Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di pietropaladino1

Poker Bianconero

immagine copertina
Roberto Savino
Poker Bianconero
Roberto Savino 2015
10 righe da pagina 16:

Uscita con le ossa rotte dall’ultima Champions League, complici errori propri e decisioni
assurde prese nell’atto decisivo della prima fase, la Juventus si rituffa nella
competizione europea con tanta voglia di far bene e con la consapevolezza di essere
la prima, se non l’unica, squadra italiana a poter imprimere una svolta positiva per il
tanto bistrattato calcio italiano. A Torino, contro il Malmö, mister Allegri rinuncia a Pereyra
(squalificato), proponendo la sola novità di Asamoah al suo posto rispetto alla
gara casalinga vinta contro l’Udinese. Non ha un gran ritmo la Juve nei primi minuti di
match e, per questo, fatica non poco a trovare varchi per infilare l’attenta e rocciosa
difesa svedese. Pogba è impreciso in orizzontale e in un paio di occasioni regala
pericolosi palloni ad un Malmö tutt’altro che arrendevole, mal sfruttati dalle legnose
gambe avversarie, ma al minuto 18 Buffon è tempestivo nel chiudere lo specchio
ad Eriksonn sul profondo traversone da destra che procura più di un brivido.

inviato il 14/03/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Complimenti! Le tue 10 righe sono state scelte per il libro incentivo settimanale! Ricordati di scegliere le tue 10 righe preferite di questa settimana, riportando qui nei commenti il link delle righe scelte. Grazie :-)

Grazie mille, Roberto Savino sarà soddisfatto anche di questo risultato. La Juve regala soddisfazioni e lui ci regala i suoi bellissimi libri.

Ciao Alessandra, le tue 10righe sono nella finale settimanale di marzo. :-)

I più bei libri sulla Juve li scrive lui Roberto Savino.......TOP!

;-)

Il Villaggio delle Sirene

immagine copertina
Carlton Mellick III
Il Villaggio delle Sirene
Tradotto da Tatiana Sansone
Antonio Tombolini Editore (Vaporteppa) 2015

«Persone commestibili?» chiese Jackson.
«Bestiame umano,» disse il capo. «Vengono usati come cibo per le sirene.»
«Date le persone in pasto alle sirene?» strillò Jackson. «Esseri umani veri?»
Il dottore vedeva che l’idea stava già turbando la ragazza. Era abituato a vedere questo tipo di reazione, nel suo mestiere. Il dottore procedette a spiegare, in maniera calma e impassibile.
«Gli umani sono l’unica fonte di sostentamento delle sirene,» disse il dottore. «Se non mangiano, moriranno. È l’unico modo per proteggere la loro specie dall’estinzione.»
«Non crede che questo sia portare l’ambientalismo a un livello un po’ estremo?» chiese Jackson.
Il dottore scosse la testa. «Per niente. Molte persone commestibili sono volontari. Hanno dato la loro vita per proteggere la specie delle sirene.»
«Cosa?» Jackson trovava l’idea assurda. «Va bene, e gli altri?»
«La maggior parte degli altri erano assassini, stupratori e terroristi,» disse il dottore. «Hanno perso il loro diritto a essere considerati umani. Diventare commestibili è il modo in cui ripagano il loro debito con la società.»

inviato il 21/01/2016
Nei segnalibri di:

Kill Ball

immagine copertina
Carlton Mellick III
Kill Ball
Tradotto da Tatiana Sansone
Antonio Tombolini Editore (Vaporteppa) 2014

Tutto ciò che Colin Hinchcliff voleva, da bambino, era poter abbracciare sua madre. Ma non poteva mai farlo. Non era permesso.
«È pericoloso toccarla,» gli diceva sempre suo padre. «Qualunque cosa tu faccia, non devi mai e poi mai toccarla.»
Ma Colin aveva solo quattro anni. Non capiva perché sua madre vivesse dentro una bolla di plastica. Non capiva perché non gli fosse permesso di stare lì dentro con lei.
«Lo capirai quando sarai più grande, Cucciolo,» diceva suo padre.
Lui lo chiamava sempre Cucciolo.
Colin cercava spesso di abbracciare sua madre attraverso la barriera di plastica che li separava, ma non era lo stesso che abbracciare suo padre o la nonna. Gli sembrava di abbracciare un gommone, o un pallone da spiaggia. Attraverso la plastica non riusciva a sentire nemmeno un po’ del suo calore.
Semplicemente, non era abbastanza per lui. Voleva che lei lo tenesse stretto tra le braccia, che lo baciasse sulla fronte, che premesse la guancia contro la sua, come faceva tanto tempo prima, in quei primi giorni di vita che Colin ricordava solo per istinto. Perciò decise di infrang

inviato il 21/01/2016
Nei segnalibri di:

Puttana da Guerra

immagine copertina
Carlton Mellick III
Puttana da Guerra
Tradotto da Emilio Zanchi
Antonio Tombolini Editore (Vaporteppa) 2014

Passa un altro giorno.
Gli ufficiali hanno finito il brandy. I sigari si sono consumati fino a bruciare loro le dita. Ma loro semplicemente rimangono seduti ai propri posti, lo sguardo assente.
Mi spalmo un altro strato di camo climatico. È uno dei miei ultimi barattoli. Siamo ancora vestiti con uniformi adatte al deserto, progettate per il clima del Nord Africa; in Nord Africa ci abbiamo passato gli ultimi tre anni. L’unica cosa che qui ci tiene caldo è il camo: una crema, densa come un rossetto, che stendi su tutto il corpo quando le condizioni metereologiche sono inclementi e che ti aiuta ad abbassare la temperatura quando fa caldo, e a scaldarti quando fa freddo. Sfortunatamente basta il minimo contatto perché venga via, e non ne è rimasto molto.
Sono felice che Chauney sia ancora viva. Non le ho ancora detto che mi sono innamorato di lei, ma spero di farlo presto, al momento giusto. Sarebbe stato orribile se fosse morta con gli altri prima che le avessi detto quello che provo per lei.
Chauney si siede accanto a me, cercando di tenere calde le munizioni alitandoci sopra.

inviato il 22/01/2016
Nei segnalibri di:

l'energia del vuoto

bruno arpaia
l'energia del vuoto
Guanda 2011

"Non so, pensi a una foto..." rispose Milanesi. "Sembra ben definita, nitida, ma se zoomiamo, se l'ingrandiamo di parecchie volte, allora ci accorgiamo che è sgranata, che è fatta di puntini... Lo spazio, uguale. Il mondo può non essere così come ci appare nel piccolo giardino della nostra esperienza. Forse lo spazio e il tempo non sono strutture universali alla base del reale, ma solo approssimazioni che hanno significato per la nostra vita quotidiana, che però non vanno più bene per capire il mondo un po' più in profondità. Forse sono soltanto creazioni della nostra mente, o qualità emergenti da qualcosa di più fondamentale."

inviato il 22/01/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Leo, numero della pagina da cui hai tratto le 10 righe? : )

il volo della martora

immagine copertina
Mauro Corona
il volo della martora
cda & vivalda editori
10 righe da pagina 195:

C’è sempre un po’ di vento nelle isole del bosco: vento calmo, delicato, sottile. Gli alberi non lo lasciano scappare: lo impigliano, lo tengono, lo frenano, lo persuadono a restare. Così, prigioniero di quel cerchio maliardo, circola perennemente in qua e in là senza poter più fuggire.

inviato il 31/01/2016
Nei segnalibri di:

Danger

immagine copertina
Ilaria Pasqua
Danger
Sad Dog Project 2015
10 righe da pagina 11:

Quante notti aveva passato sui sedili scricchiolanti, quanti pisolini aveva schiacciato, non visto, tra un incarico e l'altro. Era tra quei sedili che aveva fatto i sogni più belli, passato i momenti più sereni. Se ci fosse stato un bagno, beh, ci avrebbe vissuto, senza ombra di dubbio. Era tutto ciò che gli restava, quella minuscola e all'apparenza inutile macchina. E lui era convinto che se avesse potuto parlare gli avrebbe manifestato tutto il suo affetto incondizionato, ma non lo aveva fatto per tutta la sua vita? In tutti gli anni in cui era rimasta chiusa nel garage, decenni di immobilità in attesa, prima che lui trovasse il coraggio di prenderla e partire. Nel garage dei genitori, poi nel garage di sua moglie, ogni notte con lui nel freddo, a consolarlo quando piangeva, ad ascoltarlo quando raccontava cose che nessuno poteva capire. Non lo faceva ogni giorno? Trasportandolo in giro e superando a ogni chilometro il suo limite fisico?
«Sonia è una tipa tosta»

inviato il 02/02/2016
Nei segnalibri di:

Per dieci minuti

immagine copertina
Chiara Gamberale
Per dieci minuti
Universale Economica Feltrinelli 2015
10 righe da pagina 107:

Ma esistono davvero "i lettori"?
Me lo chiedo spesso, me lo chiedo ora.
E se esistono davvero, chi sono?
Cercano, in un libro, una personalità?
La temono?
Davvero: chi siamo? Mi ci metto anch'io naturalmente: che cosa cerco in un libro? Che cosa non accetto? In che modo ho qualcosa a che fare, per esempio, con tutti gli appassionati come me di Philip Roth? In che misura facciopiù fedele che conosco e penso a quello che mi ha contagiato con il suo amore per il vecchio Philip. A chi somiglio di più, dei due? A entrambi. A nessuno.

inviato il 15/02/2016
Nei segnalibri di:

La strana morte dell'Ammiraglio

immagine copertina
Agatha Christie
La strana morte dell'Ammiraglio
Tradotto da Roberto Serrai
GIUNTI EDITORE 2012
10 righe da pagina 74:

L'espressione dell'ispettore Rudge era di profonda ammirazione. "Parola mia, signora Davis, ci vuole una donna come lei per fare due più due a questo modo!" esclamò. "Certo che l'ammiraglio non avrebbe potuto prendere il treno, ora che ci penso!" La signora Davis rise allegra. "Ecco, ora si prende gioco di me" disse. "Non so perché, ma a tutti quelli che mi vengono a trovare sembra sempre che io dica solo battute. Ma va bene così, se li fa contenti e li mantiene allegri, e io lo dico sempre: rendili felici, almeno finché sei sicura che hanno i soldi per pagare il conto. Non che ci riescano spesso, a imbrogliarmi..."

inviato il 19/02/2016
Nei segnalibri di:

Commenti

Giuorione75 Benvenuto : )

Strepitosa Juve

immagine copertina
Roberto Savino
Strepitosa Juve
Ultra (collana Ultra sport) 2014

"Tre minuti per batterlo e poi, sempre lui, Andreino Pirlo, il pittore rinascimentale del 1400, quasi 1500, spolvera l'incrocio con un destro dorato, con palla incastonata sul palo più lontano di una porta illuminata come una cornice, per un dipinto che sfratta l'Incredulità di San Tommaso dagli Uffizi..." STREPITOSA JUVE, Fiorentina- Juventus 0-1

inviato il 16/06/2014
Nei segnalibri di:

Commenti

Te lo manderò a parte quello con la maglietta ahahhahahah :D

Grazie mille " EROINA" l' importante è che il libro non sia intitolato Forza Milan, ahahahaha

Ciao Alessandra, ti regalo il mio libro incentivo... Ps: una milanista che regala un libro a una Juventina con 10 righe intitolato"Strepitosa Juve" devi ammetterlo... Fa di me "un Eroina" ahahhaha :D Ciao Ale :)

Grazie mille a tutti per i segnalibri che ci hanno permesso di andare in finale con questo bellissimo libro. Grazie a Roberto Savino per averlo scritto e allo staff di 10 righe dai libri per averci mandato in finale...adesso da buoni juventini speriamo anche di vincere ;-)

Ciao Alessandra sei in finale con le 10 righe scelte dalla redazione... Buone letture :D

Poker Bianconero

Poker Bianconero 1 year 14 settimane fa

E come dice Roberto Savino: Giochiamocela, 22 gambe loro, 23 noi con Pogba... #FINOALLAFINE

Strepitosa Juve

Strepitosa Juve 3 years 4 giorni fa

Segnalibro meritatissimo a questo strepitoso libro di Roberto Savino. Per sempre Juventus.

Imbattibili

Imbattibili 5 years 4 settimane fa

Sono il 40 segnalibro. Forza Juve e anche Alessandra e Roberto naturalmente

La vita segreta dei maschi

La vita segreta dei maschi 5 years 8 settimane fa

Segnalibrato :-)

Alex Del Piero Minuto per minuto

Alex Del Piero Minuto per minuto 5 years 19 settimane fa

segnalibro aggiunto, e adesso a spalare neve,ciao

La vita segreta dei maschi

La vita segreta dei maschi 6 years 14 settimane fa

Bellissimo, grazie per il consiglio.

il giorno in cui non ci incontrammo.

il giorno in cui non ci incontrammo. 6 years 27 settimane fa

Grazie Ale, è proprio vero, questo libro fà proprio pensare a cose vissute un pò da tutti noi, un bacio speciale.

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy