Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di sensasogni

Il ricettario della cucina sana ed economa

immagine copertina
Paolo Prada
Il ricettario della cucina sana ed economa
Fratelli fabbri editori
10 righe da pagina 1:

È veramente triste oggi il edere tanta mancanza di valore, di coscienza, verso la madre terra tutta. Oggi è tutto divenuto così facile e semplice che i valori sono in verità scomparsi. Sin da ragazzi, oggi, si può avere tutto con assai facilità e poca fatica. Io ricordo la gioia ancora del pane e marmellata a merenda che oggi è sostituito da già confezionate merendine, da mesi fatte con ingredienti assai stani e un po’ artificiali. È scomparsa così la preghiera vera al cibo, la gioia vera del compenso alla fatica.È veramente triste oggi il vedere tanta mancanza di valore, di coscienza, verso la madre terra tutta. Oggi è tutto divenuto così facile e semplice che i valori sono in verità scomparsi. Sin da ragazzi, oggi, si può avere tutto con assai facilità e poca fatica. Io ricordo la gioia ancora del pane e marmellata a merenda che oggi è sostituito da già confezionate merendine, da mesi fatte con ingredienti assai stani e un po’ artificiali. È scomparsa così la preghiera vera al cibo, la gioia vera del compenso alla fatica. Ora c’è solo l’automatismo, la noia, e il forte senso di

inviato il 04/01/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Complimenti Massimiliano, queste righe sono state le più votate di questa settimana.
Mandaci una mail all'indirizzo:
info@10righedailibri.it
facendoci sapere le tue preferenze per quanto riguarda il genere di libri che ti piacciono e un indirizzo a cui poter recapitare il libro incentivo che hai vinto!!
Cristina Staff di 10 righe

e qualche ricetta dei bei tempi andati???

Veramente bello e interessante questo libro, così ricco di suggerimenti , ricette. Così belli anche i consigli per adoperare ciò che é rimasto dei piatti preparati. Mi riporta indietro, all'epoca della mia nonna, altro che società del consumismo!

certo che deve essere veramente datato....

parole sante!!!

PRODUCI CONSUMA CREPA

Discorso sul metodo

immagine copertina
CARTESIO
Discorso sul metodo
Rusconi Libri

Il buon senso è la parte più equamente distribuita a questo mondo ; ognuno,infatti, pensa di esserne così ben provvisto che perfino coloro che, a proposito di tutto il resto sono i più incontantabili,non sono soliti desiderarne di più di quanto ne posseggano. E riguardo a ciò non è verosimile che tutti si sbaglino; questo dimostra piuttosto che la capacità di giudicare correttamente e di distinguere il vero dal falso -in cui consiste proprio quello che viene chiamato buon senso, ovvero ragione - è per natura identica in tutti gli uomini; e così pure la diversità di opinioni non deriva dal fatto che alcuni siano più ragionevoli di altri, ma solamente dal fatto che dirigano i nostri pensieri lungo percorsi diversi, e non prendano in considerazione le stesse cose. Non basta ,infatti, essere dotati di uno spirito retto : la cosa più importante è applicarlo correttamente.

inviato il 09/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Emma, nei prossimi post scrivi anche l'anno di edizione e il numero della pagina da cui hai tratto le 10 righe :))

Cecità

immagine copertina
José Saramago
Cecità
ed. Feltrinelli 2007 2010
10 righe da pagina 276:

Perché siamo diventati ciechi, Non lo so, forse un giorno si arriverà a conoscerne la ragione, Vuoi che ti dica cosa penso, Parla, Secondo me non siamo diventati ciechi, secondo me lo siamo, Ciechi che vedono, Ciechi che, pur vedendo, non vedono. La moglie del medico si alzò e andò alla finestra. Guardò giù, guardò la strada coperta di spazzatura, guardò le persone che gridavano e cantavano. Poi alzò il capo verso il cielo e vide tutto bianco, è arrivato il mio turno, pensò. La paura le fece abbassare immediatamente gli occhi. La città era ancora lì.

inviato il 09/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Complimenti Silvana con queste tue splendide righe hai vinto il gioco dei segnalibri di questa settimana. Per poter ottenere il tuo premio, un libro, devi fare due cose
1) scegliere le tue righe preferite fra quella che verranno pubblicate questa settimana
2) farci avere un tuo recapito a
libroincentivo@10righedailibri.it

Grazie Staff, questa info mi mancava :)

Nadia, puoi posrare anche 10 righe tratte dallo stesso libro. :)

Grande Saramago, anche se tra i miei preferiti c'è: La zattera di pietra, Viaggio in Portogallo e L'uomo duplicato sempre pubblicati da Feltrinelli :)

L'ho letto da poco, bellissimo!!!

Se puoi vedere, guarda. Se puoi osservare, osserva.

Grrrr mi hai anticipata!!! Volevo postarle io 10 righe di questo libro :(

Forse nn tutti sanno che Saramago, tra i più grandi romanzieri del Novecento, è stato premio nobel per la letteratura nel 1998. Gran belle 10 righe Silvana!!!

A mio avviso uno dei più bei romanzi di Saramago!!!

Silvana benvenuta :)

... le prime righe...

immagine copertina
Giovanni Verga
... le prime righe...
10 righe dai libri

Avevo visto una povera capinera chiusa in una gabbia: era timida, triste, malaticcia ci guardava con occhio spaventato; si rifugiava in un angolo della sua gabbia, e allorchè udiva il canto allegro degli altri uccelletti che cinguettavano sul verde prato o nell' azzurro del cielo, li seguiva con uno sguardo che avrebbe potuto dirsi pieno di lacrime. Ma non osava ribellarsi, non osava tentare di rompere il fil di ferro che la teneva carcerata...eppure i suoi custodi le volevano bene...i bambini si trastullavano con il suo dolore e le pagavano la sua con miche di pane....la povera capinera cercava rassegnarsi...tentava di beccare quelle miche di pane...ma non poteva inghiottire....Dopo due giorni chinò la testa sotto l' ala e l' indomani fu trovata stecchita nella sua prigione. ...era morta...povera capinera! era morta...perché in quel corpicino c' era qualche cosa che non si nutriva soltanto di miglio, e che soffriva qualche cosa oltre la fame e la sete....
(Giovanni Verga - Storia di una capinera)

inviato il 26/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Sono felicissima, grazie :))
Cristina

Cristina le tue 10 righe sono le n. 55.555 :) c'è per te un libro incentivo!

L'eleganza del riccio

immagine copertina
Muriel Berbery
L'eleganza del riccio
Tradotto da E.Caillat/Cinzia Poli
Edizioni E/O 2007
10 righe da pagina 195:

Da dove viene la meraviglia che proviamo di fronte ad alcune opere?.L'ammirazione nasce al primo sguardo e anche se in seguito,nella paziente caparbietà con cui tentiamo di stanare le cause,scopriamo che tutte questa bellezza è frutto di un virtuosismo che si svela solo scrutando il lavoro di un pennello che ha saputo donare luce e ombra e restituire forme e trame magnificandole-gioiello trasparente del bicchiere,grana tumultuosa delle conchiglie, morbidezza luminosa del limone-,tutto ciò dissolve nè spiega il mistero dell'incanto iniziale.E' un enigma che sempre si rinnova:le grandi opere sono forme visive che raggiungono in noi l'evidenza di un adeguatezza senza tempo.La certezza che alcune forme,sotto l'aspetto particolare che ricevono dai loro creatori, attraversino la storia dell'Arte e nella filigrana del genio individuale,costituiscano altrettante sfaccettature del genio individuale ha qualcosa di profondamente conturbante.

inviato il 25/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Sì, é vero. Non ho pensato subito a lui, perché mi é apparso come un deus ex machina, apparso a modificare ... anche se poi tutto precipita. Invece, la vita della portira mi è apparsa reale, perchè tutti giudicano solo in base alle apparenze e, se solo é una portiera, non può avere una sua vita interiore o amare la lettura. Allo stesso modo, troppo reali mis ono sembrati i genitori della ragazzina. Chi non ha letto il libro, veramente lo deve leggere! Ciao!!!!

Rachele,non è da sottovalutare "Ozu"
Aggiungo queste righe:Tutto è di legno chiaro o bianco,con lunghi piani da lavoroe grando credenze piene di piatti e ciotole di porcellana blu,nera e bianca.al centro il forno,il piano cottura,un acquaio con tre vasche e un angolo bar con accoglienti sgabelli su uno dei quali sono appollaiata io,così sto di frontea monsieur Ozu che si affacenda ai caldo fornelli.Mi ha messo davanti una bottiglietta di sakè caldo e due splendidi bicchierini di porcellana blu leggermente screpolata.
Un onda di speranza mi solleva.Avrete notato infatti che finora non abbiamo scambiato piu' di venti parole,benchè io me ne sto davanti a un monsieur Ozu che cucina in grembiule verde mela come se fossimo vecchi amici,dopo l'episodio
olandese e ipnotico che nessuno ha chiosato e che ormai si annovera tra le cose dimenticate.La serata potrebbe davvero essere solo un iniziazione alla cucina orientale.Al diavolo Tolstoj e tutti i sospetti monsieur Ozu,nuovo condomino poco attento alle gerarchie,invita la sua portinaia a una cena esotica.Conversano di sashimi e spaghetti di soia.
Cosa può esserci di piu' insignificante?
Ed è a questo punto che avviene la catastrofe.

Sapete, ho amato la figura della portinaia, ma anche quella della ragazzina, anche se triste!

ciao Barbara,grazie!!!

Aggiungo segnalibro, mi era sfuggito :) ciao Naty :))

Certo ,mel ,ogni tanto lo riscopro ed è un libro che non puoi dimenticare,ciao:)

naty,allora me lo consigli? io ancora non l'ho letto,perch è quand'ero sul punto di acquistarlo,puntualmente un altro libro attirava la mia attenzione e, siccome sono un pò fatalista, ho sempre postargato.ma se tu mi dici che vale la pena, sarà il prossimo libro che comprerò:)

Rachele hai ragione.ogni tanto scopro delle belle verità in questo libro,ciao

Libro da rileggere! Segnalibro!

aggiungo segnalibro

"I libri ci dicono"

immagine copertina
Leonardo Sciascia
"I libri ci dicono"
10 righe dai libri

Ieri sera, uscendo per una passeggiata, ho visto nella crepa di un muro una lucciola. Non ne vedevo, in questa campagna, da almeno quarant'anni: e perciò credetti dapprima si trattasse di uno schisto del gesso con cui erano murate le pietre o di una scaglia di specchio; e che la luce della luna, ricamandosi tra le fronde, ne traesse quei riflessi verdastri. Non potevo subito pensare a un ritorno delle lucciole, dopo tanti anni che erano scomparse.
(Postate da Giovanni Scalisi di Leonardo Sciascia, L'affaire Moro)

inviato il 29/06/2012
Nei segnalibri di:

Il sentiero dei nidi di ragno

immagine copertina
Italo Calvino
Il sentiero dei nidi di ragno
Garzanti-gli elefanti 1987
10 righe da pagina 51:

...Non é come Pin avrebbe voluto, perché importa loro tanto poco, adesso? vorrebbe non aver ancora preso la pistola, vorrebbe tornar dal tedesco e rimetterla al suo posto. - Per una pistola, - dice Miscèl, - non val la pena rischiare. Poi é un modello antiquato. pesante, s'inceppa. ... Pin non sente più niente. ormai é sicuro che non darà loro la pistola, ha i lucciconi agli occhi e una rabbia gli stringe le gengiv. I grandi sono una razza ambigua e traditrice, non hanno quella serietà terribile nei giochi propria dei ragazzi, pure hanno anch'essi i loro giochi, sempre più seri, un gioco dentro l'altro che non si riesce mai a capire quale é il gioco vero. Prima sembrava che giocassero con l'uomo sconosciuto contro il tedesco, adesso da soli contro l'uomo sconosciuto, non ci si può mai fidare di quel che dicono...

inviato il 21/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

complimenti, con queste 10righe hai vinto il gioco maturarighe!
Ti vengono assegnati 3 libri incentivo e dovrai scegliere a chi assegnare il terzo premio! :)

aggiungo segnalibro

Non conoscevo questo libro di calvino!!!

Partecipo a Maturarighe +http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe/

Alfabeto d'Amor

immagine copertina
Biagio Arixi
Alfabeto d'Amor
Edizione Libreria Croce 2012
10 righe da pagina 63:

Siamo diversi e felici
di essere distinti, perchè
abbiamo superato la soglia
banale della normalità.
Siamo sensibili, solo perchè più attenti a ogni problema
che discrimina l'intera Umanità.
... E siamo pure colorati
in quanto abbiamo dentro
un arcobaleno, che rende
l'animo più quieto e più sereno.
Ma siamo sopratutto
uomini, forti e coraggiosi,
capaci di difendere sino
all'eccesso ogni ingiustizia
che calpesti la nostra dignità.

inviato il 22/06/2012
Nei segnalibri di:

Divina Commedia

immagine copertina
DANTE ALIGHIERI
Divina Commedia
Atlas 2011
10 righe da pagina 61:

" E quella a me:" Nessun maggior dolore
che ricordarsi del tempo felice
ne la miseria, e ciò sa il tuo dottore.

ma s'a conoscer la prima radice
del nostro amor tu hai cotanto affetto,
dirò come colui che piange e dice.

Noi leggiavamo un giorno per diletto
di Lancialotto come amor lo strinse;
soli eravamo e sanza alcun sospetto.

Per più fiate li occhi ci sospinse
quella lettura, e scolorocci il viso;
ma solo un punto fu quel che ci vinse.

Quando leggemmo il disiato riso
esser baciato da cotanto amante,
questi, che mai da me non fia diviso,

la bocca mi baciò tutto tremante.
Galeotto fu il libro e chi lo scrisse.
da quel giorno più non vi leggemmo avante".

inviato il 22/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo a http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe minigioco del 22 giugno

l'ultima riga delle favole

immagine copertina
Massimo Gramellini
l'ultima riga delle favole
Longanesi

Arianna era esattamente il genere di ragazza di cui avrebbe potuto innamorarsi. Doveva darsela a gambe e sparire, prima che fosse troppo tardi.
Mancava meno di un'ora all'appuntamento e al solo pensiero starnutì. Ecco, l'avrebbe chiamata per comunicarle che un raffreddore contagioso impediva al suo naso di cenare con lei.
Rianimò una banconota che moriva di solitudine in fondo alla tasca dei pantaloni. Aveva scarabocchiato sul margine un numero di telefono con la sua grafia da gallina, ma nel comporre le cifre ebbe un'esitazione fatale e l'apparecchio gli squillò fra le mani.

inviato il 05/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

segnalibro

La chimera di Praga

immagine copertina
Layni Taylor
La chimera di Praga
Tradotto da Donatella Rizzati
Fazi 2012
10 righe da pagina 151:

Stava galleggiando :lanciò un grido estasiato e stese le braccia per bilanciarsi,remando nell'aria come se stesse galleggiando sul mare.Era aria.Stava volando. Bè magari non proprio volando-non ancora- ma galleggiando sul confine "dell'intero pazzesco cielo ". Che guarda caso ,avvolgeva " l'intero pazzesco mondo".Sopra di lei ,la notte era immensa e sconfinata ,piena di stelle e di cose incredibili, una sfera infinitamente profonda,infinitamente penetrabile,e lei si innalzò sempre piu' in alto ,reclamandola. Adesso riusciva a vedere il tetto delcapanno di Bain da sopra la cima degli alberi.Nelle sue orecchie le brezze sussurravano ,fredde ma giocherellone, quasi le dessero il benvenuto nelle loro altezze. Non riusciva a trattenere le risate. Una volta che aveva cominciato,non poteva smettere. Era un irrefrenabile ,incredibile torrente di risatine che sembrava un po' folle,ma chi non sarebbe sembrato folle in un momento del genere?. Stava volando.

inviato il 11/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Segnalibro!

aggiungo segnalibro

Ringrazio la casa editrice Fazi,per avermi donato questo libro incentivo.
Ancora una volta ho viaggiato....con questo libro fantastico..naty

L'amore al tempo del colera

L'amore al tempo del colera 5 years 51 settimane fa

L'amore è bello sempre, anche in tempi normali. Lo spettacopo più bello, oltre a leggere un libro, é guardare due ragazzi innamorati!

L'amore al tempo del colera 7 years 1 week fa

sarebbe bello rassomigliare al personaggio di florentino Ariza!

Il sentiero dei nidi di ragno

Il sentiero dei nidi di ragno 6 years 1 giorno fa

Non conoscevo questo libro di calvino!!!

Biglietto d'amore

Biglietto d'amore 7 years 7 settimane fa

Questo libro fa amare la storia, intsa come scoperta di altre epoche, di altri luoghi, in cui uomini come noi hanno amato, hanno coltivato sogni, hanno avuto incontri...

Il ricettario della cucina sana ed economa

Il ricettario della cucina sana ed economa 7 years 24 settimane fa

PRODUCI CONSUMA CREPA

Il Capitano è fuori a pranzo

Il Capitano è fuori a pranzo 7 years 26 settimane fa

Bellissimo! Anche se il mio preferito in assoluto è "Donne" che ho letto 3 volte!! Mi spiace solo che l'ho prestato e non posso scrivere le 10 righe :(

'a livella poesie napoletane

'a livella poesie napoletane 7 years 27 settimane fa

ma secondo te quelli non campani ci capiscono niente???

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy