Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Isabella Pulcinelli

Rita Levi Montalcini e il mistero del comico rapito

immagine copertina

<<"Dunque, c'é Tiziano Ferro, che boxerà contro un canguro, poi i Nomadi the ingoiano le spade della nazionale di scherma, forse Carmen Consoli e Battiato
che fanno l'imitazione di Obama e la moglie."
"Uhm, mi aspettavo di peggio"
"Ah, e poi, oltre a Rita, che dovrebbe esibirsi per ultima, ci sono due centenari di
Trento, marito e moglie, che per 10 euro Si fanno tirare le orecchie cento volte.">>

inviato il 26/05/2017
Nei segnalibri di:

Daughters of the Dragon

immagine copertina
William Andrews
Daughters of the Dragon
Lake union publishing
10 righe da pagina 299:

<<...in times like this, it was hard for me to believe that Soo-bo and I were direct descendants of Empress Myeongseong, responsible to carry on the legacy of the two-headed dragon. Certainly l believed in the spirits of my ancestors. l could feel them inside me and see them in the people and land of my country. But if Soo-bo and l were a part of their grand scheme, why didn't they help us? Why did we have to suffer and die for Korea?>>

inviato il 20/05/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Isabella, sei nella finale di Maggio, 10 righe scelte dalla redazione.

il delitto dell'Immacolata

immagine copertina
Domenico Cacopardo
il delitto dell'Immacolata
Marsilio Editori 2014
10 righe da pagina 12:

Quella notte, avevo sognato d’essere, chissà perché, in
Cina, di fronte a Mao Tse-tung: m’interrogava sull’Implicito
Sublime e io, che sapevo tutto sul poema, mio speciale
approfondimento dell’ultimo anno, non riuscivo ad articolare
la minima risposta. L’angoscia, quella dei giorni della
licenza liceale, s’era impadronita del sonno, tanto che
non avevo sentito la presenza di mia madre.
A piedi nudi era entrata nella stanza e mi aveva domandato:
«Lollo che c’è? Non stai bene?»
«No, mammà. Un brutto sogno.»
«Mangiasti pesante, ieri sera: troppo cavolfiore marinato.»

inviato il 29/09/2015
Nei segnalibri di:

“Prima o poi l’amore arriva”

immagine copertina
Stafano benni
“Prima o poi l’amore arriva”
Feltrinelli 1990
10 righe da pagina 52:

O regina del giardino
tigre del ragu'
lampo che sbrana
la piu' veloce carne in scatola
altera anche quando
mordicchia una piattola
o guru crepitante
di fusa nel nirvana
con la coda allontani
i complimenti plebei
Nella tua pelliccia, per cui
nessun amante pago'
nella tua bellezza, per cui
gatti a decine
di orrende serenate
atterriscono la luna
o sonnacchiosa sovrana
o Nuvola, gatta
che non invecchia mai

“Ad una gatta”
http://it.wikipedia.org/wiki/Stefano_Benni

inviato il 26/08/2013
Nei segnalibri di:

Brooklyn

immagine copertina
Colm Toibin
Brooklyn
Scribner 2009
10 righe da pagina 24:

“In the United States” he said [Father Flood] “there would be plenty of work for someone like you and with good pay”… “in Brooklyn, where my parish is, there would be office work for someone who was hard-working and educated and honest”.
“It’s very far away, thought” her mother said “that’s the only thing”.
“Parts of Brooklyn” Father Flood replied “are just like Ireland. They are full of Irish…it would be a great opportunity, especially if you were young” Father Flood said finally.
Eilis felt like a child when the doctor would came to the house, her mother listening with cowed respect.

inviato il 05/09/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

qui potete trovare un commento al romanzo http://www.nytimes.com/2009/05/03/books/review/Schillinger-t.html?pagewa...

Out of This Century: Confessions of an Art Addict

immagine copertina
Marguerite Guggenheim
Out of This Century: Confessions of an Art Addict
Andre Deutsch Ltd New Edition 2005
10 righe da pagina 4:

“…I was born in New York City on West Sixty-ninth Street. I don’t remember anything about this. My mother told me that while the nurse was filling her hot water bottle, I rushed into the world with my usual speed and screamed like a cat. I was preceded by one sister, Benita, who was almost three years older than I. She was the great love of my early life, in fact of my entire immature life. But maybe that has never ended…”

inviato il 29/07/2011
Nei segnalibri di:

Seven Days in the Art World

immagine copertina
Sarah Thornton
Seven Days in the Art World
W. W. Norton
10 righe da pagina 9:

“…François Pinault is my favourite collector” confesses Ségalot. “ He has a true passion for contemporary art and a unique instinct for masterworks. He understands quality. He has an incredible eye.” … Any piece of art acquired by Pinault receives the value-added stamp of his provenance. The artist is the most important origin of a work, but the hands through which it passes are essential to the way in which it accrues value. As a matter of course, everyone involved in the art market talks up the provenances with which he or she is affiliated…”.

inviato il 12/04/2011
Nei segnalibri di:

I segreti di Roma

immagine copertina
Corrado Augias
I segreti di Roma
Arnoldo Mondadori Editore 2005

Da dove cominciare il racconto di un universum qual è Roma? In una città contraddittoria come questa, carica di tutta la gloria, di tutte le rovine e di tutta la polvere che i secoli si sono lasciati dietro, è possibile scorgere le tracce di ogni evento o sentimento umani, l'ardimento e la goliardia, la generosità e l'ignavia, l'intraprendenza e la losca mollezza degli infingardi. Non c'è avvenimento della storia conosciuta che non abbia lasciato un segno, una cicatrice, un graffio sulla sua scorza. Roma non sarà mai la città dell'ordine, delle simmetrie, del nitido svolgersi dei fatti secondo un disegno, l'esito coerente di un progetto. Se la storia degli uomini altro non è che violenza e capace di riflettere con dolorosa fedeltà ogni dettaglio, compresi quelli dai quali si distoglierebbe volentieri lo sguardo.

inviato il 11/03/2011
Nei segnalibri di:

Storia dell'Arte

immagine copertina
Ernst Hans Gombrich
Storia dell'Arte
Einaudi

“…Grandi artisti del passato hanno dedicato molte fatiche a opere nelle quali è accuratamente riprodotto ogni minimo particolare…Ma chi potrebbe affermare che questo disegno dell'elefante di Rembrandt sia necessariamente meno buono perché mostra un minor numero di particolari? In realtà Rembrandt era un mago tale da farci sentire la pelle grinzosa dell'elefante con pochi tratti di carboncino…” [riferito all’Elefante disegnato da Rembrandt nel 1637]

Storia dell'Arte di Ernst Hans Gombrich , pubblicata in Italia da Einaudi

http://it.wikipedia.org/wiki/Ernst_Gombrich

inviato il 24/02/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Bellissimo volume; aggiunto segnalibro :)

L'eleganza del riccio

immagine copertina
Muriel Barbery
L'eleganza del riccio
Tradotto da Emanuelle Caillat e Cinzia Poli
Edizioni e/o (collana Dal mondo) 2007
10 righe da pagina 39:

Nella nostra società essere povera, brutta e per giunta intelligente condanna a percorsi cupi e disillusi a cui è meglio abituarsi quanto prima. Alla bellezza si perdona tutto, persino la volgarità. E l'intelligenza non sembra più una giusta compensazione delle cose, una sorta di riequilibrio che la natura offre ai figli meno privilegiati, ma solo un superfluo gingillo che aumenta il valore del gioiello. La bruttezza, invece, di per sé è sempre colpevole, e io ero già votata a quel tragico destino, reso ancora più doloroso se si pensa che non ero affatto stupida.

inviato il 14/12/2010
Nei segnalibri di:

Commenti

Uno dei libri che amo di più.........ecco come ne ho parlato io: http://lamiadolcebambina.blogspot.it/2012/03/la-settimana-delle-parole.html

Ho letto il libro passatomi da una mia carinissima amica e devo dire che leggendolo ho avuto la percezione di aver già vissuto paradossalmente alcune situazioni citate nel libro, poichè mia madre lavorò come portinaia diversi anni in uno stabile dìepoca. l'autore ha interpretato a meraviglia i sentimenti di ognuno dei protagonisti con ilarità, fermezza, coesione, semplicità, affiancando senza alcun privilegio ignoranza e cultura delle parti. Un vero capolavoro!!!

La figura della portinaia é straordinaria: potrebbe aiutare ad abbattere gli stereotipi moderni, che, nonostante tutto, resistono!

Bella l'interpretazione del gatto visto come un totem moderno!

Non capisco perché sia inimmaginabile che una portinaia legga! Tutti possono avere questa grande gioia: viva la lettura!

Visto il grande successo di questo romanzo...vi scrivo l'incipit (che ho preso da Wikiquote e mi auguro che sia uguale al libro che in questo momento non ho con me):
"Marx cambia completamente la mia visione del mondo" mi ha dichiarato questa mattina il giovane Pallières che di solito non mi rivolge nemmeno la parola.
Antoine Pallières, prospero erede di un'antica dinastia industriale, è il figlio di uno dei miei otto datori di lavoro. Ultimo ruttino dell'alta borghesia degli affari – la quale si riproduce unicamente per singulti decorosi e senza vizi –, era tuttavia raggiante per la sua scoperta e me la narrava di riflesso, senza sognarsi neppure che io potessi capirci qualche cosa. Che cosa possono capirci le masse lavoratrici dell'opera di Marx? La lettura è ardua, la lingua forbita, la prosa raffinata, la tesi complessa.
A questo punto, per poco non mi tradisco stupidamente. "Dovrebbe leggere L'ideologia tedesca" gli dico a quel cretino in montgomery verde bottiglia. Per capire Marx, e per capire perché ha torto, bisogna leggere L'ideologia tedesca. È lo zoccolo antropologico sul quale si erigeranno tutte le esortazioni per un mondo migliore e sul quale è imperniata una certezza capitale: gli uomini, che si dannano dietro ai desideri, dovrebbero attenersi invece ai proprio bisogni. In un mondo in cui la hybris del desiderio verrà imbavagliata potrà nascere un'organizzazione sociale nuova, purificata dalle lotte, dalle oppressioni e dalle gerarchie deleterie.
"Chi semina desiderio raccoglie oppressione" sono sul punto di mormorare, come se mi ascoltasse solo il mio gatto. Ma Antoine Pallières, a cui un ripugnante aborto di baffi non conferisce invece niente di felino, mi guarda, confuso dalle mie strane parole. Come sempre, mi salva l'incapacità del genere umano di credere ciò che manda in frantumi gli schemi di abitudini mentali meschine. Una portinaia non legge L'ideologia tedesca e di conseguenza non sarebbe affatto in grado di citare l'undicesima tesi su Feuerbach. Per giunta, una portinaia che legge Marx ha necessariamente mire sovversive ed è venduta a un diavolo chiamato sindacato. Che possa leggerlo per elevare il proprio spirito, poi, è un'assurdità che nessun borghese può concepire.
"Mi saluti tanto la sua mamma" borbotto chiudendogli la porta in faccia e sperando che la disfonia delle due frasi venga coperta dalla forza di pregiudizi millenari".

W l'intelligenza che ti spinge a leggere!

Libro che si fa leggere d'un fiato!

La storia é molto bella, i personaggi aprticoalri!

Libro straordinario, che ho amato e che voglio rileggere!

Così parlò Bellavista

immagine copertina
Luciano De crescenzo
Così parlò Bellavista
Arnoldo Mondadori 1995
10 righe da pagina 133:

«Forse sarà così, ma a me piace immaginare che le cose stiano invece differentemente» dice Luigino. Io nel quadrante dell’amore e della libertà ci vedo quasi tutti: io ci vedo, per esempio, i bambini, le bestie… i cani soprattutto, e poi ci vedo le piante, che noi non lo sappiamo ma che chissà quanta voglia hanno di muoversi e di mettersi al sole. Io certe volte mi metto a guardare gli alberi e mi sembra quasi di poterli sentire. Ricordo sempre quei versi di Pavese:
«tutto il mondo è coperto di piante
che soffrono nella luce
e non s’ode nemmeno un sospiro.»

inviato il 18/01/2012
Nei segnalibri di:

La distrazione

Luciano De Crescenzo
La distrazione
Mondadori
10 righe da pagina 96:

Allora l'unica attività da praticare è la distrazione. Avere un qualcosa a cui pensare, un traguardo da raggiungere, una donna da desiderare. Nell'antica Grecia ci fu un movimento filosofico chiamato zeticismo. Il cui fondatore si proponeva di cercare sempre, a patto di non trovare mai. L'importante, diceva, è sentirsi impegnati in modo da non avere il tempo di pensare. All'alpinista piace più scalare la montagna che non guardare il panorama, altrimenti si farebbe portare in cima da un elicottero.

inviato il 13/02/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Aggiungo segnalibro. Complimenti per la scelta delle righe. Questo dovrebbe esserci da insegnamento, la distrazione è il segreto di tutto.

Caspita, quant'è vero!

aggiungo segnalibro

Storia della filosofia medioevale

immagine copertina
Luciano De Crescenzo
Storia della filosofia medioevale
MONDADORI 2003
10 righe da pagina 27:

Quando ero ragazzo l'Inter non si chiamava Inter ma Ambrosiana e aveva come santo protettore Sant'Ambrogio. Ogni volta che l'Ambrosiana incontrava il Napoli lo batteva irrimediabilmente, e io, se non altro per questo, la odiavo con tutte le mie forze, e insieme alla squadra odiavo anche il suo protettore. Poi, studiando filosofia, conobbi meglio il pensatore e cominciai ad apprezzarlo, soprattutto per quello che disse dell'amicizia."L'amicizia è il sentimento più bello che un uomo possa provare. Amicizia significa avere una persona vicina con cui dividere le gioie e i dolori della vita e con cui confidarsi nei momenti in cui si viene presi dalla tristezza".

inviato il 18/03/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo Allora un libro su http://scrivi.10righedailibri.it/allora-un-libro-gioco-libri-incentivo

il dubbio

luciano de crescenzo
il dubbio
Arnoldo Mondadori
10 righe da pagina 4:

" quanto tempo é necessario perché passino ottant' anni?" " be, ovviamente ottant'anni:. " ne sei proprio sicuro?". " o bella: ottant'anni non possono che durare ottant'anni. Mi sembra. Ovvio". " e invece non è ovvio proprio per niente: a volte possono durare p."ochissimo, altre non finire mai. Come vedi il concetto di tempo é altrettanto imprecisabile del concetto di DIO. La pretesa di capire il tempo é un ambizione sovrumana: un po come la pretesa di capire Dio".

inviato il 20/02/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Eh i grandi quesiti della vita

STORIE DI ORDINARIA FOLLIA

immagine copertina
Charles Bukowski
STORIE DI ORDINARIA FOLLIA
Tradotto da Pier Francesco Paolini
Universale Economica Feltrinelli 1982
10 righe da pagina 301:

L’ anima libera è rara,
ma quando la vedi la riconosci,
soprattutto perché provi
un senso di benessere
quando le sei vicino.

inviato il 23/06/2014
Nei segnalibri di:

L'altro capo del filo

immagine copertina
Andrea Camilleri
L'altro capo del filo
Sellerio 2016
10 righe da pagina 26:

Sulo allura Livia si votò a taliarlo e con l’indici puntato verso il mare dissi:
"Che cos’è quel fagotto?".
"Quale?".
"Quella cosa nera che galleggia a sinistra, vicino al braccio del porto".
Montalbano fici dù passi avanti nella virandina e si misi a taliare attentamenti indove Livia ’ndicava.
Si nni stetti tanticchia accussì ’n silenzio. Po’ scinnì verso la pilaja.
"Tu resta qui" fici.
Il commissario s’avvicinò fino a dove potti dato che la libicciata si era mangiata ’na gran quantità di pilaja e s’appuiò a ’na varca rovisciata che il solito piscatori matutino aviva mittuto ’n sicurizza.
Stetti tanticchia a taliare e po’ tornò narrè lento lento verso la virandina.
I sò occhi erano stracangiati.
"No. Non è un fagotto" dissi

inviato il 06/06/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Andrea Calogero Camilleri (Porto Empedocle, 6 settembre 1925)

La cappella di famiglia e altre storie di Vigàta

immagine copertina
Andrea Camilleri
La cappella di famiglia e altre storie di Vigàta
Sellerio 2016
10 righe da pagina 60:

E capitaro ’na poco di cose stramme.
Pri sempio, don Savaturi Sciortino, che fabbricava tabbuti, appena che l’acqua gli arrivò nel magazzino, satò dintra a ’na cascia da morto e accussì, galleggianno, vinni portato ’n mari aperto da indove l’arrecuperaro tri jorni appresso.
Pri sempio, Michilina Sabella, diciottina di rara biddrizza, era nuda pirchì si stava lavanno quanno l’ondata la pigliò, la sbattì supra al tavolato del letto che, squasi fusse ’na zattera, la fici arrivari sparata dintra alla casa di Simone Percoco, beddro picciotto vintino, il quali la salvò e otto misi appresso se la maritò.
Pri sempio, Vituzzo Lauricella, nasciuto quinnici jorni avanti, fu affirrato dall’onda e ’nfilato dintra a ’na granni burnìa di vitro spisso il cui coperchio vinni ermeticamenti chiuiuto. Accussì, come si fusse dintra a un sommergibili trasparenti, la criatura annò a finiri posata supra allo scaffali cintrali della farmacia Butera, da indove lo libbiraro sano e salvo.

inviato il 06/02/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Andrea Calogero Camilleri (Porto Empedocle, 6 settembre 1925)

L'altro capo del filo

immagine copertina
Andrea Camilleri
L'altro capo del filo
Sellerio 2016
10 righe da pagina 85:

"Chi nni pensi tu dell'Europa?" spiò al grancio che dallo scoglio allato lo stava a taliare. Il grancio non gli arrispunnì. "Prifirisci non compromittiriti? Allura mi compromitto io. Io penso che doppo il granni sogno di 'st'Europa unita, avemo fatto tutto il possibili e l'impossibili per distruggirinni le fondamenta stisse. Avemo mannato a catafottirisi la storia, la politica, l'economia 'n comuni. L'unica cosa che forsi restava 'ntatta era l'idea di paci. Pirchì doppo avirinni ammazzati per secoli l'uni con l'autri non nni potivamo cchiù. Ma ora ce lo semu scordati, epperciò stamo attrovanno la bella scusa di 'sti migranti per rimittiri vecchi e novi confini coi fili spinati. Dicino che tra 'sti migranti s'ammucciano i terroristi 'nveci di diri che 'sti povirazzi scappano proprio dai terroristi."

inviato il 11/07/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie...

Spero di essere ancora in tempo! Ecco le mie 10righe preferite tra quelle pubblicate la scorsa settimana - http://scrivi.10righedailibri.it/equazione-di-un-amore-2

Ok! Grazie Staff:-)

Ciao Sara68, sei nella finale settimanale del mese di Luglio. Scegli 10 righe che più ti piacciono partendo da lunedì 17 luglio a domenica 23 luglio. Riportando qui nei commenti il link scelto.

La rete di protezione

immagine copertina
Andrea Camilleri
La rete di protezione
Sellerio 2017
10 righe da pagina 27:

“Ogni bobina è avvolta in un foglietto con la data scritta di pugno da mio padre. Per sei anni consecutivi sono stati tutti girati nello stesso mese, nello stesso giorno e alla stessa ora, il 27 marzo alle 10 e 25”.
“Ma che rappresenta la scena?”.
Sabatello pigliò sciato prima d’arrispunniri.
“Un pezzo di muro. Sempre lo stesso”.
Montalbano lo taliò ’mparpagliato.
“Un pezzo di muro?!”.
“Esattamente”.
“Ma c’è qualcosa su quel muro?”.
“Niente. Non una scritta, un disegno, niente”.
“E negli anni l’immagine del muro cambia?”.
“Oddio, qualche piccola crepa in più nell’intonaco, ma niente di... almeno ai miei occhi. Forse ai suoi, allenati a saper cogliere ogni minimo dettaglio...”.

inviato il 31/07/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Andrea Calogero Camilleri (Porto Empedocle, 6 settembre 1925)

Esercizi di memoria

immagine copertina
Andrea Camilleri
Esercizi di memoria
Rizzoli 2017
10 righe da pagina 2:

Ogni mattina alle sette, lavato, sbarbato, vestito di tutto punto mi siedo al tavolo del mio studio e scrivo. Sono un uomo molto disciplinato, un perfetto impiegato della scrittura. Forse con qualche vizio, perché mentre scrivo fumo, molto, e bevo birra. E scrivo, io scrivo sempre.
Questo è Camilleri. Poi a novant’anni arriva il buio. E così come non era terrorizzato dalla pagina bianca, combatte anche l’oscurità della cecità e inizia a dettare. La sua produzione letteraria trova nell’oralità una nuova via per raccontare le sue storie. Ma se forte era la sua disciplina prima, lo è ancora di più oggi che può contare esclusivamente sulla sua memoria. E quindi occorre tenerla in esercizio: osservare nei dettagli i ricordi, rappresentarsi nella mente le scene.

inviato il 06/11/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Andrea Calogero Camilleri (Porto Empedocle, 6 settembre 1925)

Kalooki nights

Kalooki nights 2 years 27 settimane fa

Potresti aggiungere il numero della pagina?

Compleanni Staff 10 righe dai libri

Compleanni Staff 10 righe dai libri 5 years 7 settimane fa

GRAZIEEEEEEEEEEE a tutti per gli auguri di compleanno che sono arrivati copiosi fino a NYC <3 buona estate a tutti e grazie ancora

Vuoto d'amore

Vuoto d'amore 6 years 21 settimane fa

ho scoperto che Milva ha cantato questa poesia http://www.youtube.com/watch?v=qzO7FviRWgU

Dolce come il cioccolato

Dolce come il cioccolato 6 years 22 settimane fa

L'arcipelago delle emozioni

L'arcipelago delle emozioni 6 years 37 settimane fa

VIOLET!!! ti volevo ricordare che lunedì prossimo dovrai scegliere 10 righe tra quelle postate da oggi a lunedì prossimo qui sul sito...la tua scelta farà vincere un libro incentivo al lettore fortunato :)

L'arcipelago delle emozioni 6 years 37 settimane fa

complimenti Violet!!! hai vinto un libro in regalo per aver ricevuto il più alto numero di segnalibri durante la settimana! scrivi il tuo indirizzo a info@10righedailibri.it

Non c'è dolcezza

Non c'è dolcezza 6 years 41 settimane fa

eccola la vincitrice delle 10righedellasettimana!!!!!
hai vinto un libro che ti spediremo all'indirizzo che vorrai segnalarci scrivendo a info@10righedailibri.it

http://www.facebook.com/photo.php?fbid=507503662602682&set=a.12800929055...

Shantaram

Shantaram 7 years 5 settimane fa

Complimenti Natalina! ecco il post della tua vittoria in FB http://www.facebook.com/photo.php?fbid=461332680553114&set=a.12800929055...

Dieci Piccoli Indiani

Dieci Piccoli Indiani 7 years 5 settimane fa

l'indirizzo cui scrivere è info@10righedailibri.it

Dieci Piccoli Indiani 7 years 5 settimane fa

Ciao Alessandra ti abbiamo scelto per aver postato le migliori 10righedellasettimana :)
http://www.facebook.com/photo.php?fbid=461319703887745&set=a.12800929055...
Scrivici il tuo indirizzo così uno dei nostri editori ti manderà un libro in regalo.
Buone Letture
isabella

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy