Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di nadiacherubini72

Cecità

immagine copertina
José Saramago
Cecità
ed. Feltrinelli 2007 2010
10 righe da pagina 276:

Perché siamo diventati ciechi, Non lo so, forse un giorno si arriverà a conoscerne la ragione, Vuoi che ti dica cosa penso, Parla, Secondo me non siamo diventati ciechi, secondo me lo siamo, Ciechi che vedono, Ciechi che, pur vedendo, non vedono. La moglie del medico si alzò e andò alla finestra. Guardò giù, guardò la strada coperta di spazzatura, guardò le persone che gridavano e cantavano. Poi alzò il capo verso il cielo e vide tutto bianco, è arrivato il mio turno, pensò. La paura le fece abbassare immediatamente gli occhi. La città era ancora lì.

inviato il 09/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Complimenti Silvana con queste tue splendide righe hai vinto il gioco dei segnalibri di questa settimana. Per poter ottenere il tuo premio, un libro, devi fare due cose
1) scegliere le tue righe preferite fra quella che verranno pubblicate questa settimana
2) farci avere un tuo recapito a
libroincentivo@10righedailibri.it

Grazie Staff, questa info mi mancava :)

Nadia, puoi posrare anche 10 righe tratte dallo stesso libro. :)

Grande Saramago, anche se tra i miei preferiti c'è: La zattera di pietra, Viaggio in Portogallo e L'uomo duplicato sempre pubblicati da Feltrinelli :)

L'ho letto da poco, bellissimo!!!

Se puoi vedere, guarda. Se puoi osservare, osserva.

Grrrr mi hai anticipata!!! Volevo postarle io 10 righe di questo libro :(

Forse nn tutti sanno che Saramago, tra i più grandi romanzieri del Novecento, è stato premio nobel per la letteratura nel 1998. Gran belle 10 righe Silvana!!!

A mio avviso uno dei più bei romanzi di Saramago!!!

Silvana benvenuta :)

Il mondo di Sofia - romanzo sulla storia della filosofia

immagine copertina
Jostein Gaarden
Il mondo di Sofia - romanzo sulla storia della filosofia
Tradotto da Tradotto da Margherita Podestà Heir
Longanesi 1994
10 righe da pagina 217:

Nel Rinascimento si formò anche una nuova visione della natura. Che l'uomo vivesse con gioia la sua esistenza, senza più considerare la vita sulla Terra come una preparazione alla vita celeste, modificò l'atteggiamento verso il mondo fisico. La natura venne considerata come qualcosa di positivo e, secondo molti pensatori, Dio era presente nel creato perché, essendo Egli infinito, doveva trovarsi ovunque. Questa concezione viene chiamata panteismo. I filosofi medievali avevano affermato che esisteva un'insormontabile divisione tra Dio e creato. Adesso si diceva che la natura era divina, era una "manifestazione di Dio". Queste nuove idee non vennero sempre accolte con benevolenza dalla Chiesa e un esempio di tale ostilità ci viene offerto dalla vicenda di un filosofo, Giordano Bruno.

inviato il 10/10/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

... Egli affermò non soltanto che Dio è presente in natura.... ma anche che il cosmo è infinito. Affermazioni che gli costarono care...

Hunger Games

immagine copertina
Suzanne Collins
Hunger Games
Tradotto da Paracchini F. e Brogli S.
Mondadori 2012
10 righe da pagina 162:

Grazie al cielo sono stata abbastanza previdente da legarmi con la cintura. Sono scivolata da una parte della biforcazione e guardo il terreno, trattenuta dalla cintura e da una mano, e con i piedi - uno di qua e l'altro di là dello zaino contenuto nel sacco a pelo - mi puntello contro il tronco. Deve esserci stato un fruscio quando mi sono inclinata, ma i Favoriti erano troppo presi dalla loro lite per accorgersene.
- Va' pure, Ragazzo Innamorato - dice il tizio del Distretto 2. - Guarda coi tuoi occhi.
Intravedo appena Peeta, illuminato dalla fiaccola, mentre torna dalla ragazza accanto al fuoco. Ha il viso gonfio di lividi, una fasciatura insanguinata a un braccio e, dal rumore che fa quando cammina, direi che zoppica un po'. Ricordo quando scuoteva la testa perchè non mi lanciassi nella mischia per le provviste, mentre per tutto il tempo aveva progettato di buttarcisi lui. Esattamente l'opposto di quello che Haymitch gi aveva detto di fare.

inviato il 30/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Sì è una trilogia già pubblicata totalmente in Italia :)

è una triologia, giusto?

...questo libro mi ispira...e nella mia lista delle prossime letture! :)

La memoria del vento

immagine copertina
Mark T. Mustian
La memoria del vento
Tradotto da Velia Februari
Piemme 2011
10 righe da pagina 15:

E' in quel preciso istante che mi chiedo perché sono lì, perché quel posto mi sembra familiare e sconosciuto allo stesso tempo, perché capisco la lingua, ma non riesco a riconoscerla. Sento l'odore dei falò, le grida, i gemiti e i fruscii. Il vento. Poi mi sfioro la bocca. Mi assale la certezza di essere già stato lì, di aver montato quel cavallo, pronunciato quelle parole, di aver assistito in silenzio a quella scena, di essere rimasto a guardare. E poi la certezza scompare, lasciando solo il buio e il freddo, e il vento. Mi stringo la coperta intorno alle spalle e procedo per tutta la notte.

inviato il 30/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

mi piace

segnalibro

Il freddo modifica la traiettoria dei pesci

10 righe da pagina 11:

Avevo sei anni e mezzo quando Alex, il mio unico amico, mi ha comunicato con un sorrisoche Babbo Natale è soltanto un'invenzione dei grandi. D'un tratto mi sono sentito sprofondare in un mondo completamente diverso, un mondo in cui tutto aveva una spiegazione. Per dimenticare la delusione, ho seguito il suo esempio senza esitare: il giorno dopo, a scuola, ho spifferato ai più piccoli l'amara verità

inviato il 30/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

Maria Elena benvenuta :)

L'oscura sposa

immagine copertina
Laura Estrepo
L'oscura sposa
Frassinelli, 2004
10 righe da pagina 204:

"E quelli di là che fanno, madrina?" premeva Juana, tirandole la gonna.
"Fanno un gioco che si chiama tennis."
"Ma non sono bambini...Forse anche gli adulti giocano?"
"Sì, anche loro", disse Susana, facendo la saputella, "vince chi prende la palla con la mano."
"No, vince chi riesce a lanciarla più lontano con la racchetta", corresse Todos Los Santos. "La racchetta è quel cesto schiacciato che hanno in mano."
"E là dentro, nel quartiere Staff", volle sapere Ana, "la gente muore lo stesso?"
"Sì, certo. La morte è l'unica che riesce ad entrare ogni volta che ne ha voglia."

inviato il 25/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Ringrazio la Casa Ed. Fanucci per il libro incentivo "Punto di rottura" di Simon Lelic, dalla trama sembra molto intrigante!

Grazie Martina, grazie di cuore :-)

assegno il libro incentivo come da regolamento a Violett Hill con http://scrivi.10righedailibri.it/la-cotogna-di-istanbul-ballata-tre-uomi...

ok, quindi come sempre, non come nel messaggio che mi avete scritto ieri sera? :)

Martina il libro devi sceglierlo tra le 10 righe postate da oggi a domenica 8 luglio. Lunedì poi annunci il vincitore scrivendo il messaggio sotto le 10 righe scelte. http://www.10righedailibri.it/giochi-segnalibri

perfetto!allora a domani sera! :)

aspetta la mezzanotte, ma va bene anche se lo comunichi domani :)

...ma devo aspettare la mezzanotte di oggi o posso scegliere subito?

Ps: per ricevere il libro incentivo devi scegliere un vincitore dai post di oggi e un altro domenica prossima :)

PS: grazie a tutti i segnalibrandi. Continuate a partecipare attivamente al sito per scoprire nuove letture ed emozioni!

Il sentiero dei nidi di ragno

immagine copertina
Italo Calvino
Il sentiero dei nidi di ragno
Garzanti-gli elefanti 1987
10 righe da pagina 51:

...Non é come Pin avrebbe voluto, perché importa loro tanto poco, adesso? vorrebbe non aver ancora preso la pistola, vorrebbe tornar dal tedesco e rimetterla al suo posto. - Per una pistola, - dice Miscèl, - non val la pena rischiare. Poi é un modello antiquato. pesante, s'inceppa. ... Pin non sente più niente. ormai é sicuro che non darà loro la pistola, ha i lucciconi agli occhi e una rabbia gli stringe le gengiv. I grandi sono una razza ambigua e traditrice, non hanno quella serietà terribile nei giochi propria dei ragazzi, pure hanno anch'essi i loro giochi, sempre più seri, un gioco dentro l'altro che non si riesce mai a capire quale é il gioco vero. Prima sembrava che giocassero con l'uomo sconosciuto contro il tedesco, adesso da soli contro l'uomo sconosciuto, non ci si può mai fidare di quel che dicono...

inviato il 21/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

complimenti, con queste 10righe hai vinto il gioco maturarighe!
Ti vengono assegnati 3 libri incentivo e dovrai scegliere a chi assegnare il terzo premio! :)

aggiungo segnalibro

Non conoscevo questo libro di calvino!!!

Partecipo a Maturarighe +http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe/

Divina Commedia

immagine copertina
DANTE ALIGHIERI
Divina Commedia
Atlas 2011
10 righe da pagina 61:

" E quella a me:" Nessun maggior dolore
che ricordarsi del tempo felice
ne la miseria, e ciò sa il tuo dottore.

ma s'a conoscer la prima radice
del nostro amor tu hai cotanto affetto,
dirò come colui che piange e dice.

Noi leggiavamo un giorno per diletto
di Lancialotto come amor lo strinse;
soli eravamo e sanza alcun sospetto.

Per più fiate li occhi ci sospinse
quella lettura, e scolorocci il viso;
ma solo un punto fu quel che ci vinse.

Quando leggemmo il disiato riso
esser baciato da cotanto amante,
questi, che mai da me non fia diviso,

la bocca mi baciò tutto tremante.
Galeotto fu il libro e chi lo scrisse.
da quel giorno più non vi leggemmo avante".

inviato il 22/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo a http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe minigioco del 22 giugno

Dove nessuno ti troverà

immagine copertina
Alicia Giménez-Bartlett
Dove nessuno ti troverà
Tradotto da Maria Nicola
Sellerio 2011
10 righe da pagina 29:

Infante non si era espresso su alcunché, non aveva mostrato interessi o convinzioni, era come un albero: poteva essere scosso dal vento ma rimaneva sempre piantato nello stesso punto...Chiuse gli occhi. Sapeva come pacificare il proprio animo anche nei momenti di maggiore tensione. Sebbene il suo lavoro lo appassionasse, era sempre riuscito a frenare l'impazienza e a trasformarla in uno stato di calma attesa. Purtroppo Evelyne non era con lui. Sua moglie gli mancava, gli mancavano le sue figlie.Loro erano il fulcro della sua vita, uno spazio caldo e rassicurante incuinon poenetravano la violenza...la tristezza... Aprì un libro...

inviato il 12/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Messo il segnalibro!

Anche io sto leggendo questo libro!

segnalibro!

segnalibro

Con questo libro si viaggia nella Spagna del secolo scorso...

Contrasto da: Poesia italiana, il Duecento

immagine copertina
Cielo d'Alcamo
Contrasto da: Poesia italiana, il Duecento
Tradotto da a cura di Piero Cudini
Garzanti 1999
10 righe da pagina 3:

AMANTE

Rosa fresca aulentissima ch’apari inver’ la state
le donne ti disiano, pulzell' e maritate:
tràgemi d’este focora, se t’este a bolontate;
per te non ajo abento notte e dia,
penzando pur di voi, madonna mia.

inviato il 13/06/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Barbara,questa settimana di 10 righe è stata grazie alla tua rosa,ed alla poesia una gioia per me.Ti ringrazio infinitamente, buona domenica!!!

Ecco il mio segnalibro,ciao Barbara !!!

Parlare,ascoltare leggere,cosac'èdi piu' bello..?Barbara questo pensiero sulla poesia è stato un "regalo" di una mia cara amica ,per discrezione non dico l'età,ma ad ogni incontro con lei scaturiscono i suoi ricordi letterari,ieri ho penstao di condividerlo,con te e con coloro che leggono le famosissime "10 righe ".felice giorno,naty

Buongiorno Natalina, lo so che va tutto ok, ho fatto la battuttina su Dante e i 3 canti che ho messo di prima mattina... :D e poi grazie a Te ho messo una bella Poesia :D ciaooooo buona giornata :))

Ma va tutto benissimo,ti ho detto di Ciullo d'Alcamo,poichè scrisse proprio una poesia dedicata alla Rosa..grazie comunque della rosa e dei saluti,naty

Ciao Natalina, certo che Dante di prima mattina è pesantuccio... lo ammetto quindi per farmi perdonare... ti regalo una Poesia :)
In fondo le Poesie con i loro versi affascinano e RISCALDANO l'animo un pò di più... Rispetto a L'inferno...
Dantesco :D :D Ciao Naty :))

Cecità

Cecità 5 years 32 settimane fa

Grrrr mi hai anticipata!!! Volevo postarle io 10 righe di questo libro :(

Dove nessuno ti troverà

Dove nessuno ti troverà 5 years 49 settimane fa

segnalibro!

Biglietto d'amore

Biglietto d'amore 6 years 1 week fa

Rileggo sempre con piacere le pagine di questo libro!

Biglietto d'amore 6 years 48 settimane fa

Una storia semplice e dolce. c'é l'amore, ma anche la poesia, poesia di tutti i tempi, poesia eterna!

La mia Australia

La mia Australia 6 years 14 settimane fa

Aggiunto segnalibro, con convinzione!

Meditazioni per la stanza da bagno

Meditazioni per la stanza da bagno 6 years 48 settimane fa

Michelle heller ha ragione: la felicità dipende da piccole cose!

Il Capitano è fuori a pranzo

Il Capitano è fuori a pranzo 6 years 48 settimane fa

In effetti, occorre far onore alla propria vita, anche se a volte capita a tutti di avere la testa piena di ovatta...

Il Capitano è fuori a pranzo 7 years 22 settimane fa

mitico HENRY CHINASKY!! Io ho letto solo POST OFFICE, postino ubriacone e sporcaccione appassionato di corse di cavalli; quante donne avrà sedotto con la scusa di consegnare la posta hahahahahhahahaa

'a livella poesie napoletane

'a livella poesie napoletane 6 years 48 settimane fa

Il pezzo che preferisco è questo:" Proprio azzeccata 'a tomba 'e stu signore nce steva 'n'ata tomba piccerella, abbandunata, senza manco un fiore". Mi fa sorridere, mi dà allegria....

L'amore al tempo del colera

L'amore al tempo del colera 6 years 49 settimane fa

Grazie, Natalina. E' vero, é giusto parlare di disagio femminile in letteratura, é innegabile, anche se moltissime donne sono forti, lottano e vincono.

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy