Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di el andalùs

Carmelo Mammana e la didattica della matematica

Carmelo Mammana
Carmelo Mammana e la didattica della matematica
La tecnica della scuola
10 righe da pagina 234:

Di fronte ad un problema che ammette più di una soluzione gli alunni si trovano in difficoltà non tanto perchè non sanno determinare tutte le soluzioni, quanto perchè, se il testo non lo specifica chiaramente, essi sono convinti che il problema deve ammettere una sola soluzione. Quindi, una volta trovata una soluzione, il problema è risolto.

inviato il 28/12/2010
Nei segnalibri di:

Piccolo manifesto dei comunisti ( senza classe né partito)

immagine copertina
10 righe da pagina 14:

Servirsi a fini di potere degli sfruttati ( anche solo del loro nome) è la peggiore forma di sfruttamento possibile. Peggio per chi lo fa a proprio beneficio personale. Proclamare il proprio amore per gli operai può riuscire un comodo alibi per chi non ama nessun operaio, o nessun uomo. Un folla consapevole che afferma la libertà dello spirito è uno spettacolo sublime. E una folla accecata che esalta il potere è uno spettacolo osceno: chi si rende responsabile di una simile oscenità farebbe meglio a impiccarsi.

inviato il 06/03/2013
Nei segnalibri di:

Quando cadrà la pioggia tornerò

immagine copertina
Takuji Ichikawa
Quando cadrà la pioggia tornerò
Casa editrice TEA
10 righe da pagina 254:

"Se il salto nel futuro è stato solo uno scherzo di qualcuno, allora, forse, anche il fatto che io sia rimasta senza ricordi può essere una sua piccola pazzia..."

inviato il 06/03/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuto Fabio :)

Io sono

immagine copertina
Anonimo
Io sono
Inedito 2011

Io sono
mare,
acqua increspata da brezza d’ottobre
salsedine
su corpi baciati dal sole.
Volo di gabbiani
in cerca d’altro spazio
roccia nera
di lava che s’alza verso il cielo.
Onda senza quiete
che si rompe in altre onde
per tornare ad esser
acqua in tempesta
sotto pioggia battente.
Io sono
indaco del cielo
che s’accommiata dal suo giorno,
quercia antica
che imperitura attende
il verde smeraldo del suo prato.
E vento
che carezza
visini di puri bimbi,
e sole
che li scalda
e mano
che li accoglie
e lacrima in ricordo
di ciò che non è più.

inviato il 05/03/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Si Mel hai ragione, noi comunque sappiamo cosa significa questa ricorrenza... tuttavia un sorriso non fa mai male. Bacio

ELENA, RICAMBIO CON AFFETTO, al di là di ogni riflessione a volte scontata...

...grazie

bellissima. complimenti

grazie di cuore a voi..

Mel...sono arrossita,sei troppo buona!!!

Bellissima

naty, sei il lato bello della rete...un abbraccio grande

Non è proprio tanto anonimo!!!bellissima,ciao naty

Noi vivremo finché qualcuno avrà memoria di noi...

Un altro giro di giostra

immagine copertina
Tiziano Terzani
Un altro giro di giostra
Casa editrice TEA 2011
10 righe da pagina 286:

Eknath Easwaran, un mistico indiano morto nel 1999, (...)raccontava come sua nonna, che era stata la sua guida spirituale, gli aveva dato una semplice, ma importante lezione. Quando, ancora bambino, era rimasto colpito dalla morte di un familiare, lei lo avva fatto sedere su una grande sedia di legno e gli aveva detto di reggersi a quella con tutte le sue forze. Lui s'era aggrappato ai braccioli, ma lei era riuscita lo stesso a strapparlo via. La nonna gli aveva poi chiesto di sedersi di nuovo, ma questa volta snza fare alcuna resistenza.Eknath Easwaran, un mistico indiano morto nel 1999, (...)raccontava come sua nonna, che era stata la sua guida spirituale, gli aveva dato una semplice, ma importante lezione. Quando, ancora bambino, era rimasto colpito dalla morte di un familiare, lei lo avva fatto sedere su una grande sedia di legno e gli aveva detto di reggersi a quella con tutte le sue forze. Lui s'era aggrappato ai braccioli, ma lei era riuscita lo stesso a strapparlo via. La nonna gli aveva poi chiesto di sedersi di nuovo, ma questa volta senza fare alcuna resistenza. Lei lo

inviato il 28/01/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie!!! Mel... sei stata di una gentilezza squisita...grazie Staff!

staff di 10righe, tra le 10righe postate questa settimana scelgo quelle di Lucio Anneo Seneca, "La tranquillità dell'animo" postate da Natalina Maio. Grazie e buona lettura a tutti!!

staff, dimenticavo, ma la mia scelta la devo comunicare su questi commenti o via mail a 10righe? grazie ancora per la disponibilità

grazie tante! a presto allora!!

va bene!

Staff di 10righe, lunedì prossimo sarò fuori in settimana bianca e non vorrò alcun legame telematico con il mondo!!!Quindi chiedo se è possibile fare la mia scelta tra i libri postati questa settimana entro venerdì. Se non fosse possibile, grazie lo stesso, ho in mente cosa fare...

Ringrazio tutti coloro che mi hanno votato e lo staff di 10righe per questo bellissimo ritorno!!

:)

Ciao! Le tue righe sono le più segnalibrate della settimana, vinci un libro incentivo! Ricordati che per riceverlo, lunedì prossimo dovrai scegliere le tue 10 righe preferite fra quelle postate questa settimana!

é un libro stupendo segnalibrone!

Le nozze di Cadmo e Armonia

immagine copertina
Roberto Calasso
Le nozze di Cadmo e Armonia
Adelphi 1994
10 righe da pagina 125:

Nella notte più disperante per gli Achei, quando sono stretti alle loro navi dall'assalto degli assediati, quando insieme con Diomede sta per partire in una missione rischiosa per captare qualche segreto al campo nemico, giunge ad Odisseo lo strido di un airone invisibile nella notte. È Atena che manifesta la sua presenza. Allora Odisseo si rivolge alla dea che sempre gli è stata accanto. Pronuncia poche parole asciutte e intime, meno della metà di quelle che, subito dopo di lui, le rivolgerà Diomede. Odisseo non ricorda precedenti paterni e non promette sacrifici. Dice alla dea:"Per una volta ancora amami, Atena, il più possibile".

inviato il 28/01/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

il mio LIBRO prediletto, insieme a L'opera al nero e Memorie di Adriano.

IL SOFFIO DELLA COSCIENZA

immagine copertina
Claudio Guarini
IL SOFFIO DELLA COSCIENZA
Youcanprint
10 righe da pagina 25:

«Quando io pensavo di morire senza qualcuno,in realtà non mi amavo davvero.Avevo bisogno di aggrapparmi a qualcuno perché da lì traevo vita e mi convincevo che quello era amore incondizionato.Ma l'amore incondizionato è ciò che dai senza alcuna condizione,lo dice la parola stessa.Oggi soltanto riesco a darlo.Ma se lo dono,non mi aspetto che quella persona mi dia qualcosa,non mi aspetto nulla; nemmeno che si aggrappi a me per trarne vita.Né io mi aggrappo all'altro.Quello era il mio bivio:ritornare in ciò che era comodo,a portata dimano, sicuro..oppure provare ad essere libera davvero.Libera dentro.Libera dagli attaccamenti.Libera dal giudizio.Libera dalla paura.Libera dalla gelosia.Libera dall’identificazione.Libera dall’illusione che genera la sofferenza.Libera dal senso di fuga»
http://www.macrolibrarsi.it/autori/_claudio-guarini.php?pn=1625

inviato il 12/04/2012
Nei segnalibri di:

ROSSO il marchio del male

immagine copertina
Barbara Goti
ROSSO il marchio del male
Photocity edizioni 2011
10 righe da pagina 161:

La vita che vivo è mia, mia soltanto, col suo bene e col suo male. Ingiusto imporla a chi non odio. Anche se ricordo che l’idea di quel figlio accarezzò per alcuni giorni la mia mente. Un figlio è vita che continua, la mia si esaurirà nel momento della mia morte.

inviato il 12/04/2012
Nei segnalibri di:

Pura Vita

immagine copertina
Andrea De Carlo
Pura Vita
Tascabili Bompiani
10 righe da pagina 323:

E il loro viaggio insieme è già quasi finito, a parte qualche centinaio di chilometri che tra un giorno cominceranno a essere un ricordo destinato a perdersi in una sovrapposizione di mille altri ritorni e partenze, collegamenti neutri di asfalto e guard-rail tra un punto e un altro e un momento e un altro e uno stato d'animo e un altro. [...] Poi pensa che il filo così imperfetto che c'è tra loro è forse la cosa più sorprendente che gli sia capitata. Non sa come si modificherà nel tempo; ma pensa che è una delle pochissime indicazioni certe che riuscirebbe a dare, se qualcuno gli chiedesse il senso della strada che ha fatto fin qui.

inviato il 12/04/2012
Nei segnalibri di:

La coscienza di Zeno

immagine copertina
Italo Svevo
La coscienza di Zeno
Newton Compton 2011
10 righe da pagina 64:

Passai alcune ore gettato su un sofà, mentre Maria stava seduta accanto al letto. Su quel sofà piansi le mie più cocenti lacrime. Il pianto offusca le proprie colpe e permette di accusare, senz'obbbiezioni, il destino. Piangevo perché perdevo il padre per cui ero sempre vissuto. Non importava che gli avessi tenuto poca compagnia. I miei sforzi per diventare migliore non erano stati fatti per dare una soddisfazione a lui? Il successo cui anelavo doveva bensì essere anche il mio vanto verso di lui, che di me aveva sempre dubitato, ma anche la sua consolazione. Ed ora invece egli non poteva più aspettarmi e se ne andava convinto della mia insanabile debolezza.

inviato il 09/04/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

10righe, la copertina non è esattamente la stessa, ma non trovandola uguale, ne ho caricata un'altra della stessa casa editrice.

A se stesso.(I Canti, Antol. Gianni, Balesrieri, Pasquali)

immagine copertina
10 righe da pagina 641:

Or poserai per sempre,
stanco mio cor. Perì l'inganno estremo,
ch'eterno io mi credei. Perì. Ben sento,
in noi di cari inganni,
non che la speme, il desiderio è spento.
Posa per sempre. Assai
palpitasti. Non val cosa nessuna
i moti tuoi, né di sospiri è degna
la terra. Amaro e noia
la vita, altro mai nulla: e fango è il mondo.
T'acqueta ormai. Dispera
l'ultima volta. Al gener nostro il fato
non donò che il morire. Ormai disprezza
te, la natura, il brutto
poter che, ascoso, a comun danno impèra,
e l'infinita vanità del tutto.

inviato il 02/04/2012
Nei segnalibri di:

Commenti

aggiungo segnalibro

aggiungo segnalibro

Io sono

Io sono 6 years 6 settimane fa

bellissima. complimenti

La profezia di Celestino

La profezia di Celestino 7 years 40 settimane fa

letto anni fa, mi è rimasto dentro come solo i migliori libri possono fare. per chi crede che non sia tutto qui ed ora.

Il femminile nella fiaba

Il femminile nella fiaba 7 years 43 settimane fa

Roberto, se è per questo gli uomini barano anche e soprattutto quando iniziano ad amare. E' sul lungo percorso che escono fuori il meglio...

Le 101 donne più malvagie della storia

Le 101 donne più malvagie della storia 7 years 51 settimane fa

Alla lista ne potrei aggiungere almeno un'altra decina, anche se la mia "cara" cognatina le batte tutte senz'altro!!!

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy