Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di serena.sproti

L'idiota

immagine copertina
Fedor Dostoevskij
L'idiota
Tradotto da Gianlorenzo Pacini
I Classici Universale Economica Feltrinelli 2011
10 righe da pagina 496:

Insomma, nella stanza regnava un terribile disordine. Fin dal primo sguardo ebbi l'impressione che tutti e due, sia l'uomo che la donna, fossero persone perbene, ma ridotte dalla povertà a una condizione così avvilente in cui il disordine finisce per dominare incontrastato nonostante ogni tentativo di combatterlo, e anzi riduce la gente in uno stato tale da costringerla a cercare disperatamente nel disordine stesso, che si aggrava ogni giorno, una certa forma di amara e quasi vendicativa soddisfazione.

inviato il 17/12/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie infinite! Felice di aver incontrato il vostro gusto :)

Ciao Serena le tue 10 righe sono state scelte dalla redazione... Sei nella classifica di dicembre... Complimenti... :)

Grazie Serena : )

Traduzione di Gianlorenzo Pacini. Prima edizione nell'"Universale Economica" - I CLASSICI giugno 1998. Undicesima edizione settembre 2011.

Ciao Serena, anno di pubblicazione e traduttore... :)

L'idiota

immagine copertina
Fedor Dostoevskij
L'idiota
I CLASSICI UNIVERSALE ECONOMICA FELTRINELLI
10 righe da pagina 82:

Del resto, è un fatto universalmente noto che un uomo che si è fatto troppo prendere dalla passione, specialmente se è già avanti con gli anni, diventa spesso completamente cieco, tanto da intravvedere una luce di speranza anche là dove non ce n'è affatto; non solo, ma un tale uomo perde completamente la ragione e si comporta come un bambino, per quanto intelligente egli possa essere.

inviato il 19/10/2014
Nei segnalibri di:

Giovanna d'Arco

immagine copertina
Franco Cardini
Giovanna d'Arco
Oscar Mondadori
10 righe da pagina 158:

Era, ancora una volta, il mese di maggio. Come al tempo delle fate, come sotto le mura liberate di Orléans. Un legame sottile, arcano, tenace lega Giovanna allo splendore della primavera. Dopo il maggio degli antichi riti di fecondità e di rinascita della natura che l'inverno aveva sopito, dopo il fragor di guerra del maggio cavalleresco, ecco adesso il fuoco e il fumo del maggio del martirio. Vergine come Maria, anche Giovanna aveva fatto proprio il mese delle rose. Il santuario gotico di Mont Saint Michel ha tre piani, simbolo dei tre ordini sui quali si fonda la società tradizionale: quelli che pregano, quelli che combattono, quelli che producono e faticano. Giovanna pareva averli percorsi e riassumerli nella sua persona: aveva parlato con gli angeli, aveva guidato schiere in battaglia, aveva lavorato e sofferto nei suoi diciannove anni passati d'un lampo, dall'albero delle fate carico di fronde novelle, al tronco scabro e spoglio del patibolo di Rouen, tanto simile alla croce.

inviato il 20/08/2013
Nei segnalibri di:

Romeo e Giulietta

immagine copertina
William Shakespeare
Romeo e Giulietta
Fabbri Editore
10 righe da pagina 165:

A compiere riti d'amore, basta agli amanti la luce che s'irragia dalla loro bellezza. Che se poi l'amore è cieco, tanto più s'accorda con la notte. Vieni dunque, o notte solenne, matrona sobriamente vestita di nero, e apprendimi a perdere una partita vinta, nella quale vengon giuocate deu intatte verginità. Copri del tuo nero mantello il sangue ancor non dòmo che s'agita nelle mie gote, fino a quando il timido amore, fatto ardito, non veda nell'atto d'amore schiettamente compiuto nell'altro che semplice modestia. Vieni, o notte, vieni o Romeo! Vieni tu, giorno nella notte, perché tu riposerai sulle ali della notte più bianco che neve fresca sulla groppa d'un corvo. Vieni, notte gentile, vieni, notte amorosa e aggrondata, e offrimi il mio Romeo; e com'egli muoia, prendilo con te e taglialo tutto in piccole stelle, ed egli di tanto farà più bello il volto del cielo, che tutto il mondo di prenderà d'amore per la notte, e non vorrà più saperne di tributare oltre alcun culto al sole troppo abbagliante.

inviato il 08/08/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Serena, anno di edizione del libro da cui hai tratto le 10 righe? :)

Signora Auschwitz

immagine copertina
Edith Bruck
Signora Auschwitz
Gli specchi Marsilio
10 righe da pagina 25:

So di essere elementare, ma non ci sono e non servono elucubrazioni socio-politiche, che possano giustificare ciò che è accaduto ieri o accade oggi. Sembra che il passato non abbia insegnato molto, neanche Auschwitz e i Gulag. Evidentemente ogni epoca deve avere le sue guerre e i suoi barbari di turno, anche i tempi sono vanitosi, non solo gli uomini, nel bene e nel male vogliono la loro parte.

inviato il 29/06/2013
Nei segnalibri di:

Và dove ti porta il cuore

immagine copertina
Susanna Tamaro
Và dove ti porta il cuore
Corriere della Sera in licenza da RCS Libri Spa
10 righe da pagina 177:

Eppure ho la sensazione che adesso tutto sia più accelerato. La storia fa accadere tante cose, ci bersaglia con avvenimenti sempre diversi. Alla fine di ogni giorno ci si sente più stanchi; al termine di una vita, esausti. Pensa soltanto alla rivoluzione di ottobre, al comunismo! L'ho visto sorgere, a causa dei bolscevichi non ho dormito la notte; l'ho visto diffondersi nei paesi e dividere il mondo in due grandi spicchi, qui il bianco e lì il nero - il bianco e il nero in lotta perpetua tra di loro - per questa lotta siamo rimasti tutti con il fiato sospeso: c'era l'ordigno, era già caduto ma poteva cadere di nuovo in qualsiasi momento. Poi, ad un tratto, un giorno come tutti gli altri, apro la televisione e vedo che tutto questo non esiste più, si abbattono i muri, i reticolati, le statue: in meno di un mese la grande utopia del secolo è diventata un dinosauro. E' imbalsamata, è ormai innocua nella sua immobilità, sta in mezzo a una sala e tutti ci passano davanti e dicono, com'era grande, oh, com'era terribile!

inviato il 22/06/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo a Maturarighe 2013 http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe-2013

Partecipo a Maturarighe 2013 http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe-2013 Và dove ti porta il cuore

La bestia nel cuore

immagine copertina
Cristina Comencini
La bestia nel cuore
I Narratori Feltrinelli
10 righe da pagina 30:

Avevano fatto l'amore qualche giorno dopo, senza essersi raccontati molto. Nella luce piena del giorno Sabina si era spogliata senza esitazioni, lo aveva toccato, maneggiato in modo gentile, familiare, con dimestichezza e senza enfasi, aveva reagito ai suoi gesti come fossero quelli che si aspettava. Subito dopo, quasi senza interruzione, aveva nascosto il viso sulla sua spalla, era ridiventata timida e insicura. Franco era stato con donne adulte che facevano l'amore come bambine e ragazze di vent'anni che si muovevano come prostitute.[...]Ma la trasformazione di Sabina lo aveva fatto innamorare. I gesti di Sabina e il suo corpo lo eccitavano e lo commuovevano. Sabina era così scrupolosa, intima e familiare. A Franco pareva di essere accarezzato da una sorella amata e spiata nell'infanzia.

inviato il 30/04/2013
Nei segnalibri di:

La bestia nel cuore

immagine copertina
Cristina Comencini
La bestia nel cuore
I Narratori Feltrinelli
10 righe da pagina 30:

Dopo aver parlato e bevuto, si creava quel silenzio che precedeva di poco il bacio e tutto il resto, di colpo bisognava andare indietro con la mente, azzerare le parole, trovarne di nuove nel linguaggio dei muti. Quel linguaggio espressivo e ingenuo riusciva qualche volta a trasformare le persone, a dare loro un'altra natura. Una trasformazione rara, perché le donne faticavano a lasciarsi andare, volevano dare sempre un'idea di sé soddisfacente e l'uomo in fondo faceva altrettanto.

inviato il 30/04/2013
Nei segnalibri di:

La bestia nel cuore

immagine copertina
Cristina Comencini
La bestia nel cuore
I Narratori Feltrinelli
10 righe da pagina 138:

La prima volta che siamo usciti insieme, parlando mi hai tolto delle briciole di pane dalla maglietta; un'altra volta, avevamo appena finito di fare l'amore, mi hai preso la spazzola dalle mani e mi hai legato i capelli meglio di come avrei fatto io. Quando sistemi la casa lo fai con grazia e senza intenzione. Quando ti muovi sembra che parli. La maggior parte degli uomini che ho conosciuto cercano in ogni modo di nascondere il proprio fisico, oppure sono solo fisici e nient'altro. Ai miei occhi avevi trovato un'armonia impossibile, mi sono innamorata di te subito.

inviato il 30/04/2013
Nei segnalibri di:

Il tempo che vorrei

immagine copertina
Fabio Volo
Il tempo che vorrei
A. MONDADORI
10 righe da pagina 90:

...leggere mette in moto tutto dentro di te: fantasia, emozioni, sentimenti. E' un'apertura dei sensi verso il mondo, è un vedere e riconoscere cose che ti appartengono e che rischiano di non essere viste. Ci fa riscoprire l'anima delle cose. Leggere significa trovare le parole giuste, quelle perfette per esprimere ciò a cui non riuscivi a dare una forma. Trovare una descrizione a ciò che tu facevi fatica a riassumere. Nei libri le parole di altri risuonano come un eco dentro di noi, perché c'erano già. E' la conoscenza di cui parlava Platone, quella che già ci appartiene, che è dentro di noi. Non importa se il lettore è giovane o vecchio, se vive in una metropoli o in un villaggio sperduto nelle campagne. Così come è indifferente se l'argomento di cui si sta leggendo riguarda un'epoca passata, il tempo presente o un futuro immaginario; il tempo è relativo, e ogni epoca ha la sua modernità...

inviato il 23/04/2013
Nei segnalibri di:

Trent'anni... e li dimostro

immagine copertina
Amabile Giusti
Trent'anni... e li dimostro
Mondadori 2014
10 righe da pagina 54:

Mi chiedo perché noi donne siamo così disabituate ai complimenti che quando ne riceviamo qualcuno, pur sapendo che si tratta di spudorate menzogne dette al solo scopo di impennarsi tra le nostre gambe qualche ora dopo, ci caschiamo come pere. Forse perché nessuno mi ammira veramente da un secolo, perché stamattina mia madre mi ha telefonato di nuovo per ricordarmi il matrimonio di Beatrice, perché penso a Luca che versa alcol nel bicchiere di qualche femmina che gliela darebbe anche subito, sul bancone del bar, fatto sta che ogni tanto è bello illudersi di non essere la bruttissima copia della propria sorellina minore.

inviato il 13/10/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

E' carinissimo :)

Affari di Famiglia

immagine copertina
Francesco Muzzopappa
Affari di Famiglia
Fazi 2014
10 righe da pagina 114:

Sento esplodermi le tempie.
Capisco che dall'alto dei cieli qualcuno ce l'abbia con me per non aver mai messo piede in chiesa negli ultimi quindici...diciamo venticinque anni, ma mi pare che ora stia un pò esagerando.
Persino i fulmini hanno l'accortezza di non cascare sempre nello stesso punto.
Non vedo perchè la sfiga si ostini a bussare sempre alla mia porta. E sì che ultimamente ho pure cambiato domicilio.

inviato il 17/10/2014
Nei segnalibri di:

Buon ferragosto da 10 Righe dai libri

immagine copertina
Gianni Rodari
Buon ferragosto da 10 Righe dai libri
10 Righe dai libri 2013

Ferragosto

Filastrocca vola e va
dal bambino rimasto in città.
Chi va al mare ha vita serena
e fa i castelli con la rena,
chi va ai monti fa le scalate
e prende la doccia alle cascate…
E chi quattrini non ne ha?
Solo, solo resta in città:
si sdrai al sole sul marciapiede,
se non c’è un vigile che lo vede,
e i suoi battelli sottomarini
fanno vela nei tombini.
Quando divento Presidente
faccio un decreto a tutta la gente;
“Ordinanza numero uno:
in città non resta nessuno;
ordinanza che viene poi,
tutti al mare, paghiamo noi,
inoltre le Alpi e gli Appennini
sono donati a tutti i bambini.
Chi non rispetta il decretato
va in prigione difilato”.
(Gianni Rodari)
Dipinto di Victor-Gabriel Gilbert, Boys Playing
.
.
.
- suggeriti da Marinella De Luca

inviato il 15/08/2013
Nei segnalibri di:

AFORISMI

immagine copertina
Lord Bjron
AFORISMI
Tradotto da Alessandro Riccioni
Edicart 1992
10 righe da pagina 25:

C'è un certo piacere nei boschi,
senza sentieri,
c'è un'estasi sulla solitaria spiaggia,
c'è compagnia dove nessuno s'impone,
nel mare al largo,e musica nel suo fragore.
Io non amo meno l'uomo per questo,
ma amo di piu' la natura.

inviato il 19/08/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Ma certo,tutto ciò che riguarda la natura è meraviglia...quindi aspetto con gioia la tua scelta..naty

Noooooooooo che forte!!! Abbiamo avuto la stessa idea, stasera (perchè ora sono a lavoro) volevo mettere la foto con la farfalla scattata nel mio soggiorno a L'Aquila... Che dici la posto lo stesso? Baci cara Naty :D

Foto scattata lungo in sentiero di Montagna,Ponte di Legno

Partecipo al giuoco libri in vacanza 2013 http://scrivi.10righedailibri.it/aforismi-5

Nessuno sa di noi

immagine copertina
Simona Sparaco
Nessuno sa di noi
10 RIGHE DAI LIBRI CON GIUNTI EDITORE 2012

Dio e la scienza
hanno entrambi il potere
di determinare le sorti di una vita.
Ma senza dubbio,
nel bene e nel male,
le intenzioni della scienza
sono più chiare,
il potere di Dio
infinitamente più grande.
Nessuno sa di noi ( Simona Sparaco )

inviato il 20/08/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuta Margherita :)
Ecco il link per leggere le prime 29 pagine del libro http://www.10righedailibri.it/prime-pagine/nessuno-sa-noi

Storia di un uomo

immagine copertina
Fred Uhlman
Storia di un uomo
Tradotto da traduzione di Lucio Trevisan
ECONOMICA UNIVERSALE FELTRINELLI 1999 1991
10 righe da pagina 209:

La ragione per cui ho raccontato la mia vita non è perché avessi grandi avvenimenti da immortalare, ma perché è la storia di un uomo medio e del suo tempo. Di un uomo, il quale, sorpreso da uno degli uragani più furiosi della storia, è sopravvissuto a un disastro che ha inghiottito continenti interi e milioni di persone migliori e meno fortunate. è la storia di un uomo il quale, magari egoisticamente, credeva che più importante scrivere buoni libri che fare il giro del mondo in ottanta ore, che è più importante dipingere buoni qudri che accumulare grandi fortune, e la cui unica ambizione - ahimè, irrealizzabile - è raggiungere le stelle non con un razzo ma con la propria arte.

inviato il 07/08/2013
Nei segnalibri di:

J.K.Rowling La maga dietro Harry Potter

immagine copertina
Marc Shapiro
J.K.Rowling La maga dietro Harry Potter
Tradotto da Paola Cartoceti
Fanucci 2000
10 righe da pagina 21:

Quando J.K.Rowling si siede al tavolo - di solito nell'ambiente che più la ispira, il Nicholson Café- e comincia a dare nuova vita a Harry Potter, in lei avviene un cambiamento. Per creare le nuove avventure di Harry e dei suoi carissimi amici Ron Weasley e Hermione Granger, Joanne deve smettere di essere adulta e deve ritornare bambina, una bambina che vuole credere nell'incredibile. E quando Joanne si trasforma in quella bambina, può succedere qualsiasi cosa...e infatti succede.

inviato il 01/08/2013
Nei segnalibri di:

Se per un anno una lettrice

immagine copertina
Nina Sankovitch
Se per un anno una lettrice
Tradotto da Eloeonora Cadelli
Bur Rizzoli 2011
10 righe da pagina 253:

Non c'è un rimedio per il dolore di aver perso una persona cara, e nemmeno deve esserci.
Il dolore non una malattia o un disturbo. E' l'unica risposta possibile alla morte di una persona amata, un'affermazione di quanto valore diamo alla vita stessa, per tutte le meraviglie e i brividi e la bellezza e le soddisfazioni che ci dona.
La nostra unica risposta al dolore è vivere.
Vivere guardandoci indietro, ricordando coloro che abbiamo perso, ma anche muovendoci in avanti, con un senso di attesa e di eccitazione.

inviato il 02/08/2013
Nei segnalibri di:

Strane creature

immagine copertina
Tracy Chevalier
Strane creature
Tradotto da Massimo Ortelio
Neri Pozza 2009
10 righe da pagina 206:

Di solito quando le signorine Philpot m'invitavano a casa loro non me lo facevo ripetere due volte. Mi era sempre piaciuto il Morley Cottage, perché era caldo e pulito, pieno di cose da mangiare e con il buon odore delle pietanze che cucinava Bessy, anche se alla domestica non andavo per niente a genio. Ti si apriva il cuore guardando il Golden Cap o la costa dalle finestre, e non mi stancavo mai di osservare i pesci di pietra della signorina Elizabeth. La signorina Margareth suonava il piano per noi e la signorina Louise mi regalava dei fiori da portare a casa. Ma soprattutto mi piaceva parlare di fossili con la signorina Elizabeth, che aveva sempre qualche nuovo libro o qualche rivista da mostrarmi.

inviato il 02/08/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie :)

Sorry :) Massimo Ortelio, ottobre 2009 :)

Lucia, anno di edizione e nome del traduttore? :)

Storia di un corpo

immagine copertina
Daniel Pennac
Storia di un corpo
Feltrinelli
10 righe da pagina 11:

Figlia mia amatissima, questa è l'eredità che ti lascio: non un trattato di fisiologia ma il mio giardino segreto, che per molti versi è il nostro terreno più comune. Te lo affido. Perché proprio a te? Perché ti ho adorato. Non te l'ho detto quando ero vivo, concedimi questo piccolo piacere postumo. Se Gregoire fosse vissuto, probabilmente avrei lasciato questo diario a lui, l'avrebbe interessato come medico e divertito come nipote. Dio, quanto ho amato quel bambino! Gregoire morto così giovane e tu oggi nonna siete il mio bagaglio di felicità, il mio viatico per il grande viaggio.

inviato il 02/08/2013
Nei segnalibri di:

L'idiota

L'idiota 3 years 46 settimane fa

Grazie infinite! Felice di aver incontrato il vostro gusto :)

L'idiota 3 years 47 settimane fa

Traduzione di Gianlorenzo Pacini. Prima edizione nell'"Universale Economica" - I CLASSICI giugno 1998. Undicesima edizione settembre 2011.

Maturarighe 2013

Maturarighe 2013 5 years 21 settimane fa

Partecipo a Maturarighe 2013 http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe-2013/Và dove ti porta il cuore

Và dove ti porta il cuore

Và dove ti porta il cuore 5 years 21 settimane fa
Và dove ti porta il cuore 5 years 21 settimane fa

Partecipo a Maturarighe 2013 http://scrivi.10righedailibri.it/maturarighe-2013 Và dove ti porta il cuore

Romeo e Giulietta

Romeo e Giulietta 5 years 21 settimane fa

Grazie infinite, è una notizia di gran pregio per me :)

Romeo e Giulietta 5 years 29 settimane fa

Infinite grazie, mio malgrado mi sono resa conto del tutto molto tardi...

Sonetti

Sonetti 5 years 29 settimane fa

Sentimenti e frustrazioni tradotti in parole...meraviglioso Shakespeare...

madame bovary

madame bovary 5 years 29 settimane fa

grazie, un abbraccio :)

madame bovary 5 years 29 settimane fa

Toccante davvero...ciao :) perdonami se troppo tardi mi sono resa conto del tuo dono...

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy