Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Isabella Pulcinelli

Rita Levi Montalcini e il mistero del comico rapito

immagine copertina

<<"Dunque, c'é Tiziano Ferro, che boxerà contro un canguro, poi i Nomadi the ingoiano le spade della nazionale di scherma, forse Carmen Consoli e Battiato
che fanno l'imitazione di Obama e la moglie."
"Uhm, mi aspettavo di peggio"
"Ah, e poi, oltre a Rita, che dovrebbe esibirsi per ultima, ci sono due centenari di
Trento, marito e moglie, che per 10 euro Si fanno tirare le orecchie cento volte.">>

inviato il 26/05/2017
Nei segnalibri di:

Daughters of the Dragon

immagine copertina
William Andrews
Daughters of the Dragon
Lake union publishing
10 righe da pagina 299:

<<...in times like this, it was hard for me to believe that Soo-bo and I were direct descendants of Empress Myeongseong, responsible to carry on the legacy of the two-headed dragon. Certainly l believed in the spirits of my ancestors. l could feel them inside me and see them in the people and land of my country. But if Soo-bo and l were a part of their grand scheme, why didn't they help us? Why did we have to suffer and die for Korea?>>

inviato il 20/05/2017
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Isabella, sei nella finale di Maggio, 10 righe scelte dalla redazione.

il delitto dell'Immacolata

immagine copertina
Domenico Cacopardo
il delitto dell'Immacolata
Marsilio Editori 2014
10 righe da pagina 12:

Quella notte, avevo sognato d’essere, chissà perché, in
Cina, di fronte a Mao Tse-tung: m’interrogava sull’Implicito
Sublime e io, che sapevo tutto sul poema, mio speciale
approfondimento dell’ultimo anno, non riuscivo ad articolare
la minima risposta. L’angoscia, quella dei giorni della
licenza liceale, s’era impadronita del sonno, tanto che
non avevo sentito la presenza di mia madre.
A piedi nudi era entrata nella stanza e mi aveva domandato:
«Lollo che c’è? Non stai bene?»
«No, mammà. Un brutto sogno.»
«Mangiasti pesante, ieri sera: troppo cavolfiore marinato.»

inviato il 29/09/2015
Nei segnalibri di:

“Prima o poi l’amore arriva”

immagine copertina
Stafano benni
“Prima o poi l’amore arriva”
Feltrinelli 1990
10 righe da pagina 52:

O regina del giardino
tigre del ragu'
lampo che sbrana
la piu' veloce carne in scatola
altera anche quando
mordicchia una piattola
o guru crepitante
di fusa nel nirvana
con la coda allontani
i complimenti plebei
Nella tua pelliccia, per cui
nessun amante pago'
nella tua bellezza, per cui
gatti a decine
di orrende serenate
atterriscono la luna
o sonnacchiosa sovrana
o Nuvola, gatta
che non invecchia mai

“Ad una gatta”
http://it.wikipedia.org/wiki/Stefano_Benni

inviato il 26/08/2013
Nei segnalibri di:

Brooklyn

immagine copertina
Colm Toibin
Brooklyn
Scribner 2009
10 righe da pagina 24:

“In the United States” he said [Father Flood] “there would be plenty of work for someone like you and with good pay”… “in Brooklyn, where my parish is, there would be office work for someone who was hard-working and educated and honest”.
“It’s very far away, thought” her mother said “that’s the only thing”.
“Parts of Brooklyn” Father Flood replied “are just like Ireland. They are full of Irish…it would be a great opportunity, especially if you were young” Father Flood said finally.
Eilis felt like a child when the doctor would came to the house, her mother listening with cowed respect.

inviato il 05/09/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

qui potete trovare un commento al romanzo http://www.nytimes.com/2009/05/03/books/review/Schillinger-t.html?pagewa...

Out of This Century: Confessions of an Art Addict

immagine copertina
Marguerite Guggenheim
Out of This Century: Confessions of an Art Addict
Andre Deutsch Ltd New Edition 2005
10 righe da pagina 4:

“…I was born in New York City on West Sixty-ninth Street. I don’t remember anything about this. My mother told me that while the nurse was filling her hot water bottle, I rushed into the world with my usual speed and screamed like a cat. I was preceded by one sister, Benita, who was almost three years older than I. She was the great love of my early life, in fact of my entire immature life. But maybe that has never ended…”

inviato il 29/07/2011
Nei segnalibri di:

Seven Days in the Art World

immagine copertina
Sarah Thornton
Seven Days in the Art World
W. W. Norton
10 righe da pagina 9:

“…François Pinault is my favourite collector” confesses Ségalot. “ He has a true passion for contemporary art and a unique instinct for masterworks. He understands quality. He has an incredible eye.” … Any piece of art acquired by Pinault receives the value-added stamp of his provenance. The artist is the most important origin of a work, but the hands through which it passes are essential to the way in which it accrues value. As a matter of course, everyone involved in the art market talks up the provenances with which he or she is affiliated…”.

inviato il 12/04/2011
Nei segnalibri di:

I segreti di Roma

immagine copertina
Corrado Augias
I segreti di Roma
Arnoldo Mondadori Editore 2005

Da dove cominciare il racconto di un universum qual è Roma? In una città contraddittoria come questa, carica di tutta la gloria, di tutte le rovine e di tutta la polvere che i secoli si sono lasciati dietro, è possibile scorgere le tracce di ogni evento o sentimento umani, l'ardimento e la goliardia, la generosità e l'ignavia, l'intraprendenza e la losca mollezza degli infingardi. Non c'è avvenimento della storia conosciuta che non abbia lasciato un segno, una cicatrice, un graffio sulla sua scorza. Roma non sarà mai la città dell'ordine, delle simmetrie, del nitido svolgersi dei fatti secondo un disegno, l'esito coerente di un progetto. Se la storia degli uomini altro non è che violenza e capace di riflettere con dolorosa fedeltà ogni dettaglio, compresi quelli dai quali si distoglierebbe volentieri lo sguardo.

inviato il 11/03/2011
Nei segnalibri di:

Storia dell'Arte

immagine copertina
Ernst Hans Gombrich
Storia dell'Arte
Einaudi

“…Grandi artisti del passato hanno dedicato molte fatiche a opere nelle quali è accuratamente riprodotto ogni minimo particolare…Ma chi potrebbe affermare che questo disegno dell'elefante di Rembrandt sia necessariamente meno buono perché mostra un minor numero di particolari? In realtà Rembrandt era un mago tale da farci sentire la pelle grinzosa dell'elefante con pochi tratti di carboncino…” [riferito all’Elefante disegnato da Rembrandt nel 1637]

Storia dell'Arte di Ernst Hans Gombrich , pubblicata in Italia da Einaudi

http://it.wikipedia.org/wiki/Ernst_Gombrich

inviato il 24/02/2011
Nei segnalibri di:

Commenti

Bellissimo volume; aggiunto segnalibro :)

L'eleganza del riccio

immagine copertina
Muriel Barbery
L'eleganza del riccio
Tradotto da Emanuelle Caillat e Cinzia Poli
Edizioni e/o (collana Dal mondo) 2007
10 righe da pagina 39:

Nella nostra società essere povera, brutta e per giunta intelligente condanna a percorsi cupi e disillusi a cui è meglio abituarsi quanto prima. Alla bellezza si perdona tutto, persino la volgarità. E l'intelligenza non sembra più una giusta compensazione delle cose, una sorta di riequilibrio che la natura offre ai figli meno privilegiati, ma solo un superfluo gingillo che aumenta il valore del gioiello. La bruttezza, invece, di per sé è sempre colpevole, e io ero già votata a quel tragico destino, reso ancora più doloroso se si pensa che non ero affatto stupida.

inviato il 14/12/2010
Nei segnalibri di:

Commenti

Uno dei libri che amo di più.........ecco come ne ho parlato io: http://lamiadolcebambina.blogspot.it/2012/03/la-settimana-delle-parole.html

Ho letto il libro passatomi da una mia carinissima amica e devo dire che leggendolo ho avuto la percezione di aver già vissuto paradossalmente alcune situazioni citate nel libro, poichè mia madre lavorò come portinaia diversi anni in uno stabile dìepoca. l'autore ha interpretato a meraviglia i sentimenti di ognuno dei protagonisti con ilarità, fermezza, coesione, semplicità, affiancando senza alcun privilegio ignoranza e cultura delle parti. Un vero capolavoro!!!

La figura della portinaia é straordinaria: potrebbe aiutare ad abbattere gli stereotipi moderni, che, nonostante tutto, resistono!

Bella l'interpretazione del gatto visto come un totem moderno!

Non capisco perché sia inimmaginabile che una portinaia legga! Tutti possono avere questa grande gioia: viva la lettura!

Visto il grande successo di questo romanzo...vi scrivo l'incipit (che ho preso da Wikiquote e mi auguro che sia uguale al libro che in questo momento non ho con me):
"Marx cambia completamente la mia visione del mondo" mi ha dichiarato questa mattina il giovane Pallières che di solito non mi rivolge nemmeno la parola.
Antoine Pallières, prospero erede di un'antica dinastia industriale, è il figlio di uno dei miei otto datori di lavoro. Ultimo ruttino dell'alta borghesia degli affari – la quale si riproduce unicamente per singulti decorosi e senza vizi –, era tuttavia raggiante per la sua scoperta e me la narrava di riflesso, senza sognarsi neppure che io potessi capirci qualche cosa. Che cosa possono capirci le masse lavoratrici dell'opera di Marx? La lettura è ardua, la lingua forbita, la prosa raffinata, la tesi complessa.
A questo punto, per poco non mi tradisco stupidamente. "Dovrebbe leggere L'ideologia tedesca" gli dico a quel cretino in montgomery verde bottiglia. Per capire Marx, e per capire perché ha torto, bisogna leggere L'ideologia tedesca. È lo zoccolo antropologico sul quale si erigeranno tutte le esortazioni per un mondo migliore e sul quale è imperniata una certezza capitale: gli uomini, che si dannano dietro ai desideri, dovrebbero attenersi invece ai proprio bisogni. In un mondo in cui la hybris del desiderio verrà imbavagliata potrà nascere un'organizzazione sociale nuova, purificata dalle lotte, dalle oppressioni e dalle gerarchie deleterie.
"Chi semina desiderio raccoglie oppressione" sono sul punto di mormorare, come se mi ascoltasse solo il mio gatto. Ma Antoine Pallières, a cui un ripugnante aborto di baffi non conferisce invece niente di felino, mi guarda, confuso dalle mie strane parole. Come sempre, mi salva l'incapacità del genere umano di credere ciò che manda in frantumi gli schemi di abitudini mentali meschine. Una portinaia non legge L'ideologia tedesca e di conseguenza non sarebbe affatto in grado di citare l'undicesima tesi su Feuerbach. Per giunta, una portinaia che legge Marx ha necessariamente mire sovversive ed è venduta a un diavolo chiamato sindacato. Che possa leggerlo per elevare il proprio spirito, poi, è un'assurdità che nessun borghese può concepire.
"Mi saluti tanto la sua mamma" borbotto chiudendogli la porta in faccia e sperando che la disfonia delle due frasi venga coperta dalla forza di pregiudizi millenari".

W l'intelligenza che ti spinge a leggere!

Libro che si fa leggere d'un fiato!

La storia é molto bella, i personaggi aprticoalri!

Libro straordinario, che ho amato e che voglio rileggere!

Emmaus

immagine copertina
Alessandro Baricco
Emmaus
Feltrinelli (collana Universale economica) 2017
10 righe da pagina 21:

Così non è di nessuno, Andre - ma noi sappiamo che, anche, è di tutti. Può esserci una parte di leggenda, indubbiamente, ma quello che si racconta in giro è ricco di particolari, come di chi avesse visto, e sa. E noi la riconosciamo, in quei racconti - ci è faticoso visualizzare tutto il resto, ma lei, lì in mezzo, è proprio lei. Il suo modo di fare. Aspetta nei bagni del cinema, appoggiata alla parete, e loro vanno uno dopo l'altro, a prendersela, senza che lei nemmeno si volti.

inviato il 21/09/2018
Nei segnalibri di:

Il visconte

immagine copertina
Paolo Brera e Andrea Carlo Cappi
Il visconte
Sperling & Kupfer 2011
10 righe da pagina 4:

Di tanto in tanto qualcuno spara, giusto per rammentarci che la guerra non è ancora finita, qui in Crimea. La flotta del Mar Nero non è uscita dal porto, ma non è più in grado di nuocere: ciò che non hanno fatto i nostri cannoni l'ha compiuto la Marina dello Zar, affondando le tue stesse navi. Gli alberi ora fanno capolino dalle acque azzurre come un'irreale foresta spuntata dal mare. Il ponte di barche è stato dato alle fiamme e i suoi resti carbonizzati vanno ad aggiungersi gli altri segni della guerra: trincee, palazzi traforati dalle cannonate, macerie e cumuli di corpi abbandonati alla putrefazione. Eppure, tra le rovine fetide di morte, questa sera le strade di Sebastopoli riprendono vita. A fare festa sono i soldati venuti dalla Francia, dalla Gran Bretagna, dalla Turchia e persino dal Regno di Sardegna.

inviato il 21/09/2018
Nei segnalibri di:

Vivi, ama, corri. Avanti tutta!

Leonardo Cenci
Vivi, ama, corri. Avanti tutta!
Salani Editore
10 righe da pagina 57:

Ci siamo voluti un bene dell’anima io e Gaia, ma ci siamo lasciati per il troppo amore. Il suo per me quando mi imboccava, il mio per lei quando la vedevo piangere, il mio per me che volevo cavarmela da solo e volevo farlo in fretta, senza persone sofferenti nei paraggi. Per non vederle soffrire, le ho fatte soffrire io le persone che amavo di più. Quando i gesti dell’amore non parlano la stessa lingua, è il momento in cui volersi bene fa male.

inviato il 24/09/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie mille

Benvenuta Maura :)

Warriors – Into The Wild

immagine copertina
Erin Hunter
Warriors – Into The Wild
HarperCollins 2015
10 righe da pagina 14:

“Oakheart!” the tabby growled. “How dare you hunt in our territory? The Sunningrocks belong to ThunderClan!”
“After tonight, Tigerclaw, this will be just another RiverClan hunting ground!” the bracken-colored tom spat back.
A warning yowl came from the shore, shrill and anxious. “Look out! More RiverClan warriors are coming!”
Tigerclaw turned to see sleek wet bodies sliding out of the water below the rocks. The drenched RiverClan warriors bounded silently up the shore and hurled themselves into battle without even stopping to shake the water from their fur.

inviato il 24/09/2018
Nei segnalibri di:

L'imperatore guerriero

immagine copertina
Giulio Castelli
L'imperatore guerriero
Newton Compton SRL 2014
10 righe da pagina 36:

Una corsa nella risacca, immersi in onde gelate che ci inzuppavano completamente. Quindi, mentre il sole stava diventando più caldo, incomincio a spiegarci le tattiche del combattimento: "Ricordatevi che la battaglia è vinta da chi spinge di più. Dovete abbracciare il nemico di fronte a voi. Provare a colpirlo in faccia con la parte superiore dello scudo. Intanto lo trafiggete dal basso verso l'alto. La vostra spada dev'essere un pugnale". Faceva sfoggio della sua arma. L'impugnatura non era di osso come le nostre, ma di un legno prezioso proveniente dall'India. Era una spada da ufficiali, lunga due piedi e mezzo, con l'elsa intarsia tra. "Non perdete tempo a menare fendenti. Ci vuole spazio e, nel frattempo, verrete infilati. Riparatevi dai colpi del nemico con lo scudo, e intanto afferratelo e ficcategli la spada nel ventre. Fino all'el

inviato il 26/09/2018
Nei segnalibri di:

Commenti

Ho scelto queste 10 righe http://scrivi.10righedailibri.it/la-tesi-della-duchessa

Ciao Alessandra, sei nella finale settimanale di settembre. Scegli da oggi 1 ottobre a domenica 7 ottobre, 10righe che più ti piacciono, riportando qui nei commenti il link.

Il delitto dell'Immacolata

immagine copertina
Domenico Cacopardo
Il delitto dell'Immacolata
Marsilio 2014
10 righe da pagina 22:

In quei tempi, erano gli anni ’70, tante inibizioni erano state superate, ma, perdio, le occhiate, a Messina, avevano ancora una funzione basilare: le occhiate durante la passeggiata in viale San Martino; le occhiate al bar Irrera durante la granita; le occhiate sul Lungomare o all’Irrera a mare dove s’usava osservare per ore i fortunati che pranzavano sulla terrazza a picco sull’acqua e sullo Stretto, mentre, magari, la squadra di pallanuoto messinese si batteva con quella palermitana. O, dopo mezzanotte, a seguire le evoluzioni dei ballerini che occupavano la pista circolare, mentre l’orchestra Oieni suonava i ballabili di moda.
La sera stessa di quell’innocente occhiata, una volta a letto, cominciai a fantasticare su quella donna che, prima, m’era sembrata insignificante e che quel giorno mi aveva degnato d’uno sguardo interessato.

inviato il 27/05/2018
Nei segnalibri di:

Moby Dick

immagine copertina
Herman Melville
Moby Dick
Tradotto da R.Lemmi
Marzocco 1957
10 righe da pagina 230:

Terza e ultima giornata di caccia

E finalmente l'alba spuntò,fresca e srena.
-Che vedete marinai...?-tuonò Ahab..?
-Niente signore...
-Non importa:seguite la sua scia...Barra,ohe!prosegui la rotta...!
Se il mondo fosse creato or ora e questo fosse il primo giorno,un giorno piu' bello non potrebbe sorgere sulla terra!...
Ecco un argomento per pensare, se Ahab avesse tempo per pensare!...
Ma Ahab non pensa:egli sente e agisce ...Il pensiero è o dovrebbe essere una cosa fredda e calma ...e i nostri cervelli pulsano troppo per questo.Eppure ho spesso pensato che il mio cervello fosse calmo,gelido e che quessto vecchio cranio spaccasse come un bicchiere nel quale l'acqua gela... Invece è un vulcano ...ecco il vento ...almeno questi caldi Alisei che soffiano dritto innanzi a loro ,nei cieli limpidi e portano insieme la mia buona nave e la mia anima tormentata. Vediamo: arriva, ohe!... che vedete...?
Nulla, signore...

inviato il 18/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!,ciaoooooo

Naty che bella foto :)

Grazie Naty :)

Questo mio libro è datato,è una quinta edizione e all'interno c'è "Nota sull'autore"
Paolo Reynaudo-come ho scritto nel precedente commento non è proprio specificato "il traduttore".Quando scrissi la precedenti 10 righe interpretai Paolo Reynaudo come traduttore...

Trascrivo...(Riduzione per la gioventu' a cura di A.Nutini...illustrazioni di R.Lemmi
Casa Editrice Marzocco -Firenze)scusate,naty

Naty, puoi controllare il nome del traduttore? qui http://scrivi.10righedailibri.it/moby-dick-2 hai scritto un nome diverso :))

ciao Naty!!!

Ciao Daniela!!!

Grazie!!!non ritrovavo la vecchia foto stamane,di nuovo grazie a voi che l'avete ritrovata e pubblicata,naty

Natalina abbiamo condiviso la tua foto sui social :) http://www.facebook.com/photo.php?fbid=499624783390570&set=a.12800929055...

Moby Dick

immagine copertina
Herman Melville
Moby Dick
Tradotto da Nemi D'Agostino
Garzanti 1966
10 righe da pagina 31:

Chiamatemi Ismaele. Qualche anno fa... pensai di andarmene un po' per mare, e vedere la parte equorea del mondo. E' un modo che ho io per scacciare la tristezza, e regolare la circolazione. Ogni volta che mi ritrovo sulla bocca una smorfia amara; ogni volta che nell'anima ho un novembre umido e stillante; quando mi sorprendo a sostare senza volerlo davanti ai magazzini di casse da morto, o ad accodarmi a tutti i funerali che incontro; e soprattutto quando l'ipocondrio riesce a dominarmi tanto, che solo un robusto principio morale può impedirmi di uscire deciso per strada e mettermi metodicamente a gettare in terra il cappello alla gente, allora mi rendo conto che è tempo di mettermi in mare al più presto. Questo è il mio surrogato della pistola e della pallottola. Con un gran gesto filosofico Catone si butta sulla spada: io zitto zitto m'imbarco.

inviato il 08/03/2013
Nei segnalibri di:

Tre scene da Moby Dick

immagine copertina
Herman Melville
Tre scene da Moby Dick
Tradotto da Alessandro Baricco
Fandango Libri 2009
10 righe da pagina 99:

" Oh Starbuck,
é dolce, dolce il vento,
dolce a vedersi il cielo.
In un giorno così,
clemente proprio come questo,
ho colpito la mia prima balena,
giovane ramponiere diciottenne !
Quaranta, quaranta, quarant'anni fa !
Quarant'anni di caccia ininterrotta !
quarant'anni di privazione, di pericolo,
e di tempesta ! quarant'anni in questo mare senza pietà !
per quarant'anni Ahab ha lasciato la docile terra,
per quarant'anni ha combattuto questa guerra sugli orrori
dell'abisso !
E' così, Starbuck,
di questi quarant'anni
nemmeno tre ne ho passati a terra.
E penso alla vita che ho condotto;
e a che deserto di solitudine è stata

inviato il 05/12/2013
Nei segnalibri di:

Bartley lo scrivano

immagine copertina
Herman Melville
Bartley lo scrivano
Tradotto da Gianni Celati
Feltrinelli 1991
10 righe da pagina 74:

Se tutto il mondo fosse fatto di Magi, vi dico cosa farei.
Farei costruire una fabbrica di carta ad un capo della casa, in modo da avere un infinito nastro di fogli protocollo che si srotoli sul mio tavolo; e su quell'infinito nastro, scriverei un migliaio - un milione - un miliardo di pensieri, tutti sotto forma di lettera a voi.
La divina calamità è in voi, e la mia calamita risponde.
Qual è maggiore ?
Domanda sciocca - esse sono UNO.

inviato il 05/12/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Comprato da poco, non vedo l'ora di leggerlo :)

Ciao Emma, anche quando cala il silenzio, questo spazio è sempre una luce accesa,mancherò per alcuni giorni, nel frattempo penserò alle righe future...un caro saluto a te e atutti,naty

grazie Naty, a volte mi spiace vedere il silenzio nel nostro "salotto"ma capisco che questo mese è un pò trafficato per tutti. Vedo di non arrendermi. A me fa piacere vederti sbucare qui con le tue righe, avanti tutta sempre!

Ciao Emma,un pensiero per te,ho visto che sei oltre le 10mila righe ,i miei compliment i! ,buona serata,naty

Kalooki nights

Kalooki nights 1 year 44 settimane fa

Potresti aggiungere il numero della pagina?

Compleanni Staff 10 righe dai libri

Compleanni Staff 10 righe dai libri 4 years 24 settimane fa

GRAZIEEEEEEEEEEE a tutti per gli auguri di compleanno che sono arrivati copiosi fino a NYC <3 buona estate a tutti e grazie ancora

Vuoto d'amore

Vuoto d'amore 5 years 38 settimane fa

ho scoperto che Milva ha cantato questa poesia http://www.youtube.com/watch?v=qzO7FviRWgU

Dolce come il cioccolato

Dolce come il cioccolato 5 years 39 settimane fa

L'arcipelago delle emozioni

L'arcipelago delle emozioni 6 years 1 week fa

VIOLET!!! ti volevo ricordare che lunedì prossimo dovrai scegliere 10 righe tra quelle postate da oggi a lunedì prossimo qui sul sito...la tua scelta farà vincere un libro incentivo al lettore fortunato :)

L'arcipelago delle emozioni 6 years 1 week fa

complimenti Violet!!! hai vinto un libro in regalo per aver ricevuto il più alto numero di segnalibri durante la settimana! scrivi il tuo indirizzo a info@10righedailibri.it

Non c'è dolcezza

Non c'è dolcezza 6 years 5 settimane fa

eccola la vincitrice delle 10righedellasettimana!!!!!
hai vinto un libro che ti spediremo all'indirizzo che vorrai segnalarci scrivendo a info@10righedailibri.it

http://www.facebook.com/photo.php?fbid=507503662602682&set=a.12800929055...

Shantaram

Shantaram 6 years 21 settimane fa

Complimenti Natalina! ecco il post della tua vittoria in FB http://www.facebook.com/photo.php?fbid=461332680553114&set=a.12800929055...

Dieci Piccoli Indiani

Dieci Piccoli Indiani 6 years 21 settimane fa

l'indirizzo cui scrivere è info@10righedailibri.it

Dieci Piccoli Indiani 6 years 21 settimane fa

Ciao Alessandra ti abbiamo scelto per aver postato le migliori 10righedellasettimana :)
http://www.facebook.com/photo.php?fbid=461319703887745&set=a.12800929055...
Scrivici il tuo indirizzo così uno dei nostri editori ti manderà un libro in regalo.
Buone Letture
isabella

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy