Accedi da qui per inserire le tue 10 righe

Per inserire le tue 10 righe registrati oppure effettua il login
Richiedi una nuova password

Pagina di Pasq

FIRMINO

immagine copertina
SAM SAVAGE
FIRMINO
Tradotto da EVELINA SANTANGELO
EINAUDI 2008
10 righe da pagina 58:

Una volta in un bar un uomo mi chiese di che sapessero i libri, «più o meno». Avevo già la risposta pronta ma, per non farlo sentire sciocco, finsi un po' di riflettere prima di rispondergli: «Amico, considerato l'abisso che separa le tue esperienze dalle mie, posso suggerirti un'idea di quel gusto così singolare solo dicendoti che i libri hanno un sapore simile, più o meno, all'odore del caffè». Fu una risposta complessa. E mi resi conto, dal modo in cui tornò al bicchiere, di avergli dato un bel po' da pensare.

inviato il 16/10/2013
Nei segnalibri di:

MILLE SPLENDIDI SOLI

immagine copertina
KALED HOSSEINI
MILLE SPLENDIDI SOLI
Tradotto da ISABELLA VAJ
PIEMME 2007
10 righe da pagina 380:

«Dio ci ha fatto in modo diverso,» aveva spiegato il giovane talebano «voi donne e noi uomini. Il nostro cervello è diverso. Voi non siete in grado di pensare come noi. Medici occidentali lo hanno dimostrato scientificamente. Ecco perché richiediamo solo un testimone maschio, ma due testimoni femmine.»

inviato il 15/10/2013
Nei segnalibri di:

L'amore in un giorno di pioggia

immagine copertina
SARAH BUTLER
L'amore in un giorno di pioggia
Tradotto da ENRICA BUDETTA
Garzanti 2013

Non so che faccia hai. Non so dove sei. Ti ho cercato, devi credermi. Andai a casa sua e suonai il campanello, ma non rispose nessuno e quando guardai dentro dalla finestra, vidi i segni sulla moquette dove prima c'erano i mobili. Aspettai. E poi, alla fine, tornai a casa e mi sedetti lì a fissare il telefono. Le uniche persone che chiamavano erano quelle che volevano vendermi qualcosa(...)
So che quando ci incontreremo non conterà quanto mi ci sia voluto per trovarti. Quando ci incontreremo avremo tutto il tempo del mondo per dirci quello che dobbiamo dirci.

inviato il 14/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

pag.63...64

LEGGE PER LEGGERE

immagine copertina
PASQUALINA VINCENTI
LEGGE PER LEGGERE
MINISTERO DELLA CULTURA DEL LIBRO

ART. 0 - INTRODUZIONE ALLA LEGGE
La Legge del Leggere prevede innanzitutto un buon allenamento quotidiano di tutti i sensi, solo sentendo l’emozione di un tocco o l’avvolgente piacere del vento, riconoscendo quanti più gusti ed odori, distogliendo lo sguardo da un display per guardare la grande varietà di bello e brutto che ci è vicino, mettendo da parte le cuffie per ascoltare ogni rumore e voce che ci raggiunge, avremo creato la giusta premessa per trasformare quei segni che sono le parole in emozioni delle quali sarà difficile farne a meno.

inviato il 11/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Io con l'alibi "non l'ho scelto io" non ho mai pensato ad un'alternativa ;-)

Davvero..."Stefania " sarebbe stato un nome piu' "libero",quando arriva il Natale vorrei essere su di un isola deserta...

@Natalina...
...che nomi che ci ritroviamo però!! ;-)

Grazie Natalina :-)

Brava...righe "speciali"...e reali,naty

:-)
Buon inizio di settimana.

Pasqualina abbiamo condiviso sui social la tua proposta Legge per leggere :)

Alleniamoci! :)

Partecipo a LEGGE PER LEGGERE + link: http://scrivi.10righedailibri.it/legge-leggere

LA PORTA DELLE LACRIME

immagine copertina
ABRAHAM VERGHESE
LA PORTA DELLE LACRIME
Tradotto da SILVIA PARESCHI
A. MONDADORI 2009
10 righe da pagina 55:

Mentre allungava le mani verso il suo viso si sentì debole come un vecchio. La baciò sulla fronte. Compiendo quel gesto straordinario e irrefrenabile si rese conto, non senza una fitta di orgoglio, che l'amava, e che lui, Thomas Stone, non solo era capace di amare, ma che l'aveva amata tutti quei sette anni. Se finora non aveva visto quell'amore, forse era perché era cominciato nel momento stesso in cui l'aveva incontrata (....) Un amore fortissimo, senza alti e bassi o vette e abissi, anzi, talmente privo di movimento che in quei sette anni era diventato invisibile, parte di un ordine delle cose che lui aveva dato per scontato.

inviato il 09/10/2013
Nei segnalibri di:

IL CACCIATORE DI OCCHI

immagine copertina
Sebastian Fitzek
IL CACCIATORE DI OCCHI
EINAUDI
10 righe da pagina 232:

«I pensieri negativi sono come i batteri,- le aveva spiegato John.- Una volta che si annidano in te si riproducono e uccidono ogni forza d'animo».
«E quale antibiotico mi consigli?» aveva chiesto lei in tono scherzoso, e lui senza esitare aveva risposto seriamente: «C'è un unico antidoto: l'amicizia».
L'amicizia, si ricordò Alina mentre con gli occhi spenti fissava l'oscurità. John non aveva detto «l'amore», perché a suo modo di vedere l'amore, come ogni sensazione di euforia, era fugace; solo l'amicizia era duratura.

inviato il 23/09/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Grazie ;-)

Benvenuta Pasqualina :)

Uno, nessuno, centomila

immagine copertina
Luigi Pirandello
Uno, nessuno, centomila
Demetra s.r.l 1999
10 righe da pagina 95:

Ah, il piacere della storia, signori !
Nulla di più riposante della storia.
Tutto nella vita ci cangia continuamente sotto gli occhi; nulla di certo; e quest'ansia senza requie di sapere come si determineranno i casi, di vedere come si stabiliranno i fatti che vi tengono in tanta ambascia e in tanta agitazione !
Tutto determinato, tutto stabilito, all'incontro, nella storia : per quanto dolorose le vicende e tristi i casi, eccoli lì, ordinati, almeno, fissati in trenta, quaranta paginette di libro : quelli, e lì; che non cangeranno mai più almeno fino a tanto che un malvagio spirito critico non avrà la mala contentezza di buttare all'aria quella costruzione ideale, ove tutti gli elementi si tenevano a vicenda così bene congegnati, e voivi riposavate ammirando come ogni effetto seguiva obbediente alla sua causa con perfetta logica e ogni avvenimento si svolgeva preciso e coerente in ogni suo particolare, col signor duca di Nevers, che il giorno tale, anno tale, ecc. ecc.

inviato il 14/10/2013
Nei segnalibri di:

I Ponti di Madison County

immagine copertina
Robert James Waller
I Ponti di Madison County
Tradotto da Maria Barbara Piccioli
Frassinelli 1993
10 righe da pagina 63:

Gli antichi istinti che si andavano risvegliando. Si chiese quale fosse la consistenza dei suoi capelli al tocco, in che modo la curva della schiena di lei si sarebbe adattata al cavo della sua mano, che effetto avrebbe fatto sentirla sotto di sé. Gli antichi istinti lottavano contro tutto ciò che è acquisito, contro il decoro costruito in secoli di cultura, contro le regole dell'uomo civile. Si sforzò di pensare a qualcos'altro, alla fotografia o alla strada, ai ponti coperti. Qualsiasi cosa che non fosse l'aspetto di lei in quel momento. Non ci riuscì e di nuovo tornò a chiedersi che cosa avrebbe provato nello sfiorarle la pelle, nel premere il ventre contro quello di lei. Domande eterne, e sempre uguali. I maledetti antichi istinti, che si dibattevano sotto la superficie. Li ricacciò indietro, li spinse giù, e, accesa una Camel, inspirò profondamente.

inviato il 14/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Ciao Natalina!! Il film è veramente degno dei suoi due grandi interpreti, ma come al solito, il libro è molto di più!

Ciao Sara,pochi giorni fa,ho rivisto il film,una trama sempre bella, e interpretata ,in modo eccelso...

Mille splendidi soli

immagine copertina
Khaled Hosseini
Mille splendidi soli
Tradotto da Alessandro Batlsam
Edizione Piemme 2007
10 righe da pagina 93:

Per colazione mangiarono uova sode con patate e pane, dopo di che Tariq fece un sonnellino sotto un albero sulla riva di un torrente gorgogliante. Dormì con la giacca ben ripiegata a mo’ di cuscino e le braccia incrociate sul petto. L’autista andò al villaggio a comprare delle mandorle. Babi si sedette ai piedi di una grossa acacia a leggere un tascabile. Laila conosceva quel libro, una volta glielo aveva letto. Raccontava la storia di un vecchio pescatore di nome Santiago, che pesca un pesce gigantesco. Ma quando riesce a portare in salvo la sua barca a vela, del suo straordinario pesce non resta più nulla, i pescicani l’hanno divorato tutto, un morso dopo l’altro.

inviato il 14/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Segnalibrone :)

SEMINA IL VENTO

ALESSANDRO PERISSINOTTO
SEMINA IL VENTO
PICKWICK
10 righe da pagina 219:

L'ultima fotografia, l'ultimo bacio, l'ultima volta che fai l'amore; ti dici che se lo avessi saputo prima ne avresti scattate di più, che su quelle labbra ti saresti fermato più a lungo , che l'avresti fatto con più dolcezza, con più intensità, ma le cose diventano definitive sempre dopo, sempre quando è ormai tardi per migliorarle.

inviato il 14/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Benvenuta Federica :)

Il secondo libro dell'inquietudine

immagine copertina
Pessoa
Il secondo libro dell'inquietudine
Tradotto da Roberto Francavilla
Feltrinelli 2013
10 righe da pagina 136:

Passavamo ancora giovani, sotto gli alberi alti e il vago sussurro della foresta.
Nelle radure sorte d'improvviso dalla casualità del cammino, il chiar di luna creava laghi i cui bordi, intricati di rami, erano più notte della notte stessa.
Il respiro della brezza vaga dei grandi boschi risuonava fra gli alberi.
Parlavamo delle cose impossibili; e le nostre voci erano parte della notte, del chiar di luna e della foresta.
Le sentivamo come se provenissimo da altri.
La foresta incerta non era propriamente senza cammini.
C'erano suoni che, senza volere, conoscevamo e i nostri passi vi ondeggiavano, fra le screziature delle ombre e le spatolate vaghe di chiar di luna duro e freddo.
Parlavamo delle cose impossibili e l'intero paesaggio reale era impossibile anch'esso.

inviato il 14/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Emma ciao, il tuo pensiero mi giunge gradito, grazie!!!

Grazie Emma :)

righe dedicate in particolare a Elena e Natalina che come me amano Pessoa !

l'immagine riproduce il quadro di Telemaco Signorini : Rendez-vous nel bosco.

IL MANIPOLATORE

immagine copertina
MICHAEL ROBOTHAM
IL MANIPOLATORE
Tradotto da Sonia Comizzoli
TIMECRIME 2013
10 righe da pagina 13:

C'è un momento in cui tutta la speranza svanisce, tutto l'orgoglio è perduto, tutte le aspettative. tutta la fede, tutti i desideri. Quel momento è mio. Appartiene a me. E' allora che sento il suono di una mente che va in pezzi. Non è lo sciocco secco di quando un passo si frantuma, una spina dorsale si incrina o un cranio si frattura. E non è dolce e umido come il cedere di un cuore. E' un suono che ti fa dondolare quanto dolore possa sopportare una persona, un suono che infrange i ricordi e lascia che il passato fluisca nel presente; un suono così acuto che solo i mastini dell'Inferno possono udirlo. Riesci a sentirlo? Qualcuno, rannicchiato su sè stesso, sta piangendo piano in una notte senza fine.

inviato il 14/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Un ringraziamento all'editore TimeCrime per il libro incentivo!

Il libro dell'inquietudine

immagine copertina
Fernando Pessoa
Il libro dell'inquietudine
Tradotto da Antonio Tabucchi
Feltrinelli 1994
10 righe da pagina 127:

Ho sempre rifiutato di essere compreso. Essere compreso significa prostituirsi. Preferisco essere preso seriamente per quello che non sono, ignorato umanamente, con decenza e naturalezza.
Niente mi farebbe indignare di più del fatto che in ufficio mi considerassero diverso. Voglio godere con me stesso l'ironia del fatto che non mi trovino diverso. Voglio questo cilicio: che non mi ritengano differente. Ci sono sacrifici più sottili di quelli che conosciamo sui santi e sugli eremiti. Ci sono supplizi dell'intelligenza come ce ne sono del corpo e della volontà. E in questi supplizi, come per altri, c'è una voluttà.

inviato il 14/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

http://scrivi.10righedailibri.it/musica-dentro-4
Staff, questa settimana toccava a me scegliere le 10 righe. Ho scelto quelle di Emma Aquilani. Avevo 4 nomi, è stata dura, ma ce l'ho fatta. Ciao e grazie

Ei Dafne sei su fb?

Grazieeeeeeeeeeeeeeeeee. Si, lunedì sarò attentissima per scegliere le mie 10 righe preferite

Lunedì prossimo dovrai inoltre scegliere le tue 10 righe preferite della settimana!
Manda il tuo indirizzo alla mail libroincentivo@10righedailibri.it

Ciao Elena, hai vinto la classifica settimanale, a te un libro incentivo!

Grazie Dafne, non è a te che dicevo ma a Matteo Torre. Il regolamento parla chiaro. Cmq grazie del segnalibro, l'importante che piaccia ;)

Scusami Elena credevo di averti lasciato il mio segnalibro, ho appena recuperato ^_^ poi come non lasciare un segnalibro a Pessoa, è straordinario . Ciao

Matteo ti ringrazio per il segnalibro, ma per essere valido devi anche tu pubblicare le tue 10 righe e interagire con il sito, altrimenti non me lo conteggiano. Grazie!

Pieno Giorno

immagine copertina
J.R. Moehringer
Pieno Giorno
Tradotto da Giovanni Zucca
Piemme 2013
10 righe da pagina 350:

...Una parte di lui è determinata a restare per sempre a Eastern State, a morire qui,
a farcisi anche seppellire, o riseppellire, come la vede lui. Negli ultimi sei anni ha trovato nei libri una sua forma di appagamento, e fino a un certo punto anche di felicità.
I libri sono l'unica ragione di vivere che gli è rimasta, e certi giorni è sufficiente così.
Si sta facendo un'istruzione, finalmente, l'istruzione che non ha mai avuto da ragazzo, l'istruzione che avrebbe potuto rendere tutto quanto diverso.
Anche il nome di questa maledetta prigione - Eastern State-sembra quello di un'università un pò particolare.

inviato il 12/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Partecipo a LEGGE PER LEGGERE + link: http://scrivi.10righedailibri.it/legge-leggere

questa è la storia interessante di un gangster incallito ma dotato di una buona sensibilità che ha conquistato ...leggendo rinchiuso in prigione !

Il mio nome è Nessuno- Il giurameto

immagine copertina
Valerio Massimo Manfredi
Il mio nome è Nessuno- Il giurameto
A. MONDADORI 2012
10 righe da pagina 97:

"Qual è, dunque,l'insegnamento?"
"E me lo chiedi? L'insegnamento è che anche il più breve istante di felicità nella nostra esistenza ha un costo. Se ti viene concesso un dono, sia pure di un dio, altre forze oscure e ignote oppure quello stesso dio esigono un prezzo che a volte fa rimpiangere di averlo accettato. Ma ora dormi. Domani sarà un giorno che non dimenticherai."
Ci coricammo nell'ombra dell'antro non senza aver prima offerto un dono votivo alle ninfe che di certo l'abitavano. Quando ci sveglio il sole del mattino, lasciati i cavalli dentro la grotta, mio padre ed io ci mettemmo in cammino digiuni per presentarci al santuario.
"Perché, padre?" domandai. "Lo voglio sapere. Tu già avevi deciso prima che lasciassimo Itaca, non è vero?"

inviato il 12/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Concordo pienamente :)

L'importante è leggere, ad ognuno la sua lettura allora :P ;)

Il romanzo medioevale per i miei gusti è troppo lugubre ;)

Non faccio paragoni con altri autori e soprattutto con Manfredi, sono due generi differenti, anche se come autore è notevole.
Io come si dice, macino tutto, mia piace molto il romanzo storico e medievale. :)

Ho letto solo "Il mercante di libri maledetti" di Simoni mi è piaciuto ma non mi ha fatto impazzire.

A me piace anche Marcello Simoni

Anche a me piace molto, però prima di cambiare autore voglio conoscere bene lo stile di Manfredi :)

Mi piace soprattutto il romanzo storico, non voglio però precludermi altri autori, per questo non mi soffermo soltanto su uno stesso autore.
Ne ho altri quattro di lui nella mia lista ;)

Io l'ho scoperto con la trilogia di Alexandros e da allora mi sono ripromessa di acquistare e leggere tutti i suoi libri :)

Mi piace Manfredi! Quest'estate ho trovato alcuni titoli in un mercatino nuovissimi a soli due euro l'uno :)

Ossi di seppia

immagine copertina
EUGENIO MONTALE
Ossi di seppia
Classici Mondadori 2010
10 righe da pagina 121:

CASA SUL MARE

Il viaggio finisce qui;
nelle cure meschine che dividono
l'anima che non sa piu' dare un grido.
Ora i minuti sono eguali e fissi
come i giri di ruota della pompa.
Un giro un salir d'acqua che rimbomba.
Un altro, altr'acqua ,a tratti un cigolio.
Il viaggio finisce a questa spiaggia
che tentano gli assidui e lenti flusssi.
Nulla disvela se non pigri fumi
la marina che tremano di conche
i soffi lenti: ed è raro che appaia
nella bonaccia muta
tral'isole dell'aria migrabonde
la Corsica dorsuta o la Capraia.
Tu chioedi se così tutto svanisce
in questa poca nebbia di memorie;
se nell'ora che torpe o nel sospiro
del frangente si compie ogni destino.
Vorrei dirti che no, che ti appressa
l'ora che passerai di là dal tempo;
forse solo chi vuole s'infinita,
e questo potrai, chissà ,non io.

inviato il 13/10/2013
Nei segnalibri di:

Commenti

Premio Nobel 1975

...Penso che per i piu' non sia salvezza,
ma taluno sovverta ogni disegno,
passi il varco,qual volle si ritrovi.
Vorrei prima di cedere segnarti
codesta via di fuga
labile come nei sommossi campi
dal mare spuma o ruga.
Ti dono anche l'avara mia speranza.
A'nuovi giorni, stanco ,non so crescerla;
l'offro in pegno al tuo fato, che ti scampi.
il cammino finisce a queste prode
che rode la marea col moto alterno.
il tuo cuore vicino che non m'ode
salpa già forse per l'eterno.

Partecipo al gioco domenicale 36 -Premi Nobelhttp://scrivi.10righedailibri.it/ossi-di-seppia-8

LEGGE PER LEGGERE

LEGGE PER LEGGERE 5 years 48 settimane fa

Io con l'alibi "non l'ho scelto io" non ho mai pensato ad un'alternativa ;-)

LEGGE PER LEGGERE 5 years 48 settimane fa

@Natalina...
...che nomi che ci ritroviamo però!! ;-)

LEGGE PER LEGGERE 5 years 48 settimane fa

Grazie Natalina :-)

LEGGE PER LEGGERE 5 years 48 settimane fa

:-)
Buon inizio di settimana.

LEGGE PER LEGGERE 5 years 48 settimane fa

Partecipo a LEGGE PER LEGGERE + link: http://scrivi.10righedailibri.it/legge-leggere

L'amore in un giorno di pioggia

L'amore in un giorno di pioggia 5 years 48 settimane fa

pag.63...64

Legge per leggere

Legge per leggere 5 years 48 settimane fa

IL CACCIATORE DI OCCHI

IL CACCIATORE DI OCCHI 5 years 51 settimane fa

Grazie ;-)

© 10righedailibri 2015

partner tecnologico

 

Privacy Policy