altri uomini, di altri momenti di altri uomini, ma non d'un paese: non di lucciole, di parole, di giardini, di corsi d'acqua, di tramonti.

inviato il 07/11/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Si, grazie Tiziana.

http://scrivi.10righedailibri.it/il-sentiero-crow-lake-0, per quanto riguarda il link, è così che devo fare?

Anno di edizione 1984, traduttore Domenico Porzio. Vi devo però rivelare una cosa, che forse mi farà bandire per sempre dalle vostre pagine, oppure semplicemente ditemi di toglierla e la toglierò oppure la potete togliere voi... la foto che ho pubblicato non riguarda nessuna copertina di nessuna edizione, è una mia foto che mi pareva adatta ad "un percettore astratto del mondo". Ok, ditemi...

Tiziana riporta qui nei commenti l'anno di pubblicazione e il traduttore.

Ciao Tiziana, sei nella classifica finale settimanale del mese di novembre. Ricordati d scegliere 10 righe che più i Iacono partendo da oggi 14 novembre a domenica 20 novembre, riportando qui ni commenti il link scelto. Grazie.

Don Quijote de la Realidad: Ernesto Che Guevara e il guevarismo

immagine copertina
10 righe da pagina 4:

Il mio percorso guevarista, che qui sembra chiudersi, qui si apre. E invito voi a fare altrettanto, con le parole che Ernesto pronunciò per Martí: «Ricordare Martí, il Martí che parla e che pensa oggi, con il linguaggio di oggi, perché questo hanno i grandi pensatori e rivoluzionari: il loro linguaggio non invecchia. Le parole di Martí di oggi non sono da museo, fanno parte della nostra lotta e sono il nostro emblema, la nostra bandiera di combattimento. Questa è la mia raccomandazione finale, che vi avviciniate a Martí senza timori, senza pensare di avvicinarvi a un dio, ma a un uomo più grande degli altri, più saggio e più sacrificato degli altri uomini, e siate consapevoli del fatto che lo fate rivivere un po' ogni volta che pensate a lui, ma che lo fate rivivere molto di più ogni volta che agite come egli voleva che agiste».

inviato il 06/11/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Tiziana, sei nel classifica finale di novembre, 10 righe scelte da Voi utenti.

Donne - pazze, sognatrici, rivoluzionarie

immagine copertina
Milton Fernández
Donne - pazze, sognatrici, rivoluzionarie
Rayuela Edizioni
10 righe da pagina 228:

È stata lunga la strada. Lunga e faticosa.
«Se siamo uguali, saremo più liberi», aveva scritto un giorno.

Quel parto, quella fuga dal guscio vischioso al quale era destinata per affrontare l'esistenza ad armi pari, in un mondo che forse non era pronto per consentirlo, era stata a volte devastante.
«La donna non nasce, si fa».

Ma quanti pezzi persi per strada...
Ne era valsa la pena?
Chi lo sa.
Quello che sa, senz'ombra di dubbio, è che non avrebbe potuto viverla diversamente, la sua vita.

Le persone felici non hanno storia.

inviato il 26/10/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Regalo a tutti le mie nuove dieci righe, allora :-)

Grazieeeeeee per il libro, non credo ai miei occhi :-)

Ciao, l'anno di edizione è il 2015

L'anno di edizione è il 2015. Traduttore non ce n'è, visto che è autore uruguaiano che scrive in italiano e traduce in italiano e in inglese la letteratura e la poesia del suo paese.

Ciao Tiziana, per te un libro incentivo per la classifica finale 10righe scelte dalla redazione del mese di ottobre. Invia i tuoi dati a libroincentivo@10righedailibri.it.

Apologo del giudice bandito

immagine copertina
Sergio Atzeni
Apologo del giudice bandito
Sellerio editore Palermo
10 righe da pagina 78:

Sentiero di terra sotto i piedi, alte canne piumate ai lati. le nuvole si inseguono, aprono squarci nel cielo, cento stelle si affacciano, e una mezzaluna nascente, poi le nuvole si stringono, sfioccano, il cielo è mutevole, i venti si incrociano, combattono per il dominio della notte, l'ultimo maestrale esausto e il primo sibilante scirocco.
- Salta, salta, rondinella - gracida un rospo e Juanica salta una pozza lunga quanto un uomo è alto.
- Corri - frusciano le canne.
- Salta - gracidano i rospi.
E Juanica salta ecorre come mai avrebbe pensato di saper correre e saltare.

Arriva caldo e gonfio imperioso lo scirocco, signore degli incubi e dei sogni, e soffia forte, conduce folate di sabbia gialla e calda di lontani deserti d'oriente...

inviato il 08/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Già...grazie, naty! Ho visto che sei un'accanita lettrice. Anch'io!

Che carina ...ti sei fatta la foto allo specchio...ciao,naty

Il turno

Luigi Pirandello
Il turno
Einaudi 1978
10 righe da pagina 102:

- Quella era dunque la casa di tutti... E Stellina là, in mezzo a voi, mentre il vecchio dormiva...
- Eravamo là tutti, è vero, - ammise Pepè, - ma non si faceva nulla di male...Tu sei geloso, e non puoi intenderlo...Si scherzava innocentemente, e...
- L'innocenza, imbecille, partorisce i figlioli! - lo interruppe Ciro furibondo. - Qualcosa, certo, dev'esserci stata sotto; come ti spieghi altrimenti che io ho dovuto combattere fin'oggi per farla addivenire al matrimonio? Come te lo spieghi?...

- S'è persuasa, finalmente, con l'aiuto di mia sorella. Ma anche tu, di', anche tu, con codesta faccia da scimunito, - riprese Ciro, fermandosi in mezzo allo scrittoio e appuntando come un'arma l'indice d'una mano contro Pepè, - anche tu, di' la verità, hai tentato di farle la corte...
Pepè lo guardò allocchito.
- Come...non capisco...

inviato il 06/06/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Bellissimo brano sul come ognuno di noi può credere al suo sogno, alla sua illusione, al suo desiderio, contro qualsiasi evidenza di realtà che suggerisca il contrario o comunque qualcosa di diverso dalla propria costruzione mentale.

La biblioteca di notte

immagine copertina
Alberto Manguel
La biblioteca di notte
Archinto
10 righe da pagina 140:

Il rettangolo della sala di lettura progettata da Michelangelo, i cui lati corrispondono alle proporzioni ideali dettate dalla "sezione aurea", rende omaggio all'equilibrata bellezza di un tempio greco o di un cortile romano, e riduce le belle proporzioni del nostro vasto universo a una misura gradevole allo sguardo umano. Le severe finestre e le ricorrenti volute unite alla complessa e dinamica scalinata esemplificano magnificamente la natura paradossale di una biblioteca. Le prime suggeriscono che la biblioteca può essere un luogo ordinato e raccolto dove conservare armoniosamente la nostra conoscenza dell'universo; la seconda implica che non v'è ordine né metodo né forma elegante che possa mai contenerla del tutto.

inviato il 22/05/2011
Nei segnalibri di:

La questione morale

immagine copertina
Roberta De Monticelli
La questione morale
Raffaello Cortina Editore

Scelte come quelle che hanno originatoviolenti dibattiti, per esempio quelle relative alla fine della vita, sono oggi il paradigma stesso del carattere angoscioso implicito in ogni decisione un pò seria: perché ogni scelta seria, in ultima analisi, è una questione di vita o di morte, di essere o di non essere più la persona che siamo, di veder salva o dannata l'anima stessa dei nostri giorni, ciò in cui crediamo, ciò che amiamo, le priorità di valore che ci definiscono.

inviato il 02/02/2011
Nei segnalibri di:

Che tu sia per me il coltello

David Grossman
Che tu sia per me il coltello
Tradotto da Alessandra Shomroni
Mondadori 2001
10 righe da pagina 218:

Vorrei solo prendere un taxi, adesso (sono le dieci di sera), e correre da te per abbracciarti con passione, e accarezzarti, consolarti. Vorrei fare l'amore con te solo per esserti il più vicino possibile. Vicino alla storia tua, di Amos e di Ana.E di Yochai.
... Myriam, se provi ancora qualcosa per me, l'ombra di un sentimento, aiutami, non desistere. Ora, ora sii per me il coltello. Chiedimi come mai ogni volta che mi mostri una ferita, devo fare uno sforzo meschino per non fuggire. Naturalmente negherò questa mia codardia e dirò che è il contrario, che ora, dopo esserti confidata...

inviato il 19/12/2010
Nei segnalibri di:

L'uomo senza qualità

Robert Musil
L'uomo senza qualità
Tradotto da Adolf Frisé
Einaudi 1997
10 righe da pagina 1670:

Vi fu un secondo giorno di pioggia, un terzo.
Quello che era sembrato un nuovo crescendo finì per ricadere.
Il più piccolo aiuto, l'idea che quel tempo era un fato personale, un destino straordinario, e la stanza si riempie di una strana luce acquatica,
o è come scavata in un dado d'argento cupo.
Ma quando non v'è soccorso, di che cosa parlare?
Si può ancora sorridersi da un'immensa distanza - abbracciarsi -
stancarsi fino a un languore simile alla morte, che separa gli esausti
come una pianura sterminata; si può dire, attraverso la lontanza: ti amo,
oppure: sei bella; oppure: preferirei morire con te che vivere senza di te...

inviato il 06/12/2016
Nei segnalibri di:

Il sentiero per Crow Lake

immagine copertina
Mary Lawson
Il sentiero per Crow Lake
Tradotto da Stefania Bertola
Feltrinelli 2002

Narra la leggenda che la mia bisnonna Morrison fissò un leggio al suo arcolaio in modo da poter leggere mentre filava. E un sabato sera si lasciò tanto prendere dal libro che quando alzò gli occhi scoprì che era passata mezzanotte ed era andata avanti a lavorare per mezz'ora nel giorno del Signore. A quei tempi, contava come peccato grave.
Non racconto questa piccola storia di famiglia a caso. Di recente sono giunta alla conclusione che la bisnonna e il suo leggio hanno parecchio sulla coscienza. Al tempo degli eventi che ci hanno devastato, e posto fine a tutti i nostri sogni, lei era morta da decenni, ma questo non significa che non abbia influenzato l'esito finale: ciò che è successo tra Matt e me non si può spiegare senza far riferimento alla bisnonna, quindi che si prenda anche lei la sua parte di colpa. E' solo una questione di giustizia.

inviato il 10/11/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Cristina sei vincitrice del mese di novembre 10righe scelte da Voi utenti. Per te un libro incentivo. Manda i tuoi dati all'indirizzo: libroincentivo@10righedailibri.it

Ciao Cristina, sei nella finale di novembre, 10 righe scelte da Voi utenti.

Finzioni

immagine copertina
Jorge Louis Borges
Finzioni
A. MONDADORI
10 righe da pagina 695:

Mi sentii, per un tempo indeterminato, percettore astratto del mondo. La campagna vaga e vivente, i resti del tramonto operarono in me; così anche il declivio, che eliminava ogni possibilità di fatica. La sera era intima, infinita. Il sentiero scendeva e si biforcava, tra i campi già confusi. Una musica acuta e come sillabica s'avvicinava e s'allontanava nel va e vieni del vento, appannata di foglie e di distanza. Pensai che un uomo può esser nemico di altri uomini, di altri momenti di altri uomini, ma non d'un paese: non di lucciole, di parole, di giardini, di corsi d'acqua, di tramonti.

inviato il 07/11/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Si, grazie Tiziana.

http://scrivi.10righedailibri.it/il-sentiero-crow-lake-0, per quanto riguarda il link, è così che devo fare?

Anno di edizione 1984, traduttore Domenico Porzio. Vi devo però rivelare una cosa, che forse mi farà bandire per sempre dalle vostre pagine, oppure semplicemente ditemi di toglierla e la toglierò oppure la potete togliere voi... la foto che ho pubblicato non riguarda nessuna copertina di nessuna edizione, è una mia foto che mi pareva adatta ad "un percettore astratto del mondo". Ok, ditemi...

Tiziana riporta qui nei commenti l'anno di pubblicazione e il traduttore.

Ciao Tiziana, sei nella classifica finale settimanale del mese di novembre. Ricordati d scegliere 10 righe che più i Iacono partendo da oggi 14 novembre a domenica 20 novembre, riportando qui ni commenti il link scelto. Grazie.

Lo scandalo della Verità

immagine copertina
Michele Cavejari
Lo scandalo della Verità
Youcanprint 2016
10 righe da pagina 119:

Camminare non è solo un modo di spostarsi, ma uno stile. Si parte dal sé, si ritorna al sé, diversi. Il vero camminatore sceglie dove meglio smarrirsi, non il sentiero battuto ove più efficacemente cronometrarsi. Il camminatore, che poi solitamente è anche un buon pensatore, tocca le pietre, infila la mano nei corsi d'acqua, indugia, inventa bisettrici anziché scorciatoie, scolpisce nel vento nuove rotte, labirinti interiori che non per forza necessitano di strade, di corsie.
Il buon camminatore azzarda a dimenticarsi persino il telefono, lo “smart”. Eventualmente, si porta appresso uno zaino in cui mette il necessario, quanto basta, senza pesi inutili. Il buon camminatore sa di contare più del suo bagaglio.
Lo sapeva Socrate. Lo sapevano i peripatetici. Tutti “sapevano” che camminare aiutava a pensare, e parimenti sapevano che colui il quale si sarebbe messo a pensare, presto o tardi si sarebbe anche sentito in dovere di muovere le gambe. Il pensiero chiama il piede e gli dice: cammina.

inviato il 29/10/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuto Michele :)

Storia di un corpo

immagine copertina
Daniel Pennac
Storia di un corpo
Tradotto da Yasmina Melaouah
UNIVERSALE ECONOMICA FELTRINELLI 2016
10 righe da pagina 102:

In effetti stamattina ho versato tutte le lacrime che avevo in corpo. Sarebbe più giusto dire che il corpo ha versato tutte le lacrime accumulate dalla mente nel corso di quest'inverosimile carneficina. La quantità di sé che viene eliminata con le lacrime! Piangendo si fa molta più acqua che pisciando, ci si pulisce infinitamente meglio che tuffandosi nel lago più puro, si posa il fardello dello spirito sul marciapiede del binario d'arrivo. Una volta che l'anima si è liquefatta, si può celebrare il ricongiungimento con il corpo.

inviato il 01/11/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :-)

Grazie, non sono molto pratica. va bene così?

Ciao m.sav, sei nella finale settimanale di novembre. Scegli partendo da oggi a domenica 13 novembre, 10righe che più ti piacciono, riportandoo qui nei commenti il link.

Sette brevi lezioni di fisica

Carlo Rovelli
Sette brevi lezioni di fisica
Adelphi
10 righe da pagina 20:

Insomma, la teoria descrive un mondo colorato e stupefacente, dove esplodono universi, lo spazio sprofonda in buchi senza uscita, il tempo rallenta abbassandosi su un pianeta, e le sconfinate distese di spazio interstellare s'increspano e ondeggiano come la superficie del mare...... e tutto questo, che emergeva pian piano dal mio libro rosicchiato dai topi, non era una favola raccontata da un idiota in un accesso di furore, o l'effetto del bruciante sole mediterraneo della Calabria, un'allucinazione sul baluginare del mare. Era realtà.

inviato il 09/10/2016
Nei segnalibri di:

Apologo del giudice bandito

immagine copertina
Sergio Atzeni
Apologo del giudice bandito
Sellerio editore Palermo
10 righe da pagina 78:

Sentiero di terra sotto i piedi, alte canne piumate ai lati. le nuvole si inseguono, aprono squarci nel cielo, cento stelle si affacciano, e una mezzaluna nascente, poi le nuvole si stringono, sfioccano, il cielo è mutevole, i venti si incrociano, combattono per il dominio della notte, l'ultimo maestrale esausto e il primo sibilante scirocco.
- Salta, salta, rondinella - gracida un rospo e Juanica salta una pozza lunga quanto un uomo è alto.
- Corri - frusciano le canne.
- Salta - gracidano i rospi.
E Juanica salta ecorre come mai avrebbe pensato di saper correre e saltare.

Arriva caldo e gonfio imperioso lo scirocco, signore degli incubi e dei sogni, e soffia forte, conduce folate di sabbia gialla e calda di lontani deserti d'oriente...

inviato il 08/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Già...grazie, naty! Ho visto che sei un'accanita lettrice. Anch'io!

Che carina ...ti sei fatta la foto allo specchio...ciao,naty

L'amante

immagine copertina
Marguerite Duras
L'amante
Tradotto da Leonella Prato Caruso
Universale Economica Feltrinelli 1984
10 righe da pagina 123:

Anni e anni dopo la guerra, dopo i matrimoni, i figli, i divorzi, i libri, era venuto a Parigi con la moglie. Le aveva telefonato. Sono io. Lei l'aveva riconosciuto dalla voce. Le aveva detto: volevo solo sentire la tua voce. [...] E poi sembrava che non avesse altro da dire. Ma poi glie lo aveva detto. Le aveva detto che era come prima, che l'amava ancora, che non avrebbe mai potuto smettere di amarla, che l'avrebbe amata fino alla morte."

inviato il 13/07/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Un classico che mai tramonterà...quando di mezzo c'è ancora un'amante a far vacillare ogni verità!!!

Anche questo un classico della letteratura...d'amore

Inès dell’anima mia

immagine copertina
Isabel Allende
Inès dell’anima mia
Feltrinelli 2006

…La mia anima e il mio cuore, ancora imbrigliati in spiragli di gioventù, si domandano cosa diavolo sia successo al corpo. Quando mi guardo nello specchio d'argento, il primo regalo di Rodrigo per le nozze, non riconosco la nonnina coronata da capelli bianchi che a sua volta mi guarda. Ma chi è questa, che si burla della vera Inés? La esamino da vicino nella speranza di trovare in fondo allo specchio la bambina con le trecce e le ginocchia sbucciate che ero, la ragazza che scappava nei frutteti per fare l'amore di nascosto, la donna matura e appassionata che dormiva abbracciata a Rodrigo de Quiroga. Sono lì, appostate, ne sono certa, ma non riesco a intravederle. Ormai non monto più la mia giumenta, non porto né cotta di maglia né spada, e non per mancanza di coraggio, che ho sempre avuto in eccesso, ma per difetto del fisico…

inviato il 11/07/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazieee….amo la profondità dei sentimenti..amo andare oltre le parole…i libri che ti “parlano”
che ti graffiano l’anima…che ti fanno vivere le emozioni….le passioni, l’amore, il dolore…il tempo….
.un po’ quello che succede nella vita quando stai accanto alle persone che ami, quando ridi con loro, soffri con loro…parli…come se vivessi altre vite

Un poco quello che capita a chi invecchia, a tutti quelli che invecchiano, forse, sopratutto alle donne? Non ho letto il libro. Il brano scelto però, mi piace

...chissà perchè c'è sempre tanta tristezza nei brani postati da te...mi toccano sempre il cuore...

Il Sutra del Cuore

immagine copertina
Dalai Lama
Il Sutra del Cuore
Tradotto da Piero Verni
Mondadori su licenza Sperling & Kupfer 2008
10 righe da pagina 117:

Tutte queste discussioni filosofiche riguardano in pratica un unico,ma fondamentale, punto:il modo in cui tendiamo a percepire le cose non è in sintonia con quello che esse realmente sono. Detto questo però,non dobbiamo negare nichilisticamente la realtà della nostra esperienza.L'esistenza di cose ed eventi non si discute. E' il "modo" in cui esse esistono che deve essere correttamente compreso. Ecco il nocciolo di tutte queste complesse analisi.

inviato il 06/06/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Complimenti Laura. Ma provare "la vertigine" è già un passo avanti.

Complimenti Laura. Ma provare "la vertigine" è già un passo avanti.

E' un libro-vertigine.Di quelli che ti fanno intuire,e mai cogliere,il confine, la soglia,del nostro pensiero,del nostro tentativo di comprensione;unico, imperfetto strumento del quale disponiamo.Sentire questa imperfezione, questa soglia,è,la vertigine.

E' la nostra mente che a un certo punto le comprende.Tutto qui.

aggiungo segnalibro,essendo io una persona che guarda al pensiero orientale come conoscenza

Non ora, non qui

Non ora, non qui 1 year 2 settimane fa

4. edizione 2016

Finzioni

Finzioni 1 year 3 settimane fa

http://scrivi.10righedailibri.it/il-sentiero-crow-lake-0, per quanto riguarda il link, è così che devo fare?

Finzioni 1 year 3 settimane fa

Anno di edizione 1984, traduttore Domenico Porzio. Vi devo però rivelare una cosa, che forse mi farà bandire per sempre dalle vostre pagine, oppure semplicemente ditemi di toglierla e la toglierò oppure la potete togliere voi... la foto che ho pubblicato non riguarda nessuna copertina di nessuna edizione, è una mia foto che mi pareva adatta ad "un percettore astratto del mondo". Ok, ditemi...

Finzioni 1 year 4 settimane fa

Anche? Grazie (eeeeeee) :-)

Donne - pazze, sognatrici, rivoluzionarie

Donne - pazze, sognatrici, rivoluzionarie 1 year 4 settimane fa

Regalo a tutti le mie nuove dieci righe, allora :-)

Donne - pazze, sognatrici, rivoluzionarie 1 year 4 settimane fa

Grazieeeeeee per il libro, non credo ai miei occhi :-)

Donne - pazze, sognatrici, rivoluzionarie 1 year 4 settimane fa

Ciao, l'anno di edizione è il 2015

Donne - pazze, sognatrici, rivoluzionarie 1 year 4 settimane fa

L'anno di edizione è il 2015. Traduttore non ce n'è, visto che è autore uruguaiano che scrive in italiano e traduce in italiano e in inglese la letteratura e la poesia del suo paese.

Apologo del giudice bandito

Apologo del giudice bandito 5 years 8 settimane fa

Già...grazie, naty! Ho visto che sei un'accanita lettrice. Anch'io!

Il cavaliere inesistente

Il cavaliere inesistente 5 years 8 settimane fa

Se mi dici di che album si tratta magari posso scattare foto e spedirtela...tu sei di quelli/e che parlano con gli altri seguendo ragionamenti propri senza preoccuparsi che gli altri stiano seguendo i loro? Non ci si capisce...ok?

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy