Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di muscarina78

Biglietto d'amore

immagine copertina
Laura Mancinelli
Biglietto d'amore
Einaudi 2002
10 righe da pagina 29:

Intanto aveva messo a bollire appeso alla catena del camino un paiolo in cui aveva gettato rape e cipolle tagliate grossolanamente, e ora batteva e ribatteva sul medesimo tagliere, con la lama di un gran coltello, una spessa fetta di lardo riducendola in poltiglia e sminuzzandoci dentro alcuni spicchi d'aglio. E gettava il tutto nel paiolo ribollente.
Mentre mangiavano con appetito le salsicce di fegato con pane di segale, i due uomini aspiravano voluttuosamente il profumo che saliva dal paiolo.
-Buone queste salsicce,- osservò Guilbert,- hanno un profumo che mi é nuovo. Che cosa ci avete messo dentro?. Gonna Azzurra staccò da un chiodo un fascio di erbe appese alla parete e glielo mise sotto il naso.

inviato il 17/01/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Tra i tantissimi libri che ho letto e continuo a leggere, resta uno dei più amati.

La lettura di queste 10 righe mi causa sempre un po' d'acquolina in bocca!

Un amore semplice, ma VERO!

Vorrei provare queste semplici ricette!

Questo libro non é un capolavoro, ma mi fa piacere rileggerlo!

Quanti libri abbiamo letto, dopo questa lettura medievale! Nessun giorno senza libri!

Amore e ricette di cucina. è ancora attuale!

Questo libro ti trasorta in un'epoca passata...

Rileggo sempre con piacere le pagine di questo libro!

Bel libro, forse non un capolavoro, ma un autentico compagno di viaggio!

'a livella poesie napoletane

immagine copertina
ANTONIO DE CURTIS
'a livella poesie napoletane
Fausto Fiorentino editrice 1988
10 righe da pagina 12:

"QUI DORME IN PACE IL NOBILE MARCHESE SIGNORE DI ROVIGO E DI BELLUNO ARDIMENTOSO EROE DI MILLE IMPRESE MORTO L'11 MAGGIO DEL '31". 'O stemma cu 'a curona 'ncoppa a tutto... sotto 'na croce fatta 'e lampadine; tre mazze 'e rose cu 'na lista 'e lutto: cannele, cannelotte e sei lumine. Proprio azzeccata 'a tomba 'e stu signore nce steva 'n'ata tomba piccerella, abbandunata, senza manco un fiore; pe' segno, sulamente 'na crucella. E ncoppa 'a croce appena se liggeva: "ESPOSITO GENNARO NETTURBINO" Guardannola, che ppena me faceva stu muorto senza manco nu lumino! Questa è la vita! 'Ncapo a me penzavo... chi ha avuto tanto e chi nun ave niente! Stu povero maronna s'aspettava ca pure all'atu munno era pezzente?

inviato il 08/12/2010
Nei segnalibri di:

Commenti

Proprio così! E' utilissima per la vita! Altro che andar a farsi leggere la mano!

La grande smorfia napoletana, uno spaccato di vita che fa sorridere e riflettere insieme, comunque e sempre!!!

Un'unica livella per mettere tutti sullo stesso piano!!!

Il pezzo che preferisco è questo:" Proprio azzeccata 'a tomba 'e stu signore nce steva 'n'ata tomba piccerella, abbandunata, senza manco un fiore". Mi fa sorridere, mi dà allegria....

La tomba di un ricco signore si sente umiliata dalla vicinanza di una tomba povera: veramente la morte uguaglia tutti!"

Anche il vernacolo é efficace ad esprimere oncetti universali!

Quanta ironia!

Leggerlo, per abbassare le proprie ambizioni!

Totò ha detto grandi verità!

La morte rende tutti uguali e il grande Antonio de Curtis l'ha espresso in modo straordinario!

Le confessioni

immagine copertina
Sant'Agostino
Le confessioni
Tradotto da Dag Tessore
Economici newton 2010
10 righe da pagina 101:

Altre,invero, erano le cose che maggiormente cattivavano il mio animo: parlare e ridere insieme, scambiarsi favori e gentilezze, leggere insieme libri allettanti, scherzare insieme e onorarsi a vicenda, imparare l'uno dall'altro, desiderare con impazienza gli assenti, accogliere con gioia chi tornava. Queste e altre simili manifestazioni, promananti dal cuore di chi ama e di chi ricambia l'affetto, attraverso il viso, la lingua, gli occhi e mille altri segni di affetto, sono come fomiti che accendono gli animi e di molti ne fanno uno solo.
Questo è quello che si ama negli amici, e si ama in modo tale che l'umana coscenza si senta colpevole se non ama chi riama o non riama chi ama, nulla desiderando della persona dell'altro, se non manifestazioni di affetto.
Ma beato chi ama te e ama l'amico in te e il nemico per te!. Non perde mai nessun caro solo colui per il quale tutti sono cari in Lui, che mai si perde....

inviato il 26/11/2010
Nei segnalibri di:

Commenti

Bellissimo!, Forza Romano!

Biglietto d'amore

Biglietto d'amore 7 years 39 settimane fa

bello...molto...d'amore, ecco, sì....

'a livella poesie napoletane

'a livella poesie napoletane 7 years 44 settimane fa

la morte porterà finalmente la pace

Le confessioni

Le confessioni 7 years 46 settimane fa

Bellissimo!, Forza Romano!

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy